frank regia di Lenny Abrahamson Gran Bretagna 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

frank (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film FRANK

Titolo Originale: FRANK

RegiaLenny Abrahamson

InterpretiMichael Fassbender, Domhnall Gleeson, Maggie Gyllenhaal

Durata: h 1.35
NazionalitàGran Bretagna 2013
Generecommedia drammatica
Al cinema nel Novembre 2014

•  Altri film di Lenny Abrahamson

Trama del film Frank

Jon è un giovane aspirante musicista che fatica a sfondare e a trovare una sua voce. Ma le cose cambiano quando si unisce ai Soronprfbs, una band d’avanguardia dal nome impronunciabile e dai modi alquanto inusuali. Il leader del gruppo, il misterioso Frank, è un artista di grande talento, un vero genio della musica. Ha solo un vezzo, che lo rende ancora più indecifrabile: indossa costantemente una gigantesca maschera di cartapesta.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,03 / 10 (20 voti)7,03Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Frank, 20 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

wicker  @  05/11/2018 19:38:34
   6 / 10
film sicuramente particolare, ma che a me non è piaciuto granchè , forse perchè troppo lento e introspettivo .. Bene comunque soprattutto la Gyllenhall e Gleeson

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  26/07/2017 18:57:29
   6 / 10
In Frank non c'è nulla che non quadri, ma forse sono io che apprezzo sempre meno il fatto che il cinema sia un mezzo che esplicita troppo direttamente e frettolosamente il suo messaggio. Non penso dunque, come alcuni, che questo decennio di cinema sia stato povero esteticamente e concettualmente, ma che il cinema sia ormai un medium antiquato per raccontare storie.
La storia di Frank è dunque una bella storia, scritta bene. C'è il canonico tema sguardo vs. orecchio, c'è quella tipica confusione da jam session finita un po' a caso che domina il récit e l'armonia tra personaggio, c'è una violenza dissonante cucita da una colonna sonora veramente maestosa, e c'è un personaggio ambiguo che non ho ancora capito se mi sia piaciuto o meno: Jon.
E' possibile che Jon non si accorga del dolore patologico del suo amico Frank? E' possibile che Jon non si renda conto di essere finito in una gabbia di matti?
Se dunque la prima parte del film è un capolavoro di scrittura (per la sua scorrevolezza), ma non va a parare da nessuna parte (a che serve un'ora di girato in una casa dove succedono cose da musicisti?), la seconda parte è ben chiara e intensa nel suo messaggio (bellissima la scena a casa di Frank e il dialogo coi genitori), ma piuttosto prevedibile e didattica. Manca il legame tra le due parti.

ZanoDenis  @  30/05/2017 14:11:01
   7½ / 10
Una bella sorpresa questa commedia drammaticissima.
Nulla di così originale, ma estremamente efficace nel descrivere la psiche dei personaggi, tutti così fragili, impauriti e al limite della psicosi, ma allo stesso tempo tutti grandi musicisti di talento. Chi odia lo stereotipo del "pazzo quindi genio" magari storcerà il naso, ma questo film non marcia solo su quello, la messa in scena e l'accuratissima caratterizzazione dei personaggi riesce a coinvolgere, anche stravolgere a volta, con diverse scene abbastanza forti emotivamente, il tutto visto dagli occhi di un quasi estraneo, un ragazzo "normale" ma con poco talento musicale, a differenza del resto della band.
Presente anche un dilemma artistico come quello che si crea tra la passione e lo svendersi per il successo, qui trattato anche abbastanza bene.
Il personaggio di Frank, grande mattatore del film, tragicomico, quasi pirandelliano, divertente all'inizio, triste a lungo andare, pieno di fascino e con una ambigua voglia di farsi amare da tutto.

Un bel film, molto sentito, intensissimo emotivamente ed estremamente triste, consigliatissimo.

maxwin  @  10/01/2017 16:49:49
   7 / 10
Un film anticonformista, contro le solite regole e dinamiche cinematografiche, a volte ironico a volte poetico e drammatico, ma devo dire bello! Disturbante ma bello, il senso è interpretativo, a me è arrivato questo messaggio "non puoi cambiare quanto è, anche se non conforme agli standard di vita normale, è quella la vera vita".

