ghost in the shell (2017) regia di Rupert Sanders USA 2017
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ghost in the shell (2017)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film GHOST IN THE SHELL (2017)

Titolo Originale: GHOST IN THE SHELL

RegiaRupert Sanders

InterpretiScarlett Johansson, Pilou Asbæk, Takeshi Kitano, Juliette Binoche, Michael Pitt, Chin Han, Danusia Samal, Lasarus Ratuere, Yutaka Izumihara, Peter Ferdinando, Anamaria Marinca, Christopher Obi, Joseph Naufahu

Durata: h 1.46
NazionalitàUSA 2017
Generefantascienza
Al cinema nel Marzo 2017

•  Altri film di Rupert Sanders

Trama del film Ghost in the shell (2017)

Basato sul manga giapponese di fama mondiale, "The Ghost in the Shell", dell'artista Masamune Shirow, il film Ghost in the Shell è ambientato in un futuro non troppo lontano, in cui il confine tra uomo e tecnologia è sempre più labile, e dove ritroviamo il Maggiore (Scarlett Johansson), una donna unica nel suo genere. Vittima di un terribile incidente, è stata salvata dalla morte e trasformata in un soldato perfetto tramite una modificazione cibernetica che l'ha resa un ibrido tra cyborg e essere umano, modificazione di cui è stata reponsabile la dottoressa Ouelet (Juliette Binoche) uno dei principali scienziati della Hanka Corporation. Il Maggiore è stata messa alla guida di un reparto speciale della polizia, la task force speciale Section 9 con a capo Daisuke Aramaki (Takeshi Kitano), incaricato di sventare i piani dei più pericolosi criminali del mondo. Tra i primi compiti assegnati c'è quello di trovare e terminare Kuze (Michael Pitt), la mente criminale dietro ad un audace attacco ad un alto dirigente della Hanka Corporation. Grazie alle sue capacità fuori del comune, è l'unica in grado di scovare e affrontare la nuova minaccia, un nemico capace di insinuarsi nelle menti cibernetiche fino ad assumerne il completo controllo. Mentre si prepara ad affrontare questo un nuovo tipo di terrorismo una terribile verità sul suo passato salta fuori: il Maggiore scopre infatti che le hanno mentito, la sua vita non è stata salvata, in realtà le è stata rubata. Da quel momento in poi non si fermerà davanti a nulla pur di svelare il mistero legato alla sua esistenza, recuperare il proprio passato e scoprire chi le ha fatto ciò e riuscire a bloccarlo prima che possa fare la stessa cosa ad altri.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,95 / 10 (19 voti)5,95Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ghost in the shell (2017), 19 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  08/05/2017 15:35:12
   5 / 10
Esteticamente molto buono, ma narrativamente fallace. Non mi ha emozionato, non mi ha coinvolto e spesso mi ha annoiato. Come bere un bicchiere d'acqua quando non si ha sete.

TheLory  @  07/05/2017 19:50:07
   4 / 10
Un film per dormire alla grossa. Effetti speciali come se piovesse, trama ingarbugliata che non si capisce un bel niente nonostante ci sia solo da saltare e sparare e ho detto tutto. Buonanotte, svegliatemi quando il resto di sta roba arriva al the end, grassie

TheGame  @  04/05/2017 15:47:54
   5 / 10
Giunge con ovvi compromessi, poco male vista la vacuità a scapito di un affascinante ermetismo dell'anime, invero il problema è che, per dare un colpo alla moglie e uno alla botte, si stecca su quelli che sarebbero dovuti essere i punti di forza (al di la di scelte di casting discutibili) e ciò che dapprima vorrebbe convincere tutti, finisce per non convincere nessuno.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  04/05/2017 13:00:18
   5½ / 10
tecnologico, visivamente affascinante ma al contempo noioso

