inferno (2016) regia di Ron Howard USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

inferno (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film INFERNO (2016)

Titolo Originale: INFERNO

RegiaRon Howard

InterpretiTom Hanks, Felicity Jones, Ben Foster, Omar Sy, Irrfan Khan, Sidse Babett Knudsen, Fausto Maria Sciarappa

Durata: h 2.01
NazionalitàUSA 2016
Generethriller
Tratto dal libro "Inferno" di Dan Brown
Al cinema nell'Ottobre 2016

•  Altri film di Ron Howard

Trama del film Inferno (2016)

Le avventure del simbolista di Harvard non sono finite. Robert Langdon si risveglia in un ospedale di Firenze, vittima di una profonda amnesia, dopo che alcuni uomini misteriosi hanno tentato di ucciderlo e sembrano voler portare a termine il lavoro. Si affida al medico Sienna Brooks per recuperare i suoi ricordi e svelare ancora una volta i misteri che si annidano intorno all'opera immortale di Dante, le cui immagini criptiche sembrano non voler abbandonare la mente dello studioso. Il Consortium, un'organizzazione segreta, sarà il nuovo nemico da sconfiggere. Un ritmo ricco di tensione in una battaglia tra il bene e il male che sembrano avere confini molto sottili.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,73 / 10 (62 voti)5,73Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Inferno (2016), 62 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

EddieVedder70  @  17/09/2017 22:12:56
   3½ / 10
D.Brown non brilla nella scrittura e i suoi romanzi sono già deboli alla nascita, ma un R-egista come R.Howard (che non amo, ma che sa fare il suo mestiere) e un A-ttore come T.Hanks (che non amo, ma è versatile e bravo) dovrebbero distillare quel poco di buono che c'è (ambientazioni, intrigo, caccia al tesoro, ecc..) per realizzare almeno un discreto film. Invece ne esce fuori (come e più dei 2 prequel) un B-movie ad alto budget. Film brutto, sfilacciato, poco credibile e debole.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  25/07/2017 20:20:20
   6½ / 10
Il nostro Robert Langdon si sveglia in un ospedale di Firenze dove cerchera' di mettere insieme il puzzle di flash-back per capire come mai si trova in quel luogo.
La terza indagine tratta dai famosi libri di Dan Brown è forse quella realizzata meglio dal punto di vista registico. I flash dai gironi infernali sono terrificanti.
Poi prendere in causa "la divina commedia" aiuta tantissimo visti i misteri che ci girano intorno.
L'indagine si lascia seguire e malgrado il piano folle di dimezzare l'umanita' appaia cosi assurdo non ci troviamo poi cosi lontano dalla realta'.
Ottimo intrattenimento, colpi di scena e tanta azione...e poi lei...l'Italia...

john doe83  @  18/07/2017 12:33:10
   4 / 10
Molto noioso, ma soprattutto mal diretto e girato in modo frettoloso. Non sembra assolutamente un film di R. Howard

Attila 2  @  01/07/2017 18:50:21
   8 / 10
"Se dovreste scegliere tra premere un pulsante e sterminare meta' dell'umanita' oggi , o non premerlo ed essere cosi' la causa dell'estinzione dell'umanita' tra 100 anni che cosa scegliereste di fare?" Non sapete cosa rispondere a questo quesito? Allora guardatevi questo film ! Io sapevo cosa rispondere,avrei salvato il **** adesso e non avrei premuto il pulsante,tra 100 anni che si arrangino,ma il film l'ho guardato lo stesso perche' mi avevano affascinato sia "Angeli e Demoni" che "Il codice Da Vinci".
Beh a differenza della sua media bassissimi io credo che siamo davanti a due grandi.Dan Brown che ha scritto il libro e Ron Howard che l'ha reso "arte cinematografica".Il film e' un susseguirsi di colpi di scena.Da un momento un personaggio sembra "cattivo" e poco dopo passa dalla parte dei "buoni".La storia la si vive come se si si fosse Langdon,lui non ha la memoria,noi non sappiamo i fatti,e li scopriamo insieme a lui mano a mano che la storia si dipana.Questa volta non e' Da Vinci ad accomkpagnarci in questo "Viaggio" ma Dante e il suo "Inferno".Gli enigmi ruotano attorno a questo e all'intento di un individuo di diffondere un virus mortale per distruggere oggi la meta' delle persone del pianeta terra per evitare l'estinzione dell'umanita tra cento anni.Naturalmente non puo' mancare quello che vuole impossessarsi del virus,per venderlo come arma biologica al miglior offerente,quindi argomento gia' visto,ma tutto quello che si sviluppa attorno lo trovo "geniale".Funziona tutto in questa pellicola,"ciliegina sulla torta" ad un certo punto

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.Il film ha tante parti parlate ma sembra un film d'azione per l'incalzare degli eventi e la rapidita' con la quale si ssvolgono i fatti.Siamo sui livelli degli altri due o ci manca poco,Gran bella pellicola

"Siamo un minuto a mezzanotte ......."

Murphy  @  11/05/2017 09:56:45
   5½ / 10
Un po' deludente e meno coinvolgente dei precedenti lavori, questo "Inferno"risulta solo ricco di scene di azione, un' incessante corsa contro il tempo che vede il protagonista impegnato per fermare una minaccia batteriologica che metterebbe in ginocchio l'intera umanità . Poco coinvolgente nel complesso, il film si ricorda più per i paesaggi che fanno da cornice (Firenze, Venezia, Istanbul) e la buona fotografia. Ho trovato inoltre poco convincente l'antagonista rispetto agli altri della saga..in sostanza finisce presto nel dimenticatoio!

KINGLIZARD  @  26/04/2017 14:08:04
   5 / 10
Premessa : Non ho letto alcun libro, ho visto tutti i film
questo è decisamente il più brutto di tutti dal primo (il migliore..paragonabile secondo me alla NOME DELLA ROSA per suspense mistero ecc) al secondo al terzo capitolo delle avventure di R.Langdon c'è decisamente una caduta in picchiata in termini di tutto !! ...alla fine è diventata tutta un barocconata Blockbuster per capitalizzare il successo del CODICE DA VINCI !
Speriamo che non escano altri libri...o forse DAN BROWN ha un contratto da rispettare?

