tusk (2014) regia di Kevin Smith USA 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

tusk (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film TUSK (2014)

Titolo Originale: TUSK

RegiaKevin Smith

InterpretiHaley Joel Osment, Genesis Rodriguez, Justin Long, Michael Parks, Ralph Garman

Durata: h 1.42
NazionalitàUSA 2014
Generehorror
Al cinema nel Settembre 2014

•  Altri film di Kevin Smith

Trama del film Tusk (2014)

Il giornalista e conduttore Wallace Bryton scompare nelle foreste di Manitoba mentre sta intervistando Mr. Howe, un misterioso avventuriero con alle spalle storie incredibili e una curiosa predilezione per i trichechi. Il collega e co-conduttore Teddy Craft decide allora di rintracciarlo, facendo coppia per le ricerche con Allison, la fidanzata di Wallace.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,32 / 10 (30 voti)6,32Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Tusk (2014), 30 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

altroquando  @  09/05/2020 21:18:59
   4 / 10
Thorondir  @  18/01/2020 15:27:06
   5 / 10
Se da un lato "Tusk" conferma la vena polemica, provocatoria e folle di Kevin Smith, dall'altro non si può negare che quì la sua tendenza alla provocazione scade nel kitsch e nel gigionesco: la storia, che parte come un classic survival horror, finisce per avvilupparsi in un gorgo di improbabilità inframmezzate da scene da commediola mal riuscita. Il tutto si trascina stancamente senza che l'irriverente penna di Smith riesca quì a risollevare l'andamento francamente poco interessante del suo lavoro.

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/01/2020 15.01.07
Visualizza / Rispondi al commento
John Carpenter  @  24/04/2018 19:01:21
   6½ / 10
Malaticcio e osceno, per fortuna abbastanza ironico (ovviamente con una trama cosi...), ma il film bisogna vederlo per Michael Parks, un attore straordinario. Secondo me Kevin Smith & soci si sono divertiti un casino a girarlo, basta sentire le battute dopo i titoli di coda.
per il resto, meglio The Human Centipede comunque.

nevermind  @  29/08/2017 10:12:22
   5 / 10
Non so alle volte uno sceglie un film da vedere anche in base alla media, commenti positivi oppure meno, si dà un qualche sguardo alla trama....Amo la sezione "Ultimi 20 film commentati" ma questa volta ho proprio toppato con la scelta.
Premetto che purtroppo, e sottolineo purtroppo, non ho ancora visto The human centipede, perchè probabilmente se fosse stato così questo film si sarebbe preso l'insufficienza piena, visto che anche voi avete notato che l'idea è attinta.
Ad inizio film si legge anche ".....based on actual events" , cosa che poi si scopre per niente esser vera, diciamo che è una frase messa lì poichè il regista dice che l'idea gli è venuta dopo aver letto su internet l'annuncio di un signore che offriva ospitalità in cambio di essere intrattenuto per 2-3 ore da una persona vestita con un costume da tricheco.
Bene, tornando al film, dalle prime immagini riconosco l'attore Justin Long, il "faccia da schiaffi" per eccellenza, già visto in "Jeepers Creepers" con il suo volto da ebete, un fastidio allucinante!!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Io mi dico, ok mi presento con un low budget movie (certo, non so quanto low sia costato il cachet di Depp) con un pessimo attore ritardato che mostra la stessa espressione sia in scene drammatiche, sia in scene esilaranti sia per tutto il film.
Ma l'avete notato quando recita la parte del "giornalista" che sta per essere tramortito dall'effetto della sostanza bevuta ? Veramente da schifo.
Avete mai visto un podcaster/giornalista che va di proposito ad incontrare un soggetto su cui scrivere un pezzo e non si porta dietro ne un registratore ne un quaderno su cui scrivere appunti?
Veniamo alle scene migliori, il protagonista si spara un viaggio in aereo, 2 ore e passa di macchina arriva nel bel mezzo della notte da uno sconosciuto che gli offre "thé" e lui accetta senza esitazione, anzi fa i complimenti ...
Io posso anche capire che questo film sia un genere misto, grottesco, horror con un pizzico di battute da commedia ma almeno seguire un minimo le logiche.
Quando Bryton deve chiedere aiuto manda messaggi audio su whatsapp alla tipa, all'amico ma non chiama il 911 ? Ma dai.....
Tralasciamo il finale,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER io davvero salvo ben poche cose da questo film, sarà forse Justin Long che mi ha influenzato negativamente ? Non saprei sinceramente...
Ah dimenticavo la chicca delle chicche per far passare altri 10 minuti di pellicola gratuitamente... Che senso ha far rivedere 2 volte gli stessi momenti se non allungare un pochino il film che ormai poteva concludersi dopo 1 ora esatta? Parlo della scena e dei discorsi ripetuti per 2 volte all'interno della stazione di servizio quando Bryton incontra le ragazze dietro al bancone... Bastava far vedere le scene inedite e le battute che nella prima parte del film sono mancate. Tutti ci siamo perfettamente ricordati che il podcaster era passato proprio da quella stazione di rifornimento a chiedere indicazioni sul paesino del vecchio pazzo, non serviva riproporre tutta la scena dall'inizio.