Arkantos  @  04/05/2017 10:38:00
   6½ / 10
Oh, ho veramente tante cose da dire riguardo la giornata in cui l'ho visto (CinemaDays, assieme a Oltre le nuvole).
Prima di tutto, ho una nuova connessione!!! Fi.ga, pure un mega?! Che sogno!! Sì, lo so, è meglio la fibra (e sono raggiunto da due armadietti più alcuni provider), ma provate a convincere voi un tecnico pigro che sta a trastullarsi la cricca dei piedi!
Poi, per decorare la mia giornata, arrivano pure tossici in autobus col coltello dalla parte del manico, le vie del centro di Bologna con delle pozze schifose grandi quanto il Ladoga e pure un imprevisto che mi ha costretto a passeggiare per una provinciale col rischio di essere travolto da macchine che andavano a 80 orari… Comunque, torniamo al film.

ATTENZIONE SPOILER!!!

Ooooh, finalmente! Su questo film ho sentito peste e corna tra "wh!tewash!ng!!!1!" e "NoN è FeDeLe!", su quest'ultima vorrei dire che l'intenzione di questo film non è la fedeltà assoluta, ma essere un antipasto per coloro che di Ghost in the Shell non conoscono manco il titolo (o che magari non hanno avuto l'opportunità di guardare gli originali per varie cause): pure il live-action della Corazzata Spaziale Yamato contiene parecchie divergenze, specie nei nemici. Se il film riesce a presentare decentemente gli ingredienti base può essere senza dubbio un discreto inizio per i novizi.
A proposito, ho sentito una bestemmia gigantesca in sala… No, nulla che riguardi il divino, vi riporto il dialogo:

Ragazza che non conosce il film = Di cosa parla?
Ragazzo "molto preparato" = Eh, è quello con la donna androide!

Androide?! ANDROIDE?!?! PORCA BOIA E' UN CYBORG!!! Chi è fan della saga deve saperla la differenza tra i due!
Comunque, com'è il film? Dipende dai punti di vista.

SPETTATORE "IGNORANTE"
Visivamente è a dir poco magnifico, non solo per gli effetti speciali a dir poco ottimi, ma anche per la ricostruzione della città e delle tecnologie (tant'è che sentivo una ragazza gridare "O MIO DI.O!" quando il film mostra le tipiche lenti di Batou), ma anche nella resa delle scene, su cui spiccano quelle che citano i film di Oshii che, nonostante siano praticamente uguali a quelle dei prodotti originali, sono inserite bene, non paiono dei copia-incolla appoggiati sul resto del film (a differenza invece di alcune citazioni che dirò nell'altro punto di vista) grazie allo stile omogeneo. Il cast nel complesso funziona e fa il suo dovere, su cui spicca Aramaki interpretato da Kitano. Inoltre si prende anche l'iniziativa di approfondire un tema poco trattato nella saga (solo il primo film e qualche puntata di SAC, se non ricordo male), relativo ai ricordi fittizi che vengono inseriti nei cyborg per dargli una motivazione. Certo, se qualcuno volesse iniziare Ghost In The Shell gli consiglierei di partire almeno dai due SAC o dai film di Oshii, però questo film ci può stare perché RISPETTA Ghost In The Shell: come dirò nell'altro paragrafo, ha tante divergenze e preferisce alla grande le scene action, però riesce nell'intento di mantenere i contenuti basilari come le riflessioni sul tema già citato, mantiene i caratteri base dei personaggi (tranne Kuze che è un mezzo pasticcio di cui parlerò dopo) e con qualche idea visiva interessante, sicuramente potrei dare 6,5, che è il voto che darò, dato che il film è più destinato a questo tipo di pubblico.