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  15/04/2017 21:02:44
   4½ / 10
Ennesimo film della saga del Codice Da Vinci, col solito Tom Hanks (un po'peggio del solito). E'una specie di lunga corsa-videogioco dove costantemente viene spiegato tutto, nel caso qualcuno si assopisca nel processo. Vista la trama, aragonato al telefilm Utopia è spazzatura. L'unica cosa che tiene svegli è lo splendore di Firenze, che domina tutto il film.

daaani  @  08/04/2017 15:39:30
   4½ / 10
Trama orribile. Attori orribili. Doppiaggio orribile. Da evitare

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  08/04/2017 15:24:59
   7 / 10
Il libro di Dan Brown mi era piaciuto molto, ha una tematica che non lascia indifferenti (la sovrappopolazione), coinvolge in modo egregio, e non è solo un mero divertissement perché dietro c'è un bel lavoro di studio e ricerche, e la lettura amalgama bene tensione e informazione.
Penso anche che questa trasposizione sia la migliore dei tre di Howard. Vero che il finale lascia più spazio all'azione che al messaggio rispetto al libro, però tutto il resto è abbastanza fedele, la regia è meno fanfarona rispetto al Codice e le allucinazioni di Langdon sono fatte bene. Le due ore scorrono senza appesantire.

Goldust  @  20/03/2017 09:13:55
   5 / 10
Cartoline da Firenze, Venezia e Istanbul per la terza avventura del nostro Robert Langdon, impegnato questa volta a scongiurare una minaccia batteriologica su scala mondiale. I colpi di scena in quantità e le solite tortuosità della trama ormai hanno stancato, così come il sempre più avvilente Tom Hanks nei panni del protagonista. Cast di contorno appena meglio. Evitabile.

topsecret  @  05/03/2017 21:36:48
   6½ / 10
Un thriller-action discretamente congegnato per il puro scopo commerciale che assolve al proprio compito senza grandi intoppi.
Bene Tom Hanks, un po' meno gli altri, buona la regia di Howard e ritmo serrato per un film che miscela bene i crismi del mistero investigativo con l'action nudo e crudo e i ribaltamenti a sorpresa.
Si guarda senza fastidi.

biagio82  @  04/03/2017 13:09:47
   6½ / 10
premetto di non aver letto il libro da cui è tratto, ma questo nuovo film sul professor langdom mi è piaciuto.
non è assolutamente un capolavoro ma per una serata senza troppi pretese si può guardare tranqulillamente.
peccato solo per alcuni colpi di scena, che uno si aspetta sin da subito......

fragolo1980  @  19/02/2017 18:22:29
   5½ / 10
Terza avventura di Langdon pittosto bruttina,si salva veramente poco di questo film.
Poco ritmo poca suspense e attori sottotono non riescono a portare alla sufficienza questa pellicola.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  12/02/2017 15:36:41
   4½ / 10
Non ho letto il libro di Brown e questa trasposizione no n l'ho apprezzata. Intrattenimento confusionario capitanato da un Hanks sottotono.
Howard abbastanza anonimo.

Filman  @  11/02/2017 19:33:42
   5 / 10
Il senso principale di INFERNO è quello di intrattenere riproponendo una figura pop insipida nel suo solito itinerario fatto di aspettative che verranno confermate nella totale mancanza di stupore e fondato sui misteri della storia (in formato biglietto da visita), i quali, in questo atto terzo di una saga di cui non si sentiva il bisogno, appaiono risicati e velocizzati nell'enfasi del senso di meraviglia che dovrebbero generare, dando l'impressione che Ron Howard abbia preferito riempire con del noioso dinamismo una sceneggiatura povera di contenuti e zoppicante per la troppa carne al fuoco.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  02/02/2017 18:06:22
   5 / 10
Purtroppo anche questo terzo episodio del professor Langdon conferma la poca inclinazione di Tom Hanks nel personaggio. A differenza dei 2 precedenti episodi, in questo caso ho letto il libro, che già non mi era piaciuto per cui non avevo grandi aspettative dal film. Sarà quello, ma non lo boccio neanche in modo eccessivo, soprattutto la prima parte, che mi è sembrata abbastanza fedele al libro, seppur "rapida". Ci si poteva soffermare maggiormente sulle città (Roma ed Istanbul in particolare) al posto che focalizzarsi solamente sulla storia, oltretutto ingarbugliata. Il finale diverso dal libro non incide particolarmente nel giudizio visto che non mi era piaciuto nemmeno l'originale.

Scanlon  @  22/01/2017 12:05:35
   4½ / 10
il capitolo più debole della trilogia. Ormai siamo alla frutta e la monotonia regna sovrana. L'inizio sembrava pure promettere qualcosa di accattivante, ciononostante la trama prosegue come un giallo da manuale, con un unico vero colpo di scena a venti minuti dalla fine francamente prevedibile e non esaltante. Per il resto, tranne gli scorci visionari di Langdon, non c'è altro, tutto sa di riciclato.
Si capisce lontano un chilometro che libro e film sono stati approntati per pure esigenze commerciali. Uno specchietto per le allodole che fa rivalutare addirittura i due precedenti film della serie.
Bocciato.

barebone  @  17/01/2017 11:45:27
   5 / 10
Capisco l'oggettiva difficoltà di dover concentrare in due orette un tomo alto quasi 10 centimetri, ma a parte la poca "adesione" alla trama originale del libro, qui abbiamo una recitazione approssimativa e scene d'azione poco credibili che si alternano a fiumi di parole.... E a farne le spese è il ritmo (peraltro già scarso) del film. Concordo con chi dice che Tom Hanks è totalmente inadeguato al ruolo di Langdon.

Il budget era da Kolossal, ma risultato è confuso e a tratti noioso.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

farfy  @  17/01/2017 11:11:11
   4½ / 10
A parte che Tom Hanks non mi ha mai convinto nell'interpretazione di Langdon, reputo questo film il più brutto della serie. Protagonista incartapecorito, inseguimenti poco avvincenti, trama affrontata in modo distaccato e poco originale. C'è da dire che mi sono addormentata, non riuscivo più a prestargli attenzione.

Invia una mail all'autore del commento DarthCloud23  @  13/01/2017 22:52:22
   6 / 10
Il peggiore della saga, scontato e poco approfondito. L'investigazione lascia il posto all'intuizione e al banale. Peccato, i precedenti erano molto più ben fatti. Buono il cast e lineare la regia. Un finale meno scontato avrebbe aiutato un po' di più.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  12/01/2017 23:32:36
   5½ / 10
Inferno è un film nato e concepito per intrattenere ed in fondo il suo dovere lo fa. Bisogna sottolineare anche le grossolanità della sceneggiatura, i non pochi passaggi forzati, le ridondanze e gli spiegoni che ammazzano il ritmo. Howard dirige il tutto con la diligenza del buon padre di famiglia e nulla di più, lo stesso dicasi per il cast attoriale. Non brutto, ma non arriva nemmeno alla sufficienza.