biagio82  @  30/07/2017 21:48:03
   10 / 10
daccordissimo con il commento sotto, quindi non sto a ripetere....

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/06/2018 23.13.44
Visualizza / Rispondi al commento
Mic Hey  @  26/10/2016 02:48:55
   10 / 10
10 perchè è originale
10 perchè è fresco
10 perchè è claustrofobico
10 perchè è agghiacciante
10 perchè è divertente
10 perchè una cosa così non si era mai vista

ferzbox  @  25/05/2016 19:14:21
   5½ / 10
Partendo come una comune commediola americana questo "Tusk" riesce a spiazzare grazie ad una componente orrorifica e grottesca totalmente fuori di testa.....
La singolarità del film risiede nel mix di generi adottato per raccontare la storia; quando i riflettori sono puntati sulla terribile ed insana situazione del protagonista si vive tutto con un senso di terrore, disgusto e tensione; quando i riflettori si spostano invece sui copratogonisti il tutto diventa quasi ironico e demenziale......
Non ho ben capito il motivo di tale scelta, anche perchè era un contrasto che secondo me funzionava fino ad un certo punto, ma se da una parte, nel momento che si arriva al clou, la pellicola cominciava ad intrigarmi, verso il finale cominciavo a realizzare che stavo vedendo una produzione di una stupidità unica.....
Si può vedere....ma a conti fatti mi è saputa una puttanàta colossale.......

N.B. Nei titoli di coda, ad un certo punto, si sentono le voci degli sceneggiatori(tra cui il regista?..non ricordo) che commentano la scena finale sbellicandosi dalle risate, come a far credere che si trattava di un idea geniale.......ma che si erano fumati?.....ma come cazzò si fa a pensare che una cosa del genere possa far ridere o essere considerata brillante?.....bhà....

mikeP92  @  29/12/2015 23:23:23
   6½ / 10
Opera malatissima, forse uscita fuori tempo massimo per essere apprezzata, e troppo debitrice di The Human Centipede. Personalmente l'ho trovato un film abbastanza interessante e disturbante, complice l'atmosfera malsana che si respira nella villa degli orrori e una grande interpretazione di Michael Parks nella parte del mad doctor dai modi eleganti e dal linguaggio forbito, il quale suscita un mix di interesse e repulsione. Ho apprezzato anche il personaggio interpretato da Johnny Depp, sopra le righe ma con un lato triste, e il doppiaggio italiano veramente azzeccato.

sixx79  @  23/11/2015 22:12:23
   6½ / 10
Si, se lo merita se non altro per originalità, stranezza e assurdità. Malato, ma non crudo, insomma la malattia la percepisci con dolcezza, non so se ho reso l'idea.
Nonostante non sia appassionata di questi tipi di horror, la visione è arrivata fino alla fine senza problemi di sorta.

