prom night: non entrate in quella casa regia di Paul Lynch Canada 1980
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

prom night: non entrate in quella casa (1980)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PROM NIGHT: NON ENTRATE IN QUELLA CASA

Titolo Originale: PROM NIGHT

RegiaPaul Lynch

InterpretiJamie Lee Curtis, Leslie Nielsen, Casey Stevens, Eddie Benton

Durata: h 1.27
NazionalitàCanada 1980
Generehorror
Al cinema nel Luglio 1980

•  Altri film di Paul Lynch

Trama del film Prom night: non entrate in quella casa

Una ragazzina muore accidentalmente, giocando con alcuni suoi amici in una vecchia scuola abbandonata. I ragazzi giurano di non dire una parola su quanto accaduto, ma qualcuno li ha visti. Dieci anni dopo, gli stessi ragazzi si preparano per la loro prom night, e qualcuno, quella stessa notte cerca vendetta. E sarà una notte che i ragazzi non potranno più dimenticare...

Film collegati a PROM NIGHT: NON ENTRATE IN QUELLA CASA

 •  PROM NIGHT 2: IL RITORNO, 1987
 •  PROM NIGHT 3: L'ULTIMO BACIO, 1989
 •  PROM NIGHT 4: DISCESA ALL'INFERNO, 1991

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,90 / 10 (24 voti)4,90Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Prom night: non entrate in quella casa, 24 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Ciaby  @  01/05/2020 18:25:35
   2 / 10
Slasher inspiegabilmente ricordato come film cult (e ci hanno fatto pure un remake). Parte quasi intrigante e dopo tre minuti si sgonfia completamente.
Appena accade l'incidente all'inizio, già lo spettatore sa chi sarà l'assassino. Pilota automatico, sbadigli a catena. Neanche gli omicidi riescono a farsi seguire con interesse.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  22/05/2018 13:51:14
   4 / 10
Narcolettico e tremendamente datato: di più non si può dire su questo "Prom Night", da noi rinominato con l'inspiegabile "Non entrate in quella casa".
Assenti lo splatter e la tensione, due peculiarità praticamente obbligatorie in uno slasher; scena muta anche dal punto di vista del ritmo narrativo - ma è possibile far avvenire un omicidio a 60 minuti dall'inizio? - e, più in generale, la gestione dei personaggi principali in relazione al killer.
Si salvano il prologo e la risoluzione finale, che comunque non è che risultino ben amalgamati fra loro (rivedere le immagini per capire).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

topsecret  @  21/12/2016 22:03:24
   4½ / 10
Slasher movie abbastanza scialbo sia per quanto riguarda la tensione, la storia in sè e sia per quello che concerne il gore, ampiamente insufficiente per un prodotto del genere.
Si salva la fisicità delle protagoniste, la Curtis in primis, ma per il resto non offre grande coinvolgimento. Il finale poi è decisamente sciapo.

antoeboli  @  08/12/2016 22:17:17
   7 / 10
Film dal titolo che sfruttava il fascino degli slasher dell epoca , che però va a differenziarsi per essere , si fonte di ispirazione nelle varie scene , ma specialmente per risultare ai maggiori indigesto per la sua voluta lentezza.
Diciamo che gli ultimi 25-30 minuti sono quelli più movimentati , compreso un colpo di scena telefonato, ma anche no.
Buono , anzi molto buono il cast e la regia curata , con la Curtis che in quelli anni compariva laddove ci fosse il genere slasher , un po ovunque .
Film oggi dimenticato , specialmente con un titolo italiano che raggruppa un unico filone anni 80 , anche se gli attori per una strana ragione sembrano più sullo stile Elvis style .
Se devo proprio giocare su una critica , di come nel film la trama passi da bimbi di 10-11 anni , a ragazze che dovrebbero averne 17-18 ma a occhio ne dimostrano molto di più.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  13/07/2016 23:48:50
   4½ / 10
Questo film ebbe molto successo all'epoca perchè sfruttava l'onda lunga di un genere, quello slasher, che era appena nato e un'attrice in rampa di lancio come la Curtis, nel pieno splendore della sua bellezza. Guardarlo adesso mette un po' di tenerezza perchè manca completamente di originalità e troppo ancorato a dei modelli di riferimento (Halloween e Carrie) ed inoltre sull'onda altrettanto lunga della Febbre del sabato sera e della disco-music, si getta in lunghe sequenze sulla pista da ballo che, a livello narrativo, sono inutili. E' un film tremendamente invecchiato e privo di mordente. In più un assassino privo di qualsiasi appeal ed imparagonabile alle icone del genere.

