noi albinoi regia di Dagur Kári Islanda, Germania, Gran Bretagna, Danimarca 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

noi albinoi (2003)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film NOI ALBINOI

Titolo Originale: NÓI ALBINÓI

RegiaDagur Kári

InterpretiTómas Lemarquis, Throstur Leo Gunnarsson, Elin Hansdóttir, Anna Fridriksdóttir

Durata: h 1.30
NazionalitàIslanda, Germania, Gran Bretagna, Danimarca 2003
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2003

•  Altri film di Dagur Kári

•  Link al sito di NOI ALBINOI
•  Link al sito di NOI ALBINOI

Trama del film Noi albinoi

Nói, diciassette anni, vive tra le nevi di un remoto villaggio islandese.
A scuola dorme, il suo unico amico è uno stravagante libraio. Il suo desiderio è scappare dal quel paese e dai suoi abitanti. Un giorno si innamora di una ragazza di città, con lei vuole realizzare il suo sogno, ma i tentativi di fuga falliranno puntualmente.
Nói dovrà aspettare l’imprevisto per liberarsi dalla sua prigione.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,63 / 10 (38 voti)7,63Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Noi albinoi, 38 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

7219415  @  22/04/2016 14:14:56
   8 / 10
Presenti spoiler
L'ho visto con sbronza crescente ma davvero molto carino questo film non me lo aspettavo. In un paesino sperduto islandese dove non puoi che essere depresso il protagonista Noi vive una vita noiosa, e solitaria fino a quando non arriva una nuova ragazza della quale il protagonista si invaga e con la quale progetta di scappare per una nuova vita.
Mi ha piegato la scena della rapina alla banca dove, dopo aver fallito la rapina ed essere stato sbattuto fuori, Noi entra e a quel punto preleva i soldi dal suo conto.

gemellino86  @  17/06/2015 22:41:01
   7½ / 10
Bel film di formazione nordico con un bianco paesaggio in uno sfondo di solitudine di cui fa parte il ragazzo protagonista. Una vera e propria lotta della vita con noi stessi. Dialoghi stupendi. Opera islandese da vedere.

Oskarsson88  @  16/02/2015 13:41:25
   8 / 10
Molto molto carino questo film islandese a metà tra la commedia e il dramma in particolare per lo svolgimento finale. Tema principale la solitudine e l'alienazione, in un piccolo paesino nel nord ovest islandese. Consigliato.

TheLory  @  06/02/2015 09:34:46
   7 / 10
Ero prevenuta, in quanto i film che provengono da quelle lande sono spesso la noia e lentezza incarnate nella celluloide.
Questo, sorpresa sorpresa, si salva, anche se non mancano i tempi dilatati scanditi da accordi di chitarra che solo per fare un REminore ci vuole un quarto d'ora (viene suonata una corda ogni 10 minuti).
La storia di Noi potrebbe essere quella di tutti noi. Io sono Noi. Noi, cioè lui, è me e te, quindi noi. Io e te siamo Noi, cioè lui. Insomma la storia di tutti quelli che cercano un riscatto dalla vita, che meritano di più, ma inevitabilmente l'amaro epilogo arriverà, alla faccia del buonismo retorico di tante scemenze che ci vogliono appioppare come polli.
Bello!

11 risposte al commento
Ultima risposta 07/02/2015 12.29.49
Visualizza / Rispondi al commento
InvictuSteele  @  21/10/2014 02:22:09
   7½ / 10
Poetico, glaciale, desolante. Un film davvero toccante nonostante la sua semplicità narrativa, dentro al quale agiscono personaggi soli, impostati e depressi come il paese nel quale vivono, che sembra inibire qualsiasi sentimento umano. Nòi è un ragazzo diverso, non solo dal punto di vista fisico ma anche emotivo, è un ribelle che sogna di evadere da quel posto ai confini del mondo e di lasciare l'Islanda in compagnia di Iris, l'unica che sembra capirlo. Da vedere anche per la bellissima atmosfera che crea.

clint 85  @  14/10/2014 23:48:28
   6½ / 10
Non male, non male..

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/08/2014 21:14:41
   7½ / 10
Indovinatissima l'ambientazione di questo film dalla storia abbastanza semplice, ma che proprio grazie a questo bianco dominante e glaciale rende perfettamente l'idea di isolamento, di immobilismo e di un nulla sconfinato. Facile quindi immedesimarsi in questo in questo ragazzo che vaga in mezzo all'indifferenza e all'insofferenza degli altri e costretto a subire le frustrazioni paterne visto come una specie proiezione cupa di se stesso nel futuro. Bravo ovviamente il protagonista.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/05/2013 17:55:13
   7 / 10
Quanto può essere dura la vita ai confini del mondo? Non tanto se al gelo dell'esistente non si affiancasse il gelo dell'esistenza, in un mondo dove anche i rapporti umani seguono le regole dell'atmosfera.
Noi è un ragazzino a tratti solo, che sogna di evadere da quel mondo che pure il destino sembra averlo indissolubilmente legato.
L'Islanda ci è restituita in tutto il suo inquietante splendore, una cartolina di altri tempi dove ogni piccolo gesto quotidiano richiede organizzazione e costanza.
Noi vive questo mondo surreale, questo luogo fatto non per gli uomini e in questo paradosso climatico vive avventure tutto sommato divertenti sebbene il film non voglia esserlo.

