agente 007 - licenza di uccidere regia di Terence Young Gran Bretagna 1962
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

agente 007 - licenza di uccidere (1962)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film AGENTE 007 - LICENZA DI UCCIDERE

Titolo Originale: DR. NO

RegiaTerence Young

InterpretiSean Connery, Ursula Andress, Joseph Wiseman, Jack Lord, Bernard Lee, Anthony Dawson, Zena Marshall, John Kitzmiller, Lois Maxwell, Eunice Gayson

Durata: h 1.45
NazionalitàGran Bretagna 1962
Generespionaggio
Tratto dal libro "007 Licenza di uccidere" di Ian Fleming
Al cinema nel Gennaio 1962

•  Altri film di Terence Young

Trama del film Agente 007 - licenza di uccidere

James Bond, agente al servizio di sua maestà britannica, viene mandato in Giamaica per indagare su due omicidi misteriosi. Con una fanciulla locale che si è offerta di fargli da guida, Bond giunge a Crab Key, rifugio del prof. Dent e del dr. No. Catturato, Bond viene a sapere dei loschi piani di No nei confronti dei missili americani, ma con abile colpo di mano fugge con la fanciulla dopo aver distrutto il rifugio.

Film collegati a AGENTE 007 - LICENZA DI UCCIDERE

 •  AGENTE 007 - DALLA RUSSIA CON AMORE, 1963
 •  AGENTE 007 - MISSIONE GOLDFINGER, 1964
 •  AGENTE 007 - THUNDERBALL (OPERAZIONE TUONO), 1965
 •  AGENTE 007 - SI VIVE SOLO 2 VOLTE, 1967
 •  AGENTE 007 - AL SERVIZIO SEGRETO DI SUA MAESTA', 1969
 •  AGENTE 007 - UNA CASCATA DI DIAMANTI, 1971
 •  AGENTE 007 - VIVI E LASCIA MORIRE, 1973
 •  AGENTE 007 - L'UOMO DALLA PISTOLA D'ORO, 1974
 •  AGENTE 007 - LA SPIA CHE MI AMAVA, 1977
 •  AGENTE 007 MOONRAKER - OPERAZIONE SPAZIO, 1979
 •  AGENTE 007 - SOLO PER I TUOI OCCHI, 1981
 •  AGENTE 007 OCTOPUSSY - OPERAZIONE PIOVRA, 1983
 •  MAI DIRE MAI, 1983
 •  007 - BERSAGLIO MOBILE, 1985
 •  AGENTE 007 - ZONA PERICOLO, 1987
 •  AGENTE 007 - VENDETTA PRIVATA, 1989
 •  007 - GOLDENEYE, 1995
 •  007 - IL DOMANI NON MUORE MAI, 1997
 •  007 - IL MONDO NON BASTA, 1999
 •  007 LA MORTE PUO' ATTENDERE, 2003
 •  CASINO' ROYALE, 2007
 •  QUANTUM OF SOLACE, 2008
 •  007 SKYFALL, 2012
 •  007 SPECTRE, 2015

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,35 / 10 (59 voti)7,35Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Agente 007 - licenza di uccidere, 59 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  31/03/2020 01:42:22
   6½ / 10
Abbastanza vivace il primo 007, con una storia in rapida evoluzione anche se un po' intricata e non del tutto chiara. Interessante dal punto di vista storico, per la nascita del celebre personaggio, e carine alcune scene (cannucce sott'acqua) ma nel suo complesso non mi ha coinvolto eccessivamente e non l'ho trovato troppo diverso o originale... insomma, film passabile e di valore più per la creazione di 007 che per altro.

Arkantos  @  05/10/2019 11:18:36
   7½ / 10
Ebbene sì, con l'ormai certezza che il 25° film di Bond esca nelle sale, non posso non commentare la saga. Preciso che verranno commentati pure due film non ufficiali: il Casino Royale degli anni 60 e Mai Dire Mai, mentre salterò le innumerevoli parodie.

Iniziamo con Licenza Di Uccidere e già qua cominciano i casini tali da rendere necessaria la licenza di uccidere: Licenza Di Uccidere si ispira al romanzo Dr. No, da noi tradotto come Licenza Di Uccidere, non è da confondere con Vendetta Privata, dove il suo titolo originale è Licence To Kill, che significa, appunto, Licenza Di Uccidere. Ah, noi italiani siamo magnifici…
Wowowiwowa = Che casino. Ma come si chiama il film?!
Arkantos = Come sempre ti distingui…

ATTENZIONE SPOILER!!!

Ammetto che in passato vidi un buon numero di film su Bond, anche se non tutti, quindi di sicuro ci saranno alcune carenze, in particolare verso i Bond "minori", e non posso non provare stima nei confronti del capostipite della saga.

