dustin hoffman, biografia, filmografia, galleria fotografica
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

DUSTIN HOFFMAN

DUSTIN HOFFMAN
Data di nascita: 08/08/1937
Luogo di nascita: Los Angeles - California - USA
Altezza m 1,66

Piccoletto, non bello, impacciato, lontano dal cliche di sex-symbol, tanto da non sembrare nemmeno un attore, anche se in realtà, si tratta di uno dei migliori in assoluto e sicuramente di uno dei più amati, Dustin Hoffman nasce a Los Angeles nel 1937. Cresce nell'ambiente del cinema, dove suo padre fa l'attrezzista. Fin da piccolo dimostra grande amore per l'arte e per la musica e si scrive al Conservatorio per studiare pianoforte e, contemporaneamente frequenta i corsi di arte drammatica alla Pasadena Playhouse della sua città.
Quando capisce che la sua vera, unica passione è la recitazione, si trasferisce a New York per frequentare l'Actor's Studio di Lee Strasberg dove incontra Gene Hackman e Robert Duvall con i quali condivide anche le stanze dell'appartamento in cui abita.

Comincia a lavorare nei teatri off-Broadway recitando 'Aspettando Godot' di Beckett e 'Il mercante di Venezia' di Shakespeare. E' stato proprio in uno di questi teatri, mentre recitava 'Harry Noon and Night' nei panni di un ufficiale nazista gobbo e omosessuale, che viene notato dal regista Mike Nichols, il quale gli offre il ruolo di protagonista del suo prossimo lungometraggio, "IL LAUREATO" (67). Il dissacrante (per allora) film, tratto dal romanzo di Charles Webb, sull'America degli anni 60, puritana e perbenista, segna l'inizio della sua folgorante carriera.
L'interpretazione, precisa e puntuale, del giovane neolaureato depresso che approda riottoso, tra le braccia di un'attempata ninfomane, prima di portar via, letteralmente, dall'altare la giovane figlia al futuro sposo, gli vale la prima nomination agli Oscar come miglior attore protagonista.
Premio, questo con il quale ha sempre avuto, e continua ad avere, un rapporto contrastato e difficile, e che ha vinto due volte: la prima nel 79 per la toccante interpretazione del padre infelice di "KRAMER CONTRO KRAMER", e la seconda nell'88, per il personaggio di Roy Babbitt, fratello autistico di TOM CRUISE in "Rain mam - L'uomo della pioggia". La prima volta sperò, addirittura di non vincere dato che in quei giorni era stato assassinato Martin Luther King, e Dustin voleva che la manifestazione fosse sospesa, che invece fu solo rimandata. Quando Bob Hope fece dell'ironia sul fatto che aveva dovuto fare due volte le valigie, l'attore scrisse una lettera, indignata al presidente dell'Accademy, che quella volta era GREGORY PECK: non ottenne risposta, e per molto tempo non fu più invitato al gala. In seguito ha sempre dichiarato che l'Oscar, così come gli altri premi, sono deleteri in quanto mettono, gli uni contro gli altri, gente di talento.

Nel 69 ottiene una seconda candidatura agli Oscar per il ruolo dell'amico infelice, zoppo ed emarginato del biondo gigolò, a cui si lega per il suo ultimo, agognato viaggio verso la Florida, in "UN UOMO DA MARCIAPIEDE" (69)
E' superbo nel personaggio dell'uomo bianco allevato in una tribù di Cheyenne in "Il PICCOLO GRANDE UOMO" (70), come in quello del vendicativo matematico, timido e pacifista, che si trasforma in genio del massacro per difendere la sua casa in "CANE DI PAGLIA" (71)
Dopo alcune prove più scialbe, ma di tono sempre elevato per quanto riguarda la sua recitazione, come nei panni del timido impiegato di banca succube delle donne, nell'italiano "ALFREDO, ALFREDO" (72), o come nel ruolo del falsario detenuto alla Cayenna in "PAPILLON" (73) , ottiene una nuova nomination agli Oscar per la, semplicemente perfetta, interpretazione del fantasista e showman LENNY Bruce in "LENNY" (74).
Successivamente è Carl Barnstein, uno dei due giornalisti del Washington Post, che fecero esplodere lo scandalo 'Watergate', che portò alle dimissioni del presidente Nixon, in "TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE" (76); poi il timido ebreo torturato da un ex criminale nazista in "IL MARATONETA" (76)
Riscuote un altro grande successo, e ottiene l'ennesima nomination agli Oscar, con "TOOTSIE" (82) nel ruolo al femminile di un attore disoccupato che si traveste da donna, e così ottiene una scrittura in una soap-opera.

