appuntamento a belleville regia di Sylvain Chomet Francia, Belgio, Canada 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

appuntamento a belleville (2003)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film APPUNTAMENTO A BELLEVILLE

Titolo Originale: LES TRIPLETTES DE BELLEVILLE

RegiaSylvain Chomet

InterpretiJean-Claude Donda, Michel Robin, Monica Viegas

Durata: h 1.18
NazionalitàFrancia, Belgio, Canada 2003
Genereanimazione
Al cinema nel Settembre 2003

•  Altri film di Sylvain Chomet

Trama del film Appuntamento a belleville

Il piccolo Champion vive con la nonna, Madame Souza. La sua è un'infanzia solitaria, niente sembra interessarlo o renderlo felice, finché un giorno non riceve in dono una bicicletta... La passione sportiva lo condurrà attraverso inimmaginabili avventure, rapimenti e viaggi in terre lontane. E Madame Souza, aiutata da un trio di vecchie jazziste, Les Triplettes de Belleville, e dal fedele cane Bruno dovrà correre in suo aiuto.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,60 / 10 (73 voti)7,60Grafico
Miglior colonna sonora
VINCITORE DI 1 PREMIO CÉSAR:
Miglior colonna sonora
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Appuntamento a belleville, 73 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

VincVega  @  12/04/2017 20:16:02
   8 / 10
Nella sua quasi totale assenza di dialoghi (particolare la scelta di non far parlare i personaggi protagonisti, al contrario di quelli secondari, tipo il telecronista del Tour de France, il presidente della Repubblica francese, oppure i passanti), "Appuntamento a Belleville" fa affidamento alle splendide animazioni, particolari, originali, vecchio stile e ad un umorismo sottile e surreale, rivolto più agli adulti, dato che i bambini non sempre potrebbero capire.
Una vera chicca, assolutamente molto più creativo dei vari mediocri nuovi film d'animazione, tipo Zootropolis e Frozen (gli unici che ho visto, degli ultimi tempi), "Appuntamento a Belleville" è uno dei migliori degli ultimi anni.
Tante le citazioni, da Fred Astaire al nostro Fausto Coppi, immortalato in una foto con il ragazzo protagonista.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  10/04/2017 19:33:59
   8 / 10
Un'estetica dell'animazione di rara bellezza ritrae una coorte di personaggi esageratamente grotteschi, caricaturali, più o meno indimenticabili, forse tralasciando elementi di potenziale centralità nella struttura narrativa.

KitaVerde  @  20/02/2016 10:13:21
   8 / 10
Animazione grottesca ed efficace, un film quasi muto per certi aspetti. Questa è la dimostrazione di come senza spiegoni e canzonette si può fare un film d'animazione pregno di significati.

marcogiannelli  @  14/01/2016 11:20:50
   7 / 10
molto delicato, ma a tratti noioso

éowyn_3  @  30/04/2015 17:26:52
   6½ / 10
film originale ma a mio avviso non completamente riuscito: mi aveva colpito l'inizio, con quel silenzio e quelle scene semplici ma estremamente curate ed emotive. Proseguendo, secondo me, il film si rivela sorretto da una trama troppo esigua, diventa tutto troppo caricaturale e fine a se stesso, poco limpido negli intenti, forse fin troppo compiaciuto. Graficamente pregevole, curato, bellissimi colori.

James_Ford89  @  14/11/2014 13:13:38
   7 / 10
Parliamo di Chomet, che altro dire? Come sempre, lascia che a parlare siano le immagini e poco altro. Film che tocca nel profondo.

david briar  @  03/03/2014 13:20:00
   7½ / 10
Un film d'animazione particolare,quasi muto,molto affascinante.
Chomet ci delizia con caricature divertenti e volutamente eccessive e stereotipate,che rappresentano una critica anche allo snobismo e al menefreghismo dei riccastri soft.E le scene di allenamento del protagonista sono esilaranti,così come la figura del cameriere nel ristorante.

