transcendence regia di Wally Pfister USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

transcendence (2014)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film TRANSCENDENCE

Titolo Originale: TRANSCENDENCE

RegiaWally Pfister

InterpretiJohnny Depp, Paul Bettany, Rebecca Hall, Morgan Freeman, Kate Mara, Cillian Murphy, Clifton Collins Jr., Cole Hauser, Josh Stewart, Olivia Dudley, Falk Hentschel, Cory Hardrict, Wallace Langham, Dennis Keiffer

Durata: h 1.59
NazionalitàUSA 2014
Generefantascienza
Al cinema nell'Aprile 2014

•  Altri film di Wally Pfister

Trama del film Transcendence

Il dottor Will Caster (Johnny Depp) Ŕ il pi¨ importante ricercatore nel campo dell'intelligenza artificiale e lavora alla creazione di una macchina senziente che combini l'intelligenza collettiva di tutto ci˛ che Ŕ conosciuto con l'intera gamma delle emozioni umane. I suoi controversi esperimenti lo hanno reso famoso, ma lo hanno fatto diventare anche il bersaglio principale di un gruppo di terroristi contrari alla tecnologia, pronti a tutto pur di fermarlo. Ma nel loro tentativo di annientare Will, gli estremisti stessi diventano involontariamente coloro che lo spingeranno al successo-diventare parte della sua stessa trascendenza. Per sua moglie Evelyn (Rebecca Hall) e il suo migliore amico Max Waters (Paul Bettany), entrambi ricercatori, il problema non Ŕ se possono andare avanti... ma se sia giusto farlo. Le loro peggiori paure diventano realtÓ quando la sete di conoscenza di Will sembra trasformarsi in una ossessiva ricerca di potere, di cui non si conosce la fine. L'unica cosa che Ŕ terribilmente chiara Ŕ che forse non c'Ŕ modo di fermarlo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,81 / 10 (66 voti)5,81Grafico
Voto Recensore:   6,00 / 10  6,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Transcendence, 66 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  16/04/2019 18:58:42
   5 / 10
Filmetto cyberpunk dalle buone potenzialità rimaste però quasi totalmente inespresse.
Non brutto ma superficiale e, in alcuni momenti, noioso.

Kit Carson  @  20/10/2017 18:35:22
   4½ / 10
Intelligenza Artificiale, altissima Tecnologia, rapporto Uomo-Macchina (chi controlla chi?), Supercomputers, superscienziati, Dio esiste? I temi trattati/trattabili da questo film sono di notevole interesse, e permettono una grande vastità di diramazioni ed implicazioni. Il cast è di tutto rispetto, anche se Depp più passa il tempo e più mi sembra la caricatura di se stesso.
Il problema è che mi sembra un film con tante idee ma tutte o sviluppate male o morte sul nascere. Invece di far appassionare o far riflettere annoia profondamente. Assolutamente deludente.

daniele64  @  07/03/2017 10:31:29
   6 / 10
Pellicola decisamente spiazzante perchè non ti lascia mai la certezza di comprendere ( sino alla fine e pure oltre ... ) da quale parte stia il Bene e da quale il Male . Da questo punto di vista non è male e fa riflettere , però ci sono anche evidenti incongruenze che fanno dubitare delle capacità degli sceneggiatori . Possibile che venga costruito un mega laboratorio nel deserto e per 2 anni ( !! ) Governo , CIA, FBI e quant'altro non se ne accorgano ? E' logica un'alleanza tra forze governative ( 5 soldati e due cannoncini !! ) e terrorristi neoluddisti ?? Alcune situazioni sono davvero un po' troppo esagerate , come gli oggetti ed i tessuti umani che si ricostruiscono da soli in pochi secondi grazie alle nanotecnologie ... Insomma secondo me si sono scelte delle soluzioni molto poco attendibili . Anche il mega cast non è azzeccatissimo : Depp compare solo pochi minuti , la Hall non convince del tutto , Bettany va un po' meglio , mentre Freeman e Murphy sono sprecati con le loro particine . Un film complesso , che poteva venire decisamente meglio ma che fa preoccupare ... Del resto , è normale avere paura di quello che non riusciamo a capire ...

LucaT  @  03/03/2017 12:48:18
   3½ / 10
il film racconta un'idea gia vista in altri contesti
e la sviluppa comunque male
sembra una partita di tennis con situazioni troppo all'estremo
a volte di qua con sentimentalismo speranza ecc al limite
a volte di la costringendo lo spettatore a dubitare di ogni cosa o no
cose e buoni che sembrano cattivi e viceversa e ancora al contrario e cosi via
molte cose sono senza un concetto reale nonostante il tema trattato
e un finale forzato e a senso unico

un film che guardi e ti piace per un po
poi finito storci il naso e poi lo dimentichi

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  08/06/2016 14:42:57
   6 / 10
Non so, film che effettivamente fa riflettere ma che sembra incompiuto. Ricorda vagamente il tagliaerbe, con effetti speciali moderni ma con scarso phatos.
Bene freeman, non giudicabile Depp...recita si e no 15 minuti.
Sufficiente. 6

Beefheart  @  07/01/2016 14:17:31
   5½ / 10
Un po Frankenstein, un po Pet Semetary, un po Tagliaerbe, un po Ultracorpi...
Film dalle grosse pretese, pure troppo, che finalmente vede un Johnny Depp decente (ma non di più) anche al di fuori dei panni del pagliaccio. Li per li non riuscivo a cerderci!
Film che scomoda concetti e riflessioni decisamente fuori dalla portata hollywoodiana, ed ecco, puntuali, goffaggini, sentimentalismi, pretese, paradossi e catastrofismi spuntare qua e la incontenibili e fisiologici.
Non orribilissimo ma nemmeno imperdibile.

