paradiso amaro regia di Alexander Payne USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

paradiso amaro (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PARADISO AMARO

Titolo Originale: THE DESCENDANTS

RegiaAlexander Payne

InterpretiGeorge Clooney, Shailene Woodley, Judy Greer, Beau Bridges, Matthew Lillard, Robert Forster

Durata: h 1.55
NazionalitàUSA 2011
Generecommedia
Al cinema nel Febbraio 2012

•  Altri film di Alexander Payne

Trama del film Paradiso amaro

Le Hawaii non sono esattamente il paradiso in terra che tutti crediamo: almeno non lo sono pi¨ per uno dei suoi abitanti, Matt King. Sua moglie Elizabeth ha appena avuto un incidente che l'ha gettata in coma, e non si riprenderÓ pi¨. Non resta che staccare le macchine che la tengono ancora in vita. Da anni troppo concentrato sul suo lavoro, l'uomo si ritrova con due figlie che ormai non conosce pi¨, la pi¨ grande delle quali, Alexandra, Ŕ sulla via della ribellione pi¨ spinta. Il dolore di Matt per la tragedia subita si trasforma in frustrazione quando scopre che sua moglie aveva una relazione extraconiugale, e stava per chiedere il divorzio. Il marito tradito e disperato si lancia allora alla ricerca dell'amante della sua sfortunata consorteů

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,90 / 10 (89 voti)6,90Grafico
Migliore sceneggiatura non originale (Alexander Payne, Nat Faxon e Jim Rash)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Migliore sceneggiatura non originale (Alexander Payne, Nat Faxon e Jim Rash)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Paradiso amaro, 89 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Attila 2  @  26/04/2019 12:39:34
   6½ / 10
Non direi una "commedia" perche' la situazione di dover piangere una moglie che non si risvegliera' piu' dal coma dopo essere venuti a scoprire che ti stava tradendo e che stava per chiederti il divorzio,tra momenti di dolore e di rabbia per la scoperta con i relativi sensi di colpa e' decisamente drammatico.Direi appunto che ha dei momenti "comici" ma sembrano , piu' che altro dei comportamenti cinici e appunto quasi comici ma piu' che altro dovuti all'isterismo provocato dalla tristezza e dalla rabbia della situazione,come quando ....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER fa ridere,ma sembra dovuto piu' alla frustrazione del momento.Cosi' come quando la moglie dell'amante della donna ....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER o anche quando Clooney parla con l'amante di sua moglie e gli chiede....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER Questi dialoghi e situazioni inseriti nel contesto tragico del film , lo rendono piu' "leggero" e piu' "sopportabile" proprio perche' fanno ridere e allentano la tensione emotiva ,potrebbe essere stato fatto molto peggio,molto piu' triste e pesante.Invece ne viene fuori una malinconica accetazione anche da parte delle figlie che lo elevano rispetto ad altri film drammatici quaasi sofffocanti

StIwY  @  13/01/2019 17:08:26
   5 / 10
Tutta la drammaticità del film, gravita intorno alla questione del


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/01/2019 17.10.42
Visualizza / Rispondi al commento
Paolo70  @  26/08/2017 17:20:01
   7 / 10
Storia realistica e drammatica con spunti di riflessione. Ottima interpretazione di George Cloney. Buona la regia. Da vedere ma non adatto per i bambini.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohÓ  @  10/10/2016 00:24:20
   7½ / 10
Merita, anche solo per la colonna sonora. Purtroppo non era la voce di Iz, il mio tenero ciccione d'oro.
Chi non conoscesse la musica Hawaiana ha una buona occasione per farne caso di interesse. Si intona meravigliosamente con lo straordinario paesaggio, armonia su armonia.

La storia è ben recitata e la figlia è sorprendente. Buono Clooney e ottima la ragazzina.

gemellino86  @  09/06/2016 17:23:54
   7 / 10
Buon film ma in diversi punti procede un po' a rilento. Clooney ben calato nella parte ma la ragazzina mi ha davvero stupito. Dialoghi efficaci e intensi. Consigliato.

pak7  @  11/05/2015 11:45:50
   7 / 10
Alcune scelte registiche intaccano il valore finale di una pellicola che poteva essere sicuramente migliore: a volte si esagera con toni da commedia, a volte si fa il contrario. Nonostante questo è un buon film con una buona morale finale. Clooney ottimo interprete. Sette meno meno.

topsecret  @  03/09/2014 15:09:14
   6½ / 10
Avvocato benestante hawaiano si mette in giro per arrivare all'amante della moglie in coma e prossima alla dipartita per informarlo e dargli l'ultima occasione per dirle addio. Seguono conseguenze.
Sceneggiatura abbastanza originale, tanto da meritarsi l'oscar, ma piuttosto inverosimile, per quanto mi riguarda. Ma forse è questa l'arma vincente di PARADISO AMARO, un prodotto targato Alexander Payne, che tenta di mettere a nudo le frustrazioni e le conseguenti reazioni dell'animo umano nel momento di maggiore difficoltà, raccontando una storia in cui il pubblico possa rispecchiarsi nei personaggi ed avere le proprie idee e le proprie reazioni.
I personaggi sono descritti al meglio e il cast sembra ispirato nel farne risaltare gli aspetti caratteriali, tanto che si crea una sorta di empatia con il pubblico favorendone l'interesse e il coinvolgimento.
Il ritmo è abbastanza fluido, la regia è sobria e tutto sembra funzionare al meglio per offrire una visione valida e degna di apprezzamento.
Chi cerca risate e divertimento dovrà rivolgersi altrove.