SPETTATORE "MOLTO PREPARATO"
Sono riuscito a vedere solo i due film e i due SAC, il resto lo vedrò a tempo debito; fatto sta che il film ha tantissime citazioni: a partire dal nome Hideo Kuze, alle ginoidi che danno lo stesso messaggio di quelle presenti in Innocence fino a gran parte delle scene del primo film… A proposito, quando Motoko riesce a distruggere il carro-ragno staccandosi un braccio la sala sboccò in una sonora risata a causa di una persona che disse…
"Eeh la Mado.nna, lè sé mozzato il brazzo!"
Per fortuna il bacio lesbo non è stata messo: a cosa serviva? Ah, giusto per far rumore!
Comunque, se da un lato il film è apprezzabile per le citazioni, alle volte esse sono talmente numerose tali da rallentare un po' la narrazione, ma non è un difetto preoccupante.
Come ho detto prima, i caratteri base dei personaggi sono rispettati: da una Motoko al tempo stesso forte fuori e fragile dentro, a un Batou molto umano che spesso dice battute (rimandante al Batou di SAC) fino a un Aramaki particolarmente furbo e astuto, però gli altri membri della Sezione 9 quasi non esistono (a proposito, dov'era Ishikawa?), il ministro Cutter è veramente troppo piatto, imparagonabile rispetto, ad esempio, a Goda (che chiamo simpaticamente Due Facce), mentre Kuze è un po' un minestrone formato dal Burattinaio (vedasi la scena dopo il carro-ragno e il codice 2571, anche se nei film era 2501) e il Kuze di SAC (il forte legame con Motoko) e sinceramente mi ha detto assai poco.
Come ho detto prima, il film cerca di trattare il tema dei ricordi fittizi sui cyborg, ma non aspettatevi spiegoni lunghissimi sul tema, massimo si soffermerà su esso per qualche scena o poco più; non è trattato male, è solo trattato molto più superficialmente rispetto a ciò che fanno gli altri prodotti. Qua il voto dipende da quanto una persona possa accettare le differenze, ma dubito che vada oltre la piena sufficienza.

DarkRareMirko  @  20/04/2017 03:56:03
   7½ / 10
L'ho trovato più che discreto; plot intrigante ma a tratti poco chiaro, aspetto tecnico curato e riuscito, buone caratterizzazioni (che potevan essere però più approfondite, visto che certi personaggi si vedon troppo poco) e fa piacere rivedere Michael Pitt e Kitano in un cast notevole e variegato.

Mi ha convinto, ed anche il sonoro sa il fatto suo; funzionale la Johansson (e che sexy la sua armatura), a suo agio nei ruoli più vari.

Qualche debito a Matrix, ma c'è comunque un certo stile ispirato (ma la voglia di unire l'Oriente a look ipertecnologici c'è sempre un pò stata in generale, anche nei videogames, basta pensare all'orientaleggainte Chicago di Perfect Dark).

A questo punto mi avvicinerò di più anche ai videogames omonimi (ed al media totale, con manga e serie tv), che possiedo ma che non ho mai provato.

Non accreditato, c'è pure Michael Wincott.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/04/2017 22.12.45
Visualizza / Rispondi al commento
marco63  @  19/04/2017 11:13:09
   7 / 10
Nikita + Blade Runner + Io Robot. A me è piaciuto. Anche l'andamento sincopato tipico dei manga mi ha soddisfatto, così come alcune scelte del Regista (che non conoscevo). Scarlett centrata nel ruolo. Bella scenografia che avrebbe meritato il 3D.

Cianopanza  @  16/04/2017 00:55:09
   7 / 10
Ok, non ho visto altro che riguardi Ghost in the shell, conosco poco il fumetto, che pure ho a casa, lo ricordo come qualcosa qua e là comico o che gioca spesso sull'erotismo. Parlo del film, come se fosse scollegato dai riferimenti manga e devo dire cattura parecchio bene l'immaginario cyberpunk. Musica elettronica, synth e sequencer azzeccata. Effetti per una volta finalizzati all'ambientazione e non fini a se stessi. Qualche esplosione e sparatoria, volo pindarico, quello c'e' sempre in questo genere. Esteticamente ogni tanto batte il sentiero che è oramai un classico: il video di Bjork di Chris Cunningham tutto bianco lucido, neon, asettico, sexy e patinato, robot che assemblano androidi femminili con braccetti e mini saldatrici... pero' oh, quel video ha fatto decisamente scuola... La trama del film è praticamente introduttiva, ma si cerca di dare spessore psicologica al personaggio. Nel complesso 7- (Buon film, PUO' valere la pena vederlo)

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  15/04/2017 10:46:34
   5 / 10
Bello, freddo e noioso così lo possiamo sintentizzare.

