il cinico, l'infame e il violento regia di Umberto Lenzi Italia 1977
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il cinico, l'infame e il violento (1977)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL CINICO, L'INFAME E IL VIOLENTO

Titolo Originale: IL CINICO, L'INFAME E IL VIOLENTO

RegiaUmberto Lenzi

InterpretiMaurizio Merli, John Saxon, Tomas Milian, Renzo Palmer, Gabriella Lepore

Durata: h 1.40
NazionalitàItalia 1977
Generepoliziesco
Al cinema nel Febbraio 1977

•  Altri film di Umberto Lenzi

Trama del film Il cinico, l'infame e il violento

Il commissario Tanzi lascia la polizia per protesta contro i superiori che disapprovano i suoi metodi poco ortodossi. Contravvenendo a quanto gli viene "consigliato" (fingersi morto e scappare in Svizzera) si ributta nella mischia, ma il suo passato lo insegue. Luigi Maietto, infatti, finito in galera per colpa sua, è tornato libero e vuole vendicarsi.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,70 / 10 (20 voti)6,70Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il cinico, l'infame e il violento, 20 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

dagon  @  04/08/2015 19:01:15
   6 / 10
Purtroppo inferiore alla somma degli addendi. Lenzi alla regia, un cast con Milan, Merli e Saxon rendevano lecite aspettative relativamente alte, in parte disattese. Non è malissimo, ma neppure niente di particolarmente memorabile,

DogDayAfternoon  @  13/09/2014 21:04:06
   5½ / 10
Poliziesco poco convincente, idee poche e confuse, tanti cazzòtti e qualche interprete insufficiente. Film tenuto su soprattutto dagli attori principali e da un ritmo serrato, ma nel complesso l'ho trovato insufficiente. Sicuramente nel genere è stato fatto di meglio.
Solo per appassionati.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  02/08/2014 22:30:12
   6 / 10
Con un titolo ed un cast del genere, e Lenzi in cabina regia, ci si aspetta un capolavoro del genere, invece la sceneggiatura è debole e sfilacciata mentre le scene d'azione poche e nemmeno tanto ispirate (troppe scazzòttate). Tempi morti non ce ne sono, difficile che sia altrimenti con uno specialista come Lenzi, ad ogni modo il tasso di coinvolgimento da parte dello spettatore rimane sempre su livelli medio bassi per i motivi elencati all'inizio.
Buono il trio di protagonisti anche se non eccelso: Merli è sempre il solito, tutto presenza ed occhiatacce, Saxon bravo ma un pò sprecato, Milian il top come sempre anche se il suo "Cinese" (che nel look ricorda il futuro Tony Montana di "Scarface") non è memorabile quanto altri villain interpretati in passato.

Gradevole, ma in questo caso era lecito aspettarsi di più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  21/04/2014 16:00:04
   7 / 10
Discreto film di Lenzi, abbastanza azzeccato. Forse un pò meno impegnato a livello di tematiche rispetto a film dello stesso Lenzi come "Milano odia: la polizia non può sparare". Qui si punta più che altro sull'azione. Da segnalare, nel cast, la presenza contemporanea di Maurizio Merli, Tomas Milian e John Saxon, cosa credo più unica che rara. Per il resto un film credo non indimenticabile, sebbene consigliato per chi voglia vedere un buon "poliziesco all'italiana". Migliore il precedente "Roma a mano armata".

benzo24  @  26/03/2013 14:12:47
   6½ / 10
Poteva essere meglio, ma gli sceneggiatori non hanno voluto osare di più.

peppe87  @  18/02/2013 03:51:56
   7 / 10
il buon lenzi c'ha deliziato con altre perle di caratura superiore ma pure questo merita eccome.
Milan-Saxon-Merli, bastano i nomi... e poi battute, s*****ttate, inseguimenti, c'è di tutto e di piu.

lampard8  @  28/08/2012 23:05:43
   6 / 10
Merli più Milian era garanzia di spettacolo, ma le premesse non sono state mantenute putroppo. Scialbo, salvato solo dal leggendario commissario-giustiziere.

Leonardo76  @  06/08/2012 23:55:57
   6½ / 10
Basta guardare la lista degli attori e già si può intuire a cosa si va incontro: Merli giustiziere biondo e solitario, Saxon delinquente in giacca e cravatta e Milian romanaccio dalla pistola facile più il solito ottimo esercito di caratteristi dalla faccia da deputato UDC a fare da manovalanza criminale. Poche le scene automobilistiche molte le sparatorie e le scaz.zottate. Non il migliore del suo genere ma più che vedibile per gli appassionati di Merli & C.