Visivamente imponente il film si perde in un finale e in una parabola esoterica che sono corpi estranei al racconto, forse si è temuto l'eccessivo minimalismo narrativo ma mai come questa volta sembrava essere appropriato.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  29/05/2013 16:39:10
   7 / 10
Poetico e glaciale film che viene dall'Islanda.
Una solitudine totale, ogni personaggio è tremendamente solo, come se il freddo polare raffreddasse anche i cuori.

C.Spaulding  @  05/06/2012 12:36:58
   7½ / 10
Ottimo film. Bellissima L'islanda così fredda...glaciale. Il film è lento ma non annoia. Una buona regia e una splendida fotografia fanno di questo film una vera perla. Da vedere.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  20/02/2012 23:47:13
   7½ / 10
Niente di originale dal punto di vista della trama. Ma l'ambientazione islandese lo rende qualcosa di unico: è la natura così dura e fredda a dominare le persone e la storia. Tutto è così distante e congelato! Un film che dà la misura di quanto quel paese sia alieno anche ai suoi abitanti.

Xavier666  @  04/08/2010 21:00:53
   7½ / 10
Ancora non ho capito se c'era o se ci faceva, Noi intendo...
In ogni caso , è da vedere e rivedere, gioiellino islandese fatto e costruito sul silenzio e la solitudine dell'inverno islandese. Che peccato che sia passato inosservato, non mi ricordo neanche una pubblicità o trailer, l'ho visto dietro suggerimento di un compare.

-Uskebasi-  @  19/04/2010 12:20:51
   8 / 10
Nòi è un ragazzo che non riesce ad inserirsi nel contesto in cui si trova. Non riesce a capirlo e ad accettarlo, un ragazzo nato nel posto sbagliato. E' diverso da tutti gli altri, sia fisicamente che mentalmente. Nòi è un coniglio albino in una gabbia da dove cerca inutilmente di scappare. Ogni suo tentativo fallirà, forse perchè in realtà c'è cmq qualcosa che lo lega a questo triste ambiente. Quando il fato lo libererà dalle sue catene, Nòi riuscirà ad evadere, nell'unico modo possibile, l'unico modo che nessuno potrà mai toglierci, e che si rivela nel meraviglioso finale.

Nòi come molti di Noi.

"Ridi delle assurdità del mondo, e te ne pentirai; piangi sulle assurdità del mondo, e te ne pentirai; ridi o piangi, te ne pentirai lo stesso; sia che tu rida di esse o che tu pianga per esse lo rimpiangerai comunque."

Nutless  @  16/08/2009 11:30:46
   7½ / 10
Film freddo, non solo per l'ambientazione, ma per lo stato d'animo dei personaggi, ancorati ad un luogo a cui si può sfuggire veramente solo con la morte.
Noi è l'esatta incarnazione del mondo da cui vorrebbe andare via e non se ne rende conto: è il corrispettivo umano dei ghiacci che lo circondano e che, come lui, hanno come unico futuro possibile la morte.
Splendida la fotografia.

ascot  @  02/05/2009 15:21:40
   4½ / 10
ottimo sonnifero..eppure non disprezzo i film un po lenti..ma questo nn sono riuscito neanche a finirlo..vedelo su un divano la sera ha effetti soporiferi..mi ha fatto addormentare due volte..

AMERICANFREE  @  29/12/2008 21:42:23
   7½ / 10
interessante questo film girato bene e ottima recitazione! film tristissimo e l'unica pecca forse un po' troppo lento! bello il finale!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  20/08/2008 11:25:17
   8 / 10
Ottimo film islandese! L’esordiente Dagur Kàri dirige questo curioso personaggio, Nòi, introverso, non proprio sveglio ma dolcissimo. Lui è alienato in questo sputo di terra, l’Islanda, dove non si sente mai inserito e desidera scappare via.
Non ho mai visto una fotografia così fredda, tutto tendente al verde o all’azzurro, pur trattandosi di una commedia

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e, nonostante questo senso d’angoscia, la trama regge benissimo e la visione risulta piacevole come non mai e non annoia neanche un pochino. Magari non sarà originale… ma non c’è neanche un punto morto, tutto è funzionale alla storia. E pensate che in questo film non godiamo del (fantastico) paesaggio nordico… il regista riesce a creare un ottimo film sebbene rinunci a questo grande privilegio.
In parte tutti gli attori, Iris poi è bellissima. Spero in un ritorno di Dagur.
Da recuperare.

