47 metri: uncaged regia di Johannes Roberts Gran Bretagna 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

47 metri: uncaged (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 47 METRI: UNCAGED

Titolo Originale: 47 METERS DOWN: UNCAGED

RegiaJohannes Roberts

InterpretiJohn Corbett, Nia Long, Sistine Rose Stallone, Brec Bassinger, Sophie NÚlisse

Durata: h 1.30
NazionalitàGran Bretagna 2019
Generehorror
Al cinema nell'Agosto 2019

•  Altri film di Johannes Roberts

Trama del film 47 metri: uncaged

La storia di quattro ragazze in vacanza in Messico che s'immergono per andare a esplorare una cittÓ Maya sommersa situata in delle grotte sottomarine, finendo con lo scoprire che quelle cavitÓ labirintiche sono popolate da squali letalissimi e affamatissimi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,32 / 10 (11 voti)4,32Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 47 metri: uncaged, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Alpagueur  @  22/11/2020 14:12:50
   3½ / 10
Questo film, diretto da Johannes Roberts, più che un sequel di "47 metri" del 2017 (dello stesso regista), è praticamente la trasposizione di "The descent" del 2005 (di Neil Marshall), dalle grotte al mare e con 2 ragazze in meno (da 6 a 4), in compenso la leader del gruppo è sempre di etnia asiatica (li Juno qui Alexa), e una di loro cerca di riprendersi da una situazione pregressa di sofferenza psicologica (li Sarah qui Mia). Tutte rigorosamente sui 19-20 anni, carine, tutte decisamente incoscienti e spericolate tranne la protagonista (più timida e razionale)...insomma, un clichè già noto e ampiamente sfruttato anche dal film precedente. E così come in "Discesa nelle tenebre" anche qui il simpatico gruppo parte un giorno a bordo di un fuoristrada per recarsi all'imbocco di un complesso di grotte (nelle montagne Catskill, nello Stato di New York nell'altro, qui in una città sommersa dei Maya, al largo dello Yucatan, nel Golfo del Messico). Le due sorelle di "47 metri" (qui sorellastre, Mia e Sasha) ci sono sempre, si aggiungono Nicole e appunto Alexa. E anche qui si parte con l'idea di fare visita (tanto per cambiare) al grande squalo bianco, ma a differenza di "47 metri" qui il gruppo opterà poi per una più 'interessante' visita alla città sommersa, approfittando del posto ancora semisconosciuto e delle attrezzature subacquee lasciate incustodite dal padre di Mia e Sasha e dal suo assistente Ben, su una zattera galleggiante in mezzo ad un piccolo specchio d'acqua circondato da strapiombi proprio all'imbocco delle grotte subacquee. Così come in "The descent" la strettoia inizia improvvisamente a franare e...le nostre aspiranti speleologhe si ritroveranno a dover proseguire giocoforza senza avere la minima idea di dove stiano andando, con l'ossigeno che inizia a diminuire e con due 'strani' squali bianchi che, essendo piuttosto grossi e sentendosi troppo soli, hanno deciso che era giunto finalmente il momento di farsi un pasto facile, per tirarsi anche un po' su il morale...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Mi è sembrato un film messo insieme in modo molto trascurato, con molti dialoghi inutili e relazioni interpersonali che sono l'opposto del genuino. L'intera premessa è un po' inverosimile e sciocca se devo essere onesto. Gli attacchi sono stati piuttosto divertenti proprio a causa delle immense dimensioni degli squali (praticamente dei cuccioli di megalodonte) che stavano dando loro la caccia. Solo intorno a un quarto d'ora dalla fine sono riuscito finalmente a intravedere 'qualcosa' di uno squalo bianco vero (sagoma, conformazione della bocca...), in ripresa frontale e laterale, essendo in semplice fase di nuoto è sicuramente stato più facile per la CGI digitalizzarlo e offrirci uno squarcio un po' più realistico (nonostante il pesante 'invecchiamento' della pelle per ovvi motivi). Se riesci a spegnere il cervello per un po' e vuoi guardarti alcuni squali fatti al computer, potrebbe valerne la pena. Ma se vuoi davvero essere terrificato dal grande assassino bianco cercati "L'ultimo squalo" di Enzo G. Castellari e portati al minuto 53...oppure guardati qualche documentario della national geographic (es. Deep Blue). Alla fine credo che questo film abbia cercato di cavalcare anche la scoperta, nel 2018, nello Stato di Quintana in Messico, di importanti resti Maya, nella grotta sommersa più grande del mondo (lunga ben 347 chilometri). Ritrovamenti che, secondo gli archeologi dell'Istituto nazionale di antropologia e storia, risalgono a più di 10.000 anni fa e, per la maggior parte, sono in uno stato di conservazione sorprendente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  30/09/2020 14:10:57
   4 / 10
Se nel film precedente i "47 metri" indicavano la profondita' in cui si trovavano le ragazze in pericolo in questo secondo film cosa vogliono significare? Forse a dove puo' arrivare uno sbadiglio...
Dopo una prima mezz'ora di introduzione pensi che finalmente sotto il livello del mare le cose possano cambiare. Invece la pessima qualita' delle immagini non permette di seguire bene il tutto. Non si ha visibilita', non si capiscono le dimensioni di ogni stanza.
Non si puo' nemmeno sorvolare su alcune banalita'...
Meglio incontrare un vero squalo che questo film...