Fratuck89  @  05/01/2016 23:59:08
   9½ / 10
Non do 10 perchè si poteva evitare di aggiungere scene d'azione, inserite per paura che il film risultasse troppo piatto e poco stimolante.
E' senza dubbio uno dei film più riflessivi che abbia mai visto, sono rimasto incollato allo schermo per tutta la durata e speravo che il film non finisse.
Fino alla fine non si riesce a prendere una posizione personale sulla vicenda, si fatica a capire, ci si spaventa perchè non si capisce e quindi ad un certo punto si fatica a riconoscere i buoni dai cattivi. Tratta un tema, quello della coscienza che è certamente un tema delicato, che non si può banalizzare o prendere sotto gamba, ma è un tema che va sviluppato con senso logico, con intelligenza.
I fil spesso sono passatempi durante cui spegnere il cervello, in questo caso non è così. Non c'è azione, grazie a Dio e non è un'americanata. A mio giudizio è anche piuttosto commovente, soprattutto nel finale. Gli attori hanno fatto il loro lavoro, spunti interessanti per la fotografia e sceneggiatura ben sviluppata, trama avvincente, tematica interessantissima.
Pecato per alcune scene di violenza di cui ormai ho fatto overdose e che non riesco più a sopportare, un pò di serietà finalmente.

maitton  @  29/11/2015 21:45:37
   3½ / 10
il film Ŕ chiaramente troppo per una piccola mente come la mia, per˛ lasciatemelo dire: personalmente, Ŕ uno dei film pi¨ brutti che abbia mai visto.
ma brutto brutto.

Light-Alex  @  30/08/2015 11:37:36
   6 / 10
Questo film sceglie di battere la tematica della trascendenza umana in macchina, inizialmente in modo interessante per poi sfociare presto però nell'action-movie, perdendo di fatto moltissimo in termini di sviluppi psicologici, etici e in generale in termini di riflessione.

Le ripercussioni di una tale deriva dell'umanità vengono solo accennate, ma pochissimo scavate a fondo.
Ne deriva un film che parte bene, ma poi si appiattisce nel canovaccio già noto del super computer vs gli umani.

La parte finale tra esplosioni e sparatorie mi ha veramente poco entusiasmato. Mi aspettavo qualcosa di diverso, mi aspettavo un prodotto un po' più raffinato, invece devo catalogarlo come un filmetto d'azione con qua e là qualche riflessione indotta più dalle tematiche in sé per sé presenti che dalla bravura di sceneggiatori e regista.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  29/07/2015 18:19:31
   6½ / 10
Il film mostra come nell'epoca attuale, quella successiva alla morte di Dio, il rimedio cui l'umanità fa affidamento è la tecnica, nello specifico la tecnoscienza.
L'idea di fondo è abbastanza buona, lo svolgimento un po' meno. Guardabile.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  24/06/2015 23:53:31
   5 / 10
Festival di luoghi comuni su un argomento fintamente nuovo. Nonostante il budget, a volte l'impressione è di una produzione televisiva. Johnny Depp inoltre mi è parso del tutto fuori parte. Unica nota positiva, l'ambiguità di (quasi) tutti i personaggi. Peccato perchè qualcosa di nuovo si poteva dire sull'argomento intelligenza artificiale e la singolarità.

Atrey  @  17/06/2015 18:22:48
   7 / 10
Film con buonissimi contenuti e bellissima trama... Consigliato!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  27/05/2015 12:31:25
   5½ / 10
Il soggetto poteva offrire un fanta/thriller interessante con nozioni di alta tecnologia e con buona dose di suspence. Del resto speravo che il regista si fosse fatto le ossa dietro Nolan...
Invece dopo un buon inizio il film cala proprio quando viene alla luce il "nuovo" Johnny Depp diventando noioso e con il legame affettivo che prende il sopravvento su tutto.
Facilmente dimenticabile malgrado i buoni propositi.

demarch  @  23/05/2015 19:02:54
   5 / 10
Do questo voto perche'il film e'molto lento e dopo un po'diventa difficile restare attenti. Concordo con chi dice che l'idea di base e'ottima, ma la regia non e'il massimo e gli attori sono parecchio piatti e svogliati (tranne Bettany e Hall).

marfsime  @  08/05/2015 23:23:38
   6 / 10
Insomma strappa una sufficienza stiracchiata a mio avviso..ma niente più. Tema scottante e molto moralistico..però per gran parte della pellicola prevale la noia. L'impressione è che la carne a fuoco fosse un po troppa ed alla fine il film risulta essere pesantuccio in più punti. Si può guardare ma senza aspettarsi grandi cose.

Vlad Utosh  @  29/04/2015 18:06:58
   7½ / 10
Un brillante scienziato, grazie al suo talento e ad una concomitanza di eventi, trascende la sua mente oltre i limiti umani tramite i progressi della tecnologia… la singolarità è vicina.
Film attuale più che mai, ora che i calcolatori diventano sempre più potenti e milionari investono tempo e ricchezze in sogni di immortalità(o meglio longevità estrema) per mezzo di diversi viatici, fra cui il trasferimento della mente su un computer.
La questione etica e le paure sono preponderanti, ma anche il dilemma "Sarei ancora io, una volta morto il corpo fisico e acceso il processore ove sono copiati i miei ricordi e personalità? Sarà come risvegliarsi da un sonno senza sogni dopo una consueta nottata?" è affrontato dal film ed espone la sua chiave di lettura

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Siamo a livelli estremi, ma un'entità capace di copiare se stessa miriadi di volte, mutaforma grazie alle nanotecnologie, in grado di essere ovunque e che ha solo come limite alla sua espansione l'invalicabile velocità della luce, potrebbe essere considerata una divinità? (quesito già espresso da altri utenti)
Sicuramente agli occhi di un'ipotetica civiltà poco evoluta, si.
Transcendence non è esente da difetti: il ritmo narrativo non è certo trascendentale e gli attori non mi hanno convinto appieno, a partire da Depp a tratti passivo(quando in realtà il suo personaggio si da un gran da fare per se stesso e per il pianeta) e un Freeman poco sfruttato.
Tuttavia va premiato il contenuto, ciò che il film trasmette e le riflessioni che ne conseguono.
Molto buona la fotografia.
Concludo con un passaggio del libro "La singolarità è vicina" di Kurzweil - Alla fine, l'intero universo verrà saturato dalla nostra intelligenza. Questo è il destino dell'universo. Determineremo il nostro stesso destino, invece di lasciare che sia determinato dalle attuali forze "stupide" , semplici, simili a macchine che governano la meccanica celeste-
Considerazioni troppo ottimistiche? Forse.