È un prodotto per certi versi molto acerbo: infatti non ci sono ancora i gadget tecnologici e gli inseguimenti, seppur carini per l'epoca, al giorno d'oggi si vedono ampiamente i loro limiti a causa del budget (infatti questo Bond, a differenza dei successivi, è a "basso costo", basti vedere anche l'acquario del Dr. No che abbastanza palesemente è un semplice documentario); nonostante ciò, già qua saranno presenti tanti elementi cari alla saga: il famoso gunbarrel, i titoli di testa scenografici, l'importanza della colonna sonora, le atmosfere esotiche, le bond girl, la SPECTRE coi suoi cattivi che riesumano le paure tipiche della Guerra Fredda, l'amico che lavora alla CIA, il carattere di Bond che si distingue per abilità nel gioco, investigazione e corteggiamento e la sua fidata amica Walter PPK.
Infatti, magari proprio a causa del budget ridotto, scordatevi le tamarrate e diavolerie futuristiche presenti nei Bond successivi, prediligendo l'aspetto investigativo, dove da un paio di omicidi si scava verso la famosa organizzazione segreta terrorista.
Nonostante i suoi limiti, rimane un film molto buono pure a distanza di molti anni, riuscendo a mantenere un certo interesse allo spettatore: l'atmosfera che si respira per certi versi fumettistica tra il carro armato decorato come un drago e la tarantola schiacciata a ritmo di musica, il carisma di 007 e Dr. No sorretti da buoni attori e tutto il contesto in generale sapranno soddisfare un ampio target di pubblico, pure le persone poco avvezze al genere spionaggio come il sottoscritto.
Nonostante un iniziale avversione da parte della critica che ha detto "no" al film come il Dr. No, Licenza Di Uccidere l'ha fregata in pieno come Bond fece contro il villain tramite la tuta antiradiazioni fregata a un lacchè, diventando un capostipite fondamentale non solo per la storia di uno dei franchise più longevi, ma anche per la storia del cinema (dopotutto, penso che chiunque almeno una volta abbia visto Ursula Andress col bikini bianco in una scena famosissima) verso cui daranno ulteriori contributi Dalla Russia Con Amore e, in particolare, Goldfinger.

fistignaccheri  @  25/01/2017 21:31:29
   8 / 10
Bel filmone, grandissimo Sean Connery.

Manticora  @  11/07/2016 16:37:09
   7 / 10
Il primo film di 007 ovviamente non è per tutti,all'inizio dei 60 l'icona dell'agente segreto inglese era soltanto materia letteraria,con cui Ian Flemming si guadagnava la pagnotta,l'intuizione del produttore Broccoli fù di rendere REALE la figura di James Bond, il quale aveva riscosso successo in ambito letterale,ma ovviamente il cinema era un altra cosa,ci voleva un attore di livello tale da rendere il personaggio un ICONA talmente potente,che avrebbe rivoluzionato il modo stesso di fare film spy-story.La scelta di Sean Connery ovviamente è perfetta,l'attore scozzese ha fascino,energia,ironia e grinta giuste per sostenere il ruolo.Aggiungiamo il suo incontro con la prima Bond Girl ovvero Ursula Andress e voilà!
Girato con un budget di APPENA 1 milione di dollari il film sarà un successo enorme,indubbiamente grazie al mestiere del regista Terence Young,il quale saprà mettere a frutto la sceneggiatura scritta a sei mani da Harwood,Maibaum e Mather.
Il materiale letterario,venne integrato dai tratti distintivi della serie,tra cui il famosissimo main theme di Monty Norman,gli scagnozzi con cui Bond si misura, e i villain,dalle caratteristiche particolari,in questo caso il dottor no,certo un nome del genere oggi farebbe sorridere,eppure all'epoca era interessante un cattivo che oltre a pensare all'ennesimo piano per prendere il controllo del mondo(o distruggerlo) aveva delle mani di metallo.Oltretutto il dottor no lavora per la Spectre e non per i sovietici come nel romanzo.La messa in scena è volutamente artigianale,basti a pensare alle location tropicali,fino al confronto finale in cui Bond si misura con gli scagnozzi di No

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Il finale ovviamente vede l'amoreggiare tra Bond e Honey(Ursula Andress) e tutto bene quello che finisce bene,per l'inizio della saga più longeva del cinema.

sagara89  @  06/03/2016 20:11:39
   7½ / 10
Prima grande apparizione del famoso agente 007. Uno Seon Connery perfetto per la parte. Ancora mancano molto degli elementi caratteristici di James Bond ma e' comunque un ottimo inizio.

NickGatsby  @  26/01/2016 22:41:18
   9 / 10
Sicuramente il fatto che io sia un fan sfegatato di James Bond, e della serie in generale, influisce sul mio voto. Però reputo il capostipite della saga come uno dei più belli; non tanto per la trama o per la regia ma più per le emozioni che mi trasmette ad ogni visione. Ho da poco comprato il blu-ray e ne ho approfittato per vederlo un'altra volta; beh è stato fantastico come se non lo avessi mai visto. Sicuramente i non appassionati storceranno un po' il naso però sono sicuro che è capace di intrattenere un'ampia fetta di spettatori. Mitico Bond!! Magari potessi reincarnarmi in te!!
SE PIACE IL GENERE E' UN CAPOLAVORO DA NON FARSI SFUGGIRE.

ferzbox  @  12/11/2015 16:26:30
   7½ / 10
Un giorno dovevo pur colmare questa mia grande mancanza cinematografica.....iniziare a vedere i film dedicati a James Bond, l'agente segreto più famoso del mondo, di cui conoscevo solo i titoli, la popolarità, lo scrittore Ian Fleming da cui traggono ispirazione e i vari attori che nel corso del tempo lo avevano interpretato......ebbene si,fino a ieri sera ero totalmente a digiuno di questo personaggio,se non per il videogioco per Nintendo 64 "Goldeneye"(capolavoro)......

