ci vediamo domani regia di Andrea Zaccariello Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ci vediamo domani (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film CI VEDIAMO DOMANI

Titolo Originale: CI VEDIAMO DOMANI

RegiaAndrea Zaccariello

InterpretiEnrico Brignano, Burt Young, Francesca Inaudi, Ricky Tognazzi, Giulia Salerno, Liliana Oricchio Vallasciani, Andrea Mianulli, Giovanna Matechicchia, Luca Avalgiano, Corinne Jiga, Salvatore Cantalupo

Durata: h 1.43
NazionalitàItalia 2013
Generecommedia
Al cinema nell'Aprile 2013

•  Altri film di Andrea Zaccariello

•  Link al sito di CI VEDIAMO DOMANI

Trama del film Ci vediamo domani

Marcello Santilli Ŕ continuamente alla ricerca dell'occasione della vita, ma le sue grandi idee per arricchirsi in modo facile e svoltare si rivelano sempre delle fregature! Con una moglie stufa di fargli da madre ed una figlia che ha poca stima di lui, Santilli ormai ridotto sul lastrico ha un'ultima micidiale trovata...Aprire l'unica agenzia di pompe funebri in uno sperduto paesino della Puglia popolato solo da ultranovantenni, quindi tutti potenziali "clienti". Ma il tempo passa e i vecchietti del luogo non mostrano alcun segno di cedimento...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,41 / 10 (28 voti)5,41Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ci vediamo domani, 28 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Burdie  @  17/12/2020 23:34:04
   6½ / 10
...ma sì dai...alla fine si riscatta!

camifilm  @  15/11/2020 16:56:57
   7½ / 10
Commedia... Non indica di per sé "ridere" e basta.
È un po' come i film commedia di Totò, dove si raccontano storie di uomini anche crude, ma usando l'ironia.

Questo film fa sorridere e piano piano però porta lo spettatore a considerare alcune questioni. Proprio il titolo viene spiegato bene nel suo significato. La storia dell'amore eterno narrata dal vecchio (un signor attore!) è bellissima (struggente e colma di sentimento puro) e credo che nel finale ci sia la liberazione e il senso della libertà spiegato meglio che mai.

Brignano nasce probabilmente attore di teatro, come tale interpreta personaggi di vario spessore, ne ha potenzialità. Siamo noi che cataloghiamo Brignano=famme ride (come succede con Zalone), ma dobbiamo staccarci da questo classificare.
Un film come questo (come gli ultimi di Zalone), un De Sica o un Boldi non sarebbero credibili, per sono attori altamente classificati (per loro colpa).

Il finale è in realtà non proprio un finale a lieto fine, come tanti dicono qui. Analizzate il discorso fatto poco prima da Brignano e poi il finale: è una ripartenza, verso l'ignoto, verso l'eternità, ci vediamo domani.

Bene, molto bene la qualità delle riprese. Sul finale molto carina idea della vecchietta che ci guarda...

daniele64  @  08/01/2020 11:05:05
   5½ / 10
Enrico Brignano è un ingenuissimo maneggione , che cerca di fare soldi nei modi più strampalati , ed ottiene solo fregature . Separato da moglie e figlia ed indebitato fino al collo con il gaglioffo funzionario di una finanziaria che lo circuisce cinicamente , non trova di meglio che andare ad aprire un' agenzia di pompe ( funebri ) in uno sperduto paesino abitato solo vecchietti in tardissima età . Poi si siede nel suo ufficio sgarrupato ed attende ... L' assunto è già assurdo di suo , inserito nella realtà quotidiana di un imbranato perdente con disperato bisogno di denaro , conduce prima a toni da dark comedy e poi all' immancabile finale buonista . Il protagonista assoluto è Enrico Brignano , attore che io non riesco ad apprezzare molto al cinema . Stavolta prova ad interpretare un personaggio un po' diverso dal solito , anche se non rinuncia ad un paio dei suoi monologhi teatrali . Un fallito sì , ma drammaticamente malinconico e straziato dai problemi della vita , che si trova catapultato in una realtà bucolica , vitale e surreale , popolata di anziani tranquilli per i quali i soldi ed il successo non sono i valori dominanti . Scopre così che il loro segreto è vivere giorno per giorno , senza grandiose aspettative , cosa certamente più facile a 90 anni che a 40 ... L' epilogo è piuttosto imprevedibile ma anche molto inverosimile , e serve a dare un tocco consolatorio alla pellicola . Accanto a Brignano , più che Francesca Inaudi ( relegata ad un ruolo davvero marginale ! ) , si fanno apprezzare l' anziano caratterista italo - americano Burt Young ( che ben si mimetizza nella combriccola dei dinamici anziani del paesello ) e Ricky Tognazzi ( negli antipatici panni dell' insaziabile usuraio ) . Non conoscevo il regista Andrea Zaccariello , molto attivo in campo pubblicitario , ma ho apprezzato il suo modo di girare questo film , con ariosi movimenti di macchina ed eleganti inquadrature . Mi sembra una pellicola che si possa considerare quasi sufficiente , da 5,5 o giù di lì .