ZanoDenis  @  11/10/2015 15:06:30
   6½ / 10
Interessante film di Kevin Smith che sta intraprendendo una strda diversa da quella che l'ha reso famoso. Dopo il buonissimo "Red state" continua la sua strada nell'horror (ma pur sempre contaminato dall'ironia e dallo spirito critico delle sue commedie) con questo piccolo esperimento. Storia anticonvenzionale, molto particolare e ben diretta, il racconto mette al centro le esperienze di un vecchio marinaio che vuole a tutti i costi ritrovare il suo tricheco che ha tanto amato. Alla fine ne esce un buon film con qualcue spunto interessante, qualche riflessione sulla mutazione, la trasformazione del protagonista é davvero bizzarra. Belle le location, la casa del vecchio pazzo é decisamente suggestiva, isolata e riesce ad incutere un certo timore. A proposito del vecchio pazzo, lui é un attore strepitoso, si riconferma un fenomeno dopo l'ottima prova sempre in Red state e pure qui riesce a costruire un ottimo personaggio, elegante , colto e sopra le righe, da cui fuoriesce pazzia, solitudine e parecchia ambiguità. Un po meno bravi gli altri personaggi, Justin Long mai piaciuto, Depp anche lui sopra le righe ma di certo non memorabile.
Discreto horror colmo di ironia che riesce in parte anche a sconvolgere lo spettatore, non male.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  05/10/2015 11:04:31
   6 / 10
Evidente è la contaminazione tra generi in "Tusk", purtroppo non quella capace di sorprendere con disinvoltura spiazzando lo spettatore.
In questo caso abbiamo una base di partenza intrigante a cui fa eco un caos sgangherato; il sentiero da percorrere resta fin troppo ramificato con ripetute scorribande tra weird, commedia nera e horror per un'amalgama spesso forzata e disomogenea.
Sembra una specie di "Human Centipede" (viste le operazioni chirurgiche impossibili e l'estremismo delle stesse) senza però la cattiveria necessaria e la capacità di disturbare a dovere.
Smith torna all'horror dopo il pregevole "Red State" sotto l'effetto di qualche sostanza disturbante: la storia del baffuto podcaster finito tra le fauci del vecchio oratore, un po' lupo di mare e molto mad doctor, è veramente bizzarra.
La partenza è bruciante, supportata da dialoghi incalzanti e una positiva tendenza al surreale. Prendendo spunto da un annuncio –si vocifera- realmente finito sotto gli occhi del regista, lo strambo desiderio di un eccentrico tizio (in cambio di vitto e alloggio chiede agli ospiti di travestirsi da tricheco e comportarsi come tali per un paio d'ore) viene estremizzato secondo coordinate eccentriche e disgustose.
"Tusk" purtroppo esaurisce presto la carica sovversiva ed originale. I numerosi dialoghi da brillanti finiscono con il ripetersi troppo, divenendo unica e fiacca attrazione della pellicola che a un certo punto pare girare a vuoto reiterando concetti già proposti.
Smith mostra folle coraggio nel tentativo di rilanciare una carriera che dopo il folgorante debutto di "Clerks" si è trascinata ottenendo giusto qualche timido consenso. L'autore mostra parecchi problemi nel gestire una commistione tra generi in cui si nota insofferenza verso un sistema che dopo averlo coccolato ora pare iniziare a snobbarlo, non riconoscendogli più alcun talento.
L'ansia da prestazione tradisce, e se a tratti "Tusk" è folgorante alla fine lo si ricorderà più come un guazzabuglio di idee in cui la bravura di Smith viene subissata dalla voglia di dimostrare.
Simpatica l'ennesima trasformazione di Johnny Depp questa volta nei panni di uno stralunato detective, convincente Michael Parks in quelli del pazzoide.

mark75  @  18/09/2015 23:22:35
   2 / 10
Appena visto.
Il cinema e' bello anche perche' ognuno ha i suoi gusti...
L'ho guardato perche' tutto sommato qui i voti e i giudizi non erano male.
Non mi e' piaciuto per niente, anzi direi che e' stato bruttissimo, continuavo a guardare quanto mancasse alla fine e questo non e' un bel segno.....
Io lo sconsiglio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/10/2015 14.56.53
Visualizza / Rispondi al commento
mainoz  @  06/09/2015 08:30:29
   7 / 10
Devastante, diturbato ed originale film horror - grottesco a low budget..finalmente attori molto bravi. Oltre a qualche scena splatter non manca la tensione, ovvio che essendo un film low-cost gli effetti speciali e il trucco non sono all'avanguardia