Gruppo STAFF, Moderatore Lot  @  19/02/2008 08:28:55
   8½ / 10
Sommessa e intensa parabola nordica, visivamente notevole, poesia del ghiaccio e del distacco in un nonluogo fulcro di vane speranze.

ragno  @  22/04/2007 19:45:51
   9 / 10
atmosfera gelida ma fantastica,una realtà un pò angosciante ma affascinante.

Invia una mail all'autore del commento Neminis  @  21/09/2006 23:23:10
   7 / 10
Il senso di sorda desolazione che traspare dal film è eccezionale.
Pellicola di un enorme valore estetico, che mostra e sbatte in faccia allo spettatore uno degli angoli più sperduti del globo.
La storia, purtroppo, perde freschezza e risente molto delle esigenze simbolistiche del progetto, alle quali si piega in maniera troppo troppo evidente.
Da vedere davvero: il valore di questo film resta comunque indiscutibile.

Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  03/01/2006 16:40:33
   7½ / 10
Nelle gelide lande dell'Islanda una storia d'amore sembra rompere gli eterni ghiacci, ma la natura ha il sopravvento.
Film emblematico, dalle mille safaccettature, ma con una sola possibile lezione che ci appare nell'ineluttabile finale.
Triste e malinconico come pochi, colpisce davvero nel profondo.

lorenz!£  @  10/11/2005 17:06:28
   6 / 10
sarebbe sei e mezzo ... abbastanza crudo come significato come scenografia come dialogo.. una fine veramente inaspettata che spiazza l'intera visione del film


pardossi  @  09/08/2005 01:30:32
   7 / 10
Molto divertente e allo stesso tempo molto triste, i due stati d'animo vi si mescoleranno guardando Noi Albinoi, il ragazzo di nome Noi è azzeccato nella parte.
Insomma gli ingredienti sono quelli giusti per un buon film.

Meriterebbe il 7 e mezzo.

Xmediax  @  04/07/2005 13:08:09
   8 / 10
molto molto riflessivo

Gruppo REDAZIONE Pasionaria  @  01/04/2005 13:15:38
   7 / 10
Un film bello per il tema trattato con efficacia dal giovane regista, il quale riesce a trasmettere un senso di claustrofobia angosciante che accompagna l'intera storia. Intelligente e azzeccata la scelta dei colori: la luce bianca, incolore e gelida dell'esterno; i verdi e i gialli acidi e freddi degli interni. A questo monocolore,che sottolinea la monotonia della vita in quella terra desolata e dimenticata, si sposa benissimo l'aspetto del protagonista, Noi appunto, anche lui bianco e gelido come il paesaggio che lo circonda. Tutta la vita del villaggio è avvolta da una triste rassegnazione, quasi accidia, soltanto la Natura stessa o il destino o dio decide di dare una tragica svolta alla storia e aiuta, forse?, Noi a liberarsi definitivamente dalle catene e gli da la forza e il coraggio della fuga. Unico neo del film, per me che amo l'Islanda e che un giorno vorrei tanto vedere, è il rancore sordo del regista verso il suo paese, come ha già fatto notare qualcuno. Ho scoperto un aspetto dell'isola che non avevo mai considerato e che mi ha completamente spiazzata....

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/05/2005 02.55.36
Visualizza / Rispondi al commento
wight  @  22/01/2005 01:35:43
   6 / 10
Interessante perchè proviene da una cinematografia della quale si hanno poche notizie e perchè il finale è davvero sconvolgente. Ma non mi ha entusiasmato, troppo disfattista e caricaturale nei confronti dei personaggi minori. Anche il mostrare l'Islanda in una maniera quasi rancorosa non mi ha convinto. Va bene evidenziarne gli svantaggi, ma un minimo di amore per la propria terra il regista dovrebbe dimostrarne.