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  07/12/2015 20:34:03
   5½ / 10
Cult slasher del periodo d'oro del genere. Non tutto funziona, ad essere onesti praticamente nulla, la regia è anonima, la fotografia di serie C e i personaggi più stereotipati del solito. Eppure l'ambientazione urbana e scolastica - giustamente si è parlato di un incrocio tra Halloween e Carrie - ha sempre il suo fascino, e il finale pirotecnico - seppur con i suoi buchi logici - è un must del genere.

Non bello, ma una tappa obbligata per i fans, e a suo modo ha fatto storia.

InvictuSteele  @  26/08/2015 15:43:31
   5 / 10
Mediocre horror diretto da Paul Lynch, uno dei primi slasher uscito poco dopo il capolavoro Halloween di Carpenter (e con la stessa protagonista J. Lee Curtis) di cui ne ricalca le ambientazioni ma anche, in alcuni punti, la storia, senza però raggiungerne i vertici sia a livello di sceneggiatura che di tecnica. La regia è piuttosto mediocre con trovate davvero brutte, come la soggettiva in bianco/nero e rallentata dei passi del killer, dialoghi a tratti imbarazzanti e buchi di sceneggiatura ovunque, come la storia parallela dell'altro assassino tornato dopo anni in città e al quale la polizia da la caccia, messa su per confondere le idee ai personaggi e al pubblico ma che poi non avrà peso sulla trama, il nulla praticamente, inutile visto che non avrà interazione con la storia principale ed è solo buttata li senza motivo. Roba da scompisciarsi dalle risate per l'idiozia degli sceneggiatori... Un po' Halloween e un po' Carrie, dal quale ne riprende praticamente la parte finale ambientata durante il ballo di fine anno con i soliti bulletti stereotipati che cercano di combinare guai. Killer abbastanza prevedibile e narrazione piatta, stancante in più punti dove non accade nulla e si perdono minuti di pellicola in scene noiose (come i 6 minuti di ballo). Un horror noiosetto, sceneggiato maluccio e recitato peggio, costruito con poca tensione e brutta regia. A salvarlo e a renderlo godibile (almeno un pochino) è l'atmosfera vintage che ogni volta mi rapisce e mi fa tornare bimbo, ma decisamente evitabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/08/2015 15.45.21
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  20/10/2014 20:32:30
   6 / 10
Slasher più o meno sufficiente diretto da Paul Lynch nel 1980.
La trama dopo un buon inizio,diviene, purtroppo, abbastanza noiosa,infatti per quasi un ora non succede praticamente nulla e lo spettatore perde interesse nel film che fortunatamente riesce a risollevarsi discretamente nell'ultima mezz'ora.
Mediocre anche la regia,buona invece la recitazione,poco purtroppo lo splatter.
Non è malaccio,seconda me una visione la merita.

