bates motel - stagione 1 regia di Tucker Gates, Paul Edwards, Johan Renck, David Straiton USA 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVbates motel - stagione 1 (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BATES MOTEL - STAGIONE 1

Titolo Originale: BATES MOTEL - SEASON 1

RegiaTucker Gates, Paul Edwards, Johan Renck, David Straiton

InterpretiFreddie Highmore, Vera Farmiga, Max Thieriot, Nicola Peltz

Durata: h 0.40
NazionalitàUSA 2013
Generethriller
Stagioni: 5
Prima TV nell'Ottobre 2013

•  Altri film di Tucker Gates
•  Altri film di Paul Edwards
•  Altri film di Johan Renck
•  Altri film di David Straiton

Trama del film Bates motel - stagione 1

La serie Ŕ basata sui personaggi del romanzo Psycho di Robert Bloch del 1959 e rappresentati nel film diretto da Alfred Hitchcock, Ŕ incentrata sul rapporto tra Norman Bates e sua madre, interpretati da Freddie Highmore e Vera Farmiga.

Film collegati a BATES MOTEL - STAGIONE 1

 •  BATES MOTEL - STAGIONE 2, 2014
 •  BATES MOTEL - STAGIONE 3, 2015
 •  BATES MOTEL - STAGIONE 4, 2016
 •  BATES MOTEL - STAGIONE 5, 2017

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,57 / 10 (7 voti)7,57Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Bates motel - stagione 1, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

wicker  @  21/04/2019 18:22:55
   8 / 10
Fresca ,coinvolgente e innovativa . grande l'idea di trasportare i fatti ai giorni nostri ,per chi si aspetta solo un prequel di Psycho non è così.
Ottimi Famiga e Highmore .

albert74  @  26/02/2018 02:57:27
   7 / 10
ispirato a Psycho, con cui condivide le linee generali ma se ne discosta per l'ambientazione e il periodo cronologico oltre che per diverse incoerenze (a citare le parole testuali del regista), sembrerebbe ben fatto. A dire il vero io sono sempre un po' scettico sulle prime stagioni delle serie tv perché, di solito, se ne vanno via troppe puntate a delineare i personaggi e lo sfondo in cui si ambienta il tutto.
questa non è un'eccezione. La serie - a mio avviso - decolla a partire dalla seconda stagione.
In ogni caso è una buona serie e la prima va intesa come intro.
Unica nota che non mi quadra molto è la piccola sottotrama sulla coltivazione e produzione di marijuana che potevano anche evitare di inserire visto che non è attinente al vero tema della serie e cioè la pazzia di Norman e i rapporti con la famiglia.

maxi82  @  30/05/2017 20:34:17
   7 / 10
Ottima prima stagione con tutti i protagonisti bravi nella parte con la famiglia bates davvero sfigata....una dose di suspence che non manca...atmosfere dark per spedirti a vedere subito la 2 stagione

mrmassori  @  05/02/2017 13:53:20
   8 / 10
Psycho non ha bisogno di presentazioni; è un capolavoro, è uno dei migliori thriller psicologici della storia del cinema, ecc ecc. Adesso lasciando stare gli scontati accostamenti, posso dire che questa serie è davvero ben fatta, sia Norma che Norman sono eccezionali nelle loro morbose e malate interpretazioni e tutti i personaggi e l'ambientazione, (riportata ai nostri giorni), è veramente ottima e coinvolgente. E' vero, è pieno di storie parallele e intirghi, personaggi inventati che nulla hanno a che vedere con il film del maestro: ma mi viene di dire, e allora? perchè non costruire, tessere e cucire ad hoc un nuovo mondo che ruota proprio sulle figure delle ossioni e distrurbi mentali di Norman e della sua opprimente madre?. Per me è vermanete ben riuscita e i tratti piscologici sono davvero ben delineati.

Invia una mail all'autore del commento DarthCloud23  @  14/01/2017 13:42:04
   7 / 10
Buona serie. Questa prima stagione é ben strutturata, intrigante e non scontata. Se vi é piaciuto psycho non potete perderla. L'unica cosa che non ho capito é il tempo in cui si svolge... le auto e altri elementi fanno capire che siamo alla fine degli anni 90' ma psycho era in un periodo precedente.

horror83  @  17/12/2015 20:52:57
   9½ / 10
Davvero una bellissima serie tv. stupenda, fantastica. Vera Farmiga bravissima. Anche l'attore che fa Norman. Ottima prima stagione.

hghgg  @  31/03/2015 12:18:46
   6½ / 10
Mah, francamente questa mania di dover trasformare in una serie televisiva ogni capolavoro del cinema comincia a stancarmi ("Psycho-Bates Motel" "Fargo-annessa serie omonima" "Saga di Hannibal Lecter-Hannibal" e così via) perché non capisco come dilatare tutto per puntate e puntate possa veramente aggiungere qualcosa alle due ore originarie. E se nel caso di "Fargo" il potere dei Coen come produttori esecutivi si fa sentire permettendo la realizzazione di un prodotto valido e appassionante con "Bates Motel" dobbiamo fare tutto un altro discorso perché le cose sono venute fuori molto peggio (con "Hannibal" il discorso è ulteriormente diverso).