Giovans91  @  23/04/2015 13:18:41
   7½ / 10
Transcendence segna l'esordio alle regia del premio Oscar per la fotografia Wally Pfister (Inception, The Dark Knight) che attraverso la sceneggiatura di Jack Paglen propone una pellicola che miscela la storia d'amore al thriller fantascientifico.
Seppur la chiave di lettura sia piuttosto nota, al film va il merito di essere riuscito a passare da un registro all'altro mantenendo costante il filone portante della storia, l'amore tragico, e il dibattito tra ciò che è l'evoluzione umana e quella scientifica.
Il cast è composto da grandi nomi, Johnny Depp, Rebecca Hall, Paul Bettany, Morgan Freeman, Cillian Murphy e Kate Mara.
Transcendence è un ottimo esordio alla regia che porta sullo schermo il più reale dei dibattiti etico-intellettuale, su cui si confrontano gli studiosi e l'azione dell'intrattenimento il cui nodo centrale è il sentimento ma anche grandi effetti visivi.
Un film sottovalutato. Merita di essere visto.

sim2704  @  11/04/2015 14:07:35
   5 / 10
storia poco originale e sviluppata male. Johnny Depp sprecato in quel ruolo

calso  @  15/01/2015 21:58:20
   5 / 10
Il film inizia bene...storia di uno scienziato con una visione futuristica del mondo.. un attentato fa sì che rischi la vita ma le macchine permettono di tenerlo in vita ma il desiderio di onnipotenza renderà difficile lo sviluppo degli eventi

Benfas  @  12/01/2015 19:38:19
   4 / 10
Wally Pfister molto meglio come direttore alla fotografia che come regista, è incredibile quanto ha reso noioso un argomento come l'intelligenza artificiale, non ci sono spunti, non c'è brio, è stato difficile arrivare alla fine, ho dovuto diluirlo in tre parti per poterlo visionare tutto, beninteso, avevo quasi deciso di non vederlo ma per comprenderlo a pieno dovevo vederlo tutto, non lo consiglio a nessuno a meno che non abbiate problemi di sonno.
Peccato, l'argomento era interessante...

corey  @  08/01/2015 22:52:05
   7 / 10
Argomento sempre affascinante quello dell'intelligenza artificiale qui sviluppata nella sua componente trascendente come da titolo e di singolarità.. Il cast è buono ma forse non sfruttato al massimo delle sue potenzialità, il finale è un po' da libro cuore ma ci sta, forse si poteva sviluppare più a fondo l'interessante argomento ma magari non c'era l'intenzione di farlo fin dall'inizio.. Probabilmente il progresso raccontato nel film non sarà mai raggiunto, sicuramente però la tecnologia e la ricerca non si fermeranno mai e chiedersi se tutto ciò sia eticamente ammissibile diventerà sempre più difficile

BuDuS  @  30/12/2014 20:46:24
   5½ / 10
Temo non arrivi alla sufficienza.

Si può guardare, ma solo se non lo si paga, giusto come passatempo se non c'è di meglio.

Ed e' un peccato perché, tutto sommato, è abbastanza originale e, se l'idea veniva sviluppata meglio/diversamente, poteva essere un'ottimo film, perché comunque Depp è bravo, non è colpa sua per la scarsa riuscita del film.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  23/12/2014 16:15:01
   4½ / 10
La partenza è di quelle a razzo, ma lo svolgimento è davvero penoso. Una buona idea buttata al vento...

canepazzotanner  @  22/12/2014 08:52:29
   7 / 10
A me non e dispiaciuto un po lento fose si ma non annoia.
Trama interessante e ambiziosa accompagnata da una bella colonna sonora .
Nel complesso buon triller fantascientifico

metal_psyche  @  05/12/2014 21:04:38
   4 / 10
Veramente brutto.

Ma poi il finale...davvero, è stato massacrante. La parte peggiore del film. Venti minuti a rilento in cui non succede nulla.

Vivamente sconsigliato.

Mi dispiace per la presenza di Cylian Murphy, uno che ritengo un grande attore. Ma cosa ci fa qui? Non ha praticamente ruolo, non fa nulla!

Alex22g  @  23/11/2014 08:25:26
   9 / 10
Personalmente mi è piaciuto parecchio . ne avevo sentite di tutti i colori su questo film (ed è stato un quasi flop anche al botteghino da come ho letto) ma mi ha intrattenuto piacevolmente , con diversi spunti interessanti. Certo che l idea di base è troppo ambiziosa, specie per un regista alla sua prima opera come Pfister, ma comunque la regia, le musiche ed il cast sono molto buone. Lo script ha qualche falla, ma quale film di fantascienza non ne ha? ricordiamo che qui lo scopo è intrattenere e giustificare laddove possibile i concetti del film . Paul Bettany e Rebecca Hall notevoli (come sempre ) Depp in parte e Freeman poco sfruttato ma sempre piacevole . Finale davvero ottimo e coraggioso (come l 'intero film per me ) . Sicuramente non merita una media voti cosi'bassa per quanto mi riguarda .

wuwazz  @  23/11/2014 00:52:51
   3 / 10
Questo film è stato principalmente concepito per fare entrare un po' di soldi in tasca a tanti attori di livello medio (Johnny e Morgan si avviano verso una disastrosa vecchiaia, dove il primo avrà sempre dei ruoli da personaggio imbolsito - mezzo ubriaco - dalla parlata biascicata, a ricordare a tutti che una volta Fu il capitano Jack Sparrow, e il secondo sarà il narratore di national geographic capace di dispensare solo didascaliche spiegazioni al limite della plausibilità.
Per Cillian Murphy invece: Cillian, ma che caxxo stai facendo?) ed annoiare il pubblico con una storia banale e mai coinvolgente.

Risparmiate due ore della vostra vita e fate finta che non esista, non foraggiate questo aborto e questo meccanismo cinematografico del "anche se non ho idee, ci metto un minestrone di nomi e volti noti, qualche effetto speciale low budget - che lo spettatore medio invece scambierà per super effetto speciale - e mi poto a casa la pagnotta"

Trixter  @  15/11/2014 22:07:21
   5 / 10
Come già sostenuto da altri commentatori, il film, di partenza, ha un soggetto ambizioso e potente, purtroppo mal gestito da una sceneggiatura un pò sciatta ed una regia piuttosto timida e soporifera. Visto il cast a disposizione, Transcendence ha il sapore di un'occasione sprecata. Partenza col botto, infatti, ma poi.... davvero poco o nulla. Già non sono un amante della fantascienza, ma 'sto film di sicuro ha rappresentato, anche sotto altri aspetti, una mezza delusione.

marcogiannelli  @  15/11/2014 09:07:17
   5 / 10
In alcuni momenti pensi "ehi sta per succedere qualcosa", "adesso lui cercherà di manipolare ecc.", "vuoi vedere che.."..ma non succede nulla, e la buona idea di partenza diventa un bluff pazzesco...io non mi addormento mai, ma durante questo film mi sono appisolato più volte

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  09/11/2014 16:25:58
   4 / 10
Idea di partenza buona ma realizzata in pessimo modo. Delusione, soprattutto per la presenza di Johnny Depp!

