la terra dei morti viventi regia di George A. Romero Canada, Francia, USA 2004
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la terra dei morti viventi (2004)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Speciale sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA TERRA DEI MORTI VIVENTI

Titolo Originale: LAND OF THE DEAD

RegiaGeorge A. Romero

InterpretiSimon Baker, John Leguizamo, Asia Argento, Robert Joy, Dennis Hopper, Eugene Clark, Jennifer Baxter

Durata: h 1.33
NazionalitàCanada, Francia, USA 2004
Generehorror
Al cinema nel Luglio 2005

•  Altri film di George A. Romero

•  SPECIALE LA TERRA DEI MORTI VIVENTI

•  Link al sito di LA TERRA DEI MORTI VIVENTI
•  Link al sito di LA TERRA DEI MORTI VIVENTI

Trama del film La terra dei morti viventi

Il mondo é invaso dagli zombie, e coloro che sono sopravvissuti sono barricati all'interno della città. Nelle strade regna il caos e la situazione non é più sostenibile così, tra i superstiti c'è qualcuno che pensa d'intervenire...

Film collegati a LA TERRA DEI MORTI VIVENTI

 •  LA NOTTE DEI MORTI VIVENTI, 1968
 •  ZOMBI, 1978
 •  IL GIORNO DEGLI ZOMBI, 1986
 •  SPECIALE LA TERRA DEI MORTI VIVENTI

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,91 / 10 (247 voti)5,91Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La terra dei morti viventi, 247 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

biagio82  @  04/10/2017 11:48:53
   8½ / 10
nei primi anni 2000 il cinema zombie aveva ripreso vigore grazie ad un piccolo capolavoro (L'ALBA DEI MORTI DEMENTI ) e film un pò così e cocsì (i resident evil) e uno pessimo (il remake dell'alba dei morti viventi di snyder)
in questo clima romero riesce a racimolare i soldi per rimattere mano alla sua saga più famosa realizzando uno dei suoi film migliori estremizando i concetti lasciati venti anni fa.
il mondo orami appartiene ai morti e le piccole comunità sopravvisuute sono governate da potenti che vivono sulle spalle delle povere persone sfruttandoli e controllandoli con i giochi e con i vizi illudendoli che le cose non potrebbero andare meglio....(cavolo, è ambientato in italia nel 2017!!!).
in questo clima, un mortoinizia a ragionare (come cercava di dimostrare lo scienziato nel film precedente) e scuote le coscienze dei suioi simili per fare un rivoluzione che cambirà ancora una volta lo status quo a cui i protagonisti si erano abituati.
romero si dimostra ancora una volta un abile regista e un buon critico della socirtà in cui vive.

p.s. simpatici i cameo di Edgar Wright, simon peg e tom savini in versione zombie

vinicio  @  17/06/2017 20:48:37
   4 / 10
Mmmm... veramente bruttino questo film, mi ha convinto tutto ben poco... sembra che rero abbia voluto prendere una piega piu action che horror non riuscendo troppo nell impresa... il trucco degli zombie è troppo plasticoso e finto veramente brutto... effetti speciali in computer grafica evitabili... l attacco degli zombie in citta è stato troppo semplice e non so come sia possibile con la loro 'velocita' sono riusciti a soppraffare l intera citta con cittadini piu ritardati dei non morti, scena esilarante quando vengono sparati i fuochi d artificio gli zombie guardano il cielo e i cittadini fissano gli zombie.... oscena asia argento....l attacco saralebbe stato piu credibile se in citta fosse scoppiata una rivolta e i militari fossero stati impegnati, ma niente... gli zombie soppravvalgono e meritano di abitare il grattacielo.. ho odiato tutti i protagonisti

Colibry88  @  01/09/2016 00:39:16
   4½ / 10
È tutto troppo "americano"....apparte una pessima Asia Argento. Non mi ha convinto nemmeno un po'.

DitaAppiccicose  @  16/08/2016 22:15:27
   6 / 10
Sufficiente questo ennesimo capitolo della saga sugli zombi di Romero.
Ha un buon ritmo, ottime scene splatter ed ogni tanto riesce a provocare qualche saltino sulla sedia…
Per contro ha una trama banale, la presenza di Asia Argento la cui recitazione, alla faccia dei premi vinti, rimane scadente e delle scene "rambesche" che fanno assomigliare il film alla versione cinematografica di un videogame anzichè essere il contrario...
Il tutto poi è sorretto ( per modo di dire... ) dalla solita critica sociale di Romero, ormai un po' stantia in verità...
Comunque pensavo peggio...

76eric  @  17/01/2016 13:19:22
   8 / 10
A voler essere sinceri, avevo sempre avuto scarsa considerazione di questo quarto capitolo della celebre saga, non mi piacque a pelle quando lo vidi poco tempo dopo la sua uscita... Credo sia uno di quei tipi di film, che vuoi per la sua famigerata discendenza, vuoi perchè ci sono quelle pellicole che vengono rivalutate nel tempo ( e Carpenter ad esempio ne sà qualcosa...), che ha ancora molto da dire sulle tematiche sociali del tempo ( sono passati 10 anni e non si direbbe nemmeno lontanamente, in quanto ancora attualissime...), e che funziona anche come intrattenimento. Ha tutto quello che deve avere un film di questo genere.

Non sono mai stato un fan sfegatato del zombie-movie, ma da Romero in poi, pellicole significative ne sono state fatte... Certo, il papà dei "Living dead", grazie a ciò che riuscì a concepire nel lontanissimo 1968 rimarrà sempre punto di riferimento, anche parlando in senso più generico. E' grazie a registi pionieri come lui o come Alfred Hitchcock che è stato reinventato un genere, un nuovo modo di fare paura....

Tornando al film, è piuttosto collegato bene al meraviglioso capitolo precedente di quasi 20 anni fà... Il caos regna sovrano ovviamente anche qui, e se nel 1986, era stato provato scientificamente che lo zombie aveva una sua intelligenza, una sua coscienza, e che poteva essere, diciamo così, addomesticato, ora, non è più possibile. Anche le creature sanno reagire e richiedono il loro spazio dove poter vivere. Se pensiamo alla critica sociale che Romero vuole muovere, bisogna solamente togliersi il cappello.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Certo, la situazione che vuole dipingere Romero è molto esasperata ed apocalittica, rispetto a quella che è l' attualità, ma di questo passo siamo sulla buona strada.... E qui se ne potrebbe parlare per un libro..., ma non è la sede giusta......

Ottima sceneggiatura, ottime musiche, ottimo cast ( passi anche Asia Argento dai....), su tutti il faccia da simpaticone Simon Baker....

Il film per antonomasia sugli zombie, per me è e rimarrà sempre "La notte dei morti viventi", questa pellicola è un più che ottimo sequel di una saga che ha detto molto sotto tutti i punti di vista. Credo che la media sia ingenerosa dopo tantissimi commenti, per me è un film da rivalutare, che ha ancora molto da dire... Ho visto qualche spezzone, non molto convincenti a dire il vero, dei due sequel Diary e Survival, vedremo se ne varrà la pena....

