psyco regia di Alfred Hitchcock USA 1960
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

psyco (1960)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PSYCO

Titolo Originale: PSYCHO

RegiaAlfred Hitchcock

InterpretiAnthony Perkins, Janet Leigh, Vera Miles, John Gravin, Martin Balsam

Durata: h 1.48
NazionalitàUSA 1960
Generethriller
Tratto dal libro "Psycho" di Robert Bloch
Al cinema nel Dicembre 1960

•  Altri film di Alfred Hitchcock

Trama del film Psyco

Una segretaria fugge con 40.000 dollari e si rifugia in un motel gestito da uno strano ragazzo molto timido. Quando la donna viene assassinata sotto la doccia...

Film collegati a PSYCO

 •  PSYCHO II, 1983
 •  PSYCHO III, 1986
 •  PSYCHO IV, 1990

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   9,11 / 10 (395 voti)9,11Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Psyco, 395 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

daaani  @  11/06/2017 18:12:25
   8 / 10
Ahhhh finalmente ho visto psyco. Mi ha ricordato un po split. Per i tempi in cui è stato girato direi che merita di essere visto. Certo alcune scene potevano essere fatte meglio e c'è stato un momento in cui mi stavo per addormentare. Ma poi tutto si rifà interessante e grazie al finale gli do un 8!

DitaAppiccicose  @  07/06/2017 22:08:49
   9 / 10
Film famosissimo, classicissimo, iconico come pochi altri, thriller psicologico per antonomasia con qualche accenno horror, in un certo senso un lavoro che fa storia a se stante nella ricca filmografia di Hitchcock. Parlare di "Psycho" non è facile perché nessuna parola può rendere la perfezione e la grandezza che emergono da questo film. La trama, la regia, la fotografia ( con un bianco e nero che mette in risalto le ombre e dona alla pellicola un ulteriore fascino noir ) , l'urlo di Janet Leigh, l'interpretazione di Anthony Perkins ( così nella parte da venire quasi fagocitato dal suo personaggio tanto da non riuscire più a trovare altri ruoli validi… ), la tensione presente dall'inizio alla fine. Nonostante la storia sia ormai risaputa pure da chi non ha mai visto il film, questo si fa sempre guardare suscitando la stessa ammirazione della prima volta. La scena della doccia è storia del cinema; pure il resto, a dire la verità…

antifan  @  03/01/2017 16:50:30
   9 / 10
Pietra miliare del cinema, apice della carriera del regista, colpo di scena che ha fatto la storia. Basterebbero queste cose per comprendere la portata del film. Ma detta così il film sembra in qualche modo storico(e lo è), cioè un pezzo del passato da ammirare ma che in fondo sappiamo che è anacronistico. No, Psyco non rientra in quella categoria di opere che "invecchiano", regge ancora e azzardo a dire continuerà a reggere per molti anni ancora. Avendolo visto diverse volte, posso dire che se la prima volta l'attenzione è rivolta allo sviluppo dell'intreccio, nelle altre a una visione un po più rilassata si possono apprezzare di più i pezzi di bravura tecnica, anzi a parte 2 scene un po datate ci troviamo di fronte ad un vero manuale registico: La perfezione del montaggio, le inquadrature, ritmo è strabiliante. Il film ha "tutto", nulla gli manca e nulla avanza. Film ancora in forma smagliante. E considerandolo con il resto della filmografia del regista( noto per fare thriller) spicca ancora di più. Hitchcok trovò nel soggetto di "Psyco " il materiale più adatto al suo talento trovandosi nel felice caso di "soggetto giusto diretto dal regista giusto" .E' naturale che sia diventato il suo film bandiera, sebbene il regista inglese abbia diretto altre pellicole importanti (Vertigo, Rear Window) è con Psyco dove si può vedere al meglio le sue capacità; in fondo la storia di Psyco è molto semplice, la può seguire anche un bambino; non si perde in infinite sottotrame o pretenziosità o particolari ambizioni, e non necessità di particolari effetti speciali( come ad esempio l'ottimo "gli uccelli" di qualche anno dopo) eppure funziona.
Con il regista brillano anche altri elementi indispensabili per la riuscita finale : La colonna sonora di Bernard Hermann(ricorrente in Hitchcok), la fotografia( le scene della casa "Bates" le ricordano tutti) e l'interpretazione di Perkins, questa poi molto atipica perché raramente i film di Hitchcok si mettono al servizio del personaggio(ma in questo caso era d'obbligo farlo!).
Non do voto massimo solo perché la natura stessa del film non me lo permette, essendo un film che si deve prendere di "pancia" è inevitabile che a successive visioni "cali" nonostante la forza dell'intreccio. Ma va bene così.

Colibry88  @  20/11/2016 10:31:39
   9½ / 10
Capolavoro simbolo dell'immaginario creativo del maestro Alfred Hitchcock. Cult senza tempo intrigante e ineguagliabile. L'atmosfera misteriosa, insana e cupa che aleggia nella pellicola è segno della grandissima capacità del maestro di riuscire a incutere terrore e angoscia anche senza ricorrere ad elementi artefatti od esagerati come è molto in voga oggi giorno. L'orrore vero, quello che scuote e intriga non necessita di litri di sangue, maschere mostruose o case infestate. Per concludere aggiungo che non riesco a tenere conto degli innumerevoli sequel di questa pellicola; "Psycho" fa pensare ad Hitchcock e viceversa. Ottimo il cast, in cui spiccano un'inquietante Perkins e una convincente Janet Leigh. Indimenticabile anche il tema musicale, oggi purtroppo usurpato da una certa, putrida trasmissione televisiva. Cult indimenticabile.

olikarin  @  31/10/2016 22:31:04
   10 / 10
Mi viene spontaneo definirlo un capolavoro, è stupendo, e non si può negare la perfezione della colonna sonora che già dai titoli all'inizio del film ci fa capire che ciò che seguirà non sarà da meno. Eccellente la recitazione, non solo dei protagonisti, Janet Leigh e Anthony Perkins ma anche John Gavin e Martin Balsam che ho in particolar modo adorato. Profondamente disturbanti i primi piani, capaci di catapultarti dentro la storia e dentro la psiche dei personaggi, alcune inquadrature, in particolare quella del giornale che più volte ricorre nella prima parte del film, i primi piani di Janet Leigh in macchina, opprimenti, soffocanti ma splendidi, o ancora i plongée così come i contro-plongée, o quelle delle scale, capaci di trasmettere un senso di soffocamento e angoscia perfettamente accompagnato dalla colonna sonora di Bernard Hermann. O ancora le inquadrature della casa vista da lontano, oscura, spaventosa, spettrale e le finestre, unica fonte di luce. Epica e memorabile la scena della vasca, con le inquadrature rapide e ossessive, l'una dietro l'altra, un flusso libero.
Film che a me personalmente ha fatto paura in alcune scene, così tanto da urlare, ma che mi è rimasto dentro, forte, vivo, ricco di colpi di scena, qualche volta prevedibile, tanto da dire "ho capito cosa succederà", e aver anche indovinato, ma allo stesso tempo capace di suscitare moltissimi dubbi o una molteplicità di ipotesi. Ottima sceneggiatura, alta tensione, non solo durante il film ma anche dopo ..