Gruppo COLLABORATORI gerardo  @  23/10/2004 20:32:20
   9 / 10
Giocato tutto su simbolismi che esprimono l'esigenza di evasione e libertà frustrata, Noi Albinoi è un film davvero bello e importante. Il coniglio albino in gabbia, la mosca che non riesce a volare e ripete sempre lo stesso percorso sul braccio di Noi, sono presenze in cui il protagonista sembra identificarsi e coi quali interagisce per somiglianza. La spiaggia tropicale può solo vederla, Noi, in quella macchina che proietta fotogrammi ripetitivi di posti e popoli irraggiungibili. E poi l'isola, "poco più che uno sputo" sul planisfero.
Gli abitanti del villaggio accettano atavicamente il loro destino di popolo immerso nella neve e il lavoro più plausibile da fare è scavare le fosse nel cimitero innevato e tormentato dalla bufera: non resta nient'altro in quel villaggio, "in giro c'è solo morte", come dice il veggente guardando nella tazzina di caffè. Anche la voce del prete, portavoce di Dio, è lontana e distaccata e, nel dare indicazioni geografiche, pare metaforicamente sostituirsi proprio a quella divina: anche Dio ha abbandonato questo angolo di mondo e pare non gliene importi granchè delle sorti di questi uomini.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento paul  @  18/10/2004 12:10:49
   8 / 10
Bellissimo e strano. Grande finale emblematico: per raggiungere i nostri obiettivi e sogni nella vita dobbiamo staccarci da tutti i legami (anche se non in maniera così tragica). Va bene volere bene a chi ci sta intorno, ma la vita è nostra. In questo caso interviene il destino.

lupocattivooooo  @  23/09/2004 11:45:52
   6 / 10
Non consigliato a chi non ama il cinema lento e riflessivo.
La pellicola e' molto buona ... riesce a trasmetterti il freddo sia del posto che delle persone che lo popolano.
L'ambientazione e' molto grottesca . .. anzi surreale....ma probabilmente e' molto reale, solo che discosta completamente da quello che noi intendiamo per civilta'.
Il senso di prigionia e' molto alto.
La voce data al protagonista fa schifo.
Tutto sommato il tema del ragazzo ribelle e' inflazionato da tempo.
Forse mi aspettavo di piu'.... mi e' sembrata come dire ... incompleta !
.... o forse sono stati operati dei tagli cinematografici ...non lo so.
Comunque ,per i miei gusti, avrebbe potuto essere migliore.


marco86  @  16/08/2004 22:06:34
   8 / 10
Davvero un ottimo esordio alla regia per questo musicista-regista islandese!
Molto bella la fotografia,che prediligendo colori freddi contribuisce a una migliore ricostruzione dell'islanda.La storia non è sicuramente niente di originale,però è affrontata in maniera più intelligente di molti altri film simili.
Bravi anche gli attori,soprattutto se consideriamo che alcuni di loro non sono professionisti.Aspetto con ansia il secondo film di Dagur Kari,sperando che questo esordio non sia un caso isolato.

Blackout  @  09/07/2004 01:15:51
   10 / 10
Un ca..zo di capolavoro che probabilmente avremo visto in 3 al posto di guardare tutte quelle *******te che girano! Un film poco conosciuto, poco pubblicizzato ma che meriterebbe di fare + soldi di tutti i film dei fratelli Vanzina!


Massimiliano73  @  28/06/2004 05:15:31
   9 / 10
ANCHE SE NON Dò 10 MI ACCODO A QUELLO CHE DICE BEPPE....MOLTO TRISTE MA MOLTO BELLO!

Beppe  @  08/06/2004 09:43:58
   7 / 10
molto triste, ma molto bello:)

Raff.x  @  22/04/2004 10:30:30
   10 / 10
polbot  @  14/01/2004 13:45:50
   7 / 10
tipico film "nordico"...mai sopra le righe. Ben fatto. una bella costruzione dei personaggi. Intelligente. Non banale. Un bel modo per apprezzare l'Islanda, e per capire che però non è il caso di andarci a stare!

edo88  @  29/12/2003 13:35:20
   7 / 10
bhè mi è piciuto....non pensavo di aspettarmi così tanto dato il titolo che nn dice granchè cmq...buono!

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/12/2003 13.40.01
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Carilon 3  @  23/12/2003 20:58:57
   10 / 10
maurizio  @  15/12/2003 19:44:47
   9 / 10
Molto bello e molto "diverso". Il ragazzo ribelle è un personaggio sfruttato, ma qui l'ambientazione lo rende nuovo. Interessante vedere la vita degli islandesi d'inverno, tra il freddo e la neve e quindi costretti ad una vita al chiuso (quasi tutte le scene sono interni). E il loro comportamento, freddo anch'esso e quindi misurato anche nelle situazioni drammatiche, salvo qualche esplosione quando si arriva al limite. Noi si ribella senza fare molto chiasso, ma persistendo nel rifiuto. L'ambiente circostante lo rinchiude inesorabilmente, e solo un evento estremamente tragico potrà liberarlo...forse.
Qualche lungaggine di troppo, e per questo tolgo un punto, anche se è una caratteristica del cinema nordico.

3 risposte al commento
Ultima risposta 18/12/2003 02.11.45
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010924 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net