Strix  @  10/12/2015 18:41:04
   6 / 10
PRO

- La regia è valida, romero ha ancora una buona mano;

- Si lascia guardare senza fatica;

- Gli zombi sono fatti benissimo, i migliori di sempre dopo quelli di walking dead;


CONTRO

- Non c'è trama, la durata irrisoria della pellicola lascia trasparire una totale mancanza di idee e si aggiunge roba superflua per arrivare ai canonici 90minuti;

- Non apporta nulla di nuovo alla saga. Come ha detto qualcun altro precedentemente, se non sai che il regista è Romero, non c'è nulla che ti farebbe pensare "questo film probabilmente è di Romero";


Sufficiente, ma niente di più.

antoeboli  @  29/08/2015 03:02:14
   7 / 10
Quando il genere zombie sembra non aver più nulla da dire, torna papà Romero nel bel mezzo dei primi anni 2000 con qualcosa che non è per nulla innovativo, la trama sarà anche una mezza fregatura ma che riesce dannatamente a divertire per tutto il film .
Merito delle qualità registiche che in alcuni momenti sono di altissimo livello, e un make up degli zombie funzionale e geniale a tratti proprio per alcune scene che sono state scritte dallo stesso Romero.
Momenti di puro godimento per chi adora lo splatter gore, seppur qui non ce ne sia a vagonate.
Cast buono devo dire, con un D. Hopper sugli scudi e un buon Simon Baker. Fa sorridere il fatto che in questo film si ritrovino sia hopper che Languizamo che insieme girarono super mario bros.
Fa invece ribrezzo le amicizie Romero - Dario Argento che in tante occasioni hanno lavorato insieme, il che ha portato la figlia del regista italiano a finire in questa pellicola rovinandola con un ridoppiaggio orrendo, e anche come interpretazione non sembra mai pungere.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

alex94  @  27/06/2015 16:35:53
   7½ / 10
Quarto film della saga di Romero, iniziata nel lontano 1968 con la "Notte dei morti viventi".
Romero in questo quarto capitolo decide di concentrarsi maggiormente sull'azione e poco sull'horror (nonostante non manchino comunque alcune scene piuttosto inquietanti),senza comunque tralasciare i classici e feroci messaggi di critica sociale (che questa volta colpiscono i ricchi,che nel film vengono rappresentati come esseri viscidi che continuano a condurre la vita di prima all'interno di una torre,fregandosene altamente di ciò che accade fuori) tanto cari a questo regista.
Dal punto di vista tecnico il film è un autentico spettacolo,la regia e la fotografia sono stupende,la scenografia riesce a riprodurre in modo convincente e realistico il mondo completamente distrutto,ed anche la recitazione si rivela tutto sommato buona.
Molto buoni anche gli effetti speciali ed il trucco degli zombie.
Uno zombie movie interessante e piacevole da vedere,non all'altezza dei primi tre film,ma ugualmente molto bello.

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/06/2015 20.27.12
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  13/02/2015 17:44:41
   5½ / 10
Romero torna agli zombie, il risultato è un film discreto. Cast "impreziosito" da Asia Argento. Trascurabile.

Manticora  @  11/12/2014 18:12:22
   8½ / 10
Dopo 20 anni di cinema (im)perfetto Romero torna alla sua creatura, uggiolante, putrefatta, lenta e (poco)inteligente e sapete una cosa? Meglio così, nel bene o nel male Romero ha dato la VITA letteralmente all'iconografia del morto vivente, ripresa un pò da tutti, e in questo film il regista di Pittsburg continua la cronologia dei morti viventi, iniziata nel lontano 1968. L'inizio è bellissimo, con immagini in bianco e nero, angoscianti ma efficaci Romero archivia IL MANFESTARSI DELLA PIAGA. Così arriviamo ai giorni nostri, in cui un altra società è sorta sulle macerie di quella passata in poche parole.... replicando la società capitalista, i ricchi sontuosamente residenti in un grattacielo enorme, lontano dalle intemperie, i poveri, a lavorare per i ricchi, e nel mezzo l'esercito di manovalanza:ex-soldati, mercenari, poliziotti, criminali o semplici sbandati.La critica sociale ancora una volta parte dalle basi fondanti del consumismo, coniugato al capitalismo, e allo sfruttamento che si nutre di disparità sociale. Il cast di tutto rispetto è funzionale alla storia(a parte Asia Argento che quando parla è più inutile di quando sta zitta) non c'è spazio per i sentimenti anche se lo sguardo languido tra Billy e la argento la dice lunga, ma non si conclude niente...
perfetta la coppia Charlie-Billy, in cui Simon Baker rappresenta l'onesto, il capo saggio che non vuole guai, ma si trova inevitabilmente invischiato, Charlie è la spalla, è non è un caso. Leguinzamo è una testa calda, arrongante e violento, l'opposto di Billy, ma anche lui vuole che le cose cambiano è il rifiuto di quella società per cui ha gettato la spazzatura nel tentativo di farsi accettare da la stura alla catena di eventi che porterà il nuovo ordine costituito a scontrarsi(perdendo) con l'inesorabilità: i morti sono ormai più dei vivi, sono la maggioranza, è STANNO CAMBIANDO, EVOLVENDOSI, in questo il film di Romero affronta la nuova evoluzione degli zombi, primitivo, lento ma inesorabile. Big Daddy quindi è il primo leader degli zombi, iniziando una rivoluzione che porterà ancora una volta a mettere in discussione il mondo dei vivi. Effetti speciali eccellenti di Nicotero, musica ottima, location canadesi perfette, poi c'è il Dead Reconing, il tutto con una sapiente miscela di azione, ironia(poca) e violenza, al modico costo di 16 milioni di dollari:il film più costoso di Romero. Dennis Hopper fà il verso a George Bush(non trattiamo con i terroristi) ma alla fine anche lui è prigioniero delle sue paure(sono zombi e mi terrorizzano) il mondo che ha creato è solo un surrogato, e alla fine dove regna la disuguaglianza e la prevaricazione la piaga dei morti riuscirà sempre a insinuarsi, come in Dawn, come in Day, IL PIANETA E DEI MORTI CHE LA RIVENDICANO. Non c'è più spazio per i vivi? O forse si, basta andare più a nord, lontano dalla LEGGE E DALL ORDINE.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  17/06/2014 18:46:57
   5 / 10
L'unico motivo per cui potrebbe valer la pena guardare questo film è la presenza, dietro la macchina da presa, di Romero, il gran maestro del genere. Ma a voler essere onesti "La Terra dei Morti Viventi" non spicca rispetto ad altri zombie-movie; per la verità lo svolgimento è, per certi aspetti, discretamente originale però non manca una pesante dose di noia oltre a molti cliché tipici dei zombie-movie. Certamente il tema degli "zombie intelligenti" era stato sviluppato molto meglio nel bellissimo "Il Giorno degli Zombi" con il mitico Bub. Il tutto è reso poi grottesco dal comportamento dei protagonisti umani che, in molti frangenti, sembrano ben più idioti degli zombie. Vanno perlomeno elogiati gli effetti speciali belli schifosi.