BlueBlaster  @  04/02/2016 02:00:30
   6½ / 10
Un film abbastanza strano sia per il tema trattato di rado che per il tipo di approccio in bilico tra la commedia ed il dramma.
Non saprei dire se mi sia davvero piaciuto o meno ma di sicuro lascia un pò il segno...Frank che non si toglie mai questa enorme e buffa maschera è davvero un personaggio ambiguo, geniale quanto malato di mente che è se stesso solo finchè certi equilibri non vengono spezzati.
Carina sta "caricatura" del difficile parto di un album...gioie e dolori, liti tra componenti della band, mancanza di fondi ecc..qui tutti portato quasi all'estremo.
E poi la difficoltà di farsi conoscere (cosa che viene sopperita grazie ai social network) e la necessità di svendere la propria arte per adattarsi ad un pubblico più commerciale.
Ci son dei momenti davvero triste ma altri in cui ho riso di gusto: le ceneri che in realtà sono vitamine, Frank che spiega le sue espressioni altrimenti impossibili da decifrare sotto la maschera, la scena in cui si fa la barba e poi usano il suo grido dolore come campionamento, la scena della doccia, Frank che finge di essere rilassato ecc...
Belle le canzoni (rimembranze di dark wave e post-punk), bene la regia del neo candidato a gli Oscar Lenny Abrahamson e bene il cast...se non leggete il cast (sia Gleeson che la Gyllenhaal, minchia come sta invecchiando di faccia) e non fate caso al doppiatore (specie se non lo vedete in inglese) potrebbe essere una sorpresa chi si cela sotto la maschera di Frank.
Bel finale poi....davvero!

albyhfintegrale  @  18/10/2015 13:12:03
   4 / 10
Non definirei questo film come commedia drammatica.
E' un film grottesco nonchè per lo più irrazionale.
Credo che debba piacere il genere per poter dare dei giudizi positivi.
Immagino che a qualcuno possa piacere molto o al contrario, come nel mio caso, per nulla. Dipende dai gusti.
Non contesto la bravura degli attori o la regia, a me non è piaciuta proprio la storia. Oltre che con insoddisfazione, mi ha proprio lasciato con una certa nausea.
Film, per quanto mi concerne, da dimenticare e sconsigliare.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  21/09/2015 22:56:23
   5 / 10
Posso definirlo particolare, ma questo lungometraggio non ha lasciato davvero nulla, a parte una lieve tristezza. Non giudicabile Michael Fassbender dietro la maschera, brava al solito la Gyllenhaal.

Rollo Tommasi  @  31/08/2015 22:50:51
   8 / 10
Frank è un puro, un sognatore emarginato, un ipersensibile e genuino mixatore di emozioni, troppo fragile e complessato per essere esposto al giudizio del prossimo, e per questo costretto ad indossare una maschera gigante che ne ingloba la testa da pupazzo, come a proteggere un delicato strato di pelle viva da impercettibili spigoli.
Il pupazzone si associa ad una sgangherata band di disadattati, "psicolabili" come lui, per costruire il proprio percorso spirituale (il virgolettato è d'obbligo, non sapendo tracciare la linea di confine tra sanità e pazzia).
L'epopea umana ed artistica della band è seguita in presa diretta dal tastierista John, che dalla propria prospettiva moderna, quella della condivisione "social", di Twitter e del compromesso conformistico, cerca di coinvolgere Frank in una nuova esperienza, in un progetto musicale più convenzionale, che si misura in indici di gradimento virali e non solo in vibrazioni emotive che restano interiori. Con risultati sconfortanti.
Magnifica colonna sonora, che raggiunge l'apice con "I love you all", una sorta di contrapposizione all'impersonale I Like che è la valuta corrente dei social network.
Si ride e si medita allo stesso tempo, in un flusso inarrestabile di idee.
Poderose le prove di Fassbender e Maggie Gyllenhaal, Acquasanta e Diavolo anaffettivo, che ormai sono pronti per l'incoronazione del Premio Oscar (e mi sorprende la loro assenza tra i Candidati del 2014).
Prodotto atipico, della parrocchia dello "strano ma bello", struggente e distonico come un arrangiamento musicale del genere Indie Rock. Non a caso, quello prescelto da Frank.
Da apprezzare perchè non ricerca a tutti i costi il dialogo ad effetto, come spesso si nota nei film "Indipendenti".

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/09/2015 10.39.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR pier91  @  04/08/2015 02:52:52
   8 / 10
Un Boo Radley della musica, con il corpo e la voce perfettamente declinati di Fassbender. "Decapitare" Frank è un po' come uccidere un "mockinbird". Frank ama tutti, da tutti vuole essere riamato, e al contempo ama il muro che da sé li divide."I love you all", "I love you wall".

Frank mi ha fatto pensare ad una matrioska. La cosa curiosa delle matrioske è che aprendole non si scopre nulla di nuovo, si passa solo da una dimensione all'altra. Si è però spinti a raggiungere l'ultima bambola, la più minuta, che per qualche ragione sembra anche la più vera. Mi è sempre parso un gioco piuttosto morboso. Nel film è il gioco fallimentare di Jon. Il povero Jon, un personaggio meno negativo di quanto appaia. Sapere quando uscire di scena forse è il talento dei mediocri; un talento che francamente ho avuto e spero di avere sempre.

