balla coi lupi regia di Kevin Costner USA 1990
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

balla coi lupi (1990)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BALLA COI LUPI

Titolo Originale: DANCES WITH WOLVES

RegiaKevin Costner

InterpretiKevin Costner, Mary McDonnell, Graham Greene, Rodney A. Grant

Durata: h 3,01
NazionalitàUSA 1990
Generewestern
Tratto dal libro "Balla coi lupi" di Blake Michael
Al cinema nel Dicembre 1990

•  Altri film di Kevin Costner

Trama del film Balla coi lupi

Un ufficiale nordista va alla scoperta della frontiera, e vivendo tra gli indiani si rende conto che non sono dei selvaggi e che sono invece i bianchi a dettare violenza.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,66 / 10 (197 voti)8,66Grafico
Miglior filmMiglior regiaMigliore sceneggiatura non originaleMiglior fotografiaMiglior montaggioMiglior sonoroMiglior colonna sonora
VINCITORE DI 7 PREMI OSCAR:
Miglior film, Miglior regia, Migliore sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Miglior colonna sonora
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Balla coi lupi, 197 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

Goldust  @  20/04/2020 16:58:53
   8 / 10
I paesaggi incontaminati del South Dakota che si perdono a vista d'occhio, il desiderio di scappare da una guerra ingiusta, la lucidità nel descrivere la crudeltà d'animo dei bianchi in perenne conflitto con i temuti indiani, il disincanto nel tratteggiare i rapporti interpersonali ( e affettivi ) tra Dunbar e gli amici pellerossa: alla sua prima prova da regista Costner fa centro e firma un western moderno ed a suo modo leggendario tutto dalla parte degli indiani. La sua grande forza è infatti quella di saper rovesciare i canoni della narrazione classica del genere sottolineando le ingiustizie subite dai pellerossa, riuscendo così a far parteggiare lo spettatore per le sorti di questi ultimi anziché per i soliti soldati. E dire che la parte iniziale con il breve affresco sulla guerra di secessione dal quale tutto ha inizio non mi aveva entusiasmato; da lì in poi però il film decolla. Indubbiamente lungo e non sempre semplice da seguire quando i Sioux si esprimono ( sottotitolati ) nella loro vera lingua, eppure ugualmente godibile dall'inizio alla fine.

marcogiannelli  @  16/04/2020 20:38:45
   8½ / 10
Balla coi lupi secondo me è un grande film, un grande film che non diventa capolavoro per una scena iniziale che personalmente trovo oscena, e per alcune lungaggini nella prima ora.
Ma è una pellicola in cui Kostner tira fuori tutta l'umanità e la nobiltà del mondo dei nativi americani, che sono in armonia con la natura. Lui stesso presto farà la conoscenza di questo mondo contrapponendolo a quello subdolo dell'uomo "civilizzato" che non ha pietà di se stesso nè di ciò che lo circonda, nonostante questo sia favoloso.
Certo, spesso si cade nell'eccessivamente romanzato, ma ci sta, sia per il tipo di cinema, sia per il messaggio. Magari si poteva giusto dare una attenzione diversa ad alcuni personaggi, a volte molto stereotipati.
Strepitosa l'ambientazione sottolineata da una regia ispiratissima del tuttofare Kevin.
Molte scene restano nel cuore, come quella della distesa dei bufali squartati o quella della caccia.
Un'altra cosa evitabile è la voce fuori campo: tutta la messa in scena è abbastanza didascalica e lo spettatore non ha bisogno di ulteriori spiegazioni.
Un film dal sapore classico da recuperare assolutamente.

corvo4791  @  09/03/2018 03:32:53
   10 / 10
IL western moderno, con l'articolo in maiuscolo. Non si sono più fatti film wester dello stesso livello da allora; neanche i due bellissimi di Tarantino lo eguagliano. Colonna sonora e location da mozzare il fiato. Konstner nel western ci sguazza e ne sono la prova i bellissimi Wyatt Earp di Kasdan (altro che quella buffonata di Tombstone), SIlverado e Terra di Confine, dello stesso Konstner.

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/03/2018 03.34.28
Visualizza / Rispondi al commento
KINGLIZARD  @  18/05/2017 11:20:25
   10 / 10
Quando qualcuno mi chiede qual è il mio film preferito rispondo sempre BALLA COI LUPI. Visto quando avevo 18 anni al cinema, rivisto in dvd, non so quante volte a tratti ed interamente in TV..la lunghezza non mi ha mai stancato..anzi la prima volta al cinema mi ha coinvolto così tanto che non mi sono neanche accorto che erano passate 3 ore.
EPICO, in quest'ultimo aggettivo convoglio tutto quello che mi ha trasmesso questo film. Colonna sonora eccezionale che contribuisce all 'epicità della storia di quest'uomo che riassume un epoca piena di contraddizioni della storia americana e che veramente per la prima volta rivaluta in maniera seria i veri abitanti degli Stati Uniti. Amore, amicizia, coraggio sono i valori che ho visto in questo film e finalmente non dalla stessa parte..
Non mi soffermo sul comparto tecnico..oscar meritattissimi, fotografia eccezionale, qui Costner si supera più nella regia che come attore, non l'avrei mai detto

Neurotico  @  11/02/2017 19:04:35
   7 / 10
Non riuscii mai a finirlo quelle 2/3 volte che lo iniziai (più di venti anni fa). Visto nella versione da 225 minuti è un film pesante da digerire, il ritmo è lentissimo e la storia d'amore non mi ha molto coinvolto. Senz'altro vuole essere un apologo sulla purezza del mondo indiano, e in questo è riuscito. Prolisso ma da vedere.

fabio57  @  06/09/2016 14:55:31
   9 / 10
Notevole questo film, che spazza via una volta per tutte una vera e propria mistificazione perpetrata e perpetuata nel tempo dagli organi d'informazione, circa l'invasione degli inglesi che colonizzarono l'America, sterminando gli indigeni, ma consegnandosi alla storia come un popolo eletto che portava civiltà e progresso. Gli indiani dipinti in tanti western come i cattivi, in realtà furono vittime, massacrate senza pietà e senza rispetto per la loro cultura, da avventurieri senza scrupolo, mercenari che cercavano fortuna, in alcuni casi ex galeotti, gaglioffi e ignoranti. In questo lavoro si rende giustizia ad un popolo dignitoso e rispettoso, che aveva dei valori cui fare riferimento. La natura e gli animali che fanno da cornice alla vita di un solitario soldato, che intuisce la pochezza dei suoi commilitoni e capisce la sensibilità dei suoi" antagonisti" fino a diventare uno di loro, sono protagonisti con lui, in un film originalissimo, lungo, dai tempi dilatati e di grandissimo impatto emotivo.

fabri70  @  18/10/2015 00:52:59
   9 / 10
Questo è un film...

david briar  @  04/08/2014 14:20:10
   7 / 10
Il film della vita per Kevin Costner,che gli ha garantito un posto nella storia del cinema.