GianniArshavin  @  27/03/2014 20:37:49
   6½ / 10
La terra dei morti viventi è un film imperfetto,con tanti difetti e pecche,ma è pur sempre un film di George Romero,e di conseguenza ha anche tutti gli aspetti positivi che i lavori del regista possiedono.
Nonostante una trama prevedibile,un nugolo di personaggi stereotipati ed una scenografia (nonostante il buon budget) non all'altezza dei precedenti capitoli della saga,LTDMV riesce ad intrattenere perfettamente,senza annoiare, anche grazie a degli effetti splatter davvero di alta scuola. Se a queste caratteristiche ci aggiungiamo l'ennesima,profetica e indovinata critica del cineasta allora avremo un prodotto dignitoso e da vedere assolutamente da appassionati e non.
Proprio la critica sociale risulta attuale e ben congegnata,grazie all'ambientazione scelta che esalta (in modo negativo) l'avidità umana e agli zombie,che nel loro tentativo di "umanizzazione" rappresentano benissimo i poveri e i diversi da sempre emarginati dai potenti. Ancora una volta Romero quindi fa centro proponendoci una pellicola che oltre al semplice intrattenimento ci propone temi su cui riflettere.
Geniali un paio di trovate (i fuochi d'artificio,la scena dell'uscita dall'acqua)mentre il cast è nella media dei film di genere.
Nel complesso LTDMR non sarà all'altezza dei predecessori,non sarà il miglior film del regista,ma sicuramente è un prodotto che ha qualcosa da dire e che si eleva dalla massa in maniera netta.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  24/01/2014 12:06:21
   6½ / 10
cara asia argento...come fai a rovinare sempre tutti i film.....
oltre ad essere brutta non sai nemmeno recitare...tutti i film che hai fatto li rovini... sei antipatica....non sai nemmeno parlare, questo fa pensare a come è forte la raccomandazione di tuo padre....che tra l'altra fa ****** anche lui nei film.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/05/2015 20.18.20
Visualizza / Rispondi al commento
gianni1969  @  12/09/2013 21:41:26
   7 / 10
Qui gli zombi addirittura nuotano, romero torna dopo tanti anni dalla sua mitica trilogia, un buon film tuttavia. Asia argento pessima, ma si sa, i due maestri sono molto amici.........

Regista Ricky  @  11/08/2013 11:07:29
   6½ / 10
tutto sommato, nonostante sia alquanto banale, non mi è dispiaciuta la visione.
forse un po scontato è vero, ma un 6 e mezzo lo merita.

sossio92  @  07/08/2013 23:38:38
   5½ / 10
Sul lato ''zombiesco'' non mi ha deluso , mi ha deluso sul lato di trama ,l'ho trovato ''insipido'' , non mi ha rimasto nulla , nessuna voglia di rivederlo di nuovo ... carine delle idee, anche originali ...

horror83  @  07/08/2013 16:27:43
   7½ / 10
ecco questo film mi è piaciuto! certo non è un capolavoro però non mi ha mai annoiata, c'è un bel ritmo, azione, gli zombie sono fatti bene e si vedono molto di più che in altri film dove compaiono per 5 minuti, c'è un atmosfera di guerra tra umani e zombie, c'è anche una denuncia politica! per me promosso!

ps: molti hanno criticato la recitazione di Asia Argento ma per me se l'è cavata bene! brava Asia!

Fortune  @  13/07/2013 10:43:49
   7½ / 10
George Romero,nel "suo" genere di film, e' un fuoriclasse.Punto.

Questa pellicola (2005) segna il ritorno dopo 20 anni dall'ultima sua "fatica cinematografica"...e il bicchiere e' mezzo pieno per me.
Al fine di non ripetere le stesse cose, condivido pienamente il commento precedente (ferzbox) aggiungendo qualche considerazione ( alcune di queste gia' evidenziate in alcuni commenti positivi precedenti ):

- il film esprime, con una sottile metafora moderna, un denuncia sociale, un malessere generale...

- Romero punta il dito sulla societa'(americana e ma non solo) : in questa Terra gli Zombi sono la maggior parte della popolazione mondiale

-film politico che riprende le vicende del periodo di presidenza di G.W.Bush (terrorismo, armi di distruzione di massa,petrolio, ricchezza, miseria,sacrificio)

-un buon budget per il film permette a Romero d'inscenare ambientazioni e "appestati" molto ben "curati" con alcune scene "forti" interessanti

-qualche attore non all'altezza

Buon film che evolve in modo moderno la precedente e fortunata trilogia


...rimando a dare un'occhio anche all'ottimo commento di MarcoB74 del 25/07/2005 che praticamente ha detto tutto e di piu'.

ferzbox  @  29/12/2012 09:55:36
   7½ / 10
Romero a distanza di molto tempo comincia a creare una nuova trilogia sugli Zombi ricollegandosi ,in un certo senso,a quella classica.
La Terra dei morti viventi vede i protagonisti in una situazione ancora più esasperata dove ormai la razza umana si è rifugiata in un unica "Città-roccaforte" isolata dal resto del mondo....ma gli Zombi non si arrendono di sicuro....ecc...ecc...
Il film non è brutto,ha dei momenti veramente interessanti...gli Zombi sono fatti bene e riassistiamo al caro e vecchio "Make-Up"....per la gioia dei nostalgici...
Tuttavia il film comincia ad avere una atmosfera diversa da quella dei più vecchi e soffre comunque di un velo un pò "odierno" che ne toglie quel senso di "crudo" tipico degli anni 70/80 presente nella vecchia trilogia....
Questo ha determinato la presenza di interpreti come Asia Argento che oggi come oggi ne potremmo fare volentieri a meno e mostrando una sceneggiatura che contiene dialoghi un pò pacchiani e situazioni troppo commerciali.....
Meno affascinante di quelli vecchi.....però gli Zombi sono fatti davvero bene...questo si!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Jolly Roger  @  27/12/2012 10:40:22
   7 / 10
Dunque, ho visto recentemente Diary of The Dead (insufficiente) e devo dire che questo Land of The Dead è senz'altro molto meglio.
3 elementi principali contraddistinguono Land od the Dead rispetto ad altri zombie movies (anche dello stesso Romero): 1) ha un taglio molto action 2) è ambientato in un mondo distopico 3) è notevolmente splatter, ma davvero tanto!

Le recitazioni sono molto buone e quindi i personaggi risultano credibili, compresa Asia Argento, alla quale molti itagliani ancora non perdonano il successo.
Le metafore politiche e sociali sono evidenti. Bella l'idea dei fuochi artificiali, metaforicamente impiegati come i circenses da dare in pasto alla folla di lobotomizzati per distrarla. Bella anche l'idea del Palazzo, come ultimo avamposto di sicurezza e benessere, ma i cui appartamenti sono alla portata soltanto di pochi ricchi milionari. Beh, buona critica sociale, anche se forse ai nostri giorni è un po' datata: sotto questo punto di vista, risulta invece più azzeccato e moderno Diary od The Dead, nel criticare una società fondata sul voyeurismo.

La nota stonata del film è l'idea degli zombie che si evolvono, che pian piano recuperano alcune capacità mentali...
questa pretesa di sospensione dell'incredulità nei confronti dello spettatore mi sembra oggettivamente eccessiva. Appaiono quindi ridicole le scene in cui il "capo" degli zombies compie - o cerca di compiere - azioni umane, a volte pure riuscendoci, ma condendo il tutto con un'espressione da australopiteco ebete e grugnendo come una scimmia urlante.
Detto questo, il film intrattiene e allieta.

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/10/2012 15:10:37
   6½ / 10
Mi sono divertito!

Wolverine86  @  28/08/2012 19:43:14
   5½ / 10
Per gli amanti del genere risulterà un film comunque guardabile, ma l'ho trovato un film un po' insipido.
Bella l'idea degli zombie che si "evolvono", ma per il resto un po' piatto..