"Appuntamento a Belleville" è un film molto carino e creativo,con un'ottima colonna sonora,che conquista il cuore in modo semplice e sincero,soprattutto con sentimenti d'affetto delicati e mai forzati.A tratti l'ho trovato poco coinvolgente,ma in genere regge bene e intrattiene, nonostante l'assenza di parole.

Imperdibile per gli appassionati di animazione..

Tuco ElPuerco  @  19/01/2013 23:09:06
   9 / 10
Adoro lo stile di Chomet.
Riesce a sfruttare molto piu' di altri il mezzo di cui fa uso,cioe' la narrazione attarverso disegni animati. E con questo fa realmente cio' che vuole. Il fatto che lo faccia attraverso il semi-muto rafforza di piu' cio' che sostengo.
Maliconico e dolce, un abbracio,credo, ai suoi genitori.
Bellissimo !

DeciSex  @  21/06/2012 23:15:55
   8 / 10
Uno dei film d'animazione più unici che esistano. Caricature di persone, esagerazione di oggetti e stereotipi di personaggi rendono questo film il più ironico e sarcastico film d'animazione che esista. Si potrebbe pensare che dietro si celi una provocazione alla società nel film rappresentata. La storia è poco stimolante a dir la verità, c'è un intreccio semplice in fondo ma le scene, le situazioni e la grafica compensano in generale tutto il film.

Testu  @  23/05/2012 01:58:56
   8 / 10
Mezzo capolavoro.

Divertente l'introduzione anni 30, l'egoismo del miglior amico dell'uomo e straniante il paragone equino coi dei ciclisti.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  31/03/2012 22:07:21
   8½ / 10
Più volte Chomet è sommerso dalla stravaganza del suo stile. Ma lo si perdona, perché il personaggio della nonna è assolutamente perfetto, la canzone delle Triplettes adorabile, il segno straordinario.
Il racconto è intriso di malinconia ma la rappresentazione trasuda autentica gioia.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  20/11/2011 21:50:19
   6½ / 10
Grottesco, surrealista. Però anche depressivo, poco rassicurante. E' un cartone che bisogna digerire lentamente perché all'inizio appare pesante e antipatico. Disegni troppo particolari per i miei gusti.
Col tempo comunque rimangono in mente alcune scene, rimane quella sensazione di intimità che solo Chomet riesce a dare (che è diversa dall'intimità de "l'Illusionista"). Particolare, non per tutti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/03/2017 00.13.27
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Mr Mandarino  @  18/11/2011 00:12:16
   3½ / 10
Ero veramente tentato di dare anche meno.
Onestamente una delle cose più noiose che mi sia mai capitato di vedere nella vita, ho fatto fatica a vederlo tutto... Assurdo, lento alla morte, a tratti addirittura irritante (il fatto che in un cartone praticamente muto, gli unici momenti di "suono" si sviluppino tra il cane che abbaiava ai treni ogni due secondi e i motivetti "rumorosi" delle tre vecchie, c'è stato un momento in cui le due cose si sono accavvallate e ho dovuto mettere in pausa per non stoppare del tutto).
I disegni "deformi", tra l'altro, non mi son piaciuti per nulla. Boh, se c'era qualcosa da capire non l'ho capita.

MisterX  @  18/10/2011 16:32:17
   1 / 10
...NON CI SONO PAROLE PER DESCRIVERE QUESTA BOIATA...

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/01/2013 23.06.24
Visualizza / Rispondi al commento
chupas8  @  29/09/2011 19:24:50
   6½ / 10
gradevole film d'animazione fuori dagli schemi. a tratti profondamente malinconico a tratti esilarante. Ottima la colonna sonora del trio di Belleville.

DarkRareMirko  @  13/07/2011 08:24:29
   9 / 10
Quasi muto, originale, weird, antitetico, pieno di stile, anticonformista, strano, ottimamente diretto ed animato. O lo si ama o li sia odia, per tematiche, modo di realizzazione, modo di parlare allo spettatore.