Ho visto la versione più breve di meno di tre ore,non so se l'altra sia migliore e più riuscita,questa mi è abbastanza piaciuta,con dei limiti.
La storia narrata è epica e sicuramente interessante,anche il messaggio che si vuole mandare.C'è una certa cura dei dettagli,soprattutto negli aspetti tecnici.La recitazione è apprezzabile,Costner è molto sincero e intenso,buono anche il resto del cast,fra cui spicca la McDonell.
Detto questo,la storia mi è sembrata troppo costruita e programmata,e non mi ha particolarmente coinvolto ed emozionato,mancanza grave per un film del genere.
Discreto,ma personalmente preferisco un altro tipo di cinema..

marimito  @  01/06/2014 23:45:33
   6 / 10
Un film cult che mostra come è possibile incontrarsi nella diversità, comprendersi ed aiutarsi.. non si tratta però di un film che mi ha preso particolarmente, forse per una questione di genere.. Cmq per una serie di implicazioni va visto.

Hyogonosuke  @  07/01/2014 01:23:09
   8 / 10
Lo scoprire se stessi, capire che i "diversi" siamo noi..
Film cult degli anni '90. Colonna sonora bellissima e fotografia al massimi livelli per l'epoca.
Purtroppo per gusto personale non riesco a farmi piacere Costner, che comunque offre una buona prova in questa pellicola.

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/02/2014 23.54.03
Visualizza / Rispondi al commento
Matteoxr6  @  23/09/2013 04:13:35
   6½ / 10
Premetto che ho visto la versione "pura" di tre ore e quaranta.
Il film è ben recitato da tutti, ma in misura molto minore da Mary McDonnell.
La storia non annoia, ma non mi ha preso più di tanto. Qualcosa si poteva aggiustare.

horror83  @  06/08/2013 19:27:16
   9 / 10
stupendo! anche se è lungo non annoia! è un film che prende ed è fatto bene! Kevin Costner bravissimo, paesaggi stupendi, storia stupenda, gli indiani d'america mi hanno sempre affascinata! l'ho visto tante volte ma non stanca mai! per me è un classico da non farsi mancare! peccato che non trovo la versione integrale in dvd. da vedere e rivedere!



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/02/2014 23.50.42
Visualizza / Rispondi al commento
krueger419  @  08/07/2013 14:53:07
   10 / 10
Film magnifico, perfetto in ogni suo dettaglio.
Ho visto l'edizione estesa da ABC tv di 224 min. e devo dire che come durata è perfetta per un film ricco di atmosfere con moltissimi avvenimenti volti a creare il vero IO di John Dunbar.
Ottima l'interpretazione di tutti i personaggi, anche quelli secondari. I premi oscar dicono il resto...

DogDayAfternoon  @  19/05/2013 18:08:07
   7 / 10
La cosa più bella del film sono sicuramente i paesaggi suggestivi e la caccia ai bisonti. Per il resto il film è fatto bene, si lascia guardare però non mi ha emozionato più di tanto (cosa che un film del genere dovrebbe fare), più che altro ho trovato molte scene troppo, davvero troppo commerciali e la storia stessa (non ho letto il libro) a tratti scontata e prevedibile. Un Costner così bravo sinceramente non me lo aspettavo.
Ps: 3 ore e 45 minuti di film sono davvero troppi, li concedo solo a "C'era una volta in America"!!

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  19/05/2013 14:09:32
   8 / 10
Visto nella versione da 3 ore e 45. La storia finisce per diluirsi e quasi sparire dietro la bellezza dei paesaggi del nord America, salvo poi riaccelerare negli ultimi 3 quarti d'ora. Non risulta comunque pesante per come sia davvero ben fatto. Volendo gli si possono rimproverare varie cose (la prevedibilità, la schematicità, il buonismo) ma resta comunque uno dei migliori film sulla nazione indiana. Una valanga di oscar, forse esagerati, ma inevitabili visto il tema. La scena della caccia al bisonte è incredibile anche per il cinema di oggi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  04/05/2013 20:39:13
   8 / 10
Grande classico anni '90, a distanza di tempo ho voluto rivederlo.
Salvo un leggero buonismo di fondo e l'eccessiva lunghezza il film è ottimo, sostenuto da una solida sceneggiatura con passaggi di rara bellezza. La regia di Costner è semplice ma efficace, riuscendo spesso nell'intento di fondere le emozioni tra dialoghi e panorami sconfinati. Ottimi gli attori, a cominciare dal protagonista, azzeccate le musiche.
Un'opera probabilmente con l'anima.

c0rsar0  @  05/03/2013 14:47:05
   9 / 10
Un cult movie da vedere. Un bellissimo ritratto del West e di ciò che può fare la voglia d conoscere. Il rispetto verso gli altri porta il protagonista a conoscere una cultura di cui prima aveva paura. Ho apprezzato perfino Kevin Costner, non il mio attore preferito.

Oskarsson88  @  24/01/2013 17:37:50
   9 / 10
Un film eccellente, che in quasi 4 ore non annoia mai, ma anzi tratta brillantemente tanti temi quali l'amicizia, l'amore, la solitudine, l'incontro ta culture, l'ignoranza umana. Bellissima storia con un Costner fenomenale!

Lucignolo90  @  30/12/2012 16:07:18
   8 / 10
Vera e propria epopea vissuta da un ufficiale nordista che per puro spirito d'avventura si spinge oltre la frontiera, incurante del pericolo che la presenza degli indiani potrebbe comportargli. Scoprirà col tempo che il vero pericolo è rappresentato dai suoi stessi simili e cambierà totalmente identità e modo di vivere.