C.Spaulding  @  11/06/2012 20:43:55
   7½ / 10
Quarto capitolo della saga sugli zombi di Romero. Gli effetti speciali sono ottimi così come la regia. Il film è originale rispetto ai suoi soliti lavori in quanto gli zombi hanno subito un evoluzione che li ha resi intelligenti e non carcasse umane prive di cervello. Una pellicola imperdibile per gli amanti del genere.

BlueBlaster  @  17/03/2012 03:06:05
   6½ / 10
Romero ha preso Asia Argento in onore dell'amicizia con il padre..grande errore perché è una pessima attrice ed ha una voce di cacca.
Il film porta avanti il discorso dello zombie intelligente...tralasciando che non mi piace l'idea bisogna dire che lo fa abbastanza bene se non fosse che nel finale esagera.
C'è del buon splatter e l'idea del film e della città sono molto buoni, però si calca sull' action e non è da George.
Ci sono alcune scene da salto dalla poltrona ed altre disgustose che piacciono sempre...in sostanza guardabile ma inferiore a quello a cui Romero ci ha abituati.

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  05/01/2012 02:31:09
   4½ / 10
Horror bruttino. La storia non mi ha coinvolto, anzi mi ha annoiato parecchio.
Pure gli attori sono stati mediocri e fiacchi.
Qualche scena carina c'è, ma non basta a salvare un film repellente.

Dante69  @  29/09/2011 22:36:38
   6½ / 10
simpatico film di Romero, il miglior regista ad aver fatto film sugli zombie , lo adoro e questo come tutti gli altri della saga è una perla del cinema dell'orrore

Bellinidj  @  19/09/2011 01:17:33
   4 / 10
Ma quale "denuncia sociale" come sostiene qualcuno, questo film fa schifo.
E' un insulto allo zombie movie. E' fatto da cani, un polpettone che non fa paura a nessuno, solo pietà.
Caratterizzazione dei personaggi pari a zero, trama per nulla originale (a parte la possibilità degli zombie di apprendere, ma non sufficientemente sfruttata) e ritmo troppo lento per essere un film del genere. Inseguimenti inesistenti, tensione sotto i piedi. Ma cos'è?? Zzz....

The Doozy  @  01/08/2011 01:39:55
   6½ / 10
Io l'ho trovato apprezzabile. Carina l'idea degli zombi che si organizzano. Il film è poco originale nel suo insieme, ma conserva il sapore dei primi film di Romero, con sbudellamenti e splatter a regola d'arte. Potevano fare di meglio, ma se non cercate qualcosa di veramente particolare, questo film va più che bene per intrattenersi un po'.

John Carpenter  @  13/07/2011 17:25:44
   4 / 10
Non sono mai stato un amante dei zombie-movie, ma riconosco la grandezza dei film di Romero come "Zombi" o "Il giorno degli Zombi".
Ma questo qua è proprio un polpettone.

gemellino86  @  02/07/2011 19:53:26
   5 / 10
Manca l'ironia che caratterizza i film sugli zombi. I personaggi sono mediocri e la storia non mi ha coinvolto. Sicuramente poteva essere migliore.

tnx_hitman  @  22/05/2011 21:57:14
   4 / 10
Inutile capitolo firmato George A.Romero,superficialotto,con il cambio in folle sullo splatter e si punta solo a quello,con attori sulla sufficienza tirata ma con un Dennis Hopper sprecato...meno male che si e' evoluto con il Diary Of The Dead,bellissimo film.

guidox  @  22/05/2011 16:41:37
   4 / 10
inutile, una sorta di remake bruttissimo de Il giorno degli zombie.
Asia Argento scandalosa.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  30/04/2011 16:15:49
   6½ / 10
I non-morti in un film apocalittico. Con “La terra dei morti viventi” Romero, il padre degli zombie, affronta dei temi che vedremo anche in “Survival of the dead” (più riuscito quest’ultimo secondo me) ovvero il fatto che anche i non-morti riescono a emanciparsi e riavere delle caratteristiche umane. Bellissimi i titoli di coda e i trucchi sono eccezionali, purtroppo però la storia si fa seguire con un po’ di fatica.
Bene Asia Argento.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  16/04/2011 19:59:53
   6½ / 10
Proprio nei punti in cui è stato attaccato si trovano i punti di forza di questo ennesimo capitolo romeriano sugli zombi,il quarto: la regia che concede moltissimo all'azione e allo splatter più scatenato senza limiti.
Non c'è il rischio noia rispetto a tante altre produzioni del genere,merito della maestria del regista ancora una volta capace di far appassionare ad un tema che ha trattato già tante volte e su cui ha palesemente basato una bella carriera.
Ma manca la forza della metafora critica all'America come fu nei precedenti 3 film; questa volta Romero sembra davvero essersi adagiato su un budget che gli ha permesso di fare un film horror d'azione pieno di bei effetti speciali sanguinlenti,poco più per quanto riguarda tutto il resto. Gli spunti ci sono,sia chiaro,e sono anche interessanti come ad esempio gli zombi che si organizzano e che per una volta non sono visti solo come i cattivoni di turno (ma che sia l'uomo il colpevole è stato un must sin da La Notte dei morti viventi).
Tutto è però già stato detto con più forza precedentemente.
Non aiutano in tal caso le solite interpretazioni sufficienti o poco più e i personaggi superficiali e piattissimi come nel caso di Asia Argento,ma questo è estendibile un pò a tutti i protagonisti.
Ma cattivi con Romero non si può proprio essere: fosse stato un altro regista avrei messo di più perché,anche se imparagonabile alla prima trilogia,questo inizio del nuovo ciclo ha comunque qualcosa in più che lo distingue dagli altri horror sugli zombi,e non e poco.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2011 09.42.33
Visualizza / Rispondi al commento
Mastermovies  @  24/03/2011 19:18:57
   8 / 10
Validissima quarta parte della saga dei morti viventi, molti anni dopo il (per me) mediocre "giorno degli zombi".
Lo splatter è ben fatto e copioso, e l'abbondanza di effetti (buoni) al computer non ostacola mai la visione.
Efficace il cast ( persino la Argento è valida e abbastanza simpatica ) con menzione speciale per Baker e Hopper.
Tantissime allusioni politiche e non ( basti la metafora dei fuochi d'artificio ) ma comunque azzeccate.
Il finale mi ha lasciato un pò dubbioso, ma rimane comunque un ottimo film!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  08/03/2011 17:16:48
   5 / 10
Non lo attaccherò ferocemente come avrei sicuramente fatto qualche anno fa, quando avevo quasi pensato di cambiare il mio cognome da quello che è a Romero, tanta era la mia devozione per questo regista geniale. Perciò mi limiterò ad essere il più obiettivo possibile senza metterci l'astio personale ed evitando chiacchere inutili.
Questo è il film che avrebbe dovuto essere il "Giorno Degli Zombi", ossia che la sceneggiatura di "La Terra Dei Morti Viventi" in realtà sarebbe quella che Romero scrisse inizialmente per "Il Giorno Degli Zombi". Ma all'epoca i produttori imposero a Romero di estrapolare l'essenziale dalla sceneggiatura per evitare rotture con la censura. Romero lo fece, a patto che gli si lasciasse la libertà di fare quel che voleva con il materiale prelevato. Il risultato fu per l'appunto l'ottimo "Il Giorno Degli Zombi". Quel che rimase della sceneggiatura iniziale (un copione eccellente che all'epoca scaricai da internet e lessi pagina per pagina... se realizzato a suo tempo, probabilmente ne sarebbe venuto fuori il più grande film di zombies della storia) Romero lo incorporò in questo "La Terra Dei Morti Viventi". Purtroppo i tempi e i gusti del pubblico sono cambiati, e sotto le dipendenze di una major, Romero non è più lo stesso: "La Terra Dei Morti Viventi" infatti, è un semplice action/horror commerciale (e non più personale) fatto per passare il tempo, in cui non si respira nulla dei precedenti tre film (la morte, l'angoscia, la putrefazione, la depressione, il precipitare della situazione ecc...), senza un briciolo di suspense, realizzato quasi tutto al computer (splatter e gore compresi... una cosa impensabile in un film di Romero), e in cui la mano del regista si riconosce a malapena.
Gli attori, Asia Argento a parte, se la cavano bene, e tutto sommato, il film non cede mai alla noia (qualche sequenza affascinante c'è, vedi scena morti che emergono dalle acque); ma per un fan accanito dell'ottima trilogia come il sottoscritto, e anche obiettivamente parlando, si tratta semplicemente di un'opera deludente (tanto quanto l'inutile cameo di tre secondi di Blade/Tom Savini), già vista, e che non sa di niente: insomma, un normale horror sparatutto, fatto solo di urla e schiamazzi, come ce ne sono tantissimi altri.
Tanto budget, ma poca sostanza.