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/11/2016 11.51.02
Visualizza / Rispondi al commento
demarch  @  18/01/2016 12:34:21
   9½ / 10
Quando si parla di Alfred si pensa quasi sempre a psyco, almeno per me e'così.
Un thriller che può essere definito IL thriller per antonomasia.
Trovo superfluo esprimere pareri a riguardo. Il voto parla da solo e la fama che lo precede sono l'emblema dell'importanza che ha quesro film.
Grazie Alfred per quello che ci hai lasciato

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  10/01/2016 16:53:26
   9½ / 10
Un monumento alla qualità cinematografica, senza perdersi in eccessi superflui. Il maestro ci regala un thriller coi fiocchi, capace di stupire ancora a distanza di decenni. Sensazionale.

sagara89  @  01/01/2016 21:28:56
   9 / 10
Un capolavoro della storia del cinema. Da vedere e rivedere.

fabio57  @  17/12/2015 14:25:18
   8 / 10
Per quanto osannato dalla critica e amato dal pubblico, non è a mio parere il migliore film del maestro,certe scene come quella della doccia sono diventate leggendarie e memorabili, tuttavia Hithchock ha fatto di meglio," la finestra sul cortile" "la donna che visse due volte" e "gli uccelli" hanno una marcia in più. Ovviamente parliamo di capolavori, questo thriller è comunque notevole e ha consegnato la sua protagonista alla storia del cinema.
Chi non l'ha visto?

adrmb  @  25/06/2015 14:48:01
   9½ / 10
Non vi trovo difetti, un film che oltre ad essere solidissimo in quanto a sceneggiatura e tensione (dalla scena post-doccia è costante e palpabile, poco importa sia del 1960, a me ha messo i brividi) presenta dei tocchi originalissimi (rovesciamento di struttura da un film sentimentale [con frasette romantiche annesse] che declina in un film d'azione per arrivare a un thriller psicologico], morte della protagonista dopo quaranta minuti dall'inizio, il colpo finale stesso....) all'interno di una storia spaventosa e agghiacciante. Menzione per la scena cult della doccia (settantadue inquadrature per una settimana di ripresa), il secondo omicidio e il finale.

(Ammetto anche che, per quanto il film all'inizio mi intrattenesse bene, non mi dicesse granché e mi stessi iniziando a preoccupare; potendo ora constatare il quadro nel suo insieme, be'... perfetto, tutto gira a meraviglia, una "presa in giro", prima che la pellicola mostri finalmente il proprio volto, gestita davvero alla perfezione. Chapeau.)

horror83  @  19/05/2015 18:14:09
   7 / 10
Finalmente mi sono recuperata Psyco, l'originale. il remake è praticamente uguale all'originale, stesse scene, stessi dialoghi, quindi avendo visto prima il remake è come aver visto di nuovo lo stesso film, solo che questo del 1960 è in bianco e nero e gli attori sono ovviamente diversi. Più o meno dico le stesse cose dette nel remake, mi è piaciuta molto la storia (tratta da un libro) e il film è buono. Anche l'attore che interpreta il pazzo è inquietante (come la scena finale con la smorfia). io però preferisco il remake.

30 risposte al commento
Ultima risposta 22/05/2015 11.08.18
Visualizza / Rispondi al commento
EmmyMonty98  @  27/04/2015 14:15:47
   9 / 10
Uno dei più grandi film di Hitchcock: thriller di una modernità stupefacente ( a mio parere 55 anni non si sentono affatto), con una tensione costante incredibile. Il montaggio e la regia sono perfetti e fanno immedesimare completamente lo spettatore nei vari personaggi, anch'essi ben caratterizzati. Norman Bates, infatti, è diventato quasi un'icona cinematografica, soprattutto grazie alla grandissima interpretazione di Anthony Perkins.
Un film d'altri tempi, impareggiabile e inimitabile.

rnbspirit  @  29/01/2015 20:52:16
   9 / 10
Un cult da ricordare nei secoli.

william sczrbia  @  29/01/2015 00:00:12
   9 / 10
pak7  @  04/11/2014 12:00:00
   9½ / 10
Personalmente mezzo gradino sotto a Delitto perfetto e a Vertigo, resta comunque un altro capolavoro di Hithcock. Una pellicola davvero incredibile per l'epoca, dialoghi frizzanti, colonna sonora fantastica e una tensione che solo il Maestro sa come non farla calare mai. Meraviglioso.

alex94  @  09/09/2014 09:21:40
   10 / 10
Capolavoro assoluto,un film di importanza unica,diretto in maniera splendida dal maestro Alfred Hitchcock nel 1960 ed interpretato in modo perfetto (veramente eccezionale Anthony Perkins),bellissima anche la colonna sonora.
Ottima naturalmente anche la trama, ricca di tensione.
Da vedere assolutamente.

Nic90  @  25/07/2014 21:08:25
   10 / 10
Incredibile per l'epoca.

david briar  @  13/07/2014 23:44:27
   9 / 10
E' veramente difficile valutare un film come "Psyco",per diversi motivi.Innanzitutto bisogna tenere conto che alla sua uscita fu una pellicola assolutamente innovativa,che infatti ha ispirato tantissimi prodotti di questo genere,con cui non si può fare un confronto.Sarebbe come rifare un compito in classe dopo le correzioni della professoressa,i film successivi hanno preso spunto da "Psyco" e quindi sono avvantaggiati.E poi bisogna tener conto che valutato in relazione al suo anno d'uscita,e non rispetto ai canoni moderni,inevitabilmente diversi.

La tecnica di regia è eccellente,non solo nella celeberrima scena della doccia,ma anche nelle scene in auto,nell'uso degli sguardi.La colonna sonora è inquietante,disturbante,semplicemente perfetta.Il cast ristretto convince,da Janet Leigh a Anthony Perkins.La sceneggiatura presenta una svolta imprevedibile che ancora oggi in pochi hanno il coraggio di fare,e il finale è molto riuscito,geniale e stra-imitato,ma forse inimitabile.
C'è da dire però che si tratta solo di un mero gioco intellettuale atto alla creazione di suspense e allo continuo spostamento di identificazione dello spettatore,non c'è nessun significato e poco approfondimento nei personaggi,ma per ammissione stessa di Hitchcock non doveva esserci,non era quello il suo obiettivo.Purtroppo dopo più di mezzo secolo è innegabile che senta il peso degli anni, il meccanismo di tensione ogni tanto si intoppa,soprattutto nella mezz'oretta prima della rivelazione finale.

Ma "Psyco" rimane un thriller d'alta classe,un film capace di disturbare molto a distanza dalla visione,lezione imparata anche da Polanski e Fincher.
Magari non mi sbilancerei a definirlo un capolavoro assoluto,ma sicuramente è uno dei film chiave di questo genere,imperdibile..

GianniArshavin  @  04/06/2014 13:18:21
   9½ / 10
Un capolavoro senza tempo , un film intramontabile che ancora oggi risulta insuperato , innovativo e straordinario . Alfred Hitchcock entra nella storia e con "Psycho" raggiunge vette inimmaginabili per il periodo.
Un'opera completa , immune al passare del tempo ed adattissima a qualsiasi tipo di pubblico.

neverhood  @  13/04/2014 11:36:58
   10 / 10
Rivisto per l'ennesima volta dopo aver apprezzato "hitchcock" di Sacha Gervasi.
Nulla da dire, la perfezione assoluta!

Gaza  @  09/03/2014 03:25:59
   9 / 10
Visto nel 2013 al cinema ( dio benedica i forum ), a fine film sono rimasto fisso davanti allo schermo.