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  04/11/2014 10:23:20
   4½ / 10
POTEVA ESSERE 100 VOLTE MIGLIORE!!
AVREI DELLE IDEE PER RENDERLO UN TOP FILM!!!

TheLory  @  01/11/2014 13:47:05
   5½ / 10
Potessi bruciare all'inferno, filmaccio brutto e cattivo.
Cioè non che sia l'ebola sto film, ma parte che pare voglia scandagliare il lato oscuro della testa tonda di johnny depp, delle potenzialità inespresse della mente umana, poi invece vira verso una love story bislacca.
Peccato, grande occasione sprecata, ma dormo lo stesso.

vale1984  @  17/10/2014 15:09:37
   6 / 10
Lui è come sempre molto bravo ma il film non è granché...c'erano aspetti davvero interessanti che non sono stati indagati mentre l'amore è stato troppo messo al centro di tutto. Insomma...

luis 98  @  09/10/2014 23:01:54
   6 / 10
Transcendence poteva essere un capolavoro ma purtroppo le 2 ore del film non passano molto velocemente anzi in alcuni momenti diventa pesante da vedere, e questo è un peccato perche l'idea del film è ottima e anche spiegata bene purtroppo manca un po d'azione che avrebbe giovato moltissimo ha questo film .

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Garal  @  01/10/2014 14:22:26
   7 / 10
Beh, rientra in quella categoria di film che sorprendono dopo aver visto gli anonimi trailer. Quasi due ore di film che non stufano tutto sommato, anche se un pò più di azione e avvenimenti avrebbero solo giovato. Nulla di nuovo nella trama, anche se alcune idee mi sono piaciute molto, e avrebbero meritato più enfasi. Cast buono, (anche se Deep lo vedo meglio nei ruoli di pazzo)mi sono piaciute molto le interpretazioni di Rebecca Hall e di Paul Bettany, davvero bravi in fatto di drammaticità, che molti attori/ici celeberrimi si sognano.
Francamente non ho notato il low budget citato da molti utenti, forse allora è proprio quella la causa della mancanza di più scene d'azione....
In definitiva un film che nella prima parte non è particolarmente esaltante, ma nella seconda si riprende bene, per concludere con un finale commovente e riflessivo che avrebbe meritato più attenzione.
Da vedere volentieri (soprattutto per la seconda parte di film) e poteva essere anche migliore.

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  15/09/2014 16:17:21
   6 / 10
Film di fantascienza che si spinge sulla conquista del mondo di un'intelligenza artificiale.
Forse la mancanza di budget l han reso un pò "debole" in alcune sue parti, peccato si poteva decisamente fare di meglio.

albert74  @  14/09/2014 02:03:28
   5½ / 10
il regista, per motivi che ignoro, si è arrischiato a trattare un tema molto complicato, direi quasi azzardato: il transumanesimo.
detto in parole povere si tratta di una filosofia secondo la quale la tecnologia combinata all'uso della cibernetica e dell'informatica dovrà aiutare l'uomo a superare i limiti della propria esistenza ponendo le basi per il superamento sia della vecchiaia che della malattia e portando, di fatto, ad una condizione auspicabile di post umanità. L'uomo supera le barriere fisiche del proprio corpo per porsi in una condizione di pura essenza, quasi divina.
Come si vede è una questione particolare che non può essere affrontata senza porre delle basi sia nel montaggio che nel testo di un film che ne tratti.

temi simili furono affrontati nei manga giapponesi (in alcuni), in matrix (realtà virtuale volta a nascondere la vera realtà umana assoggettata al controllo di macchine) e, mi sembra, nel tagliaerbe e in un altro film poco conosciuto chiamato killer machine in cui un uomo dopo la sua morte sulla sedia elettrica riesce a penetrare in una rete di pc divenendo di fatto virtuale e immortale.

insomma ci sono stati diversi esempi cinematografici ma la cosa che ha dell'assurdo è aver trattato, in questo film il transumanesimo in maniera talmente superficiale da risultare scialbo.
i personaggi sono piatti quindi non coinvolgono, il tema mischia la trascendenza umana (da cui il titolo del film) a concezioni ottocentesche e romantiche, al gotico (i riferimenti a frankenstein non sono poi tanto sottili), alla storia d'amore e ad un modo semplicistico di affrontare il tema buttando lì frasi del tipo "la gente ha paura di ciò che non conosce", una massima che sicuramente meritava un approfondimento maggiore.
insomma, un film sprecato, che si dimentica subito e con un Jonny Deep svogliato. sembra voglia decollare ma non decolla mai anzi si ammoscia minuto dopo minuto. Non c'è mai quel momento clou, quella scena particolare, quel colpo di scena, quella tensione. alla fine i due protagonisti, novelli giulietta e romeo, vanno incontro ad un epilogo che dovrebbe essere drammatico ma che fa tirare un sospiro di sollievo per potersi finalmente alzare dalla poltrona e prendere una boccata d'aria, dopo tanto sonno.
ad un certo punto ho stentato a tenere gli occhi aperti.
anche dal punto di vista degli effetti speciali nulla di speciale.
ambientazioni scialbe, tema centrale trattato in maniera superficiale.
un film mediocre.

peccato

Jumpy  @  11/09/2014 22:54:31
   6 / 10
Il film tira in ballo un argomento non originalissimo, ma presentato, almeno nella prima mezz'ora, in modo molto accattivante e stimolante.
Dopo un inizio, sinceramente, che mi ha preso molto, e, in particolare...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
... il film si sgonfia, perdendo progressivamente struttura, come se il regista si "annoiasse" di andare avanti e già avesse esaurito le idee.

Lascia aperti interrogativi e questioni, un po' come She/Lei

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

In poche parole, fa riflettere, ma cinematograficamente non mi è sembrato molto riuscito.

