occhiali neri regia di Dario Argento Italia, Francia 2022
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

occhiali neri (2022)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film OCCHIALI NERI

Titolo Originale: OCCHIALI NERI

RegiaDario Argento

InterpretiIlenia Pastorelli, Asia Argento, Andrea Zhang, Andrea Gherpelli, Mario Pirrello, Maria Rosaria Russo, Gennaro Iaccarino, Ivan Alovisio, Guglielmo Favilla, Gianluca Gugliarelli, Viktorie Ignoto, Cristiano Simone Iannone, Tiffany Zhou, Paola Sambo, Mario Scerbo, Gladys Robles, Fabrizio Eleuteri, Zhang Xinyu

Durata: h 1.30
NazionalitàItalia, Francia 2022
Generethriller
Al cinema nel Febbraio 2022

•  Altri film di Dario Argento

Trama del film Occhiali neri

Roma. Un serial killer che depreda le prostitute mette gli occhi su Diana. Mentre la insegue, provoca un incidente d'auto in cui perde la vista e causa la morte della famiglia di Chin, un bambino di 10 anni. Nonostante la sua cecitÓ, Diane decide di accogliere il ragazzo. Ma l'assassino Ŕ ancora a piede libero...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,69 / 10 (16 voti)4,69Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Occhiali neri, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/06/2022 15:05:37
   5½ / 10
Voglio troppo bene a Dario Argento, anche se dopo Phenomena, cioè quasi quarant'anni fa non ne ha imbroccata quasi una, anche perchè masochisticamente ci metteva sua figlia nei film. Amore di papà, sono d'accordo, ma fa una perfetta coppia con la cagna per ciechi della Pastorelli. Su quest'ultima per me non è una cagna, ma non possiede le capacità per poter reggere un film da sola. La condizione di essere cieca presagita nella sequenza iniziale del film la pone in maniera diversa, rispetto all'Arnò di Il Gatto a nove code o il cieco di Bucci in Suspiria. Non vedenti per ormai abituati alla loro condizione di menomazione fisica. Diana invece è agli inizi, brancola letteralmente nel buio, è totalmente passiva agli eventi, di conseguenza il personaggio è monocorde. Le idee ci sono però non sono traducibili a livello visivo come in passato. Ed Argento a livello visivo, nel suo periodo d'oro era quasi imbattibile, qui siamo su tonalità più smorte. Parliamoci chiaro, io non voglio male a Dario, anzi. Andrò sempre a vedere i suoi film, malgrado la perdita di speranza dell'Argento che fu e che solo in qualche frangente si vedeva la sua classe (la sequenza iniziale di Non ho sonno), passando sopra a quei piccoli o grandi difetti soprattutto dell'ultimo periodo, dal Cartaio in poi. Difetti di sceneggiatura e poca definizione dei personaggi, tanto che l'assassino di Occhiali neri ammazzi escort un po' a casaccio e solo con Diana cova un rancore di natura sproporzionata, Insomma privo di fascino e privo di una minima psicologia. Non sufficente ma rispetto al Cartaio, La Terza Madre e Dracula 3D, questo film è un capolavoro ed ho detto tutto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  19/05/2022 17:52:49
   6½ / 10
Il Nostro Dario Argento torna dopo dieci anni a dirigere un thriller. Dracula 3D era infatti datato 2012 e Occhiali Neri, film neanche troppo pubblicizzato, è l'ultimo lavoro che senza ombra di dubbio si sapeva avrebbe fatto rinnovare l'opinione pubblica sul fatto che per Dario "è ora di andare in pensione"...
Che posso dire, io onestamente ho visto questo film molto volentieri, e nonostante tutti i difetti registici mi sento di premiare anche quest'ultima "fatica" del Nostro.
Innanzitutto i primi trenta minuti sono la parte migliore del film: si sviluppa bene, desta interesse la protagonista che deve imparare a convivere con la cecità, ed è molto tenera la relazione che si va a creare con lei e il bambino. Palese l'auto-omaggio al Gatto a 9 code e inoltre: la scena dell'incidente è fatta benissimo e la prima uccisione anche.
Dopo questa mezz'ora purtroppo cala il palco. Il trash è preponderante nei dialoghi, nella già citata scena dei serpenti e nel poco sforzo sulla sceneggiatura.
Altro problema che non mi spiego è perché Dario ogni volta non esige di più dagli attori? Ma non si accorge che recitano male? Forse dovrebbe farsi più autoritario.
Però non so come ma Dario riesce sempre a creare questa atmosfera malata, accattivante in ogni suo film... forse la buona musica e l'opprimente fotografia aiutano.
Mi sono divertito come vedere un film trash anni '70. Sapendo a cosa andavo incontro, non voglio bocciarlo.