Wilding  @  02/07/2018 21:58:52
   6 / 10
La sufficienza infine se la guadagna, ma quanta fatica!!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  10/06/2018 16:24:30
   3 / 10
Anche io non capisco cosa voglia essere, una commedia? Ma fa piangere più che ridere. Il film era da sviluppare in modo del tutto differente.

maxi82  @  22/01/2016 06:58:08
   6½ / 10
Diverso da quello che mi aspettavo ma ho trovato una piacevole sorpresa con gag ironiche e divertenti e momenti di drammacita' e profonda realtà..!!lo consiglio

Sestri Potente  @  07/10/2014 13:24:16
   2 / 10
Cosa voleva essere? Una commedia?
In ogni caso Brignano non mi fa ridere...

elnino  @  16/09/2014 15:13:55
   5 / 10
Il film non decolla mai, poche gags poco divertenti, una morale scontatissima, e attori di scarso lignaggio, (a parte Young, di un'altro spessore rispetto a tutti gli altri) Evitabile

uito  @  23/06/2014 17:58:18
   6 / 10
Momenti di tenerezza con buona morale di fondo e qualche dialogo d'effetto.
Tutto sommato godibile.

topsecret  @  31/05/2014 18:19:08
   6 / 10
Momenti allegri, altri velati di malinconia, alcune situazioni tirate per i capelli, qualche personaggio simpatico e una buona dose di retorica accompagnata da una morale sulla vita, la morte e la vera libertà.
Tutto questo è CI VEDIAMO DOMANI, primo lungometraggio di Andrea Zaccariello che si affida alla verve di Brignano per imbastire una commedia sulla precarietà e sulle responsabilità della vita in età adulta.
Una commedia che riesce ad essere scorrevole, perfino piacevole in alcuni momenti, ma che però incappa nell'errore di volere a tutti i costi mostrare il lato umano e sentimentale senza preoccuparsi troppo di risultare banale.
Non voglio essere troppo severo perchè qualche risata me la sono fatta (forse Brignano poteva essere sfruttato meglio in ambito commedia) e comunque a mio avviso riesce a raggiungere la sufficienza.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  15/04/2014 20:39:03
   4½ / 10
Incredibile come il buonismo Italiano riesca a rovinare un incipt cosi' carico di buoni propositi. Chissa' cosa avrebbero fatto i fratelli Farrelly con una sceneggiatura cosi'...probabilmente avrebbero tenuto le prime due pagine e buttato via il resto.
Forse non si voleva "sporcare" l'immagine di bravo ragazzo di Brignano ma qui si esagera. Miele a volonta' e risate con il contagocce.