Alex2782  @  07/09/2014 22:20:03
   5 / 10
Trama molto interessante, pellicola troppo lenta con un jhonny depp sempre più ingessato.
È come se il film , non facendoti capire se la linea fosse buonista o meno, perdesse di vita rendendolo a sua volta lento e poco accattivante.
Peccato.

francescog91  @  09/08/2014 06:11:33
   7½ / 10
Onestamente, vedendo il trailer, il film non mi ispirava granché. Mi sembrava un po' troppo esagerato ed eccessivo, vedevo un uomo la cui mente veniva trasferita su internet... e poi finiva col ricostruire pannelli solari con delle non meglio identificate particelle nere. Il gap tra questi due passaggi semplicemente mi sembrava assurdo.
Dopo aver visto il film, questo ultimo aspetto continua a non tornarmi chiaro, ma in compenso ho visto tanti altri aspetti che invece mi sono piaciuti non poco.
Innanzi tutto il tema principale è molto interessante ed affascinante, non è la prima volta che viene trattato anche perché la paura dell'uomo nei confronti della tecnologia è tema culturale e letterario già da tempo (Issac Asimov docet), ma in questo film è trattato davvero molto bene, secondo me e si parla di un aspetto in particolare che in un futuro neanche troppo lontano, potrebbe riguardarci molto, molto da vicino.
Certo, i difetti non mancano, è un po' troppo lento, alcune interpretazioni non mi hanno convinto (compreso quella di Depp, che tra l'altro è uno dei miei attori preferiti), la regia non ha molti aspetti rimarcabili (giusto qualche spunto), ma la storia e soprattutto tutti i messaggi che vi sono dietro, beh questi si che sono rimarcabili.
Sono diversi gli aspetti che mi son piaciuti, ma la cosa che più ho apprezzato è...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Non posso dare un brutto voto ad un film che mi ha fatto tanto riflettere, ad un film che non può assolutamente essere definito vuoto o stupido.
Certo, se quei difetti non ci fossero stati sarebbe potuto essere molto meglio, ma non si può avere tutto dalla vita.

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/09/2014 02.05.01
Visualizza / Rispondi al commento
MonkeyIsland  @  24/07/2014 18:27:48
   6 / 10
Il tema è interessante la pellicola un po' meno per colpa di un inspiegabile flessione nella seconda parte che preme troppo sull'acceleratore e imbocca la strada dell'ovvietà.
Non male gli interpreti secondari come la Hall o Bettany al contrario Depp è ingessato e sta subendo un'involuzione pazzesca a livello recitativo tant'è che mi chiedo come fa a scucire ancora alle produzioni degli ingaggi faraonici.
Comunque la visione è piacevole ma l'impressione di aver buttato via un enorme potenziale è la sensazione che si avverte una volta conclusa la pellicola.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/07/2014 21:33:46
   5½ / 10
Transcendence non è un bruttissimo film ma non è, volendo usareun eufemismo, un'intelligenza artificiale capace di gestire la gran quantita di tematiche che sta al suo interno, tutte legate alla tecnologia, al suo sviluppo e alla sua profonda influenza sul quotidiano, all'intelligenza artificiale.
Di fronte a delle premesse molto affascinanti, ognuna delle quali un soggetto a parte per un film, Transcendence ha la pecca maggiore di rimanere incatenato alla superficialità proprio per la sua stessa ambizione. Nulla da dire dal punto di vista tecnico, estremamente curato e qualitativamente ottimo, interessante inoltre una certa ambiguità nei personaggi che genera un certo spaesamento nella visione nella sua volontà di superare una divisione manichea tra buoni e cattivi tout court. La sensazione tuttavia è quella di un film che non riesce a spiccare il volo.

Luca401  @  03/07/2014 16:58:14
   7 / 10
E' un buon film!!

Regista Ricky  @  25/05/2014 00:01:23
   6½ / 10
Non un capolavoro, ok. Si poteva fare meglio, si.
Ma nel complesso non mi ha deluso.
Parte da un presupposto intelligente, la possibilità di avere una macchina pensante e con coscienza di sé.
Cosa è mancato? riuscire a tenere alta la tensiome fino alla fine.
Fosse durato qualche minuto in meno forse mi sarebbe piaciuto molto di più.

Febrisio  @  22/05/2014 16:21:24
   4½ / 10
Colpito dal trailer, anch'esso lughissimo, che svela tutto quanto, il film diventa soporifero. È la prima volta che stavo per addormentarmi al cinema. Non accade nulla di quello che avevi già pensato. Discorsi privi di carisma, o qualsiasi altro sentimento più elaborato. Delusione transcendentale.

bm_91  @  15/05/2014 19:20:29
   4½ / 10
All'inizio l'ho trovato molto coinvolgente, poi è diventato un crescendo di inutilità e noia. Sarà che essendo in mezzo al campo scientifico certe cose le ho trovate davvero da fantascienza.

Filmaniac  @  13/05/2014 20:05:04
   7 / 10
Film non particolarmente dalle grande emozioni, ma che regala spunti di riflessioni sulle potenzialità della nostra mente, e fin dove l'innovazione tecnologica debba considerarsi eticamente corretta, L'uomo diventa una macchina, la macchina diviene uomo.

CavaliereOscuro  @  10/05/2014 12:57:11
   5½ / 10
Spunto interessante ma non originale. Date le circostanze si poteva fare meglio e invece si è di fronte ad una storia pasticciata ed esagerata. Lento e noiosa la prima metà. Depp apatico. Si salva qualche effetto speciale. Dimenticabile.

senseiken  @  10/05/2014 08:11:50
   4½ / 10
Lá dove termina Il tagliaerbe, inizia questo Transcendence.

Tralasciando le assurditá tecno-climatiche (in fondo é un film fantastico) ció che lascia l'amaro in bocca é la superficialitá con cui é trattato il tema oltre a un Johnny Depp stavolta piuttosto sciatto, almeno nella sua interpretazione "umana".

Buba Smith  @  02/05/2014 23:44:18
   5 / 10
Nulla di chŔ, abbastanza noioso, e non ci si perde proprio nulla.

francesca2014  @  01/05/2014 08:10:46
   7½ / 10
personalmente l'ho trovato interessante e inquietante se pensiamo che in un futuro non troppo lontano non è impossibile che l'essere umano cerchi di raggiungere l'eternità e l'immortalità sotto questa forma. La cosa che non mi ha convinto è l'interpretazione di Deep, un pò piatta per me.