Il film che apri le porte a Hollywood all'allora solo attore Kevin Costner: primo film da regista e subito 12 nomination e 7 oscar vinti (tutti i più importanti attori esclusi solo in nomination, ivi compreso uno vinto a lui per la regia).


E' un film che può piacere oppure no per più di un motivo: uno per esempio è che il film vive di "luce propria" grazie all'ottima storia e non deve far leva solo sulle interpretazioni per arrivare al cuore del pubblico.
E' una specie di film della vita per Costner e si vede la cura maniacale per ogni dettaglio e per presentare un prodotto il più eccelso possibile: infatti c'è una fotografia stupenda, una colonna sonora grandiosa di John Barry, bella melodica nei momenti di stasi e tambureggiante in battaglia, battute e grandi silenzi al momento giusto che creano empatia nello spettatore verso i personaggi.


Insomma un prodotto egregiamente pensato, diretto e confezionato....nulla da dire, magari se si vuole proprio puntualizzare...2 ore e 50 non sono proprio una passeggiata anche se non pesano più di tanto, forse potrebbe creare un pò più di prurito la lieve sensazione di retorica nelle fasi finali del film, ma niente di grave


Se pensate di vedere sparatorie, saloon, boccali di birra in frantumi vi rimando piuttosto a un più recente western sempre di Costner, "Open Range" (2003...tral'altro moooolllto bello con sparatorie epiche)
Questo invece è tutto tranne questo: è un classico anti-western per come l'abbiamo sempre immaginato (col bianco eroe e l'indiano assalitore e malvagio), una vicenda umana ed esistenziale prima di tutto, e una rilettura in chiave moderna di un periodo storico poco edificante degli Stati Uniti d'America, perciò scordatevi Ford, Mann, Peckinpah e compagnia bella...

gemellino86  @  28/12/2012 13:50:34
   8 / 10
Davvero un bel film con un bravissimo Costner qui attore e regista. Non è un capolavoro a mio parere perchè si esagera troppo con la retorica. Bei paesaggi e ottimi costumi. Splendida anche la fotografia.

cervo  @  28/12/2012 01:55:47
   9½ / 10
Il fim perfetto, a mio avviso, è quello capace di farti riflettere e di non farti sentire addosso la durata, magari eccessiva. In tal senso, balla coi lupi è un film perfetto, perchè nella sua durata che va oltre le tre ore insegna valori indiscutibili senza eccessivi sentimentalismi (e senza l'happy ending hollywoodiano) e fila via senza intoppi, tanto che, fosse stato per me, poteva andare oltre per un'altra mezzoretta buona e non me ne sarei accorto... che dire, con questo film kevin kostner si è ritagliato il suo posticino nell'olimpo dei grandissimi, ed è meritato vista la cura quasi maniacale di questo film in ogni suo aspetto... fotografia, regia, sceneggiatura musica, è tutto perfetto. gli attori sono tutti bravissimi, a partire da un kostner dall'umanità eccezionale. Che dire di piu, è un sacrilegio non vederlo!

mauro84  @  28/12/2012 00:25:25
   8 / 10
girovagando in tv mi ritrovo, in rai, questo capolavoro del 1990.. avevo 6 anni aimè quando uscì e mi rendo conto solo ora che guardo molti film quanto sto film meriti veramente i 7 premi oscar per tutto quello che ha trasmesso di profondo e serio.. di attuale in sto film.. trama perfetta.. in tutto.. passando per la fotografia alla colonna sonora! ci son pochi film che tutt'oggi riescono ad esser come questo.

in parole povere sto fim è stato capace di trasmettere un forte predominio di riflessione suoi fondamenti della vita, sulla importanza della semplicità, dell'amicizia, dell'amore; vi è un invito a superare le diversità e ad aprirsi all'altro, lezione che oggi più che mai è da imparare. Vi è inoltre un invito ad accettare i suoi costumi dell'altro e ad apprendere dall'altro. Tutto questo è rappresentato tramite personaggi caratterizzati alla perfezione

kevin costner ottimo regista.. visto che attore tutt'oggi si sà che merita.. interpreazione perfetta..

capolavoro. film da veder almeno una volta nella vita!

prof.donhoffman  @  28/11/2012 14:37:16
   8 / 10
Bello ma non ce l'ho e cuore quanto Il piccolo grande uomo.

Invia una mail all'autore del commento RMmonteverde  @  28/10/2012 00:35:18
   10 / 10
Magistrale opera di Kevin Costner. Un attore, un regista, un soldato, un uomo. Qui tutto è Kevin Costner. Con questo film tutti i films precedenti con i selvaggi indiani, finiscono nel cassonetto; pronti per la discarica. Il messaggio è chiaro: l'uomo bianco, in uniforme, sa solo fare la guerra, e contro le persone innocenti, indifese, civili.

7219415  @  21/10/2012 17:27:57
   9 / 10
Che dire...bellissimo

1 risposta al commento
Ultima risposta 22/10/2012 13.19.55
Visualizza / Rispondi al commento
alepr0  @  27/09/2012 23:56:18
   8 / 10
Uno dei migliori film con Kevin Costner. Vorrei dire capolavoro ma non lo reputo tale, appena sotto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  27/09/2012 23:51:25
   9 / 10
Storia semplice ma profondissima e ricca d'amore, amicizia e poesia, fotografia sublime, musica incantevole, sceneggiatura eccezionale, attori magnifici, e regia... beh, quattro ore e non sentirle neanche. Serve aggiungere altro?

Semplicemente il top di Costner ed uno dei capolavori assoluti degli anni 90, curato, accurato, epico, emozionante, e splendido in ogni suo singolo fotogramma.

Spettacolo.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/09/2012 13.36.16
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  03/08/2012 15:13:56
   8½ / 10
E' un film indimenticabile ma bisogna mettersi d'impegno!

