brivido nella notte regia di Clint Eastwood USA 1971
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

brivido nella notte (1971)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BRIVIDO NELLA NOTTE

Titolo Originale: PLAY MISTY FOR ME

RegiaClint Eastwood

InterpretiClint Eastwood, Jessica Walters, Donna Mills, John Larch, Jack Ging

Durata: h 1.38
NazionalitàUSA 1971
Generethriller
Al cinema nel Gennaio 1983

•  Altri film di Clint Eastwood

Trama del film Brivido nella notte

Dave Garner, conduttore di un programma musicale notturno per una radio privata, viene corteggiato da Evelyn, una fan appassionata. La donna non si accontenta di un'avventura passeggera (Dave ha una fidanzata, Tobie) e ben presto la sua passione diventa un'arma a doppio taglio, pericolosissima per il nostro eroe. Messo con le spalle al muro, Dave Ŕ costretto infine a ricorrere a estremi rimedi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (29 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Brivido nella notte, 29 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DankoCardi  @  24/02/2019 16:57:41
   5 / 10
L'esordio alla regia di Eastwood non è certo dei migliori. Probabilmente un passo falso già scegliere di cimentarsi con un genere (il thriller) che non è il suo. Il risultato è un film privo di suspance, con una regia statica ed un finale che anzichè i brividi ci provoca qualche sbadiglio. E poi il super-duro Clint Eastwood qui nel ruolo della vittima è davvero fuoriparte. Consigliato solo se siete proprio fan sfegatati del Texano dagli occhi di ghiaccio, altrimenti c'è di molto meglio.

Filman  @  07/01/2019 17:54:54
   5 / 10
Gli inizi da regista di Clint Eastwood sono caratterizzati da pochi fattori, che sotto il peso dell'esperienza verranno limati diventando chiodi fissi o spariranno. In PLAY MISTY FOR ME non passano inosservate un'ispirazione europea nel genere thriller a basso budget, una passione per la musica popolare di tradizione americana e soprattutto una tendenza al naturalismo, anche se il regista appare troppo acerbo per poter comunicare qualcosa con la semplice ricerca paesaggistica o è semplicemente inconsapevole di tale possibilità. Una sceneggiatura carente di brillantezza nelle sue poche idee, non entusiasmanti in partenza, domina questo esordio.

dagon  @  13/09/2018 23:49:19
   6½ / 10
Esordio registico di Clint, è un discreto thriller, con buone performance attoriali.

Goldust  @  30/09/2017 11:58:50
   6 / 10
Una certa asciuttezza nel tono ( oltre alla passione per il jazz ) fa già capolino in questo primo lavoro da regista del grande Clint, che costruisce anche alcune sequenze ricche di tensione. Altre sue scelte registiche sono però banali, per non parlare dell'intermezzo amoroso sulla spiaggia banalmente sottolineato da musiche languide. Il cineasta acerbo comunque si farà, per fortuna. Simpatici i duetti al bar con il collega Don Siegel.

7219415  @  28/07/2016 11:30:53
   7 / 10
Buon debuto di Clint.

DogDayAfternoon  @  20/06/2016 13:13:04
   6½ / 10
Discreto esordio di Clint Eastwood alla regia, regista che controcorrentemente non sono mai riuscito ad apprezzare.

La trama è originale, anche se la sceneggiatura non è sempre credibile, e questo forse è il vero handicap del film. Buone le interpretazioni, e molto suggestive le immagini di apertura con una gran bella colonna sonora.

Lo preferisco di gran lunga alla maggior parte dei suoi lavori successivi, anche se rimango sempre dell'idea che Clint Eastwood sia un regista abbastanza sopravvalutato.

Nota finale di elogio al bel titolo originale, inspiegabilmente tradotto con un banale "Brivido nella notte": "Suona Misty per me" stava benissimo anche in italiano.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/06/2016 13.14.51
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  18/04/2015 19:19:11
   6½ / 10
Esordio alla regia di Clint Eastwood con un discreto thriller, fluido da seguire, con qualche forzatura di troppo.

ferzbox  @  04/03/2015 21:46:56
   7 / 10
Interessante esordio quello di Clint Eastwood; con questo Thriller particolare già dimostrava di avere un certo amore per l'arte in celluloide,considerando che la sceneggiatura si dimostrava meno banale di quanto potesse sembrare.
Protagonista un conduttore radiofonico serale che si ritrova ad essere corteggiato da una sua ammiratrice; nulla di strano,cose che capitano,ma il senso di possessione femminile è una delle cose più terrificanti di questo mondo(per certi versi anche peggiore di quello maschile),quindi figuratevi se a esternarlo è una donna con le rotelle non del tutto a posto......brrrr.....ancora brrrrr......