Dante69  @  23/08/2013 00:43:13
   7 / 10
Prom Night , conosciuto in Italia con l'orrendo titolo "Non entrate in quella Casa" , è uno slasher del 1980 diretto da Paul Lynch e creato per sfruttare l'onda di successo riscossa da Halloween di Carpenter , sfruttando così l'idea dello slasher del caro John ma aggiungendo alcuni elementi che sarebbero stati perfezionati in seguito (effetti splatter, killer inarrestabile e possibilmente mascherato e teenager inseguiti e trucidati nelle maniere più assurde dal maniaco di turno). La regia di lynch è buona anche se ho notato un non proprio perfetto uso del tempo (pensateci bene, il film dura un'ora e mezza circa , bene , per un ora non succederà nulla mentre il bodycount si concentrerà nell'ultima mezz'ora e posso dirvi che in quei trenta minuti il film dà il suo meglio , non che la prima parte sia particolarmente noiosa ma a qualcuno potrebbe dare fastidio) , tra gli attori citiamo in particolare jamie lee curtis vista già su halloween di carpenter e su terror train , per non parlare anche del compianto leslie nielsen , peccato che il suo personaggio sia un pò troppo marginale ma va bene lo stesso.La trama può rendere il film un precursore di So Cosa hai fatto, gli effetti splatter sono ben dosati ( anche se in venerdì 13 saranno ulteriormente esasperati e portati alle loro estreme possibilità) e di scene crude ne vedrete , tutte purtroppo negli ultimi trenta minuti. Le musiche per finire sono composte da Paul Zaza ( che si occuperà delle musiche anche del Giorno di San Valentino , altro slasher famoso degli anni 80 ) e sono molto funky , adatte all'atmosfera del ballo di fine anno in stile anni 80. In conclusione , a questo film bisogna dare il merito di aver sviluppato molte idee utili nel panorama dello slasher futuro ( queste idee infatti sono arrivate a scream e wes craven gli ha dato la giusta importanza citando questo film nel suo). Cult da riscoprire di sicuro , inferiore a titoli ben più famosi ma migliore anche di molti altri , lo consiglio soprattutto agli amanti dello slasher.
Regia:7
Attori:6,5
Trama:6,5
Musica:6,5
Evil Forces:6,5
Effetti Speciali:6,5
Longevità:6

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/08/2013 14.41.48
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  12/03/2013 18:14:26
   4 / 10
Probabilmente lo slasher più brutto che ho visto finora e neanche il fascino anni 80 stavolta aiuta ad alzare la media!
Ci sono alcuni spunti interessanti come le chiamate telefoniche all'inizio e l'idea di base che rende il film il fratello maggiore del recente "So cosa hai fatto"...
Il cast è composto da trentenni che fingono di essere liceali, la Curtis sarebbe stata meglio nel ruolo di una professoressa piuttosto che in quello di una sedicenne!
La regia è piatta e quelle rare volte che vuole ostentare un qualcosa di più cade nel ridicolo e nel ripetitivo (vedi l'inquadratura dei passi dell'assassino)...l'assassino tra l'altro è il peggiore che ho visto finora: vestito come Diabolik, saltella come un acrobata e risulta grottesco quanto la caricatura di Ghostface in "Scary movie"!
Per tutta la prima ora è una noia totale piena di dialoghi scialbi e discorsi/immagini ripetitive che cercano di richiamare il capolavoro "Halloween", anche per l'"assassino" che fugge dall'istituto psichiatrico...quando finalmente avviene il primo omicidio si rimane delusi al massimo per come ci viene mostrato!
Ad un certo punto pare di stare a guardare la brutta copia di "la febbre del sabato sera"!
La colonna sonora fa schifo, la fotografia pure...salvo solo la testa tagliata nel finale ma il film non si può guardare!

76eric  @  18/09/2011 16:46:33
   6½ / 10
Fra tutti i film che hanno decretato la bella Jamie Lee come Scream Queen per eccellenza, questo è senza dubbio il meno riuscito.
Peccato perchè nonostante funzionino alcune inquadrature degli interminabili corridoi bui della scuola, la vendetta si consuma nell' ultima mezz' ora e non bisogna comunque aspettarsi chissà cosa. Alcuni effeti però non sono fatti male.
Un' occasione mancata, perchè mai come in questo caso nei film di genere da lei interpretati, Jamie è davvero in forma straordinaria, sprizza energia da tutti i pori nel recitare il ruolo della reginetta della scuola, in completa antitesi con la Laurie Strode timida ed impacciata che abbiamo visto nello splendido Halloween.
Nella prima ora, oltre alle solite zizzanie e gelosie fra teen-ager, si respira comunque quel filo di inquietudine, si cerca di depistare ( a parte che ad una prima visione è difficile capire chi.....) ed assistiamo ad una performance seriosa del mitico Leslie Nielsen nei panni del Preside dell' istituto, il quale se la cava alla grande...
Infine, dà un certo senso di disagio e potrebbe essere assai veritiero il vedere all' inizio i bambini della combriccola comportarsi in quel determinato modo verso la loro coetanea. Le brutalità di un' età innocente.......