_Hollow_  @  28/02/2014 21:48:25
   9½ / 10
Gran bel film, come al solito ... ho sempre trovato l'inizio del "basta incontrarci di nascosto come dei criminali" / furto del denaro un po' troppo assurdo comunque ...
In ogni caso è un must, e Norman Bates è storia.

marcogiannelli  @  04/02/2014 11:09:49
   10 / 10
Finalmente
Prendete il conmento del ragazzo giù, Ale92, e leggetelo..quoto in toto

topsecret  @  16/01/2014 21:57:49
   8 / 10
Quando si pensa a Hitchcock il primo film che viene in mente è proprio PSYCO, almeno per me è così, sicuramente uno dei più famosi del regista britannico. Eppure la critica di quel tempo non gli riservò grandi elogi, tacciandolo di crudezza e poca umanità.
Personalmente credo che non si possa fare a meno di apprezzarne l'atmosfera che instilla nel pubblico: le inquadrature della casa di Norman suscitano un certo fascino sinistro, così come le scene della doccia e quella della signora Bates sulla sedia. Forse non tutti i dettagli sono minuziosi e perfetti, in relazione al libro da cui si ispira, ma la storia è pregna di pathos e thrilling che non permette distrazioni di sorta, regalando una visione assolutamente interessante e coinvolgente.
Un film che ha ispirato centinaia di pellicole a venire e che rimane un caposaldo nella cinematografia internazionale, meritandosi tutta la considerazione di cui gode.

Oh Dae-su  @  14/11/2013 13:44:31
   8 / 10
Sarebbe solo retorica, quindi non aggiungo null'altro se non quello che riporta la didascalia affianco al mio voto: Film magnifico, non perdetelo.

vieste84  @  23/10/2013 18:34:04
   9 / 10
La genialata sta nel fatto che più per la trama il film affascina e ha fatto successo clamoroso più per le musiche e per le inquarature di Hitchcock.
Vedo molte lodi a Perkins, famoso per questo film e per il processo di Welles, ma secondo me molti altri attori avrebbero potuto ricoprire quella parte dato che come ho già detto è per me la maggior parte del merito va al regista......Potrei azzardare a dire che probabilmente il film possiede la più bella colonna sonora mai fatta, mai le musiche sono state cosi funzionali alla trama e così indovinate da essere tutt uno con le emozioni che si provano durante il film......Capolavoro 20 anni prima di Shining

Ale92  @  09/10/2013 00:49:57
   10 / 10
ATTENZIONE QUESTO COMMENTO CONTIENE SPOILER

Era la fine del 1959, Alfred Hitchcock, reduce dal successo di Intrigo Internazionale deve trovare un nuovo soggetto per il suo prossimo film, le casa di produzione glie ne propone tanti, ma nessuno interessa veramente a Sir Alfred, che opta per realizzare la trasposizione cinematografica del libro di Robert Block: Psycho.
Tutta la produzione ne è contrariata, dati gli elementi forti e macabri, tranne la moglie del grande regista Alma Reville.
Hitchcock, sbattendosene altamente dei soldi si intestardisce per realizzare questo film con passione (ecco anche perché è un capolavoro), riesce a trovare un intesa con la Paramount ma solo per la distribuzione del film.

Adesso mi chiedo, come si può dare meno di 10 a questo film?
Realizzato con 800.000 dollari, ovvero quanto usano per fare circa 30 secondi dei morderni Fast and Furious, Twilight o in generale americanate di poco conto. Per le riprese Hitchcock s'avvalse della troupe della serie tv "Alfred Hitchcock Presenta" per risparmiare tempo e denaro.
L'utilizzo del bianco e nero ha due motivazioni principali:
-Censura: Non si poteva mostrare al tempo del sangue esplicitamente, infatti quello che utilizzò Hitchcock per la famosa scena della doccia è sciroppo di cioccolato di marca bosco
-Costi.