No,per essere originale è originale; forse soffre un tantino degli anni che si porta dietro,però il film offre una storia di vita quotidiana che si trasforma lentamente in un incubo terribile senza troppe esagerazioni o elementi surreali(o pochi)....
Certamente Eastwood ha poi dimostrato di saper far meglio(grazie anche all'esperienza e al maggior numero di soldi a disposizione),ma si tratta di un punto d'inizio rilevante secondo me.....
Regia abbastanza discreta,ritmo accettabile e non troppo lento(nonostante fosse solo l'inizio degli anni 70),fotografia buona......insomma un filmetto che non fa gridare al miracolo ma che sa cosa offrire allo spettatore...
Carino dai...

Spotify  @  10/04/2014 15:54:45
   7 / 10
Buon esordio alla regia di Eastwood, il quale sforna un thriller davvero ben fatto. Ci sono tutti gli elementi per un buon film di suspance: c'è una tensione davvero alta, e in certe scene si salta dalla sedia, la trama è misteriosa ed intrigante, c'è un po' di violenza e una colonna sonora adatta. C'è naturalmente anche qualche difetto: la sceneggiatura è deboluccia e a volte diventa troppo ripetitiva; Eastwood fa nel complesso una buona interpretazione, ma se si vanno a vedere le singole scene, lui ha quasi sempre la stessa espressione stampata sulla faccia, sia in situazioni più drammatiche, sia in situazioni più normali. Infine il finale mi è sembrato un po' frettoloso ma comunque carino. Il cast nell'insieme è buono, in cui spicca Jessica Walters che fa una grandissima parte. La regia è abbastanza buona. Poi la pellicola ha davvero un ottimo ritmo e si lascia seguire con attenzione senza mai annoiare e man mano che procede, diventa sempre più appassionante. Una cosa davvero bella del film è la scenografia, davvero splendida e adattissima per una storia del genere. I dialoghi invece sono un po' banalotti (altro errore di sceneggiatura).

Alla fine è senza dubbio un buon esordio alla regia del bravo Clint Eastwood.

outsider  @  15/02/2013 09:24:47
   6½ / 10
Esordio registico per il nostro bene amato clint

Attrici brave con tempi carwtteristici delle recitazioni anni 60 e 70

Tutto imperniato sulla personalita' della donna, certo trascura il lato morale iniziale, il cattivo comportamento del personaggio di eastwood.
Vale comunque la visione. Fa venir voglia di vedere quel punto degli usa

DarkRareMirko  @  12/12/2012 09:36:51
   7½ / 10
Buon esordio per il mostro sacro Eastwood, che tocca temi profondi e delicati; in effetti non è bello quando una donna perseguita qualcuno (seppur nell'opera non è che si veda poi troppo; ecco, sotto questo aspetto a mio avviso il regista doveva osare di più, mostrando appunto sino a dove una donna malata può arrivare a distruggere la vita di un'altra persona).

Buoni attori, buon senso del ritmo e della regia, script fatto bene (dal quale poi Lyne si ispirerà per girare il discreto e famoso Attrazione fatale; quest'ultimo si che invece pigierà sull'acceleratore dell'estremo, vedasi a tal fine l'animale bollito).

Anche il realismo è a buoni livelli ed il tutto pare credibile (seppur magari il personaggio di Clint non è che scleri poi tanto, restando il più delle volte calmo; per quanto mi riguarda, non so se avrei fatto lo stesso...)

Insomma, chi ben comincia è a metà dell'opera e il grande Clint, più di 40 anni fa, già sapeva bene come fare cinema d'autore.