Dei suoi film iniziali meno conosciuti, ho preferito il ritmo scandito dalla marcia del treno di Terror train ( tra l' altro dello stesso anno), però anche questo è meritevole della visione.

marfsime  @  12/11/2010 23:46:28
   4 / 10
Poco sangue..poca suspence..molta noia..il film si può riassumere così. Non succede nulla se non qualche omicidio qua e la negli ultimi 30 minuti..per il resto la pellicola è veramente noiosa e non ti prende mai..pessimo esempio di slasher.

BraineaterS  @  26/04/2010 22:27:05
   6 / 10
Sì, la traduzione italiana del titolo come al solito non c'entra un cavolo...
Il film non è proprio da buttar via: l'inizio promette bene, classici giochi tra bambini (con filastrocca) che fanno presagire il fattaccio, ma la parte centrale prende una piega troppo adolescenziale e quella che dovrebbe essere la parte horror è troppo veloce e poco sviluppata..anche se bisogna ammettere che qualche scena da salvare c'è!
Leslie Nielsen non si può sentire doppiato con quella voce..fa più ridere che con la voce di Frank Drebin!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

phemt  @  04/01/2010 19:43:00
   5 / 10
Tra i primi slasher movie a seguire la via illuminata qualche anno prima dall’Halloween Carpenteriano questo Prom Night (non voglio nemmeno considerare il titolo affibbiatogli dalla solerte distribuzione italiana) è uno slasher mediocre e poco convincente, blando e poco riuscito che non riesco nemmeno a rivalutare a posteriori pensando all’anno di uscita…

L’intro è ottimo e preannuncia un possibile piccolo gioiello ma purtroppo non è così… Si decide di optare per una profonda introspezione nella vita dei giovani e la scelta si rivela clamorosamente sbagliata…
Nella prima ora infatti non succede praticamente nulla, le caratterizzazioni psicologiche sono povere, il film manca completamente di mordente (e di colonna sonora), la tensione è perlopiù inesistente e annoia pure parecchio… Poi parte lo slasher e si vede qualche omicidio all’arma bianca che punisce chi fa sesso, un pochino di splatter, un qualcosa alla Carrie e un finale che non sorprende affatto anche perché per come era stata messa la storia uno solo poteva essere l’assassino (e penso che nessuno si sia fatto depistare dalla fuga del pazzo dall’ospedale psichiatrico)…

Nel cast la Curtis allora reduce dal ruolo di survivor girl in Halloween e Lesile Nielsen in un ruolo serio, poi il solito cast da anni 80…

Il problema è che se anche io che sono un nostalgico lo boccio vuol dire che vale davvero poco…
Il film darà vita poi ad una saga in cui ogni capitolo avrà poco a che vedere con il precedente (in uno però parteciperà addirittura Mr Michael Ironside) più uno sorta di remake (Che la fine abbia inizio) che onestamente è uscito addirittura peggio dell’originale (e non era facile)…

Invia una mail all'autore del commento giovanni79  @  28/12/2009 21:17:28
   5 / 10
Classico slasher-movie anni ottanta debitore in maniera massiccia del capostipite del genere, ovvero quel “Halloween” di John Carpenter dal quale “ruba” perfino la protagonista, una sempre brava (e bella) Jamie Lee Curits. Le situazioni sono sempre le medesime: omicida mascherato che svela il suo volto solo alla fine, il “body-count” dei ragazzi assassinati, la protagonista che, come sempre, sarà l’unica superstite. La curiosità è data dalla presenza nel cast di Leslie Nielsen questa volta impegnato in un ruolo assolutamente drammatico. Il film ebbe un notevole (ed inspiegabile) successo negli USA e vanta ben 4 seguiti ufficiali tutti inediti in Italia, eccezion fatta per il secondo.