Manticora  @  30/04/2014 18:49:29
   6½ / 10
il direttore della fotografia Wally Pfister approccia questa sceneggiatura in maniera discreta ma non eccezionale, certo Pfister non è Nolan è si vede, a parte la fotografia ottima, e gli effetti speciali la storia è a tratti classica, anche prevedibile ma soprattutto la seconda parte preme troppo sull'acceleratore. La temativa della trascendenza e delle inteligenze artificiali è invece interessante, ben sviluppata. Certo gli antitecnologici mi sono risultati antipatici, considerando che praticamente sono i responsabili della trascendenza dato che uccidono Caster. Gli interpreti sono all'altezza ma certo la prova attoriale di ciascuno non è da oscar, Jhonny Depp passabile, ma poco espressivo, Rebecca Hall invece è perfettamente calata nella parte, Morgan Freeman invecchia bene, Paul Bettany idem, mentre Kate Mara è discreta, già vista in altri film.
Colonna sonora interessante, purtroppo il film si dilunga troppo, e soprattutto si conclude in maniera piuttosto prevedibile, mentre la trascendenza avrebbe potuto creare un dio benigno.

momo  @  28/04/2014 15:20:29
   7 / 10
"Nella futurologia, una singolarità tecnologica è un punto, previsto nello sviluppo di una civilizzazione, dove il progresso tecnologico accelera oltre la capacità di comprendere e prevedere degli esseri umani moderni." La voce di Wikipedia da un'ottima chiave di lettura al film, che tratta un tema nuovo e per questo parte in vantaggio. Tuttavia la trattazione non mi è piaciuta molto l'assioma fondamentale su cui si basa il film è che "tutto è possibile" e per spiegarlo basta utilizzare a caso i seguenti termini "nanotecnologie", "codice sorgente", "processore quantistico", "trascendenza" . Per il resto non è un brutto film e la trama resta comunque valida è solo complessivamente poco convincente e secondo me è un po' al di sotto di lavori (vedi Jurassik Parck, Ghost in the Shell, Matrix) che trattano temi affini molto complicati ma con una bona base fantascientifica.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  25/04/2014 19:39:27
   5 / 10
Trascurabile filmetto americano dalle grande ambizioni e soprattutto intuizioni.
Il presupposto di un superuomo informatico poteva essere lo spunto di un'interessante analisi etica e filosofica sulle potenzialità della nostra mente.

Purtroppo però un pò attori non particolarmente esaltanti, un pò una regia abbastanza fiacca che non riesce a dare ritmo e soprattutto una sceneggiatura che nella seconda parte è totalmente fuori controllo fanno andare il film per la tangente perdendo qualsiasi contatto con la plausibilità e la coerenza narrativa.
Un film interessante che non interessa e non appassiona.

tarax  @  25/04/2014 02:23:31
   3 / 10
"Nell'ottobre del 2012 Johnny Depp entra in negoziazione per partecipare come protagonista nel film ed ottiene il ruolo con un compenso di 20 milioni di dollari più il 15% del botteghino mondiale della pellicola." Ora si capisce il perchè Johnny Depp ha partecipato a questa boiata di film (TRANSCENDENCE) XD

8 risposte al commento
Ultima risposta 26/04/2014 02.38.33
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  24/04/2014 09:31:17
   6 / 10
Tema trattato con eccessiva superficialitÓ.
Non eccelso dal punto di vista tecnico e livello di recitazione mediocre.

Eccellenti premesse sfruttate male.

Vedi recensione

2 risposte al commento
Ultima risposta 25/04/2014 11.24.55
Visualizza / Rispondi al commento
BrundleFly  @  23/04/2014 13:03:48
   6½ / 10
Un 6 politico. Il mezzo voto in più è per il piacere di aver rivisto finalmente Johnny Depp in un ruolo "normale", senza chili di trucco addosso o modificato con la computer graphics.
Il messaggio che vuol passare la pellicola è interessante, ma secondo me pecca di eccessi fantascientifici: considerando che è ambientato non troppo lontano dai giorni nostri, è, a parer mio, impensabile una tecnologia simile.
Una visione gliela si può anche dare, ma penso ce lo dimenticheremo tutti molto in fretta.

8 risposte al commento
Ultima risposta 24/04/2014 02.55.48
Visualizza / Rispondi al commento
_Hollow_  @  23/04/2014 01:53:21
   9 / 10
Allora, la regia è classica roba hollywoodiana. Di ricercatezze stilistiche non c'è traccia, l'unico motivo poetico da quel punto di vista son le classiche trovate americane di slow motion su dettagli come gocce e roba simile.
Il cast è non indifferente, basti pensare a Dio/Somerset, Depp, Spaventapasseri e tanti altri ... però di media si recita a porco. O almeno, il modo in cui il film è costruito da quell'impressione.
Si perché poi la storia narrata va avanti un po' a fatica, fa salire un po' la noia, da l'impressione che il film tenti sempre di decollare senza mai riuscirci.
E poi, soprattutto, c'è quel classico "effetto Nolan" di tristezza che pende come una spada di Damocle, quella pesantezza tragica opprimente di cui non si capisce sempre l'utilità (v. film di Batman confrontati ai vecchi di altri registi o ai lavori Marvel).
Tra l'altro dev'essere sempre tutto basato sulla stessa storiella d'amore melensa. Due tizi fighi e geniali che si ameranno per sempre bla bla bla.

Questi erano i lati negativi.

Però va detto, la sceneggiatura per molti altri aspetti non può lasciare indifferenti.
Innanzitutto, rispolvera temi vecchi (ma mai banali o superati) come quelli legati all'intelligenza artificiale, nanotecnologie, mind uploading, coscienza del sé, transumanesimo eccetera, eccetera. E non è mai un male, visto che da buona fantascienza temi legati all'etica filosofico/scientifica sono sempre attuali, anzi lo saranno probabilmente sempre più.
Secondariamente, lo fa appunto su un tema come quello del mind uploading fin'ora poco sfruttato e di nicchia. Potendo essere fatto (e teoricamente la comunità scientifica ne è piuttosto sicura), quali sarebbero le sue ripercussioni? Sarebbe vita? Si trasferirebbe l'originale o si creerebbe una copia? Sarebbe realmente "umano" o nel processo si perderebbe qualcosa (l'anima)? Come rapportare la vita biologica ad una sintetica ed immortale? Con le nostre protesi ecc non siamo già considerabili dei Cyborg?

Insomma un sacco di domande senza risposta, e nessuno ci garantisce che le risposte possano arrivare insieme alla possibilità di applicazione tecnologica. Nel film proprio questo si vede, un interrogativo irrisolto quando la scelta era già stata fatta. La filosofia che non è riuscita a stare dietro alla scienza.