Generation Lost  @  17/09/2012 00:58:09
   8 / 10
Il primo lungometraggio che vede Clint Eastwood dietro la macchina da presa racconta quello che al giorno d'oggi i media chiamerebbero un caso di stalking. Siamo nel 1971, il femminismo è oramai qualcosa più che un semplice grido dalla folla, e un regista sensibile come lui avverte la cosa, proponendoci un ribaltamento di ruoli: la donna da preda diventa predatrice, non più soggiogata dalla forza maschile, ma soprattutto anch'essa potente eroticamente, senza paura di usare il sesso e il ricatto come arma.La pellicola procede per tutta la sua durata sul sottile filo che separa la passione dall'ossessione, viste come due facce della stessa medaglia. Il bene è da una parte rappresentato da Tobie, fidanzata di Dave – ritratta sempre in scene diurne, tra il verde e la purezza della natura – mentre Evelyn, il lato malato dell'amore, si situa quasi esclusivamente in ambientazioni notturne o chiuse, quasi claustrofobiche.Dal punto di vista formale il film non presenta alcuna nota degna di citazione: Eastwood è un novizio ed è evidente come l'uso della macchina da presa sia ancora piuttosto rozzo ed elementare. Anche il montaggio è eccepibile, soprattutto nelle scene di lotta che presentano movimenti fin troppo agitati. Le scelte musicali, al contrario, sono solo l'aperitivo di quella che sarà una carriera costellata da grandi momenti melodici applicati al cinema.Brivido nella notte scorre abbastanza linearmente nella sua interezza, mantenendo sempre un costante livello di suspense. Non convince però del tutto la figura di Evelyn, il cui disagio psicologico è analizzato in maniera piuttosto approssimativa, lasciando più spazio alle azioni criminose che ai momenti di intimità e malattia.Ottime invece le sequenze riguardanti il festival jazz di Monterrey ma sopratutto le riprese aeree di Camden che risentono molto dello stile di Siegel (vedasi dirty harry)

76eric  @  30/12/2011 18:42:53
   8 / 10
Prima regia per Eastwood per un film decisamente interessante e che col passare del tempo diverrÓ sempre pi¨ come una sorta di eccezione rispetto ai personaggi del suo vastissimo Curriculum.
Meno conosciuto e soprattutto sconcio rispetto all' "Attrazione fatale" con Michael Douglas e Glenn Close, riesce, secondo il mio punto di vista ad utilizzare meglio le atmosfere tipiche del genere thriller. Merito soprattutto dell' ambientazione periferica poco contaminata ( rispetto alla solita NY del film di Lyne) da calma piatta, dove tutti conoscono tutti e dove Ŕ impossibile che succeda qualcosa. E poi lo spaccato d' immagini della West Coast fuori zona Frisco Ŕ veramente una gioia per gli occhi...
La grezza fotografia early '70 riesce ad esaltare le scene pi¨ ansiogene ad illuminazione soffusa, e la Walters per mimica ed interpretazione inquieta non poco. Da giallo all' italiana.......
Clint? Anche se suadente voce radiofonica, le espressioni sono pur sempre quelle. Cameo per il grande Don Siegel.

Un magnifico esordio per un film da vedere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/12/2011 19.54.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  03/12/2010 23:43:41
   6½ / 10
Buon esordio alla regia di Clint Eastwood. Thriller abbastanza prevedibile ma di solida fattura.
Molto brava Jessica Walters.
Consigliato agli appassionati del regista.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  30/07/2010 12:44:17
   7 / 10
Esordio alla regia di Eastwood, che si ritaglia anche la parte del protagonista in un ruolo a lui atipico. Un thriller teso e ben girato. A tratti prevedibile, ma l'interpretazione della psicolabile Walters, veramente brava, vale la visione.
Buono in sostanza, ma il Clint in futuro farà di molto meglio (e peggio).

Cardablasco  @  30/07/2010 10:47:39
   7½ / 10
Gran bel film, mi è davvero piaciuto molto,bravissima l'attrice che fa la pazza,veramente credibile,una storia che mi ha preso,poi in alcune scene cp'era una tensione incredibile,bello anche il finale.