Denuncia, candore, maestria, tematiche adulte di alternano piacevolmente per tutta la durata incantando ed ipnotizzando; un grande film non compreso da tutti.

Il Fauno  @  26/03/2011 13:00:45
   9½ / 10
Stupendo ... veramente un piccolo capolavoro ! Disegni stupendi.

Beatrix Kiddo  @  31/01/2011 18:13:21
   9 / 10
Un gioiellino d'animazione francese,fantastici e originalissimi i disegni,coinvolgente e forse anche di più la colonna sonora.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  02/12/2010 18:40:11
   8 / 10
Comincia già in un'atmosfera di autunnale nostalgia, resa maggiore dallo stacco che segue all'introduzione affollata e scherzosa: l'ambiente dimesso della casa della nonna, l'infanzia uggiosa e solitaria del nipotino. Poi tale clima è trasferito nello spirito del ciclismo, lo sport della fatica e delle salite quotidiane, glorioso solo in passato, umile, taciturno, ma anche lo sport dell'aria aperta e dei paesaggi, di una modesta libertà che per Champion cominciava con i giri nel cortiletto.

Il film sembra reggersi sul confronto tra vari opposti: fra tradizione e progresso, tra le vie pittoresche del paese europeo e gli ambienti della metropoli statunitense, tra i volti scavati dalle pedalate e quelli rimpinguati dai cibi dei fast-food; e tra il cane e la macchina - il furgone, la locomotiva specialmente, un mostro nemico che il pigro animale ritrova anche al di là dell'oceano, in una sfida buffa e silenziosa contro il mezzo veloce che comincia forse proprio contro la bicicletta, dal momento in cui il bambino la preferisce a lui.
E' anche in questo riuscire a penetrare meglio nella psicologia e nei sogni di un cane lo sguardo poetico e infantile di Chomet, in quel mondo in bianco e nero che ruota attorno a una ciotola, mentre i personaggi umani rimangono tutti (meravigliose) caricature senza veri pensieri.
Ma il confronto è anche quello artistico, tra due culture dai tratti differenti, quella europea e quella americana (già citata nello spettacolo iniziale, dove lo stile dei disegni ricorda le prime animazioni Disney), separate da un Atlantico nel film non poi così sterminato. Un confronto che passa anche dalla diversa ispirazione artistica della nonna e del trio delle vecchie, tra le note di un pianoforte ‘portoghese' e i concerti rumoristi. Un confronto che trova, tra le tante citazioni, la sua prima fonte nella comicità di Tati: poetica, surreale, delicata, stramba, caricaturale, fuori dal tempo, critica nei confronti della modernità ma in maniera lieve, come se l'importante fosse continuare a divertirsi e il non scendere mai dalle nuvole. Del resto tatiane sono anche le intromissioni nel mutismo del sonoro, dove i rumori, che qui contano quasi quanto le immagini, vengono a sostituire le parole.

Disegnato benissimo, molto particolareggiato, ‘Appuntamento a Belleville' inventa svariati personaggi e scene divertenti (la caccia e il pranzo delle rane, assieme ai sogni di Bruno, rimangono forse le migliori), ma la sua ricchezza è forse anche un po' il suo limite. I fotogrammi di un cartone animato non sono le pagine di un fumetto; essi si sfogliano da sé, non ci si può fermarsi a guardarli, e qualcosa per forza lo si perde, anche a livello narrativo. Si perde, soprattutto, il primo protagonista, Champion, il ragazzo ciclista dal profilo di Coppi che con l'andare si svuota di personalità, perde anima, a favore del personaggio della nonna che sfida e vince le distanze, l'oceano, la mafia, il continente straniero.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  01/12/2010 18:36:05
   6½ / 10
Certamente va elogiato lo sforzo e lo stile di questo cartone. Alcune trovate sono molto belle ed emoziona. Però è lento, davvero lento. Si trascina parecchio e considerato quanto è corto non è certo un pregio. L'ho visto 2 volte ma non credo lo rivedrò una terza...