maxi82  @  12/05/2022 19:06:42
   5 / 10
Il film in per se non e malaccio,solo che c'è qualche cosa che non va...il serial killer miete vittime,il motivo assurdo e non si sa perché in generale,tutto troppo prevedibile,scene splatter ok ma manca la sorpresa finale... sufficienti i protagonisti ma film incompleto e superscontato

AMERICANFREE  @  12/05/2022 17:46:15
   5½ / 10
Dopo tanti anni torna Dario Argento con occhiali neri. La trama non è brutto ma lo svolgimento è troppo semplice, troppo prevedibile. La recitazione non è di ottimo livello,nel complesso un film di mediocre livello.

topsecret  @  10/05/2022 21:46:08
   3 / 10
E' giunta l'ora della pensione per Dario Argento, che ormai non imbrocca un film dal 1993.
OCCHIALI NERI è, per dirla in maniera schietta, una gigantesca cac4ta, con una sceneggiatura colabrodo, dialoghi al limite dell'imbarazzante, scene che invece superano la soglia dell'imbarazzo totale, un livello attoriale mediocre, visto che la Pastorelli quando è costretta a rinunciare al romanesco è, assolutamente, inascoltabile e una messa in scena priva di appeal che invece di appagare lo spettatore gli urta ai nervi in un modo incredibile. Alla scena dei serpenti d'acqua, per esempio, non sapevo se ridere o provare vergogna per chi l'ha scritta e ideata, ma è tutto il film che fa decisamente pietà e non lascia nessuna speranza affinchè l'ex buon Dario possa riprendersi e, magari, tornare a fare del cinema decente.
Ciofeca.

jason13  @  07/05/2022 22:14:45
   1 / 10
Inutile. In linea con tutti i suoi ultimi lavori, anzi forse pure peggio. E' un drammatico a tinte thriller. Ogni situazione della storia e' assurda e noiosa. Molto peggio di quel che pensavo.

antoeboli  @  07/05/2022 21:22:44
   5 / 10
Alla veneranda età di 82 anni suonati, non mi aspetto nulla da un regista che già aveva dato prove su prove di come sia un lontano ricordo i fasti degli anni 70-80 e inizio 90.

Occhiali neri non è un film brutto come gli ultimi suoi lavori, ma anzi, mi rincresce la rabbia nel doverlo definire come una bella occasione mancata di poter tornare a emettere un vagito.

La pellicola è gia per se strutturata e messa in scena come una produzione anni 70' ma rimaneggiata per poter coesistere nell'epoca attuale.Un thriller che riesce ad affascinare attraverso alcuni elementi nei primi 40 minuti tra azione, sentimento e riscatto. Ma deve fare i conti con la sua seconda parte nettamente inferiore sia a livello di gestione di ritmi che a livello di gestione dei personaggi.

E si, sto ovviamente parlando del misterioso killer di escort, che non si sa per quale motivo si è voluto far vedere a volto scoperto senza alcun colpo di scena degno di un maestro come Argento.
Questo pericoloso criminale, sul cui movente non vi dirò nulla, ma è una delle caratteristiche piu ridicole che si possano incontrare in un thriller; è un personaggio talmente organizzato male, che chi si nutre del genere di film capirà presto sia chi è sia come verrà sgamato dalla protagonista.