Inoltre un clima così gelido e patinato riesce a congelare anche il fascino caliente dalla Johansson

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  12/04/2017 23:39:20
   6½ / 10
Grandi atmosfere, grandi effetti. Ma le potenzialità del fumetto a livello di trama sono state sfruttate male. Peccato.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  12/04/2017 21:00:33
   6 / 10
Mi trovo ad amare il contorno, ovvero l'ambientazione del film, ma non il film stesso! Poco interessante, eccetto che per le sequenze d'azione. Trama banale, Scarlett si salva ma la pellicola è troppo piatta e si basa tutto sul suo impatto visivo. Peccato, da GITS mi aspettavo parecchio!

faluggi  @  11/04/2017 19:17:04
   2 / 10
Ma che è sta cacata? Ghost in the shell è un capolavoro, questo adattamento FA SCHIFO, dura troppo poco e non rende niente di niente, e poi per prodotti giapponesi usate attori giapponesi se no statevi fermi. La Johansson è cagna a recitare e non è neanche bona.

BRUUUTTO.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/04/2017 21.03.57
Visualizza / Rispondi al commento
Dom Cobb  @  07/04/2017 18:52:56
   7 / 10
Nel lontano futuro, l'umanità ha completamente abbracciato la tecnologia e la usa per migliorarsi a livello fisico e restare connessa a una sorta di rete mondiale. Il prossimo passo è il trapianto di un cervello umano in un corpo robotico: il primo del suo genere è il Maggiore, la quale viene messa a capo di una sezione di cacciatori di cyberterroristi e si trova a combattere contro un misterioso nemico...
Da spettatore digiuno sia dell'anime che del manga dai quali il film è tratto, posso dire che le mie aspettative erano forse più ottimiste di quelle della maggioranza, dato che i trailer sembravano tutti promettere bene. Non c'è ragione di lasciarsi toccare da paragoni con l'originale, che rappresenta più un cult di nicchia che un successo internazionale, o dalla decerebrata polemica sulla razza della protagonista, la quale va ad abbinarsi insieme alle patetiche "pretese gay" dell'ultimo remake live-action della Disney come ulteriore segno della progressiva decadenza dell'intelligenza umana. Se il film funziona stando sulle proprie gambe, tanto mi basta.
A livello visivo, si tratta senza dubbio di un film straordinario: a suo tempo, il regista Rupert Sanders era riuscito a nobilitare il mediocre Biancaneve e il Cacciatore con un talento visivo mozzafiato, e anche qui riesce quasi a bucare lo schermo fra effetti speciali incredibili, fotografia da urlo ed elegantissime scenografie. Si notano chiaramente le influenze di film come Blade Runner, ma tutti questi elementi Ghost in the Shell riesce a renderli propri senza risultare derivativo (se avete l'occasione di vederlo in IMAX, fatelo).


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

A contornare il tutto, un'ammaliante colonna sonora di Clint Mansell e un cast che sa il fatto suo: a parte la Johannson, una garanzia in ruoli del genere, si distinguono il suo ambiguo superiore Takeshi Kitano, e soprattutto il Batu di Pilou Asbaek. E' grazie a loro se i personaggi riescono ad ottenere un livello di profondità che la sceneggiatura offre solamente a tratti.
Già, parliamo della storia, dato che finora l'aspetto narrativo è stato criticato un po' da tutti, sia i novellini che i fan dell'originale: in effetti, è vero che i temi sull'uomo e sulla macchina, già vecchi come il mondo, qui vengono affrontati in un modo molto poco originale, e il modo in cui ci si limita a ribadire l'importanza dell'"umanità" come elemento determinante che separa uomini e macchine sa un po' di banalotto e di compitino fatto senza molta creatività. Qua e là ci si lascia anche sfuggire un paio di possibilità narrative che avrei trovato davvero intriganti,