Comprato in DVD il giorno stesso della sua uscita, lo vidi una volta sola, dopodichè lo riposi in uno scaffale dove resta tutt'ora sotto chili e chili di polvere. E mi dispiace davvero tanto. E' meglio il remake di "Zombi" di Snyder che questo... fate voi.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  04/12/2010 16:38:34
   6½ / 10
Solito il tema, solite sfumature in un progetto con un budget sostanzioso e ottimi attori. Molta buona la fotografia e alcuni tratti di sceneggiatura, che scade purtroppo spesso invece nel banale.
Un Romero kolossal lascia straniti e si fa più sottile la distanza con le produzioni più esplicitamente commerciali degli ultimi tempi.
Tuttavia è un buon film che non tradisce minimamente lo spirito concettuale dell'opera, sebbene se ne distacchi esteticamente.

BlackNight90  @  07/10/2010 17:42:44
   5½ / 10
L'evoluzione tamarreggiante degli zombi e dei personaggi tipica dell'horror attuale, il solito messaggio politico privo però della giusta freschezza e acume, una certa piattezza narrativa fanno del quarto film di Romero sui suoi amati zombi una pellicola appena sufficiente.
E' un film troppo figlio dell'America post-11 settembre, con tanto di annesso "non trattiamo con i terroristi" (banale, banaleee), che descrive sommariamente, ma con la solita passione da parte del regista, il suo punto di vista di vista sugli Usa oggi: una potenza circondata da nemici che egli stessa si è creata, che difende strenuamente il suo territorio da qualsiasi intrusione non per salvare i suoi cittadini ma i propri interessi economici.
Gli zombi sono gli oppressi del mondo, gli sfruttati a cui viene data finalmente voce e possibilità di vendicarsi.
Solo che la stramba idea di Romero di dotarli di organizzazione, di ingegno (ma dai su, questi sono dei cervelli morti), di un leader autoproclamatosi tale (che guardacaso si scontrerà alla fine col leader della fazione opposta), l'ho trovata leziosa.
Del buon cast l'unico che se la cava molto bene è Leguizamo, Hopper purtroppo non aggiunge niente al film, potevano mettere un qualsiasi attore nel ruolo che era lo stesso, della Argento non parlo (ma sarebbe ora che non parlasse neanche lei, ma che razza di voce si ritrova? inascoltabile).
Film che si lascia tranquillamente vedere senza provare particolare noia, ma molto schematico e prevedibile.

trickortreat  @  23/09/2010 20:38:51
   7 / 10
Dopo svariati anni Romero torna più in forma che mai con le sue creature, regalandoci un'altro episodio, non eccezionale, ma comunque più che sufficiente. Questa volta ha avuto a disposizione più budget, perciò si è potuto sbizzarrire, dagli ottimi e molto presenti effeti splatter al bellissimo trucco degli zombi. Come in ogni suo film, è presente un messaggio contro la società, e questo messaggio mi è sembrato devvero fedele alla realtà di ciò che siamo. Una sceneggiatura meno curata, tuttavia, rispetto ai suoi standard. Discrete le interpretazioni (stranamente anche Asia Argento). Forse non piacerà a tutti in quanto la pellicola sembra sbucatà dagli anni 70/80, con lo stile particolare di Romero. Certe inquadrature le ho trovate suggestive e bellissime, una su tutti la sequenza degli zombie che emergono dal fiume avvolti da una coltre di nebbia. Originale anche la loro evoluzione mentale. Ben tornato George!

mainoz  @  04/09/2010 11:50:31
   3 / 10
Dopo aver visto quell'idiozia delle "cronache dei morti viventi" mi imbatto in un altro abominio del Sig.Romero.

Zombi intelligenti, che urlano per la vendetta..

trama piena di buchi/voragini di sceneggiatura..spero di dimenticarlo presto con qualche altro film almeno decente sugli zombi..non mi sembra di chiedere molto.
E'supefacente quanto sia discontinuo questo regista

BrundleFly  @  29/01/2010 11:39:22
   3 / 10
Fosse stato fatto 30 anni fa avrebbe anche avuto il suo effetto, ma visto adesso è il classico filmetto sugli zombi, ambientato in un mondo apocalittico stile "Fuga da New York", che non offre nessuno spunto nuovo.
Recitazioni pessime, da parte di tutti gli attori, anche dei bravi Hopper e Leguizamo.
L'unica cosa che si salva appena sono gli effetti splatter, anche se ormai tutti visti e stravisti, di Berger & Nicotero.
Breve apparizione di Tom Savini nei panni di uno zombi col giubbotto di pelle.

Sentenza  @  06/01/2010 10:44:11
   2 / 10
George Romero, il maestro del giallo sociologico, presenta “Land of the Dead”, il quarto film della sua serie classica dei film “Dead”, ed una sequela del film “Day of the Dead”....brutto..

VinLet  @  28/11/2009 15:53:59
   5 / 10
C’è una guerra in atto tra esseri umani e appestati
La città è militarmente fortificata
D’improvviso comincia l’invasione
Lo schema è il solito dei film sugli zombie:
C’è quello contagiato..che se morde..infetta a sua volta..un colpo alla testa..e il problema si risolve
Poi arriva la massa..e bisogna affrontarla
Nulla di nuovo..anche se qui gli appestati sono molto ingegnosi
Poi..ci si mette pure Asia Argento e il suo indecente doppiaggio
Finale inconcepibilmente buonista
Comunque discreta la qualità del trucco
Spiacente per gli esperti..ma non ho afferrato il profondo significato morale..socio-politico..che vuole trasmettere il film

Razio  @  13/09/2009 14:15:08
   5 / 10
Cosa ti salva dal 4: le scene di violenza.
Cosa ti impedisce di avere 5 1/2: la trama, il buonismo (vedi spoiler), la retorica, il finale....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

kalin_dran  @  09/09/2009 15:30:39
   7½ / 10
Romero ha fatto meglio nei lavori precedenti, ma questo film può considerarsi un buon prodotto. Un valido seguito di ciò che si era visto ne "Il giorno degli zombi".