Invia una mail all'autore del commento Daniela Puledra  @  12/01/2017 04:32:29
   6½ / 10
Serie codice da vinci, molto commerciale avvolte surreale

freddy71  @  12/01/2017 00:32:06
   6 / 10
sulla scia degli altri deludenti....

TheLegend  @  05/01/2017 13:31:49
   5 / 10
Diciamo che non è il peggiore di questo filone ma resta comunque spazzatura puramente commerciale.

CyberDave  @  27/12/2016 11:36:47
   7 / 10
Questo genere di film difficilmente mi delude, soprattutto se sono quelli tratti dai libri di Dan Brown.
Interessante fin dall'inizio, ottimi enigmi che sviluppano la storia e districano la matassa, come ovvio che sia ci sono alcune scelte un pò "forzate", ovviamente servono anche queste per arrivare a dei punti fondamentali del film.
La realtà condizionata potrebbe far storcere il naso, però resta un'idea alternativa e diversa dal solito, tutto questo porta al finale, dove si risolve tutta la vicenda.
Momenti di tensione e di suspance, in mezzo a tanti altri ragionati per risolvere gli enigmi.
Un film che diffcilmente potrà deludere chi lo guarda.

Invia una mail all'autore del commento Schuldiner  @  15/12/2016 13:33:14
   4½ / 10
Pessimo e noiosissimo....sconsiglio la visione.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  05/12/2016 18:14:42
   4½ / 10
Lo stile Dan Brown ha ormai stufato! Se il libro non era un granchè, il film è anche peggio! Cambi di trama e diverso finale, ma la trama da fastidio già da sola. Howard e Hanks dovrebbero lasciare perdere questo filone ma si sa, i prodotti per le masse fanno vendere. Guardatelo solo se gratis.

Crystal_89  @  02/12/2016 09:22:34
   6 / 10
Avevo apprezzato il "Codice da Vinci", un pò meno "Angeli e demoni" e ancora meno questo.
La storia è caotica, sconclusionata e troppo veloce: troppe visioni, troppi personaggi, troppi cambi di scena.
Sono stati fatti dei cambi rispetto al libro, e tutti peggiorativi. Il miliardario non è più un guru, ma quasi un teleimbonitore. La sua seguace stessa opera in maniera diversa e irrazionale, ma non voglio fare spoiler.
Intrattiene, per carità, ma si dimentica subito

stiffa  @  01/12/2016 17:53:54
   5½ / 10
Nn vedo differenze tra questo e codice da vinci.... enigmi quadri arte... niente di che.

Rollo Tommasi  @  12/11/2016 17:34:08
   7½ / 10
HO LETTO IL LIBRO E IL FINALE è COMPLETAMENTE STRAVOLTO!

Premetto che in questa recensione si annidano SPOILER!

Sfogliando i vari commenti, ho notato che quasi tutti si sono accostati al film completamente ignari della trama del romanzo da cui è tratto.

E comprensibilmente sono rimasti ignari del finale truccato!

Nell'omonimo romanzo di Dan Brown, infatti - anch'esso incentrato sul tentativo del noto professor Landgon di sventare un attentato bioterroristico su scala planetaria - il finale riserva un colpo di scena che il film modifica in modo inopinato: il piano folle dell'Umanista Zobrist non consisteva affatto nel diffondere una nuova pestilenza per decimare la popolazione a beneficio delle generazioni future, ma quello (appena meno crudele) di contagiare le masse con un virus capace di mutare il genoma umano provocando la sterilità, per garantire la sostenibilità del Pianeta; inoltre, la (presunta) dottoressa Sienna Brooks non tradisce l'OMS (e Langdon) per assicurarsi la propagazione del morbo, ma quello opposto di eliminarlo, per evitare che organizzazioni terroristiche ne entrino in possesso; la ragazza non muore nella sparatoria, ma sopravvive e attende che si compia la volontà di Zobrist.

Non capisco la ragione stilistica prima che narrativa di falsare così flagrantemente il potente, amaro finale del libro, distorcendone il significato ecumenico in favore di un happy ending alla Steven Seagal nel formato "famiglia".

Tralasciando questo imponente difetto (il finale edulcorato), "Inferno" è un thriller avvincente, onirico, sfaccettato, che si affida alla sicurezza di Tom Hanks, in una delle sue consuete, dolenti interpretazioni, ma anche al talento dei nuovi, la perversa coppia di amanti distruttivi, Felicity Jones e Ben Foster, il tutto frullato nell'inqueitente ost di Hans Zimmer.
Peccato solo per il finale "omologato" e per la battuta anti-italiana pronunciata dall'ispettore francese interpretato da Omar Sy!

frank193  @  08/11/2016 16:18:49
   7 / 10
dei 3 è forse quello con la trama più credibile

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
anche se comunque sono scene e situazioni gia viste nei precedenti.
scorre comunque velocemente e si lascia guardare senza annoiare lo spettatore.
bravo tom hanks e complimenti al doppiatore

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  07/11/2016 22:57:41
   6 / 10
Niente di nuovo, forse di già visto ma comunque con una sua dignità-
Si direbbe un'americanata purtroppo macchiata uteriormente dal romanzo di Dan Brown da cui è tratto-

Per due ore senza pensare se proprio se ne ha bisogno.

ivanello  @  06/11/2016 17:37:32
   4 / 10
Veramente pessimo. Una sequela di enigmi senza senso, all'interno di una sceneggiatura ridicola. Sembra una fiction di Rai uno. Evitate.

mark23az  @  05/11/2016 12:41:36
   6 / 10
Non all'altezza dei capolavori precedenti...il film si lascia guardare ma ci si aspetta molto di piu'.
Non il miglior Tom Hanks nella interpretazione, e si poteva sfruttare molto di piu l'ambientazione delle città come Firenze,Venezia e Istanbul

andreadieffe201  @  04/11/2016 20:36:06
   3 / 10
da tom mi attendevo molto di piu. lungo, senza mordente e ingarbugliato (e quindi soporifero). bye bye tommy.