DarkRareMirko  @  02/07/2014 00:32:05
   8½ / 10
Più che buono, soprattutto riguardo ad atmosfera e script, più o meno verosimile.

Lodevoli Clooney e ragazzi e stupisce la presenza di un Lillard poco sfruttato ma sempre buono.

Forse un pò troppo spiegato e calcolato a livello di trama (con tanto di voce over iniziale), colpisce con dialoghi e situazioni (anche se il personaggio dell'amico volgare delle ragazze, Syd mi smebra si chiami, pare un pò troppo studiato, seppur riuscito).

Ciò che più fa piacere è che Payne abbia uno stile proprio, personale, che evita gli stereotipi e si lascia seguire bene (mi piacque anche il suo ELECTION); ad esempio anche la stessa location Hawaiana viene ribaltata in quanto a credenze.

Stile dolce e romantico, anche se non mancano cinismi; 2 ore che non stancano, anzi.

david briar  @  20/01/2014 00:30:24
   7½ / 10
Payne è uno dei pochi registi americani che possa vantare di fare un cinema personale e allo stesso tempo fruibile per il grande pubblico,e questo film ne da un ulteriore conferma.

"Paradiso amaro" contiene i tipici personaggi in crisi di questo regista,difficili da non amare per quanto sono umani.Stavolta siamo di fronte a un uomo che deve affrontare una situazione tragica quanto assurda,e il suo viaggio gli fa capire quali sono le cose davvero importanti e quelle trascurabili,a cui forse non avrebbe dovuto dare tutta quella importanza che gli ha fatto perdere di vista il sale della vita.

Ad interpretarlo è un buon George Clooney,e la figlia Shailene Woodley è ancora più brava mostrando mille sfaccettature in un personaggio scritto benissimo.E la sceneggiatura è in generale orchestrata alla grande e capace di dare il giusto spazio ad ogni personaggio e situazione,l'Oscar è decisamente meritato.

Un film malinconico ma anche divertente,che sa mischiare tante cose e creare emozioni diverse e contrastanti.Peccato che Payne si abbandoni a qualche ruffianeria comunque perdonabile visto l'alto livello della pellicola,e non riesca ad essere abbastanza incisivo nei temi che vuole trattare,altrimenti saremo di fronte al miglior regista di commedie drammatiche in circolazione.
Magari potrà trovare maggior potenza espressiva in seguito,per ora rimane uno dei registi più interessanti del genere,e il suo film è quasi sempre fra i migliori del suo anno di uscita.Mica poco..

krypton  @  08/11/2013 13:03:05
   7½ / 10
Le Hawaii sono nell'immaginario di tutti le isole del turismo, del divertimento, della natura incontaminata... Ma anche in un paradiso si consumano quotidianamente dei drammi. Questa è la storia di M. King (Clooney), avvocato di successo, che si trova a confronto con il coma irreversibile di sua moglie, vittima di un terribile incidente in aquascooter.

"Paradiso amaro" è innanzitutto la ricerca di una riconciliazione di M. King con la sua famiglia; dapprima la ricostruzione del fragile rapporto che lo unisce alle proprie figlie, tanto sconosciute quanto impertinenti nei suoi confronti. Poi quello più difficile con sua moglie in stato vegetativo che, si scoprirà, lo tradiva con un anonimo agente immobiliare.

Un film che tratta con sensibilità e con una certa originalità un tema tanto delicato come quello della malattia, senza mai cadere nell'eccessiva autocommiserazione e nella banalità. Buona interpretazione di Clooney.

Hyogonosuke  @  27/09/2013 21:04:30
   6½ / 10
Buon film che si lascia guardare. Un po' troppo lento nella seconda parte dove ci si attende quel qualcosa che invece non arriva. Clooney a differenza di altri commenti non l'ho trovato per niente al suo massimo.
Bella l'idea di vedere "l'altro lato" delle Hawaii (stupenda tra l'altro).

steven23  @  27/09/2013 20:16:30
   7½ / 10
Come già ribadito da altri la storia non regala niente di innovativo o rilevante. Qui, però, la differenza la fanno giusto un paio di cose: l'ambientazione hawaiiana che il film cerca in ogni modo di ridimensionare da "paradiso idilliaco" a semplice luogo in cui vivere e gli interpreti. Ovviamente non tutti, ma due fanno nettamente la differenza e sono padre e figlia maggiore. Clooney regala un'interpretazione impeccabile, malinconica e intensa, ed è ottimamente supportato dalla Woodley. Guarda caso, infatti, è l'apparizione di quest'ultima a rinvigorire la pellicola dopo un inizio piuttosto tentennante. Gli scambi di battute, il litigio e tutto ciò che ne seguono costituiscono uno dei principali motivi d'interesse.

elnino  @  27/09/2013 17:05:50
   7 / 10
Un film, toccante, Clooney eccezionale nonostante io non ne sia un fan, da vedere assolutamente!

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  30/07/2013 13:40:44
   7 / 10
Trama interessante, scenografia perfetta, Clooney e la Woodley ispiratissimi.
Ne viene fuori un buon prodotto che merita sicuramente di essere visto.