Non proprio un film "likeable". Difficile, nel senso di doloroso, strano, nel senso di fastidiosamente sclerotico. Eppure decisamente bello.

6 risposte al commento
Ultima risposta 08/09/2015 20.35.27
Visualizza / Rispondi al commento
sottopressione  @  30/05/2015 11:23:50
   7½ / 10
Piaciuto molto. Non ai livelli di Little miss sunshine, ma davvero godibile. 7,5. Grande Fassbender
"I love you all"

eruyomè  @  27/04/2015 12:36:02
   7½ / 10
Molto interessante, originale, particolarissimo.

A tratti grottesco, a tratti ironico, a tratti drammatico, persino angosciante a volte.
Stranissimo film che non so bene come definire, ma mi ha decisamente convinto.

Il talento non si impara, e l'arte non è davvero cosa da tutti.
E' crudele, è brutto, è antipatico, ma è l'amara realtà, e forse alla fine anche il nostro simpatico protagonista se ne rende tristemente conto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  27/02/2015 11:16:02
   7½ / 10
Una storia di follia ed esaltazione alla musica. Il protagonista Jon è un tastierista che insegue il sogno di diventare un famoso cantautore; alcune vicende gli riservano non poche sorprese e si trova ad essere inspiegabilmente un membro di una band di folli con a capo questo Frank... sei membri rifugiati in una casa di legno immerso nel verde delle lande irlandesi, tutti con le proprie angosce da sfogare nella musica, solamente Jon sembra essere l'unico sano, che accetta di sacrificare la sua vita routinaria per vivere in questa famiglia di pazzi per comporre musica, e che esprime i propri pensieri tramite twitter.
Questo film, ispirata dalla vita di Chris Sievey e un po' da Daniel Johnston, sembra voler mettere al posto giusto ogni personaggio piano piano... se prima Frank è un enigmatico personaggio, nel finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Musica sperimentale e affascinante, momenti comici alternati ad altri tragici e situazioni surreali: così si presenta questo Frank, ben recitato da tutti gli attori e con una regia precisa. Sotto il testone si trova nientepopo di meno che... Michael Fassbender, che in questo film recita col corpo e la voce.

Ale-V-  @  30/12/2014 01:45:55
   8 / 10
Eccellente film che parte come una commediola leggera per poi sfociare nel serio e quasi nel drammatico. Ottimo il lavoro degli attori, cominciando dal protagonista Jon, che si accattiva subito la simpatia dello spettatore, e che, ben presto, inizia a "fare il tifo per lui" e per la sua carriera, arrivando fino all'enigmatico ma geniale Frank, passando per tutti i membri della Band, ognuno con un carattere forte e ben delineato nella storia.
Promosso a pieni voti.

topsecret  @  16/12/2014 16:41:32
   7½ / 10
Sposo in pieno il commento sotto il mio.
Un film interessante anche se non originale nelle tematiche affrontate, non quanto uno dei suoi protagonisti che si nasconde dietro una maschera perchè estraneo alla "normalità", capace però di emozionare senza essere retorico, assicurando una visione lineare e cadenzata, forse non accattivante per tutti ma comunque meritevole di considerazione.
Buono l'apporto del cast, apprezzabile la performance della Gyllenhaal, abile nel saper rendere partecipe il pubblico alle vicende dei personaggi e ben diretto, senza tatticismi, da Abrahamson che confeziona una storia moderna dal sapore amaro ma con una vena di speranza.
Consigliato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/12/2014 00:21:20
   7½ / 10
Le tematiche di Frank non sono affatto nuove e sono già state portate altre volte sullo schermo, cioè il processo creativo di una canzone, il talento e la mediocrità di un musicista, arrivare ad un pubblico vasto senza per questo commercializzarsi o scendere a compromessi. Frank in sostanza è tutto questo ma espresso in una forma affatto scontata dove i clichè di questo tipo di pellicole abbondano. Così attorno alla figura di Frank, talento geniale quanto sociopatico che riesce a scrivere canzoni con estrema facilità, si riuniscono una band musicale dove abbondano le paranoie e dove il mediocre musicista/protagonista Jon è come un corpo estraneo che destabilizza la creativa disarmonia del gruppo. Il sogno del successo e la paura dello stesso estremizzano i comportamenti di Frank, che mi sono sembrati vicini ad una figura storica come Syd Barrett, ed il finale alquanto amaro mostrano una certa inconciliabilità fra talento creativo e comunicarlo al pubblico. Non facile il ruolo di Fassbender ma la sua voce e la sua mimica rendono Frank un personaggio enigmatico quanto affascinanate e niente male l'attore che intepreta Jon, ambizioso quanto privo di talento musicale che misura il successo non dalla qualità di una canzone ma di quanto la canzone abbia effetto sul pubblico, che sia di pessima qualità o meno. Peccato che sia passato piuttosto inosservato questo film, avrebbe meritato più visibilità.

