grotesque (2009) regia di K˘ji Shiraishi Giappone 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

grotesque (2009)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film GROTESQUE (2009)

Titolo Originale: GUROTESUKU

RegiaK˘ji Shiraishi

InterpretiHiroaki Kawatsure, Tsugumi Nagasawa, Shigeo Osako

Durata: h 1.13
NazionalitàGiappone 2009
Generehorror
Al cinema nel Febbraio 2009

•  Altri film di K˘ji Shiraishi

Trama del film Grotesque (2009)

Coppia di giovani fidanzatini, appena costituita, finisce tra le fauci di un sadico dottore, che s'applica per infierire psicologicamente e fisicamente...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,51 / 10 (42 voti)5,51Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Grotesque (2009), 42 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Jokerizzo  @  09/03/2020 11:52:01
   7 / 10
Esageramente ricolmo di violenza fine a sè stessa...ma per gli appassionati del genere non è sicuro un film da buttare via.
Io lo consiglio....ma solo agli stomaci forti!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  11/04/2018 10:00:03
   6½ / 10
Se si tratta di underground giapponese e di torture porn il conoscitore del genere sa bene a cosa andrà incontro, ovvero sia ad una serie di efferatezze più o meno realistiche, generalmente assai brutali, elette a tasselli principali di una sceneggiatura di solito scheletrica. In questo lavoro firmato Koji Shiraishi si raggiungono livelli piuttosto crudi grazie ai notevoli effetti speciali, narrativamente invece appare palese il tentativo di evitare la mera brutalità voyueristica di un qualsiasi "Guinea Pig".
Siamo in territori più raffinati - se mi passate il termine poco calzante- ciò si può notare sia nell'ambito delle bizzarre esigenze dell' aguzzino che nelle dinamiche del rapporto embrionale tra gli sfortunati neo fidanzati; c'è un tentativo di scrittura tutto sommato apprezzabile ed il twist posto a metà film aggiunge un po' di pathos, permettendo un ulteriore avvicinamento alle vittime altrimenti imprigionate nel poco stimolante ruolo di carne da macello.
Da elogiare la regia ben ponderata nelle inquadrature, onde evitare di mostrare troppo soprattutto quando si tratta di scene a sfondo sessuale o in cui entrano in gioco i genitali.
Il tanto criticato epilogo, sinceramente parecchio weird, non l' ho trovato poi così male. È anzi perfettamente aderente a certo cinema estremo nipponico e denota totale libertà a suggellare la mancanza di vincoli repressivi, di qualunque genere essi siano.

BenRichard  @  17/02/2018 05:24:58
   6 / 10
Macchè horror!? Questa è una commedia sentimentale divertentissima! Mi sono divertito come non mai per non parlare del finale che non riuscivo più a smettere di ridere!!! Ma sono pazzi questi giapponesi ma che cosa gli ruota per la testa!?!? No dai a parte gli scherzi ho riso veramente tanto grazie a questo film, ma il finale è una genialata che ancora adesso mentre ci ripenso mi sta spaccando in due!!!
Vabè lo premio almeno con un 6 perchè giuro davvero non ridevo così di pancia da una vita!!!
Non c'è molto da dire, uno splatterone torture porn davvero divertente, 70 minuti di gore che volano in un battibaleno. è vero che il film è molto crudo ma le scene di tortura non disgustano neanche più di tanto grazie al fatto che il film non si prende sul serio. Mi aspettavo un'altra cosa, un film che trattasse il tema in modo serio e violento anche a livello psicologico, invece non è assolutamente così.
Devo ammettere che mi ha sorpreso!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ferzbox  @  25/09/2016 15:53:21
   5½ / 10
Va bhè, questo è un film pensato esclusivamente per gli orientali, in particolar modo alcuni giapponesi che, non si sa bene per quale ragione, amano vedere scene "torture porn" estreme, assurde, addirittura surreali, legate sempre in qualche modo ai sentimenti e le relazioni umane, per dare poi qualcosa di particolarmente filosofico a tutta quella carrellata di scene sadiche e malate.
Mi erano già capitate pellicole giapponesi di questo tipo e considerando che sono anche appassionato di animè non mi risulta così strano vedere certi lavori; nel mondo dell'animazione ci sono produzioni analoghe, se non addirittura peggiori; chi conosce i cartoni giapponesi lo sa bene.
"Grotesque" è semplicemente una storia d'amore....può sembrare assurdo ma di fondo è così; il torturatore si diverte ad eccitarsi giocando su una semplice domanda che aleggia dall'inizio del film: "Tu moriresti per me?"; questo chiede lei al suo giovane lui appena conosciuto, e subito dopo il torturatore sadico li rapirà e porterà nel suo covo per metterli alla prova; per vedere quanto sono pronti a morire l'uno per l'altro.
Poi c'è tutto lo stile assurdo che menzionavo prima che inizia a mostrare un susseguirsi di situazioni estreme come solo ai giapponesi piace, giocando sempre e continuamente su questa storia d'amore e le due povere sventurate vittime.
Non bisogna chiedersi il perchè di molte cose, come ad esempio il fatto che non svengano appena entrano in contatto con una motosega o cose del genere, perchè tanto sono domande inutili da fare quando si guardano questi film....è il festival dello splatter estremo, punto........ma senza mai scordarsi che l'amore è sempre presente.....(certo che in effetti c'è da chiedersi come stanno).
Tecnicamente il film è fatto discretamente, quindi nulla di particolarmente negativo da segnalare, ma deve almeno incuriosire il genere, altrimenti è uno sbaglio solamente accostarcisi.