Ok,passiamo a parlare di quello che fu il capostipite di un icona leggendaria del cinema, interpretato dal memorabile Sean Connery, bucando lo schermo dei cinema nel 1962, perchè non poteva essere altrimenti....basti guardare lo stile dei titoli di testa che sembrano stare avanti di 10 anni, sembrano ricalcare lo stile ormai conosciuto di quello che furono i 70......incredibile, solo per questo credo che gli spettatori dell'epoca già intuissero che si trovavano davanti ad un signor film.....e va bene....
Su Sean Connery c'è poco da dire se non che il personaggio di Bond gli si addiceva a pennello, elegante e di classe quanto lui, sveglio e carismatico quanto lui....insomma,dare quella parte a Sean era come fare scopa, innegabile...
Passando alla sceneggiatura non sarebbe da elogiare poi così tanto a dire il vero, anche perchè si appoggia al concetto della classica "Spy story", quella dove l'agente X deve scoprire che fine ha fatto l'agente Y tramite indagini, adulazioni al gentil sesso e sparatorie a non finire.......
...c'è un però......lo stile cacchio, quasi ironico, fumettoso, pensato per donare carisma ai personaggi sia positivi che negativi....guardate Mr No ad esempio, il classico cattivone che mantiene un bassissimo profilo, che non si degna di parlare con i suoi sgherri di persona ma facendoli entrare in una stanza asettica, fatta eccezione per una sedia sull'angolo, con una voce tenebrosa, quasi superiore, irragiungibile.....
A farla da padrone anche alcune scene degne di qualsiasi film d'azione o avventura....le classiche difficoltà che un qualsiasi uomo "normale" non riuscirebbe a superare.....vogliamo parlare dei 5 minuti contro la tarantola che si infiltra sotto le coperte di Bond....ha ha ha ...fantastico, siamo nel 2015 e sono comunque riuscito a rimanere senza fiato, figuriamoci all'epoca....
Certo, alcune situazioni erano un pò confuse....i primi 30 minuti bisogna cercare di seguire bene i dialoghi, altrimenti, con tutti quei nomi che fanno parte della storia, si rischia di perdere il filo, però il lato action e lo stile volutamente esagerato(ma neanche troppo in fin dei conti) rendono questa pellicola un must del genere....non mi risulta difficile credere che abbia riscontrato il successo che oggi noi tutti conosciamo, se il ciclo di film con Sean Connery mantiene sempre questo livello ne uscirò contento......gli altri con Roger Moore e company vedremo(temo i due con Timothy Dalton ad essere sincero.....)

N.B. Ursula Andress divina.....

18 risposte al commento
Ultima risposta 12/11/2015 21.29.05
Visualizza / Rispondi al commento
hghgg  @  05/03/2015 13:19:17
   7½ / 10
Non vado matto per la sconfinata saga del più celebre agente segreto britannico della storia però devo ammettere che i primi film (e, in quanto action da super-entertainment, anche alcuni degli ultimi) sono buoni.

"Licenza di uccidere" del 1962 è il primo storico capitolo della saga, quella dove si presenta per la prima volta sul grande schermo fatto e compiuto il celeberrimo personaggio di James Bond. Diretto, come il successivo, da Terence Young (regista anche del gioiello "Gli occhi della notte") un regista solido nello stile e capace nel suo lavoro e diamine si vede perché con tutte le sue ingenuità di sceneggiatura e di trama questo resta un film girato più che bene e lo si vede in varie sequenze che mescolano come nulla le càzzate della narrazione con il buon lavoro di Young alla regia, capace anche di tenere un ritmo abbastanza alto, senza mai annoiare.

Per il resto "Licenza di uccidere" inaugura la saga dell'agente segreto più Tamarro della storia; si, TAMARRO, avete capito bene. Col suo càzzo di smoking, sempre tranquillo e preparato, con l'espressività statuaria (qui e in altri 5 film) di Sean Connery e il suo dannatissimo "Bond. James, Bond" Si ? Tanto piacere. Parzulli, Anafrio, Parzulli.

Eh si perché fin dal 1962 la saga di 007 ha sempre avuto tante battute, forzature e caratteristiche che lo rendevano tale a quanto detto sopra. Ma in modo divertente sia chiaro, qui sono riusciti a creare uno dei più iconici e longevi personaggi cinematografici di sempre e non è poco. Unico, caratteristico, indimenticabile nella sua "tamarragine", cosa che non posso dire per il recente Bond rivisitato che da un occhio entra e dall'altro riesce immediatamente (il film magari no, ma il personaggio si, ha perso molto a mio avviso).

Bravo Connery a dare per primo questa caratterizzazione indimenticabile all'agente inglese, davvero adatto e calato nel ruolo, giustamente da molti considerato ancora oggi il "007" per eccellenza (senza meriti togliere almeno a Roger Moore, comunque, gli altri lustrino pure le scarpe a questi due).