Marga80  @  04/05/2010 19:22:17
   4½ / 10
Un Clint Eastwood agli inizi un po' stiracchiati e poco convincenti. Il protagonista pare un antenato di Ridge Forrester di Beautiful, incapace di resistere al fascino femminile e proprio a causa di questo suo difettuccio vive la disavventura del film. Il finale è obbrobrioso, prevedibile e assai frettoloso.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  10/03/2010 13:18:03
   6 / 10
Diciamo che è sufficiente, ma nulla di più.
Un thriller di Eastwood che lascia un pò a desiderare comunque, in alcuni tratti e quasi noioso, e la parte iniziale del film e appena sufficiente.
Il film arriva alla sufficienza grazie alle buonissime interpretazioni degli attori (Jessica Walter su di tutti), e grazie a qualche scena di azione che risolleva un pò il film, il finale poteva dare un risvolto anche più alto al film (la parte che mi è piaciuta di più) solo che è stato un pò troppo sbrigativo
Insomma, come esordio alla regia di Clint la sufficienza ci sta.

mainoz  @  05/12/2009 14:41:05
   6 / 10
Passabile se nn si ha nient'altro da fare..banalotto e finale molto sbrigativo

Delfina  @  25/08/2009 16:53:05
   5 / 10
Purtroppo, questo film sembra più un telefilm e neppure dei migliori. Trama schematica e fumettistica, personaggi poco approfonditi e troppe lungaggini con scene da film sentimentale di serie b, lo condannano a un giudizio negativo, che potrebbe essere perfino più severo se non fosse per qualche istante indovinato, nel ritratto della trasmissione radiofonica notturna condotta da Eastwood.

Solo per gli amanti di Clint e delle rievocazioni Seventies.

WildHorse  @  24/08/2009 03:26:13
   3 / 10
Per carità, saranno belli gli altri, anzi, lo sono senz'altro.... ma questo primo film di Eastwood è veramente un filmetto! Ok che erano gli anni 70, però sto film fa proprio addormentare! E' RIDICOLO! E la recitazione degli attori è pure pessima.

sandrone65  @  27/04/2009 07:42:50
   7½ / 10
Un thriller dalla struttura semplice e lineare ma efficace, incentrato sulla psicologia maschile. Bell'esordio registico del bravissimo Eastwood.
Peccato che film di questo genere siano sempre più rari.

vitocortesi  @  30/11/2007 23:43:40
   7½ / 10
Un thriller da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  27/08/2007 21:29:42
   7½ / 10
Ottimo esordio alla regia per Clint Eastwood alle prese con un personaggio antitetico tra quelli da lui interpretati fino ad allora (i film con Leone e Don Siegel), quasi a demistificare tutto quello appena fatto. Un thriller ben costruito dove al centro dell'azione c'è un uomo perseguitato da una propria fans. L'avventura facile che si trasforma in persecuzione ossessiva da parte di una donna malata, specchio della sua cattiva coscienza. Bravissima Jessica Walters. Film pressochè plagiato nel decennio successivo da Attrazione fatale di Lyne.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  07/07/2007 18:04:13
   7½ / 10
Primo film da regista per Clint Eastwood, a tratti ingenuo , ma davvero molto promettente.
L'attore regista si ritaglia un ruolo abbastanza insolito, ma la costruzione del film è sostanzialmente perfetta.
La distribuzione italiana lo intitolò brivido nella notte, ma il titolo originale è "Play Misty for me". L'amico di Eastwood, il grande regista Don Siegel, che lo diresse 5 volte in quegli anni e che è il suo padre cinematografico, compare nel ruolo di barista.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  17/12/2006 18:15:28
   6½ / 10
merita mezzo voto in piu per il fatto che è il debutto di un regista che si vede gia da qui ha della stoffa da vendere...
niente di nuovo e anche come storia non mi sembra molto originale ma non manca la tensione e i protagonisti sono bravi...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR frine  @  08/12/2006 02:36:18
   7 / 10
In parte sacrificato da una fotografia modesta, "Brivido nella notte" resta comunque un thriller originale e coerente.
Il DJ David è innamorato di una ragazza seria e affidabile, Tobie: questa però non è sicura dei propri sentimenti, anche a causa delle numerose scappatelle del fidanzato.
Una notte, in un bar, David incontra una sua fan radiofonica, Evelyn, che gli offre una notte d'amore "senza complicazioni". In realtà Evelyn è a caccia del "folle amore" e inizia a perseguitare David con attenzioni non richieste, talvolta esasperanti, ma in qualche modo gratificanti per l'uomo, insicuro e confuso.
Per Evelyn, David manda a monte perfino un appuntamento con Tobie. Ma quando, infine, si riconcilia con quest'ultima e comprende che è lei la donna giusta, Evelyn si rivela un problema gravissimo. Si tratta, infatti, di una psicopatica pericolosa, capace perfino di uccidere.
Credibile la psicologia di David, che "vede il meglio ed al peggior si appiglia". Avvezzo a lavorare di notte, in condizioni quasi alienanti, l'uomo chiede solo di essere amato. Sbaglia, e si dà il caso che il suo sia un errore tragico. Ma potrebbe accadere a tutti. Più evanescenti le due figure femminili: la stessa Evelyn non ha in realtà una psicologia propria, ma è piuttosto una proiezione delle insicurezze di David, una sorta di sogno destinato a trasformarsi in incubo.
Recitato così così (Eastwood è statico), "Brivido nella notte" batte comunque a redini basse l'irritante remake di Adrian Lyne, lo strombazzato "Attrazione fatale".