Atlantic  @  18/06/2012 13:03:08
   9 / 10
Kevin Costner si afferma anche come regista , facendo di questo suo film d'esordio un vero capolavoro , un po lungo , ma incredibile.
Grandissimo anche come attore , il cast vede la presenza anche di Mary McDonell , Graham Greene e Rodney Grant.
Un western che unisce violenza , romanticismo , avventura e libertà che racconta la storia dei Sioux e di un ufficiale che in seguito ad un tentato suicidio si fa lasciare su un fronte per scoprire se stesso.
Vincitore di ben 7 oscar per Miglior film, Miglior regia, Migliore sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Miglior colonna sonora di John Barry.
Da vedere assolutamente.

franky83  @  29/05/2012 12:58:31
   8½ / 10
Magari è un pò lento,ma ho visto l'edizione integrale,quasi 4 ore di film,senza soffrire e questo la dice lunga.Rivisto dopo decenni,mi è piaciuto molto

LaraZ  @  02/05/2012 19:38:43
   10 / 10
L'incontro tra culture diverse, sempre difficile ma possibile..
Storia di un'amicizia ..tra uomo e uomo e tra uomo e animale.. che fa commuovere e sorridere.
CAPOLAVORO!

Lavezzi78  @  30/04/2012 11:51:30
   10 / 10
Semplicemente straordinario!! Un capolavoro!! L'apice della carriera di Kevin Costner!!

Vincent91  @  19/11/2011 15:35:28
   9½ / 10
Spesso, nella sua gloriosa storia, Hollywood ha sfornato dei veri e propri capolavori nel vero senso della parola, film che rimangono nella memoria per sempre e uno di questi è "Balla coi Lupi" di Kevin Costner. Esistono due versioni di questo film, una da tre ore e una da quasi quattro e obiettivamente quella migliore è quest'ultima. E' una pellicola dalle grandi emozioni, con ritmi lenti e ragionati con la cinepresa che si sofferma sui dettagli, sugli sguardi e sui bellissimi e sterminati paesaggi della prateria accompagnata da una colonna sonora poetica di John Barry e regala alcune scene da antologia come quella della caccia al bisonte. Gli attori sono tutti eccellenti in particolare quelli che interpretano gli indiani che coinvolgono totalmente lo spettatore nella vicenda. Vicenda che ormai è diventata un classico e che funge da spunto per gli sceneggiatori odierni che vogliono "inzuppare" le loro storie di emozioni e sentimenti e che seguono più o meno lo stesso schema (vedi Avatar). E' un'opera commovente e appassionante che ha strameritato tutti gli oscar che ha vinto al quale però non metto 10 per il finale che non mi è piaciuto e che mi pare un po' forzato. (LEGGI SPOILER) Va detto che raggiunge il suo scopo ma nel quadro generale si poteva evitare perchè comunque le scene commoventi nel film non mancano e un finale un po' più felice avrebbe giovato di più.
Nonostante questo è un film da avere assolutamente nella propria collezione e guardarlo ogni volta che capita.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Totius  @  10/11/2011 11:22:08
   8½ / 10
Rivisto esattamente dopo 20 anni. Sicuramente un colossal e film imperdibile. Stilisticamente perfetto e recitato benissimo. Direi che si tratta della consacrazione di Kostner. Ma un plauso va fatto anche a tutti gli attori indiani perchè recitare praticamente per 3/4 di film col solo non verbale non è impresa semplice per nessuno ed il film riesce benissimo in questo scopo. La storia ovviamente fotografa la realtà della colonizzazione dell'uomo bianco, e a quel punto è sin troppo facile "arruffianarsi" un pò lo spettatore che si allea con gli indiani nella lotta contro il "male", in battaglie e scene molto "americane". Ma non è di certo un demerito nell'economia complessiva del film. Sicuramente nella top-ten dei western più belli di sempre.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  24/09/2011 22:26:35
   8 / 10
Un bel film nasce anche dalla passione, il bisogno di credere nella propria "creazione". "Balla coi lupi" ha il coraggio di essere Cinema Puro e Classico senza diventare prevedibile (v. l'apologo finale lasciamolo a John Ford o Ralph Nielsen!). Un nuovo Piccolo Grande Uomo dirige per tre ore e più questo struggente ed epico apologo su un'America che attendeva invano (malgrado qualche film del passato, "Un uomo chiamato cavallo" o "Soldato blu") la sua riabilitazione sociale. E il Male che divampa sembra meno insostenibile, perchè cattura il senso dell'ingiustizia, ma non di un'umanità intera

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  12/09/2011 16:57:57
   8½ / 10
ottimo film con un bravo Costner.
la storia è ormai risaputa ed è anche banale , ma la sua forza è proprio questo: entrare in contatto con una realtà diversa come quella degli indiani e comprenderne il loro punto di vista e diventare come loro.
di conseguenza allontanarsi dal proprio mondo natale ed addirittura combatterlo.
trama rivista in Pocahontas ed Avatar, tanto per fare un esempio.
ma balla coi lupi viene prima dei film citati.
quindi merita un bel voto.
il film scorre piacevolmente!!!
guardatelo ,ne rimarrete affascinati sul serio!!!

White chicks  @  28/08/2011 13:23:56
   8 / 10
Un film molto bello con bellissime ambientazioni e una bella lezione per tutti quanti.

Sestri Potente  @  11/07/2011 22:47:48
   7½ / 10
Un grande film e un'immensa lezione d'umanità.
Balla coi Lupi è un'opera molto intensa e profonda, dove i sentimenti non sono mai fini a se stessi ma interagiscono fra loro fino a toccare lo spettatore nel profondo. Insomma, ha fatto bene James Cameron a riprendere pari pari questa struttura per riproporla nel suo Avatar, che io definisco una sorta di Balla coi Lupi moderno.
Tutto bello quindi, se non fosse per l'eccessiva lentezza che lo rende davvero troppo pesante.
Non è assolutamente un film difficile da seguire, ma penso che una minore durata e un ritmo più sostenuto avrebbero giovato all'opera senza per forza snaturarne i contenuti.

PignaSystem  @  06/07/2011 22:52:02
   8 / 10
Monumentale film che congiunge il cinema d'azione popolare, una rivalutazione storica e una riflessione sul rapporto uomo-natura.
Epico racconto diretto da Costner che udite udite in questo film recita meglio del solito.

