basilicata coast to coast regia di Rocco Papaleo Italia 2010
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

basilicata coast to coast (2010)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BASILICATA COAST TO COAST

Titolo Originale: BASILICATA COAST TO COAST

RegiaRocco Papaleo

InterpretiAlessandro Gassman, Paolo Briguglia, Max Gazzè, Rocco Papaleo, Giovanna Mezzogiorno

Durata: h 1.45
NazionalitàItalia 2010
Generemusical
Al cinema nell'Aprile 2010

•  Altri film di Rocco Papaleo

Trama del film Basilicata coast to coast

Una commedia musicale, un viaggio denso di imprevisti e di incontri rocamboleschi che porta una combriccola di musicisti a mettersi in cammino al ritmo delle loro strofe musicali per partecipare al Festival del teatro-canzone di Scanzano Jonico, attraversando a piedi la Basilicata, dal Tirreno allo Ionio, lungo il tragitto che dà il titolo al progetto. Il viaggio avrà un valore terapeutico.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,54 / 10 (104 voti)6,54Grafico
Migliore regista esordienteMiglior colonna sonoraMiglior canzone (Mentre dormi)
VINCITORE DI 3 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Migliore regista esordiente, Miglior colonna sonora, Miglior canzone (Mentre dormi)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Basilicata coast to coast, 104 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  01/03/2017 15:34:57
   5 / 10
Mi spiace vedere che il mio voto é al di sotto della media, ma ho trovato il film noioso e poco divertente.
Forse vuole essere sponsor dei bellissimi paesaggi che regala la fotografia riguardanti la regione, ma la trama é povera ed i personaggi molto molto semplici.

Alex2782  @  22/05/2016 22:43:42
   6 / 10
Basilicata on the road, carino ma mi aspettavo di più. Bella fotografia.

Burdie  @  15/05/2016 00:26:50
   6 / 10
...sufficienza strappata per la fotografia

ulysses1  @  30/04/2015 20:58:41
   4 / 10
Ci risiamo... film che non si discosta dall'odierno mediocre cinema italiano. Un road-movie (presunto tale...) colmo di cliché e situazioni trite e ritrite: i quarantenni in crisi o incapaci di diventare adulti, il viaggio come metafora della vita... Un film che vuole essere poetico e scanzonato, ma in realtà risulta prevedibile, scontato fino a diventare fastidioso... fatta eccezione per 2-3 scene appena divertenti, ma niente di più. Il finale poi è il trionfo del già visto: non lo racconto, ma la storiella di Gazzé è patetica, anche le altre sono sullo stesso livello, la Mezzogiorno non la valuto, perché accanirsi su una persona che ha affermato di aver imparato tanto nei centri sociali come il Leoncavallo?!

scantia  @  22/05/2014 01:58:53
   5 / 10
ammetto subito di non provare alcuna simpatia per Rocco Papaleo. Parlo del personaggio pubblico o almeno di quello che traspare dagli interventi televisivi e i motivi di tale antipatia sono alla base del giudizio poco convinto su questo film.
Sarà che ho superato da un po' i vent'anni, ma per me certi modelli ormai hanno perso completamente il loro fascino, quella che era la naturale simpatia per personaggi o atteggiamenti "alternativi" si è trasformata nella consapevolezza di quanto il classico idealista, anticonformista, anti-borghese sia semplicemente uno stereotipo come tanti, né migliore né peggiore.
Ho letto un giudizio ricorrente nei commenti di altri utenti: film genuino. Ecco, secondo me ciò che invece manca totalmente al film è proprio la genuinità, la spontaneità. Papaleo fa leva sulla pretesa implicita per cui la trita e ritrita figura dell'alternativo di cui sopra meriti una sorta di approvazione aprioristica e confeziona un film furbo, giocato su una sequenza di luoghi comuni prevedibili e un po' irritanti (specialmente se a veicolarli e la recitazione gigionesca di Gassman) che tuttavia lo spettatore medio è poco incline a giudicare negativamente, pena l'ignobile marchio di...conformista!
A discapito quindi di ogni genuinità, l'impressione è quella di un progetto nato a tavolino per contenere il massimo consentito di retorica giovanilistico-studentesca: la libertà come fuga da ogni responsabilità, la musica che non si piega alle logiche di mercato, rapporti sentimental-sessuali vissuti alla giornata, la trasgressione nell'uso di droghe leggere (wow!). Non che i temi siano di per sé negativi o positivi, ma sono stra-abusati da decenni di produzioni cinematografiche e l'utilizzo stereotipato, superficiale, da specchietto per le allodole che ne fa Papaleo rende il tutto poco credibile, poco spontaneo...come è poco credibile chi pretende di incarnare tale modello di artista alternativo e poi si ritrova sul palco di Sanremo a dichiararsi onorato per aver fatto da maggiordomo a Celentano, ma questo è un altro discorso, o forse no.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/06/2014 16.02.49
Visualizza / Rispondi al commento
daniele64  @  23/01/2014 12:07:43
   6½ / 10
Filmetto on the road , semplice e leggero ,con qualche momento citazionista e didascalico. Papaleo , al suo esordio registico , è stato bravo a non voler fare il protagonista assoluto e a circondarsi di un cast simpatico ( la più brava è la Mezzogiorno ) , supportato da belle musichette. Ma i protagonisti principali sono i paesaggi selvaggi e quasi primitivi della bella Lucania , ottimamente fotografati. Non sarà un capolavoro , però è caruccio...

marimito  @  13/01/2014 22:27:24
   6 / 10
La Basilicata raccontata attraverso le avventure o meglio le disavventure di una combriccola di aspiranti artisti, una Basilicata bella ed incontaminata. Bella la fotografia. Il territorio è praticamente tutto il film, mentre la storia ed i personaggi si perdono un pò in esso. Un buon film per il marketing territoriale.