Giustissima l'idea di base di proporre la storia del buon Norman Bates partendo dalla sua adolescenza e quindi analizzando dal principio il morboso rapporto tra lui e sua madre mostrandoci quindi l'antefatto di ciò che in "Psycho" era già bello che realizzato. Fino a qui, tutto bene...

Poi però uno di accorge che questa storia dell'analizzare dal principio il rapporto di Norman con sua madre è una colossale presa per il cùlo. I personaggi principali (solo quelli) sono ispirati ai caratteri scritti da Bloch nel '59 e riportati da Hitchcock sul grande schermo l'anno successivo ma appunto sono solo ispirati e poi, il resto, è tutta un'altra cosa.

Innanzitutto, tanto per farla più moderna, la serie è ambientata ai giorni nostri e quindi vediamo il simpatico Norman, ragazzetto complessato e taciturno, muoversi tra moderni cellulari e moderni ragazzi cerebrolesi di oggi. Ma poi tu, madre, nell'anno di Chtulhu 2013, vai ad aprirti un motel in un buco sperduto del càzzo davanti al quale stanno per costruire un'autostrada che lo renderà invisibile e come clienti ti porterà soltanto improbabili psicotici, stupratori, spacciatori ecc ? Bel senso degli affari, nel 2013 come nel 1960.

E poi be, tutte le puntate sono un'alternanza tra il mostrare la latente follia di Norman che sembra crescere sempre di più non certo aiutata dal morboso rapporto possessivo reciproco tra lui e sua madre e altra roba inutile che non c'entra una mazza, non interessa nessuno ed è messa lì solo per allungare il brodo. Il primo elemento rappresenta gli unici momenti appassionanti della stagione, anche ben scritti e fedeli con l'idea BlocHitchcockiana e regalano alcune sequenze memorabili (la madre che appare a Norman e gli parla, ma solo nella sua testa) e un ottimo finale con Norman che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Tutto questo porta ad una sufficienza abbondante per questa prima stagione ma tutto il resto è semplicemente ridicolo. Tutte le altre sotto-trame sono scritte in maniera incredibilmente superficiale è tutto banale e piuttosto assurdo e soprattutto si vede fin troppo chiaramente che è roba messa lì per allungare il brodo e rendere tutto più "appassionante" perché non potevano mica basare tutto sul morboso rapporto madre-figlio Bates (secondo me, avrebbero potuto farlo eccome con uno staff più capace nelle sceneggiature).

Tutta la storia dei campi di non mi ricordo nemmeno più che sostanza (Marijuana credo, ma forse era altro boh), dei vari criminali che in un modo o nell'altro finiscono per incasinare la vita di Norma (si, originale) Bates che dopo questa stagione sembra più una sfìgata colossale che l'essere terribile di un tempo (ed era solo un cadavere imbalsamato eh, magia di Sir Alfred) del suo rapporto con inutili poliziotti... Salvo solo alcune piacevoli citazioni come il padre dell'amichetta malata di Norman che insegna a quest'ultimo la tassidermia, tassello un tantino fondamentale, oppure Norman che trova un cagnetto randagio, il suddetto muore investito e lui lo "tassiderma" facendogli fare la fine di Rawdi di "Scrubs". Ah si dimenticavo il fratello scapestrato ma di buon cuore di Norman, Dylan (Dog). Si, avete capito bene, Norman Bates ha un fratello maggiore... Di un'utilità che non vi dico...

Attori, tutti completamente inutili e/o cani esclusi i due protagonisti. Vera Farmiga è molto brava nel tratteggiare Norma Bates (almeno QUESTA Norma Bates qui) e sono molto felice che sia un'attrice ben superiore alla sorellina (vabè ci vuole proprio poco). Il tizio che interpreta Norman ci sta bene vista la buona somiglianza somatica con Perkins e lui si impegna pure peccato che di Perkins gli manca il talento.

Insomma, poteva essere interessante è venuta una cosetta nemmeno così brutta ma con troppe cose inutili al suo interno, non mi ha convinto a proseguire, mai vista la seconda stagione.

3 risposte al commento
Ultima risposta 31/03/2015 15.25.27
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013357 commenti su 44758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net