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/09/2016 16.38.52
Visualizza / Rispondi al commento
GianniArshavin  @  30/07/2015 09:33:21
   4½ / 10
Dopo aver visionato l'ottimo Noroi avevo discrete aspettative per questo Grotesque , film dall'altissimo tasso di violenza che addirittura è stato bandito dal Regno Unito per i suoi contenuti eccessivi.
Effettivamente la pellicola è davvero un pugno nello stomaco , ma oltre a questo non ha praticamente altro da offrire. La sceneggiatura è quasi inesistente , la storia del film si riduce al solito sadico che tortura in tutti i modi due sventurati senza una motivazione plausibile (quella data dal seviziatore fa ridere ed è solo un pretesto) e nemmeno il finale grottesco riesce a salvare o giustificare quanto visto.
Malgrado la breve durata il titolo risulta anche ripetitivo , in quanto viene riproposta sempre la medesima scena modificandone solo il tasso di nefandezze mostrato.
Si salvano gli effetti e gli attori,l'atmosfera è marcia ed anche la fotografia e l'uso dei colori soddisfano abbastanza.

Ricapitolando un prodotto che non tradisce la sua fama , rivelandosi realmente estremo e crudele . Sfortunatamente il regista non riesce a dare un senso a tutto ciò ,finendo col dar vita ad un titolo adatto solo a scioccare e poco altro.

alex94  @  07/07/2014 12:42:51
   6 / 10
Film splatter giapponese diretto da Kôji Shiraishi già autore dell'ottimo Noroi.
La trama naturalmente è quasi assente,il movente del killer poi è abbastanza ridicolo,mentre è elevatissimo lo splatter presente ed è realizzato anche molto bene.
Assolutamente delirante e folle il finale.
Ottima la regia e bravissimi gli attori.
Merita una visione da parte degli appassionati del cinema estremo.

Spera  @  25/05/2014 15:41:35
   5 / 10
Dopo aver letto i commenti pensavo di andare incontro all ennesimo film tipo august anche se la produzione giapponese mi ha convinto a dargli un occhio.
Beh,non era alla fine da buttare. O meglio non darei 1 a questo film come per quella schifezza di august.
Purtroppo nemmeno la sufficienza peró. Il film è realizzato piuttosto bene come regia e livelli di gore ma è pressochè senza storia o quasi. Ció che succede non appare poi così inverosimile ma le motivazioni del pazzo chirurgo (la storia narra la vicenda di un medico che rapisce una coppia e cerca di sperimentare fino dove possa arrivare la loro voglia di vivere o di morire per il partner salvandolo) appaiono piuttosto deboli nella sceneggiatura anche se il personaggio è sicuramente il punto di forza del film.
Consigliato solo agli amanti sfrenati del cinema giapponese e del gore.
Nonostante la pacatezza del protagonista ho trovato questo film sadico e soprattutto molto cattivo.
'Moriresti per lei?'
Avete mai pensato se morireste per qualcuno? Pensato veramente?
Beh guardando Grotesque forse farete un paio di riflessioni su quanto valga la vita delle persone che vi circondano. Ma tranquilli,niente di impegnativo o filosofico.

bluechip  @  03/05/2014 16:41:43
   7½ / 10
Certamente a chi non piacciono i film splatter-horror non può piacere questo film. La violenza, tuttavia, non è così gratuita come sembra. Cosa c'è di così insolito e irreale da un sadico che violenta due vittime casuali? La storia del crimine è piena zeppa di malati che torturavano le loro vittime senza alcun motivo. Il film ce ne presenta un tipo, l'insospettabile chirurgo che cerca l'estasi infliggendo torture bestiali. Da un punto di vista critico, le torture sono molto originali, molto crude e quasi sempre esplicite. La trama c'è eccome, gira tutto attorno a tre personaggi, e secondo me regge. Non serve un background assoluto, la loro storia è questa. Inoltre è un film che dura poco, circa 70 minuti, per cui il ritmo è sostenuto e non si perde in inutili flashback che dettaglino qualche storia..tutto rimane così, sospeso, forse insoddisfacente per gli amanti delle trame "complete", ma assolutamente ben fatto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