Matteoxr6  @  05/07/2013 21:27:04
   6½ / 10
Una semplice commedia drammatica. Un film carino, ma niente di che.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  25/06/2013 23:44:23
   7 / 10
Regge la struttura del racconto un curioso George Clooney,in veste di padre di una famiglia sgangherata reduce da un gravoso incidente capitato alla donna di casa.
Sua la scena in svariate parti del film,in primis quando si deve confrontare con sua figlia maggiore,una Shailene Woodley sorprendentemente brava e incisiva.
Il film ha dalla sua parte una storia trita e ritrita peró trattato a modo con una location hawaiana accattivante se messa sotto una"cattiva luce".
I comprimari rendono l'idea di persone che si mettono su schermo per fare presenza senza eccellere nell'interpretazione,e lo fanno volutamente per mettere in disparte il personaggio che più dobbiamo sostenere.

Una sceneggiatura calcolata nei minimi dettagli chiude il cerchio,per una versione cinematografica di Paradiso Amaro gradevole e senza difetti sostanziali.

Da vedere.Saluti da tnx.

beppe.fadda  @  02/04/2013 12:52:38
   7½ / 10
Sei anni dopo il bellissimo "Sideways - In viaggio con Jack", Alexander Payne dirige "Paradiso amaro" un film molto più drammatico ma anche meno appassionante. George Clooney offre davvero una buona interpretazione nel ruolo di Matt, un uomo che scopre che la moglie prossima alla morte lo tradiva con un altro uomo. Mi sono piaciute anche le buone interpretazioni della giovane e bella Shailene Woodley e di Judy Greer che compare poco ma lascia il segno. Nonostante un'ottima sceneggiatura e degli ottimi interpreti il film annoia verso la seconda parte, pur restando un buon prodotto. Da guardare se vi capita ma non createvi aspettative altissime perchè potreste rimanere delusi.

Ezio77  @  18/03/2013 12:45:22
   7 / 10
Veramente un bel film, ottimi dialoghi, mai banali o scontati, bella l'ambientazione. Tratta un tema delicato in una maniera insolita ma coinvolgente. Bravi gli attori. Piacevole visione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  26/02/2013 11:51:03
   7 / 10
Un film che affronta in maniera delicata e asciutta la tematica della morte.
Clooney si rivela molto credibile nell'interpretare Matt King un uomo distaccato sia dalla famiglia sia dalle proprie responsabilità che a causa di un incidente accorso alla moglie si vede costretto a riallacciare i rapporti con le due figlie e a fare i conti con il suo matrimonio.
Molto bella l'ambientazione che contrasta con la storia e anche i dialoghi.

Bart Simpson  @  20/02/2013 21:13:25
   7 / 10
Un buon film, una storia dolce/amara. Bravo Clooney.

Cardablasco  @  20/02/2013 19:20:56
   7 / 10
Emozionante e amaro,bravo Clooney ottimo in questa parte,film anche ironico che ci mostra come in qualsiasi posto del mondo la vita puo'essere terribile,ottimi i personaggi dell'amico della figlia e del padre burbero

maitton  @  20/02/2013 10:56:20
   7½ / 10
uno splendido clooney ed una sceneggiatura di altissimo livello.
con una soundtrack meno accomodante e piu'trascinante sarebbe stato ancora meglio di quello che e'.
comunque resta un film bellissimo.

dkdk  @  19/02/2013 20:32:04
   7½ / 10
Ottimo film, rispetta le attese.
Un clooney eccellente cosi come la sceneggiatura. Posti magnifici (utilizzati di solito per commedie o film demenziali) che fanno capire come anche nei paradisi terrestri la vita sia normale con le sue difficoltà piu comuni.
Consigliato.

mauro84  @  29/01/2013 15:58:18
   7 / 10
finalmente mi riesco a veder stà pellicola, candidata all'oscar e una statuetta vinta con l'intendo di vedermi quella commedia particolare.. e difatti mi son trovato a vedermi una bel film, bella trama, storia costruita bene.. verosimil volendo con ottime fotografie e location (hawaii)!

bentornato a Clooney come attore.. è veramente l'attore giusto.. il dolceamaro della situazione, il personaggio che serve in ste situazione!

complimenti al regista e alla sua sceneggiatura per aver vinto sto oscar che merita tantissimo!

unica nota negativa: perchè tradurlo in italiano quando in inglese aveva un senso logico e giusto al film..xd dettagli italiani!:.

se non lo avete visto vedetelo! vale davvero la pena!

despise  @  10/12/2012 10:19:05
   7 / 10
Ho trovato questa pellicola piacevole e abbastanza scorrevole (sarà perchè la sua visione ha preceduto quella di Biutiful di Inarritu , che è un drammma davvero pesante e tetro); in più l'inserimento qua e là di qualche piccolo momento di comicità allevia ulteriormente la tensione crescente e lo sgomento del protagonista... interpretato da un Clooney come al solito in palla. La storia non è molto originale, però le forti tematiche su cui si basa la pellicola (tradimento, morte, famiglia) vengono trattate in maniera molto delicata. E che dire delle locations: stupende!
In effetti i film con Clooney ultimamente, seppure distanti dal mio genere preferito, non mi dispiacciono affatto.

desertoceano  @  20/08/2012 21:58:21
   3 / 10
Un film deprimente che a me non ha particolarmente emozionato.

davmus  @  18/08/2012 13:51:15
   7½ / 10
Meritato il premio per la miglior sceneggiatura...storia particolare ed emozionante!

Crazymo  @  05/08/2012 18:27:47
   8 / 10
Grande film drammatico (di commedia c'è poco o niente... è giusto "di contorno" e piuttosto flebile) con un Clooney (che di solito non mi piace oltre che essere mediocre) perfetto nella parte che ci regala veramente un'ottima prestazione. Bella la fotografia e la filosofia che permana tutto il film... eccessivamente sottovalutato, per carità, non un capolavoro ma di sicuro un gran film.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

-Uskebasi-  @  01/07/2012 17:35:24
   7½ / 10
Un passo indietro per Payne rispetto a Sideways. Una commedia amara come il Paradiso di Matt King, ben equilibrata tra risate e dolore. Si vede sempre e comunque chi sa scrivere una sceneggiatura.
Clooney ad alti livelli come al solito.

