il paese del sesso selvaggio regia di Umberto Lenzi Italia 1972
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il paese del sesso selvaggio (1972)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL PAESE DEL SESSO SELVAGGIO

Titolo Originale: IL PAESE DEL SESSO SELVAGGIO

RegiaUmberto Lenzi

InterpretiIvan Rassimov, Meme Lay, Ong Ard

Durata: h 1.29
NazionalitàItalia 1972
Generehorror
Al cinema nell'Ottobre 1965

•  Altri film di Umberto Lenzi

Trama del film Il paese del sesso selvaggio

Il fotografo inglese Bradley, ricercato dalla polizia per aver ucciso accidentalmente un uomo durante una rissa, fugge nelle foreste della Thailandia. Catturato da una trib˙ di indigeni, durante la prigionia Ŕ costretto ai lavori forzati e assiste ad assurdi riti. Il suo tentativo di fuga viene vanificato dall'inseguimento del guerriero Karen - fidanzato di Maraja la figlia del capo trib¨ che Ŕ segretamente innamorata per˛ di Bradley. Ricondotto al villaggio (durante la fuga aveva ucciso Karen) Bradley diviene il fidanzato di Maraja ed inizia il suo addestramento come guerriero della trib¨ů

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (10 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il paese del sesso selvaggio, 10 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  20/02/2015 21:00:34
   8 / 10
Ovviamente il voto non tiene conto delle violenze sugli animali, del resto sarei uno stupido a commentare il film tenendo conto di ciò.

Bellissimo. Ok, ci sono alcune ingenuità (alcune sfiorano il ridicolo), ma è godibilissimo. Tanta nostalgia per questo cinema italiano scomparso. Considerato il primo cannibal, ma vi è solo una scena.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  14/03/2012 13:22:40
   6½ / 10
Film ritenuto il precursore del genere cannibal,punto fermo di un filone in voga soprattutto negli anni '70/80 indirizzato a shockare pesantemente lo spettatore mediante l'esibizione di (più o meno attendibili) antichi riti da parte di tribù localizzate in luoghi del pianeta ancora inesplorati.
Alla regia il mitico Umberto Lenzi,artigiano di solidissimo mestiere furbo nell'escogitare un titolo senza dubbio ammiccante ma in fin dei conti poco connesso con ciò che verrà mostrato ,più che altro riconducibile al rituale cui una donna rimasta vedova viene sottoposta.Di sesso se ne vede pochino e pure molto edulcorato,la concessione è circoscritta a qualche seno e qualche nudo integrale.Stesso dicasi per gli aspetti antropofagici limitati ad una sola scena,il resto è un susseguirsi di intermezzi documentaristici,spesso crudi,eletti come punteggiatura delle vicissitudini del protagonista Ivan Rassimov dall' improbabile zazzera paglierina.Nei panni del fotoreporter un po' sbruffone finirà prigioniero di una tribù dell'entroterra thailandese,qui conoscerà le usanze dei nativi oltre ad innamorarsi della bella Maraya ,ovvero Me Me Lay,attrice dai tratti esotici e per questo motivo spesso ingaggiata in queste produzioni.Lenzi insiste su stereotipi forzando la contrapposizione tra mondo primitivo e civilizzato con facili moralismi infranti dalla scelta finale del protagonista.
La violenza è più contenuta rispetto ai cannibal-movie che verranno,non mancano comunque i momenti forti con vittime soprattutto sventurati animali.L'immancabile combattimento tra la mangusta e il cobra,o quello tra i galletti sono nulla al confronto a ciò che capita a una scimmia o a una capretta.
Aldilà della spinosa questione con relative polemiche da sempre caratterizzanti i più realistici cannibal-movie ci si trova in presenza di un film discreto dal rilevante peso storico,quindi consigliato ai fans del genere.

marfsime  @  17/11/2010 16:53:40
   7 / 10
Voto in un certo senso di "stima"..perchè comunque è il precursore di un genere (quello dei cannibal movies) di sicuro molto discutibile per la violenza mostrata nelle varie pellicole che seguiranno questa..violenza che coinvolgerà anche animali e per questo ancor più discutibile e criticabile. Detto questo la pellicola non raggiunge i livelli di ferocia e violenza di altri film similari che seguiranno questo quali ad esempio "Cannibal holocaust" di Deodato..il tutto è centrato soprattutto tra l'amore che nasce tra un uomo civilizzato di nome Bradley che si innamora di una ragazza indigena. La violenza in ogni caso non è del tutto assente..ma è comunque minore rispetto a quanto ci si potesse aspettare. Se vi piace il genere è un film che va visto.

Cannibal Bunny  @  26/09/2010 23:27:31
   6 / 10
Ecco il capostipite dei cannibal-movies. Non ha niente a che vedere con le pellicole che verranno dato che non presenta nessuna scena shockante che farà la loro fortuna (in termini di fama si intende), ma racconta semplicemente una storia avventurosa (genere a cui appartiene) dal titolo fuorviante, cosa che da sempre contraddistingue le uscite italiane.

Kayo  @  13/10/2007 17:11:25
   1 / 10
inguardabile, come tutti i cannibal movie ovviamente. sarà il primo ma di certo il primo di una lunga serie di film scandalosi.

Alex Weird  @  06/10/2007 21:40:30
   6½ / 10
Storicamente ha la sua importanza certo, ma la pellicola non è niente di eclatante

castelvetro  @  15/07/2007 18:23:23
   9 / 10
Ragazzi: ITALIA '72!
Siamo i primi nel mondo a fare un film cannibalesco!
Ma vi rendete conto?!?

Questo film tralasciando ogni storia esterna che si porta dietro
è "pura poesia"... Non lasciatevi ingannare ne dal suo nome, ne dalla sua data:
questa è un'opera d'arte... E io considero opere d'arte quelle che col tempo
risultano ancora attuali... Questo film ha una fotografia pazzesca, dei colori bellissimi tanto da sembrare quasi fatto ieri!

Da visionare assolutamente, anche per i non amanti del genere:
non contiene scene altamente violente come ci si potrebbe facilmente aspettare, l'unica cosa che può dare fastidio sono le scene in cui vengono maltrattati gli animali...

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  17/11/2006 15:02:21
   7 / 10
Questo è uno dei pilastri del genere cannibal-movie e come scriveva qualcuno nei commenti precedenti è di grande importanza a livello storico. Il titolo è molto fuorviante, visto che il film approfondisce lo stile di vita di una popolazione indigena, e il sesso è solamente una tematica di sfondo...certo che è intrigante e quindi ci può stare.

Invia una mail all'autore del commento testadilatta  @  02/11/2006 19:03:28
   6½ / 10
Pellicola per gli appassionati del filone cannibal (una delle prime).
Non presenta scene molto shokkanti però si può vedere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  11/10/2006 09:37:25
   7½ / 10
ecco il film che si colloca agli albori del genere cannibal e costruisce le basi ontologiche da cui germoglieranno tutti i cult del genere.
storicamente indispensabile.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011022 commenti su 44504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net