Il film si apre con una stupenda sequenza di titoli di testa realizzati da Saul Bass che vedono molti movimenti verticali e orizzontali che tagliano le scritte e che durante il film tagliano in due lo spazio. Gli stessi titoli di testa (come buona parte del film) sono accompagnati da quella che io considero la colonna sonora più bella di tutti i tempi, di sicuro è la più inquietante e spaventosa, realizzata da colui che considero il più grande compositore di tutti i tempi: Bernard Herrmann.
Nella prima scena compare la località in cui ci troviamo e l'orario, con una sequenza panoramica si entra all'interno dell'albergo dove si capisce chiaramente che Marion Crane (Janet Leigh) e Sam Loomis (John Gavin) sono amanti e che si sono incontrati in albergo durante la pausa pranzo.
Nella seconda scena del film Marion torna in ufficio, proprio all'inizio di questa scena, davanti la finestra dell'ufficio si vede un uomo ciccione col cappello da texano in testa, è il solito cameo del grande regista.
La scena si sposta dentro l'ufficio, dove Marion incontra la collega, interpretata dalla figlia di Hitchcock, Patricia (da segnalare una frase che viene detta in questa scena :"Le emicranie sono come i buoni propositi, ci se ne dimentica appena il male è passato" una delle grandissime frasi del film. Successivamente entrano in ufficio due uomini: uno è il direttore e uno è un uomo molto ricco che deve depositare 40.000 dollari in contanti, Marion viene incaricata di andarli a depositare in banca il più presto possibile.
Marion torna a casa e si prepara a fuggire con i 40.000 dollari, nella prima scena in albergo Marion viene mostrata con il reggiseno bianco, che per il regista era sintomo di purezza, dopo aver compiuto il furto viene mostrata col reggiseno nero, dato che si è macchiata di peccato (grande simbolismo d Hitchcock).
La fuga di Marion (come al solito Hitchcock la fa fuggire in macchina, grandissimo elemento riccorrente del regista ripreso in moltissimi film) è una delle scene con più suspence, dato l'incontro col direttore e col riccone che la riconoscono e fanno un cenno per salutarla, oltretutto è accompagnata dalla solita grandissima colonna sonora di Herrmann.
Altra grande scena di suspence avviene quando Marion si mette a riposare in macchina e viene interrogata da un poliziotto, mostrandosi molto insicura e facendo sospettare il poliziotto, che infatti la segue fino a quando si cambia l'auto, lasciandola andare poi tranquillamente, la non azione del poliziotto potrebbe essere l'inserimento da parte del regista di un McGuffin nel McGuffin, e allo stesso tempo un elemento di grande suspance.
Dopo un bel po di tragitto Marion si ferma al Motel Bates, dove incontra Norman [Antony Perkins (strepitoso)] il giovane direttore del motel che la fa firmare (Marion firmerà con falso nome e falsa città) e gli assegna la stanza numero 1. Data la lontananza del ristorante Norman invita Marion a mangiare a casa sua, ma la madre di Norman si dimostra molto rude, all'antica e gelosa del figlio, non concedendogli di far entrare Marion a casa sua, quindi Norman la porta a mangiare nel suo ufficio. L'ufficio è addobbato con degli uccelli impagliati (altro elemento caratteristico di Hitchcock, infatti come si chiamerà il suo prossimo film?) inoltre altro elemento caratteristico del regista è la presenza del mangiare in un incontro importante ( cosa succede su Intrigo Internazionale quando Cary Grant ed Eva Maria Saint si incontrano?)
Dopo aver finito di mangiare e di chiaccherare con Norman, Marion torna in camera e si prepara per farsi la doccia, mentre Norman la spia da un buco nel muro (elemento molto malato che inquadra leggermente il personaggio). Inoltre Marion butta i resoconti dei soldi spesi nel gabinetto, è la prima volta che in un film americano viene inquadrato un gabinetto.
Subito dopo Marion entra in doccia e Norman sale a casa.
E' qui che il film inizia a volare verso il capolavoro: dopo tutta la suspence creata attorno alla protagonista Hitchcock decidere di spaccare tutti i maledetti clichè di Hollywood facendo morire la sua protagonista ( e parliamo in un attrice importantissima, che due anni prima aveva recitato ne L'Infernale Quinlan con Orson Welles) dopo 40 minuti di film! Prendendo in giro totalmente gli spettatori, a mio parere il colpo di scena più bello di sempre. Il problema sta che non è solo la sceneggiatura ad essere incredibile, ma la morte di Marion in doccia è realizzata in modo perfetto: La scena della doccia: Ci sono miliardi di cose da dire sulla scena della doccia:
- Si tratta della scena più famosa del cinema ( Qualcuno può negarlo? )
- Solo per questa scena, che dura 45 secondi e fu realizzata in 6 giorni di riprese, il film si meriterebbe l'oscar per il miglior montaggio
dato che in questi 45 secondi ci sono 70 inquadrature. Con questa scena Hitchcock tocca i due estremi di montaggio, 12 anni prima aveva realizzato
"Nodo alla gola" film che durava 80 minuti e disponeva di una sola inquadratura, a quel tempo le pellicole riuscivano a registrare solo 10 minuti
ma un maestro come Hitchcock era riuscito a camuffare queste interruzioni con abili movimenti della macchina da presa.
Passare da 1 inquadratura in 80 minuti ad 70 inquadrature in 45 secondi è decisamente ****uto!
- Inizialmente la scena della doccia non aveva colonna sonora, Bernard Herrman senza dirlo ad Hitchcock la compose comunque, Hitchcock fu soddisfatto
talmente tanto del suo lavoro che non solo la inserì, ma raddoppiò la paga del compositore. Ancora oggi il suono è famosissimo.
- Durante l'accoltellamento di Marion, Hitchcock per far avere una vera reazione di terrore dell'attrice, ordinò di cambiare improvvisamente l'acqua
e metterla freddissima, senza farlo sapere all'attrice. (Ma che genio era?)
- Il sangue che esce alla fine è sciroppo di cioccolato di marca Bosco. (Alla faccia di quelli che spendono miliardi per gli effetti speciali).
- Dopo l'uscita del film ci fu un evidente calo delle vendite delle doccie con tendina e un aumento delle vendite delle doccie con copertura in vetro
perché considerate più sicure (chissà di chi è la colpa).
Dopo la scena della doccia, Norman vede ciò che ha combinato sua madre e decide di ripulire il tutto, un altra persa in giro per lo spettatore è il fatto che Norman non si accorge nemmeno dei 40.000 dollari rubati da Marion e li getta nella palude assieme alla macchina, gli stessi 40.000 dollari su cui era concentrata tutta l'attenzione nella prima parte di film, un McGuffin strepitoso.
Nella seconda parte di film si passa alla sorella di Marion, Lila Crane (Vera Miles) che è preoccupata per sua sorella e decide di andare dall'amante della sorella, Sam Loomis per riuscire a trovarla, nel frattempo viene seguita da un investigatore privato, ingaggiato dall'uomo ricco a cui Marion ha rubato 40.000 dollari, l'ispettore Arbogast (Martin Balsam). Arbogast si accorda con Lila e va a cercare Marion in tutti i motel della zona, arrivato al motel Bates, parla con Norman, che si mostra molto insicuro e non permette ad Arbogast di entrare in casa perché sua madre è malata. Arbogast è determinato ad entrare per scoprire qualcosa, ma prima va alla cabina telefonica ed avverte Lila che proverà ad entrare per parlare con la madre di Norman.
Entrando in casa si vedono delle grandi scale (altro elemento usato frequentemente da Hitchcock), Arbogast inizia a salirla, con la solita suspence di Alfred (mostrando la porta che si apre, informando lo spettatore e facendolo sospettare e preoccupare di ciò che sta per avvenire) realizza una delle scene più inquietanti e paurose del film, con un inquadratura dall'alto riesce a far vedere la porta della camera della madre di Norman che si apre definitivamente e lei velocissima che schizza sulle scale accoltellando a morte Arbogast.
Sam e Lila non avendo notizie di Arbogast da un pezzo si recano dallo sceriffo, e gli parlano dell'accaduto, lo sceriffo riferisce a loro che conosce Norman Bates e che sua madre non può aver ucciso Marion perché è morta 10 anni prima suicidandosi con del veleno.
Il giorno dopo Lila e Sam non convinti delle parole di Norman vanno al Motel Bates fingendosi una coppia, mentre Sam distrae Norman Lila va ad indagare dentro casa, adesso, da quando Lila entra dentro casa alla fine del film sono i 10 minuti più belli della filmografia di sempre, suspance alle stelle, quando viene scoperto il cadavere della madre si mischia con l'orrore, Hitchcock fa muovere agli attori la luce della cantina creando un gioco di luci ed ombre paurose sul cadavere, con la solita musica terrificante di Bernard Herrmann, la spiegazione dello psicologo, ed infine il grandissimo monologo finale con la voce della madre di Norman, con un Antony Perkins da oscar e la regia di Hitchcock ancora meglio, sovrapponendo un teschio alla sua faccia e facendo finire il film con la macchina di Marion che viene ripescata dalla palude.
Al giorno d'oggi il finale è super spoilerato, ma è ovvio che nessuno mai potrebbe prevederlo.
In questo film troviamo non la perfezione, perché questo film distrugge decisamente la perfezione, il livello tecnico è uno dei più elevati di sempre, con l'utilizzo frequentissimo di specchi, o di inquadrature fantastiche, di un montaggio tra i migliori di sempre e di una fotografia tra le più cupe ed angoscianti della storia del cinema, la casa ed il motel bates sono passate alla storia, come il film stesso, ormai colonna portante della cultura cinematografica e che ha ispirato tutti i thriller successivi. Il punto forte però rimane la sceneggiatura, mai eguagliata da nessun film, questo film è come se sia un altro tipo di arte, non ha nulla a che vedere con il resto dei film fatti, dove il protagonista deve vincere grazie a situazioni forzatissime che si vengono a creare, o comunque come in altri film che muore solo alla fine in modo eroico, qui ogni clichè è distrutto, realizzato con 2 soldi e una troupe da serie televisiva. Ci sarebbero altre mille cose da dire, ad esempio che è uno dei primi film che ha elementi psicoanalitici, che tratta di necrofilia (come il film di due anni prima di Hitchcock "La donna che visse due volte") del rapporto madre figlio, delle madri possessive ad autoritarie che è un altro elemento utilizzatissimo da Hitchcock, di Norman Bates che è entrato nella cultura popolare ed è stato eletto dalla AFI secondo miglior cattivo dei film, della frase ed anche tag-line del film "Il miglior amico di un ragazzo è sua madre" entrato al 56° posto delle frasi celebri, delle tecniche di Hitchcock che ha comprato tutti i libri presenti in città per non far sgamare il finale, degli annunci fatti da Hitchcock per trovare l'attrice che interpretasse la madre di Norman (ricevendo anche parecchi curriculum), dello scherzo fatto a Janet Leigh facendogli trovare la signora Bates nel camerino, si potrebbe parlare all'infinito, dico solo che è un film che non si trova sul tetto del cinema, ma che l'ha sfondato: Film più bello di sempre senza dubbio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

5 risposte al commento
Ultima risposta 12/02/2014 13.05.00
Visualizza / Rispondi al commento
mastrogabriel  @  02/10/2013 12:20:53
   9 / 10
Magistrale Hitchcock, che con questa pellicola, suo maggior successo commerciale, si conferma maestro del thriller, superba l'interpretazione di Perkins che si cala perfettamene nel personaggio e ovviamente degna di nota la colonna sonora così spaventosa che accompagna un film che merita di essere visto non solo dagli amanti del genere ma da ogni cinefilo che si rispetti, in quanto pietra miliare della storia del cinema.

nevermind  @  26/07/2013 00:16:50
   10 / 10
Peccato aver passato 26 anni senza aver mai visto Psyco, ma neanche beccato per sbaglio in tv....assurdo insomma! Uno dei pochi film che dopo aver finito di vedere (in lingua originale) ho deciso di tornare indietro su alcune scene per riguardarmi meglio alcuni dialoghi e secondo me in italiano la scelta di Pino Locchi come doppiatore di Bates non è appropriata (ad esempio la scena in cui Norman dialoga con Marion nella stanza assume tutta un'altra atmosfera, il tono di voce di Anthony Perkins è molto diverso da quello del doppiatore, ma forse sono solo mie fisse...)

