apocalisse nel deserto regia di Werner Herzog Germania 1991
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

apocalisse nel deserto (1991)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film APOCALISSE NEL DESERTO

Titolo Originale: LEKTIONEN IN FINSTERNIS

RegiaWerner Herzog

Interpreti: -

Durata: h 0.58
NazionalitàGermania 1991
Generedocumentario
Al cinema nel Gennaio 1991

•  Altri film di Werner Herzog

Trama del film Apocalisse nel deserto

Il regista tedesco Werner Herzog filma gli incendi dei pozzi petroliferi in Kuwait provocati dalla Guerra del Golfo. Le immagini di questo inferno terreno sono intercalate dalla testimonianze orali di alcune vittime delle violenze belliche.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,45 / 10 (11 voti)8,45Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Apocalisse nel deserto, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  21/05/2020 10:13:43
   7½ / 10
Bello e cupo con immagini suggestive e violente dei pozzi di petrolio incendiati. Toccante nei pochissimi momenti di racconto umano tramite intervista. Sconvolgente come l'essere umano possa essere così infimo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  24/01/2012 15:16:03
   8 / 10
Herzog spiazza: fa finta di contraffare le immagini, per renderle più autentiche. Il suo tentativo è rischioso, e ambiziosissimo: fornire alle immagini una originalità totale, restituire ad esse la potenza che è loro intrinseca, attraverso la loro decontestualizzazione.
A rischio di apparire, a primo impatto, ingenuo e naif, Herzog esibisce la confraffazione di quanto enuncia in voce off: una falsificazione "esibita" perché continuamente contraddetta. Immagini di un altro pianeta, donne che hanno perso la parola, dinosauri in viaggio, solerti tecnici che dice "impazziti"... Herzog provoca un senso di vertigine, cercando di far pervenire allo spettatore immagini dotate di purezza, slegate da quell'addomesticamento, in un'era dominata dal consumo delle immagini. Un'era in cui ogni immagine, anche la più "apocalittica" e disvelatoria, è resa docile. Un'epoca in cui la sovrabbondanza di immagini ha cessato di documentare, e ingenera solo assuefazione.
Per un'epoca in cui le immagini vere sono false (perché non permettono di cogliere l'essenza dei fenomeni), occorrono immagini rese vere attraverso la loro decontestualizzazione: Herzog le rende mitiche e ne fa risuonare la potenza. E' capace di renderci inusitato ciò a cui abbiamo assuefatto lo sguardo.

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  25/04/2011 19:15:34
   8 / 10
Non c'è bisogno dei titoli di testa per conoscere l'autore di questo documentario, lo stile è inconfondibile, perfetto, anche la voce fuori campo risulta subito familiare, Herzog ancora una volta si dimostra uno dei più bravi documentaristi di sempre, asciutto, diretto, poco incline alla spettacolarità e molto più al messaggio, al contenuto. E' facile descrivere gli orrori delle guerre filmando bombe, sangue, morti, è molto più impegnativo farlo senza festoni e fuochi di artificio. E' quello che rimane ad inquietare, la desolante assenza di vita, in tutte le sue forme, l'uomo è capace di causare disastri inimmaginabili che la natura assorbe con l'indifferenza che le è propria, salvo poi, come sempre più spesso accade, presentare il conto. Da vedere e rivedere, non c'è bisogno di troppe chiacchiere per descrivere l'imbecillità dell'uomo, le immagini parlano da sole.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  23/04/2011 15:26:42
   8 / 10
Vabbè, pazzesco. Vermente un documentario di pregevole fattura questo di Herzog che non si smentisce mai. Bello, impressionante, pieno di spunti riflessivi e con una colonna sonora magnifica. Da vedere.

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  02/06/2010 21:04:28
   8 / 10
Documentario magnifico di Herzog, che non ci mostra lo stupro della guerra ma solo la natura stuprata.

E il ghigno di quell'uomo che ormai non sa fare altro che appiccare incendi.