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  19/10/2006 21:04:36
   7 / 10
"Brvido nella notte" è un thriller emozionante, e probabilmente il suo limite, se così si puo' chiamare, è che Eastwood si ritaglia un ruolo per lui insolito forse per allontanarsi dai clichè di duro imposti dall'ottimo Don Siegel nei film precedenti.
Un film di buona fattura, che ha involontariamente ispirato il piu' celebre e stereotipato "attrazione fatale" di Lyne: i toni sono piu' sommessi, c'è meno enfasi, ma anche maggior suspense ed emozione rispetto al famoso film degli anni ottanta

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/12/2006 02.06.07
Visualizza / Rispondi al commento
WildBill  @  30/08/2006 23:58:38
   6 / 10
Un clint minore, cmq da vedere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/12/2006 00.36.45
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a spasso con willya un metro da tea.n.i.m.a.after (2019)alexander mcqueen - il genio della moda
 NEW
alive in franceancora un giornoasterix e il segreto della pozione magicaattacco a mumbai - una vera storia di coraggio
 NEW
attenti a quelle dueavengers: endgame
 NEW
banglabe kind - un viaggio gentile all'interno della diversita'beautiful thingsbene ma non benissimobentornato presidentebook club - tutto puo' succedereborder: creature di confineboy erased - vite cancellatebutterfly (2019)cafarnaocaptain marvelcaptive stateche fare quando il mondo e' in fiamme?cocaine - la vera storia di white boy rickcyrano, mon amourdafnedagli occhi dell'amoredetective per casodiabolik sono iodilili a parigidolceroma
 NEW
dolor y gloriadumbo (2019)ed e' subito serafratelli nemici - close enemiesgauguin a tahiti. il paradiso perdutogloria bellgo home - a casa lorogordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)highwaymen - l'ultima imboscatai figli del fiume gialloi fratelli sistersi villeggiantiil campione (2019)il carillonil coraggio della verita (2018)il corpo della sposail grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil professore e il pazzoil ragazzo che diventera' reil vegetarianoil venerabile w.il viaggio di yaoinstant familyjohn mcenroe - l'impero della perfezione
 NEW
john wick 3 - parabellumkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala conseguenzala fuga - girl in flightla llorona: le lacrime del malela mia seconda voltala notte e' piccola per noi - director's cutla promessa dell'albal'alfabeto di peter greenawayle grand balle invisibilil'educazione di reyl'eroelikemebacklo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervello
 NEW
mo' vi mento - lira di achillemomenti di trascurabile felicita'my hero academia the movie: the two heroesnessun uomo e' un'isolanoinon ci resta che riderenon sono un assassinonon sposate le mie figlie 2normaloro verde - c'era una volta in colombiapet sematarypeterloopokemon detective pikachu
 NEW
quando eravamo fratelliquello che i social non dicono - the cleanersrabidrapiscimired joanricordi?sara e marti - il filmsarah & saleem - la' dove nulla e' possibilescappo a casasharon tate: tra incubo e realta'shazam!sofiasolo cose bellestanlio e ollioted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)the prodigy - il figlio del maletorna a casa, jimi!triple frontiertutte le mie nottitutti pazzi a tel avivtutto liscioun viaggio a quattro zampeun viaggio indimenticabileuna giusta causaun'altra vita - mug
 NEW
unfriended: dark webwonder park

987968 commenti su 41320 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net