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/08/2009 12:18:45
   7½ / 10
Inferiore agli altri capitoli precedenti, tuttavia oltre ad aver un budget più che dignitoso rappresenta un lucido attacco all'America post 11 settembre dove i pochi ricchi gozovigliano alla faccia degli strati inferiori della società ridotta ormai a una parodia di se stessa. E' ironico pensare che in un mondo del genere il denaro e l'ambizione di scalata sociale rappresentano ancora un valore per una società morta e sepolta.

spockino  @  20/08/2009 21:06:03
   6½ / 10
Romero, ma proprio tu te la dovevi raccattare quella insulsa patetica Asia Argento? va beh che sei amico del padre, ma c' e' un limite alla decenza....ti avrei dato 8, ma per questo ti becchi un 6,5....cosi' impari!....cmq sempre grandissimo george Romero.....

bulldog  @  20/07/2009 00:52:46
   6 / 10
Romero ormai nella saga degli zombi è in forte calo e qui lo dimostra

squoqui  @  09/07/2009 19:24:30
   6½ / 10
Non mi ha entusiasmato più di tanto, la storia è abbastanza banale e scontata. Romero ha cercato di inserire il contrasto tra gli stessi umani anche di fronte alla crisi degli zombie per elevare un po' il lavoro ma non convince più di tanto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  09/07/2009 09:24:26
   5 / 10
Qua gli zombi fanno da contorno ad una trama umana-action già vista e rivista.. non mi ha convinto quindi. Penso che il remake del 1990 sia molto più entusiasmante nel complesso e nel phatos. C'è molto splatter, questo si.. ma non mi ha convinto. Discreto audio. Asia argento non ha recitato male ma il doppiaggio audio è penoso.
Più che uno zombie movie questo è un film d'azione con gli zombi. Romero flop.

mediocre.

lorus  @  09/07/2009 04:18:03
   8½ / 10
Da ciò che sentii, ne parlavano come fosse un polpettone visto e stravisto.
Ed invece, mi ha veramente sorpreso.
Non è un semplice film horror o Zombie Movie, è davvero di più.
Romero tocca un tasto dolente: quello della società odierna.
Gli zombie diventano solo un pretesto per lasciare spazio a quella che appare più un'opera di denuncia sociale. Ed in questo il regista ci riesce alla grande.
Oltre alla denuncia e agli evidenti attacchi alla politica collusa, vi è un chiaro messaggio che a molti non mi pare sia arrivato.
Ciò che viene mostrato sono gli orrori della nostra razza, che nonostante la situazione ormai degenerata, continua la sua folle corsa di autodistruzione e di abominio verso chiunque. Difatti c'è sempre chi, approfittando, detiene il potere sulla massa, traendo guadagni e pensando solo ai propri sporchi affari. Infine, belle sceneggiature, ben realizzati i costumi, notevole l'idea della città fortezza, e interessante l'evoluzione dei morti viventi, che non fanno altro che sottolineare ancor di più il messaggio che Romero vuole mandare.
Alla fine, una domanda sorge più che spontanea: chi sono dunque, i veri morti?!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/07/2009 05.18.39
Visualizza / Rispondi al commento
panzone89  @  24/06/2009 11:01:13
   6½ / 10
a me non è dispiaciuto come film...ho visto di meglio ma non l'ho trovato noioso, anzi mi piaceva l'idea di una città fortezza e come mi aspettavo, i più ricchi e potenti vivevano nel lusso sfrenato mentre i più poveri vivevano in ghetti luridi, senza avere cure mediche o attenzioni dovute

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

baskettaro00  @  08/06/2009 22:33:18
   6½ / 10
qst film presenta scene davvero molto splatter.....da nn ricordare ma dategli un okkiata........

Xavier666  @  23/05/2009 18:43:53
   8 / 10
La media bassa rispecchia una non perfetta comprensione filosofica alla base dell'opera di Romero. Ma essendo un credente della dialettica del rispetto reciproco delle idee non metterò 10 per alzare la media.
Il film chiude in modo definitivo (anche perchè l'ultimissimo film the diary è una storia parallela agli eventi che seguono l'improvvisa epidemia zombistica che ha colpito la civiltà) Forse è una sorta di ingigantimento de IL Giorno degli morti viventi, in quanto siamo di fronte alla prima città fortezza creata dai pochi superstiti rimasti in un mondo che non ha più niente di civiltà come la intendiamo. Un ingigantimento che chiude i giochi in quanto verso la fine un pò retorica si avrà questa sorta di sottintesa alleanza catartica fra gli uni e gli altri (voi andate di là noi di qua) fra i vivi e i morti.
Oltre a questo finale c'è il sempre e tormentoso sguardo del regista sulla natura umana distruttiva e tendente all'autodistruzione , all'accumulo egoistico e all'indifferenza e gli abitanti di questa fortezza sono gli uomini che si piegano alle leggi della nostra natura "umana" Io comando e mi arricchisco ,io mi accontento con il tuo veleno e con la tua elemosina, io mi adeguo alle ricchezze che mi procuri facendo di tutto in nome del potere e del denaro, io eseguo gli ordini, io...
Bellissimo Romero. I suoi film racchiudono una poetica esasperata ma abbastanza vera sull'uomo. E non è solo un film già visto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Icyhot  @  06/04/2009 19:37:09
   7 / 10
E' un film che personalmente mi è piaciuto molto, anche se riconosco che non è di certo ai livelli della trilogia del maestro Romero, però resta un buon film che non lascia delusi gli amanti dello splatter. Del resto però Romero non era "libero" come negli altri suoi film, forse perchè si era affidato a una produzione come la Universal che gli avrà imposto del limiti. Quanto agli attori non sono rimasto deluso come per Dennis Hopper che il ruolo del cattivo gli viene con una natualezza impressionante. L'anello debole di tutta la catena di attori penso che sia Asia Argento, non mi ha colpito più di tanto.

statididiso  @  01/04/2009 01:20:10
   8 / 10
naturale evoluzione dei tre precedenti capitoli, per certi versi, la più audace del regista... nella critica alla politica americana (Kaufman = G. W. Bush), anticipa il tanto lodato 'Homecoming' di Joe Dante...

simone p  @  15/03/2009 20:53:53
   4 / 10
Film dalla trama quasi inesistente con attori e dialoghi ridicoli.
In più è anche noioso.

Valdak89  @  26/02/2009 21:03:06
   4 / 10
Bah...sarà che non amo molto il genere, ma sto film mi pare una bella ciofeca..