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Però, nel puro svolgimento della trama e nella risoluzione del mistero, anche quello un po' già visto in realtà,


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ammetto di esser stato molto intrattenuto e interessato, e questo sia per il reparto tecnico che per lo spazio dedicato ai personaggi: il film è pieno di brevi, piccoli momenti che dicono così tanto su di loro. Che sia in un rapido scambio di battute, nella cura di Batu per i bassotti e nell'insistenza con cui chiede al Maggiore di dar loro da mangiare al posto suo, o nell'insolito rapporto madre-figlia tra il Maggiore e il suo creatore/dottore, fino allo svelamento del passato della protagonista, i personaggi non smettono mai di essere interessanti e mantengono vivo il coinvolgimento nella vicenda.
In questo aiuta il fatto che il film preferisce mantenersi su atmosfere thriller piuttosto che action, con scene d'azione centellinate e relativamente brevi, e il fatto che le idee, sebbene in stato embrionale, ci siano comunque. Anche se il pieno potenziale della premessa non viene mai raggiunto, c'è abbastanza per soddisfare lo spettatore casuale.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

In un'era come quella di oggi, dove un'opera è o un capolavoro o un disastro, in un'era dove non ci sono più le care vecchie vie di mezzo, ecco un'opera che rappresenta perfettamente questa via di mezzo. La storia non è niente di esaltante, ma alcuni tocchi intelligenti e un lato tecnico superbo lo rendono un'avventura più che godibile.

Manticora  @  06/04/2017 17:20:28
   8 / 10
Con la visione di ghost in the shell una cosa per me è diventata assodata, il pubblico americano e la critica in generale, non capiscono NIENTE di trasposizioni, citazioni, omaggi, spirito. Non tralascio il fatto che i critici non hanno mai letto o visto NIENTE che riguardi Ghost in the shell, d'altronde in casa nostra ho letto rece di gente che parla dell'aspetto EROTICO delle calze di Motoko nell'anime, quando le suddette calze sono STIVALI CON GAMBALE PORTA PISTOLA.... una superficialità mai vista.
Non mi stupisco, il manga di Shirow, lo conoscono in pochi, il suddetto è un opera che anticipa il cyberpunk, ma non è eccezionale, troppa comicità, disegno non eccezionale, inoltre essendo un insieme di storie spesso si perde il punto. L'anime è un alta cosa, opera matura, adulta, filosofica ma senza essere pedante, il film prende tutte le qualità dell'anime, sviluppando ulteriormente l'origine del maggiore, è qui gli sceneggiatori hanno del piccoli ma concentrati lampi di genio, che mi hanno intrigato non poco.
Punto primo, il fatto che Scarlett Johanson sia occidentale c'entra con il fatto che è un cyborg, sveglia gente! una giovane ragazza chiamata Mila Kilian prima di essere

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'inizio è notevole, con l'assemblamento del corpo, come nell'anime, l'ottima score di Clint Mansell è una marcia in più, che aiuta ad entrare nell'atmosfera del film.
Punto secondo, un casting così azzeccato difficilmente me lo ricordo, Scarlett ok, per Batou Pilou Asbaek, attore danese, completamente TRASFORMATO per il ruolo, inoltre la genesi degli occhi bionici è azzeccatissima. Chin Han come Togusa altra ottima scelta, il suo ruolo più importante oltre che in contagion era nel cavaliere oscuro. Juliette Binonche come dottoressa Ouelet ha il suo perchè, l'altra interprete femminile è Danusia Samal, membro della sezione 9, nel ruolo di Ladriya, un pò ridotto il suo ruolo ma funzionale. Ishikava alias Lasarus Ratuere è più giovane, è ha un ruolo minore, ma anch'esso funzionale.Yutaka Izumihara, giapponese come Saito, azzeccato. Cutter interpretato da Peter Ferdinando, già visto nel primo film di Sanders, scelta più che buona. Christopher Obi come Borma, infine il grande Takeshi Kitano, alias Aramaki, probabilmente assieme alla Johanson la migliore scelta del casting. Il fatto che parli sempre in giapponese e si comporti come un vecchio ma innocuo jakuza l'ha reso ancora più interessante d'altronde niente e come sembra...
"mai mandare dei conigli a dare la caccia ad una volpe!" dice Aramaki