Parlando di regia e recitazione, il film dimostra che argento qualcosa riesce ancora a combinare alla regia, con qualche carrellata interessante per le vie romane e qualche momento che sembra voler citare Il gatto a nove code,Phenomena e Suspiria. Ma in generale ci sono anche tanti problemi in alcune scene che appaiono proprio trash, perchè questo è il giusto aggettivo.

Tra gli elementi di grande lustro va premiata la fotografia di M.Cocco, specie nei momenti piu cupi e meno illuminati e quel contrasto che si crea tra il nero degli occhiali e il vestito rosso della Pastorelli.
Anche se il fiore all'occhiello della produzione sono le musiche molto sullo stile Goblin ma che per la prima volta passano di mano a un autore francese.

Sul cast principale carina l intepretazione del piccolo cinese, una piccola aggiunta di sorpresa; Asia Argento stranamenti non è irritante come altri film del padre ed è una grande sorpresa.Mentre la protagonista, la Pastorelli è brava, ma secondo me rimane quell'attrice da ruolo della classica romanaccia di borgata, ruolo che le riesce al meglio.

Per concludere gli effetti visivi per quando belli pregni di sangue risultano esagerati per le scene che vediamo, come se Argento voglia sbatterti in fronte un bel grumulo gore anche alle volte insensato.








Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DarioArgento  @  30/04/2022 21:45:08
   5½ / 10
Caro Darione Nazionale.... Da Argento sei finito al bronzo... Sei anche passato ai tempi d' oro... Ma era tantissimo tempo fa.
Insuperabile negli anni 70 e 80 con dei gioielli di film ma dopo il gatto nero del Due occhi diabolici sei iniziato a calare.
Trauma e non ho sonno erano piccoli gioielli.... Ma dopo quelli hai floppato alla grande...
Il fantasma dell opera
Il cartaio
La sindrome di stendhal
Giallo
La terza madre
Dracula 3d e ora pure questo in cui si salvano fotografia e musiche... Almeno questo!
Stai bilanciando le ciofeche ai capolavori....
È tempo di ritirarsi... E mi dispiace tanto perché ti voglio bene..

un tuo caro fan

gianni1969  @  03/04/2022 00:43:30
   3 / 10
Certo che a 80 anni iintestardirsi a fare thriller/horror quando si e' perso lo smalto 30 anni prima,ci vuole un gran coraggio,tra l'altro la presenza di asia argento e' fastidiosa,ok e' la figlia,ma non sa recitare,fattene una ragione caro dario,la storia non sta' in piedi,sembra il remake di altre decine di film,titolo idiota,brava la pastorelli ma non basta a salvare la baracca

Wilding  @  05/03/2022 12:22:22
   4 / 10
Una stupidata che regge appena dieci minuti, poi velocemente inizia ad affondare tra le risate degli spettatori. Interpreti mediocri (inguardabile la Pastorelli che vuol fare la non vedente) che annaspano in una storiella buffa, quasi amatoriale; poliziotti che sembrano "Le comiche" di Villaggio e Pozzetto guidati dall'inutile figura del commissario di turno... filmetto ridicolo!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Filman  @  05/03/2022 10:13:29
   5 / 10
L'incipit di OCCHIALI NERI è una bellissima truffa che ti vende alla grande il suo prodotto, promettendoti un uso scenografico di Roma eccellente, un uso delle musiche talmente peculiare da essere moderno cinquant'anni fa come adesso, un'ottimo montaggio, una tensione alle stelle e una voglia cruenta di mettere in scena gli omicidi. Peccato che il film sia tutto qua.
Con lo scorrere dei minuti il film si dissolve, evapora. Sparisce il giallo, l'horror e gli omicidi. Assistiamo ad una serie di autocitazioni che però non creano né uno spaghetti thriller all'antica né uno spaghetti thriller moderno. Dario Argento conferma, con il ritorno alla regia, solo i difetti che col tempo aveva acquisito, tra cui la defezione alla direzione degli attori, ma anche dei nuovi difetti, quelli della stanchezza, della vecchiaia e della poca brillantezza, che ci conducono lentamente verso la fine del film, privandoci persino dell'emozione nello smascherare l'assassino.
Pur non esistendo più film di questo genere da decenni, quest'operazione cinematografica è quasi per nulla interessante.
Semplicemente inaccettabile.

marlin  @  04/03/2022 01:39:09
   9 / 10
da non perdere...grande regia.musiche al top.