Jh0n_Fr0m_Br0nx  @  26/02/2009 20:27:02
   7 / 10
molti film sono stati girati riguardo zombi...ma quest'ultimo mi ha piacevolmente stupito. Anche essendo piuttosto recente non manca di originalità.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ROBZOMBIE81  @  03/02/2009 23:46:01
   6½ / 10
belli gli effetti ma meno affascinante degli altri...un discreto film che non ricrea le atmosfere precedenti....daltronde il tempo passa per tutti...purtroppo..sigh

Alexein  @  02/02/2009 21:01:44
   6½ / 10
In questo quarto capitolo della saga degli zombi si sente tantissimo la mancanza delle atmosfere claustrofobiche dei precedenti. Meno convincente anche la pur sempre ironica critica sociale romeriana che si adatta sicuramente meglio al low budget delle sue altre produzioni. Bella come sempre la metafora dello zombi, qui evoluto e maggiormente cosciente della sua condizione cercherà di assaltare sistematicamente i viventi senza far distinzione tra ricchi e poveri.
Ottime le scene splatter e d'azione, bravi anche gli attori, ma questo tipo di produzione non si adatta per niente a chi come Romero era abituato ad avere una capacità creativa pienamente libera dal far cassa al botteghino.
Un film che comunque mi piace sempre riguardare essendo uno zombi-romeriano-fan.

LoRe_91  @  23/01/2009 15:51:58
   4 / 10
Ennesimo zombie-movie griffato Romero... piatto e senza particolari spunti creativi!
Già visto...

leonida94  @  09/01/2009 17:24:21
   7½ / 10
rispetto ai precedenti questo capitolo mi ha trasmesso più tensione, elettrizzandomi con scene geniali e numerosi colpi di scena che hanno accompagnato tutta la durata del film... soprattutto gli zombi che si organizzano ha avuto molto effetto, e raffigurare tutta la potenza e l'inteligenza in un solo zombie che si contraddistingue rispetto alla solita mandria di mangia cervelli, è un idea molto suggestiva.. il finale conclude alla grande il film con la frase geniale "NO! stanno cercando un posto dove andare... proprio come noi"
un film che personalmente lo ritengo degno di una visione...

Invia una mail all'autore del commento King Of Pop  @  24/12/2008 17:19:02
   7 / 10
Inferiori ai precedenti capitoli della saga ma comunque di valore.In questo infatti prevale l'azione che riesce in qualche modo a sopraffare l'evolversi della trama,anche perchè tutto era già stato spiegato nei film antecedenti.Asia Argento non ha recitato male,ma ha avuto la presunzione di ridoppiarsi (come Monica Bellucci in Matrix Reloaded e Matrix Revolutions) non dando spazio ai nostri bravissimi doppiatori.Il messaggio sociale è presente,come negli altri capitoli della saga firmata Romero.

gasy  @  22/12/2008 19:31:27
   8½ / 10
è una gioia per gl' occhi vedere l' ennesimo zombie movie di Romero e poter constatare che anche questo è un gran bel film. Dopo 20 anni dal suo ultimo film degno di tale nome (Monkey Shines), il regista di Pittsburgh continua la sua denuncia alla società moderna. Nonostante la commercialità della pellicola non si capisce come essa non sia stata il successo economico che poteva essere. Bravissimi gl' attori compresa, strano a dirsi, la nostra Asia che dimostra una certa attitudine a recitare il ruolo di prostituta drogata. Simpatico il cameo di Tom Savini.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Granf  @  25/10/2008 12:23:11
   7½ / 10
Inferiore ai primi tre film sugli zombi, in particolare al primo e al terzo, ma comunque un gran bel film di Romero, che segna il suo ritorno in un film sui ritornanti dopo vent'anni. La grandezza di Romero consiste nel non farsi travolgere dalle mode e dagli stili di oggi, ma rimanere fedele alle sue idee e alle sue tecniche.
In questo capitolo gli "appestati" diventano intelligenti, e il potere è sempre messo sotto accusa dal regista, che fa un film molto politico come "il giorno degli zombi". Savini si supera ancora negli effetti e fa la sua solita comparsa, questa volta è uno zombi.

I difetti ci sono, e li possiamo notare nei protagonisti, un pò troppo stereotipati, e in un finale non troppo romeriano e alquanto deludente.
Il cast è ottimo, Leguizamo è bravissimo, idem Dennis Hopper, peccato per la presenza della odiosa Argento. Ottima la colonna sonora e le dosi di splatter.

Nella terra, ormai, i vivi convivono con i morti.

paolo80  @  16/10/2008 03:43:36
   6½ / 10
Bisogna analizzare due aspetti.
Il primo: se confrontato con i precedenti tre film sugli zombi di Romero, quest'ultimo non può che sfigurare, perchè la sceneggiatura lascia un po' a desiderare (considerato che é di Romero, é al di sotto dei suoi standard), l'ambientazione ricorda per certi versi "Il giorno dello zombi", pertanto non é originalissima, ed infine la trovata dello zombi quasi intelligente non é un'idea felice, perchè risulta logicamente contraddittoria con la pseudo-critica che Romero vuol fare della società (se mai l'ha fatta...).

Il secondo aspetto: "La terra dei morti viventi", se considerato slegato dalla precedente trilogia, risulta comunque un film gradevole e godibile (tranne per gli aspetti di cui sopra...), non annoia e, soprattutto, é ben recitato.
Era da molto tempo che Romero non si cimentava in un film con i suoi zombi e, in questi anni il genere é mutato, grazie o per colpa di altri film; comunque sia é da rilevare che questa sua ultima opera sia un po' troppo commerciale rispetto ai suoi standard precedenti.
Rimane però un film da vedere da tutti gli amanti degli zombi, e da tutti i fan di Romero.

topsecret  @  11/10/2008 17:59:32
   5½ / 10
La novità dello zombie intelligente introdotta da Romero in questo film, non mi ha convinto del tutto e mi ha lasciato un po' di amaro in bocca. Specialmente con il finale alla e vissero tutti felici e contenti dove gli zombie vanno alla ricerca di un posto dove stare, accompagnati dallo sguardo e dal commento compassionevole del protagonista. Mah,forse sono troppo intransigente, però a me lo zombie pensatore (mi sembra di citare uno dei puffi) non entusiasma. Stima per Romero,ma il film non mi ha impressionato più di tanto. A quando lo zombie inventore?

Rand  @  07/10/2008 11:42:20
   7½ / 10
Allora premesso che per un film del genere ci sarebbero voluti il doppio dei soldi "concessi" al maestro del genere Romero, quest'opera ha tanti meriti secondo me: primo di riportare alla regia un "artigiano" come G.A.Romero. Stiamo parlando di un film che prosegue nella per ora interminabile saga iniziata con la notte dei morti viventi nel 1968, anche qui abbiamo un film profondamente politico, come il primo in B/N, Romero simpatizza per gli zombi non è chiaro?Perchè dovrebbe amare un'umaniotà corrotta, meschina e violenta che sopravvive a spese del prossimo pur di continuare a consumare,consumare,consumare?Anche gli zombi consumano e basta, carne umana in verità, ma almeno non sono ipocriti, non vogliono il potere o i soldi, vogiono solo mangiarci... E qui imparano anche ad usare degli oggetti...citazione de "Il giorno degli zombi" l'aspetto della vita passata di ognuno di loro che riemerge nella loro non vita quiè approfondito e perfezionato, ormai gli umani vivono in città superblindate divise in caste di ricchi e poveracci che muoiono giornalmente per difendere i nuovi potenti. Non esiste futuro, esiste solo il vizio e il denaro, gli effetti speciali risentono del basso budget verso la fine e ciò è un male, Asia Argento non è certo una buona attrice, anche se si ridoppia in italiano, gli altri attori sono bravi...colonna sonora alla Romero, sceneggiatura buona, ma sarebbe stata meglio con le scene tagliate, buon make up del sempre eterno Savini, la regia è di Romero, ormai nessuno o quasi gira più come lui, che dire sarebbe potuto essere un capolavoro del cinema horror/politico diverso da tutte quelle pellicole convenzionali e ingessate che ci propina holliwood, invece ci sarà ancora da aspettare, bella la fotografia notturna della terra dei morti viventi!Buon montaggio,