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Dimenticavo Kuze, alias Michel Piccoli, alias il signore dei pupazzi, o anche l'uomo che ride, scegliete voi, l'antitesi di Motoko, in realtà

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Punto tre, ambientazioni, scenografie, costumi: Sanders dimostra si saper estrarre più di quanto immaginavo da un budget di 110 milioni di dollari, ovviamente girare in Nuova Zelanda ha pagato, tutto ha un senso, inoltre gli effetti speciali sono curati dalla Weta Digital, e si vede, la factory dimostra ancora una volta di essere la PRIMA in tutto. Insomma per una storia che si discosta dall'anime per parlare delle origini di Kusanaji ci sono delle scene di rara bellezza che ne abbracciano l'interezza, un cortile urbano che imprigiona uno quadrato di cielo, il riflesso del maggiore sull'acqua, la mimetizzazione termo-ottica, i glich ovvero i ricordi che appaiono e scomppaiono, tutto questo è ghost in the shell, quello che è sempre stato e sempre sarà, UN ICONA, sta agli asiatici giudicare, con più profondità e rispetto, ciò che yankee e pseudo-critici non hanno mai compreso.
"ora so chi sono, e cosa devo fare"
Finale con la music open originale dell'anime, e capisci che Sanders ha capito il GHOST di un anime inarrivabile, e non è poco...

4 risposte al commento
Ultima risposta 07/04/2017 10.17.48
Visualizza / Rispondi al commento
Lucone  @  06/04/2017 00:46:48
   6 / 10
Se non fosse stato per gli effetti speciali, il film sarebbe passato inosservato... Trama ultra scontata e vista 100 mila volte ... Lato positivo a mio avviso, lo stile retrò futuristico.. Voto 10 alla Lotus modificata.. Semplicemente spettacolare..
Scarlett brava ma ripetitiva nelle espressioni.. Non andate a vederlo in tarda serata ,in alcuni punti si rischia di prendere sonno !!! Poteva uscirne un piccolo cult e invece resta pochino ...

3 risposte al commento
Ultima risposta 20/04/2017 09.23.26
Visualizza / Rispondi al commento
Eleanor_Rigby  @  05/04/2017 15:30:37
   6½ / 10
Il cliché è il solito: effetti speciali, bella ragazza come protagonista, scene di azione a intervalli regolari. Per chi è in cerca di queste cose è un film godibile, altrimenti un punto in meno. Per quanto riguarda la trama di Ghost in the Shell c'è veramente poco, giusto i nomi, qualche cameo. Completamente fuori trama invece è quello che può essere definito l'antagonista. Serviva più coraggio per esprimere i concetti racchiusi nell'opera di Masamune, coraggio e ispirazione che sono mancati completamente riducendo il tutto al primo rigo del mio commento.

biagio82  @  04/04/2017 23:38:04
   6½ / 10
premessa, io amo il genere cyberpunk e ghost in the shell (in tutte le sue forme, manga, film animati e cartoni tv) ed adesso anche questo film.

