the agronomist regia di Jonathan Demme USA 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the agronomist (2003)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE AGRONOMIST

Titolo Originale: THE AGRONOMIST

RegiaJonathan Demme

InterpretiJonathan Demme, Peter Saraf, Bevin McNamara

Durata: h 1.30
NazionalitàUSA 2003
Generedocumentario
Al cinema nel Novembre 2004

•  Altri film di Jonathan Demme

Trama del film The agronomist

Ispirato al lavoro del giornalista di Haiti e attivista per i diritti umanitari Jean Dominique. Questo progetto di Demme e Dominique Ŕ stato bloccato tragicamente nel mese di aprile del 2000 quando, nell'agitazione del pre-elezioni, Jean Dominique Ŕ stato assassinato fuori della sua stazione radiofonica...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,28 / 10 (9 voti)8,28Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The agronomist, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  30/10/2011 22:23:22
   8 / 10
Pi¨ che un documentario Ŕ un omaggio, un omaggio a una persona molto caratteristica e particolare, un Uomo con U maiuscola. Si tratta di Jean Dominique, un figlio della buona borghesia di Haiti che decise di fare come mestiere il "benefattore" dei poveri del suo paese. Non tramite un aiuto esterno (come fare donazioni), ma aiutandoli a vincere la loro povertÓ, la loro ignoranza e la loro subordinazione. Prima intervenendo in campo agricolo (ha cominciato come Agronomo) per poi passare al campo della coscienza civile. Jean Dominique Ŕ stato infatti l'anima di Haiti Inter, una radio indipendente che cercava per quanto era loro possibile (Haiti Ŕ stata quasi sempre governata da dittature) di informare e di far partecipare la popolazione alle sorti del paese. Un compito scomodo e molto rischioso. La vita di Dominique Ŕ stata contrassegnata da frequenti e lunghi esili, minacce, reclusioni, intimidazioni, devastazioni della radio e infine (come Anna Politkovskaja) dagli spari di un killer.
Il film si basa sulle interviste rilasciate da Dominique durante la sua vita. La mdp ce lo mostra come un personaggio istrionico, pieno di verve, di grandissima forza d'animo. Salta all'occhio subito il suo modo molto espressivo di gesticolare, i suoi sorrisi a 36 denti, gli ammiccamenti, il modo molto vivace di parlare e di riassumere con molta efficacia le situazioni. Seguiamo tutte le sue vicende, ci prendiamo confidenza, ci affezioniamo e poi all'improvviso quando in ellisse avviene la sua scomparsa e lo vediamo disteso in una bara, allora sgomenti non riusciamo a crederci. E' vero, Dominique Ŕ ancora vivo; Ŕ stata cosý forte, cosý pregnante la sua presenza che il segno che ha lasciato Ŕ come indelebile.
Il valore del film Ŕ tutto qui, nella preziosa testimonianza che ci consegna, nel fissare nell'eterno una persona che vale la pena ricordare, da cui ci sarÓ sempre qualcosa da imparare.
C'Ŕ modo e modo di vivere la propria vita. Quello di dedicarla completamente alla causa del miglioramento di chi sta negli strati pi¨ bassi della societÓ Ŕ forse il modo pi¨ raro e difficile; occorre grande forza d'animo, tenacia, coraggio, altruismo, doti che solo grandi persone possono avere. Questo film ci mostra che Jean Dominique era proprio una grande persona.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  31/01/2009 16:44:12
   8 / 10
Trant'anni della storia difficile di Haiti raccontati da Jonathan Demme attraverso la figura Jean Dominique voce libera e per questo scomoda contro i vari governi e regimi che hanno dominato l'isola caraibica.
Una passione sincera verso quest'uomo che ha pagato a caro prezzo il suo mettersi al servizio del popolo piuttosto che manipolarlo con la sua stazione Radio Haiti. Un plauso a Demme per questo documentario privo di qualsiasi retorica.

piernelweb  @  19/01/2007 01:29:06
   8 / 10
Imprevista escursione nel real-cinema del regista del superbo e pluripremiato "Il Silenzio degli Innocenti". Un film documento su trent'anni di tragici destini nella realtà di Haiti, raccontati attraverso le vicende dell'agronomo per caso Jean Dominique apassionato fondatore della prima emittente radiofonica locale, idealista e "avventato" portavoce, alle porte del XXI secolo, di democrazia e giustizia. Il film impressiona, per la forza della denuncia e per lo spessore dei suoi protagonisti che scaturisce da solo reale materiale di repertorio: Demme è perfetto nel denudare, senza facili moralismi, un vero eroe contemporaneo mostrandocelo in tutta la sua forza morale e comunicativa. Un documentario che nel raccontare i fatti non può essere superato da nessuna relativa ricostruzione cinematografica; si assiste ammagliati da quello sguardo fiero e mai domo e contemporaneamente impietriti dinnanzi alle meschinità e alla non curanza delle poltrone "forti".

Beefheart  @  14/03/2006 02:16:53
   7½ / 10
Ottimo film documentario che racconta la storia di Jean Dominique, radiofonica voce del popolo di Haiti, dagli anni '60 al 2000, quando venne ucciso per dissidi politici. Costruito in gran parte sulle testimonianze del suddetto e di coloro che gli erano più vicini, trasmette a pieno la perseveranza con la quale il popolo haitiano ha dovuto lottare per vedersi riconosciuti dignità, diritti umani e democrazia. Dominique, uomo qualunque, agronomo senza terra, si è ritrovato, per una naturale successione di eventi, a non poter fare a meno di condannare le ingiustizie che si consumavano ai danni del suo popolo. Questo condizionerà per sempre la sua vita. Istruttivo

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  05/01/2006 12:28:59
   9 / 10
Che dire... davvero splendido questo documentario... Demme da il meglio di se nei documentari, basta ricordare il meraviglioso film concerto Stop Making Sense.... Firma un ritratto di un'uomo in maniera asciutta e senza falsi moralismi, uno dei pochi film che mi ha fatto piangere. Un Must

Godzilla  @  30/12/2005 16:53:35
   9 / 10
Il miglior documentario che abbia mai visto

Gruppo REDAZIONE maremare  @  12/06/2005 22:13:04
   8 / 10
Un documento unico e affascinante.
La vita e la morte di un Guevara haitiano.
Un film sul senso della vita: l'amore, la passione, le lotte per un'ideale.

Bravo Jonathan.

ales.valli  @  05/05/2005 21:07:41
   8 / 10
Assolutamente da vedere: Jonathan Demme ci mostra con un film-documentario veramente ben fatto, le vicessitudini del popolo haitiano, da sempre ignorate dai media internazionali e dalle televisioni.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  06/04/2005 11:36:18
   9 / 10
Uno splendido documentario su un giornalista haitiano che si battè per i propri ideali, per scacciare gli oppressori con la parola, e per la libertà di stampa che ci deve essere in ogni paese democratico.

Si tratta di un ritratto asciutto, ma veramente tanto appassionato, e a tratti commovente, diretto con efficacia e con tenacia da un grande regista.
Assolutamente da vedere!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013612 commenti su 44801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net