Ad ogni modo confesso di non esser sorpreso dal finale perchè purtroppo ho visto parecchi film (che a questo punto hanno preso spunto da Psyco) con finali simili, ma devo dire che questa pellicola, anche se datata, assume un fascino del tutto singolare e non solo perchè il regista è Hitchcock.



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

sossio92  @  23/07/2013 16:01:40
   9 / 10
Un film eccellente , grande classico che non deve mancare nella cultura di un cinefilo , bravissimo Hitchcock per la regia del film , superbo Perkins nell'interpretazione , colonna sonora da urlo ormai entrata nella storia assieme all'intero film , consigliatissimo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  18/07/2013 01:52:33
   10 / 10
Capolavoro inarrivabile del maestro Alfred Hitchcock.
Un thriller geniale che farà scuola per molti anni ancora. Si annovera in "Psyco" la celeberrima scena dell'assassinio in doccia, un pezzo di culto che rimarrà sempre nel museo delle memorie cinematografiche.

Ale-V-  @  12/07/2013 00:26:51
   9½ / 10
Il capolavoro indiscusso di Hitchcock. Ancora attuale dopo più di 50 anni. Tutti i film del genere dopo Psyco sono, senza dubbio, ispirati ad esso.
Da antologia del cinema.

Domius  @  08/07/2013 16:55:44
   8½ / 10
Davvero intrigante

hghgg  @  11/06/2013 12:55:53
   9½ / 10
Capolavoro assoluto, qui siamo sul podio dei migliori film del maestro britannico.
Forse IL Thriller per eccellenza, indubbiamente il film più celebre, citato e celebrato di Hitchcock (anche un po' a sproposito da chi magari del Sir Alfred ha visto solo questo e magari nemmeno tutto) con tutti i meriti del caso. Nel suo genere è probabilmente il punto più alto mai raggiunto, siamo alle soglie della perfezione. Questo film rappresenta il lato più oscuro e pessimista del regista, già visto in "Vertigo" abbandonato momentaneamente con "Intrigo internazionale" e poi ripreso in maniera ancora più estrema con questo e soprattutto ne "Gli uccelli" il film più nero dell'intera filmografia di Hitch. Stavolta non c'è spazio per l'ironia e la leggerezza che contraddistingueva tantissimi suoi grandi film precedenti, qui c'è solo spazio per la follia e la tensione. Tecnicamente poi il film è straordinario, film con una carica innovativa enorme, nelle soluzioni registiche e di sceneggiatura; incredibile come (anche più che in Vertigo se possibile) lo spettatore viene preso in giro e portato fuori strada con estrema abilità per tutta la prima mezz'ora di film, in cui è costretto a seguire e a credere in tutt'altra storia rispetto a ciò che si svilupperà in seguito. Lo spettatore arriva al Bates Motel con la stessa casualità con cui ci giunge la sventurata Janet Leigh, e questa volta cuoce nel brodo dell'attesa, proprio con lo stesso regista che tante volte l'aveva messo al corrente di tutto fin dai primi minuti. Qui no, noi spettatori siamo sconvolti, tagliati fuori, ingannati da un Hitchcock che rigira la frittata all'improvviso dopo quaranta minuti e rivoluziona il Thriller e il cinema tutto. Come ?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER E da qui sarà una spirale di follia e tensione che ci porterà dritti al finale, un altro inganno, un lieto fine (come in quasi tutti i film precedenti del Sir) lieto solo all'apparenza, che invece ci mostra solo una volta in più l'angosciante volto della pazzia e della morte (

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER). Ma il film non si avvale solo di regia e sceneggiatura praticamente perfette oltre che innovative a dir poco, e di una fotografia angosciante come poche; bisogna tener conto di una delle più grandi interpretazioni della storia, quella di un incredibile Anthony Perkins attore dal volto pulito, da bravo ragazzo, ma con una straordinaria espressività e una vena di follia negli occhi, che si trasforma qui in uno dei più grandi nevrotici e psicopatici mai apparsi su uno schermo cinematografico, interpretazione perfetta, da 10 cum laude, quest'ultima per la terrificante ultima scena dove senza parlare (c'è solo la voce fuori campo) gioca solo sulla sua grande espressività e sulla favolosa mimica donandoci il frammento più inquietante dell'intero film. Una prova mastodontica per lui, in un personaggio c'è da dirlo caratterizzato divinamente, approfondito nella sua follia schizofrenica e perfetto sotto tutti i punti di vista. Ma tutti i personaggi sono ben caratterizzati e interpretati a partire dalla "protagonista" una convincente Janet Leigh, ma così anche Vera Miles e gli altri. Non approfondisco altro per i pochi sventurati che ancora non l'avessero visto. Imperdibile.

xolder  @  09/06/2013 05:19:18
   10 / 10
Geniale,incredibile,considerato uno dei film migliori (e giustamente) di hichcock.
Un capolavoro di suspance,thriller,horror.
E non solo,la scenografia e la recitazione perfetta di tutti,tutto molto convincente e non solo questo.
I colpi di scena sono a dir poco geniali e contraddistinguono questo film e lo esaltano da altre pellicole elevandolo a uno dei film migliori mai concepiti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mi ripeto,e non solo! Il tema della dualità e degli specchi,tanto caro a hichcock, lascia,a chi non ha mai visto questo film,delle impressioni per riflettere e pensare.
Imperdibile,immenso,storia del cinema,se non l'avete mai visto correte a prenderlo. ABC del cinema.

lupin 3  @  07/06/2013 04:18:15
   9 / 10
Non perdetelo, eccellente.

giraldiro  @  30/04/2013 00:29:15
   9 / 10
L'unico Psycho che avevo visto fino a stasera era quello del '98, che mi era piaciuto molto, ma questo originale devo dire che è veramente un capolavoro se penso all'anno di uscita.

Psycho è un thriller dalle sfumature horror, diretto con stile e maestria eccezionali, ed oltre ad una lavorazione perfetta presenta una trama e dei colpi di scena veramente innovativi per l'epoca e che sono entrati di diritto nella storia del cinema.

Concludo con un consiglio: vedetevelo, perchè questo è un film che almeno nel suo genere nasce una volta ogni vent'anni, se non di più.

sweetyy  @  15/03/2013 12:23:51
   9 / 10
Thriller con la T maiuscola...semplice, senza punti morti, capolavoro imperdibile!

steven23  @  10/03/2013 20:59:15
   10 / 10
Film che ha fatto la storia non solo del genere thriller, ma dell'intero panorama cinematografico. Il capolavoro assoluto di Hitchcock, una di quelle pellicole che, una volta viste, non possono essere dimenticate. Tutto gira alla perfezione, dalle riprese ai colpi di scena fino ad arrivare al cast, con un Anthony Perkins semplicemente inarrivabile.
Ci sarebbe molto altro da aggiungere, ma credo non ce ne sia alcun bisogno. Hanno già detto tanto in tanti, io mi limito a confermare la lode per quello che reputo il più grande thriller della storia del cinema!!

