il maschio e la femmina regia di Jean-Luc Godard Francia 1966
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il maschio e la femmina (1966)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film IL MASCHIO E LA FEMMINA

Titolo Originale: MASCULIN FÉMININ

RegiaJean-Luc Godard

InterpretiChantal Goya, Jean-Pierre Léaud, Michel Debord, Francoise Hardy, Catherine-Isabelle Duport, Brigitte Bardot, Marlène Jobert

Durata: h 1.50
NazionalitàFrancia 1966
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 1966

•  Altri film di Jean-Luc Godard

Trama del film Il maschio e la femmina

Diviso in 15 capitoli, ma narrativamente destrutturato, è un film sui giovani, 'i figli di Marx e della Coca-Cola': Paul (J.-P. Léaud) cerca lavoro, ha interessi sociopolitici ma non è militante come il suo amico Robert (M. Debord). Conosce Madeleine (C. Goya) che vorrebbe diventare una cantante e le sue amiche Catherine (C.-I. Duport) ed Elizabeth (M. Jobert).

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,79 / 10 (7 voti)7,79Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il maschio e la femmina, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Thorondir  @  28/02/2023 12:22:13
   8 / 10
È un film che anticipa temi, toni e anche struttura di "Due o tre cose che so di lei": Godard frammischia fiction e documentario ma con un obiettivo unico, quello di raccontare un periodo di grande cambiamento giovanile (siamo poco prima del '68 ma arrivano già i fermenti delle contestazioni studentesche dagli Usa). Il racconto dell'innamoramento di Paul di Madeleine si affianca all'attività politica dello stesso Paul e del suo amico. Godard si chiede come i giovani vivono questo momento di cambiamento, come ne viene influenzata la politica e la militanza, come mutano i rapporti dei giovani con il sesso. Ne viene fuori una fiction-documentario che risce a trovare momenti di sferzate politiche ma anche altri di ilarità e anche di affresco amoroso intimo (e doloroso, soprattutto nella figura di Paul). In questa generazione "Marx e Coca Cola" le donne appaiono più inclini alla Coca Cola, gli uomini a Marx: in realtà, però, contrariamente alle infondate accuse di misoginia, Godard ci dice che è la struttura sociale che spesso determina gli atteggiamenti. Emerge quindi un comune quadro di precarietà e sfruttamento, maschile e femminile.

Oskarsson88  @  05/05/2021 19:48:13
   7½ / 10
Veramente irriverente e sbarazzino questo Godard che ci tratta temi come i rapporti maschio / femmina ma anche le tematiche del capitalismo, del consumismo e della militanza politica rivoluzionaria e contro le guerre. Intriso di estro e trovate geniali come sempre ma meno faticoso da seguire rispetto ad altri suoi lavori intellettuali.

7219415  @  05/05/2021 00:35:18
   8 / 10
Tuttopazzo sto Godard

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR jem.  @  03/04/2013 23:50:41
   9 / 10
Attualissimo questo film di Godard. I 15 fatti precisi che compongono i film rappresentano attraverso uno stile del tutto scomposto la banalità e la solitudine che investono il mondo odierno.
Tanti cuori per Jean-Pierre Léaud.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  23/02/2013 15:32:54
   7 / 10
I film del primo Godard sono decisamente noiosi, però sono fatti molto bene, ricchi di spunti di riflessione. Non sono film-racconto, sono film-conoscenza, film-approfondimento di una certa epoca, di una certa tipologia di persone (i giovani francesi degli anni '60). Sono film approfondimento anche sull'arte stessa, sulla sua natura, essenza e funzione. L'intellettualità di questo film e degli altri di Godard è comunque funzionale, mai fine a se stessa. E' lo specchio di un'epoca e di una generazione che amava molto riflettere e approfondire.
Anche stavolta purtroppo ho dovuto fare i salti mortali per tenere gli occhi aperti (lo so, è colpa mia che guardo questi film alla fine di un'intensa giornata di lavoro). Riflettendoci sopra adesso a mente fredda mi rendo conto che anche "Masculin Feminin" è una piccola opera d'arte. Prima di tutto lo stile. Nessun regista come Godard riesce a rendere in maniera così perfetta su pellicola la normale vita ordinaria, con i caffé, i vetri appannati, i discorsi della gente, i rumori di fondo. Nessuno porta così bene sullo schermo la spontaneità diretta del personaggio, con quelle lunghe inquadrature fisse che non si fanno sfuggire neanche un sorriso, una piccola espressione, un gesto meccanico. Poi i lunghi dialoghi-interviste, i discorsi che rivelano i gusti, i pensieri, i caratteri dei personaggi-modello sociologico. Sì, perché i suoi film sono piccoli spaccati-studio della società parigina anni '60. "La generazione di Marx e della Coca Cola", la frase non poteva essere descrizione migliore dell'umanità e dell'ambiente rappresentati in questo film del 1966.
Sullo sfondo l'eterno tema del primo Godard: l'impossibilità per un giovane uomo e una giovane donna di intendersi, di formare una vera unione, una coppia salda. Anche qui i soliti tira e molla continui con tragedia finale. Per la prima volta in un film di Godard fa la sua apparizione l'omosessualità, trattata comunque in maniera neutra (come del resto tutto quello che avviene nelle sue storie, in quanto tutto è in ogni caso degno di rappresentazione estetica).
Un bell'omaggio alla gioventù francese degli anni '60, da gustare in maniera estetica, ammirando la fine arte dietro le immagini nella loro successione. Un plauso a Léaud, grande attore, splendida ed emotiva la sua interpretazione di Paul.
Nonostante ciò rimane comunque un film impegnativo, quasi impossibile da seguire a mente spenta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  16/06/2012 11:40:58
   7 / 10
Solo la fugace presenza di Françoise Hardy mi ha spinto a vedere questo film... peccato però che si vede solo per un secondo, senza mostrare il volto o far sentire la sua voce. -.-
Pazienza.