1 risposta al commento
Ultima risposta 01/12/2016 17.55.37
Visualizza / Rispondi al commento
Lucone  @  31/10/2016 17:42:51
   9 / 10
Assolutamente da vedere , film molto ben fatto !! Superiore al secondo episodio della trilogia a mio avviso ... Regia eccellente , storia interessante , in questo film non esistono punti morti .. Attori all'altezza .. Forse l'unico un pò sottotono è prorpio Tom Hanks ... Effetti speciali a tratti angoscianti per quanto " realistici "

blabla_89  @  31/10/2016 08:52:38
   6½ / 10
Sopra la sufficienza.
Il film intrattiene e, come al solito, fa ammirare i paesaggi che lo circondano.
Io l'ho apprezzato!

ragefast  @  30/10/2016 02:06:03
   6½ / 10
Finalmente nelle sale la terza avventura cinematografica con protagonista Robert Langdon. Dopo la visione mi sento di dire subito una cosa: chi pensa di entrare nel cinema pensando di vedere una sorta di sequel di "Angeli e Demoni" o de "Il codice da Vinci" probabilmente uscirà deluso/confuso. Mi sembra evidente che ci siano differenze sostanziali nella trama rispetto a quella delle altre due pellicole: "Inferno" ha delle accentuate sfumature poliziesche e da spy story, con enigmi e ambientazioni che perdono importanza (eccetto, forse, Firenze) e un ulteriore dettaglio di cui parlerò brevemente in uno degli spoiler.

Insomma, nel complesso la trama è meno affascinante, non solo perché la storia del virus ha qualcosa di già visto, ma anche per l'effetto novità sui film ispirati a libri di Brown che è sicuramente diminuito. Tuttavia il film scorre abbastanza bene grazie ad un intrigo di personaggi e frammenti di memoria che è necessario seguire con attenzione per evitare di perdere il filo. Certo, all'inizio sembra quasi di assistere a qualche survival horror, ma, visioni/flashback a parte, direi che il susseguirsi degli eventi è parecchio coinvolgente e non mancano i colpi di scena...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invece non fa impazzire l'antagonista (o forse meglio dire la mente dietro il piano del virus), poco carismatico e presentato quasi come un teleimbonitore da social network, sebbene il suo piano avesse una discreta idea di base per poterci costruire sopra una storia. Sul finale...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Complessivamente un discreto film ricco d'azione e intrighi tra fazioni e personaggi, il che fa da contraltare alla minore originalità e al minor peso riservato alla risoluzione degli enigmi.

BrundleFly  @  29/10/2016 20:55:11
   6 / 10
Non ho letto il libro, ma sono comunque riuscito a seguire molto bene la trama.
Anche perché gli enigmi son davvero pochi e questa volta, a differenza dei 2 capitoli precedenti, vengono prediletti inseguimenti e s*****ttate in stile James Bond.
L'impressione che mi ha lasciato è quella di un film girato e interpretato di malavoglia, un compitino svolto giusto per prendere qualche soldo seguendo la scia del successo dei primi 2 film.

gemellino86  @  24/10/2016 16:28:16
   4½ / 10
Una gran bella confusione questo film. Sarà che non ho letto il libro ma non ci ho capito niente per tutta la durata e sono stato pure attento ai dialoghi. Hanks abbastanza svogliato e sottotono. Non lo consiglio.

logicman  @  24/10/2016 12:44:16
   5 / 10
Sgombriamo subito i dubbi. Io non ho letto il libro, ma il film è molto brutto, ma è piuttosto chiaro.
Quindi non avventuratevi in una lettura preventiva...non è necessario.
Del film francamente mi ricordo poco e l'ho visto sabato sera!!!
Non ti rimane assolutamente niente; vabbè questo genere di film non ti deve lasciare nulla, se non qualche momento di sana distrazione.
Rispetto alle due precedenti trasposizioni ( Il Codice da Vinci e Angeli e Demoni ) è senz'altro il peggiore. Bravo come sempre Tom Hanks, mentre la Jones non mi prende, nè come donna, nè come attrice.
Siamo sulla falsa riga degli ultimi 007 ... sai cosa trovi e quindi ( se vuoi ) li eviti.

Trixter  @  24/10/2016 09:04:59
   6½ / 10
L'attesa trasposizione cinematografica della fatica letteraria di Dan Brown, elaborata dalle sapienti mani dell'ottimo Ron Howard, pur non essendo un capolavoro, si assesta su livelli di accettabile intrattenimento.
Certo, la pellicola non mi è parsa ai livelli dei precedenti film con il medesimo protagonista (su tutti, Angeli e Demoni), ad ogni modo la narrazione, soprattutto nella prima parte, è ben ritmata e mai noiosa. Decade, invece, nella seconda metà, dove le "americanate" si fanno largo a gomitate ed il fascino degli enigmi e della loro soluzione vengono inesorabilmente e sbrigativamente messi da parte.
Ahimè anche Tom Hanks si è imbolsito ed infiacchito e la Jones, senza dubbio brava, non conferisce al personaggio il dovuto fascino.
Insomma, l'operazione entertainment è riuscita ma da Ron Howard francamente c'era da attendersi qualcosa di più.

Arkantos  @  24/10/2016 08:37:15
   5 / 10
ATTENZIONE SPOILER!!!

R = Robert Langdon ------ S = Sienna Brooks ------ più vari personaggi

R = AAAAAH! Cosa mi è successo?!

S = Stai calmo, ti sei appena risvegliato!

R = NON MI RICORDO PIU' NIENTE!!!

S = Non ti preoccupare, è solo un'amnesia che, secondo i medici, si risolverà nel giro di qualche ora.

R = Amnesia? Ho capito, sono Jason Bourne! Vieni con me, la CIA ci sta spiando ed è pronta ad ammazzarci coi suoi sicari!

S = Ehm, in realtà tu saresti…

Dottore = Dottoressa, è arrivato un carabiniere.

R = Aspettate, è uomo o donna?

Dottore = Una donna.

R = Allora cercherò di conquistarla imitando il Dr. House, alle donne piacciono gli zoppi e le serie tv ;)… Ehilà signorina, la prossima volta che cerchi di ottenere la mia attenzione indossa qualcosa di sexy, per esempio dei jeans attillati!

Donna carabiniere = Brutto figlio di put.tana, ora ti ammazzo!

R = SCAPPIAMO!!!