FurFante9  @  11/01/2014 17:09:13
   6½ / 10
Road movie nostrano ben riuscito.

Allegro

woodygenemel  @  10/01/2014 15:30:52
   5½ / 10
Troppe macchiette,troppe situazioni forzate,altrimenti poteva essere buono.Tra l'altro alcuni attori che nel film sono lucani in realtà non lo sono,e costretti a recitare in quel dialetto perdono di spontaneità.

InvictuSteele  @  09/01/2014 21:35:35
   5 / 10
Mi avevano parlato di questo Basilicata coast to coast come un film bellino. Ieri sera l'ho visto per la prima volta e non ho riscontrato nulla di così delizioso. E' un'operazione simpatica, fa sorridere a tratti, ma nulla più. La trama non è interessante così come la psicologia dei personaggi è piatta e poco approfondita, perciò per me è stata una visione pesante, che è un paradosso per un film del genere. Una commedia on the road dovrebbe avere un certo ritmo invece il tutto è lento e poco dinamico. Non basta la bravura di Gassman e di Papaleo per salvarlo.

Attila 2  @  09/01/2014 13:15:32
   5 / 10
L'idea di un film "on the road" non e' malaccio.Ma un film "on the road" che di solito non ha una trama,trova la sua forza nella caratterizzazione dei personaggi,nei dialoghi,nelle vicende dei protagonisti.Insomma,in qualcosa che attiri l'attenzione dello spettatore oltre il film stesso.I film di questo genere sono come le donne con i capelli corti , per poterteli "permettere" devi essere davvero molto bella.Questo film manca proprio di questo.Non e' molto bello.Anzi,l'ho trovato molto noioso,perche' i personaggi non sono stati caratterizzati molto bene,e perche' sono poco interessanti.Cosi' come le loro vicende,cosi' mi sono trovato poco coinvolto nelle loro situazioni e quindi,e' venuto a pesare il fatto che il film non avesse una trama.Anche i dialoghi non lasciano il segno.E' tutto molto lento e noioso e,anche per questo,non si spiega la durata cosi' eccessiva.Non era necessaria visto che non avevano molto da dire. Si e' cercato di avvicinarlo a "Turne'" secondo capitolo della "trilogia della fuga" di Gabriele Salvatores , ma non scherziamo,siamo su due pianeti completamente divers.

pernice89  @  09/01/2014 09:19:37
   7½ / 10
Film carino, forse a tratti un po' scontato,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Ma ci sono anche momenti di risate, a mio avviso non così forzate come ho letto in altri commenti.

peppe87  @  25/09/2013 14:25:31
   5½ / 10
papaleo meglio come attore, molto meglio..

The BluBus  @  04/10/2012 23:35:17
   6 / 10
Carino, buon tentativo di Papaleo

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  04/09/2012 20:45:24
   7 / 10
Curioso: quando uscì al cinema, quasi in sordina, ne proposi la visione agli amici più per provocazione che altro. Ebbene, quella provocazione si sarebbe rivelata una buona scelta.
Una commedia intelligente, scorrevole e con diverse trovate simpatiche, a cui molti registi nostrani dovrebbero guardare.

fcim  @  09/07/2012 02:17:28
   7 / 10
Penso che questo film sia, seppur in un contesto diversissimo, un piccolo "Mediterraneo" di Salvatores, per come sono trattati i temi del viaggio e dell'amicizia e per i dialoghi leggeri e comici che ricordano quelli del film sopra citato. Detto ciò è un film senza grandi pretese ma molto carino e leggero. Merita sicuramente una visione.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  08/07/2012 16:13:10
   7 / 10
Buon film, divertente e mai banale ne volgare. E' l'ennesimo road-movie ma non sa di già visto, i paesaggi sono alquanto affascinanti.
Bene il cast e bravo Papaleo. Film godibilissimo.

C.Spaulding  @  31/05/2012 12:00:38
   6 / 10
Film carino on the road. Di certo non supera la sufficienza ma in questo mondo dominato dai Vanzina.....ce ne fossero di film così.

Trixter  @  31/05/2012 08:23:25
   5½ / 10
On the Road lucano dalle buone premesse ma dalla realizzazione piuttosto scadente. Se non fosse per il bravo Gassman a dare un pò di verve alla pellicola, questa sarebbe di una noia mortale. Il film è lento, poco curato nei dialoghi; a mio parere non esalta neppure a dovere la Basilicata, cui il film avrebbe dovuto rendere omaggio migliore. Alla fine, si resta con un pò di amaro in bocca, per una pellicola dalle buone premesse/promesse ma dalla resa decisamente mediocre. Buona la musica.