Un Godard analitico, innovativo. Solo per chi conosce la Nouvelle Vague, gli altri lascino pure stare.
E poi c'è Jean-Pierre Léaud. Più commenti quindi, please.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  20/02/2007 09:08:04
   8 / 10
la destrutturazione del cinema ebbe inizio con godard.
questo film ne è un fulgido esempio.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

20.000 specie di api50 km all'oraa dire il veroadagioall soulsamerican fictionappuntamento a land’s endaquaman e il regno perdutoarfargylle - la super spiabang bank
 NEW
bob marley: one lovebuon natale da candy cane lanechi ha rapito jerry cala’?chi segna vince
 NEW
city hunter: the movie - angel dustcolpo di fortunacome puo' uno scogliocover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidivinitydobbiamo stare vicinielf me
 NEW
emma e il giaguaro neroeneaferrarifinalmente l'albafinestkindfoglie al ventogenoa. comunque e ovunquegiorni felicigodzilla minus onehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il faraone, il selvaggio e la principessail maestro giardiniereil male non esiste (2023)il migliore dei mondiil mondo dietro di teil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeimprovvisamente a natale mi sposo
 NEW
in the land of saints and sinnerskriptonla chiocciolala natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitanti
 NEW
la zona d'interessel'anima in pacele avventure del piccolo nicolas
 NEW
le seduzionimadame web
 NEW
martedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1napoleon (2023)
 NEW
night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)one lifepare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prendi il voloprima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmrebel moon - parte 1: figlia del fuocored roomsrenaissance: a film by beyoncericomincio da me (2023)robot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasantocielosilver e il libro dei sognisound of freedom - il canto della liberta'succede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeper
 NEW
the cage - nella gabbiathe family planthe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti a parte mio marito - it's raining mentutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giappone
 NEW
volarewishwonder: white birdwonkayannick - la rivincita dello spettatore

1047821 commenti su 50425 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

ALIENATEAMERICAN NIGHTMARE - MINISERIE TVAPOCALISSE DI GHIACCIOBADLAND HUNTERSCALIFANOCAUSA DI DIVORZIOERADICATIONFREE FALL - CADUTA LIBERAGLI AMICI DELLE VACANZEGLI AMICI DELLE VACANZE 2IL DEMONE NEROIL SENTIERO DELLA VENDETTAIL TESORO DELLE 4 CORONEJUJUTSU KAISEN 0 - IL FILMLA BATTAGLIA DI HANSANLA FESSURALA LEGGENDA DI LONE RANGERLA ROSA DELL'ISTRIAL'AMORE ARRIVA DOLCEMENTEMALIZIOSAMENTENAGAOCCHIO NERO OCCHIO BIONDO OCCHIO FELINO…ONCE UPON A CRIMEPOUPELLE DELLA CITTA' DEI CAMINISEGUI IL TUO CUORESHERLOCK HOLMES - SCANDALO IN BOEMIASHUT IN (2022)SUFFERING BIBLETAURUSTERRA BRUCIATA (1953)UNA RETE DI BUGIE (2023)ZOMBIE 100 - CENTO COSE DA FARE PRIMA DI NON-MORIRE

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net