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/04/2022 09.01.54
Visualizza / Rispondi al commento
venetoplus  @  03/03/2022 16:01:05
   2 / 10
..e mi son tenuto alto con il voto badate!!!! La domanda sorge spontanea: ma perchè?? Perchè nessuno ha avuto il coraggio di mettergli una mano sulla spalla e, con fare affettuoso e perchè no anche un pò rispettoso, dirgli "su.. andiamo dai..."
PERCHE'???? Dio mio che roba IMMONDA!! Ho assistito all'ulitmo quarto d'ora trasferendomi in prima fila perchè era il posto piu' vicino all'uscita non potendo resistere oltremodo a quell'oltraggio visivo a cui stavo assistendo. Allucinante la pochezza del tutto... Allucinante davvero... Forse son io che non capisco.. il vero 'brivido' lo si prova quando a mente fredda si pensa agli innumerevoli modi in cui si potrebbero trascorrere 87 minuti della nostra vita. Tafazzismo a livelli insuperabili

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/03/2022 19.34.40
Visualizza / Rispondi al commento
SKULLL  @  02/03/2022 17:52:00
   8 / 10
Bellissimo. Teso e tenero. Il personaggio della Pastorelli le calza a pennello, e mi ha toccato. Una solitudine infinita. Ce n'è da dire su questo film. Non è perfetto, ma chi se ne frega, c'è così tanto di riuscito: atmosfera, personaggi, ritmo, tensione, fotografia e regia mi sono piaciuti moltissimo. Le motivazioni dell'assassino non importano, il male è il male, il male è nel mondo ed è spesso banale. Tutta l'attenzione qui è sulle vittime, con un approccio inedito per Argento. A mio parere un film che non va giudicato in base a quel che ci aspetta da un giallo, perché è un'altra cosa. Cosa non secondaria: Asia Argento non riesce a rovinare le scene in cui è presente. Sono contentissimo, migliore Argento da Nonhosonno.

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/04/2022 00.52.56
Visualizza / Rispondi al commento
CyberDave  @  02/03/2022 10:35:35
   4 / 10
Questo film lo ricorderò sempre, purtroppo, come una delle delusioni più grandi a livello cinematografico della mia vita.
Da quando è stato annunciato, ormai 5/6 anni fà, ne ho seguito lo sviluppo, le idee, leggevo ogni cosa riguardasse questo Occhiali Neri, quella storia dell'eclissi, il dire che il fù Maestro voleva tornare alle origini dei suoi film, quel genere giallo/thriller che ci ha regalato capolavori senza tempo.
Inoltre qualche giorno prima dell'uscita lui e Asia hanno detto di aver scritto la sceneggiatura già dopo " la Sindrome di Stendhal, quindi verso il 1997.
Questo mi ha fatto sperare che qualcosa di buono potesse uscire, specie dopo i pessimi film degli ultimi 20 anni, da "Non ho Sonno" in poi, insomma ero veramente pieno di speranze, cosi mi sono seduto al cinema, pronto.
Partono subito le musiche, che purtroppo scoprirò essere l'unica cosa positiva del film, da li in poi un disastro totale.

Innanzitutto la storia dell'eclissi non c'è, è stata solo una trovata pubblicitaria, non c'è proprio nessuna storia, nessuna trama logica, nulla viene spiegato.
Gli omicidi precedenti non si sà perché avvengano, poi il film si trasforma in una caccia alla vittima, fatta malissimo e senza senso.
Speravo almeno in un guizzo finale, un motivo, una storia dal passato, seppur banale avrebbe dato un senso al film, cosi invece sono stati 85 minuti di nulla, un filmetto da Netflix e pure brutto.