xtrinix  @  01/12/2010 15:57:29
   7 / 10
Film originale nel suo genere, di una realtà impressionante..un'animazione che resta impressa e una colonna sonora perfetta ad incorniciare la storia del film

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/12/2010 16.00.21
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  22/11/2010 16:27:57
   8 / 10
Film che resterà nella storia dell'animazione per la sua assoluta originalità stilistica, così "anacronistica" eppure così ariosa: un faro per le possibilità della settima arte nel XXI secolo.
C'è il Muto, il surrealismo, Jacques Tati, ma c'è soprattutto uno stile personalissimo e una poetica incentrata sull'essenzialità dei valori traditi dal progresso (centrale la contrapposizione tra carne e macchina) e sulla necessità di mantenere fede alla determinazione dei sogni. Tutto sembra possibile se lo si persegue caparbiamente, come fa la nonnina di questo film ...Un pedalò può avere la stessa velocità di un transatlantico...

L'estetica del film si avvale di un gusto esasperato dell'iperbole che Chomet deciderà di abbandonare nel suo film successivo del 2010 ("L'illusionista"), in cui dimostrerà che è possibile stupire anche attraverso un realismo molto più essenziale, ma non meno "magico". Qui - per adesso - vince Méliès.

Fumoffu  @  30/10/2010 20:09:31
   10 / 10
Di una bellezza disarmante.
Il potere dell'immagine e della sola immagine fatto arte.
Sarà che a me questo tipo di disegno piace ancora molto di più del tridimensionale, mi risulta più vero, più sentito, più emozionale (senza nulla togliere ai tanti capolavori fatti con il disegno a tre dimensioni), ma è un film di cui mi sono innamorato. C'è una tale finezza e cura nei dettagli di ogni scena da lasciare all'immagine tutte le parole.
Su tutti i personaggi della nonna e del cane Bruno...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E ovviamente le Triplettes e le loro rane pescate con le bombe.

Secondo me è un film che tutti almeno una volta dovrebbero vedere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 31/10/2010 11.42.02
Visualizza / Rispondi al commento
Ciaby  @  23/07/2010 15:01:46
   10 / 10
Meraviglioso.
Il disegno è arte, la storia è avvincente nella sua lentezza e nella sua eleganza, con qualche crudele elemento black humor, il film è una critica all'effimera vita contemporanea. Di questo è lampante il continuo ricorrere al binomio UOMO/ESSERE VIVENTE (Il cane) alla MACCHINA. Cinepresa, oggetti, camion, biciclette, treni... il tutto entra sempre in toni quasi carnale a contatto con i suoi personaggi (meravigliosamente, caratterizzati nei loro silenzi e nei loro sguardi).
Dialoghi ridotti all'osso, regia asciutta, disegni di una bellezza devastante.
Il finale racchiude lo spirito stesso del film: il film nel film, nel film, nel film.
Cinefilo, ciclico, bellissimo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/07/2010 15.21.46
Visualizza / Rispondi al commento
Frankys  @  15/02/2010 17:16:21
   8 / 10
Un bellissimo film d'animazione ... Scenografie curatissime MOLTO BELLE !!
Personaggi grotteschi e deformi, sceneggiatura tragi-comica !!
Bello, da vedere !!

Threepwood82  @  16/11/2009 17:22:47
   10 / 10
Dieci. che altro dire?

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/09/2009 01:25:22
   7 / 10
Cartoon rarefatto e surrealista stilisticamente unico.
Ricorda un pò un fumetto per la cura incredibile dei particolari e il suo tratto avvincente.

Peccato che non sia sorretto da una buona sceneggiatura, il film è disorganico, con una serie di scene da antologia ma il complesso resta un pò troppo distante.