C.Spaulding  @  26/06/2012 18:19:32
   5½ / 10
Film poco più che mediocre.La storia è banale e a lungo andare annoia George Clooney è bravo ma non basta a far decollare il film fino alla sufficienza. Si può vedere se non si ha altro di meglio.

franzcesco  @  15/06/2012 13:05:36
   7 / 10
Non è una commedia ma un drammatico. Cambiatelo.
Buon film! Buona regia.
Clooney non mi piace in generale, ma in questo film ci sta.
Un personaggio totalmente inutile: l'amico della figlia grande.
Da vedere.

Xavier666  @  13/06/2012 21:51:50
   6½ / 10
Non un capolavoro, ma vale la pena vederlo. Grande Clooney, un po' meno gli attori comprimari, fra cui risalta solo il genero (quello che fece da spalla a Pam Grier in "Jackie Brown").

Film drammatico, molto maturo e in certi frangenti divertente.
Forse un difetto è il fatto che sia un po' lento (2 ore!!)

floyd80  @  22/05/2012 11:53:52
   7 / 10
Una grande regia e un grande attore (Clooney) per una pellicola difficile e leggera allo stesso tempo, dove i personaggi si ritroveranno in un vortice di emozioni: tristezza, rabbia, delusione in cui lo spettatore, emozionato e commosso, si rispecchierà. Soprattutto negli sguardi del bravo G. Clooney.

piripippi  @  16/05/2012 23:01:14
   7½ / 10
questo film ha un merito enorme quello di rendere meno drammatico il libbro. è figlio di una storia tremendamente drammatica, dove, fortunatamente alcune scene ( di cui una che doveva essere la scena madre ) non sono state messe. la storia è bella e clooney dimostra davvero tantissimo talento in questo film , certamente fuori dai suoi canoni cinematografici. la proloco hawaiana dovra ringraziare, i paesaggi che si vedono sono davvero fantastici. è un ottimo film dove ci si interroga su come affrontare i rapporti con i figli su una disgrazia. se volete disperarvi leggete il libbro altrimenti accontentatevi di questo film

folco44  @  07/05/2012 16:41:10
   7 / 10
Buona interpretazione di Clooney, le Hawaii viste da un'altra angolazione anche se i paesaggi sono sempre emozionanti, nonostante i grattacieli e il traffico della città.

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  23/04/2012 11:34:06
   6 / 10
Il film drammatico é ben interpretato da George, ma diventa troppo lento nella secondaparte dove invece si attende quel qualcosa che non arriva mai.Sufficente.

lorenyo  @  18/04/2012 01:19:16
   6½ / 10
Mi aspettevo molto ma molto di piu, non mi ha convinto dalt treiler pensavo a qualcosa in piu molto belli i paesaggi e anche la musica

valis  @  16/04/2012 18:18:58
   6½ / 10
nonostante sia un estimatore di payne, devo dire che questa sua ultima opera mi pare un gradino sotto di sideways e a proposito di schmidt.
la sceneggiatura risente dell'assenza del fido jim taylor e risulta un pò monocorde, tanto che il film non decolla mai.
ottima come sempre la recitazione del buon clooney che rimane uno dei migliori attori in circolazione.
alla fine rimane un buon film non certo un capolavoro.

sandrone65  @  15/04/2012 10:54:13
   6½ / 10
Non definirei questo film una commedia, anche se l'ironia non manca. Una presa di coscienza da parte di un uomo scollato dalla propria famiglia, che ritrova la propria identità e le proprie radici in seguito all'incidente della moglie ed al suo conseguente decesso. Il protagonista riscopre il rapporto con le figlie ed il legame atavico di appartenenza alla propria famiglia da cui deriva la decisione di non vendere la terra ereditata dagli avi, di qui il senso del titolo originale del film. Clooney interpreta discertamente la parte ma appare spesso poco incisivo, da un attore come lui era lecito aspettarsi di più.

bagninobranda  @  14/04/2012 18:27:45
   2 / 10
che porcata, dove c'è George Clooney la noia è assicurata, un film penoso, ridicolo, lunghissimo. La figura dell'amico cretino non aiuta di certo a risollevare una sceneggiatura davvero deprimente, un voto in più solo per la ragazza che è veramente super sexy.

sweetyy  @  03/04/2012 12:25:09
   7½ / 10
Sa di già visto, nonostante ciò mi è piaciuto molto. Bravo Clooney, ottima performance.

CIPICI  @  29/03/2012 16:21:49
   5 / 10
Mah. Clooney non è al suo massimo. Sopravvalutato.

tumbleweed  @  29/03/2012 10:56:20
   7 / 10
L'ho visto volentieri, Clooney ama il cinema e riesce a coinvolgerci nelle storie, nonchè nei paesaggi, non avendo letto le recensioni non me lo aspettavo, però apprezzabile

Wolverine86  @  25/03/2012 19:41:40
   6 / 10
Film guardabile sicuramente, ma che non mi ha lasciato nulla. Non è commovente, nè toccante, mentre mi è sembrato abbastanza inconcludente. Ma alla fine a cosa serviva parlare della terra in vendita?