ZanoDenis  @  22/02/2013 21:04:37
   10 / 10
Uno dei migliori film che abbia mai visto, ci sono colpi di scena assurdi

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Capolavoro di Hitchcock

dagon  @  11/01/2013 23:04:48
   10 / 10
Incredibile! Ho votato quell'osceno abominio che è il remake di Van Sant e non l'originale! Che dire che non sia già stato detto su questo capolavoro su cui sono reperibili caterve di saggi ed interviste che lo vivisezionano in ogni suo aspetto dalla sceneggiatura, alla fotografia, al montaggio alla regia? Niente! 10 senza esitazione alcuna.

ferzbox  @  28/12/2012 10:36:07
   9½ / 10
Il segno immortale di Alfred Hitchcock.....il film che rimarrà nella storia per sempre...una leggenda....
Un bellissimo Thriller che mostra la genialità del regista...che mette in piedi un film sul film...che non smette mai di insegnare a chi adora quest'arte...
Assistiamo alla storia di una donna che cerca di cambiare la sua vita cercando di portare a termine una truffa pericolosissima......ma dietro l'angolo l'aspetta qualcuno che riuscirà a cambiargliela veramente;ma non come credeva lei.
Movimenti di macchina superlativi,montaggio strepitoso ed una sceneggiatura degna di un maestro.....questo è il cinema.
Insieme ad altri indiscussi capolavori abbiamo dei beni inestimabili in celluloide....
Grazie Alfred....grazie davvero per quello che ci hai regalato.....

Jotaro83  @  28/12/2012 01:26:21
   9 / 10
Rivisto da poco in bluray e c'è poco da dire...considerando che è stato girato nel '60 è un capolavoro di regia, sceneggiatura e musiche! perfetta l'interpretazione di Anthony Perkins nella parte dello psicopatico. Insieme a profondo rosso forma un capostipide del genere! Da vedere e tramandare....^^

5 risposte al commento
Ultima risposta 30/12/2012 19.50.30
Visualizza / Rispondi al commento
NotturnoInRosso  @  28/11/2012 13:36:48
   9 / 10
E' un film vecchio questo, ma ciò non significa che non riesca cmq a regalare emozioni. Secondo me il migliore insieme a "gli uccelli" del regista. Bellissima la scenografia, sopratutto le riprese fuori dal famigerato bates motel. Anthony prekins è veramente bravissimo nel recitare il ruolo dello psicopatico apparentemente insospettabile. Anche la leigh è molto brava, cosi come l'altra, vera miles. Poco da dire e molto da vedere. assolutamente consigliato.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

prof.donhoffman  @  28/11/2012 11:43:15
   8½ / 10
Capace ancora oggi di farci scacazzare addosso. Psyco è assieme a Gli uccelli, il suo miglior film.

BlueBlaster  @  15/10/2012 15:40:54
   9 / 10
Inutile dilungarsi in cose che saranno già state dette...
E' un capolavoro senza tempo che cambiò le regole del thriller e del Cinema...

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  08/10/2012 19:18:57
   9½ / 10
Dal momento che "tutti perdiamo la testa di tanto in tanto", assegno un voto odioso a un capolavoro indiscusso del terrore, anche per giocare un po' con un regista che amo alla follia, e che in quest'occasione si prese gioco per primo del pubblico in maniera tanto sfacciata da oltrepassare il sublime.
Tutto e il contrario di tutto si è detto su "Psyco", un film che ha riscritto la tradizionale linea narrativa cinematografica, reinventandola, e che ha portato sullo schermo alcuni casi umani (Marion Crane e Norman Bates) da museo delle memorie. Se poi ci aggiungiamo sequenze ardite come poche (i leggendari sette giorni di riprese per i 45 secondi per la scena della doccia), interpreti irraggiungibili (un Perkins da brividi) e uno score al cardiopalma (il fido Bernard Herrmann), è scontato che si arrivi a fare la storia del cinema.
E ridordate: "il migliore amico di un ragazzo e sua madre"!

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/10/2012 19.20.01
Visualizza / Rispondi al commento
*Oscar*2005  @  18/09/2012 11:15:03
   9 / 10
Vedere nel 2012 questo film per la prima volta e rimanere strabiliato. Questo è un capolavoro, questa è la dimostrazione che tutta la tecnologia possibile non può nulla davanti al vero talento. Suspense, ansia e musiche perfetto che aumentano gli stessi.
A dir la verità avevo già capito la fine del film già da un pezzo, ma ciò non toglie nulla a questa pellicola. Avrei la stessa ansia nel rivederlo. Capolavoro.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  27/06/2012 11:37:22
   9½ / 10
Fantastico thrillerone hitchcockiano, talmente fantastico che purtroppo la sua fama lo precede. Dico purtroppo perchè quando l'ho visto sapevo già come sarebbe andato a finire e ciò mi ha in parte rovinato la sorpresa sul colpo di scena finale, colpo di scena che però bisogna ammettere è costruito a regola d'arte. Oltre a questa ci sono altre sorprese che indubbiamente spiazzano lo spettatore

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e che lo rendono un film assolutamente rivoluzionario.
Tecnicamente è girato benissimo, le musiche e le inquadrature fanno venire i brividi (ricordiamo la scena dell'omicidio più famoso del cinema), bravissimi anche gli attori.

C.Spaulding  @  03/06/2012 12:49:44
   10 / 10
Capolavoro di Hitchcock. Una storia da brivido che coinvolge e appassiona. Una pellicola psicologica di grande spessore. La regia è ottima(con tecniche innovative per i tempi)l'avrò visto mille volte e non stanca mai. Hitchcock era un genio assoluto. interpretazione magistrale di Perkins azzeccatissimo nella parte del pazzo. Il film incolla alla poltrona e non ti lascia finno alla fine. Uno dei film più belli che abbia mai visto.Consigliatissimo!!!.

aztsn38  @  11/04/2012 20:27:37
   9 / 10
Bellissimo! Hitchcock in questo film illude continuamente lo spettatore.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/06/2012 11.39.50
Visualizza / Rispondi al commento
Goldust  @  10/04/2012 11:57:26
   9½ / 10
Inarrivabile capolavoro senza tempo, ancora inquietante a distanza di anni. Inutile dire che Psycho segni un indelebile spartiacque nella produzione di genere, evolvendo i temi classici del thriller fino ad allora concepito ed esplorando nel contempo soluzioni narrative innovative


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Celeberrimo il MacGuffin con cui Hitchcock inganna lo spettatore per buona parte del film e maiuscola l'interpretazione di un Anthony Perkins davvero angosciante.

Buba Smith  @  04/04/2012 01:08:27
   6½ / 10
Sicuramente all'epoca non riesco nemmeno ad immaginare quanto fosse avanti. Apportato per˛ ai giorni d'oggi, perde sicuramente (almeno per quanto mi riguarda) di valore.

Sicuramente sufficiente, ma non mi ha per nulla sbalordito. Molto buona l'idea principale su cui si basa il film.

freddiegio  @  25/03/2012 15:12:01
   8½ / 10
cos altro aggiungere..