Danyeluzzo  @  30/04/2012 23:59:11
   6½ / 10
Bello, a tratti divertente, si lascia guardare tranquillamente! Molto simpatica l'interpretazione di Gazzè...

dkdk  @  12/04/2012 20:32:52
   6 / 10
l'idea di partenza ha un potenziale enorme, ma purtroppo tutto questo non viene sfruttato. Film lento a tratti noioso, una delle poche cose positive di questo film è la bellezza di una regione a volte dimenticata (secondo me questo era uno degli obiettivi principali del regista), delusione profonda per il poco spazio dato alla comicità di papaleo

everyray  @  22/02/2012 23:05:36
   6½ / 10
Rocco Papaleo ci porta alla scoperta della sua terra,la Basilicata appunto e lo fa in maniera poetica,quasi onirica in un viaggio in cui la meta non è importante tanto quanto il percorso fatto.
A me personalmente è piaciuto,anche se devo dire che c'è forse poco spazio alla comicità" Papaleiana" e i ritmi sono forse un pochino troppo lenti in alcuni punti!!
Sufficienza piena!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  15/02/2012 00:35:02
   6½ / 10
Idea interessante, buona messa in scena peccato che la sceneggiatura vada a vuoto e gli attori non sono sempre all'altezza o in alcuni casi completamente fuori parte come Giovanna Mezzogiorno.

Buona l'idea del film musicale così come la location della Basilicata veramente splendida.

Per il resto un film del tutto non riuscito e nella seconda parte anche noioso, però sebbene sia un esperimento fallito, dimostra lo stile e l'originalitò di Papaleo e quidni va premiato.

Chagallo74  @  29/01/2012 20:49:01
   4½ / 10
Lento, non c'è una trama, non tenta neanche di decollare.

Noioso

peppepancaro  @  27/01/2012 12:15:27
   4½ / 10
una busta.
vado controcorrente ma non mi è piaciuto...lento e lento.
non mi è piaciuto.

g.marco  @  28/10/2011 14:04:25
   4 / 10
Ragazzi scusate, ma come si fa a dare 7 o 8 a questa pellicola???
Ad una commedia come Sideways ad esempio (sempre x rimanere in tema ON THE ROAD) quanto bisogna dare????
Non è necessario trovare del buono sempre e comunque, anche quando non c'è. Sono il primo a difendere il made in Italy, però qui non c'è niente da fare.
1 ora e mezza buttata.

Zanibo  @  18/09/2011 12:39:43
   6 / 10
E` un film semplice e senza troppe pretese sulla vita, l'amore e l'amicizia. Il problema è che la recitazione non è sempre convincente, e a livello di trama, a tratti è molto noioso. Altre parti sono carine e il finale e` molto bello.

elmoro87  @  29/08/2011 17:25:24
   5½ / 10
Molto positiva l'idea, abbastanza originale, di riportare in italia l'idea americana del coast to coast, anche in chiave burlona... il film non è brutto, ma non si esalta nemmeno per mancanza di spunti interessanti... non è da buttare però...

Invia una mail all'autore del commento camifilm  @  19/08/2011 02:04:40
   7 / 10
Credo che valga qualsiasi voto, non troppo basso e ne troppo alto.
I giudizi sono accettabili tutti, quelli che ho letto qui.

Si tratta di un film commedia particolare, di un viaggio.
Il pretesto del viaggio attraverso la Basilicata, per narrare invece dei viaggi di realizzazione dei protagonisti, ognuno alla ricerca di se stessi. E' questo il senso che il protagonista vero, vede nel viaggio. Un viaggio che lento e faticoso, non attraverso i mezzi veloci, può aiutare a riflettere.

Non male nemmeno come idea di vacanza.

Quello che più mi ha infastidito è il finale, che non svelo. Ma il senso di solitudine, di paesi vuoti, persi nel lontano medioevo, arretrati, che non "rifiutano la modernità" come dice il protagonista in una occasione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/08/2011 02.05.39
Visualizza / Rispondi al commento
isaber  @  17/08/2011 20:57:10
   6½ / 10
Film simpatico e pieno di sentimento. Una commedia leggera che non impegna troppo la testa, ma che comunque trasmette sentimenti genuini, come l'amicizia e l'amore per la musica. Interessante vedere la Mezzogiorno che finalmente recita senza strillare come un'aquila.

alfrar  @  18/06/2011 09:45:23
   2 / 10
Uno dei piu'brutti film mai visti. Trama inesistente, dialoghi inutili.
Ho fatto fatica a verdelo fino alla fine.
Lasciate perdere

Lory_noir  @  09/06/2011 11:28:45
   7½ / 10
Io mi sento di incoraggiare questo film con un buon voto. Non è un capolavoro ma è originale e ricco di sentimento e questo spesso ai film italiani manca. Inoltre l'impostazione musical da un tocco ora ironico ora profondo al film e i personaggi non sono solo ben costruiti ma anche molto bene interpretati. Molto carino.

maxpower  @  02/06/2011 16:31:10
   4 / 10
Finito il film non mi ha trasmesso niente...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  26/05/2011 23:46:20
   6½ / 10
Forse dopo aver lavorato ai due film di Checco Zalone l'attore Papaleo ha deciso di fare lui un viaggio "comico" nella musica magari mirando un po' piu' in alto verso palati piu' fini e non limitandosi alla semplice comicita' dialettica!
Ne viene fuori un film abbastanza riuscito,coraggioso perche si allontana da alcuni canoni delle "nostre" commedie di successo...
Il finale riesce particolarmente a rendere pregievole l'intero film...
Buon debutto