outsider  @  14/05/2012 11:54:59
   8½ / 10
Ennesima conferma ( semmai ce ne fosse stato bisogno) delle qualità di Lenzi. Questo è un film diverso, nel senso che Merli appare un pò come giustiziere un pò come un acrobata alla diabolik, diverso dal ruolo più rigido del commissario, qui fuoriuscito dalla divisa ma a supporto degli ex colleghi, sempre avanti a loro, in intuizioni e conseguenti azioni.
Milian e Saxon riescono a contrastarsi in modo da tener sufficientemente vivo il ritmo, anche se è la trama stessa del film a creare il fulcro intorno al quale ruotano gli accadimenti, pilotati dalle astute mosse da scacchista di Merli.
Da evidenziare le due stupende interviste presenti nel dvd per la vendita, presente nel cofanetto che offre la triade ( roma violenta- napoli violenta e questo). Naturalmente bisognerebbe iniziare ( parlando di Milian) con Roma a mano armata, non così facilmente rintracciabile in vendita. In ogni caso, se il motivo acquisto, come nel mio caso, è Merli, certamente la quantità di polizieschi ( poliziotteschi definiti poi nelle succulente interviste descrittive) è alta così come la qualità, mai lasciata al caso.
Nota di merito, questo è l'altro film che, come Napoli violenta alla prima nella città partenopea, riempì di 3000 persone e dico tremila un cinema la cui capienza era di 2800 posti a sedere, pertanto con 200 eccedenti fra gente in piedi e sugli scalini, , l'Adriano di Roma. Nell'urbe, così come a Napoli prima, si realizzarono incassi incredibili nei primi mesi. All'epoca, ad esempio, Napoli violenta rimase nelle sale da Agosto a Dicembre. Insomma, erano altri tempi, i tempi in cui i BaFFoni anni'70 e la ricerca per il realismo avevano portato non fiction, ma, sia in Italia che altrove, vere riproduzioni sullo schermo.
Film che il BaFFo premia, naturalmente consigliandone la visione ai pargoli che vogliano crescere...!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/01/2012 15:24:49
   7 / 10
Non è che ci siano grosse novità per il genere ma Lenzi sa fare il suo mestiere rendendo il film estremamente godibile e ritmato senza punti morti. Il trio di protagonisti garantisce la buona riuscita di tutto il prodotto.

Butterfly Knive  @  08/10/2011 15:15:51
   6½ / 10
Non uno dei migliori polizieschi di Lenzi che tuttavia si lascia guardare..e si lascia guardare perchè ha un cast ottimo (le frasi di Milian non si possono dimenticare, leggendarie) però l'intoppo è nella trama che è davvero vuota e quindi il film stenta a decollare..anche il finale che sembra ravvivare la tensione si consuma troppo sbrigativamente lasciando quasi un senso di incompiuto..e poi caso unico forsae nella filmografia di Lenzi, c'è qualche piccolo momento di noia e poca violenza rispetto alle altre pellicole..comunque il film si mantiene vivo grazie comunque alla buona colonna sonora di Micalizzi, qualche scena azzeccata, gli schiaffi di Merli e le battute di Milian e la recitazione del migliore di tutti, John Saxon...per gli appassionati del genere è una tappa obbligatoria, anche se c'è di meglio

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cannibal Bunny  @  20/12/2010 23:06:45
   7 / 10
Bel poliziottesco con Merli, Milian e Saxon uno contro l'altro. Consigliato.

Invia una mail all'autore del commento baskettaro00  @  18/01/2010 21:21:28
   7 / 10
Tipico poliziottesco che tanto andava in voga nel pieno degli anni '70(a mio avviso i migliori dal punto di vista cinematografico).
Buone le interpretazioni,discreta la trama,avente come punto fisso sempre la vendetta e il rancore verso il prossimo.
Per gustatori del sottogenere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/01/2012 13.15.16
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento DonD  @  06/03/2008 00:06:31
   7 / 10
Sicuramente un buon film

castelvetro  @  13/11/2007 11:54:36
   6 / 10
Da Lenzi mi aspettava di più...
In questo film ha giocato molto col fatto di avere un bel cast e
una colonna sonora da urlo (e sottolineo da urlo) x poi non dare
molta importanza alla storia e al suo svolgimento...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Trash A Go-Go  @  09/10/2007 12:27:16
   7½ / 10
Nonostante Lenzi abbia fatto di meglio questo film mi piace tantissimo (anche perchè i personaggi principali sono tra i miei attori preferiti)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  27/08/2007 13:59:03
   7 / 10
lenzi ha fatto molto di meglio.
il film in questione ha una trama abbastanza campata per aria, approssimativa, con un sacco di carne al fuoco che ha purtroppo tempi di cottura molto diversi: alcune scene sono chiaramente inserite solo per far proseguire la storia che altrimenti non troverebbe sbocchi, vengono mostrati personaggi che sembra debbano svolgere ruoli importanti e invece dopo 2 battute scompaiono e le scene che lasciano interdetto lo spettatore per la poca aderenza alla realtà sono più d'una... però, perchè un però c'è, nella sua ingenua banalità lenzi sa esattamente cosa deve fare per mantenere alta l'attenzione: c'è maurizio merli che, ormai normale cittadino dopo aver abbandonato il posto di commissario, picchia come un fabbro per un'ora e mezzo tutti quelli che gli si trovino davanti e tratta le donne come un perfetto gentleman delle caverne; c'è er cinese millian che, nonostante ormai il suo ruolo sia quello del monnezza, dice una marea di stupidaggini da gangster de noantri che però, con la voce di ferruccio, è sempre un piacere sentire; e poi c'è john saxon, altra leggenda del poliziottesco, che invece il mafioso lo sa fare davvero bene ed è forse il personaggio più riuscito dell'intera pellicola.
molto buono per i fan del genere, una visione e stop per gli altri.