[Nella casa di Sienna Brooks…]

R = Wow, siamo a Firenze! Se ci conto le lettere ho i 7 vizi capitali!... Ehm, dovrei chiederle qualcosa.

S = Sono disponibile.

R = Ho bisogno di qualcosa da bere… Ma non mi ricordo come si chiama: so che è marrone, mi potresti aiutare?

S = Ehm, tè?

R = No, è qualcosa che…

S = Caffè?

R = No, è una cosa che ingiustamente fa schifo a tutti.

S = Boh, non lo so. (magari vuole la mer.da sciacquerella)

R = Cos'hai detto? Ma certo che l'hai detto! Grazie! Io volevo proprio quella!

S = Sei normale? Forse è meglio che prima guardi questo. [Gli dà la mappa dell'Inferno di Dante]

R = Jason Bourne interessato alla Divina Commedia? Che c'azzecca?!

S = Che forse tu ti chiami Robert Langdon?

R = Ah, ma allora dimmelo prima!

S = Cosa mi potresti dire dell'Inferno di Dante?

R = Come vedi il titolo non è casuale: le lettere che la compongono sono 7, proprio come Firenze, perché Firenze è infernale; la sillaba "fer" è composta di 3 lettere, che indicano la trinità. Inoltre, analizziamo sillaba per sillaba: l'inferno si chiama così perché le persone entrano nell'Inferno, e ce lo dice la sillaba "in", abbreviativo di "input".

S = Ma allora la parola "input" non esisteva!

R = Dante Alighieri trangugiava tutta la sapienza della sua epoca, inclusi gli algoritmi, necessari per la programmazione; dopotutto, molto prima di lui è stata costruita la macchina di Anticitera no? Comunque, cosa fanno i dannati nell'inferno? Subiscono, vengono feriti dalle punizioni, ed ecco che "ferire" e "inferno" hanno una sillaba in comune, non è una coincidenza! infine, il "no" fa presagire che i dannati siano quelli passati a miglior vita, non le persone vive che ci sono entrate come Dante o Enea.

S = Invece sul disegno?

R = È molto famoso, ma sbagliato.

S = Dove è sbagliato? E chi stuprerebbe la struttura dell'Inferno?

R = Guarda, le pene sono disposte in modo sbagliato: gli ignavi sono immersi nel ghiaccio, gli eretici hanno la testa al contrario, è tutto sbalestro! Solo uno può aver fatto una cosa del genere: ROBERTO BENIGNI!

S = Lui? Proprio quello che interpreta la Divina Commedia?!

R = O meglio, storpia la Divina Commedia! I suoi film mi han sempre fatto schifo, poi, da quando ha stuprato l'arte, è diventato ancora più pericoloso: quando la gente lo guarda, crede di essere esperta su tutto, quando in realtà non hanno altro che aria fritta nel cervello. Lui è il diffusore dell'ignoranza.

S = Allora ti potrebbe interessare questo video.

"In Italia il problema non è la politica. Diciamoci le cose come stanno: gli italiani sono stupidi, limitati, guardatevi intorno, quante persone stupide conoscete? Anche nelle vostre famiglie avrete sicuramente parenti che proprio non ci arrivano alle cose. Questo è il problema, la stupidità e anche l'ignoranza, perché non sono solo stupidi, il 90% degli italiani compensa anche con l'ignoranza e la poca voglia di studiare e imparare le cose. I pochi "eletti", quelli che per fortuna o dono di D.io sono intelligenti devono fare i bagagli e partire verso città che possono valorizzarli, come la Germania, l'Inghilterra, l'America o il Giappone."

R = Che ipocrita… Ah, noto anche che alcuni dannati hanno delle lettere: dovrei comporle e vedere cosa AAAAAAAAAAAH…

S = Si sente bene?

R = È sconvolgente: vedevo tutte le cose attorno a me in CGI e la selva oscura formata dalle sequoie di Rosario Muniz!

S = Forse è meglio che si riposi. Intanto chiamo il Consolato.

[il giorno dopo, fuggiti dal Consolato]

S = Fammi vedere queste lettere… Ma certo, formano la parola Uccello!

R = Ma perché?! È una parola volgare!

S = Paolo Uccello…

R = Aaah… Almeno stavolta ne ho una capace…

[In giro per il giardino]

S = O mio D.io, i carabinieri ci inseguono con un drone! Vado da papa Francesco chiedendo la confessione di tutti i miei peccati!

R = Quelli non sono carabinieri: i veri carabinieri seguono il giuramento di Alberto Tomba inseguendo i criminali mangiando panini con hamburger e mortadella!

[Fuggiti dal drone, vanno a vedere il Disarcionamento di Bernardino della Carda]

R = Vediamo… è stata fatta nel 1438, come vedi, nel 14 venne eletto imperatore Tiberio, mentre nel 38 Caligola cominciò a degenerare nella follia, oltre ad essere la radice approssimata di 1438. Il quadro è grande 182x323, se faccio il prodotto viene 58786: il cinque è la somma di 1+4, 8 il prodotto 8*1, 7… Sai cos'è e il 6 rappresenta i guadagni dei politici italiani, che hanno almeno sei zeri. Noto anche una scritta:

"Maledetto fu quel nasone
Enorme, aquilino e tozzo
Tutta colpa del frasone
Che Virgilio usò a sdozzo"

S = Secondo me Uccello era sotto qualche strana droga.

R = No, è tutto meditato: le prime due righe si riferiscono chiaramente a Dante, non capisco però il frasone di Virgilio.

S = Sdozzo indica qualcosa di sporco!

R = In questo caso sdozzo ha lo stesso significato di muzzo; giusto, la frase è "vuolsi così colà dove si puote", con essa Virgilio affermava che il viaggio è dato da chi ha il potere… No, ho scoperto qualcosa di nuovo: Virgilio non è una guida, ma un diffusore dell'ignoranza, è per questo che lui non può andare in Paradiso, proprio perché lui appartiene al Limbo; Benigni vuole imitare Virgilio, nel video infatti aveva accennato a un dono divino; se dovesse continuare a storpiare Dante, nessuno andrebbe in Paradiso.

S = Cosa facciamo?

R = Dobbiamo cercare la faccia di Dante. Mi ricordo che ci fosse qualche scritta nel retro.

[Notano che è assente, quindi si fanno aiutare dallo staff del museo]

Staff1 = Accedete ai video delle telecamere.