Poi le Bond Girl. Ecco Ursula Andress di sicuro è una seria concorrente al titolo "Attrice più fìca del secolo" perché fa girare la testa a guardarla anche solo tre secondi però non so perché da alcuni sia considerata LA Bond Girl per eccellenza. Certo è stata la prima e questo non è un dettaglio da trascurare, a modo suo la sua presenza è davvero storica e certo la sua bellezza stordente e la sua presenza scenica ne aumentano automaticamente la forza carismatica ma a parte questo il suo personaggio è presente, coinvolto e utile quanto un qualsiasi pescatore jamaicano inquadrato di straforo nel corso del film, insomma sono tante le Bond Girl che per carisma e importanza nell'economia del film le mollano varie piste (oh, càzzo ragà, Pussy Galore! No dico Pussy Galore! Chiedere a Jon Spencer se secondo lui è meglio Honey di Pussy Galore...).

Poi vabè, lei è bella da far paura ed è stata la prima e questo non glielo toglie nessuno.

Il personaggio più bello però per me è sempre stato quello di miss Moneypenny ecco questo qui è un personaggio bellissimo e i suoi scambi con Bond sono sempre divertenti. Bravissima Lois Maxwell che l'ha interpretata in non so quanti film (più di dieci, sicuro).

Il punto debole del film è che ha una trama debolissima, verosimile quanto io che divento fisico nucleare (e nelle spy-story visto che non sono storie di fantascienza un minimo di credibilità io la pretenderei, sarà per questo che i film tratti da Le Carrè a me piacciono tanto e qui invece 9/10 si sono rotti le pàlle a guardarli ?), piena di forzature, sviolinate filo-occidentali (in piena Guerra Fredda, eh, anche se è buona l'idea di identificare i cattivi in un'organizzazione "sui-generis" che va sia contro l'Occidente che contro l'Oriente) e situazioni abbastanza ridicole. E poi il cattivo che bah... A me i cattivi di "007" fanno quasi sempre sbadigliare e il Dr. No non fa eccezione.

Comunque una spy-story d'avventura divertente e di grande rilevanza storica e fortunatamente anche ben girata (la scena della vedova nera ad esempio, ottima) se ci si cala nell'ottica di star guardando una storia del càzzo con dei tamarri in smoking dentro allora questo è un film ben fatto e godibilissimo, con una sceneggiatura del càzzo ma una buona regia e dei personaggi indimenticabili.

L'inizio di una serie che dura da 53 anni. Chapeau.

6 risposte al commento
Ultima risposta 06/03/2015 12.23.52
Visualizza / Rispondi al commento
Fortune  @  28/01/2015 18:40:26
   8 / 10
" Bond...James Bond " frase celebre detta per la prima volta in questo film da Sean Connery mentre gioca a Chemin de fer nel Casino', in Smoking e con la sigaretta in bocca: 007 e' Lui.
Bellissimo, semplice ed anche ingenuo film che,con alti e bassi, inaugura la saga e continua ad attrarre milioni di spettatori.
Ottimo Sean Connery e splendida Ursula Andress ( la migliore Bond-girl a mio parere).
Nella seconda parte del film cala il ritmo...in attesa del finale con il " botto".
Gli esterni girati in Jamaica sono fantastici.
L'ho rivisto in Alta Definizione...strepitoso....mezzo punto in più, lavoro ben fatto.

barone_rosso  @  13/01/2014 20:27:32
   5 / 10
Mi spiace dare il primo voto insufficiente ma questo film non mi ha preso. Sarà per la finta flemma di 007 che è a volte insopportabile, sarà per il ridicolo ruolo di Ursula Andress (completamente inutile se non come comparsa)... E lasciamo perdere il complesso intrigo spionistico, che per i primi tre quarti fa dormire,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

JOKER1926  @  10/01/2014 20:03:03
   6½ / 10
Il fascino di un capostipite, ovvero di un film che apre una serie, è sempre un fascino non casuale.

"Agente 007 Licenza di uccidere" del 1962 diretto da Terence Young è la fonte che ispirerà una serie di film sul personaggio famoso di Bond, James Bond.
Nel frangente sale in cattedra un buonissimo Sean Connery nei panni dell'agente segreto; arrivati ad un punto della proiezione in scena anche Ursula Andress.
"Agente 007 Licenza di uccidere" fa riscontrare i suoi migliori punti di forza in una colonna sonora che non può non essere decorata con i massimi aggettivi di straordinarietà. Il personaggio, quello di Connery, prende forma e sarà limato, a dovere, nelle altre produzioni, quelle successive.
Volendo poi scendere nei meandri della critica all'apparato narrativo e di sceneggiatura carpiamo ancora altro. Il primo James Bond si deve rispettare come si fa, da prassi, per persone anziane. "Agente 007 Licenza di uccidere" detiene nelle sue mani la particella cromosomica. Gli sfugge però una solida narrazione, il prodotto degli anni sessanta insomma pecca di una grande e macchinata storia; si vira sull'azione (che poi diventa avventura) e su una linea, sottile ed epidermica, di fantaspionaggio. Si presentano pure scenari di matrice spiccatamente fantascientifica che un po' disorientano, specie nel finale.
I meriti della regia in pratica vertono nel concetto di aver scritto la storia, o perlomeno l'inizio della storia di un altro personaggio del Cinema; ovviamente un po' come tutte le cose prime e inedite la forma e la sostanza sono ancora in fase di rodaggio.

pak7  @  05/01/2014 03:36:18
   7½ / 10
Ottimo inizio per la saga 007, anche se la storia, oggi, risulta un po' datata e l'intrigo spionistico non troppo complesso.