La nostalgia per il teatro si fa intensa e, per un po', abbandona il cinema e torna a recitare in palcoscenico, per interpretare un memorabile Willy Loman, commesso viaggiatore deluso dal lavoro e dalla famiglia , che cerca la morte in un incidente automobilistico per far riscuotere al figlio, senza arte nè parte, i soldi dell'assicurazione, nel dramma 'MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE' di Arthur Miller di cui verrà registrata una versione per la TV, che gli fa vincere un premio Emmy.

Dopo il modesto "ISHTAR" (87) e l'apoteosi di "Rain man" (88) con il quale, oltre l'Oscar, vince anche un Orso d'oro a Berlino, un altro ruolo in tono minore in "SONO AFFARI DI FAMIGLIA" (89) che lo vede nel ruolo, poco convinto e poco verosimile (lui, classe 1937, è figlio di SEAN CONNERY, classe 1930) di un ladro, imborghesito e integrato nel sistema, alle prese con il padre e il figlio, delinquenti irriducibili.
Più incisivo è nei panni di un gangster, complessato e psicopatico, ormai sul viale del tramonto, in "BILLY BATHGATE" (91); gigioneggia, divertito e divertendo, nelle vesti del malvagio pirata in "Hoock - Capitan Uncino" (91), prima di indossare i panni di un imbroglione egoista che si ritrova, suo malgrado, a salvare i superstiti di un disastro aereo in "EROE PER CASO" (92)
La galleria dei suoi ritratti si arricchisce e lui, 'the loser' (il perdente) si cala sempre di più, con impressionante aderenza, al limite del perfezionismo, nei panni dei suoi personaggi.

Dopo tre anni di assenza torna sugli schermi nel ruolo di un ufficiale medico americano il quale scopre che i militari, per poter continuare a sperimentare armi batteriologiche, hanno tenuto nascosto un vaccino per curare un virus devastante, nel giallo claustrofobico- +politico, "VIRUS LETALE" (95). E' superbo nei panni dell'avvocato inetto e cocainomane di "SLEEPERS" (96), poi in quello di rapinatore mancato, nell'originale trasposizione della piece di David Mamet, "AMERICAN BUFFALO"; ed ancora, in quello di un cronista d'assalto nel melodramma "MAD CITY - ASSALTO ALLA NOTIZIA" (97), sullo strapotere dei media e sulla volubilità dell' opinione pubblica, manipolata dalla TV, (niente di nuovo sotto il sole).
Nuova grande prova e nuova candidatura agli Oscar, nel ruolo di un potente produttore cinematografico che cerca di far rieleggere un Presidente coinvolto in uno scandalo sessuale, nella feroce commedia "Sesso & Potere" (97). Sempre puntuale, anche se in tono minore, è la successiva performance di un eroico psicologo, nel claustrofobico-fantascientifico, "SFERA" (98), da un romanzo di Michael Crichton.

Dopo una partecipazione nel "GIOVANNA D'ARCO" di Luc Besson (99), torna eccezionale protagonista, nel ruolo di un padre colpito dall'assassinio della figlia, in "Moolight Mile - Voglia di ricominciare" (02). Il suo ultimo impegno, "CONFIDENCE - LA TRUFFA PERFETTA" (03) lo vede nei panni di un nevrotico boss che un ingenuo ma abile truffatore, deve ad ogni costo risarcire.

Nel legal-thriller "LA GIURIA - RUNAWAY JURY", tratto da John Grisham, nel ruolo di un integerrimo avvocato, con il suo vecchio coinquilino ai tempi di New York, Gene Hackman, con cui non aveva mai lavorato.