Il bizzarro Deep non ha solo un cammeo, ma una parte abbastanza significativa nel film..poi è decisivo per l'epilogo

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/10/2016 02.51.49
Visualizza / Rispondi al commento
slint  @  04/09/2015 23:58:40
   6½ / 10
uno pseudogrottesco horror...si lascia guardare a tratti faticosamente,non si capisce bene Deep cosa c'entri in un film del genere..immagino sia un caro amico del regista..pensando ai suoi cachet..

topsecret  @  03/09/2015 14:34:22
   5½ / 10
Kevin Smith dirige questa bizzarra commedia nera perdendosi però in dialoghi troppo prolissi e statici, senza l'apporto di quell'ironia che era ed è alla base delle sue pellicole, rendendo il tutto poco accattivante e poco divertente: si sorride poco e non si ride mai.
L'inversione di rotta di Smith, iniziata con RED STATE (che però non ho ancora visto), si concretizza con questo TUSK che, a quanto pare, è il primo di una trilogia che vedrà la luce nei prossimi anni, ma che sembra non convincere pienamente peccando di evidente stasi ritmica e soprattutto di incisività comica, nonostante alcuni apprezzabili risvolti grotteschi presenti nella storia.
Per ora questo Kevin Smith mi piace meno di quello apprezzato con CLERKS, DOGMA, GENERAZIONE X, ecc. perciò non mi resta che aspettare e vedere cosa saprà tirare fuori con i prossimi film.

Vlad Utosh  @  29/08/2015 14:50:37
   7 / 10
Soggetto tanto interessante quanto grottesco questo Tusk. Non è la prima volta che assistiamo a strane trasformazioni della carne, ma l'idea del "prodotto" finale è originale e folle,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Diverse scene sono a dir poco surreali e bizzarre, una su tutte

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Buona la prova del cast- c'è anche un cammeo di Johnny Depp- e di buona fattura il make-up/effetti speciali.

Finale che disorienta; dopo la visione, personalmente, mi ha lasciato stranito per qualche momento. Non è un film per tutti, ma chi ama le cose bizzarre difficilmente ne rimarrà deluso.

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  17/08/2015 14:23:32
   6 / 10
Disturbante e a tratti irritante, ma indubbiamente piuttosto ben strutturato e ben diretto.
Michael Parks è impressionante.
Simpatico e assurdo Johnny Depp, originariamente in incognito e solo successivamente accreditato, nel ruolo di Guy Lapointe,personaggio che sarà protagonista del prossimo film di Smith dal titolo provvisorio Yoga Horses.
Film vedibile ma dimenticabile, che comunque segue un percorso intrapreso da Smith, incominciato con Red State. Vediamo dove ci condurrà...

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  17/08/2015 12:17:29
   5½ / 10
Per quanto abbia adorato Smith nel suo primo Clerks, col tempo direi che ha sfornato quasi solo roba mediocre, come questo Tusk. Autoreferenziale fino alla nausea, non riesce a tenere insieme il lato horror (molto più riuscito) con quello comico (grottesco, ok, ma ben poco graffiante). Forse sono 2 generi inconciliabili (nel senso che un horror in cui si ride alla fine è un film comico: senza tensione, l'horror non funziona).

vale84  @  28/07/2015 14:32:36
   7 / 10
Film inquietante, angosciante, morboso, pesante eppure affascinante...ha dei momenti che fanno quasi ridere, che nella loro assurdità creano stupore e suscitano emozioni contrastanti. Tiene fino alla fine e risce nel suo intento.
Pesante ma credibile, assurdo ma convincente.