Bellinidj  @  04/07/2011 22:49:07
   9½ / 10
Un capolavoro. Un lento cambiamento della vita di un uomo, che da soldato dilaniato dalla guerra e propenso al suicidio riscopre il piacere dell'esistenza grazie ad una quieta solitudine, ad un commovente e rispettoso rapporto con gli animali ed alla profonda amicizia con un gruppo di indiani. Meraviglioso, da guardare con attenzione. A coloro che si lamentano della durata, consiglio film meno impegnativi ma sicuramente di minor profondità.

cort  @  21/05/2011 13:09:28
   9 / 10
i film lunghi sulle tre ore difficilmente riescono a non annoiare a tratti, molto dipende dallo stato d'animo di chi guarda, consiglio quindi di rivederlo più volte prima di dare 6 a un film che merita tutti gli oscar che ha ricevuto(e per chi ne ha ricevuto tanti è una rarità). una perla intramontabile e senza eta.

draghetta1989  @  10/05/2011 12:11:49
   10 / 10
meraviglioso!!!! e quando una cosa è meravigliosa deve essere premiata ecco perchè gli oscar per questo film erano tutti più che dovuti!! io non amo i western ma questo mi ha sempre dato tante di quelle emozioni con la sua storia così fascinosa,toccante e sopratutto "vera": vera nel senso che è capace di trasmettere in modo profondo, maturo e penetrante tutti i valori più belli che l'uomo possa coltivare, ma anche capace di mostrare il lato più egoista, irrispettoso e odioso dell'uomo però senza stereotipi ed esagerazioni; l'uomo è mostrato per ciò che è in realtà, in tutte le sue sfumature. alcuni momenti regalano sensazioni stupende grazie a quei paesaggi incontaminati tra infinite distese di praterie e cieli così tersi , un inno alla libertà e alla vita nella sua forma più semplice, a contatto e nel rispetto della natura e di culture diverse. l'incontro tra culture diverse, il rispetto della natura e degli animali e proteggere tutto questo dall'azione di uomini che invece non ne intuiscono il valore sono i temi principali che si possono ritrovare in questa pellicola. la frontiera americana è il luogo migliore per inserire una storia di questo tipo e il modo in cui i gli argomenti sono trattati è stato innovativo e mai grossolano, superficiale o banale, molti discorsi danno importanti lezioni di vita, ma ciò che più colpisce è di non vedere il solito stereotipo dell'americano cattivo e dell'indiano buono: una delle cose che si ritrova prima di tutto è che non ci sono veri cattivi o veri buoni, come spesso accade nelle pellicole di questo genere, ma entrambe le fazioni sono state sfaccettate e rese più verosimili di quanto non si potesse fare, la questione è resa in modo molto più complesso di così.
una prova davvero magistrale per kevin Costner alla sua prima esperienza registica, un film che entrerà di diritto nella storia.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  09/05/2011 16:25:55
   10 / 10
Magistrale esordio registico di Kevin Costner, tratto da un romanzo di Michael Blake, e rinnovatore di un genere oramai al tramonto: il Western.
Un capolavoro assoluto da vedere e rivedere.
Meglio la versione ridotta, però.

2 risposte al commento
Ultima risposta 21/05/2011 16.19.56
Visualizza / Rispondi al commento
clint 85  @  09/04/2011 02:23:53
   6 / 10
Gli metto la sufficienza, perchè non è certamente un brutto film ma personalmente l'ho trovato troppo lungo, e quindi automaticamente noioso e palloso.

2 risposte al commento
Ultima risposta 15/09/2013 12.06.48
Visualizza / Rispondi al commento
Leonhearth87  @  04/03/2011 02:18:12
   10 / 10
Balla coi Lupi è un capolavoro. Forse, uno dei film più belli che io abbia mai visto. Commentare un film del genere sarebbe riduttivo, perchè le EMOZIONI non si possono commentare a semplici parole. Balla Coi Lupi è un film che sa trasmettere tutte le emozioni dell'essere umano, tutte, nessuna esclusa. E' una poesia, una fiaba, un racconto che sà penetrare nell'anima di qualunque spettatore, suscitando tutto ciò che può essere descritta come una emozione.
Quindi, per concludere, guardatelo, perchè un film come questo, probabilmente, non lo rivedremo mai.
Non è un semplice film, è una lezione di vita.

Una BELLISSIMA, AFFASCINANTE lezione di vita.

Invia una mail all'autore del commento mattia87  @  20/01/2011 00:06:42
   9 / 10
Come dice la finestra a tendina, film eccellente, mi ha lasciato un pò di tristezza nel ricordarmi ciò che è accaduto alle popolazioni native americane. ho visto la versione da 4 ore ma son passate veramente molto molto velocemente

Lory_noir  @  08/01/2011 00:48:40
   10 / 10
Ottimo sotto tutti i punti di vista. Una storia che indigna e che emoziona. Costner è un perfetto "John Smith" come attore e un perfetto narratore come regista. Capolavoro assoluto.

ValeGo  @  22/11/2010 00:32:46
   9 / 10
Che dire..Eccellente!Grande Kevin!

--Pio--  @  25/10/2010 14:12:13
   10 / 10
Capolavoro assoluto...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  16/10/2010 19:55:42
   3½ / 10
Probabilmente verrò massacrato per il mio commento e tutti diranno che non capisco niente di cinema... ma a me questo film ha veramente massacrato i maroni!! Lento e veramente troppo lungo nonostante regia, colonna sonora e ricostruzione storica siano davvero superbi. Per me un film deve innanzitutto intrattenere, e questo non lo ha fatto.

9 risposte al commento
Ultima risposta 05/08/2012 11.49.18
Visualizza / Rispondi al commento
ilcippo  @  20/09/2010 17:30:32
   9 / 10
Secondo me più che ai Pellerossa, questo film è un elogio alla vita a contatto con la Natura e le sue bellezze, ad una vita in cui le cose più importanti sono l'amore, la famiglia e la propria comunità e il rispetto delle sue regole, delle sue tradizioni, dei suoi valori.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/02/2011 00.14.13
Visualizza / Rispondi al commento
amsterdam  @  07/09/2010 15:29:14
   10 / 10
Capolavoro. Ogni altro commento è superfluo.

Eleanor_Rigby  @  30/08/2010 15:51:11
   10 / 10
Questo film è subile, si eleva: la sventura non degrada l’uomo, se ei non è dappoco, ma anzi lo sublima.
Pellicola eccezionale degna del 10 come poche.