ZanoDenis  @  04/10/2013 23:10:06
   8 / 10
Bellissimo. L'inizio di un ottima saga

Jotaro83  @  01/01/2013 17:16:21
   7 / 10
La genesi dello 007 più famoso ha un avvio ultra scoppiettante e cala di ritmo nella seconda parte....rivisto in alta definizione bluray rende magnificamente! Sean Connery è fantastico nella parte e l'ingresso in scena della prima bond girl Ursula Andress ha un non so che di epico! Fantastica l'ambientazione esotica....il film a mio avviso perde un pò sul finale ma nonostante i 50 anni sulle spalle rimane a tutt'oggi un ottimo action movie!

drobny85  @  18/12/2012 23:04:18
   6½ / 10
Primo capitolo di una fortunata saga che ha da poco festeggiato i cinquanta anni.
La storia proposta in questo "Licenza di uccidere" è abbastanza banale, quello che risalta però è la superba interpretazione di Sean Connery nei panni di James Bond, stessa cosa si può dire per la prima "Bond girl" di una lunga serie, Ursula Andress.
Nella mia valutazione ovviamente non considero gli effetti speciali, ma una menzione va data all'attenta regia e ad un ottima fotografia che rifiniscono elegantemente questa pellicola.

paride_86  @  16/12/2012 03:31:59
   6½ / 10
Capostipite di una lunga serie, "Licenza di uccidere", fantasiosa traduzione di "Dr. No", è un discreto film di spionaggio con buone incursioni di azioni e d'ironia che sono i marchi distintivi delle storie di 007.
Un buon inizio.

BlueBlaster  @  04/12/2012 01:19:30
   6½ / 10
il primo della serie e già questo è molto...non è male per essere del '62, bellissima Ursula Andress e unico bond quello di Connery!
Le location sono fantastiche e la storia abbastanza interessante.

Invia una mail all'autore del commento Malvagio  @  19/11/2012 23:32:07
   7½ / 10
buon film, semplice ma interssante.
tanta nostalgia di tempi passati

Sestri Potente  @  07/11/2012 13:35:10
   7½ / 10
Bel film che lancia una delle serie più famose della storia del cinema.
Visto oggi sicuramente risulta un po' ingenuo e semplice, ma il personaggio di James Bond nasconde un grande carisma e la storia è molto bella.

axel84  @  09/10/2012 20:01:55
   6 / 10
VOTO 8 al primo JAMES BOND, al primo grande connery , al primo grande film di una saga che ha fatto la storia
VOTO 4 al fatto che ho visto questo film a 50 anni di distanza per la prima volta e che a parte alcune scene iniziali non mi e' propio piaciuto!!
Scusa James ma purtroppo e per fortuna non sono nato negli anni 60!!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Lory_noir  @  18/09/2012 16:46:34
   7½ / 10
La genesi di uno dei personaggi più famosi del cinema. La bravura del protagonista, la bellezza conturbante dei personaggi e gli scenari esotici ne fanno un action comedy godibile.

Goldust  @  24/07/2012 09:46:52
   6½ / 10
Debutto cinematografico per l'agente più famoso del Mondo: il voto non è altro che la media tra l'8 di una scoppiettante prima parte e il 5 della seconda, inesorabilmente bolsa per colpa di una sceneggiatura che si affloscia su se stessa ed un finale affrettato, oltreche banale. Ma l'assenza che più pesa sembra essere quella dell'ironia.
Sul fascino prorompente dei due protagonisti però niente da dire..

Mpo1  @  27/05/2012 17:13:58
   6½ / 10
Primo film di 007, rivisto di recente in tv. Si lascia vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  13/05/2012 14:20:28
   6½ / 10
Ecco il primo film avente come protagonista il nostro 007. Ben lontano dall'essere uno dei migliori "Licenza di Uccidere" è invece il più famoso sia perchè è il primo sia perche un paio di sue scene sono diventate tra le più famose della storia del cinema (mi riferisco alla prima presentazione di Bond, James Bond e alla sequenza di Honey Ryder/Ursula Andress che esce dall'acqua). Ha avuto il merito di lanciare sul grande schermo questo personaggio divenuto una leggenda nel corso degli anni, a parte questo bisogna dire che "Licenza di Uccidere" non presenta tantissimi spunti degni di nota: l'azione è poca e la storia è ampiamente prevedibile. Il film si regge in piedi più che altro grazie al fascino del personaggio interpretato da Sean Connery che ci ha messo molto del suo nel successo avuto da Bond.
Un 007 che va guardato, perchè è il primo di una serie che vanta più di venti sequel, ma i grandi film saranno altri.