sono il terzo a commentre e devo dire che mi trovo nel mezzo hai 2 commenti precedenti

rupert sunders pesca a piene mani da tutti gli autori convolti nelle varie produzioni passate per fare un film realizzato in maniera splendida dal punto di vista visivo, ma che, proprio come mi aspettavo, un po troppo semplicistico dal punto di vista della trama e sviluppo della storia.
bello come le scene più iconiche del film animato di oshii del1995 siano integrate in maniera non forsata nella storia (non l'ho trovato un plagio, piuttosto un amaggio, in fondo quelle scene fanno parte integrente del mito di ghost in the shell) sarebbe bastato un po più di fiducia nello spettatore e non ripetere in continuazione i concetti filosofici che in alttre versioni erano lasciati più all'intuito e alla sensibilità di chi guarda perfarne un film davvero imperdibile.
comunque nel complesso questo film una visione la merita

frank193  @  04/04/2017 08:48:00
   4 / 10
Una boiata!
trama trita e ritrita..cose viste e riviste!
assolutamente nulla di nuovo....originalità ZERO!!
un film basato solamente sugli effetti speciali...belli per carità...ma il resto è una minestra riscaldata più volte!

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/04/2017 12.43.10
Visualizza / Rispondi al commento
minoidepsp  @  03/04/2017 22:41:25
   8 / 10
Una vera sorpresa non conoscendo il manga da cui è tratto. Bella l'ambientazione in un Giappone cyberpunk, ottime le scene d'azione, buona l'interpretazione della Johansson e avvincente la storia. Davvero consigliato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

17 anni (e come uscirne vivi)
 NEW
2night
 NEW
47 metri7 minuti dopo mezzanotte
 T
a casa nostra (2017)acqua di marzoadorabile nemica
 NEW
alamar
 R T
alcolistaaldabra: c'era una volta un'isola
 HOT
alien: covenant
 T
altin in citta'annabelle 2assalto al cielobaby bossbolshoi babylonboston - caccia all'uomoclasse zcodice unlocked
 NEW
cuori purie se mi comprassi una sedia?east endellefamiglia all'improvviso - istruzioni non incluse
 T
fast and furious 8fortunataghost in the shell (2017)gold - la grande truffa
 T
guardiani della galassia vol. 2i called him morgani peggiorii puffi: viaggio nella foresta segretail giardino degli artisti: l'impressionismo americanoil mondo di mezzoil permesso - 48 ore fuoriil segreto (2016)il viaggio (2017)
 NEW
indizi di felicita'insospettabili sospetti
 T
king arthur - il potere della spadala cura dal benessere
 T
la guerra dei cafonila meccanica delle ombrela mia famiglia a soqquadrola notte che mia madre ammazzo' mio padrela notte non fa piu' paurala parrucchierala ragazza dei miei sognila tartaruga rossala tenerezzala vendetta di un uomo tranquillola verita', vi spiego, sull'amorel'accabadoral'altro volto della speranzal'amore criminalelasciami per semprelasciati andarele cose che verrannole donne e il desideriole verita'l'eccezione alla regolaliberelibere, disobbedienti, innamoratelife - non oltrepassare il limitel'uomo che non cambio' la storiamal di pietremaradonapolimexico! un cinema alla riscossa
 NEW
milano in the cage - the moviemiss sloanemma love never diesmoglie e maritomonster trucksmothers (2017)my italymystic game
 NEW
noi eravamonon e' un paese per giovaniorecchieovunque tu saraiper un figliopersonal shopperpiani parallelipiccoli crimini coniugali
 NEW
pirati dei caraibi: la vendetta di salazarplanetariumpower rangersqualcosa di tropporichard - missione africaritratto di famiglia con tempestasasha e il polo nordscappa - get outsicilian ghost storysole cuore amoresong to songsulla via latteatanna
 T
the circlethe dinnerthe most beautiful day - il giorno piu' bellothe rolling stones ole', ole', ole'! - viaggio in america latinathe space between (2017)the startupthis beautiful fantastictutti a casa - inside movimento 5 stelletutto quello che vuoiun altro meuna gita a romauna settimana e un giornounderworld - blood warsvictoriavirgin mountainwhitney (2017)wilson (2017)

955856 commenti su 37268 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net