Come da titolo andate a vederlo subito.

Invia una mail all'autore del commento agen  @  16/08/2010 21:21:41
   10 / 10
che dire ... bellissimo :-)

il migliore  @  15/07/2010 18:13:11
   10 / 10
bel film con un grande kevin costner!! bellissimo, maestoso, intenso e spettacolare

ste 10  @  22/05/2010 11:05:46
   8½ / 10
Film profondo e dalle ambientazioni molto suggestive.
Kevin Costner ottimo nelle vesti di attore e fantastico nel ruolo di regista.

BlackNight90  @  07/04/2010 18:30:51
   9 / 10
Io non ci credo che Costner all'esordio alla regia ha girato questo film.
Splendidi i paesaggi esaltati da una fotografia meravigliosa, e da antologia la scena della caccia ai bisonti.
Probabilmente il film più famoso dalla parte degli indiani, quindi farà infastidire i fanatici dei western vecchia data; così come la semplicità con cui nascono le emozioni e la contrapposizione dei personaggi, al limite del manicheismo, farà storcere il naso ad altri...pazienza, a me questo film, nonostante le tre ore di durata, lascia sempre una sensazione di pace e serenità.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  25/03/2010 15:41:03
   7½ / 10
La tematica portante è quella della ricerca di sè stessi... lo sfondo è quello western con pelle rossa nel ruolo dei veri saggi a discapito degli eserciti. Regia ottima di Kostner che si innamora del proprio personaggio.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR jack_torrence  @  08/03/2010 15:31:09
   8 / 10
La forza del film sta tutta nell'enorme appeal che vi esercita, per i modi con cui è declinato, quello che è un vero archetipo narrativo: la ri-nascita a una vita più autentica all'interno di un nuovo contesto, più autentico, di vita. E', in questo caso, la civiltà dei Sioux, descritta come civiltà che non avrebbe smarrito un profondo legame con la Natura, a differenza di quella occidentale.

Se questo archetipo esercita tanto appeal, è perché è molto diffuso il sentimento per cui la civiltà occidentale viva da ben oltre un secolo una fase di profonda decadenza, nel suo sempre maggior allontamento da una (idealizzata) età dell'oro. A mio giudizio tale sentimento è sempre stato molto vivo nella civiltà occidentale, e non è sorto in età contemporanea ma è molto più risalente, come gli stessi miti dell'Eden o dell'età dell'oro dimostrano.

Balla coi lupi, nel 1990, ambienta questo archetipo e individua un'età dell'oro nelle civiltà indigene dell'America settentrionale: questo ci porta a due considerazioni.

La prima è che le civiltà aborigene (ancora esistenti) sono apparse (credo in maniera diffusa a partire dall'antropologia del XX secolo) come le rappresentazioni in terra e realmente esistenti dell'Eden.
La seconda è che lo sterminio di cui sono state vittima le civiltà degli indiani d'America fa sì che un'opera come Balla coi lupi getti una cupa ombra sulla cultura statunitense dalle sue origini: il fatto che un occidentale ancora oggi, guardando Balla coi lupi, partecipi della "rigenerazione" del protagonista, significa che il film esprime una metafora sull'oggi. Lo spettatore è portato a vivere una identificazione, a non restare storicamente distaccato.

C'è una profonda nostalgia. A differenza di una pellicola come Avatar (dove l'archetipo viene proposto in modo identico, in superficie), non viene proposto allo spettatore un meraviglioso mondo di fantasia, dove far vivere la ri-nascita in un paradiso terrestre, e in cui far risuonare allegoricamente il declino e la decadenza della civiltà occidentale.
Balla coi lupi è favola storicizzata e non fantastica (in altri termini, ambientata nel passato e non nel futuro), quello che sappiamo essere il corso della Storia (ricordato dalle didascalie conclusive). C'è nostalgia, e amarezza per come procede realmente il corso della Storia della nostra civiltà, che sembra distruggere i fiori puri che incontra.


Tutto ciò, quanto sentivo di dire per sostenere il valore generale di una pellicola molto riuscita in ciò che si propone di significare.
La storia procede di tappa in tappa senza svolte, ostacoli, con un ritmo lento che è un "crescendo" tutto finalizzato a convergere verso l'armonia. Tralascio di soffermarmi sui motivi di merito che ravviso nella conduzione e nella resa della storia, vorrei però sottolinearne quello che a mio giudizio costituisce il principale limite del film.
Ossia il determinismo, che - specie all'inizio - forza troppo la trama: tutto ciò che "deve" accadere, accade. E' un romanzo di formazione dall'impianto molto classico e tradizionale. E' "giusto" che le cose procedano verso la direzione che il film deve assumere, ma occorre riconoscere che sono davvero molti i colpi di fortuna e la buonasorte che capitano al protagonista, specie prima del suo inserimento nella tribù dei Sioux.
Il determinismo è accompagnato poi da una polarizzazione fra le 2 civiltà (gli "indiani" e i "bianchi") che sconfina nel manicheismo. Avrebbe impreziosito l'opera una visione meno macchiettistica dei bianchi, sempre e solo crudeli, rozzi e imbecilli: una visione che sta bene, ma che conclusa in questi termini costituisce sicuramente un limite, anche se serve a rafforzare la fruibilità del "messaggio" per ogni pubblico (io vidi il film da ragazzino, lo amai moltissimo e lasciò tracce profonde sulla mia stessa formazione).