4 risposte al commento
Ultima risposta 17/12/2014 17.36.40
Visualizza / Rispondi al commento
TheLory  @  09/12/2014 22:50:07
   6½ / 10
Non un capolavoro ma interessante.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  05/12/2014 09:21:10
   7½ / 10
Avevo molto amato la leggerezza pesantemente drammatica di Garage e di conseguenza non si può non apprezzare il più maturo e ben definito Frank.

Come in Garage, anche qui abbiamo un protagonista problematico ma interessante.Lenny Abrahamson riesce anche stavolta a bilanciare le storie dei personaggi disperati di una band in un cocktail grottesco e affascinante all'inzio per perdersi in toni drammatica ma mai eccessivi nella seconda parte.

Frank è il racconto di cosa sia l'arte e da dove nasce la vera creatività, quella fine a se stessa che può essere fatta solo da persone che non hanno idea del concetto di futuro e che riescono a vivere il presente lasciandosi andare alle mille emozioni e disperazioni che la vita dà.

Il cast è da urlo e menzione speciale alla sempre bravissima e radiosa Maggie Gyllenhaal che interpreta magistralmente un personaggio di secondo piano ma che invece è la chiave di volta per capire in pieno il film.
Peccato che la sua carriera sia in fase discendente ma se questi sono i risultati ben vengano.

Gualty  @  23/11/2014 17:26:00
   8½ / 10
Cos'è l'arte? Una ricerca sorda al pubblico, un volo pindarico alla ricerca di sublimi vette accessibili a pochi eletti, alla sensibilità di rari geni? Se è piacevole è solo artigianato, deve farti sudare e fremere per poter essere degna?
La tentazione degli altri è sempre pronta a far cedere alle lusinghe della gloria, se non del mercato, essere riconosciuti ed amati, far percepire al mondo anche solo una briciola del proprio genio, cedere al compromesso del proprio tempo senza aspirare al dialogo con l'eterno, essere orecchiabili, palpabili, armonici.
Un film che disamina questo e non solo, il bisogno di essere unici, speciali, il bisogno di un gruppo che ti accetti e sostenga, la difficoltà dei rapporti umani, la crudeltà del riconoscere i propri limiti.
Diversi artisti convergono nel protagonista Frank, in primis Frank Sidebottom, alias Chris Sievey, la sua eccentricità e leggiadria, ma anche C. Beefheart e le sue sperimentazioni alienanti e mistiche, i Beatles nel loro rapporto problematico con Yoko. Emblema del genio che non ha bisogno di essere capito ma che in fondo aspira all'adorazione, non tutti possono essere Frank, e Frank non potrà essere compreso da tutti.
Meravigliose le musiche originali

TonyStark  @  20/11/2014 22:23:16
   7½ / 10
veramente un buon prodotto, con personaggi affascinanti e sopra le righe.
Buona sceneggiatura e bravi attori. Consigliato.

TheLegend  @  18/11/2014 20:08:47
   7 / 10
Film particolare e stralunato pieno di personaggi sopra le righe.
La storia probabilmente è abbastanza banale ma è bello il messaggio che cerca di trasmettere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private wara voce alta - la forza della parolaachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tideblackkklansmanbogside storybohemian rhapsodyboxe capitale
 NEW
calcutta - tutti in piedichesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camilleri
 NEW
conversazioni atomichecosa fai a capodanno?country for old men
 NEW
dinosaurs (2018)disobediencedog dayse' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bambolegirlgotti - un vero padrino americanoguarda in alto
 HOT
halloweenhell fest
 NEW
hepta. sette stadi d'amorehunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil bene mioil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummies
 NEW
il testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancorajust charlie - diventa chi seiklimt & schiele - eros e psichela banda grossila casa dei librila diseducazione di cameron postla donna dello scrittore
 NEW
la donna elettricala fuitina sbagliatala morte legalela prima pietrala profezia dell’armadillola scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regnilola + jeremy
 NEW
lontano da quilook away
 NEW
l'uomo che rubo' banksyl'uomo che uccise don chisciotte
 NEW
macchine mortalimalerbamandymenocchiomichelangelo - infinitomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimio figliomiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noi
 T
new york academy - freedancenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiazza vittoriopiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della lucericchi di fantasiaride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiasaremo giovani e bellissimise son rosesearchingseguimisei ancora qui - i still see yousembra mio figliosenza lasciare traccia (2018)separati ma non tropposick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulla mia pelle (2018)sulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe nun - la vocazione del malethe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatouch me nottre voltitroppa graziatutti in pieditutti lo sannoun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roi
 NEW
un piccolo favoreuna storia senza nomeuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981847 commenti su 40516 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net