E devo dire che lo fa anche molto bene, infatti sfido a prendere una posizione fino alla fine. Non è certo il caso, ad esempio, di VperVendetta (più fumetto che film), in cui l'ambiguità tra governo fascista e terrorista anarchico si risolve piuttosto in fretta dalla parte di V.
Anzi, in Transcendence alla fine è più facile ripudiarli, terroristi e governo. Come viene fatto notare all'inizio del film da Caster "pensano sia un pericolo per l'umanità, ma non si fanno problemi ad uccidere. Non proprio logico"; e fino alla fine rimarranno gli unici ad uccidere e usare violenza. Dall'altra parte, invece, c'è una perdita visibile di quella che noi definiamo "umanità", spaventosa fino al punto di arrivare a preferire quei terroristi ... ma mai violenza, solo "liberazione".

Ma da cosa? Questo è il punto centrale in tutto il film. La vera domanda è "hai coscienza del sé?" E l'unica risposta è "Non è una risposta semplice. Tu ce l'hai?". Come detto sempre da Caster alla conferenza, "Io non voglio cambiare il mondo. Mi accontenterei di capirlo." Penso sia piuttosto centrale, ed è un peccato snobbare il film senza riflettere su questi temi. Stiamo modificando il mondo e noi stessi, qualcosa che ancora non capiamo e conosciamo, in qualcos'altro di altrettanto sconosciuto. Ed è molto, molto pericoloso.

Il finale è molto bello, soprattutto se lo si considera come una risposta, non LA risposta


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Ovviamente non è detto che debba essere così. La giusta risposta finale potrebbe essere totalmente opposta.
Alla fine è un po' il vecchio problema buddhista (conseguimento del Nirvana distaccandosi dalle cose di questo mondo ... un po' come i Jedi di Star Wars, per intenderci), di cui lo stesso buddhismo zen si prende gioco con le sue solite massime: un monaco arriva in un villaggio, vede fiori sul ciglio di una casa e per curiosità si decide ad entrare. Dentro v'è una veglia funebre e amici piangono il morto. Il monaco, all'inizio impassibile, ad un certo punto inizia a sua volta a piangere. Allora una donna, sorpresa, gli chiede: "ma come, proprio lei piange, che dovrebbe essere distaccato da ogni cosa, anche dal dolore umano?" "Infatti è così che sono", risponde il monaco, "ed è proprio per questo che piango."

Trascendenza. Desiderabile o no? Il film ha il grande pregio di porre la domanda e non garantire una risposta (anzi come detto per far riflettere rimane volutamente ambiguo fino alla fine), anche se proprio alla fine sembra protendere per una risposta. Alla fine anche i buddhisti, pur creando massime con molta ironia, rimangono buddhisti. Ma è una loro caratteristica, perché il Buddha stesso disse: "Non credere a nulla, non importa dove l'hai letta o chi l'ha detto, neppure se l'ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile."
Penso che lo spirito del film sia lo stesso: l'importante è la domanda. E l'unica cosa che appare certa alla fine è: la violenza, in ogni caso, non è mai dalla parte della giustizia. Un bel messaggio alla fine.

Quindi in conclusione del malloppone (se siete riusciti a leggere tutto siete dei masochisti), un film tecnicamente discreto ma che dietro la propria sufficienza artistica lascia trasparire concetti piuttosto profondi e importanti. Il messaggio c'è eccome, e come ho detto a volte è lampante altre volte più nascosto sotto frasi ricorrenti o dette una sola volta sperando di non passare inosservate (e se l'han fatto complimenti allo spettatore, molto attento e intelligente devo dire). In ogni caso si lascia guardare bene e risulta piacevole e una buona esperienza nonostante un po' di pesantezza e noia.

Certo, se questi ultimi due fattori fossero stati avvertibili ma controbilanciati, oltre dal messaggio, anche dal valore artistico allora sarebbe stato un 10 ... ma saremmo a parlare di "Stalker".

6 risposte al commento
Ultima risposta 09/08/2014 11.59.47
Visualizza / Rispondi al commento
Elmatty  @  22/04/2014 18:31:31
   6 / 10
Pfister, il vecchio direttore della fotografia di Nolan, esordisce come regista con una trama che sarebbe un ottimo spunto per un film di Nolan con un solo risultato: Pfister non è Nolan e si vede chiaramente qui.
L'idea di base era molto incoraggiante per fare in modo che venisse fuori un capolavoro anche se non molto originale ma il tutto, dopo i primi minuti buoni del film, si perde piano-piano andando verso la fine.
Tutto questo a causa di una sceneggiatura non lineare nella sua scrittura, con momenti trattati superficialmente e mal collegati in molti punti, senza contare le molte forzature con qui si spiegano molte situazioni.
Una regia molto piatta con solo qualche inquadratura suggestiva (tra l'altro in pieno stile Nolan quando questi picchi avvenivano).
Inoltre, un forte punto debole del film, sta proprio nel programma di intelligenza artificiale:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Anche il personaggio della moglie di Depp non è credibile:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

La prova degli attori sono soddisfacenti ma non all'altezza di quanto essi possono veramente offrire visto che si parla di nomi con una certa esperienza e con l'odore di Oscar per diverse altre pellicole, non vanno oltre il semplice compitino senza particolari spunti.
Si vede l'inesperienza del regista.
Un'occasione mancata per una pellicola che aveva grosse potenzialità ma sono state sprecate malamente. La sufficienza solo per l'ottima idea di base.
Peccato.

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/08/2014 06.20.59
Visualizza / Rispondi al commento
pernice89  @  22/04/2014 14:56:13
   6½ / 10
Film che parte con le migliori intenzioni e con un buono spunto di trama (il salvataggio su macchine degli impulsi cerebrali, la creazione di macchine pensanti), ma che durante lo svolgimento non convince troppo: si lascia guardare, ma non coinvolge troppo.

explorer7  @  22/04/2014 01:11:07
   6½ / 10
Un film che mi ha lasciato perplesso. Comincia bene per poi farmi propendere per tifare per quello che nel film suppongo debba essere la parte "cattiva".
Solleva questioni religiose che possono trovare una risposta solo ed esclusivamente in gusti personali che derivano anche dalla cultura di origine...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento elvis84  @  21/04/2014 17:32:56
   7 / 10
Questo è quello che potrebbe succedere tra qualche tempo,alcuni particolari potevano essere sviluppati meglio,ma vale la pena vederlo,la massima potenza dell'intelligenza artificiale mischiata alla coscienza della mente umana,un mix esplosivo e incontrollabile,ma nessuno può sostituirsi a Dio.