fintremai  @  20/03/2012 16:59:03
   7½ / 10
Titolo azzeccatissimo (meglio dell'originale) per questo film che scorre leggero pur trattando temi tutt'altro che facili. Un ottimo Cluney, ma molto bravi anche gli altri interpreti. Non manca qualche risata ed ambientazioni e fotografia molto belle e curate. Da vedere in coppia!
Personaggio preferito: Sid (alla visita dai nonni)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  16/03/2012 20:37:50
   7 / 10
Se valutato in base all'originalità della storia Paradiso Amaro è davvero poca cosa: intreccio canonico e personaggi visti dozzine di volte, con l'aggiunta di una location da sogno a fare da perfetto contraltare alla drammaticità degli eventi. Nonostante questo, a me il film è piaciuto moltissimo. Intimo e delicato, diretto con garbo e interpretato divinamente, soprattutto da Clooney, impegnato in uno dei ruoli più intensi della sua carriera: arrivi a empatizzare con il suo personaggio fin dalle prime battute. E'un classico, nulla di nuovo, solito protagonista alla ricerca di un equilibrio perduto, ma la dignità con cui viene affrontato tutto il contesto è impagabile, Matt King è una figura umana capace di catalizzare e coinvolgere fin da subito lo spettatore.

Per quanto mi riguarda è stato amore a prima vista: dentro ci ho visto tutto quello che io non riuscirei ad essere in una situazione del genere. Bellissima l'inquadratura finale sui titoli di coda.

werther  @  15/03/2012 14:26:29
   6½ / 10
Il voto è puramente dato al significato del film,tanto semplice quanto non cosi scontato come sembra,la sceneggiatura però è molto molto compassata e se è vero che non è impresa facile rendere un film intenso e pesantuccio come questo interessante è anche vero che a volte la noia la fa da padrona.Forse proprio l'eccesso di realtà che c'è in questo film lo rende cosi "scomodo",di certo non racconta la favoletta del vissero felici e contenti,magari solo del vissero...

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  15/03/2012 12:06:18
   5 / 10
Oscar per la miglior sceneggiatura non originale. Sinceramente non ho letto il libro e non so come facciano a valutare una sceneggiatura tratta da un testo letterario, ma una cosa è certa: questa sceneggiatura non è originale nel senso stretto della parola. Nel senso che è tutto già visto, già sentito, già letto.
Qualche buon momento, che si perde però nella noia di una storia che di originale ha solo l'ambientazione.
La cosa migliore del film è il tono misto, quasi grottesco che talvolta assume. All'inizio pare fuori luogo, ma verso la fine assume un suo senso.
E' un film che non lascerà alcuna traccia. A breve lo troveremo davanti la cassa di ogni supermercato e poi finirà nel dimenticatoio.
Pessimo anche il titolo italiano, che rimanda a una tradizione neorealista distante anni luce da questo film (e poi sembra una presa per i fondelli in stile Aldo Giovanni e Giacomo... quel "Biglietto amaro" inserito in Tre uomini e una gamba).
Io lo consiglio solo se davvero non avete altro da vedere e qualcuno vi ha "prestato" il film.

Gandalf78  @  10/03/2012 15:00:03
   7½ / 10
Bel film, bravi gli attiri e bella la fotografia. La storia scorre bene e non annoia

Consigliato

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  10/03/2012 09:50:40
   5 / 10
Il voler a tutti i costi parafrasare la morte come panacea di un passato indolente rende questo film una vera mèrda d'academy.

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/04/2012 00.27.08
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  08/03/2012 17:08:58
   6½ / 10
Tranne il fatto che voglio assolutamente andare a vivere in una qualunque isola delle Hawaii, questo film non mi ha commosso particolarmente.
Molto bella la sceneggiatura e Clooney è bravo, così come le due attrici che interpretano le figlie.
Per me è un film senza infamia e senza lode.

4 risposte al commento
Ultima risposta 08/03/2012 20.41.47
Visualizza / Rispondi al commento
rockyeye  @  08/03/2012 13:26:04
   9 / 10
Film bellissimo!! Ottima regia, sceneggiatura, musiche e interpretazioni. George Clooney e' stato bravissimo e ha regalato al suo personaggio mille sfaccettature. Personalmente avrei dato l'oscar a lui..meritatissimo..

McLovin  @  08/03/2012 12:00:47
   8 / 10
Matt King (George Clooney) è il ricco discendente di una nobile famiglia proprietaria di ettari di terreno alla Hawaii. In accordo con i cugini si trova a dover vendere il terreno per farne un polo turistico. la sua vita viene però sconvolta quando la moglie entra in coma dopo un tragico incidente in motoscafo. Si troverà quindi a doversi occupare di due figlie e ad indagare sulle scappatelle extra coniugali della consorte.
Potrebbe essere l'ideale chiusura di una trilogia iniziata con "A Proposito di Schmidt" e proseguita con "Sideways" questo pluripremiato film del regista Alexander Payne. Payne, coerente con la sua idea di cinema, punta l'obiettivo sui rapporti familiari, tracciando con grande delicatezza e senza indulgere in in facile retorica su figure maschili in difficoltà per la perdita di una persona cara. E' stato cos' con il Nicholson di "A proposito di Schmidt" e con il Giamatti di "Sideways". Uomini sconfitti dalla vita cui il mondo circostante sta letteralmente cadendo a pezzi. Clooney offre una recitazione molto misurata e risulta perfetto per il ruolo.

guidox  @  06/03/2012 17:48:42
   7½ / 10
alcuni giorni fa mi sono ritrovato a vedere un film obbrobrioso in televisione, L'ombra del sospetto, con un tema molto simile a Paradiso amaro a fare da incipit;
per fortuna il risultato finale è tutto un'altra cosa.
ottima prova di Clooney, attore che non amo particolarmente, ma che in questo caso è veramente bravissimo, locations mozzafiato che incorniciano la storia, regia molto curata anche se non troppo originale.
scorrevolissimo, piacevole, tutto sommato più che buono.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  05/03/2012 14:34:38
   8 / 10
Ottimo film

La regia è molto ordinata, ma tecnicamente ineccepibile.
Ho notato diversi piani sequenza molto azzeccati e un eccellente fotografia.