Oltre ad "ALFREDO, ALFREDO", in Italia ha girato anche il western di serie Z, "Un dollaro per 7 vigliacchi", talmente improbabile da essere spesso rimosso dalle filmografie ufficiali.

Hoffman si è sposato due volte, la prima nel 69 con Anne Byrne, da cui ha divorziato nell'80, dopo aver avuto avuto una figlia (lei ne aveva già un'altra che Dustin ama come sua); e la seconda nell'80 con l'attuale moglie, Lisa Gottsegen, con la quale ha avuto altri quattro figli, che lo seguono sempre sui set in cui lavora: 'Sono zingaro, ma per fortuna zingaro ricco, mai più di due settimane lontano dalla famiglia', è solito dire a chi gli chiede perchè i suoi figli sono sempre con lui.
Il segreto del suo successo: una oculata gestione della popolarità e una sana dieta rigorosamente vegetariana.
Da qualche anno è divenuto anche produttore.
Nel 96 è stato premiato a Venezia con il Leone d'oro alla carriera.

FILMOGRAFIA

2001 - Tuesday (voce) regia di Geoff Dunbar, Amanda Massa e Robert Stanger
1967 - THE TIGER MAKES OUT regia di Arthur Hiller
1967 - IL LAUREATO regia di Mike Nichols
1968 - UN DOLLARO PER SETTE VIGLIACCHI regia di Dan Ash
1969 - JOHN & MARY regia di Peter Yates
1969 - UN UOMO DA MARCIAPIEDE regia di John Schlesinger
1970 - PICCOLO GRANDE UOMO regia di Arthur Penn
1971 - CHI E' HARRY KELLERMAN E PERCHE' PARLA DI ME? regia di Ulu Grosbard
1971 - CANE DI PAGLIA regia di Sam Peckinpah
1972 - ALFREDO, ALFREDO regia di Pietro Germi
1973 - PAPILLON regia di Franklin J. Schaffner
1974 - LENNY regia di Bob Fosse
1976 - TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE regia di Alan J. Pakula
1976 - IL MARATONETA regia di John Schlesinger
1978 - VIGILATO SPECIALE regia di Ulu Grosbard
1979 - KRAMER CONTRO KRAMER regia di Robert Benton
1982 - TOOTSIE regia di Sydney Pollack
1985 - MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE regia di Volker Schlöndorff
1986 - PRIVATE CONVERSATIONS regia di Christian Blackwood
1987 - ISHTAR regia di Elaine May
1988 - RAIN MAN - L'UOMO DELLA PIOGGIA regia di Barry Levinson
1989 - SONO AFFARI DI FAMIGLIA regia di Sidney Lumet
1990 - DICK TRACY regia di Warren Beatty
1991 - BILLY BATHGATE - A SCUOLA DI GANGSTER regia di Robert Benton
1991 - HOOK - CAPITAN UNCINO regia di Steven Spielberg
1992 - EROE PER CASO regia di Stephen Frears
1995 - VIRUS LETALE regia di Wolfgang Petersen
1996 - AMERICAN BUFFALO regia di Michael Corrente
1979 - IL SEGRETO DI AGATHA CHRISTIE regia di Michael Apted
1996 - SLEEPERS regia di Barry Levinson
1997 - MAD CITY - ASSALTO ALLA NOTIZIA regia di Costa-Gavras
1997 - SESSO E POTERE regia di Barry Levinson
1998 - SFERA regia di Barry Levinson
1999 - GIOVANNA D'ARCO regia di Luc Besson
2002 - MOONLIGHT MILE regia di Brad Silberling
2003 - CONFIDENCE - LA TRUFFA PERFETTA regia di James Foley
2003 - LA GIURIA - RUNAWAY JURY regia di Gary Fleder
2004 - NEVERLAND - UN SOGNO PER LA VITA regia di Marc Forster
2004 - MI PRESENTI I TUOI? regia di Jay Roach
2004 - I LOVE HUCKABEES - LE STRANE COINCIDENZE DELLA VITA regia di David O. Russell
2006 - PROFUMO - STORIA DI UN ASSASSINO regia di Tom Tykwer
2005 - THE LOST CITY regia di Andy Garcia
2006 - VERO COME LA FINZIONE regia di Marc Forster
2007 - MR. MAGORIUM E LA BOTTEGA DELLE MERAVIGLIE regia di Zach Helm
2008 - OGGI E' GIA' DOMANI regia di Joel Hopkins
2008 - KUNG FU PANDA regia di Mark Osborne, John Stevenson
2008 - LE AVVENTURE DEL TOPINO DESPEREAUX regia di Sam Fell, Robert Stevenhagen
2015 - L'OTTAVA NOTA - BOYCHOIR regia di François Girard
2010 - LA VERSIONE DI BARNEY regia di Richard J. Lewis
2011 - KUNG FU PANDA 2 regia di Jennifer Yuh
2011 - KUNG FU PANDA: I SEGRETI DEI MAESTRI regia di Anthony Leondis
2014 - CHEF - LA RICETTA PERFETTA regia di Jon Favreau
2015 - L'ULTIMA LEGGENDA - THE PROGRAM regia di Stephen Frears
2016 - KUNG FU PANDA 3 regia di Jennifer Yuh, Alessandro Carloni
2014 - MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA regia di Tom McCarthy
2016 - I MEDICI - STAGIONE 1 regia di Sergio Mimica-Gezzan