NotturnoInRosso  @  21/04/2014 16:40:10
   6 / 10
Visto ieri sera al cinema. Direi che i soldi del biglietto sono sprecati. Il film parte benissimo; l'idea alla base è intelligente e stuzzica la fantasia dello spettatore che si chiederà "e adesso che succede?". Poi però, diciamo dai 3/4 di film in poi, il tutto diventa una clamorosa fracassonata americana. L'ultima mezz'ora sciupa completamente la storia, per non parlare poi del finale che è una vera e propria buffonata. Ci sono dei buchi nella sceneggiatura grossi come case. L'intero cast è sprecato: uno su tutti Morgan Freeman che è un personaggio sostanzialmente inutile ai fini della trama. Rimane però il fatto che l'idea di partenza è molto molto buona, ma, secondo me vanno rivisti completamente i ruoli tra "buoni" e "cattivi. Il ritmo in alcuni casi è effettivamente un po' lento ma questo credo che non sia un difetto, momenti romantici a parte che certe volte scivolano sul melenso. in sostanza un filmetto gradevole ma niente di più, peccato. Merita di vederlo al cinema? uhm, se la serata non offre di meglio si.

werther  @  20/04/2014 09:41:04
   6 / 10
E' intrigante per buona parte del film, ma quando prende il via esagera e forza troppo la mano, va bene essere un film di fantascienza ma mi sembra esagerato e conseguentemente a questo cala anche l'interesse. Originale forse si ma anche troppo surreale.

ilgiusto  @  18/04/2014 10:43:49
   5 / 10
Enorme delusione.
Trama/Budget/Fattura generale/Impegno degli attori/Attenzione per i dettagli, ai livelli di un episodio qualunque di 'L'uomo da 6 milioni da dollari'.
Che era un gran bel telefilm, quindi il difetto dove sta? Sta che il telefilm è di 40 anni fa e lo davano in tv, invece questo film è del 2014 e viene trasmesso in una sala cinematografica...
Consigliato? Da vedersi solo in seconda serata su Italia 1...

BlueBlaster  @  18/04/2014 01:08:42
   7½ / 10
Non è un film per tutti!
Innanzitutto bisogna porsi alla visione belli lucidi e motivati...seconda cosa bisogna avere almeno un'infarinatura generale su cosa significhi "trascendenza", sulle nanotecnologie e sulla SINGOLARITA' TECNOLOGICA---ultima, ma non ultima, cosa vi deve piacere la nuova fantascienza ossia quella che riguarda la "rete" e l'intelligenza artificiale dei supercomputer.
Non voglio mentire e, complice una abbuffata al McDonald prima di entrare in sala , gli occhi hanno rischiato di chiudersi più volte...insomma non è un film adrenalinico ma anzi ha spesso un ritmo riflessivo con momenti quasi tediosi e quando nel finale cerca di essere "scoppiettante" risulta quasi ridicolo.
Ma con questo non voglio assolutamente dire che sia un brutto film...diciamo che è come "The Counselor" di Ridley Scott ossia un film con tanti buoni propositi e tanta carne al fuoco ma che pecca in narrazione facendo mancare quella verve che tiene accesa l'attenzione.

Come dicevo prima questo è un film sulla "Singolarità tecnologica" e vi consiglio di andare a leggere su Wikipedia per sapere con precisione di cosa si tratta perché sono concetti difficili da spiegare...comunque per dare un'idea pensate all'intelligenza artificiale di HAL9000 e provate ad immaginarla connessa alla rete Internet (che oggi arriva ovunque attraverso ogni tipo di dispositivo) oltre che dotata di coscienza e con i benefici delle nanotecnolgie che le permettono di interagire ed entrare in simbiosi con ogni tipo di forma vivente potenziandola e prendendone il controllo!
Ecco...questo è il film...una delle pellicole più "ideologicamente avanti" che mi è capitato di vedere e sopratutto che basa le proprie radici su tecnologie realmente esistenti prevedendone semplicemente gli sviluppi futuri sulle basi di teorie scientifiche già espresse da eminenti menti.
Comunque inutile stare qui a spiegare la trama nei dettagli sennò rovino tutto...diciamo solo che è una sceneggiatura intrigante ed intelligente quanto basta per darvi da riflettere per un pò di tempo!

Il film è di Wally Pfister che è all'esordio registico ma che è amico e collaboratore, in veste di direttore della fotografia, di Christopher Nolan (il quale qui è produttore e suppongo consulente visti gli argomenti a lui cari)...io background tecnico di Pfister permette di avere straordinarie sequenze visive molto dettagliate e di alta qualità, ma comunque non si raggiungono livelli di spettacolarità eccelsi dal punto di vista degli effetti speciali.
Colonna sonora buona ma nella norma, regia di per se non regala grandissimi guizzi ma tuttavia è più che dignitosa.
Il cast secondo me delude un pò invece...Rebecca Hall non mi ha detto molto e il suo ruolo avrebbe potuto farlo chiunque, Johnny Depp meno incisivo ed istrionico rispetto alle sue potenzialità (pareva stanco e svogliato), Paul Bettany invece funziona bene, Kate Mara a dir poco odiosa ed incapace, Freeman E Murphy secondari e quasi inutili!

Ed ora veniamo al nocciolo...questo film enuncia una filosofia che è l'evoluzione di quella cyberpunk; si denuncia il legame ormai troppo stretto ed innaturale tra tecnologia ed umanità, la rete che ormai è ovunque e teoricamente ci controlla...
Ma la cosa che ho trovato geniale è stata la capacità di trovare una correlazione ma anzi una perfetta somiglianza tra questa estrema evoluzione tecnologica ed il concetto di Dio (o almeno Dio per come la vedo anche io)...se osservate bene vedrete che questo film non è altro che una nuova Genesi e vi assicuro che questo mi sta dando molto da pensare ma anche stavolta non posso andare oltre per non rovinare la trama.

Peccato per un pre-finale inutilmente action con qualche eccesso, un pò prolisso inoltre il film nella parte centrale...altra cosa: in certi momenti mi pareva di stare a vedere uno dei film di "Terminator"...in fondo SKYNET non era un potente network che prendeva coscienza e governava la Terra con un manipolo di ribelli che tentano di distruggerlo?!
Ma quanto avanti era James Cameron???
Comunque buon film davvero che consiglio di vedere nonostante non sia trascendentale come il titolo :)

12 risposte al commento
Ultima risposta 06/08/2014 14.34.19
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giorno
 NEW
arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposa
 NEW
il flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del male
 NEW
la prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietato
 NEW
lucania - terra sangue e magial'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
rapina a stoccolmarapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'eden
 NEW
sir - cenerentola a mumbaisoledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abisso
 NEW
the elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!
 NEW
toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

989122 commenti su 41450 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net