La trovata di non far parlare quasi mai i protagonisti alla lunga stufa, bel cartone, ottimo esercizio di stile MA PECCA DI ECCESSIVA AUTORIALITA'

3 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2009 11.48.10
Visualizza / Rispondi al commento
VikCrow  @  22/04/2009 07:15:28
   10 / 10
Un gioiellino, a quanto vedo poco compreso. Incantevole animazione vecchio stile, con questa grana grossa e polverosa. Un tratto che vive e gode di una propria voce. Ottima dunque la scelta di rendere il film praticamente muto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/04/2009 07.16.35
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Silly  @  12/04/2009 18:22:49
   9½ / 10
La media mi sembra ancora un pochino bassa per questo gioiellino. Mi sono incantata a guardarlo fin dalla prima immagine. Ho subito avuto la sensazione di penetrare in un'atmosfera lontana, surreale, buffa, nostalgica.
Infatti Les Triplettes è un connubbio di queste emozioni, create, oltretutto, con una tecnica originale, personale, con uno stile favoloso.
Alcune scene sono memorabili davvero, personaggi studiati a puntino, ricchi di personalità. E tutto ciò con dialoghi praticamente nulli. Sto imparando con dolore (sono donna, quindi chiacchierona) che le parole a volte servono a poco.
Il suono e l'immagine sono tutto in questo cartone.
Un gioellino, appunto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR pompiere  @  29/12/2008 12:23:39
   6½ / 10
Distante dal titanismo e dai vincoli finanziari dei concorrenti americani, il cartone "nostrano" è discretamente stimolato a cercare vie di comunicazione alternative.

Il risultato sono una serie di volti e atmosfere della Francia popolare degli anni '40 e '50: il Tour de France, Jacques Tati e tutta la parte dedicata all'infanzia, la figura della nonna, così simpatica :-)

La mano si fa più eccessiva e meccanica in America seppure rimane qualche bella trovata.

Attendiamo Chomet ad altre prove, visto che son già trascorsi 5 anni da questo film.

Drugo.91  @  12/12/2008 21:35:35
   7½ / 10
le vecchie jazziste mi hanno fatto troppo ridere

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  10/12/2008 19:04:55
   7½ / 10
Delicatissimo cartone francese che sceglie, coraggiosamente, di comunicare attraverso l'espressività di un tratto "old style" piuttosto che con i dialoghi: sfida vinta appieno.
Da antologia alcune scene, come la pesca ai ranocchi o la meticolosa caparbietà del cane Bruno nello scagliarsi contro i treni.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/12/2008 16.41.26
Visualizza / Rispondi al commento
sweetyy  @  20/08/2008 17:32:39
   8 / 10
"Appuntamento a Belleville" è un cartone animato insolito.
I personaggi sono realizzati in maniera buffa e simpatica, inoltre non vi è quasi alcun dialogo per tutta la durata del film.
Sicuramente non per tutti, soprattutto non per chi è abituato all'animazione della Disney/ Pixar.

Raffa§  @  25/03/2008 13:03:21
   7 / 10
Cartone veramente originale in cui la maggior parte della storia viene raccontata in pantomima in combinazione con musiche dal sapore malinconico di cui è intrisa tutta la pellicola!

Rispetto ai soliti Walt Disney o Pixar o dreamworks questo vale la pena di vedere, anche se non siete appassionati al genere animazione, per la sua originalità!

Bellisime la rappresentazione della città immaginaria di Belleville e i disegni vecchio stile dei personaggi !

Doinel  @  17/03/2008 18:19:24
   9 / 10
divertente, poetico, malinconico. Autentico manifesto del cinema d''animazione europeo.

giumig  @  04/03/2008 15:50:20
   8 / 10
E' un film geniale, privo di dialoghi e malgrado cio con una bellissima storia di base. I disegni poi sono fantastici, cosi come lo sono le animazioni. Personaggi che restano nella memoria. Bellissimo

Jumpy  @  22/09/2007 14:54:59
   7½ / 10
In genere non mi piacciono i film d'animazione.
Mi è molto piaciuta la caratterizzazione dei personaggi, lo stile unico dei disegni, la trama e le musiche... serve altro? ;)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/05/2009 17.07.33
Visualizza / Rispondi al commento
edo88  @  06/06/2007 01:13:43
   8½ / 10
Un film d'animazione quasi unico nel suo stile. Un genio Chomet!