3 risposte al commento
Ultima risposta 22/03/2010 18.45.05
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  04/03/2010 13:38:10
   8½ / 10
Film molto bello.
Esordio incredibile per Costner alla regia, che nei futuri film non sarà il grado di ripetersi.
Emozionante, con una grande fotografia e una buona recitazione presenta come limite la prolissità in alcune sue parti.
Consigliato.

fede77  @  21/02/2010 16:42:04
   9½ / 10
Siamo nel 1990 e questo film segna l'apogeo della carriera del belloccio Costner (già lanciatosi in epiche avventure con "Robin Hood principe dei ladri" del 1991, di Kevin Reynolds) e l'apogeo dei western in stile moderno. Passeranno infatti due anni prima di poter veder un ottimo D. Day-Lewis ne "L'ultimo dei Mohicani", di Michael Mann, altro bellissimo film, mentre l'anno seguente arriverà uno stupendo "Geronimo", di Walter Hill.
E' un film epico, per trama, sentimento ed indimenticabili musiche e scenari. E' il più "comprensivo" western in favore degli indiani d'America (Sioux, in questo caso); forse però è quello che li rappresenta in modo un po' troppo idealizzato....all'epoca non erano certo così accondiscendenti coi bianchi, soprattutto coloni (vedi proprio il successivo "Ultimo dei Mohicani" e "Geronimo" che danno un'idea più reale).
Comunque è il messaggio globale, ovvero degli "ideali di una cultura e di una civiltà in armonia con se stessa e con la natura, distrutti dalla barbarie e dall'ignoranza dell'uomo bianco", che più conta nel film. Un po' fuori luogo, l'attrice Mary McDonnel (che poi comparirà anche in "Independence Day" del 1996 e nel mitico "Donnie Darko" del 2004) che impersona "Alzata con pugno" (ma con tanti nomi...mah)...della serie: "te' pareva che tra migliaia di indiani il Costner non si trovasse la solita bianca rapita in gioventù e per di più interprete??".
Dopo questo film il nuovo divo americano ha ri-tentato il successo col super-baraccone-acquatico di "Waterworld" (1995, di Kevin Reynolds), un flop nelle sale, ma secondo me da avere nella propria cineteca. Per concludere, "Balla coi lupi" è uno dei migliori, intensi e scenografici western mai realizzati; il massimo, a mio avviso, di questo genere, oggi purtroppo totalmente bistrattato. Per intenderci, nel 2008 è venuto fuori "Appaloosa" con regista, perchè ora le vecchie guardie cominciano a darsi alla regia, proprio il bravissimo attore Ed Harris...ma il film è del genere "pistoleri", di una pesantezza e staticità unica...insomma ormai sono cosucce rispetto ai gloriosi tempi dei primi anni '90. Due curisosità e poi chiudo: 1) il cattivo Pawnee del film è l'attore "Wes Studi"...comparirà ancora nella parte del capo Urone de "L'ultimo dei Mohicani" e in quella di Geronimo nel film omonimo (ma anche nel super-mitico poliziesco "Heat - La sfida" del 1995 di Michael Mann). 2) Del film ne esiste una versione estesa (di 237' !!!) che fa capire moolte più cose che nella tipica edizione non sono ben spiegate, soprattutto per quanto riguarda "il prequel del fortino in cui Kevin si insedia"....ma se avete il dvd (o ancor meglio B-Ray) avrete già di sicuro questa. ;-)

Leonida86  @  16/02/2010 19:20:59
   9½ / 10
Che film magnifico! Nella storia del cinema se ne trovano pochi di capovalori di tale portata.
In assoluto il tratto dominante del film e quello che lo rende particolarmente apprezzabile sono i paesaggi. Sterminate praterie deserte, radure erbose con poche tende di una popolazione in simbiosi con la natura, campi di battaglia... Nella versione estesa il tutto è reso ancora più maestoso e sembra di potersi perdere da un momento all'altro nella frontiera che ha fatto storia.
Un ufficiale dell'esercito che, disgustato dalle lotte fratricide dei bianchi chiede il trasferimento verso la frontiera, dove va a rinforzare una guarnigione annientata dalle malattie. Trovatosi solo entra in contatto con una tribù di pellerossa che rimarrà il suo unico contatto umano per mesi. Nonostante la diffidenza reciproca, l'acutezza del personaggio riesce a sfondare le barriere dei pregiudizi e scopre una cultura ed una vita del tutto estranei alla sua e ne rimane folgorato. All'arrivo dei rinforzi si sente più indiano che bianco e decide di restare con il suo nuovo popolo.
Uno dei primi film di revisione storica a favore degli indiani d'America.
Kostner è fenomenale sia in veste di regista sia e soprattutto in quelle di attore protagonista. Stupende anche le figure di Vento Nei Capelli e di Uccello Scalciante.
Senza dubbio contiene alcuni tra i più bei dialoghi di sempre.
Film da far vedere nelle scuole.

El Piccio  @  06/02/2010 10:17:13
   8½ / 10
Gran bel film!!!

Invia una mail all'autore del commento eddiguff  @  06/01/2010 15:11:07
   8 / 10
La storia di un uomo che con umiltà e intelligenza riesce a farsi accettare e rispettare da una realtà etnico-sociale culturalmente lontanissima dalla sua. Non so quante volte accada nella realtà, ma nel film riesce molto bene. Un messaggio per il mondo di domani?

Biolko  @  28/12/2009 21:59:48
   9 / 10
Grande film... classico da avere

Englishbear  @  17/09/2009 17:54:34
   9 / 10
Sicuramente il miglior Kevin Costner che ho visto e il miglior film che è stato fatto sui Nativi Americani. Quanto mi ha commosso questo film. Due Calzini poi è davvero molto bello. Da vedere.

dobel  @  28/08/2009 19:10:03
   6½ / 10
Sicuramente un film molto bello, ma non tale da suscitare tanti entusiastici commenti come se si trattasse di un capolavoro immortale. E' l'ennesimo film dalla parte degli indiani girato magari con più mezzi e più risorse rispetto ad altri di qualche decennio prima, ma anche con più artefazione. Le emozioni sono studiate a tavolino e tutto sembra essere programmato per colpire l'occhio e il cuore. Solo che il cuore viene colpito sempre per caso e mai per calcolo. Tutto è perfetto (non come nella 'Tortura della freccia' di Fuller, dove tutto sembra fatto quasi in casa, ma sconcerta!), tutto è bellissimo ma anche leggermente stucchevole. Il 'due calzini' di Costner non commuove certo come la cavalla di Kirk Douglas in 'Solo sotto le stelle' (western atipico e moderno). La frontiera di Costner cerca di riprodurre l'epica di Ford ma ha il fiato corto: non bastano fotografia e musica; è un western ecologico, questo, ma poco spontaneo e 'sporco'. Molto meglio "Terra di frontiera" sempre di Costner: più semplice, con meno pretese, ma anche più sentito. In 'Balla coi lupi' si sente la paura che qualcosa sia fuori posto. Stia tranquillo Kevin, niente è fuori posto... se qualcosa lo fosse stato forse il film ci avrebbe guadagnato...(rima non voluta).