look  @  04/02/2014 13:46:14
   4 / 10
Si distingue dagli altri film del filone solo grazie alla pretenziosissima colonna sonora, composta dai più noti brani di musica classica, con tanto di Nessun dorma schiaffato in una scena completamente a caso che rende il tutto abbastanza ambiguo. Per il resto nulla di nuovo, trama e morale assente, forte dose di sadismo, sarcasmo e perversione gratuita, si tratta di un puro e semplice torture porn, con la sola ed unica pretesa di scoinvolgere lo spettatore. Malgrado la rozza computer grafica e qualche trashata sparsa qua e là, diciamo che il bersaglio è stato colpito, basti solo pensare al forte impatto avuto in Gran Bretagna, dove la censura inglese è arrivata addirittura a considerarne la distribuzione illegale, ciò mi lascia supporre a cosa deve molta della sua fama...
Bravo l'antagonista. Poco riuscita la simbiosi vittima-carnefice.

Disgusta, scoinvolge, disturba ma c'è un problema: non diverte.
Da dimenticare.

BrundleFly  @  15/01/2014 12:27:06
   3½ / 10
Visto per puro caso girando su Youtube, è un film il cui grosso problema sta nel fatto che il regista non si sia neanche sforzato di scrivere due righe di sceneggiatura per dare un "senso" alle torture che ha imbastito.
Un film che FORSE può piacere agli amanti del genere, ma che a causa della sua ripetitività e scarsa originalità potrebbe anche lì non trovare molti consensi.

topsecret  @  15/10/2013 18:47:07
   6 / 10
Le poche informazioni che ho trovato dicono che il lavoro di Shiraishi è stato definito il film più violento e sadico del Giappone e che per questo motivo sia andato incontro alla censura britannica, dove addirittura era considerato reato la diffusione del medesimo.
Avendolo visto, per tutti i suoi 73 minuti, su Youtube la cosa mi ha fatto sorridere e non poco.
Sinceramente le scene di violenza psicologica (beffarda), il sangue e le mutilazioni non mi sono sembrate così diverse da quelle viste in tante altre pellicole del genere, perciò non capisco l'accanimento censoreo nei confronti del film, e comunque non appaiono così disturbanti.
Comunque il film, nella sua semplicità, mi ha intrattenuto e coinvolto abbastanza, anche se nel finale scade un po' nel ridicolo, meritandosi la sufficienza.

Krasnodar  @  01/09/2013 18:43:16
   5 / 10
Pesante , senza senso , violenza gratuita a non finire .
Il finale è una perla di pura idiozia , da non crederci , rovina definitivamente un film che già non stava proprio splendendo ma comunque che era ancora in grado di risollevarsi . Il 5 lo metto per quel che riguarda la parte tecnica che è sufficientemente curata .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

deliver  @  28/08/2013 16:17:53
   3½ / 10
Non voglio fare la figura del censore, che' di violenza nel cinema ne abbiamo vista anche a fiotti, ma la domanda sorge spontanea : cos'è questo Grotesque ? Una macelleria concessa ma non ammessa.

Praticamente si assiste dall'inizio alla fine ad una sciarada di torture assortite, perversioni sessuali e un livello di crudeltà da fare invidia agli episodi di Guinea Pig.
Tutto ciò che dovrebbe caratterizzare un film (trama, recitazione e personaggi) e' praticamente. Non c'è un motivo per guardarlo, a meno che non siate appassionati di nasty horror o collezionisti di "opere" estreme. Un'ora e poco più di violenza pornografica.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  20/05/2013 03:57:47
   7½ / 10
A me Grotesque è piaciuto.

Come torture movie funziona bene, ha le sue belle scene truculente e trovate sadiche non banali (come quella di legare l'intestino del ragazzo e dirgli di andare a salvare la ragazza, in modo che a ogni passo gli fuoriescano sempre più budella). Inoltre è azzeccatissimo l'attore del torturatore, dal viso davvero inquietante e che ispira totale insanità mentale. Il suo obiettivo è ricevere un'emozione, egli vuole che la volontà di vivere dei due malcapitati possa riuscire a commuovere il suo cuore reso arido da una vita di solitudine. E questa emozione l'avrà quando i due riusciranno a ribellarsi al loro aguzzino anche dopo la morte, ferendolo al collo e al piede. Molto bravi anche gli altri due attori, nel rendere convincenti il loro dolore e la loro disperazione. Certo, il film ha dei passaggi che lasciano qualche dubbio (come il cambio repentino di carattere della ragazza, che alla fine inizia improvvisamente a insultare e sbeffeggiare il torturatore dopo essere stata remissiva tutto il film); ma nel complesso mi sono comunque divertito durante la visione.