Personaggi stupendi, molto humour, disegni che lasciano il segno e un silenzio che dice tutto!!

Da vedere!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/06/2007 01.14.10
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento piernelweb  @  03/06/2007 18:00:25
   7½ / 10
Sorprendente film di animazione, praticamente privo di dialoghi, che con un suggestivo appeal retrò ci porta indietro nel tempo fra la periferia francese e la New York (alias Belleville) anni 20-30. Nelle sue deformazioni geometriche, nei grotteschi personaggi filiformi e/o rotondeggianti l'esordiente Chomet trova un'inaspettato linguaggio cinematografico capace di notevoli squarci di poetico romanticismo e di humor raffinato e malinconico. Ottima la caratterizzazione dei personaggi, dalla nonna di ferro Souza, al triste nipote Champion (lampante omaggio a Fausto Coppi), all'obeso e fido cane Bruno, alle tre singolari ex vocalist del vaudeville, les triplettes di Belleville. Lo stile ricorda abbastanza quello di Bruno Bozzetto. Decisamente convincente anche se il finale è un pò troppo veloce e confuso.

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  14/05/2007 16:47:54
   8½ / 10
Incantevole questo film di animazione, quasi privo di parole e assolutamente immaginifico.
Malinconica e sognante la storia del giovane ciclista che ricorda Coppi nel suo profilo di cavallo buono, e splendidi i personaggi di contorno, primo tra tutti il cane Bruno.
Ci si stupisce a ogni immagine, per come gli animatori siano riusciti a rendere vivi personaggi che sembrano tutti metafore o caricature di qualcosa.
Visionario e sognante.

quaker  @  25/04/2007 00:01:18
   9 / 10
Di solito sono abbastanza generoso, ma dare il massimo a questo film sarebbe un po' troppo. Certo è un'opera eccellente, da vedere e assolutamente, anche perché non è un film per bambini che anche i grandi guardano, ma un film destinato ad un pubblico maturo e in grado di apprezzare le sfumature ed i particolari. Grafica originalissima, personaggi perfetti, storia molto francese. Non mi fa urlare ma è la dimostrazione di come si possa superare la colonizzazione del cinema di animazione americano, puntando sulla ricerca di un disegno diverso dalle forme arrotondate della Disney.
Sylvain Chomet ha voluto realizzare qualcosa di assolutamente fuori dagli schemi, e secondo me c'è riuscito perfettamente.
Bruno (nella sua fantasia) è Coppi, il ciclista, anzi l'uomo che soffre da solo al comando della corsa., del quale il ragazzo ha appeso un poster al muro della sua camera, e di cui ha un po' le sembianze ed il fisico asciutto e nervoso

badovino  @  13/10/2006 15:24:52
   9 / 10
Poetico, triste, comico, originale, squisitamente musicale. Appuntamento a Belleville è un cartone sorprendente. Si prende in giro tutto e il contrario di tutto...dagli americani ciccioni e sbruffoni ai francesi gracchianti, dai loschi giri mafiosi che infettano lo sport del ciclismo alla passione carnale per le biciclette. Il tutto contornato da uno stile unico, molto caratteristico. Protagonisti un ragazzino, sua nonna...e il loro cane. Davvero belle le musiche jazz composte per LES TRIPLETTES DE BELLEVILLE ovvero le tre anziane musiciste americane che auiteranno nonna Souza e il fido cane BRUNO a ritorvare Champion rapito dalla mafia francese. Ci sono trovate geniali come quelle iniziali che evocano ricordi e immagini di un passato glorioso del jazz americano anni 20-30 e con Fred Astaire che viene mangiato dalle sue stesse scarpe...esilarante.Forse l'unica pecca è proprio il volere evidenziare degli stereotipi citati sopra (americani...francesi..ecc...) ma in fondo è divertente osservare la Statua della Libertà grassa fino alla nausea.
Particolare interessante è la scelta di rendere scarni o del tutto assenti i dialoghi...qui e lì viene sbiascicata qualche parola...si sente una frase...un sibilo...ma poi si può dire che la parola è assente...le immagini dominano e inondano la scena.