Una tragicommedia molto ben riuscita e un Clooney in parte molto meno noioso del solito.

fbb8  @  04/03/2012 09:01:01
   7 / 10
Belle ambientazioni per una trama drammatica ma profonda. Buonissima interpretazione di Clooney. Film da vedere, consigliato.

gandyovo  @  04/03/2012 01:36:28
   6 / 10
il film si apre e si sviluppa in maniera piuttosto drammatica e coinvolgente e questa è secondo me la parte migliore insieme alla prova della giovane attrice adolescente. Purtroppo dopo circa mezz'ora, il film si perde e personalmente non so dove vada a parare. incompiuto.

barone_rosso  @  03/03/2012 22:02:38
   6½ / 10
Non un brutto film, ma neanche una meraviglia... Insomma, un po' inspido... Dramma non troppo dramma, umoristico non troppo umoristico...Non si capisce bene dove voglia andare a parare. Bella l'ambientazione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  02/03/2012 23:34:40
   7 / 10
Scorre via che è un piacere pur essendo un dramma spesso e volentieri abbastanza forte, eppure Paradiso Amaro mantiene una leggerezza umoristica (non sempre riuscita per la verità) nel viaggio di un uomo che affronta le crepe di un matrimonio in crisi. Il guaio è che lo scopre mentre la moglie è in coma, con due figlie a carico in un'età difficile...
Mi aspettavo di più, poi le premesse c'erano tutte; ma dopo un ottimo inizio il film non sorprende mai, emoziona grazie alla bravura dei suoi protagonisti (soprattutto un Clooney che dimostra di essere un signor attore) ma non per una trama che forse neanche vuole farlo e procede con lentezza e prevedibilità su binari comodi e infallibili (qualche battuta quà e là ben inserita, un personaggio inutile come quello di Sid che assicura una risata in più)...

Finisce che scivoli via con fin troppa leggerezza, e rimane di meno di quello che invece poteva lasciare. Non un occasione sprecata in ogni caso perché l'ambientazione fa da cornice particolare ad una storia forse telefonata, ma non cosi scontata nelle sue emozioni come potrebbe sembrare.
E il titolo italiano è stranamente azzeccato, i distributori ultimamente non stanno compiendo scempiaggini in questo senso.

alfrar  @  02/03/2012 17:39:05
   7 / 10
Buon film, buona la recitazione di Clooney, non da oscar pero'.

Invia una mail all'autore del commento Totius  @  02/03/2012 00:02:14
   7 / 10
Bel film con il solito bravissimo ed espressivissimo Clooney. Non un capolavoro certamente. Ma una storia bene imbastita e uno scenario splendido. Godibile per una bella serata.

gantz88  @  01/03/2012 09:39:37
   7 / 10
bel film a tratti commuovente,non un capolavoro ma nemmeno brutto, si guarda tranquillamente

Clint Eastwood  @  29/02/2012 21:02:22
   7½ / 10
Il dramma di un marito tradito con la moglie in coma, di un genitore che sostanzialmente non ha mai avuto un legame serio con le due figlie; ora si trova a risolvere e recuperare gli affetti e gli amori per le cose che aveva trascurato o messo da parte. Clooney è bravo come il resto del cast, Payne ugualmente audace nel mettere in scena i drammi di quest'uomo ma anche trattarli con dovuta ironia che ha sempre caratterizzato il regista. Meno pungente del solito e più aperto verso il pubblico, Payne lo stesso si porta a casa l'oscar se non per il film o la regia almeno per la sceneggiatura che sembrerebbe meritato. Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/02/2012 13:27:18
   6 / 10
Nel posto forse piu' bello del Mondo si consuma la storia piu' triste...è forse questo il contrasto che da successo al film e il premio alla sceneggiatura sottolinea il modo particolare in cui si affronta il tema dell'eutanasia...
Si perche non si risparmiano odi e rancori per quella Donna immobilizzata che non puo' difendersi dalle accuse della figlia e del marito!
Il film appassiona fino a quando non avviene l'atteso incontro tra i "mariti"...l'ultima parte , purtroppo , non riesce a mantenere lo stesso ritmo e il tutto diventa prevedibile!

thetruth34  @  29/02/2012 00:10:25
   7 / 10
bella la storia articolata molto bene tra l'altro non ha vinto l'oscar per niente, il film non sarà di certo un capolavoro ma si lascerà guardare piacevolmente.