Invia una mail all'autore del commento giovanni79  @  08/04/2014 00:08:20
   6 / 10
Dopo parecchi anni di carriera, Enrico Brignano trova al cinema un degno ruolo da protagonista. Il suo personaggio è ricco di sfumature, dal comico al drammatico e avrebbe meritato una migliore "cornice" rispetto alla sceneggiatura di questo film. L'idea di partenza non e' male, ma dopo un buon input, la vicenda non trova uno svolgimento altrettanto interessante e arriva con fatica alla conclusione forse per inesperienza del regista, poco capace di imprimere alla storia un ritmo adeguato. Suggestiva l'ambientazione paesana. 6+

genki91  @  07/04/2014 22:57:11
   6 / 10
Discreta commedia che non eccelle, senza infamia né lode, con la classica morale di fondo che non può mai mancare nel made in Italy medio.
Carino, se si guarda senza pretese.
Si riconosce un invecchiato Burt Young che, comunque, è evidente essere superiore al resto intero del cast.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  10/02/2014 01:30:28
   5 / 10
Partendo anche dal presupposto che non è una commedia che vuole far ridere e divertire, bensì un film che racconta in maniera leggere uno spaccato di realtà, a me non ha convinto. La regia è troppo televisiva e Brignano proprio non riesce a conquistarmi. L'ho trovato anche un po' lento.
Peccato perché comunque si discosta abbastanza dalle solite commediole italiane.

steven23  @  18/01/2014 14:49:56
   7 / 10
"Ci vediamo domani" è un esempio lampante di come, almeno qui in Italia, si tenti in ogni modo di far passare un film per quello che non è. Mi spiego meglio.
Qui il trailer ha provato in tutti i modi a sminuire i reali toni della pellicola. Non siamo davanti a una commedia (chissà perché sembra quasi obbligatorio ridurre gran parte delle pellicole nostrane a questo, e nemmeno nel senso migliore del termine), non si ride... piuttosto si sorride (poco) e si riflette. Il film infatti è un'opera dal timbro prettamente malinconico, un dramma che regala solo qualche sprazzo di commedia e nulla più.
Non credo, però, che questo sia un valido motivo per penalizzarlo. Cioè, il film non rispecchia le aspettative ed è meno stupido di quanto si potesse pensare quindi diamo l'insufficienza? Ok, forse capisco il perché della tendenza che riguarda il cinema italiano.
Ma tornando alla pellicola in sé io l'ho trovato piuttosto carina e i toni più seri non l'hanno affatto penalizzata anzi, il mezzo voto in più lo do appunto per questo. C'è ancora parecchio da migliorare, specie per quanto riguarda la regia, e non tutti gli obiettivi vengono raggiunti, ma il risultato non è affatto disprezzabile.
Continuo a non essere del tutto convinto di Brignano attore, specie in un ruolo come questo, ma apprezzo il tentativo. Bene, invece il vecchio Young, specie nella scena del ricordo di Anita dove riesce ad essere incredibilmente realistico.

In sostanza mi sono trovato dinanzi a un film che, per una volta, cerca di uscire dai classici, squallidi schemi chiesti dal cinema italiano odierno per fare incassi e prende una strada sua. Una strada difficile ma che, tra alti e bassi, lo porta comunque a un discreto risultato finale. E, a proposito di finale, devo dire che qui l'ho apprezzato particolarmente.

Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  12/12/2013 14:27:08
   7½ / 10
Molto, molto carino. La media impietosa, più che al giudizio del film in sé nel complesso (comunque certamente non eccelso), penso sia dovuta alle aspettative di una commedia o quasi tale, di cui in realtà c'è ben poco.
È un puro e semplice spaccato di vita, che mostra una storia diversa dal consueto purtroppo narrata con molti limiti, specialmente registici: Zaccariello fa del suo meglio, ma l'impronta degli spot tv cui è molto più avvezzo è evidente e si fa sentire spesso, e gli sforzi di Brignano non bastano a sopprimerla.
Il ritmo è così così, il copione per quanto nulla di eccezionale è ad ogni modo buono (strano a dirsi, scritto dallo stesso regista...) e il vero problema è, come detto un attimo fa, com'è stato girato.

A me ha colpito e non mi è dispiaciuto per niente, si può sia sorridere che riflettere per gran parte del film.