Invia una mail all'autore del commento ciaco63  @  26/05/2011 23:15:48
   7 / 10
Senza avere la pretesa di apparire e risultare un capolavoro, l'opera di Papaleo dimostra comunque che fare cinema di intrattenimento e di atmosfera si puo' anche con pochi mezzi, specie se si ha a disposizione dei validi interpreti. Il film è gradevole e scorre piacevolmente immergendo lo spettatore in atmosfere e musicalità del nostro migliore sud.
E' molto evidente e apprezzabile il significato, dato da molti al fim, di una ricerca interiore attraverso un itinerario all'interno di paesaggi stupendi e sonorità dolci.
Da vedere!

ilcippo  @  05/05/2011 21:03:50
   7 / 10
Film in stile on the road riflessivo che ha il suo punto forte nella bellissima colonna sonora, in particolar modo l'ultima canzone di Gazzè..

risikoo  @  26/04/2011 23:44:19
   5 / 10
Film in cui non succede mai nulla, a lunghi tratti sembra solo uno spot per la regione Basilicata. Buona la figura di Max Gazzè, per il resto il festival della banalità.

Chemako  @  23/04/2011 14:29:38
   6½ / 10
Simpatico...........

Aztek  @  18/03/2011 09:45:14
   7 / 10
Simpatica commedia musicale con un sempre bravo Rocco Papaleo, questa volta anche come regista.
La sceneggiatura è leggera, avventurosa, lo spettatore si sente quasi coivolto nel progetto della band; non annoia quasi mai, interpretazioni accettabili, location tipica dei paesini della Basilicata, con paesaggi dei monti lucani da mozzafiato.
Tutto sommato film fatto abbastanza bene, su una regione come la Basilicata, spesso snobbata, ma ricca di tradizioni e natura.

grifosafi  @  01/03/2011 14:23:22
   7 / 10
Bravo Rocco! Papaleo realizza il sogno di un film tutto suo, nella sua terra, con la sua misica ed un gruppo di amici come cast. Ne esce un film scorrevole e divertente che si lascia certamente guardare!

charles  @  21/02/2011 21:19:48
   5½ / 10
Dopo un promettente inizio, il film si perde in una serie di scenette insignificanti e la recitazione è scarsa (c'è chi dopo 20 anni ancora necessita di un corso di dizione... e non è Max Gazzè). Si salva Rocco Papaleo, ma come attore, non come regista.

Rockem  @  11/02/2011 18:43:48
   8 / 10
Ottima produzione, con personaggi simpatici e convincenti ed una storia in stile on the road rusticano molto particolare, ma soprattutto la musica: una vera chicca di questo sorprendente film estivo. Merita di essere visto.

tnt.dan  @  20/12/2010 17:30:44
   6 / 10
Penso che questo, sia un film da 5, nonostante l'inizio promettente. Speravoi in qualcosa di migliore sinceramanete, poi xò si sono persi nel raccontare troppo della basilicata, quasi stessero facendo della pubblicità turistica.Da metà film in poi l'ho trovato un pò lento e prevedibile. Comunque dò un voto in più x la simpatia degli attori che mi stanno davvero a cuore.
P.S. credo che sapranno fare di meglio, nonostante tuttto Grande Rocco

topsecret  @  21/11/2010 19:34:13
   6½ / 10
Simpatico e gradevole viaggio alla ricerca di se stessi a suon di musica e siparietti godibili.
Discreta la prova del cast su cui primeggiano il solito guascone Papaleo e l'affascinante Giovanna Mezzogiorno. Una storia scorrevole, senza grandi colpi ad effetto ma molto carina e meritevole di visione.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  05/11/2010 01:27:08
   6 / 10
Road movie in salsa lucana, infarcito di tanta buona musica e una discreta sceneggiatura, "andamento lento", come diceva il maestro De Piscopo ma forse non è un male. Sufficiente.

floyd80  @  16/10/2010 15:38:48
   7 / 10
Una pellicola carina che strizza l'occhio allo spettatore. Una bella storia con belle musiche.
Perchè vederlo? Perché per la prima volta la Mezzogiorno non urla e non sospira.

Paolo70  @  16/10/2010 15:32:32
   5½ / 10
Commedia quasi gradevole in particolar modo per le musiche ma soprattutto per la visione paesaggistica. La trama però mi è risultata noiosa e poco fantasiosa (tutto un pò prevedibile).

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  16/10/2010 01:16:57
   7 / 10
Carino è il termine che mi viene subito pensando a questo film. Non è vero che non succeda nulla e quanto alla lentezza, credo che faccia parte del paesaggio della Basilicata. Del resto un road movie a piedi parte già lento, no?
Papaleo non mi piace un granchè (il suo personaggio è quello troppo sopra le righe) e anche la musica non è veramente il mio genere. Forse tutto il film è a tratti improbabile (il muto, il bandito, la sposina...) e un po'furbetto (quasi tutto è prevedibile fin dal principio, in quella maniera rassicurante che hanno le storie che devono finire bene) ma, ripeto, è carino e guardabilissimo.

filmviewer  @  13/10/2010 14:38:49
   6½ / 10
Carino, unica pecca forse un pò lento.

tarax  @  11/10/2010 04:45:42
   7½ / 10
Visto tempo fa,un film molto bello,genuino, ecco! la parola adatta è GENUINO! Siccome ultimamente ci siamo forse assuefatti a film immondizia non riconosciamo piu certe piccole "perle" quando le troviamo! Un po come quelli che gli presenti una bella pasta con astice ma loro preferiscono la pasta col pomodoro! La stessa cosa :D!. "Tu che ne sai? l'hai vista mai? Basilicata is on my mind!"