alex94  @  24/07/2015 10:51:31
   7 / 10
Folle malato,disturbante e maledettamente divertente,tutto questo è "Tusk" l'ultima fatica di Kevin Smith.
La trama naturalmente è molto buona ed originale (per alcuni aspetti mi è quasi sembrata la parodia di "The Human Centipede")e Smith riesce a miscelare in modo più che discreto l'ironia con la tensione,sopratutto nelle scene in cui sono presenti Justin Long e Michael Parks,scene che riescono sia a far ridere sia a trasmettere un forte senso d'angoscia.
Non mancano comunque alcune battute e scene abbastanza inutili (le varie battute sui canadesi,il triangolo amoroso, ecc),simpatico anche se forse un po forzato il cammeo di Johnny Depp.
Abbastanza curato dal punto di vista tecnico,ottima la recitazione.
Merita sicuramente una visione uno dei film più geniali e assurdi di sempre,da vedere.

eruyomè  @  12/06/2015 15:11:52
   7½ / 10
Allucinato trip mentale di un regista evidentemente pazzoide anarchico e guascone all'ennesima potenza :)

Decisamente un film unico nel suo genere, che neanche riesco a definire. Parte come un horror (e neanche me l'aspettavo), e affonda decisamente il colpo. La parte migliore del film, per me, è il dialogo tra Wallace e il vecchio, che è veramente agghiacciante, e sempre di più andando avanti (Michael Parks da brividi, bravissimo. Dare tale credibilità ai monologhi folli e assolutamente fuori di questo psicopatico non era cosa ovvia).

Forse proseguendo si è ecceduto nel grottesco, nella follia e nell'ironia delle situazioni. Ma forse nemmeno troppo, io quel senso di disagio strisciante non me lo sono levata di dosso fino alla fine, e oltre.

E anche Johnny Depp è ok, un ispettore buffo e tantissimo sopra le righe, allo stesso tempo fuori contesto ma anche pienamente calato nell'assurdità del tutto.

Comunque sia, un po' di originalità, ogni tanto. Viva!

antoeboli  @  11/06/2015 01:19:25
   8 / 10
Da come un amico o un parente potrebbe raccontarvi questo film può sembrare nella vostra testa una specie di rifacimento di human centipede , ma dietro non ci sta nessun posto per lo schifo .
Qui ci troviamo di fronte a un prodotto registicamente molto più valido del centopiedi umano ,con una sua anima e una venatura profonda , e con attori e personaggi di un certo calibro .
Per attori di un certo calibro intendo Depp, col suo personaggio francese memorabile secondo me , e il tipo che fa la parte del vecchio invalido , che sembra quasi B. Cranston .
Per il resto trovo abbastanza inutile la presenza del bimbo del sesto senso , praticamente quasi assente per meta film , e fuori contesto .
Sembra quasi il mettere li in mezzo uno famoso che si vede pochissimo per raccattare più fans e curiosi possibili .
Altro difetto secondo me è alcune scene sono lunghe a dismisura , e sembrano interminabili , con invece altre originali come i primi piani fermi per alcuni secondi e il personaggio che sembra stia recitando un proprio monologo solitario .
Consigliato se cercate un misto di vari generi ,e non il classico film di paura , anche perchè ad un certo punto sembra tutto assumere toni drammatici con un finale che lascia un pò a bocca aperta un pò delusi .
Mi è stato difficile trovare una via unica per descrivere l'epilogo del film , ma dovete assolutamente gustarvelo.

Giovans91  @  06/06/2015 15:29:15
   7 / 10
Kevin Smith confezione un horror stravagante, eccentrico, quasi fiabesco. Tusk è un film che si nutre e vive del dualismo atavico uomo/animale. Un film ironico e satirico proprio dei suoi film, riuscendo a divertire e a impressionare lo spettatore.
Kevin Smith non sarà Cronemberg, ma il suo Tusk lo ricorda per lunghi tratti. Un progetto ambizioso, non è pienamente riuscito, ma sicuramente è un film unico nel suo genere.

TheLory  @  24/05/2015 10:48:28
   8 / 10
Parte che sembra una commedia grottesca e ne esci disturbato, talmente fastidioso diventa col passare dei minuti (non per scene splatter o simili, ma per l'uomo-tricheco che non si riesce psicologicamente ad accettare!)
Deep finalmente ci offre una prestazione degna, anche se rimane un personaggio disneyano sempre troppo sopra le righe.
Da vedere, ma come detto se ne esce abbastanza disgustati.

jason13  @  11/05/2015 22:27:57
   1 / 10
Ignobile. Non ho altre parole...peccato dover commentare cosi' un film di K.Smith.