Immagini e musiche in perfetta sintonia, e l'unica voce tedesca soave e rilassante.

bulldog  @  30/07/2009 17:37:34
   7½ / 10
Documentario in Kuwait per Herzog..uno che oltre ad esser un grande regista,i documentari li sa fare.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  03/07/2008 22:52:00
   8½ / 10
C’è documentario e documentario. Herzog non si limita a rappresentare delle situazioni attuali, ma spesso usa le immagini del reale per far riflettere su temi universali. La Natura come entità condizionante è sempre stata presente in tutti i suoi film. E’ la grande padrona della Terra e l’Uomo la può sfidare, ma difficilmente la può piegare. Le trasformazioni umane al corso “naturale” delle cose possono essere fonte di “ricchezza” o “progresso”, ma il più delle volte l’Uomo non è in grado di gestire il proprio potere tecnologico e allora la Natura si vendica, ritorcendosi contro chi l’ha violentata.
Non appena Herzog ha saputo del disastro ambientale provocato in Kuwait dagli Iracheni in ritirata, con l’incendio dei pozzi di petrolio, si è sentito come in dovere di andare a vedere e testimoniare come la Natura reagisca alle irrazionalità umane. Questo intento documentario, rivolto più che altro all’aspetto ecologico e naturalistico, lo si vede subito da come sbriga la pratica della guerra. Nessuna spiegazione, nessuna immagine di eserciti, violenza o sangue. Solo un’immagine notturna di Kuwait City illuminata dai traccianti luminosi (più suggestiva che inquietante) è l’unico documento diretto della guerra. Anche le immagini dei camion e delle armi abbandonate dagli Iracheni in fuga vengono quasi rese come un documento di riflessione filosofica o generale.
Il nucleo del film è la visione quasi apocalittica dei pozzi di petrolio in fiamme. Ciò che in genere produce ricchezza o benessere può trasformarsi in una rovina ecologica. Basta la stupidità umana ed ecco che un ambiente viene completamente stravolto. Laghi e torrenti di petrolio, fiamme infernali, fumi mefitici, insomma dappertutto solo veleno e morte. Le immagini sono molto eloquenti e impressionanti. Ad accentuare l’aspetto quasi metafisico delle immagini vengono accompagnate dai versi dell’Apocalisse e da splendide musiche classiche. Herzog, in questo film, però non riesce ad evitare quasi un gusto estetico nelle riprese del disastro. Le riprese dall’alto in panoramica, i colori vivissimi, i contrasti cromatici, colpiscono e affascinano l’occhio. Chissà se questo risvolto estetico è stato voluto o no.
Gran parte del film è dedicata agli sforzi per poter fermare il disastro. In effetti gli uomini, oltre a distruggere, riescono anche a riparare. Si fa comunque capire che non è certo per il disastro ambientale che si interviene, si cerca piuttosto di recuperare allo sfruttamento il petrolio. Quello che conta è fare in modo che si possa subito utilizzare e commercializzare l’oro nero, poi alla bonifica ambientale ci si penserà.
Questo puntare di Herzog sui disastri ambientali e umani (vengono mostrati gli strumenti di tortura e raccontate scene di violenza) e non sulla ricostruzione e il nuovo ottimismo, fece sì che i kuwaitiani non vedessero di buon occhio il lavoro del regista e alla fine gli intimarono di lasciare il paese. Questo testimonia ancora una volta l’impegno e l’efficacia di Herzog nel rappresentarci e descriverci le “follie” umane.

pino08  @  27/02/2008 00:25:28
   10 / 10
Nonostante la qualità pessima del file in mio possesso il film mi ha lasciato a bocca aperta per un'ora filata. Unica pecca, almeno nella versione presa da raitre, è la voce da documentario stile Piero Angela. Comunque parla talmente poco che si può sorvolare.
GUARDATELO!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/02/2008 14.22.03
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  24/04/2007 16:51:33
   9½ / 10
Documentario post-apocalittico, sul Kwait dopo la guerra del golfo.
E' un viaggio onirico, molto molto inquietante dove, + che le parole (veramente pochissime) sono le immagini e le musiche (davvero indovinate).

Un'esperienza davvero unica. Memorabile Herzog.

addicted  @  20/04/2007 16:39:29
   9 / 10
E' un viaggio psichedelico in mezzo ad un inferno dantesco fatto di pozzi in fiamme e mari di petrolio. Il cielo sparisce sotto una coltre di nuvole tossiche, la terra si trasforma in un pantano dove non crescerà mai più un filo d'erba, gli uomini per vivere devono indossare maschere che annullano la personalità, gli unici esseri "viventi" sono ruspe gigantesche che somigliano a dinosauri.
Non è un documentario: è un film di fantascienza.
Che si tratti del kuwait dopo la guerra del golfo passa quasi in secondo piano.
L'orrore si trasforma in una esperienza estetica.
E' cinico, ma anche magistrale.

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  15/01/2006 14:33:16
   9 / 10
Documentario sulla guerra del Kuwait, originale e geniale.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
star lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007120 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net