kako  @  28/02/2012 18:30:26
   8 / 10
molto bello, un film delicato, un ritratto familiare toccante. Scritto molto bene, una bellissima sceneggiatura sorretta da ottime interpretazioni, sopratutto George Clooney, perfetto nella parte del genitore "secondario" e dell'uomo un po' disorientato e spaesato. Bellissime le ambientazioni hawaiane e secondo me azzeccato il titolo italiano. Uno dei punti forti del film inoltre sono i dialoghi molto curati. Il film è difficile da inquadrare, a tinte sia malinconico-drammatiche sia più leggere e da commedia. Un bel assortimento di emozioni ben confezionato e ben diretto da Alexander Payne.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  28/02/2012 11:38:12
   7½ / 10
A volte è sufficiente una minuscola crepa per compromettere le certezze di un'esistenza in apparenza invidiabile,in realtà afflitta da problemi coscientemente ignorati e nascosti sotto il tappeto.Per Matt King,avvocato tutto lavoro e poca famiglia,l'incrinatura è tutt'altro che minuta,una moglie in coma e probabilmente destinata alla morte è una voragine che spazza via ogni stabilità già tenuta in piedi a fatica.
Oltre a ciò ci sono due figlie cui badare,arrabbiate con il mondo e per le quali Matt è sempre stato solo un genitore di riserva,c'è poi una sterminata proprietà da vendere,lussureggiante eredità di cui l'uomo è amministratore e infine l'amara consapevolezza di avere avuto una moglie fedifraga.Fonte di un inevitabile risentimento che da inconscio assume fattezze sempre più concrete,generato dall'abbandono e cresciuto all'ombra della certezza del tradimento.
Payne si conferma abile nella trattazione dei sentimenti,le sue storie attecchiscono nell'animo dei personaggi estrapolandone un'intimità tangibile e pulsante.Il racconto carezza spesso il grottesco per poi eluderlo sapientemente,insistendo con finezza sulle risorse che la disfunzionalità familiare offre senza tuttavia abusarne.Spaccato tragicomico di un'umanità che sopravvive almeno fino a un mutamento estremo "Paradiso Amaro" verte sul contrasto per azionare un percorso di maturazione riguardante protagonista e rispettiva prole.Il regista parte dal sacrosanto presupposto che vivere in un paradiso naturale,in questo caso le Hawaii,non comporti l'esenzione dai grattacapi cui è soggetto qualsiasi comune mortale.Prende la ricchezza materiale e la fa cozzare con la povertà di sentimenti,infine erige un senso di spaesamento e indifferenza che monta sino ad esplodere in un violento astio per poi rivalutarsi di nuovo mediante un amore viscerale capace di sorvolare sull'errore umano.
Un Clooney in stato di grazia arricchisce una pellicola in cui ogni ipocrisia viene messa a nudo con grande senso della misura,dove il dolore e la rabbia vengono sostituiti da una nuovo affetto basato sulla comprensione reciproca.

MarkTheHammer  @  28/02/2012 02:47:53
   7 / 10
Non ho apprezzato fino in fondo questo film: la trama è dalla facile retorica e spesso dispersiva. Nonostante non sia un film particolarmente lungo mi ha annoiato abbastanza in certi punti, mi ha soddisfatto in altri. In definitiva è un prodotto che si lascia vedere ma non colpisce.
Menzione a parte per Clooney, fenomenale, e un'ancor più fenomenale Shailene Woodley che mi ha convinto particolarmente.

Edredone  @  26/02/2012 00:52:37
   6½ / 10
Amaro davvero ma alla fine strappa anche un sorriso...bellissima Shailene Woodley...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  25/02/2012 18:17:49
   7½ / 10
La fotografia, anzitutto, dove il tormento interiore del protagonista sovrasta la bellezza del luogo. Lo stesso Matt King, a cui Payne concede la possibilita' di trovare complicita' con lo spettatore, non facile per un wasp superficiale e dedito piu' alle ragioni del profitto che del cuore. Diciamo allora che Payne e' sicuramente il regista piu' credibile a mettere sullo schermo un romanzo di John Cheever, e prima o poi ci pensera'. I momenti emotivi sorprendono per la loro brutale informalita' - emblematica la scena della figlia in piscina. Se non sempre spiccano il volo, ci sono delle ragioni. I dialoghi che possono essere meravigliosi, oppure poco credibili, o chiedersi quanto la forza delle parole possa essere lievemente forzata. E lo resta nel momento in cui Clooney tenta un dialogo impossibile, o per meglio dire una discussione, con la moglie. E' un film di grande coraggio, di un cineasta che sta crescendo e prima o poi arrivera' a livellare il suo crescendo emotivo senza farsi tradire da un minimo di artificiosita' (che sicuramente non manca). Ma questo e' sicuramente il suo film migliore. Quanto a Clooney, non sempre riesce a persuadermi della sua crescita attoriale, talvolta e' come se respingesse al mittente le sue possibilita'. Ma quando china la testa in automobile, dilaniato dagli eventi e dai pensieri, merita un applauso convinto

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  25/02/2012 12:30:03
   7½ / 10
Delicato, toccante, drammatico e leggero, solo Alexander Payne è in grado di far convivere tutti questi aggettivi in un unico film.
La contrapposizione tra le bellezze naturali e la solitudine interiore è riuscitissima il passare tra le stanze senza speranza di un reparto incurabili di un ospedale alle bellezze delle isole del pacifico è una scelta stilistica molto interessante.

Le ambientazioni sono le protagoniste assolute e la caratterizzazione dei personaggi è sicuramente l'aspetto più riuscito.
Peccato forse che il film manca della capacità di saper sorprendere, muovendosi su binari fin troppo prevedibili e non riuscendo a coinvolgere a dovere.
Ad ogni modo un gran bel film.