Lenina80  @  07/01/2013 22:49:32
   6 / 10
Tremendo, disturbante, bisogna prendere il film per quello che è: torture fisiche e psicologiche dall'inizio alla fine. Per guardarlo bisogna aver mangiato leggero! Ci sono però alcune cose che non mi tornano, è veramente difficile credere che riescano a sopravvivere così a lungo (soprattutto il ragazzo dopo tutto quello che subisce), però può anche passare "inosservato", ma il finale...fa piombare il voto del film a 6 (per essere buoni!)

lupin 3  @  13/04/2012 13:39:26
   1 / 10
Un consiglio?...Non perdeteci tempo!

dibinho  @  09/04/2012 14:21:27
   6½ / 10
proprio grottesco sto film, non facile giudicarlo..

un sado+splatter perverso e malato, il protagonista psicopatico "ascella pezzata" da manicomio..

tra il 6 e 6.5

speXia  @  22/08/2011 23:04:01
   7 / 10
Un film che,per alcuni,potrebbe essere crudissimo! Molto bello,intrattiene fino alla fine.....ma è proprio lì che si rovina! Adesso dovete solo leggere in spoiler:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Comunque vedo che molti lo paragonano a Tokyo Gore Police,ma quello era trash volontario ed'era anche bello! Nel finale di un film così il trash stona tantissimo!
Cercando (inutilmente) di ignorare quella scena,il film è un buon prodotto,e se lo guardate per il verso giusto potrebbe anche piacervi!

pinhead88  @  13/03/2011 04:19:20
   2 / 10
Trash volontario/involontario e pura pornografia nauseabonda.

Guinea Pork  @  20/02/2011 22:21:18
   3½ / 10
Pietanza gore che è pura macelleria: se lo si paragona a Hostel è da mani sugli occhi, ma se paragonato a predecessori come Snuff 102 o Guinea Pig è poco più che una passeggiata. Sconclusionato e noioso nonostante duri poco più di un'ora, cerca di farsi ricordare grazie all'abusato contrasto tra ultraviolenza e musica classica, ma il film interessa solo ai fan dello splatter che qui non trovano certo nulla di nuovo. Di buono c'è che li attori sembrano crederci e risultano convincenti. Scritto (?) dallo stesso regista, con tanto di classica trashata nipponica a 5 minuti dalla fine.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/08/2011 22.47.29
Visualizza / Rispondi al commento
Stunter  @  26/01/2011 17:21:10
   6 / 10
Film pesante direi , tecnicamente è fatto piuttosto bene e per questo li do dei punti in più , il problema è che questo film non ha alcun senso . I 2 ragazzi si son calati bene nella parte , davvero caruccia la ragazza . Il finale mi ha fatto letteralmente cadere LE PALLE .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cannibal Bunny  @  02/11/2010 12:52:31
   4½ / 10
Non sarebbe neanche male se solo avesse una storia per dar senso a tutta quella violenza. Adoro lo splatter, ma qui è fine a sé stesso, viene presto a noia. Il finale poi fa cadere le braccia.

DarkRareMirko  @  01/04/2010 00:53:37
   7 / 10
Dire che questo film è inquietante è riduttivo, però bisogna ammettere che alla fin fine molto poco è il senso e/o il vero e proprio interesse che un'opera del genere può sprigionare.

Insomma, tutto disgusto e zero contenuto come presempio il miglior August Underground insegna; a differenza della pellicola di Vogel però il film di Shiraishi è molto più curato, sia tecnicamente sia come disegno dei personaggi.

Presente il solito effetto di straniamento con famose musiche liriche che sottolineano scene di violenza esplicita.

Finale che, per l'appunto, più grottesco non si può, con stomaci che fuoriescono, morti che si riamano, spiegazioni irrazionali di moventi e via dicendo.

Che roba quando il pazzo assassino, dopo aver amorevolmente curato gli ormai storpi fidanzatini, rimette comunque sotto i ferri questi ultimi, sottoponendoli a prove e torture che manco Guinea Pig 1-2 ed il prode Hideshi Hino potevan propinarci.

Ah già, Guinea pig poi è tra i migliori ispiratori di 'sto gore feast.

Quindi un comunque discreto riadattamento di Guinea Pig (1 e 2, come già detto, visto che le scene di tortura ricordano il numero 1, ma la scena finale col tizio che cattura ignare persone ovviamente rinvia invece a Flowers of flesh and blood) con più trama e più bravura dietro (e davanti) la mdp.