DarkRareMirko  @  06/12/2009 00:31:53
   7½ / 10
Non un capolavoro, ma ad ogni modo un film buono nel suo genere, sorretto da 2 grandi mostri sacri, ossia Jamie Lee Curtis, nel suo solito ruolo da slasher anni 80 (non dimentichiamoci che in quegli anni, oltre lo storico Halloween, ella interpretò anche Terror train), e Leslie Nielsen, che a dir la verità non è che lo si veda tanto nel film, ma fà ad ogni modo piacere notare che anche in ruoli seri/drammatici come attore se la cava sempre egregiamente.

Discreti gli sfx, riuscita la figura del killer con la strana voce che tutto sommato agisce comunque in modo comprensibile visto ciò che accade nell'inizio e nel finale, crudelissima la sequenza dell'uccisione della fidanzata del tipo nel furgone - subito dopo che questo ci ha fatto del sesso peraltro, perdindirindina!!! - per uno slasher divenuto ormai cult, citato anche in successoni quale Scream.

Seguiranno altri 3 film ed un remake (da noi conosciuto come Che la fine abbia inizio).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  24/07/2009 21:57:52
   2 / 10
Uno dei peggiori horror della mia vita, una cosa orribile veramente, se questo film si chiama horror allora siamo messi bene, l'unica cosa che non fa tracollare il film all'uno e il finale che mi ha sorpreso abbastanza, ma il resto e da buttare nell'immondizia, vi giuro che tranne il finale non succede praticamente niente: tensione zero, sangue minimo si insomma uno skifo.
Da eliminare.

GodzillaZ  @  28/02/2009 14:44:05
   5 / 10
La storia non sarebbe male.
C' è pure qualche bella idea.
Il problema è che la noia vince prima che cominci "l' azione"...
si insiste troppo sulla vita normale dei ragazzi (sembra di vedere Beverly Hills anni 80...), una scena di un quarto d' ora x il balletto della Curtis (brava cmq).
Alla fine si risolve tutto in pochi minuti abbastanza deludenti.

HGWells  @  10/03/2008 17:06:40
   4½ / 10
L'inizio è promettente. Poi c'è un'ora buona di caz.zate, tra scene di ballo e battute idiote. Ecco che arriva 'sto killer mascherato e fa fuori un po' di gente. Ormai però la noia si è imposessata dello spettatore, e sarà molto difficile esorcizzarla. Splatter quasi del tutto assente: forse l'unica scena degna di nota è una decapitazione fatta piuttosto bene. Anche l'identità del serial killer è troppo prevedibile. Nulla di interessante.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  27/02/2008 14:56:26
   3 / 10
salvo solo un inizio con tensione ben dosata e flash ben realizzati...poi il nulla!
per un'ora non si capisce se si tratta di un horror o una commedia sui giovani del tempo!
la cosa piu sorprendente del film è vedere Nielsen in un ruolo drammatico...
pessimo

statididiso  @  27/02/2008 10:26:23
   2½ / 10
decisamente insufficiente, nonostante la presenza della "scream queen" (non menziono Leslie Nielsen perché è riuscito a farmi ridere anche in questo film). non vi perdete niente, anzi ne guadagnate in salute... il solito titolo messo a ca*°o!!! L

voto: 2,5

private_joker  @  25/09/2007 16:39:51
   6½ / 10
Uno slasher movie molto simile a tanti altri, ma che comunque si merita la sufficienza.

P.S.: fa un certo effetto vedere Leslie Nielsen interpretare un ruolo "serio"...

FedericoBlasco  @  16/10/2006 13:05:01
   4½ / 10
Mah...un filmetto fatto tanto per guadagnare qualcosa.
Non c'è originalità,poco suspence e una trama un pò banale.Il solito assassino di turno,in un quasi cortometraggio che dalla copertina sembra chissachè

bussisotto  @  11/10/2006 15:20:35
   6 / 10
Un cult degli anni '80, interpretato da una brava (ma sprecata) Jamie Lee Curtis, all'epoca regina dell' horror-thriller. Uno slasher privo di veri grandi momenti di tensione e abbastanza prevedibile, ma che è stato preso spesso come punto di riferimento per molte pellicole del genere.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008770 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net