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  26/09/2010 11:07:13
   4½ / 10
Ma che film ha visto la maggior parte della gente che ha commentato? Dal mio modesto punto di vista siamo ai limiti dell'imbarazzante. Da bocciare:
- il road movie in generale in quanto succede davvero poco e il ritmo è lentissimo per tutta la durata del film
- la regia così come la sceneggiatura
- manca totalmente la comicità non perché non vuole ma perché non riesce ad essere un film comico
Giudizio sulla falsa riga del cinema italiano di questi tempi, che ha forse l'unica aggravante di non avere eccessive pretese.

despise  @  15/09/2010 16:35:46
   8 / 10
E alla fine Rocco ce l'ha fatta... dopo anni a decantare invano le bellezze della sua terra, riesce grazie al suo esordio da regista a proporre a livello nazionale quella piccola grande gemma da sempre snobbata da tutti che è la Basilicata.
E lo fa in una maniera davvero insolita: una commedia on the road molto gradevole ed intimista in cui si gioca molto sui sentimenti e su gag mai fuori luogo intramezzate anche da un pò di malinconia.
E' vero, una storia in cui alla fine non succede niente, ma se lo si guarda tra le righe, succede un pò di tutto ai vari personaggi nel loro viaggio


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Mezzo voto in pù per colonna sonora e sopratutto i paesaggi di Basilicata, la mia terra!
Grazie Rocco.

Edredone  @  13/09/2010 17:18:59
   5 / 10
Affittato attirato dalla media alta, sono rimasto deluso.

Non succede praticamente nulla; non saprei dire cosa gli altri possano aver trovato di particolare in questo film.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  11/09/2010 00:22:55
   7 / 10
Delizioso 'musical' on the road in salsa basicalatese

Ironkarlo  @  10/09/2010 09:49:11
   7½ / 10
un buon film, a tratti divertente.
Non annoia e si lascia gustare con tranquillità.
Lo consiglio vivamente.

Invia una mail all'autore del commento bleck  @  09/09/2010 19:51:56
   4 / 10
siamo alle solite...perchè ogni tanto succede che un attore appena arriva ad una certa serietà ha il bisogno di passare in cabina di regia e farci vedere quanto è bravo anche dall'altra parte e farci pervenire chissà quali importanti messaggi...? per fortuna non capita sempre...invece al pur bravo attore rocco papaleo è capitato...ma il mestiere di regista, caro rocco, è davvero un altra cosa...
da salvare solo il titolo...per il resto con un cast davvero niente male si poteva fare molto molto di più...invece il risultato è stato davvero modesto...e devo confessare che a metà film ho interrotto per la noia...

tapae74  @  09/09/2010 18:33:10
   5 / 10
Niente di che... uno spot sulla basilicata, film lento e ripetitivo.
Secondo me tutti i voti alti sono stati dati dagli abitanti della regione in cui è stato girato il film!

androjoker  @  05/09/2010 14:54:32
   5½ / 10
Onestamente mi aspettavo un film molto più comico. Il film scorre (un pò troppo) lentamente e senza grossi colpi di scena. C'è qualche gag simpatica...un invito a prendere la vita con un pò più di calma e una trama molto molto scarna. Poco altro: tutto il film potrebbe durare mezz'ora

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  28/08/2010 13:10:21
   7 / 10
Gradevolissimo e insolito road movie sulla ricerca delle nostre radici regionali, ironico e prodigiosamente lieve. I limiti di budget vengono saggiamente raggirati con una sana dimensione di 'reale normalità' in cui non stonano affatto alcuni momenti malinconici e sognanti. Bravissimi tutti gli interpreti, menzione speciale per l'eclettico Briguglia e per la Mezzogiorno, attrice intelligente a cui manca davvero poco per essere già considerata una Grande. Papaleo dirige con tanto affetto e non delude.
"Ba-Ba Basilicata is on my mind!"

Bronn  @  27/08/2010 23:33:19
   4 / 10
Ma stiamo scherzando? Road movie? Musical? Film? Purtroppo, nessuna delle tre, ma semplicemente un'accozzaglia di luoghi comuni, frasi fatte, situazioni viste mille volte, con le aggravanti di una regia pietosa ed interpreti assolutamente ridicoli (involontariamente, ovvio: quando vorrebbero far ridere procurano semplicemente un colossale imbarazzo)... per non parlare del modo stereotipato ed irritante di vedere ed intendere la musica ed il fare musica...
Passabile la colonna sonora.
Dai voti e dai commenti precedenti mi aspettavo uno di quei rari fenomeni che ogni tanto (ma tanto tanto, purtroppo) il cinema italiano ci regala, ed invece mi sono trovato di fronte l'ennesima conferma che gli attori italiani di cinema (salvo qualche rarissima eccezione) sanno interpretare solo sè stessi, ed i registi nostrani sono per lo più, dilettanti allo sbaraglio...
Imbarazzante...

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/08/2010 13.12.14
Visualizza / Rispondi al commento
TopoXL  @  25/08/2010 10:43:27
   6½ / 10
alla fine si lascia guardare.
mi e' piaciuto molto il senso che mi ha lasciato alla fine.
mi ha fatto pure pensare un tot....
ma la trasposizione ed il film in se per se....
sono quello che sono.

TheLegend  @  12/08/2010 21:16:57
   6 / 10
Film girato con pochi mezzi e si vede.
Nemmeno la regia è eccelsa ma mi è piaciuta l'aria che si respira guardando questo film.
Mi ha dato l'impressione di essere girato proprio in 10 giorni,forse anche meno.