newalessiomarta  @  03/09/2020 13:34:25
   4½ / 10
Il primo non è piaciuto a molti, ma a me personalmente ha convinto. Questo però fa davvero vomitare. Le scene sott'acqua, che dovrebbero essere quelle curate meglio visto che si tratta di uno shark movie, sono bruttissime, buie e noiose. Gli effetti speciali sono a dir poco inguardabili.

Wilding  @  28/08/2020 14:10:37
   4½ / 10
Salverei solo i cinque minuti finali. Banale, peraltro visto e rivisto.

blaze  @  14/08/2020 03:05:02
   1 / 10
Se dal precedente 47 metri non si era rimasti delusi , anzi , questa specie di sequel non ha nulla che richiami ad una tensione seppur minima e neanche l'ombra di essa che dovrebbe essere condizione in un film del genere. Qui tutto comincia male e finisce peggio , trama insulsa con il solito squalo che dovrebbe terrorizzare solo che ogni volta che si vede apparire risulta peggio di quello del 75 di Spielberg che era più reale. Cast inesistente , atmosfere e pathos sotto zero tutto fa cilecca in quest'accozzaglia di tentata pellicola , vedo anche che si cerca di farlo passare sotto il genere horror quando non gli è nemmeno lontanamente vicino e se ne siete appassionati lasciate perdere.

Budojo Jocan  @  02/08/2020 10:55:40
   8 / 10
Film che cerca di variare la solita minestra di squalo buttando nel piatto qualche spezia appetitosa e ce la fa, accidempoli se ce la fa. Raggiunge pienamente lo scopo di alleggerire la mente dello spettatore e distoglierla dal pensiero del suo saldo bancario a due cifre. Avrei evitato quel finale assurdo anche per un film del genere, ma non è certo il film a cui guardare il pelo superfluo. Buon intrattenimento per palati grossi e grezzi come il mio.

Pedro65  @  28/07/2020 18:30:39
   2 / 10
Un brutto film, si dimenticherà facilmente

john doe83  @  28/07/2020 13:25:48
   4 / 10
Film per teenager (come le sue protagoniste), gli effetti speciali sono mediocri e la violenza praticamente assente. Si salvano solo le ambientazioni.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  27/07/2020 16:20:27
   4½ / 10
Non ci siamo. Film di intrattenimento che però ha troppi cali di tensione per il genere.
Protagoniste poco empatiche.
Realizzazione degli squali scarsa.

Noodles71  @  27/07/2020 10:25:20
   6 / 10
Dopo il buon successo di "47 Metri" era inevitabile un sequel sempre diretto da Johannes Roberts con un cast tutto nuovo composto principalmente da teenagers. Quattro ragazze hanno la cattiva idea di esplorare delle grotte sottomarine sito di un'antica civiltà Maya utilizzando le attrezzature del padre/patrigno di due di loro scoprendo a loro spese che ci vivono degli squali mutati intrappolati nel dedalo di cunicoli e corridoi. Leggermente inferiore al predecessore mantiene tuttavia quel senso claustrofobico di terrore e paura arricchito dagli attacchi improvvisi degli squali che risultano sufficentemente ben realizzati in computer grafica anche se non perfetti. Le pellicole dedicate ai temibili predatori marini hanno sempre un loro fascino particolare e aldilà di film inguardabili questo raggiunge per chi ama il genere una sufficenza piena.

topsecret  @  26/07/2020 17:32:51
   5½ / 10
L'espressione "muto come un pesce" deve essere eliminata o, quantomeno, rivista, dato che proprio il "verso" di un pesce è la causa scatenante della storia di questo sequel. Un sequel, a mio modo di vedere, poco ficcante dal punto di vista della tensione che appare telefonata e statica. Come nel primo film, anche qui non mancano le incongruenze e i no-sense di alcune dinamiche che, talvolta, rendono la visione un po' svogliata, non riuscendo a conciliare bene la tensione con la logica di una sceneggiatura, a mio avviso, un po' superficiale. Bene invece l'ambientazione e la regia, nonostante un finale alla continua ricerca del colpo a effetto che invece produce solo un po' d'imbarazzo nello spettatore. La realizzazione degli squali appare un tantino squal(l)ida...ma va beh.
Ho preferito il primo, ma anche questo intrattiene senza grossi sforzi.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010886 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net