[Vedono la bravata di Langdon che ha rubato la faccia di Dante]

Staff2 = No, non è possibile.

Staff1 = Dove hai messo la faccia di Dante, Langdon? Per questo reato, tu andrai nell'Inferno, settima bolgia, dove verrai morso di continuo dal biscione di mio marito!

S = Perché l'hai fatto?

R = Ehmmmmm… in realtà sono stato costretto: come vedete avevo accanto a me Stash dei The Kolors, se non lo avessi aiutato mi avrebbe sputacchiato e cantato ancora una volta le sue lagne insieme a Bruce Willis.

Staff1 = Arrivano i carabinieri.

R = Scappiamo AAAAAAAAH…

S = Cosa c'è?

R = Vedevo una persona bruttissima, che correva come Forrest Gump e con un orribile stempiata!

S = Questo? http://2.bp.blogspot.com/-kROOWs0NwsQ/VTd_qh4aGLI/AAAAAAAAA9M/kpKActl7ou8/s1600/tom%2Bhanks.jpg

R = Sì, proprio quello!

S = Guarda che quello è l'attore che interpreta il tuo personaggio! Dai muoviamoci!

[Nel soffitto]

Donna carabiniere = Figlio di put.tana, dimmi dove sei oppure ti ammazzo!

R = Iu huuuu, sono qui!

Donna carabiniere = ORA TI AMMAZZO!

S = Tieni questo! [la sgambetta]

Donna carabiniere = VI ODIO TUT… [splack!]

S = Ma è mestruata tutti i giorni?!

R = Il mestruo è come il maiale, non si butta via niente!

S = Brrrrr, che schifo Robert! Da quando hai questi pensieri?!

R = Mmh... Tre mesi fa, una mattina mi sono svegliato e ho sposato una banana. Una banana orrenda! ...Però l'amavo... Dai, andiamo a vedere il Duomo.

S = Perché il Duomo?

R = Sia Dante che Duomo iniziano per D e hanno 5 lettere, lì dovrebbe esserci la faccia di Dante. Non ne sono sicuro, però so che è lì, il film non si deve soffermare troppo su questo passaggio di trama.

[Nel Duomo]

S = Sììììì, abbiamo la faccia di Dante!!!

R = Io che ti avevo detto?

??? = Volete braccialetti? Occhialini? Ombrelli? Tutto a buon prezzo!

R = E tu saresti?

Bouchard = Uno stereotipo leghista che morirà nell'arco di 15 minuti! Sentite il doppiaggio che mi hanno affibbiato?! Io guadagno la bellezza di 40 euro al giorno grazie a…

S = Un attimo, non erano 35?

Bouchard = I leghisti arrotondano sempre per eccesso!

R = E il 35 è un numero sfigato: se lo divido per due viene 17,5, 17 in romano viene scritto XVII, il suo anagramma è VIXI, "sono vissuto". Per non rendere troppo esplicito AAAAAAHHHHHH…

Bouchard = Che cos'ha?!

S = Sinceramente non lo so.

R = È terribile! Vedevo Salvini ballare in una festa della birra la Yotobi dance!... Comunque ho capito dove Benigni diffonderà il virus dell'ignoranza: Istanbul.

S = Perché?

R = Il 40 è un multiplo di 8, numero delle lettere della citta; guardate la faccia di Dante e avrete la verità.

"Andate dove regnò Dandolo
L'ottavo nano di Biancaneve
Che mosse guerra col cannolo"

R = Ma come? C'era Istanbul nel trailer! Comunque la città è Venezia.

S = Oh, andiamo lì! Ma prima vi chiedo una cosa: è normale che sto film sia molto più simile a un Indiana Jones?

R = Perché la gente è stufa di Mistero! Adesso vuole le esplosioni, The Rock, i dinosauri e il Dottor Strano!

[In treno]

Bouchard = Volete un tatuaggio? Costa solo 5 euro e vi rimarrà sulla pelle per tutta la vita! Cuoricino? Un tribale…?

R = Ma… Li hai prese dalle merendine del Mulino Bianco!

Bouchard = No signore, sono autentiche!

R = Ecco perché ti chiami Bouchard.

[Lo colpisce in testa e scappa con Sienna; vanno a Venezia, nella Basilica di San Marco, alla ricerca del cannolo di Dandolo]

S = Secondo te cosa contiene dentro?

R = … Miele? Farina? Nah, è tutta muffa! Oh, un attimo… [lo apre] Contiene una scritta!

"Andate dai bizantini
Bizzarri, pesanti e piccinini
Colpite tosto la cisterna
E avrete ricompensa eterna"

R = Giusto, è Istanbul! O meglio, Costantinopoli! Le lettere che la compongono sono 88, che in… DOVE VAI!?

S = Ora è il mio TESSSSSORO! Mi presti dieci euri?

R = SCROCCA SCROCCA SCROCCA!!!

[Sienna esce in tempo, bloccando Robert, pronta per il monologo]

S = Robert, tu non tieni conto della tua importanza, hai solo cominciato a scoprire il tuo potere, vieni con me e io completerò il tuo addestramento, unendo le nostre forze potremmo porre fine a questo conflitto distruttivo e riportare l'ordine nella galassia.

R = Allora perché mi hai bloccato?

S = Se tu solo conoscessi il potere del cannolo di Dandolo, Benigni non ha mai detto nulla della sua vita privata…

R = Mi ha detto abbastanza… Che sarà lui a portarci nel Limbo!

S = No, io… SONO SUA MOGLIE!!!

R = … Non è vero, NON È POSSIBILE!

S = Cerca dentro di te, tu sai che è vero.

R = … NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! Chi mi prende per la gamba?! AAAAAAAAHH… Nooo, non tu…

Bouchard = Vuoi la pizzettina margherita Findus?! Solo 2 euro! [Muore]

Rettore = Aaah, i giovani d'oggi, tutti coi risvoltini, la droga e Pokemon Go; d'ora in poi assumerò i vecchi che guardano i cantieri.

R = Chi sei tu?

Rettore = Uno stereotipo eroistico che morirà nell'arco di 15 minuti! Vuoi collaborare con me? Non ti preoccupare, fermeremo Benigni e sua moglie; quel cannolo ha un potere micidiale: la sua muffa, infatti, verrà utilizzata per diffondere il virus dell'ignoranza, basterebbe un petardo e PUF! Tutti i cittadini verranno contagiati.