Invia una mail all'autore del commento Totius  @  11/08/2010 01:43:16
   7½ / 10
Premesso che non è un musical come il grande filmscoop sostiene, ma un road movie.
Vorrei solo essere molto breve e sintetico a rischio di accuse di qualunquismo: bravi tutti, bellissimo film, specie per chi ama il Sud!!
Sono un amante del genere Road, e l'unico metro di giudizio che uso è il fatto che alla fine del film io abbia voglia di scappare e partirmene oppure no. Qui la risposta è si.
Vedetelo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

lapensocosì  @  07/08/2010 08:53:20
   7 / 10
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  02/08/2010 16:54:24
   7½ / 10
Sorpresa positiva questa opera prima di Rocco Papaleo, una commedia on the road ben riuscita, per nulla pretenziosa e con quel retrogusto malinconico che non mi è dispiaciuto affatto. Ottima l'amalgama degli attori, eccellenti dialoghi ed anche (e soprattutto) i silenzi stralunati e surreali di Max Gazzè, vera chicca di questo piccolo e gustoso film.

goodwolf  @  02/08/2010 11:29:45
   6½ / 10
Conosco e seguo con stima Rocco Papaleo dalla serie "Classe di ferro" (dove in un episodio di 20 anni fa,cantava la canzone finale del film).
Basilicata coast to coast è un film estremamente semplice sia nella struttura che nella realizzazione (l'audio in alcuni dialoghi non è proprio impeccabile,e si vede anche qualche microfono di scena), che però fa della semplicità la sua arma, un po' come la terra che si descrive, del resto.
Bravi tutti gli attori, anche se non ho apprezzato molto la parte della Mezzogiorno.
Da vedere a mente e a cuor leggero.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  31/07/2010 01:16:03
   7½ / 10
Beh è davvero lodevole che questo road-movie lucano riesca ad essere persuasivo ed efficace senza scadere mai nel reducismo... è un bellissimo film che comunica una forte vitalità e al tempo stesso riconduce lo spettatore nei canoni non troppo abusati della libertà attraverso un ristretto spazio territoriale... la Basilicata del film è esattamente quella che ho conosciuto più volte, con il suo intimismo, il suo anacronismo (non necessariamente una colpa anzi...), con i suoi faticosi collegamenti stradali (se perdi un'autobus a volte puoi pure prenotare una notte in un albergo locale, per aspettare il prossimo...).
Rimango stregato ogni volta dalla forza magnetica di Giovanna Mezzogiorno, che è infinitamente più bella e interessante delle pippe che si fanno i maschietti pensando a Belen Rodriguez (mi sa che ci capisco più io di donne...).
Notevole la metafora del Babbo Natale come simbolo iconografico di speranza e riscoperta (...).
Bravino anche Gassman in un ruolo autoironico che sfotte un pò la sua proverbiale celebrità fisica, ma come già espresso da altri la vera sorpresa è l'incomunicabile e surreale Max Gazzè.
Unico difetto del film, un paio di episodi (v. l'episodio della canzone della Mezzogiorno) dove finisce per prevalere un'ottica deviante da videoclip "nostrano".
Resta comunque un prodotto singolare e di buonissima fattura nel panorama del nostro cinema, con rimandi più o meno espliciti (dichiarati) a Kusturica e (aggiungo io) a "La banda" di Eran Kolirin

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  27/07/2010 11:18:11
   7½ / 10
Non è mai troppo tardi per perseguire i propri sogni,sia che essi siano materialmente raggiungibili sia che con tutte le probabilità del caso restino solo una chimera.Lo sa bene Rocco Papaleo,artista a tutto tondo,forse sbrigativamente sottovalutato per aver spesso aderito a certi progetti cinematografici fin troppo alimentari,in realtà uomo appassionato,dotato di sensibilità e cultura,in grado di prenderci per mano con delicatezza e farci viaggiare on the road,rigorosamente a piedi,tra gli spazi brulli e suggestivi della Basilicata,non solo per decantare il fascino (a tratti) primitivo della sua terra,ma per illustrarci un viaggio,quasi un pellegrinaggio laico dal Tirreno allo Jonio della durata di dieci giorni durante il quale ritrovarsi,confrontarsi e donare nuova linfa ad aspirazioni bruscamente accantonate.
Il cammino di una scalcinata band di paese ,tra una risata e una riflessione mai banale,diventa esortazione a non reprimere le speranze personali, per quanto bizzarre o puerili possano apparire agli altri.Papaleo,nello specifico attraverso il suo alter-ego Nicola,trae un bilancio facendo intendere che il suo viaggio è ben lontano dall’interrompersi,come quello dei suoi compagni d’avventura,elementi di un cast bene assortito e funzionale con una Mezzogiorno da applausi.E' però Max Gazzè la vera sorpresa del gruppo,rinchiuso in un doloroso e volontario mutismo troverà a sua volta il modo per reintraprendere un iter prematuramente occluso,non senza dimenticare ciò che lo ha ridotto a quel modo,elegante sotterfugio metaforico che diventa dichiarazione di fedeltà eterna alla terra natale e al contempo chiusura non troppo conciliante di quest’opera in cui ottimisticamente tutti troveranno la giusta collocazione, facendo pace con loro stessi in virtù di una lettura meno incline alla critica del mondo circostante.Un racconto munifico con chi è disposto all’ascolto,colmo di sapori semplici ma gustosi ,a suggello di un debutto registico coi fiocchi.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  25/07/2010 16:36:19
   8 / 10
Senza pensarci su questo film l'8 lo merita davvero in pieno! Road movie tra musica, comicità e tanta leggerezza; si riscoprono i sapori profumati del sud... le case dipinte di bianco battute dal sole, la campagna che si getta a strapiombo nel mare, le serate all'aperto trascorse a mangiare anguria e sorseggiare vino, panorami mozzafiato...
Tutto questo e molto altro si ritrova in questo basilicata coast to coast. Bravissimi tutti, strepitosa la Mezzogiorno. Da non perdere assolutamente!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  25/07/2010 10:34:35
   7½ / 10
Mi è davvero piaciuto questo road movie musicale che mi ha dato la certezza che la Basilicata esiste!
Davvero bravi tutti gli interpreti, molto carine le canzoni, stupenda quella finale di Max Gazzè. Bella l'ambientazione, originale l'idea di Papaleo.