Dom Cobb  @  02/05/2012 17:44:56
   7 / 10
Dopo un primo, timido tentativo nella serie TV Climax!, finalmente viene partorito il primo lungometraggio ufficiale incentrato su un personaggio già famoso allora, e che oggi è diventato parte della cultura popolare: James Bond, l'Agente 007. E questo, secondo me, è già un valido motivo per guardarselo: perché, se non avessero fatto questo, non avrebbero potuto farne altri (in origine fu scelto l'adattamento del romanzo "Dr No" proprio perché meno costoso). Per quanto riguarda il film in sé, quello è un altro paio di maniche: nonostante Licenza di uccidere garantisca senza dubbio un paio d'ore in allegria, non si può dire che sia perfetto. La regia è buona, ma senza particolari guizzi, la sceneggiatura lo stesso, anche se forse sono state proprio caratteristiche del copione (il vodka martini, la presentazione di sé stesso del personaggio principale) a decretare il successo della pellicola. Il ritmo è decente e l'intreccio godibile quanto basta, questo anche grazie a delle interpretazioni decisamente promosse (Connery su tutti), ma la noia è dietro l'angolo, complice la sostanziale mancanza di azione e l'assoluta prevedibilità della trama, sviluppata in modo non proprio originale. Alla fine, l'unica cosa che tiene alta l'attenzione, è quel misterioso fascino che caratterizza tutte le vecchie pellicole e il fatto che s tratti del capostipite di una serie esistente ancora oggi. E, una volta tanto, queste ragioni sono più che sufficienti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/09/2019 15.42.52
Visualizza / Rispondi al commento
Ni-Co1989  @  10/01/2012 00:43:52
   9½ / 10
Parlo da amante di James Bond.. Ogni volta che rivedo questo primo capitolo dimentico tutto il resto per l'intera durata del film. Assolutamente ben sviluppato e ricalca perfettamente tutto ciò che ci si aspetterebbe da un film di Bond.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  11/12/2011 19:41:00
   7 / 10
Il primo James Bond è un buon film, che scorre bene fino alla fine senza annoiare. Non ho visto tutti gli episodi, ma ritengo questo tra i migliori.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  21/11/2011 19:30:42
   8 / 10
Pregiato inizio di una fruttuosa saga di film, dedicati al personaggio di James Bond, ben diretto da Terence Young, con un fantastico Sean Connery per protagonista (la voce di Pino Locchi gli si addice proprio).
La sceneggiatura risulta molto intrigante, sebbene sia un po' fantasiosa nell'ultima parte; il resto del cast è ottimo (la Andress è splendida e Anthony Dawson è bravissimo); la colonna sonora è bellissima e il modo con cui la storia viene raccontato è convincente ed efficace.
Romantico il finale.
Ottimo inizio per un saga di film, decisamente da riscoprire.

elmoro87  @  24/09/2011 10:18:30
   7 / 10
Per essere del 1962 è un signor film, e poi è la nascita di James Bond, un personaggio simbolo del cinema mondiale; c'è la nascita di Sean Connery, perfetto in questo ruolo... Il film scorre bene e senza troppi intoppi, con un realismo che per quei tempi era pura utopia... Ero un pò scettico data la "vecchiaia" del film stesso, invece mi sono dovuto ricredere perchè mi ha sorpreso positivamente... E adesso ne mancano da vedere solo 22... :D

Aloisius  @  14/06/2011 00:08:34
   8 / 10
Il primo film della saga di spinaggio per eccellenza è frutto dell'abilità di un regista tra i più bravi del genere (Terence Young) unito ad un cast professionale come pochi. Sean Connery fa il suo debutto in quello che sarà sempre il suo ruolo più celebre, dando alla spia britannica un'ironia che l'originale, partorito dalla mente di Ian Fleming, non ha. Splendidi gli esterni in Giamaica.
Alcune delle scene sono diventate dei classici del cinema, come la Andress che esce dall'acqua in un super bikini bianco o Connery seduto al tavolo da gioco che pronuncia per la prima volta la celebre frase "il mio nome è Bond....James Bond".
Forse non il migliore della serie ma sicuramente il film di ottima fattura.

Arnold  @  06/02/2011 13:09:20
   6½ / 10
Il primo film di James Bond è probabilmente anche quello più acerbo. Buona la prima parte, poi si perde via e nel finale ci sono scelte di sceneggiatura parecchio discutibili.

Cianopanza  @  13/01/2011 03:04:42
   8 / 10
L'inizio del mito di... Bond... James Bond
La Andress prima bond-girl, icona sexy... in dr. No e gli anni '60

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  03/10/2010 12:42:37
   6½ / 10
Mah, è sicuramente la nascita di un mito, ma la storia e i soldi erano davvero pochi. C'è solo il gran fascino di Connery e della Andress, perchè le fesserie che dicono sul nucleare adesso farebbero ridere anche un bambino (e non è che ci volesse molto a inventarne di più sensate). Sembra fatto di clichè (vedi il nero e quel che gli succede) ma, appunto, essendo un capostipite glielo si può perdonare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  03/10/2010 12:24:10
   7 / 10
Non sono una fan della saga di James Bond, ma questo primo episodio ha un ritmo incalzante e una trama piuttosto avvincente. Poi Connery dà una caraterizzazione perfetta dell'agente segreto più noto della cinematografia mondiale.
Belle anche le ambintazioni.

paolo80  @  14/08/2010 17:04:39
   7 / 10
Una pellicola molto buona e godibile che si rivela esser un buon mix tra azione ed ironia.
Del personaggio non si può che dirne bene, e Connery è il Bond per eccellenza.
La storia si rivela molto interessante, forse un po' troppo prevedibile, se giudicata secondo i canoni odierni, comunque ciò non intacca in alcun modo l'alto valore dell'opera, che merita in pieno d'esser vista.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  17/03/2010 21:03:26
   7½ / 10
Straordinario, e forse non è neanche il primo con Sean Connery... (non è una battuta, esiste un efford del 1961 che nessuno ha praticamente mai visto, ma non so quanto riferito a Bond). Esotismo da cartolina, eros, magnifica fotografia, tecnologia, spettacolo e un pò di violenza, ha decisamente influenzato molto più cinema di genere di quanto si creda (pensiamo al boom delle spy-stories negli anni sessanta in Europa).