R = Beh, a sto punto andiamo! Di preciso, nella cisterna.

[Vanno nella cisterna di Istanbul e incontrano Benigni e Sienna]

R = Eccoli, lì vedo!

Rettore = Ci penso io.

S = Guarda, ci inseguono!

Benigni = E mi hanno rotto le scatole sti visigoti, pensa un po' te! [Soffia sul cannolo, instupidendo il Rettore]

Rettore = Oooh, un asino che vola! Guarda, dei pesciolini, ora li raccolgo a mani nude! [Muore per annegamento]

R = Basta, mi vergogno pure di condividere il tuo nome! Ora vengo lì e te lo faccio ingoiare!

[Si dimenano a vicenda, Langdon glielo fa ingoiare, ciò farà soffrire Benigni perché ha accumulato troppa ignoranza, col solito finale tutti felici e contenti]

Se notate un'impostazione diversa del commento, è dovuto allo stile del film, molto più road-movie dei precedenti. Se risulta essere inferiore di qualità, vi capisco: avevo molte idee, ma mi sono fatto guidare dall'istinto.

Comunque, siamo sulla falsariga di Angeli e Demoni: mentre quest'ultimo è troppo prevedibile, questo ha proprio il difetto di essere diventato una sorta di mix tra i film d'avventura come Il tesoro dei Templari e quelli col protagonista che non si ricorda niente come Jason Bourne, sacrificando l'interesse principale della serie, gli enigmi. Entrambi risultano comunque in varie parti abbastanza pesanti, come la scena dove vediamo Sienna con Zobrist (e non Benigni come nel commento, purtroppo) che è troppo lunga.

Intanto, come per i due precedenti, anche qua attenderò la parodia in ferrarese (non vi preoccupate, avrò i sottotitoli).

barone_rosso  @  23/10/2016 21:31:54
   6½ / 10
Bene ma non benissimo, nonostante sia tecnicamente ben realizzato, sembra che Il professor Langdon si trascini avanti un po' stancamente... Fra l'altro, forse era il caso di

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

werther  @  23/10/2016 12:27:44
   6½ / 10
Trasposizione cinematografica del libro ben eseguita, ho letto il libro tempo fa e anche se non ricordo perfettamente i particolari mi sembra ben trasposto. Trama quasi completamente fedele al libro e anche se nella prima parte del film un po' ci si addormenta, nella seconda il ritmo incalza e la storia si sviluppa bene riuscendo a interessare. Ottimo il solito Hanks perfetto nei panni di Langdon.

Wilding  @  23/10/2016 12:05:27
   7½ / 10
Essendomi addormentato nelle precedenti due "avventure" del Professor Langdon, non nutrivo molte speranze neppure adesso. Invece sorpresa questa volta mi è piaciuto; avvincente e affascinante, con tanti difetti ma buoni interpreti e buona regia.

Febrisio  @  23/10/2016 09:15:29
   6 / 10
Di certo è qualcosa di nuovo questo Inferno, una guida turistica e un susseguirsi di piccoli enigmi, che stanno lì a dire allo spettatore, hey guarda lo sto risolvendo, sono un film intrigante. Peccato per la troppo scaltrezza del protagonista che tutto risolve in quattro e quattro otto; nemmeno il tempo di capire l'enigma. Alcuni passaggi lasciano il tempo che trova. Ho iniziato col dire che Inferno fosse qualcosa di nuovo, lo sarebbe se non fosse che riesce a far rientrare il tutto nei soliti canoni a cui siamo abituati. Il thriller è servito, non di certo con originalità.

amsterdam  @  20/10/2016 10:15:39
   6½ / 10
Il film si lascia guardare e regge abbastanza bene, tuttavia, è un pò complicato da seguire per chi non ha letto il libro. Inoltre non ha davvero senso cambiare il finale, che nel libro era un di più di originalità, mentre qui è un di più di scontatezza.

the saint  @  20/10/2016 09:03:48
   6 / 10
Firenze l'è piccina
e vista da i' Piazzale
la pare una bambina
vestita a carnevale...
Firenze l'è un po' stretta
e 'un ci si può atterrare...
Peretola è un giochino
e non si può allargare...
Firenze spara i fochi
quando arriva San Giovanni...
noi si guardano e si dice
"l'eran meglio quegli altr'anni"...
Firenze 'un s'accontenta
e se gli chiudano i giardini...
la batte i piedi in terra
come fanno i bambini...
Firenze alle Cascine
gl'è tutta un puttanio...
ci son donne bellissime
le paiano i mi'zio...
Però fanno colore
e se ci sono 'un mi lamento...
d'altra parte tutti i posti
c'hanno un su' arredamento...

Firenze l'è piccina
e l'è anche casa mia...
ce l'ho sempre davanti
anche quando vado via...
Firenze non cambiare
che dopo non ci piaci...
rimani piccolina
noi ti si porta i baci...
festicciole il sabato alle tre
calde di sudore e di bignè...
via Gioberti all'angolo lassù
quei periti tecnici bijoux...
un inverno limpido imbiancò
per mezz'ora l'Arno si fermò...
ci guardava pallido passare
Amici Miei lo stavan pergirare...

non male la parte su Firenze!!
la seconda la potevo girare pure io..

FABRIT  @  19/10/2016 19:25:39
   5 / 10
non avendo letto il libro non ci ho capito molto.
Sinceramente mi sono molto annoiato per 2 ore.

venetoplus  @  19/10/2016 16:01:21
   4½ / 10
Semplicemente orrendo. Sfido chi non ha letto il libro a capirci qualcosa.. se non grossolanamente. Il romanzo mi e' piaciuto assai, soprattutto per le accurate ricostruzioni di tre citta' particolarmente dotate di fascino. Qui il tutto viene descritto alla rinfusa, senza spiegazione. Alcuni passaggi sono cosi' frettolosamente buttati giu' che ho faticato a capirci qualcosa pur io avendo letto il libro.. Mah.. mi aspettavo moooooooolto di piu'! P.s. che senso ha poi cambiar il finale????

JOKER1926  @  18/10/2016 20:47:18
   5 / 10
Negli ultimi periodi il sistema cinematografico, ossia la grande macchina, ha virato prepotentemente su film tratti da specifici romanzi, non è un caso isolato, casuale. Vi ricordate "Angeli e demoni", o "Il codice da Vinci"?