Gruppo COLLABORATORI martina74  @  13/07/2010 18:35:32
   7½ / 10
Che bello questo film di Rocco Papaleo: un impianto ormai classico e collaudato di road movie, ma arricchito da musica e atmosfere surreali. La Basilicata, davvero mai contemplata nella geografia cinematografica italiana, viene fotografata in modo scanzonato, giocoso e a tratti delicato.
L'amalgama degli interpreti è perfetto, tutti sono perfetti per il proprio ruolo e la melodia ne esce armonica e piena.
Nota di merito per i silenzi riflessivi e gentili di Max Gazzè.

Izivs  @  10/07/2010 10:51:29
   7 / 10
Come fare una commedia carina con un budget bassino....ruoli azzeccatissimi, paesaggi d'incanto e colonna sonora gradevole.

atramblog  @  05/07/2010 07:59:50
   7 / 10
Road movie divertente e "meridionale", un bell'omaggio ad una splendida regione come la Basilicata, con una colonna sonora veramente azzeccata che arricchisce il film in modo perfetto.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  27/06/2010 11:09:43
   8 / 10
"Per la stessa ragione del viaggio, viaggiare."

"La vita è un viaggio troppo corto"

Camminare è la vera misura dell'uomo, del viaggio. Camminare è sinonimo di autenticità, un'autenticità fatta di fatica, ricerca di sè, ricerca dell'al-di-fuori-di-sè, ricerca dell'Altro. Essere-in-cammino è ammettere dell' essere-sconfitti prima di tutto.
"è una vita che non ti vedo portare qualcosa fino in fondo".
L'amore condensato in due battute, in due sguardi, in una scena.
Questo film merita una visione collettiva, per riscoprire il senso dell'"avere passioni".
"Ma voi ce l'avete mai avuta una Passione?"
Cinque amici, caratteristi fino a un'assurda quanto magnetica comicità, e una regione di cui si sa poco e nulla.
Basilicata.
E viene voglia di partire subito, chitarra e zaino a mangiare gli Gnumariddu..

tavullia86  @  12/06/2010 13:26:03
   8½ / 10
il film che non ti aspetti! film molto buono, la trama è abbastanza solida, e Papaleo trova il giusto mix tra risate e serietà, attraverso una sana spontaneità dei dialoghi. ottimi tutti gli attori, che interpretano bene i loro ruoli. geniale l'idea del personaggio interpretato da max gazzè. veramente tutti bravi!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

polbot  @  21/05/2010 12:53:18
   7½ / 10
Road-movie rustico, originale, fresco, sincero.. come un piatto d'orecchiette, pomodoro e basilico! Personaggi ben caratterizzati.. Una bella simpatica sorpresa! W il pane sponzato con la frittata!

vermeer  @  16/05/2010 03:47:53
   6½ / 10
MOLTO SIMPATICO, 4 risate tra amici e nessuna pretesa, interesante sicuramente da vedere.