James_Ford89  @  13/02/2010 03:18:11
   4 / 10
Pessimo film anche se non paghi! Una cosa ripetuta troppe volte alla fine scoccia. Bocciato in toto

Gruppo COLLABORATORI ilSimo81  @  28/01/2010 15:33:32
   4 / 10
Se si affronta "Grotesque" come un film ĹnormalŔ, cercando un'emozione nella trama, si rischia di restar delusi: gli sviluppi non sono affatto vivaci; le uniche due variazioni (l'intermezzo e il finale) sono piuttosto deludenti; il fattore 'truculent˛ c'Ŕ (sangue, torture, brutalitÓ e disgusto), ma non l'ho trovato estremamente impressionante.
Questo film va affrontato come un qualunque prodotto: se si acquista un prodotto sulla cui confezione c'Ŕ scritto "Grottesco", lo si acquista proprio aspettandosi che quel prodotto sia "grottesco", e sarÓ quello il criterio con cui misurare la propria soddisfazione del prodotto. Il film Ŕ, in effetti, un'ottima espressione del "grottesco": di conseguenza, ti dÓ quel che ti promette, soprattutto nel finale.
Proprio per tutto questo, gli amanti del grottesco apprezzeranno moltissimo questo film. Io invece, che non sono cultore del grottesco, non l'ho saputo apprezzare. Mi Ŕ parso piuttosto banale e personalmente non mi ha colpito nemmeno un po'.
Il finale Ŕ, nel bene e nel male, la ciliegina sulla torta: Ŕ sicuramente originale, ma l'ho trovato cosý idiota da rovinare le poche cose decenti che questo film poteva avere.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

"Hostel" mi aveva fatto schifo, ma almeno in quello c'era un finale pi¨ accettabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/01/2011 17.23.39
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/01/2010 23:29:29
   6 / 10
Non saprei come giudicarlo. Da un lato l'ho trovato molto curato tecnicamente e gli attori credibili, ma dall'altro non visto nulla di diverso da un torture movie: la trama è inesistente, si tratta dell'evolversi di un'unica situazione portata all'estremo.
Per quasi tutto il film ho creduto che si prendesse troppo sul serio, però il finale stona tantissimo, non me lo aspettavo. un guizzo beffardo simile ad una pernacchia.

Tuonato  @  19/12/2009 17:08:16
   7 / 10
Quaranta minuti quaranta ininterrotti delle più raccapriccianti torture mentali e fisiche che abbia mai visto.
Poi il sole, un intermezzo felice nel quale il peggio sembra sia passato; ma niente da fare, si riparte col gioco de "l'allegro chirurgo" fino al geniale - grottesco - epilogo.

Sadico, malato, disgustoso, depravato. Con l'insolenza e la solennità di non volersi nascondere.
Nonostante l'idea di fondo sia la stessa, "Hostel" è di categoria inferiore rispetto a "Grotesque".

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  02/12/2009 22:55:14
   8 / 10
Cosa ci si aspetta da un film del genere?Grotesque secondo me raggiunge tutte le aspettative.Una pellicola che ti fa chiudere gli aocchi,non si sa mai dove vuole andar a finire.Hostel e compani hanno molto da imparare da questa pellicola made in Giappone.Secondo me Martyrs è più violento,ma quiesta pellicola è malata.Consigliato agli appassionati di questo genere.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

tnx_hitman  @  29/11/2009 11:40:59
   4½ / 10
Dopo Martyrs non c'è più nessun film che ha lo stesso suo valore.Shiraishi squilibrato peggio dell'antagonista del film..mette in scena di tutto e di più.Se lo volete vedere facendo a gara ki vomita per primo,bene è per voi questo film.
Ma io non sono più un tipo da scommesse...mi sono tolto i cetrioli dagli occhi e mi sono reso conto che questi film non servono a niente.Fate un buon lavoro:ricercate tramite Film Scoop i film horror che si distinguono e non i film più censurati.

1 risposta al commento
Ultima risposta 25/12/2009 23.57.28
Visualizza / Rispondi al commento
Aztek  @  29/11/2009 11:12:08
   8 / 10
D'accordo con l'utente che mi precede...ritengo Grotesque un film, nel suo genere, fatto molto bene.
Questo è uno dei film più sadici e cattivi che sia mai stato fatto, direi quasi a livello di "A l'interieur" e "martyrs", ma nettamente inferiore rispetto ad Hostel; la sadicità e la perversione del macellaio di turno, in Grotesque, raggiunge livelli impressionanti.
Ho trovato originale l'accostare le ottime scene splatter con quel tipo di musica.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2009 11.43.50
Visualizza / Rispondi al commento
StranzCronenber  @  08/11/2009 13:07:34
   7½ / 10
Davvero non capisco.
Se guardo un film drammatico, non pretendo effetti speciali, trama complessa e fotografia eccezionale, ma voglio semplicemente che mi colpisca al cuore.
Se guardo un film d'azione, non pretendo psicologie approfondite e grossi scossoni emotivi o capacità di denuncia. A film come 007, attribuisco un bel voto se l'azione è coinvolgente.

Pochi sono i titoli che racchiudono in se tutte le caratteristiche desiderabili.
E questi sono i CAPOLAVORI, che nella scala da 1 a 10 meritano 11.