carlitos  @  18/06/2006 10:39:30
   7½ / 10
Bello,particolare e originale!Suggestivi i disegni,ottime le musiche,divertente e simpatica la trama!

giax-tommy  @  01/06/2006 12:12:14
   8 / 10
mai capitato di vedere un noir animato.bhe la storia è molto interessante,e intrigante.il serio e il faceto si mescolano egregiamente,risulatando sia teso,sia divertente.molto carino

Constantine  @  13/04/2006 00:35:03
   7½ / 10
Bellissimo lavoro d'animazione, con idee molto particolari e ben realizzate, poetico per lunghi tratti e per alcuni forse leggermente lento; resta comunque un lavoro molto buono e consigliato agli amanti dell'animazione più universali. I cattivi vestiti giacca e cravatta sono eccezzionali.

markbaz  @  24/03/2006 07:42:13
   6½ / 10
Sicuramente non si può rimanere indifferenti alla qualità e alla poesia dell'animazione. Ma il ritmo e la grande condensazione di idee e di spunti della prima mezz'ora si affievoliscono via via che il film diventa, dal punto di vista della sceneggiatura, una grossolana e retorica denuncia della futilità umana (di cui il ciclismo è una metafora, come in generale il tema della corsa o del lungo cammiano, assai abusata dal cinema francese).

Invia una mail all'autore del commento alyssa.90  @  07/03/2006 21:31:12
   4½ / 10
scherzate vero? L'ho trovato una vera noia! Ma avete mai visto i film Disney?

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/04/2009 07.20.50
Visualizza / Rispondi al commento
moebius  @  05/02/2006 15:53:06
   9½ / 10
un surrealismo perfetto, l'inutilità delle parole e la pura poesia delle immagini! Stupendo!

JesusOfSuburbia  @  01/02/2006 18:47:38
   9 / 10
Il voto lo do in quanto cartone.
Mi è sembrato talmente poetico e tanto comunicativo come pochi altri lungometraggi animati son riusciti a fare.
E poi lo stile dei disegni, tutto così esagerato all'esasperazione mi piace molto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  05/01/2006 00:19:07
   7 / 10
non mi aspettavo un tale cartone...pensavo una cosa per bambini e invece ho trovato tuttaltro...senza parole e con bei disegni...poi la seconda parte è a dir poco geniale...complimenti a questi francesi

gmmagno  @  27/12/2005 09:22:42
   8½ / 10
Che bel cartone.....
Certo, forse è per gente più cresciutella, nel senso che un bambino a guardarlo potrebbe rompersi le scatole, ma in se è un piccolo capolavoro.
Alla fine è anche toccante......fantastica nonnina!!!

Invia una mail all'autore del commento cinefilo malato  @  13/12/2005 13:19:39
   10 / 10
Poco da dire: un capolavoro del surrealismo e dell'animazione insieme!!!!!!

volubilis  @  05/10/2005 15:09:57
   8 / 10
Mi è piaciuto, molto, c'è anche un po' di poesia

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  04/10/2005 13:50:45
   9 / 10
Un piccolo gioiello surrealista... adorabili le maliarde triplettes che suonano elettrodomestici scassati come ai tempi della moda skipple

alesfaer  @  30/09/2005 16:39:53
   3 / 10
monkey island? skerziamo? qst è 1 porkeria. sconsigliato. media ke nn rende giustizia al film