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/08/2009 14.34.32
Visualizza / Rispondi al commento
edmond90  @  10/08/2009 10:34:20
   10 / 10
Uno dei miei kolossal preferiti,sicuramente quello che mi ha fatto riflettere di piu.

FurFante9  @  17/04/2009 11:02:57
   7 / 10
Riconosco la grande opera di Kostner, ma purtroppo è troppo lento e troppo lungo per i miei gusti. MA CMQ...7

The Monia 84  @  14/04/2009 17:41:25
   8½ / 10
Grandissimo film, un western crepuscolare e fuori tempo massimo che è pura poesia. La trama è eccellente pur nella sua semplicità, i personaggi sono uno più affascinante dell'altro. La mano del regista (Costner: uddio) è sicura e ci guida con autorità nelle praterie, negli accampamenti indiani e nelle emozioni dei personaggi come forse non gli riuscirà mai più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  27/03/2009 00:04:18
   8 / 10
Davvero un bel film anche se troppo lungo. La regia di Costner non mi ha fatto impazzire ma ho davvero apprezzato i valori del film. Una perla da vedere.

livis  @  27/02/2009 18:51:08
   10 / 10
Francamente non so come Costner abbia azzeccato un film così......ne prima ne dopo ha toccato tali vertici ne da attore ne da regista, però questo film è veramente un capolavoro, perfetto in tutto, uno dei migliori film di "taglio" americano di sempre. Un classico intramontabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/02/2009 18.58.07
Visualizza / Rispondi al commento
inferiore  @  22/02/2009 07:13:38
   6½ / 10
Fra la mia personale sfilza di film registrati in vhs risultava ormai da molto ''Balla coi lupi''. Questa notte mi sono finalmente deciso a guardarlo e francamente mi sento come un pesce fuor d'acqua nel valutare questo film. Ho visto che la stra grande maggioranza dei commenti lo elogia, ma io questo capolavoro non l'ho visto.
La scena del tenente a cavallo con le braccia al cielo nella terra di nessuno è epica e la pallicole sembra cominciare molto bene. La prima parte è più che buona ma quella centrale scorre inesorabilmente lenta. Sicuramente non annoia ma procede lentamente e tende a distogliere la concentrazione dello spettatore. Bravissimo Costner all'esordio alla regia e sforna anche un'altra grande prova attoriale, paesaggi stupendi e fotografia ''luminosa'' ma c'è una cosa che non mi convince. Tralasciando le lungaggini che portano a rallentare il film quella storia d'amore fra il personaggio interpreetato da Kevin e quello interpretato dalla McDonnell non mi va giù. Mi sembra messa li per allungare il brodo. Il messaggio finale emanato dal film ho fatto fatica a coglierlo, probabilmente non l'ho per nulla colto.
Trovo che ''Balla coi lupi'' si un gran film che io non sono stato in grado di apprendere appieno, presumibilmente fra un po' di tempo prenderò a testate il muro per questo voto, ma il mio giudizio momentaneo non va oltre la sufficienza abbondante.
Avvincente ma non convincente!

4 risposte al commento
Ultima risposta 11/11/2009 15.25.50
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Zero00  @  29/01/2009 12:37:11
   9 / 10
Western atipico, totalmente fuori dai canoni Hollywoodiani, una storia che ti prende dall'inizio alla fine, basata su paesaggi spettacolari, ottima recitazione e su scelte azzeccate (la scelta degli indiani, i diversi caratteri messi in risalto, lo far scivolare il protagonista a ruolo di semplice comprimario e osservatore/narratore della storia, con picchi finali di eroismo considerevoli).

Uno dei miei film preferiti.

Invia una mail all'autore del commento Raging Bull 92  @  24/01/2009 21:02:18
   10 / 10
Film grandioso!!!!!!!!!!!! Grande Kevin Costner, un flm che tiene incollato allo schermo.
Peccato che dura circa 3 ore, perchè se no il giorno in cui l'ho visto avrei schiacciato play sul menu appena finito il film e me lo sarei ri visto un'altra volta.
GUARDATELO!!!!!!!!!!!!!!!!! è veramente bello.

Invia una mail all'autore del commento marcuse  @  11/01/2009 14:57:19
   9 / 10
metto solo il voto, commento non c'è per un capolavoro simile

Invia una mail all'autore del commento wega  @  04/12/2008 17:26:09
   9 / 10
Eccellente esordio di Kevin Costner nel western moderno, e secondo me, con il film che ne è il più significativo. Retorico ma di ampio respiro epico, ribaltando la figura dell' eroe, la distinzione tra buoni e cattivi archetipici di Ford, e del mito della frontiera, non più come scontro ma come incontro di due civiltà ed etnie rese del tutto apparentemente incompatibili per almeno 50 anni. Stupefacente la fotografia, quasi quattro ore di puro relax.

6 risposte al commento
Ultima risposta 05/12/2008 18.41.22
Visualizza / Rispondi al commento
minoidepsp  @  30/11/2008 12:05:11
   9 / 10
Visto al cinema 18 ani fa. Il tempo non scalfisce le qualità dei grandi film.
Visto dalla parte degli indiani, popolo di costumi diversi e non privo di difetti, ma pelomeno non corrotti dall'ansia del profitto.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  14/11/2008 11:36:44
   8 / 10
Lo vidi al Cinema in versione Integrale (mi sembra che durasse molto di più di tre ore). Non c'è che dire, iol film è conivolgente

La fotografia è eccezionale e la sceneggiatura ben scritta

La Regia apparentemente molto attenta in realtà presenta molteplici errori di continuità e diversi anacronismi, ma che non compromettono lo svolgimento della trama.

Unica pecca (almeno per me che l'ho visto in versione integrale di 237 min.): troppo lungo!.

Ottima trasposizione del romanzo.

Consigliato, ma se decidete di vedervi la versione integrale di quasi 4 ore scegliete un oraio consono :D


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

manera4  @  06/11/2008 20:06:00
   9½ / 10
è il primo film che ho visto al cinema!bello e introspettivo.

  Pagina di 3   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008641 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net