Invia una mail all'autore del commento pioss  @  25/02/2012 08:33:03
   7½ / 10
Non un capolavoro ma un'eccellente rappresentazione elaborativa del lutto. Un film dai contenuti importanti, interpretato molto bene da un Clooney in perfetta forma drammatica.
Le persone che perdono qualcosa di importante si ritrovano con il perdere sé stessi, e dall'elaborazione di una perdita nascono nuove prospettive. Payne confeziona con umanità il suo dramma umano, senza dimenticare limiti e debolezze insite in ogni individuo. Debolezze, ma anche rimorsi, e infine il perdono.

dagon  @  25/02/2012 08:27:24
   6½ / 10
solito film di Payne, che mantiene un registro dolceamaro senza mai sconfinare in maniera marcata nel dramma o nella commedia. Ennesimo caso di ingiustificata esaltazione, ciò non toglie che sia un film ben scritto e recitato, ma di quelli che ti lasciano un sottofondo di "sì vabbè... quindi?". Siamo nell'ambito del più classico cinema indipendente americano d'oggi alla "little miss Sunshine", alla "juno", con un vago minimalismo studiato, con le solite relazioni complesse, conflittuali, permeate di incomprensioni varie tra padri/figli/parenti ecc., con cincischii vari.

TheLegend  @  25/02/2012 06:22:25
   7 / 10
Un discreto film capace di lasciare qualcosa nello spettatore.
Gli manca però qualcosa per raggiungere l'eccelenza.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Caio  @  24/02/2012 09:54:19
   8 / 10
Un buon film, davvero ben scritto e capace di andare oltre alle superficie dei personaggi, mostrando in maniera mai troppo melodrammatica la complessità dei sentimenti e delle relazioni umane di fronte all'ineluttabilità della morte. Affascinante il contrasto tra il paesaggio da cartolina e il turbamento di questa famiglia. Eccellente prova attoriale di Clooney, che risulta molto convincente in questo ruolo.

drobny85  @  22/02/2012 13:31:42
   6½ / 10
"Paradiso amaro" è prima di tutto una pellicola drammatica, al regista però va il merito di averla in parte resa leggera.
Si parte inanzitutto dal luogo di ambientazione, le splendide isole Hawaii, stereotipo di paradiso terrestre, Alexander Payne rompe questo clichè e ci catapulta nella vita di una famiglia dove tutto non gira più come dovrebbe.
Clooney ben interpreta un marito che si definisce "il genitore di riserva", quello che sta in panchina ma che subentra in caso di bisogno. Dovrà affrontare prima di tutto un dramma personale, la moglie dopo un grave incidente lo sta lasciando, ma tutto ciò stava già avvenendo senza che esso se ne rendesse conto. L'incapacità momentanea di gestire diverse situazioni con amici, parenti e le due figlie di diverse età lo porteranno ad una lenta maturazione, non poteva certo immaginare però che oltre ai comuni problemi di genitore dovrà anche affrontare quello più doloroso, il tradimento.
I dialoghi sono intensi, non risparmiano nulla e nessuno e sono intervallati da momenti più divertenti, perchè la vita infondo continua.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

marcodinamo  @  21/02/2012 23:13:55
   7½ / 10
Buon film, ben equilibrato tra commozione e divertimento.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/02/2012 18:07:05
   7 / 10
Hawaii: luogo baciato dal sole per trascorrere vacanze da sogno e mettiamoci pure Magnum P.I. Il film di Payne opera un cambiamento profondo sullo stereotipo delle isole hawaiane, che rimane un luogo dagli angoli paradisiaci, ma non è immune da vicende dolorose come qualsiasi altra parte del mondo.
Tutto quel microcosmo di piccole grandi sicurezze in possesso del protagonista vengono a poco a poco distrutte dall'incidente occorso alla moglie, ridotta in coma e il tradimento della stessa con un altro uomo.
Pur non essendo un uomo gretto, Matt King si rende conto di non essere propriamente un modello, che quei "dettagli" messi in secondo piano rappresentati dal ruolo di padre e marito sono stati in fondo la causa dei propri mali, del suo personale fallimento di padre e marito. Ecco quindi che quell'angolo di paradiso incontaminato diventa l'ultima occasione per tenere saldo il concetto di famiglia, la propria e quella allargata dei cugini, uniti in un'unica direzione. Raccoglire i cocci e andare avanti senza guardarsi indietro con rimorso.
Molto curato nei dialoghi, tratto comune nei film di Payne e una buona direzione degli attori con una certa sorpresa nel vedere Matthew Lillard in un ruolo finalmente maturo, non sopra le righe, e che regala insieme a Clooney probabilmente il momento migliore del film.

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  21/02/2012 10:02:39
   7½ / 10
Di Payne mi piace la semplicità raffinata con la quale si addentra nelle contraddizioni dell'animo umano. Protagonisti delle sue commedie agrodolci sono sempre personaggi maschili( Nicholson in "A proposito di Schimidt" e Giammatti in "Sideways"), accattivanti e pieni di quei difetti che ce li rendono estremamente simpatici.
Anche il disorientato Clooney, che si aggira in abbigliamento hawaiano per le spettacolari isole statunitensi, risulta amabile, lontano dal fascino da gossip con il quale ci tartassano da sempre.
Il regista e l'ottimo Clooney ci rivelano con delicatezza le emozioni e i sentimenti conseguenti le "docce fredde" della vita , sicuramente ci raccontano una storia vista mille volte, tuttavia a fare colpo è il modo in cui riescono entrambi, regista e attore, a sfumarla questa storia, fra sorriso e commozione.
Gli interpreti sono bravi tutti, cast indovinato. Payne si conferma cineasta intelligente.

Alex2782  @  20/02/2012 22:47:14
   7 / 10
un film narrativo e riflessivo che tocca tutti i punti dall'amore alla morte passando per il tradimento e il perdono.
ben recitato nonostante non ami clooney come attore, qui si è comportanto molto bene.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991846 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net