edmond90  @  09/10/2009 14:21:27
   7 / 10
Buon inizio della saga ma assolutamente non è una delle vette della serie.Grande Sean Connery e Ursula Andress è indimenticabile

Mr.619  @  30/06/2009 18:58:55
   7 / 10
Buon inizio per l'agente segreto più amato di tutti i tempi, dotato di un plot egregio (anche se migliorabile) e la scelta di una bond-girl, Ursula Andress, veramente glaucopide.Il film non manca mai di dare emozioni più o meno forti al pubblico ( sebbene la parte centrale presenti alcuni attimi di spossatezza) e, ovviamente, a impreziosire il tutto non può che esservi la magistrale interpretazione di Sean Connery, affascinante quanto esperto e perspicace conoscitore dello schermo e dello charme dell'alta società.

VikCrow  @  10/05/2009 19:37:41
   6 / 10
Fu il primo film che vidi di questa immensa ed infinita saga.
Inutile dire che Connery è il Bond per eccellenza, ma il film convince poco.
Non amo in genere film simili, ma da masochista mi son cimentato nel vederne un paio.
Intrigante il personaggio del Dr. No.

ste88  @  24/12/2008 19:45:26
   6 / 10
lento, prevedibile, a tratti noioso,niente colpi di scena...
mi aspettavo di +

Rand  @  14/11/2008 18:02:31
   7 / 10
Oggi un film del genere sarebbe prevedibile, ma questo è il capostipite di tutto il cinema su 007, si tratta di un opera a tratti prevedibile, costruita su battute e personaggi, un Sean Connery che anche se portava il parrucchino per calvizie precoce era considerato un sex simbol, perfetto nella parte: del resto la ricetta di Ian Fleming ripresa anche dai film era molto semplice e nel tempo si è tenuto fede a questo tris che era sesso, violenza e battute (aggiungeteci le ambientazioni esotiche oggi ancora in voga e avete Bond, James bond) tra cui la più celebre che ho già citato

nwo pozz  @  11/07/2008 00:16:23
   9½ / 10
Esiste 1 solo James Bond, ed il suo nome è Connery......Sean Connery

Gruppo COLLABORATORI julian  @  31/03/2008 21:37:40
   7½ / 10
Si, in sostanza è come dice Gianni Canova: la serie di James Bond sta al cinema, come l'olio sta alla cucina mediterranea; vi si può fare a meno a costo di sapere ciò che si perde.
Tutti buoni film (almeno quelli che ho visto) d'azione, thriller, di spionaggio, chiamateli come volete, dove non manca mai una storia d'amore passeggera tra il casanova Bond e la bella di turno.
Lo spettacolo non manca, ed è per questo che probabilmente a quegli anni i film di 007 erano tra i più attesi dal pubblico.
Licenza di uccidere è il primo, episodio molto allettante perchè ambientato in gran parte tra atmosfere paradisiache e conserva molto del suo fascino ancora oggi sebbene sia molto prevedibile.

vitocortesi  @  08/12/2007 17:23:37
   8½ / 10
Primo e bellissimo film della saga .Mi dispiace per tutti gli ammiratori di Roger Moore, Pierce Brosnan e Daniel Craig ma Sean Connery è l'unico vero Bond!
E quanto era bella Ursula Andress in questo film.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  08/11/2007 20:39:53
   7 / 10
Ho visto solo questo dei Bond di Connery,è un buon film solo che il basso budget di questo primo episodio si vede e si sente.Confido a degli ottimi sequel, per lo meno questi degli anni '60.

dgarofalo  @  07/11/2007 00:03:36
   7 / 10
primo della saga molto realistico con una bella colonna sonora con delle interpetrazioni da favola
da vedere

eraserhead  @  17/08/2007 19:19:44
   9 / 10
Sena Connery è senza dubbio il miglior james bond mai apparso sugli schermi. E questo film e "Dalla Russia con Amore", le perle dell'agente segreto britannico. Triste fine per il buon vecchio james, nei panni di daniel craig...

cinemamania  @  16/08/2007 13:39:21
   8 / 10
Primo film della saga. Bellissimo.

Dick  @  18/07/2007 22:04:41
   7½ / 10
Primo film dell' Agente più famoso del cinema che risulta godibile e divertente anche se non eccezionale a mio parere.

P.S. Ho letto che nel libro Bond seduceva solo il personaggio interpretato dalla Andress. In effetti le altre due seduzioni, chiamiamole così, mi parevano un pò campate per aria.

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/08/2014 00.04.00
Visualizza / Rispondi al commento
alesfaer  @  14/04/2007 15:42:17
   8½ / 10
accoppiata che ha fatto storia

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  04/02/2007 22:40:57
   7½ / 10
il grande inizio di un agente davvero speciale...interpretato alla grande(e mai raggiunto dai suoi successori)connery riesce a mettere brio e comicita' con battute sottili su una trama che non puo essere certo considerata allegra...
certo si esagera un po con le "americanate" malgrado siamo in inghilterra!