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  08/03/2012 23:22:10
   8½ / 10
il film è innegabilmente un capolavoro. Infatti nonostante siano passati qualcosa come 52 anni, ancora adesso si riesce a percepire la bravura del maestro del thriller: Hitchcook.
la trama è abbastanza banale per la verità: una donna che lavora in un 'agenzia immobiliare, ad un certo punto sottrae 40'000 dollari ( pagati in contanti da un facoltoso cliente) e si mette in viaggio in macchina per potarli al suo amante e poter mettere a posto i vari "debiti". Nel viaggio che compirà in macchina , una sera dovrà fermarsi ( causa pioggia) ad un hotel gestito da un giovincello magrolino ed impacciato : Norman Bates.
questi è magistralmente interpretato da Anthony Perkins, e secondo me lui è il pregio più grande di tutto il film.
L'interpretazione fa venire veramente i brividi, soprattutto perchè l'attore riesce ad interpretare un giovane timido, impacciato ed anonimo, ma a volte ( quando dialoga con Mary caine) emerge la sua schizofrenia soprattutto dallo sguardo. Lo sguardo è davvero una cosa che mi ha messo i brividi, ed a quel punto te capisci che l'assassino su cui ruota l'intera vicenda è proprio lui.
Anche l'altra attrice svolge egregiamente la propria parte e se non erro è stata nominata agli oscar come "miglior protagonista".
Il film nel complesso l'ho apprezzato per i suoi tagli molto realistici che danno proprio l'idea di essere nel mezzo della vicenda. I dialoghi sono brevi, concisi, diretti, senza fronzoli che colpiscono al punto: neanche una parola è fuori posto in questo film.
I primi 50 minuti di film sono praticamente perfetti, con la ragazza che raggiunge il motel. Poi si arriva alla famosissima scena della doccia, nella quale lei verrà uccisa da Norman Bates a suon di coltellate. la scena del sangue che galleggia nell'acqua e viene risucchiato nel gorgogliatore è veramente famosa. Azzeccata anche la scena dell'uccisione del detective che riesce a capire cosa succede ( a costo della sua vita).
la seconda parte del film la trovo a mio parere un pò più lenta ed artificiosa , di conseguenza ho provato anche una leggera sensazione di sonno. per poi riprendersi magistralmente nel finale, con la rivelazione su Norman Bates.
menzione particolare la devo fare sulla colonna sonora, che non ha nessun bisogno di presentazioni ( e che ancora adesso appare in pubblicità , sigle, parodie animate e no).
in conclusione, io consiglio vivamente il film perchè lo considero un ottimo film, con molti punti di forza , un paio di colpi di scena azzeccati, un personaggio leggendario, ed un gusto retrò che potrebbe essere apprezzato dai grandi cinefili. Tra i difetti cito innanzitutto la seconda parte un pò più noiosa e lenta, ed anche la prematura risoluzione del caso.
Non è il mio preferito e secondo me non è un capolavoro, ma sicuramente è un ottimo prodotto che offre inquietanti suggerimenti ed idee riguardo la complessità della psiche umana , e la facilità con cui si può commettere un omicidio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/03/2012 23.24.49
Visualizza / Rispondi al commento
ilgiova  @  24/02/2012 00:13:07
   10 / 10
Pietra miliare della storia del genere thriller, e' incredibile come, anche a distanza di anni, Psyco rimanga ansiogeno, claustrofobico, memorabile e apprezzabile per quello che è veramente: un capolavoro sotto tutti gli aspetti e in particolare sotto quello registico, campo in cui forse e' tuttora insuperato

Ciaby  @  03/02/2012 21:19:32
   10 / 10
Al di là della perfezione artistica e tecnica, a distanza di cinquant'anni mette ancora i brividi addosso. Finale straordinario.

trickortreat  @  18/12/2011 13:26:01
   10 / 10
Alla faccia dei 50 anni! Un filmone, non c'è che dire. Tutto è perfetto, lato tecnico, tensione, angoscia, interpretazioni (NORMAN BATES!!!!). La sequenza della doccia, quella dell'omicidio del

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e il monologo finale sono assolutamente geniali, dirette da dio. Bellissimo!!

TheShadow91  @  09/12/2011 16:07:42
   10 / 10
Straordinario,non c'è che dire.Un film leggero e scorrevole,quanto bello e coinvolgente;un susseguirsi du suspense che culmina in un bellissimo finale.Ottima cura soprattutto nella psicologia dell'assassino

Nonostante meriti il voto massimo c'è però una cosa che mi ha fatto storcere il naso

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Dante69  @  13/11/2011 17:20:32
   9 / 10
semplicemente magistrale

gemellino86  @  14/10/2011 10:05:17
   10 / 10
La prima volta che l'ho visto mi faceva venire i brividi. Un capolavoro di storia del cinema per tensione e suspence. Mi sorprende che non abbia vinto nessun oscar. Un filmone che non si può non vedere.

TheLegend  @  25/09/2011 02:55:44
   7 / 10
Visto oggi per la prima volta.
Mi aspettavo sicuramente di meglio ma devo anche tenere in considerazione il fatto che si parla degli anni '60 e che nonostante l'età rimane rimane un film buono.
Sicuramente ha fatto la storia del cinema e merita di essere visto almeno una volta.
Non mi ha convinto pienamente la sceneggiatura.

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2011 18.54.37
Visualizza / Rispondi al commento
The BluBus  @  23/08/2011 00:19:37
   9½ / 10
108 minuti di storia del cinema

Invia una mail all'autore del commento camifilm  @  18/08/2011 02:13:26
   8 / 10
confido che l'ho visto da poco. Era una mancanza da colmare.
Visto media e voti, mi aspettavo qualcosa di eccezionale.
Dopo 50 anni, il film rimane ancora molto valido.
Vale la pena di vederlo.

Crazymo  @  31/07/2011 17:50:11
   9½ / 10
Stupendo, la pacatezza di Perkins sul finale è semplicemente immensa... (Una sorta di Jack Torrance degli anni '60).
Hitchcock maestrale, un ora e cinquanta che scorre senza mai annoiare, intrattenendo anche a 40 anni di distanza. Capolavoro

looking-glass  @  12/07/2011 17:47:28
   9½ / 10
INOSSIDABILE MONUMENTO DEL CINEMA.

draghetta1989  @  09/07/2011 10:45:29
   10 / 10
non si può negare un 10 ad uno dei film più importanti della storia nel filone dei thriller, uno dei primi, o forse il primo, a narrare una storia di questo tipo in cui il "mostro" è un serial killer psicopatico con un passato doloroso e un morboso rapporto con la madre che lo ha condotto all'instabilità emotiva. Hitchcock qui da il meglio di se e regala al mondo la sua perla più grande, immortale e sempre bellissima. una vicenda interessante, diretta magistralmente, ottimamente interpretata, con una fotografia azzeccatissima, così come azzeccata è stata l'idea di girarlo in bianco e nero, un bianco e nero che dona l'atmosfera lugubre e sinistra di cui il film necessitava. la scena dell' omicidio sotto la doccia ormai è entrata nell'immaginario collettivo in maniera radicata, credo sia difficile trovare qualcuno che non abbia mai avuto il piacere di vederla tra tutti gli sketch che ci propinano di continuo; una scena per l'epoca (ma anche oggi in fondo) carica di tensione come meglio non si poteva fare, peccato solo che le tecniche del 1960 non abbiano permesso di rendere più di tanto credibile l'accoltellamento anche per il giorno d'oggi, ma ovviamente non si tratta di un difetto visto che ogni prodotto deve essere contestualizzato. la colonna sonora è leggenda ormai e ogni regista di thriller da quell'anno non poi non ha potuto fare a meno di ispirarsi a questa pietra miliare, curatissima e tesissima, non particolarmente elaborata nella trama ma perfetta sul piano dell'introspezione psicologica dei personaggi. imperdibile per gli amanti del genere e per tutti i cultori di cinema.