Ed invece, perché dai film horror si pretende sempre che abbiano tutte le qualità di ogni altro genere, inglobate in un'ora di pellicola, e non per definirli capolavori ma per dargli dei buoni voti?
Proprio non capisco.
Ho visto dare voti altissimi a Drag me to hell, dalle pretese assolutamente spropositate, e a mio parere disattese.
Ora vedo massacrare questo film.
E’ un film non "sulla", ma "della" violenza, del sadismo, della tortura fisica e psicologica, della schiavitù, delle nefandezze dell’animo umano.
Di conseguenza ciò che vediamo rappresentato non è altro che, appunto, violenza e nefandezze di ogni genere. E senza alcuna remora o timore di censura, Shiraishi Kôji inscena un teatro dell’orrore che sbeffeggia tutte le produzioni occidentali che invano hanno tentato di fregiarsi del titolo di film più violento mai girato.
Ovviamente, siamo lontani anni luce dai CAPOLAVORI che altri ci hanno regalato (penso non solo a Martyrs e A l’interieur, ma soprattutto all’insuperabile Salò di Pasolini).
Altrettanto lontani siamo però, da quelle banali e insulse operazioni commerciali propinateci con i vari e disgustosi (per motivi ben diversi dalla violenza esplicitata) Hostel, Frontiers, Saw e compagni scialba.
Innumerevoli volte ho desiderato che ad un certo punto il regista avesse il coraggio di mostrare come la vittima venisse evirata, ad esempio. E ciò non accadeva.
Innumerevoli volte ho desiderato che il regista avesse il coraggio di non tagliare la sequenza al momento topico, e ciò non accadeva.
Tante volte ho pensato che la tortura psicologica peggiore, quella a sfondo sessuale, avrebbe davvero messo k.o. i miei nervi, e invece niente di tutto questo veniva mostrato.
Bene, in questo breve compendio delle atrocità della durata di poco più di un’ora, tutto questo c’è.
In più di un'occasione sono stato tentato di chiudere gli occhi o volgere lo sguardo altrove, come raramente mi accade...
Insomma, cari amici sadici, ho avviato il dvd con l’intento di essere massacrato, e sono stato accontentato.

10 risposte al commento
Ultima risposta 20/11/2009 00.08.25
Visualizza / Rispondi al commento
xanter  @  18/10/2009 17:49:15
   5½ / 10
Film per stomaci piuttosto forti, sarà stata solo una mia impressione ma il finale sembra quasi un omaggio al "re" dell'horror grottesco americano Sam Raimi.

bulldog  @  17/10/2009 09:11:49
   3 / 10
Prendete Hostel e Martyrs spogliateli di qualsiasi contenuto,elevate il sadismo al cubo e otterrete Grotesque.

Un film dove la la sadicità e assolutamente fine a se stessa,un tentativo mal riuscito di fondere la storia di base di Martyrs con la pervesione di Aftermath ,il risultato finale è davvero imbarazzante.
Il finale è a dir poco ridicolo,si salvano solo le musiche.
Pessimo.

6 risposte al commento
Ultima risposta 09/11/2009 12.30.10
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  17/10/2009 01:48:26
   4½ / 10
Dopo aver sentito che questo film era stato addirittura BANDITO dal regno unito,ed etichettato come il + violento film giapponese di sempre ( almeno questa volta hanno avuto il buon gusto di specificare ''giapponese '' , ma in ogni caso anche questa è 1 c@zzata, dal momento che ce ne sono a bizzeffe di film giappo molto + macabri di questo ) ho pensato che avrei dovuto vederlo a tutti i costi ( ultimamente sono attratto tantissimo da tutto cio' che è malato oltraggioso e underground...che ci volete fare ognuno ha i suoi vizi XD ).
MA MAI E POI MAI SONO RIMASTO COSI DELUSO DA 1 FILM.....inutile dire che il banned è piu' una trovata per fargli pubblicita', il film è stuipido senza senso e senza trama ma non lo si puo' certo criticare per questo, perche' presumo ( o almeno x me è stato cosi ) che chi guarda sto genere di cose non lo fa x la trama, x il profondo significato ecc,,,ma x 1 bella scorpacciata di violenza e oltraggio che qui CLAMOROSAMENTE vengono a mancare....a questo punto se non cè manco la violenza che ragione ha di esistere un film del genere ??

Sia chiaro , quando dico che manca la violenza non intendo dire che è 1 film da proiettare all'oratorio, ma che cio' che viene mostrato è talmente trito e ritrito che non impressiona,non shocca e non disturba neanche...tralatro non capisco perke' non mostra l'inkiodamento dello scroto e la successiva amputazione del gingillo....che senso ha ''osare'' a meta' ? mha....

DIFFIDATE da coloro che lo hanno paragonato a martyrs, coloro meriterebbero la scomunica !!

satko  @  03/10/2009 17:10:11
   8 / 10
Sulla scia di martyrs,molto crudo e violento,ottimo.