Invia una mail all'autore del commento Andrea Lade  @  31/01/2007 00:47:06
   8 / 10
Mango,banana and tangerine...

L'atmosfera tropicale della Giamaica accompagna la regia di qusto bellissimo iniziale episodio di oo7,l'agente al servizio della corona inglese.
Su un tavolo di Chemin De Fer,tra giocatori accaniti e milioni buttati sul tavolo verde appare per la prima volta James Bond, interpretato da un giovane e vanitoso Sean Connery. Ma la bellezza grafica e le ambientazioni suggestive non tradiscono le aspettative e nella prima mezz'ora compaiono tutti quegli elementi che faranno la fortuna di questa serie cinematografica.
Lo spionaggio è garantito dalla presenza di un losco personaggio,trafficante d'armi che farà di tutto per incastrare chiunque intralci le sue mire; l'azione compare già dopo qualche minuto per poi acuirsi in un finale di forte impatto emotivo.
Licenza di uccidere inoltre conserva una matrice fortemente noir da far invidia ai moderni strumenti per tentare di rendere horror dei filmetti da botteghino: la sola scena della vedova nera nella stanza di Bond vale da sola tutti i flim di Wes Craven.
E' pur vero che le ingenuità sono presenti qui come in tutta la serie, ma l'immaturità del personaggio richiede una fase di assestamento, ben superata dalla prova di Sean Connery: c'è qualche bond girl di troppo,alcune delle quali inutili e anche la Ursula Andress risulta più convincente accanto a Giuliano Gemma nei film in cui interpreta la donna apparentemente dura e sofistica pittosto che come amazzone in un'isola misteriosa.
Anche nell'ottica dei personaggi usa e getta,risulta frettolosa la morte del compagno di colore,forse per il già citato razzismo sopra le righe.
Licenza di uccidere è comunque un film piacevolissimo, che pur rimanendo confinato in uno schema abbastanza rigido del clichè 007, presenta numerosi elementi visivi e sensoriali tali da renderlo uno dei migliori dell'intera serie.

4 risposte al commento
Ultima risposta 01/12/2012 21.06.01
Visualizza / Rispondi al commento
Constantine  @  24/01/2007 22:11:12
   8½ / 10
Il primo, quindi si merita mezzo punto in più, altrimenti quasi gli preferisco "Dalla Russia con Amore"; Sean Connery tratteggia uno 007 molto fascinoso e caratteristico. La colonna sonora farà storia assieme al personaggio, la storia mi piace molto fino all'immancabile cattura, poco vicino al personaggio di Fleming ma molto più cinematografico e meno realistico. Perde il suo lato noir più letterario per uno più glamour e patinato tipico dell'agente segreto di sua maestà al cinema. Comunque rimane una delle più longeve e floride serie cinematografiche ed il suo rilancio contemporaneo mi è sembrato d'obbligo ( nonche ben riuscito). Fonde in se tanti generi , miscelandoli sapientemente senza perdersi durante lo scorrimento.Da riscoprire per coloro che non l'abbiano visto, da vedere per coloro che si siano avvicinati oggi al personaggio e abbiano la curiosità di sapere da dove è cominciato.

" Mi chiamo Bond...James Bond."

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Giordano Biagio  @  06/11/2006 13:32:21
   7 / 10
Buono il suspense, sostiene il mito occidentale di una razza superiore impegnata a combattere i trasgressori geniali potenti ma alieni di un ineluttabile ordine etico e politico...
Razzismo sopra le righe, compensato da uno spettacolo di grande mestiere...

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  19/07/2006 21:19:52
   8½ / 10
Indimenticabile! Un immenso e piacionesco Sean Connery dà forma al miglior James Bond di sempre, fissandone le caratteristiche e le peculiarità. Il primo è senza dubbio il migliore dell'interminabile serie di film sull'agente 007, e si conferma godibilissimo ed emozionante ancora oggi.

LaFamiglia  @  07/04/2006 18:03:47
   8½ / 10
il suo nome? Bond... James Bond...
e così ad un tavolo da gioco londinese cominciano le avventure della spia più famosa del mondo.
Sotto il sole della Jamaica e al ritmo di irresistibili calypso si svolgono le vicende di questo film che, nonostante qualche ingenuità, risulta più che gradevole e che merita sicuramente di essere visto.
I punti di forza del film sono gli stessi che faranno del personaggio 007 un icona anche nelle successive apparizioni (si badi bene che devono essere considerati 007 degni di tale sigla soltanto quelli interpretati da Sean Connery) e così ciò che rende unico l' universo di Bond è quella eterna eleganza e gusto per l' ironia che caratterizza ogni suo gesto.
Sicuramente un esempio per chi al giorno d' oggi realizza film dove l' eleganza e soppiantata da scene inutili e ridicole...
in definitiva rappresenta un mito da cui apprendere

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/07/2007 22.01.56
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bodego  @  16/06/2005 13:48:08
   7 / 10
molto originale per i suoi tempi

Invia una mail all'autore del commento fred kreuger90  @  04/03/2005 21:29:24
   6 / 10
metto 6 x nn sfigurare un mito.

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/07/2007 22.00.53
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE maremare  @  02/02/2005 01:04:47
   8 / 10
Il mio nome è Bond.. James Bond.
La nascita del mito.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008398 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net