CyberDave  @  01/07/2011 11:53:11
   9½ / 10
Ancora oggi meraviglioso, figuriamoci quando usci.
Il thriller per eccellenza ed insieme a "Profondo Rosso" il miglior film di sempre.

Black Eight  @  20/05/2011 15:05:52
   9 / 10
Parliamo di un capolavoro, c'è poco da fare. Dal maestro del brivido viene fuori una creazione leggendaria, un thriller coi fiocchi che tiene perennemente in sospeso lo spettatore. Se poi si pensa agli evidenti limiti tecnici (figli del tempo) della sua realizzazione allora questa pellicola assume ancora più valore, con alcune scene destinate a fare la storia del cinema (l'assassinio sotto la doccia ovviamente), e uno dei primi tentativi di discutere, cinematograficamente parlando, la psicologia dei personaggi (seppur in modo ancora semplicistico). Esemplare lezione di regia (e montaggio) quindi, accompagnata ad interpretazioni ottime, su tutte quella di Anthony Perkins che ci ha consegnato il primo vero grande psicopatico della cinematografia mondiale

franky83  @  22/04/2011 13:55:46
   8 / 10
Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  19/04/2011 15:01:38
   8½ / 10
Difficile una visione di questo capolavoro che non sia inficiata dalla consapevolezza della trama o dalla visione delle scene principali: in un modo o nell'altro il mondo cinematografico avrà trovato un modo di farvele pervenire, rovinando in parte l'esperienza della "prima volta".
Detto questo, è indubbio lo spessore filmico di quest'opera, e se non posso onestamente dirmi spaventato o agghiacciato o anche solo inquietato può facilmente essere dovuto a quanto detto sopra. Resta comunque il piacere di una visione levigata, la morbosità dell'interpretazione di Perkins, il coraggio con cui si inquadra e si accarezza Janet Leigh per poi lasciarla dissanguata nella doccia a nemmeno metà opera.
Un punto in meno per il finale, piuttosto rincorso e ben poco scenico, mezzo punto in più per il finalissimo finale, con plauso a Perkins.

pitone14  @  18/04/2011 23:19:12
   9 / 10
Visto che su questo capolavoro si è assolutamente detto tutto,voglio affermare che io sono uno dei pochi idioti che si è permesso di vederlo per la prima volta solo ieri sera ... pensando che fosse un film inesorabilmente vecchio e ormai andato;sbagliando di brutto in questa opinione. Per essere un film prodotto negli anni 60 non gli si poteva chiedere moltissimo,anzi Hitchcock è riuscito a creare una vera e proprio opera d'arte per il genere Triller; mai stancante e assiduamente inqiuetante,soprattutto nella figura che porta il nome di Norman Bates. Se proprio dobbiamo cercarli un difettuccio si puo "provare" a cercare nella occasionale lentezza del film in alcuni frangenti, ma a parere mio più che accettabile in un film con tale suspance. Se avete fatto il mio solito errore di sottovalutare un film del genere ... non perdete tempo : "Armate" il lettore dvd e assaporate questa perla del genere ... non ve ne pentirete.

marfsime  @  14/04/2011 18:54:12
   10 / 10
Dopo oltre 300 commenti inutile aggiungere altro..mi limite semplicemente a dire che questo è "il thriller"..perfetto in tutto..10 pieno.

jb333  @  05/04/2011 18:34:02
   9½ / 10
meraviglioso! l'ho rivisto giorni fa e ancora riesce a trasmettermi intensita e alcuni brividi... e pensare che e un film del 60'! veramente ottimo, magari facessero ancora film di questo livello!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marlin  @  05/04/2011 03:13:02
   10 / 10
film insuperabile.
atmosfere da brivido

Il Fauno  @  03/04/2011 18:24:01
   9 / 10
Memorabile e inestimabile.
Il miglior film di Hitchcock.
Da Brividi.

IlSignorWolf  @  03/04/2011 17:48:39
   10 / 10
Il capolavoro di Hitchcock,il primo film appartenente al filone thriller/horror psicologico e ancora oggi,a distanza di 50 anni,il migliore.
Regia,montaggio e colonna sonora impeccabili e uno straordinario Antony Perkins rendono questa pellicola una pietra miliare della storia del cinema.

Invia una mail all'autore del commento nrgjak  @  31/03/2011 20:25:27
   9 / 10
visto a 50 anni di distanza non perde il suo fascino anche se la tensione e i colpi di scena hanno meno effetto.. ma considerando che all'epoca questo film era LA novità, l'innovazione, beh che dire, pietra miliare del genere!

Oskarsson88  @  22/02/2011 21:25:07
   8 / 10
classico del cinema

outsider  @  22/02/2011 20:35:11
   10 / 10
magnifico.
l'ho rivisto da poco in tv.
sempre grande!

5 risposte al commento
Ultima risposta 25/02/2011 08.41.46
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 5   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

2night47 metri7 minuti dopo mezzanotte
 T
a casa nostra (2017)acqua di marzoadorabile nemicaalamar
 R T
alcolista
 HOT
alien: covenant
 T
altin in citta'annabelle 2aspettando il rebaby bossbaywatchbesetmentbolshoi babylonboston - caccia all'uomobugs (2017)chirurgo ribelle
 NEW
civilta' perdutacodice unlockedcorniche kennedycuori puridue uomini, quattro donne e una mucca depressae se mi comprassi una sedia?east endescape roomfamiglia all'improvviso - istruzioni non incluse
 T
fast and furious 8fortunata
 NEW
girotondogold - la grande truffa
 T
guardiani della galassia vol. 2i figli della notte (2016)i peggioriil crimine non va in pensioneil giardino degli artisti: l'impressionismo americanoil mondo di mezzoindizi di felicita'insospettabili sospettiio danzero'it comes at night
 T
king arthur - il potere della spada
 T
la guerra dei cafonila mummia (2017)la notte che mia madre ammazzo' mio padrela ragazza dei miei sognila tenerezzal'accabadoralady macbethl'amore criminalelasciami per semprele cose che verrannole donne e il desideriole verita'l'eccezione alla regolaliberel'uomo che non cambio' la storiamaradonapolimaria per roma
 NEW
metro manilamexico! un cinema alla riscossamilano in the cage - the moviemiss sloanemonster trucksmy italymystic gamenailsnervenessuno ci puo' giudicarenocedicocco il piccolo dragonoi eravamoorecchieparigi puo' attendere
 NEW
parliamo delle mie donnepirati dei caraibi: la vendetta di salazarqualcosa di troppoquando un padrequello che so di leirichard - missione africa
 NEW
robert doisneau - la lente delle meravigliesasha e il polo nordscappa - get outsicilian ghost storysieranevadasognare e' viveresole cuore amoresong to songsulla via latteatannatavolo 19teen star academythe beatles: sgt. pepper & beyond
 T
the circlethe dinner
 NEW
the habit of beautythe space between (2017)this beautiful fantastic
 NEW
transformers 5: l'ultimo cavalieretutti a casa - inside movimento 5 stelletutto quello che vuoiun appuntamento per la sposauna doppia verita'una gita a romauna settimana e un giornouna vita, une viewhitney (2017)wilson (2017)wonder woman (2017)

956985 commenti su 37393 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net