VinLet  @  02/10/2009 12:00:38
   5 / 10
Disturbi mentali e isolamento sociale..si ripercuotono su giovani vittime
Le scene sono forti..ma non convincono..emoziona e coinvolge poco
Scarso realismo..finale inverosimile
E’ sviluppato male
Si può guardare..ma siamo lontanissimi dai livelli di Martyrs o A L’Interieur


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

benzo24  @  30/09/2009 11:39:04
   5 / 10
sinceramente non vedo nessuna voglia di "denuncia" in questo film, forse mi è sfuggito qualcosa ma non ho visto nessun elemento che possa far capire che il sadico pazzo protagonista possa essere pagato dal governo, anzi è un serial killer come si capisce dal finale. comunque il film è solo un pretesto per mettere in mostra delle perversioni e delle violenze fine a se stesse e a parte la scena pre-finale manca di pathos e umorismo. un film che non merita nessun voto, in quanto è un non-film, è una non-idea, invalutabile e nella sua vacuità rimane comunque impresso. anche se non so se è per la stupidità del film o per la mia che sono riuscito a guardarlo fino alla fine.

Invia una mail all'autore del commento click  @  22/09/2009 21:20:02
   3 / 10
Sono francamente basito. Vedere Grotesque mi ha fatto rivalutare hostel. Se infatti il film di Eli Roth non è certo un capolavoro, bisogna rendergli atto di aver creato un sottogenere abbastanza profilico. E sinceramente a me quella prima ora di pseudo soft core non aveva neanche annoiato più di tanto. E in hostel, sebbene campata per aria, c'era una trama. Poi arriva Grotesque, clone spudorato con un paio di scene identiche e con una violenza molto più marcata. Ma il punto è proprio qui. Oltre a torture esagerate non c'è uno straccio di storia, per non parlare dei due personaggi torturati che sono (e non solo letteralmente) tagliati con l'accetta. Una piccola speranza la si trova nell' apparente redenzione del maniaco, ma il tutto è sviluppato così velocemente e male che alla fine non gliene frega più niente a nessuno di queste tre persone borderline e si spera solo che il tutto finisca in fretta.

Una roba improponibile che per fortuna dura poco più di 70 minuti e che può essere vista solo nel caso in cui si vogliano vedere aggratis qualche palla tagliata, qualche capezzolo amputato e qualche dito volante. E se è il vostro caso, ponetevi qualche domanda sulla vostra salute mentale.

Il finale è degno del peggio trash giapponese anni 70.

Buona visione.

Invia una mail all'autore del commento brdanil  @  13/09/2009 03:28:59
   9 / 10
Premetto 1 cosa: dopo 30 minuti di visione,ho dovuto fermare tutto e prendere una pausa. Credevo che dopo Martyrs non avrei visto film altrettanto terribili,sembra di vivere in un incubo senza uscita e se l'inferno esiste penso sia molto simile a ciò che vedrete. Sono riuscito a trovarlo con sottotitoli in spagnolo e gli ho dato 9 non tanto per la trama,ma perchè ha superato in nefandezze,sangue e male assoluto,qualsiasi pellicola abbia visto finora.Comunque da non perdere assolutamente per gli appassionati del genere gore!!!!

marfsime  @  01/09/2009 17:10:02
   7 / 10
Difficile giudicare un film del genere..è sicuramente una pellicola adatta agli amanti del genere torture-porne-gore..il sangue non manca tra arti amputati..intestini estratti dai corpi..mutilazioni ecc ecc. Il livello di sadismo è altissimo..è un film truculento e malato..questo indubbiamente. Io ogni volta che mi trovo di fronte a una pellicola del genere fatico a vedere gli aspetti di denuncia..personalmente vedo sempre e solo una serie di scene con l'intento di disgustare lo spettatore..i film di denuncia per me sono altri! Mi trovo in decisa difficoltà a votare questo film..alla fine opto per un 7 perchè comunque è ben fatto sia a livello registico ed anche gli effetti speciali non sono niente male..se amate il genere un'occhiata la merita..ma ripeto..non è un film per chi è debole di stomaco..in questo caso statene alla larga.

baskettaro00  @  24/08/2009 18:10:56
   4½ / 10
sulla scia dei "guinea pig"ecco arrivare dal giappone un altro film del filone con un elevato tasso di splatter e violenza(quasi sempre fine e se stessa).....
il film è un comunissimo esempio di slasher in cui un pazzo(stavolta pagato)compie atroci torture ai danni di innocenti ragazzi(qui una dolce coppia di fidanzatini).....
come al solito la trama è un pretesto per mostrare una serie di torture (certe a sfondo sessuale come il pazzo che masturba la ragazza facendole provare piacere nel dolore.....)che devo ammettere sono anche ben fatte......
non ria capire come una persona(come l'autore del commento che mi precede)possa dare 7 ad un film giustificandolo come un film in cui possono notarsi dei risvolti di denuncia....
capisco che il governo che paga persone per torturare nei modi più brutali ed eccessivi possibili alcune persone è da notare ma il regista di questo film lo fa in modo eccessivo e disgustoso.....
mettere un voto sufficiente a questo film è da pazzi.....
infatti ero propenso a dare 5 a questo scempio di film ma dopo il finale(vedi spoiler in cui ci sono anche le scene più truculente del film) il mio voto è 4.5.....
comunque agli appassionati del genere"mamma mia che figo vedere una ragazza ed un ragazzo che vengono uccisi nei modi più"fastidiosi"e disgustosi possibili"piacerà di certo....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