Non avrei neanche mai creduto che una canzone di Cristina Donà potesse piacermi, hai visto Sy.

marcogiannelli  @  10/11/2013 15:58:28
   4 / 10
Mi aspettavo una commedia...invece mi ritrovo un film quasi drammatico. Fatto male inoltre...e che ho pagato il biglietto pure...una sconfitta per un comico che stimo parecchio

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/08/2014 16.25.18
Visualizza / Rispondi al commento
calso  @  17/10/2013 18:29:28
   6 / 10
Probabilmente il fatto di essere un film italiano gli taglia un pò le gambe ma non è male per niente, anzi...divertente con sullo sfondo le problematiche tipiche della cultura italiana...un film da vedere in relax, senza infamia senza lode..

vale1984  @  10/10/2013 11:40:30
   6½ / 10
carino, leggero e divertente... la storia è un pò diversa e il finale è magnifico. E' dolce e affronta con leggerezza la vita e la marte, i problemi legati al lavoro, alla precarietà, agli imprevisti...insomma ben fatto.

il ciakkatore  @  01/10/2013 17:23:02
   6½ / 10
Non è male,anzi! Solo che se vuoi vedere la classica commedia semplice e scanzonata allora ne rimani deluso,l'importante è guardarlo senza pregiudizi. Non farà ridere,ma trova qualche spunto per la riflessione sui problemi attuali. Alla fine si può anche versare una lacrimuccia,peccato solo che poi il finale sia un po' troppo buonista,altrimenti gli avrei dato sicuramente mezzo voto in più

sandrone65  @  24/09/2013 08:54:20
   7½ / 10
Pur apprezzando la bravura di Brignano nei suoi pezzi teatrali non ho mai avuto una buona opinione del Brignano cinematografico ed ero convinto che questo film fosse una completa ciofeca. Invece è un film che racconta a modo suo l'assurdità della vita, la lotta spesso senza speranza contro la crisi, l'eterna sopraffazione dei furbi a danno dei più deboli. Poi la vita rovinata di un uomo macinato dalle difficoltà finisce in mezzo ad un mondo senza tempo costituito da un paese di 107 anime dove il più giovane ha 85 anni, un'isola surreale che suggerisce una diversa filosofia dell'esistenza, un posto dove i ritmi sono talmente lenti che la gente sembra non abbia più nemmeno fretta di morire. Sarò forse sentimentale, ma i riferimenti all'infanzia del personaggio di Brignano, alla nonna che gli ricordava come giocavano insieme spensierati quando lui era un bambino, alle lacrime che lui versa nella casa che viene sgomberata dopo la morte della nonna, mi hanno trasmesso commozione. Ritrovare la serenità interiore attraverso il distacco dalla brama di successo e di possesso ed il recupero della semplicità dei rapporti umani è un messaggio positivo che, al di là di alcune banalizzazioni che impediscono al film di essere maggiormente incisivo, mi ha portato ad apprezzare molto l'interpretazione del bravo comico-attore romano

metal_psyche  @  01/08/2013 02:36:38
   1½ / 10
Orribile. Vai al cinema credendo di avere a che fare con una commedia (e non ditemi che non è necessariamente così, perché guardando la locadina e il trailer puoi farti solo quell'idea)...e invece ti ritrovi a che fare con un film pseudodrammatico che non si può proprio vedere.

mabumba77  @  25/05/2013 20:00:33
   4½ / 10
Brignano e' una garanzia a teatro meno sul grande schermo.Il film non e' ne' carne e ne'pesce ed e' un peccato perche' le premesse s'intravedevano, ma e' la sceneggiatura a fare acqua da tutte le parti.L'attore romano e' sempre bravo ma dovrebbe scegliere con maggiore oculatezza gli script.

djciko  @  07/05/2013 23:43:15
   7½ / 10
Contrariamente al popolo, a me il film e' molto piaciuto. Secondo me il pubblico 'cataloga' troppo gli attori, e li appiccica troppo indissolubilmente ad un genere. Come accadde con "Se mi lasci ti cancello" con Jim Carey che e' un --capolavoro assoluto-- e tutti rimasero delusi perche' era un film di tutt'altro tipo rispetto ai precedenti.