ulisseziu  @  10/05/2010 15:44:17
   6½ / 10
Carino, un simpatico esordio per Papaleo, nulla di particolarmente originale intendiamoci, ma un buon film IGT.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  04/05/2010 23:12:48
   6½ / 10
Se si vuole passare un paio d'ore spensierate, divertenti e tranquille, magari intenerendosi un po', allora andate tranquillamente a vedere questo film; non deluderà.
La storia in sé non ha niente di particolare, non c'è suspence o tensione e il motore della storia (il festival canoro di Scanzano Ionico) rimane sullo sfondo e crea tutto sommato poca aspettativa. Il ritmo di conseguenza è lento, tanto che nella seconda parte del film la vicenda langue un po'.
L'attenzione si sposta quindi tutta sull'approfondimento dei caratteri dei personaggi e sull'ambiente che incontrano. Il punto di vista è ironico, leggero, spensierato ma non mancano spunti per riflessioni più generali su ciò che conta veramente nella vita; tutto comunque in dimensioni modeste, senza tante pretese e questo in qualche maniera depone a favore del film, che non prendendosi troppo sul serio ispira simpatia, semplicità e calore umano.
Il perno stilistico del film è la figura retorica del viaggio (un universale usatissimo in arte), quale metafora della conoscenza di se stessi, della propria vita, degli altri e del mondo. E' anche l'occasione per mostrare quanto è bella la natura appena fuori la porta di casa, proprio in luoghi non turistici o non conosciuti dalla massa (come l'umile e splendida campagna Lucana).
Dal punto di vista della recitazione a me hanno fatto più impressione gli attori non famosi, mentre sono rimasto deluso sia dalla Mezzogiorno che da Gassman (che stonano un po' con i loro grovigli interiori con lo spirito gioviale, semplice, modesto e poetico del film).
Il nucleo ideologico della storia è la riaffermazione del valore del mondo agreste pre-industriale (i ritmi lentissimi, le cose semplici, i pasti frugali, il fuoco sotto le stelle, i rapporti interpersonali al centro di tutto) mentre il moderno è visto con un rapporto di amore-odio, rifiuto-necessità (il fare a meno del telefonino con la constatazione che sarebbe stato essenziale per la riuscita dell'impresa; il pannello solare, il computer e la cinepresa a indicare come la tecnologia fatta uscire dalla porta venga fatta rientrare dalla finestra).
Si tratta insomma di un altro film che ci fa capire come ormai sia diffusa l'aspirazione a chiudersi verso il mondo e la realtà, a guardare verso il passato o almeno al suo simulacro, ai rimasugli rimasti, con il desiderio/illusione un po' precario di avere a che fare solo con persone "positive", delicate, simpatiche, semplici, divertenti e "buone", aperte ai piaceri della vita.
Si tratta di un modo di vedere/rappresentare idealmente il mondo che ha avuto la sua consacrazione con il Ciclone di Pieraccioni e che si è ormai stabilizzato come forma mentale più diffusa fra gli Italiani di oggi che in genere hanno a che fare con la cultura. Nel film infatti abbiamo a che fare con un insegnante, un laureando, una giornalista, un musicista, un bulletto con mire artistiche; insomma tutte persone con una certa cultura. Negli anni '70 erano il ceto che mirava a rifondare la società, che non fuggiva il reale ma lo compenetrava in qualche maniera per "dominarlo". Guarda invece come si è ridotto oggi il ceto di cultura in Italia, che cerca in pratica di rifugiarsi in se stesso, nelle piccole cose, lasciando fuori il mondo e la realtà (sia quella vera che quella fittizia della televisione). E' qualcosa che coinvolge moltissime persone (mi ci metto anch'io in questa categoria) ed è così, forse non ci si può fare niente.
Allora non resta che consolarsi con l'arte spicciola e semplice, con la solidarietà e il fuoco dell'amicizia ristretta e scelta. Forse non rimane altro.

branca73  @  03/05/2010 14:05:02
   7 / 10
Onesto, che dire. Road movie nostrano ben riuscito.
Non ci sono grandi pretese e i temi, introspezione-viaggio-ricerca della felifictà, possono sembrare banali ma quando vengono trattati con delicatezza danno sfumature intense.
Allegro ma non volgare. Difficilmente decodificabile da chi non conosce la vita del sud e la mentalità dei posti narrati.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

17 anni (e come uscirne vivi)
 NEW
2night
 NEW
47 metri7 minuti dopo mezzanotte
 T
a casa nostra (2017)acqua di marzoadorabile nemica
 NEW
alamar
 R T
alcolistaaldabra: c'era una volta un'isola
 HOT
alien: covenant
 T
altin in citta'
 NEW
annabelle 2assalto al cielobaby bossbolshoi babylonboston - caccia all'uomoclasse zcodice unlocked
 NEW
cuori purie se mi comprassi una sedia?east endellefamiglia all'improvviso - istruzioni non incluse
 T
fast and furious 8
 NEW
fortunataghost in the shell (2017)gold - la grande truffa
 T
guardiani della galassia vol. 2i called him morgani peggiorii puffi: viaggio nella foresta segretail giardino degli artisti: l'impressionismo americanoil mondo di mezzoil permesso - 48 ore fuoriil segreto (2016)il viaggio (2017)
 NEW
indizi di felicita'insospettabili sospetti
 T
king arthur - il potere della spadala cura dal benessere
 T
la guerra dei cafonila meccanica delle ombrela mia famiglia a soqquadrola notte che mia madre ammazzo' mio padrela notte non fa piu' paurala parrucchierala ragazza dei miei sognila tartaruga rossala tenerezzala vendetta di un uomo tranquillola verita', vi spiego, sull'amorel'accabadoral'altro volto della speranzal'amore criminalelasciami per semprelasciati andarele cose che verrannole donne e il desideriole verita'l'eccezione alla regolaliberelibere, disobbedienti, innamoratelife - non oltrepassare il limitel'uomo che non cambio' la storiamal di pietremaradonapolimexico! un cinema alla riscossa
 NEW
milano in the cage - the moviemiss sloanemma love never diesmoglie e maritomonster trucksmothers (2017)my italymystic game
 NEW
noi eravamonon e' un paese per giovaniorecchieovunque tu saraiper un figliopersonal shopperpiani parallelipiccoli crimini coniugali
 NEW
pirati dei caraibi: la vendetta di salazarplanetariumpower rangersqualcosa di tropporichard - missione africaritratto di famiglia con tempestasasha e il polo nordscappa - get outsicilian ghost storysole cuore amoresong to songsulla via latteatanna
 T
the circlethe dinnerthe most beautiful day - il giorno piu' bellothe rolling stones ole', ole', ole'! - viaggio in america latinathe space between (2017)the startupthis beautiful fantastictutti a casa - inside movimento 5 stelletutto quello che vuoiun altro meuna gita a romauna settimana e un giornounderworld - blood warsvictoriavirgin mountainwhitney (2017)wilson (2017)

955762 commenti su 37268 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net