7 risposte al commento
Ultima risposta 25/08/2009 15.42.29
Visualizza / Rispondi al commento
Ciaby  @  13/08/2009 20:45:41
   7 / 10
"Il film giapponese più violento di sempre", "Un film che fa sembrare 'Saw' e 'Hostel' film per bambini" e via dicendo. Sono questi i commenti che si scatenarono all'uscita di "Grotesque", nei cinema giapponesi ad inizio anno.

Ora che il film è disponibile anche con sottotitoli anglofoni, finalmente sono riuscito a vedermelo, anche perchè adoro Koji Shiraishi e la sua versione della paura, sempre ancestrale e fedele al J-Horror, ma con qualità innovative e pur riproponendo ghost stories sulla carta poco originali, è sempre riuscito nel tentativo di rendere interessante anche un film dalla trama stravista come "Ju-Rei". E già prima della visione mi chiedevo di come Shiraishi potesse giapponesizzare una trama smaccatamente occidentale, seppur il torture-porn, ricordiamolo è nato in Giappone e molti non lo sanno (fenomeno di culto nel Giappone degli anni '60-'70 con milioni di pellicole tuttora sconosciute e cult tra gli amanti del genere e i cinefili), credendolo un nuovo fenomeno che ha avuto in inizio negli USA (la bufala HOSTEL, per niente sanguinolento e debitore a molto cinema giapponese-la scena del treno è copiatissima da "Suicide Club", l'altalenante e poco entusiasmante saga SAW, i film di Rob Zombie) e in Francia (Martyrs, Frontieres, Alta Tensione).

Trovavo, dunque, abbastanza incredibile che Shiraishi avesse voluto abbandonare i fantasmi e le tradizioni folkloristiche in favore del sangue ma mi sono dovuto ricredere: "Grotesque" non è un torture porn, ma al contempo lo è. E allora cos'è? E' un torture porn dove la violenza non è gratuita, ma dove si nasconde un filo di denuncia (le cospirazioni del governo) e psicologia. Interessante notare quanto le vittime non siano più studenti malcapitati e turisti stranieri come in "Hostel", ma una giovane coppia giapponese: entrambi belli, ricchi e dell'altra società in un film stupidamente presentato come il più violento del Giappone, ma in realtà meno sanguineo di molte altre opere nipponiche come "Naked Blood" o la serie dei Guinea Pig.

La magnifica sapienza registica di Shiraishi si riconosce sin dalla prima inquadratura, con fotografia freddissima e inquadrature volutamente mosse (che fanno tanto Dogma 95, giusto per aggiungere il realismo alla violenza). Un incipit velato e splatteroso e poi il flashback della gioia: due amici (lei bella e riflessiva, lui romantico e impacciato) si confessano amore reciproco in un bar. Non sanno che qualcuno li spia.

Il lieve resoconto della loro giornata si interrompe di nuovo bruscamente, proprio come era iniziato, con un montaggio ancora più serrato dei colpi della motosega, che entrerà presto in scena a tagliare dita e mani.
I due vengono catturati da un pazzo che dopo averli mutilati per bene disinfetta le loro ferite (!) e, dopo varie amenità (la ragazza è obbligata anche a subire uno stupro) i due si risvegliano in un ospedale, dove lo psicopatico che li aveva catturati e mutilati si comporta in modo stranamente gentile.

Il pericolo sembra scampato, ma non sanno che l'incubo non è ancora finito. Ed è proprio dopo la sequenza dell'ospedale che Shiraishi da sfogo al proprio estro creativo, realizzando una porzione di film che si distacca in qualità registica dalla precedente (fotografia accesa, non più fredda e monocromatica e inquadrature roboanti e non più a mano), in una sequenza dove è riconoscibilissima la genialità del regista nipponico, dove il surreale prende il sopravvento sul reale fino al bellissimo finale d'alto tasso melodrammatico (!) che, pur nella sua efferatezza riesce a commuovere, per poi giungere a un secondo finale aperto ai sequels.

In conclusione, inaspettatamente un buon film, il minore di Shiraishi ma comunque buono, crudele ma anche geniale, realzizato in modo perfetto e con una visibile e gradita citazione a "Cut" di Park Chan-Wook. Bellissima e parodistica la colonna sonora composta da pezzi di musica classica sulle sequenze più gore. pezzi che risultano ancora più stranianti delle urla dei protagonisti.

Un film che fa parlare già di se ora (interesse iniziato anche da noi) e possibile cult nel futuro.

3 risposte al commento
Ultima risposta 08/11/2009 13.24.56
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008783 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net