elegia americana regia di Ron Howard USA 2020
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

elegia americana (2020)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ELEGIA AMERICANA

Titolo Originale: HILLBILLY ELEGY

RegiaRon Howard

InterpretiAmy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Owen Asztalos, Haley Bennett

Durata: h 1.56
NazionalitàUSA 2020
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2020

•  Altri film di Ron Howard

Trama del film Elegia americana

J.D. Vance, un ex marine del sud dell'Ohio e ora studente di giurisprudenza di Yale, Ŕ sul punto di ottenere il lavoro dei suoi sogni quando una crisi familiare lo costringe a tornare nella casa che ha cercato di dimenticare. J.D. deve affrontare le complesse dinamiche della sua famiglia natale negli Appalachi, incluso il suo instabile rapporto con la madre Bev, che sta lottando con la dipendenza. Alimentato dai ricordi di sua nonna Mamaw, la donna forte e intelligente che lo ha cresciuto, J.D. arriva ad abbracciare l'impronta indelebile della sua famiglia nel suo viaggio personale.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,83 / 10 (6 voti)4,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Elegia americana, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  16/01/2021 20:30:36
   6½ / 10
Mi sembra che i precedenti commentatori siano stati troppo severi nel giudicare un film sul solito sogno americano, dove tutto è possibile anche per un ragazzo che viene da una famiglia disastrata riscattarsi.
Resta però un film con un certo mordente, interessante, ben recitato e comunque coinvolgente nonostante scontato e banale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  01/01/2021 19:55:11
   4½ / 10
Un cast di tutto rispetto con un regista di tutto rispetto, ma un film scialbo, con poco mordente e che fa della sua lineare prevedibilità e scontatezza il suo asse portante. Un rapporto amore/odio nei confronti del suo nucleo familiare, di umili origini e fatto a pezzi (si noti la stessa scena in due archi temporali diversi) dalle varie crisi economiche che si sono susseguite nei decenni. Famiglia che protegge e destabilizza allo stesso tempo, cui però è difficile staccarsi veramente. Anche nei corridoi prestigiosi di Yale c'è sempre lo sguardo dall'alto in basso verso che viene dal mondo dei cosidetti redneck. Un film che non riesce mai ad allargare il contesto fuori la famiglia, dialoghi scontati, dove solo la Close riesce a mantenere alto il livello ed una Adams molto sprecata in un ruolo che poteva essere messo molto più in luce e sfaccettato. Passo la mano.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/01/2021 20.49.13
Visualizza / Rispondi al commento
EddieVedder70  @  13/12/2020 23:00:49
   7 / 10
E' evidente l'operazione proOscar, ma non è sufficiente per demolire un film. Ho letto critiche feroci su questo prodotto, invece a me non è dispiaciuto. Le 2 super candidate e mai vincenti (Amy Adams e Glen Close) sono eccellenti e la storia, con la sua retorica molto molto americana, si lascia guardare senza annoiare. Certo, ambientazione e cultura radicata in quei territori dell'America centrale, che a noi Europei, può risultare poco credibile; eppure la struttura è solida. Il messaggio, un tantino retorico (se ti sacrifici vinci, se rinunci perdi), è parte di questo mondo e lo svolgimento benchè canonico è funzionale ad esso. Non arriveranno i premi, ma film che consiglio e che non mi ha annoiato

matt_995  @  08/12/2020 00:10:24
   4 / 10
Non ha praticamente niente a che fare con l'interessante saggio autobiografico da cui è tratto, con cui condivide giusto il titolo e il nome dei personaggi.
D'altro canto credo che l'intenzione di partenza non fosse affatto quella di valorizzare il libro di Vance, quanto invece far vincere (finalmente!) Il primo Oscar a quei mostri sacri della Adams e (soprattutto) della Close. Risultato? Probabilmente le due attrici vinceranno il primo razzie dea carriera.

Ma quello che dà fastidio non è nemmeno tanto la sfacciata operazione commerciale che c'è dietro. A dare fastidio sono i valori semplicistici ed antiquati con cui regista e sceneggiatrice hanno approcciato alla storia. Cosa racconta questo Elegia Americana? Che soltanto i vincenti hanno successo e, va da sé, chi non riesce a vincere, chi piomba nel tunnel della droga, chi non riesce a risollevarsi dal degrado e dalla povertà... È necessariamente un perdente sfigato, da biasimare, emarginare e lasciarsi alle spalle in direzione del luminoso e rassicurante Sogno americano!
Tematiche e approcci narrativi che ormai sono obsoleti perfino ad Hollywood.

Maybe, next time, Glenn and Amy!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  03/12/2020 13:00:38
   5 / 10
Buon cast per un film pesante, retorico e prolisso.
Ron Howard ha fatto di meglio.

Mauro@Lanari  @  02/12/2020 16:54:52
   2 / 10
Se danno l'Oscar per il numero di scene madri consecutive, stavolta Howard vince per non so quant'anni di fila.

Mauro Lanari

4 risposte al commento
Ultima risposta 13/01/2021 12.58.34
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013467 commenti su 44801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net