Clicca il nome del film per visualizzarne la scheda

Galleria Fotografica


Biografia a cura di luisa75 - ultimo aggiornamento 31/01/2004

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

120 battiti al minuto2 biglietti della lotteria40 sono i nuovi 20a ciambraalibi.comall eyez on meamityville: il risveglioammore e malavitaangels wear whiteappuntamento al parcoatomica biondababy driver - il genio della fugababylon sistersbarry seal - una storia americana
 HOT
blade runner 2049
 NEW
brutti e cattivicars 3cattivissimo me 3charley thompsonchi m'ha vistocome ti ammazzo il bodyguardcustodydavid gilmour - live at pompeiideath note (2017)dementia 13dove cadono le ombredove non ho mai abitatodownsizing
 HOT
dunkirkeasy - un viaggio facile facileemoji - accendi le emozioniex libris - the new york public libraryferrante feverfirst reformedfottute!foxtrotfranca: chaos and creationfuori c'e' un mondogatta cenerentolagifted - il dono del talentoglory - non c'e' tempo per gli onestihannahhouse on elm lakehuman flow
 NEW
ibiil colore nascosto delle coseil contagioil palazzo del vicere'in dubious battle - il coraggio degli ultimiin questo angolo di mondo
 NEW
it (2017)ivory. a crime storyjackalsjukai - la foresta dei suicidikingsman: il cerchio d'orokoudelka fotografa la terra santal’ordine delle cose
 NEW
la battaglia dei sessi (2017)la fratellanza (2017)la principessa e l'aquilala storia dell'amorela villala vita in comunel'altra meta' della storialeatherfacelego ninjago - il filml'equilibriolezione di pittural'incredibile vita di normanl'inganno (2017)l'insultel'intrusa (2017)loving vincentl'uomo di nevelycanmade in china napoletanomadre!
 NEW
manifestomektoub, my love: canto unomiss sloane - giochi di potere
 NEW
monster family
 NEW
nemesinico, 1988noi siamo tuttonove lune e mezzaopen water 3 - cage diveoverdriveparty bus to hellrenegades - commando d'assalto
 NEW
ritorno in borgognarock paper deadsafarisuburbiconsweet countrythe devil's candythe midnight manthe ritualthe shape of waterthe teacherthe third murdertiro libero
 NEW
tragedy girlsun profilo per dueuna di noi
 NEW
una donna fantasticauna famigliavalerian e la citta' dei mille pianeti
 NEW
veleniveleno
 NEW
vita da giungla: alla riscossa! - il filmwalk with me

963096 commenti su 38099 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net