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/08/2009 12.24.59
Visualizza / Rispondi al commento
sicily  @  09/08/2008 17:32:24
   6 / 10
rasenta la sufficenzza

Wally  @  06/08/2008 21:52:27
   6½ / 10
Non bello come gli altri... peccato per lo Zombie che ragiona più degli altri! rovina un pò il film ma comunque nn è male nemmeno questo

Marv91  @  30/07/2008 18:12:52
   6½ / 10
Il capitolo meno riuscito, ma si puo vedere ... cmq mi aspettavo molto di più

7HateHeaven  @  24/07/2008 13:10:09
   4 / 10
Delusione... Film assolutamente non riuscito, sia nella trama nè originale nè interessante che soprattutto nelle interpretazioni degli attori, insipidi e inespressivi (tranne Hopper).
Non c'è tensione, non fa paura, non è splatter, non è trash, con il senno di poi mi viene da dire che non c'è un motivo valido per vedere questo film.
sconsigliato anche per chi ama il genere, spiace vedere Romero così in basso.

lucrash  @  12/07/2008 14:48:05
   7 / 10
Il film è carino, anche se a volte ci sono scene che sarebbe meglio evitare... gli do' un 7 per l'originalità della storia, ma sarebbe potuto arrivare molto più in alto in mancanza di certe scene.

Sgt. Pepper  @  19/06/2008 22:01:32
   5 / 10
Non ha niente a che vedere con il resto della quadrilogia. Un film dove Romero ha provato a cimentarsi in qualcosa di nuovo, fallendo purtroppo. Il voto che poteva anche essere un 6uccio scarso è abbassato dall'interpretazioni dei personaggi, davanti a tutti Asia Argento (che solamente sentirne la voce mi faceva ribrezzo).
Dispiace molto assegnare un voto negativo a Romero (soprattutto da uno che come me ama gli zombie movie) ma questo film non è da lui.


Confido in "Diary of the death" per un gran ritorno del maestro.

marfsime  @  27/05/2008 20:03:43
   7 / 10
La relativa mancanza di tensione è sopperita da una buona dose di tensione. Fare paragoni con gli altri film di zombie di Romero a mio giudizio è improponibile..soprattutto con i primi. Analizzando distaccatamente questo film direi che è tutto sommato buono.

DarkRareMirko  @  06/05/2008 05:11:52
   7 / 10
Sicuramente il capitolo meno riuscito sotto un punto di vista metaforico (qui si critica il capitalismo in amniera meno efficace rispetto al passato), ma ovviamente il migliore sotto quello degli effetti speciali (di Nicotero e Berger, ovviamente tenendo conto del budget più elevato a disposizione), davvero buoni, se non si tiene conto di quelli, eccelsi, del remake de La notte dei morti viventi di Savini.

Neanche gli attori, a dire il vero, brillano troppo (Asia Argento, qui molto carina, recita in maniera a malapena mediocre), eccezion fatta per il sempreverde Hopper e per pochi altri.
Romero, ovviamente, non è però l'ultimo dei registi e sa quindi suscitare interesse per il film, che avvince e non annoia comunque mai.
Buona e molto curata anche la fotografia.
La trama non è poi nemmeno così trita poi, a dire il vero.

Quindi un altro buon film da parte di Romero che vale una bella visione, almeno per completare la saga.

divino  @  19/04/2008 15:34:30
   6 / 10
Begli zombie. Carina la storia che evolve rispetto a 20 anni fa.
Però.. perchè asia argento??? perchè?? Porca zozza ma non la fanno lavorare in Italia, perchè ci sono sti imbecilli che la raccattano all'estero?******* che incapace, poi con quella voce insopportabile, il bello almeno è che le fanno sempre fare la mign.otta!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  14/04/2008 23:32:04
   6 / 10
Voto trilogia: 9,5 - Voto "Land of the dead": 6

Il Dio dei morti viventi George A. Romero sforna nell'arco di un ventennio quelli che passeranno alla storia come tre fra i maggiori capolavori della cinematografia horror. Pellicole forti, dal grande impatto visivo, metafore più o meno esplicite di tematiche e realtà ancora attuali. Consumismo, razzismo, individualismo, egoismo: questi gli elementi caratterizzanti della società romeriana, oggetto di un'aspra, impetuosa e disfattistica critica.
Con "La terra dei morti viventi" il regista di Pittsburgh sembra definitivamente abbandonare quella tendenza all'ermetismo e al simbolismo
peculiare dei primi due episodi (esempio: l'allegoria degli Zombi al centro commerciale), abbandonandosi ad una visione d'insieme più "stereotipata" ed immediata (esempio: scena nella quale vengono raffigurate alcune banconote in fiamme, chiaro riferimento al capitalismo occidentale), come già era stato per "Day of the Dead".
In verità, ciò che impedisce all'ultima pregevole opera del maestro di essere promossa a "capolavoro del cinema horror-politico" è una sceneggiatura a tratti indecente, composta da dialoghi infantili degni persino del peggior B-movie. A tali fattori si addizionano, poi, le insoddisfacenti prove di quasi tutto il cast e la fastidiosa ed inadeguata retorica individuabile nell'alquanto patetico

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Una caduta di stile da parte di Romero, che tuttavia non compromette gli splendori di una carriera ricca e significativa.
Grazie, Andrew!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 13/06/2008 14.02.05
Visualizza / Rispondi al commento
genzo24  @  25/03/2008 11:59:29
   9½ / 10
il mio voto è notevolmente alto perchè lo devo al mio grande amico marco cantaluppi che ha partecipato agli effetti speciali con la computer grafica in canada!GRANDE MARCO CONTINUA COSI'!

  Pagina di 4   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

47 meters down: uncageda mano disarmataalla corte di ruth - rgbamerican animalsannabelle 3aquaslasharrivederci professorebaby gang (2019)beautiful boy (2018)birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibring the soul: the moviecarmen y lola
 NEW
charlie says - charlie dicechristo - walking on waterclimax (2018)crawl - intrappolatidaitonadi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfiore gemellogodzilla ii - king of the monstersgoldstone
 NEW
gretahotel artemisi morti non muoionoil flauto magico di piazza vittorioil grande salto
 NEW
il re leone (2019)
 NEW
il signor diavoloin fabricjuliet, nakedkinla bambola assassina (2019)la mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda mai
 NEW
la rivincita delle sfigatel'angelo del crimine
 NEW
l'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)
 NEW
mademoisellemaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmidsommar - il villaggio dei dannatinevermindpallottole in liberta'passpartu': operazione doppiozeropets 2: vita da animalipolaroid
 NEW
pop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarealmsred sea divingrestiamo amicirocketmanselfieserenity (2019)shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensoledadspider-man: far from home
 NEW
submergencetesnotathe boy 2the deepthe elevator
 NEW
the lodgethe mirror and the rascalthe nest (il nido)the quake - il terremoto del secoloti presento patricktoy story 4una famiglia al tappetovita segreta di maria capassowake up - il risvegliowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marex-men: dark phoenix

991071 commenti su 41911 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net