Fra l'altro la pellicola sà di vecchio già pensata 25 anni fà, figuriamoci ora, perchè ce ne sono state tantissime di pellicole cosi, ma se ti chiami Dario Argento mi aspetto di trovare qualcosa geniale almeno nella storia.

L'unica cosa che non mi fà dare un voto peggiore sono appunto le musiche, molto belle e il fatto di aver ritrovato il vero Argento per lo meno in qualche scena, qualche inquadratura, come ad esempio quella dell'incidente, o quella del cane, alla fine.
Troppo poco per essere anche solo lontanamente soddisfatti del lavoro di quello che è il mio regista preferito.

A questo punto ho veramente perso le speranze, spero in un ritiro definitivo per non rovinare ulteriormente una reputazione che, dal 2002 in poi ha subito solo colpi durissimi.

5 risposte al commento
Ultima risposta 07/03/2022 14.17.42
Visualizza / Rispondi al commento
76mm  @  02/03/2022 09:25:43
   3 / 10
Mi sono sempre rifiutato di guardare Dracula 3D, che è considerato unanimemente una ciofeca totale, però gli altri dell'ormai fu Maestro li ho visti tutti e se questo non lo considero il peggiore in assoluto è solo perché nel 2009 ha partorito quella roba immonda di Giallo per il quale però almeno non ho buttato soldi al cinema essendo uscito direttamente, e aggiungerei fortunatamente, solo in home video (e comunque il cast lì era migliore, anche se recitavano tutti da cani, Brody compreso).
Se il comparto tecnico, regia compresa, può anche lambire la sufficienza (a patto di astenersi dal fare confronti impietosi con le opere del periodo d'oro), sul versante artistico si sprofonda in un abisso di mediocrità che davvero fa male al cuore ed è difficile da credere anche per uno che viaggia ormai da oltre 30 anni su livelli ben al di sotto della soglia della decenza.
Ho visto fiction da prima serata Rai scritte e recitate molto meglio (!), e con una trama più intrigante.
E' stato tanto sbandierato il ritorno di Argento al suo primo amore (il giallo/thriller vecchia maniera) ma qui non c'è più la minima capacità (o volontà, o entrambe) di costruire una storia che possa suscitare un minimo di pathos e si risolve tutto in lungo e noiosissimo inseguimento fra una donna e un maniaco…maniaco la cui identità fra l'altro è svelata a metà film (facendo perdere alla seconda parte ogni eventuale residuo motivo d'interesse) e sulle cui motivazioni non mi voglio dilungare perché ci vorrebbe un commento a parte.
I fans irriducibili e qualche critico burlone hanno cercato di giustificare l'inconsistenza sul versante thriller dicendo che Argento ha voluto privilegiare la parte dei rapporti umani, aprendosi così uno spiraglio verso un nuovo tipo di cinematografia più improntata verso la tenerezza…va beh, a parte che a me una simile prospettiva mi fa salire i brividi lungo la schiena, ma poi peccato che in questo film anche la parte diciamo "dei rapporti umani" sia una mer.da totale, per "merito" di una sceneggiatura improponibile e della recitazione ignominiosa della Pastorelli (un grande bluff, ormai penso che l'abbiano capito tutti), della Argento (e qui si sfonda una porta aperta) e del bambino cinese che per carità è vero che è un bambino ma visto che la storia del cinema è piena di bambini che hanno fornito buone prestazioni attoriali non vedo perché dovrei chiudere un occhio su questo che recita come un lobotomizzato.
La scena delle anguille è al di là del bene e del male, se penso a come Argento sapeva utilizzare anche gli animali nei suoi ormai lontanissimi capolavori mi prende lo sconforto.
Di dover rivalutare Il Cartaio non avrei veramente mai pensato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizione
 NEW
le voci solel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phonethe deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030605 commenti su 47845 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net