Per Brignano era troppo facile fare il solito film con stampo da commediola all'italiana e con le solite battute trasversali sulla politica e la crisi o le rocambolesche avventure finalizzate ai soldi.
Agganciandosi alla crisi invece, Brignano si cimenta in un tema piu' profondo.
Quello delle ultime spiagge, quello del "cervello a mille per i debiti e la moglie che vuole il sostegno", che portano per una fortunata serie di vicissitudini, alla fine, ad aprire gli occhi su quale sia la vera essenza della vita.

E lo fa attraverso un film che ha alti momenti' di amicizia e di verità, come il discorso che fa ai novantenni per evidenziare --finalmente qualcuno lo dice-- che niente è reale, che viviamo in un mondo di false battaglie, permeato dalla falsa illusione di poter vivere in maniera diversa un giorno. Senza sapere che rimanendo in questo empasse di tira e molla, di continue bugie, non è possibile.

Solo in un'altra realta' come un piccolo paesino dimenticato, dove l'evento piu' emozionante e' la nascita di un vitello, le persone hanno trovato (anche inconsapevoltmente) il modo di essere sereni e di non morire di inutile stress, esausti per l'ennesima battaglia persa, ma la strada per una serenita' che soltanto l'eta' avanzata puo' dare. Ed il coraggio, inoltre, di fare scelte plateali.

Tanto oramai, dopo gli 85 anni, ci si puo' permettere di prendere tutti in giro, e per davvero :)

danko  @  17/04/2013 11:37:05
   3 / 10
bruttissimo film, uno va al cinema pensando di vedersi una semplice commedia e fare qualche risata.è tutto meno che una commedia,drammatico,tragedia..e te ne esci con 2 possibili casi:
- ti addormenti appena passata la metà del film (consigliato x chi deve recuperare un pò di ore di sonno)
- te ne esci con un magone x ciò che avete visto,seguito dall'inczztura e rimorso x dei soldi buttati!

brignano hai toppato in pieno!

FurFante9  @  17/04/2013 10:08:03
   5 / 10
Come sotto:"Commediola tragicomica, poco comica e poco tragica, in cui il sempre bravo Brignano tiene in piedi una baracca che lascia decisamente perplessi".

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/04/2013 13.30.47
Visualizza / Rispondi al commento
The Legend  @  16/04/2013 23:42:26
   4 / 10
Dal trailer sembrava un film comico, pieno di brio... cosa che assolutamente non è.

Le premesse sembravano buone, ma poi il nostro brignano si disperde nel dispensarci pillole di ridicola filosofia spicciola, veramente fastidioso vederlo salire sul piedistallo ed ergersi a maestro di vita.

Si salvano solo le (piccole) parti di Tognazzi e della Inaudi, per il resto, caro Zaccariello... ci vediamo al prossimo film (spero di no).

simonssj  @  13/04/2013 01:29:06
   5½ / 10
commediola tragicomica, poco comica e poco tragica, in cui il sempre bravo Brignano tiene in piedi una baracca che lascia decisamente perplessi.
Il buon Enrico interpreta un divorziato con una serie di fallimenti economico-sociali alle spalle che, in attesa del colpaccio della vita, apre un'agenzia di pompe funebri in un paesino dimenticato da Dio definito "il più longevo del mondo"; in attesa che muoia qualcuno il film si barcamena tra filosofie di vita spicciole, scenette comiche un po' forzate (il cellulare e la prostituta....) e momenti di "estrema" drammaticità in cui il cast sembra dire al pubblico <se non piangete neanche adesso, non so più che cavolo fare....>. E peccato perché i duetti italo-inglesi tra il protagonista e Burt Young sono pure godibili, e peccato che gli attori ultraottantenni potrebbero insegnare il mestiere di attore a tutti, e peccato anche per

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Avrò il cuore di pietra, ma questo film non mi ha comunicato niente, ed è un peccato perché il cast e l'idea non sono neanche male.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051502 commenti su 50768 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net