Filmaster95  @  04/05/2015 22:30:46
   7½ / 10
Mi ha colpito molto questo film, ingloba al suo interno più generi per questo non lo definirei solo come un horror ma quasi come una commedia nera con tinte drammatiche per la povera fine del ragazzo.

L'aria che si respira dalla trasformazione in poi è veramente malsana, mentre il protagonista pazzo interpreta alla perfezione il suo ruolo, come quasi ad emulare i due psicopatici di the human centipiede ma non sicuramente con la loro cattiveria.

Devo dire che da quello che ho percepito, il film trae una conclusione alquanto pesante delle persone, qui i "deboli" non hanno altra via che la sconfitta, il ragazzo che si taglia nel video stupido, il bambino maltrattato, il ragazzo tricheco e nessuno di loro potrà ribellarsi a questo destino, inoltre ci dimostra quanto possa essere cattivo l'animo umano e quanto sia opportunista come nel caso della chiamata d'aiuto fatta da wallace che il suo amico ignorerà per poter approfittare della sua lontananza verso la ragazza che purtroppo bistratta.

La fine mi ha veramente commosso, il suo sguardo in lacrime rivolto alla telecamera è veramente pesante da digerire, ma si sa la sopravvivenza fa parte dell'essere umano.

Voglio premiare questa pellicola, di solito questo genere di film non mi piace ma qui mi sono dovuto ricredere , d'altronde Smith lo considero un degno regista.

CavaliereOscuro  @  04/05/2015 11:12:21
   7½ / 10
Interessante Grottesco made in USA, godibile non tanto per la sceneggiatura, quanto per le interpretazioni di tutti gli attori (Johnnie Depp fantastico). Il clima folle e surreale che si respira durante la visione è permanente come chiaro è il messaggio di fondo che ci viene trasmesso: la natura dell'uomo è animale. Da vedere.

Larry Filmaiolo  @  18/04/2015 18:32:59
   7 / 10
disturbante e sicuramente inferiore a red state per quanto riguarda le incursioni (pseudo-delirio-)orrorifiche di smith, rimane un film onesto e godibile se non altro per gli incredibili picchi sentimentali dati da risvolti insieme weird, tenerissimi e agghiaccianti della trama. originale.

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/04/2015 18.33.21
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/03/2015 18:35:23
   6 / 10
Tusk mi è sembrato nella struttura molto simile a Red State, nel senso che Smith opera all'interno stesso della pellicola una specie di progressione dei generi. Più personale la prima parte, più improntata verso la commedia scorretta con ottime battute che possono ricordare i suoi trascorsi alla Clerks, poi alla stessa stregua del protagonista, diventare qualcosa d'altro, virato più all'horror con un pizzico di nostalgia (Moreau, Il silenzio degli innocenti), con un buon ensemble d'attori ma con non pochi tempi morti che ne pregiudicano in parte la riuscita, certamente non ai livelli di Red State. E' un film a suo modo bizzarro e particolare, con momenti riusciti altri decisamente meno.

BrundleFly  @  24/02/2015 11:53:33
   5 / 10
Non si può certo dire che il film di Smith non riesca ad imprimersi per bene nella mente dello spettatore. Purtroppo più per quel poco disgusto/shock che provoca, piuttosto che per i dialoghi e le idee brillanti che son da sempre il marchio di fabbrica del regista.
Il mix tra ironia e horror non è ben amalgamato e i dialoghi interminabili tra una scena horror e l'altra fanno calare anche quel poco di tensione e disgusto che il film era riuscito a procurare. E aggiugiamoci poi alcune cadute di stile, come quei 2 o 3 flashback in un discutibile b/n messi qua e là un po' a caso.
Nulla da dire sulla recitazione, anche se il personaggio di Johnny Depp l'ho trovato alquanto eccessivo, fuori luogo e diciamolo.... logorroico.
Dopo 'Red State', un'incursione nell'horror puro per Kevin Smith, che molto probabilmente ha realizzato questo film più per divertimento e piacere personali, piuttosto che per il pubblico.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010890 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net