3 risposte al commento
Ultima risposta 11/05/2009 17.08.34
Visualizza / Rispondi al commento
mithril  @  30/09/2005 13:23:10
   2 / 10
tra i film più pallosi e brutti di tutti quelli che abbia mai visto!!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/10/2005 13.51.42
Visualizza / Rispondi al commento
Walrus  @  15/07/2005 12:23:19
   8 / 10
...è di certo un cartoon, ma non adatto a tutti, chi si aspetta un film alla Walt Disney, rimarrà sicuramente deluso, strabilianti i disegni, sublimi le caratterizzazione grafiche dei personaggi, ottima la scelta del muto, e bellissime le canzoni...una bella esperienza visiva.

Fidelio  @  07/05/2005 12:32:23
   9 / 10
Una GENIALATA a tutti gli effetti. E' LINDO,NON HA DIFETTI.Grandioso anche perchè è presente molto della grafica che usa la Lucas Arts per i giochi (The Curse of Monkey Island) e poi perchè c'è la caricatura di Django che è micidiale. Particolareggiato e minuzioso è una perla. Se lo vedete capirete quant'è grande il divario che c'è tra Italia e Francia.

TIGER FRANK  @  12/03/2005 01:53:44
   10 / 10
Originaledeliziosodivertenteirriverentesognatorenotalgicothrilleronesplattercomicocapolavoro!
lo consiglio a chi il cinema francese non piace
magari sara' proprio un cartone animato a farvi cambiare idea....

babi&pallina  @  25/02/2005 15:59:50
   9 / 10
karinissimo...Molto curioso e particolare ma davvero tenero!la fine poi troppo triste ho visto qst film cn i miei amici e siamo rimasti davvero colpiti dalla trama...Merita 1bel 9!

skinny89  @  20/02/2005 23:03:38
   7 / 10
film stranissimo e buffissimo. tutto sommato un bel filmetto

Lord Arathom  @  09/02/2005 03:05:36
   9 / 10
Belli miei ne capite davvero poco, guardatevi pokemon e shrek2

Avril_90  @  02/01/2005 23:41:24
   3 / 10
Noiosissimo, brutto, il ragazzo protagonista è davvero una pallaaa

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/07/2010 15.02.36
Visualizza / Rispondi al commento
norah  @  13/12/2004 12:20:39
   10 / 10
Non vi capisco...CA PO LA VO RO

Gruppo REDAZIONE maremare  @  08/12/2004 15:26:58
   7 / 10
Bel film d'animazione, con una vena malinconica.
Se cercate il classico cartone americano, non noleggiatelo!

willi2001  @  04/12/2004 17:07:05
   9 / 10

veramente un bel film, da vedere...consigliatissimo

mithril  @  16/09/2004 19:42:28
   6 / 10
Raistlin  @  27/01/2004 16:09:56
   10 / 10
Geniale e accattivante, la caratterizzazione dei personaggi è superba, le idee sono fantastiche... I francesi stanno scappando in quanto a qualità e noi dobbiamo accontentarci di Opopomoz.

prozac  @  27/01/2004 16:05:28
   2 / 10
uno schifo totale, l'ho preso per curiosita in DVD, è praticamente muto....orrendo!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/03/2005 01.00.42
Visualizza / Rispondi al commento
Rama  @  18/01/2004 23:25:44
   7 / 10
fuori dagli schemi e dalle righe, un tratto geniale, "una storia vera" (nel senso cinematografico del termine, a buon intenditor..)

luca77  @  16/01/2004 15:38:15
   7 / 10
paola  @  03/10/2003 00:21:18
   10 / 10
secondo me è a dir poco geniale!!!indubbiamente da vedere!!!

Il Messere  @  02/10/2003 02:05:08
   4 / 10
Non volevo essere severo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettoeasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunno
 NEW
la vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodgethe new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001672 commenti su 43203 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net