quaker  @  04/07/2007 19:56:13
   7½ / 10
Avevo voglia di vedere un po' di film polizieschi italiani degli anni '70 ed ho cominciato da questo. Fa una strana impressione, non spiacevole, vedere come si possono mescolare insieme una indubbia superficialità complessiva (dalla sceneggiatura alla regia, alla interpretazione degli attori: Maurizio Merli, spiace dirlo, è un baccalà, Tomas Millian è il solito, anzi un po' sottotono, forse il migliore è Renzo Palmer, Saxon - se è lui Di Maggio - penoso) con una ottima conoscenza del pubblico e di ciò che voleva ed anche adesso vuole vedere.
Quindi lo spettatore medio si abbandona a questo flusso di accadimenti che uno dietro l'altro, con poca logica ma anche pochissimo tempo per farlo riflettere lo trascinano in un bigino (anzi quasi in una enciclopedia) della cronaca nera. In questo film abbiamo: uno scippo, uno spacco alla vetrina del gioielliere, il boss italoamericano con villa sull'Appia e conto cifrato in Svizzera, l'ex commissario, la prostituta, il colpo della lancia termica, la sala biliardi, il balordo che tenta di scalzare il boss, ed ancora una Giulia della polizia che salta in aria, un tentato omicidio con fucile a cannocchiale, il vecchio ladro detto (non più) il professore, la pensioncina che ospita *******, il racket contro i commercianti, la aggressione con fuga nella metropolitana, il coltello a scatto, i pugni che non fanno uscire sangue e non lasciano neppure lividi, il sangue versato in quantità molto ridotte, ma gli omicidi a nastro, tutti che scappano verso i tetti, le ragazze drogate e spinte alla prostituzione, l'aggressione in carcere, l'avvocato colluso con i loro clienti, il vetriolo, i ricordini mortuari per tutti, e mi fermo qui... .
Però non si capisce, dopo un'ora e quaranta di film (che tutto sommato si gode con piacere, anche se, ripeto, è di incredibile superficialità nel mettere insieme tanto materiale) chi sia il cinico, chi l'infame e, soprattutto, chi sia il violento....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  12/06/2007 15:07:32
   5 / 10
Da un maestro del genere un film francamente trascurabile.
Lenzi non sfrutta con efficacia un buon soggetto che vede contrapposti due feroci malviventi ed un ex commissario di polizia,l’errore risiede in una sceneggiatura troppo forzata con gli eventi che si concatenano in maniera poco verosimile,l’abbondanza di personaggi è assolutamente accessoria ai fini della trama con snodi narrativi che vengono appena accennati e poi abbandonati.
Anche l’adrenalina latita per buona parte della pellicola che risulta a tratti noiosa,non vi sono scene action particolarmente memorabili ed anche la violenza appare meno disturbante del solito,la recitazione è sugli standard del genere ed i personaggi risultano piuttosto banali ad esclusione di Tomas Milian, che grazie alla sua indiscutibile mimica ed al perfetto doppiaggio di Ferruccio Amendola disegna un profilo tutto sommato inquietante.
Compitino di Lenzi che non incide piu’ di tanto.

Drugo McQueen  @  19/02/2007 13:19:53
   7½ / 10
Grazie mille per aver accontentato la mia richiesta ed aver inserito questa pellicola, che non sarà la migliore opera di Lenzi ma merita quantomeno una visione. Seguito ideale di Roma a mano armata, con l'ispettore Tanzi che stavolta se la deve vedere col "Cinese", un sempre grandissimo Tomas Milian.
Rispetto al precedente episodio questo mi è piaciuto un pelino di più, storia più approfondita e personaggi un pochino più curati, ma per me i film di Lenzi sono tutti belli e pure in questo caso consiglio caldamente la visione.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
bad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnboterocaterina
 NEW
cats (2019)
 NEW
cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of space
 NEW
criminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittlefabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo natale
 NEW
il richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la mia banda suona il popla ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le opere
 NEW
l'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lontano lontanolunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998983 commenti su 42948 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net