Bene il continuum di questa baldoria è portata ancora avanti, dallo stesso Ron Howard. Quando si parla di questo regista ovviamente non si parla esclusivamente di questi prodotti meramente commerciali, lo stesso Howard è stato autore di film più consistenti come "A beautiful mind" con l'intramontabile Russell Crowe, attore protagonista anche nell'altro formidabile "Cinderella Man".

Quanto all'ultima fatica targata Howard, "Inferno", c'è da dire che si tratta di un'operazione nata per portare a casa bei soldini, insomma si parte dal libro e si cerca, tramite un attore meritevole come Tom Hanks, di fare colpo e successo.
Partiamo da un presupposto, la letteratura è difficilmente replicabile, l'arte dovrebbe aver bisogno, in una fatidica e forse congetturata linea di pensiero, di emancipazione e novità; emulare un qualcosa di esistente, che senso ha? Filosofia a parte, "Inferno", si prende l'onere di rappresentare, in un tempo relativamente breve, il libro.

Cosa emerge?

A nostro giudizio emerge anzitutto un gran bel caos narrativo; insomma dal concetto letterario, di suo allettante e misterioso, si cerca il colpo di scena; in pratica si tira una corda da ambo le parti con lo scopo di non spezzarla, ma di allungarla. Metaforicamente, a nostro giudizio, la corda si spezza quasi subito.
Le situazioni, fotografate in ottimi contesti, hanno un superbo fascino estetico ma la sceneggiatura e la storia si tartassano e si confondono. I film diventa quasi un fantasy con una ossatura spiccatamente visionaria. Più inconcludente che suggestiva.

Noi non ci sentiamo di suggerire la visione di questo polpettone, alcune sequenze sono impalpabili.
La domanda che noi ci poniamo è questa: ad oggi sono i registi a fare pena o è il pubblico a non saper più pretendere?

Bert  @  17/10/2016 18:20:44
   7½ / 10
Intrigante, ben ritmato e in generale molto godibile. Menzione speciale alle sequenze che rappresentano le visioni di Langdon, visivamente efficaci e parecchio impattanti. Purtroppo la soluzione finale differisce da quella del libro di Brown, scelta che non è un male a prescindere ma che, in questo caso specifico, pecca di scarsa incisività. Un buon intrattenimento, in sostanza.

danny1970  @  17/10/2016 13:09:35
   7½ / 10
Be non capisco molto i commenti negativi anche perchè il film si lascia guardare, è coinvolgente, a tratti tetro, c'è suspence, azione non manca nulla. Certo non siamo ai livelli degli enigmi dei primi due ma mettere un voto negativo mi sembra troppo. E' una bella trilogia e il film è da vedere.

Light-Alex  @  16/10/2016 17:44:44
   5 / 10
Trama meno coinvolgente degli altri lavori basati sui libri di Dan Brown. Nei precedenti libri/film si aveva l'impressione di seguire un filo logico che oltre alla risoluzione della vicenda dei protagonisti in qualche modo risolveva anche un enigma storico. Gli indizi erano funzionali a questo, gli spostamenti erano una specie di caccia al tesoro di un mistero più grande. In questo film invece ciò che si cerca è noto sin da subito, non c'è nessun mistero da svelare (se non chi è il complice) e gli indizi sono funzionali solo a spostarsi da una location all'altra.
Inferno perde quella peculiarità che avevano avuto gli altri film tratti dal romanziere americano, e diventa un thriller come tanti, tutto azione, pistole e fughe. I film su Robert Langdon erano qualcosa di molto diverso da questo.
Nota di merito solo per le sequenze iniziali delle visioni di Langdon, che in effetti trasmettono bene un senso di confusione e di fastidio. Belle alcune inquadrature di Firenze e dei suoi palazzi storici, una bella cartolina per la città.
Per il resto il film si lascia vedere, essendo un thriller non annoia troppo, ma niente di imperdibile.
Negativo invece lo "spiegone" a 3 / 4 di film, che in pratica svela tutto e lo fa in un minuto, dando l'impressione di aver fatto tutto troppo di fretta e non dando il tempo allo spettatore di metabolizzare il tutto, confondendolo. Fuori luogo anche la riproposizione della colonna sonora del Codice da Vinci, in questo film manca completamente quell'atmosfera lì.

Elmatty  @  16/10/2016 17:21:08
   7 / 10
Da primissimi commenti in questa pagina non avevo chissà quali aspettative in questo "Inferno" ed invece...
Questo film non deve fare scalpore come il Codice Da Vinci e Angeli e Demoni, non deve sollevare chissà quale polverone, non deve fare ragionare.
Nemmeno il libro è così, Dan Brown ha scritto semplicemente un thriller d'azione molto diverso rispetto ai suoi due famosi romanzi.
Ron Howard ha semplicemente ripreso quell'atmosfera e la riportata nella sua pellicola, e lo fa davvero bene: la regia è ottima, il montaggio frenetico quando serve e tranquillo quando ci sono dialoghi un po' lunghi.
Forse il regista avrebbe dovuto di più valorizzare le città location dove a girato: di Firenze si vede poco, di Venezia ancor meno e di Costantinopoli anche li quasi niente...
La sceneggiatura è scritta con cura, senza momenti morti ma non raggiunge chissà quali attimi epocali di tensione palpabile, tutto scorre bene ma non entusiasma tanto, non si avverte quella minaccia che incombe sull'umanità, sembra che non abbia chissà quale peso...
Le parti con gli enigmi sono ben realizzate e si integrano bene con lo script senza distruggere il ritmo, una critica al film è che gli enigmi siano poco presenti rispetto ai due film precedenti, ma anche il libro è così quindi...
Peccato perché si scontra un po' con la regia frenetica del film.
Il reparto attori sono ottimi: Hanks è il perfetto Langdon che tutti conosciamo, Felicity Jones la trovo bellissima e molto calata nella parte, Omar Sy perfetto nel ruolo (peccato per lo schifoso doppiaggio italiano).
La colonna sonora di Hans Zimmer è in tema con il film ed ogni tanto fanno la loro comparsa i temi musicali dei precedenti film.
E qui veniamo ad un altro grosso difetto del film: il finale.
Senza dire niente, dico che è completamente diverso rispetto al libro e lo è talmente che cambia totalmente la visione del film stesso rispetto al libro, secondo me se avessero tenuto quello del libro la pellicola avrebbe avuto più credibilità per la storia raccontata, meno scontata ed è un peccato.
Quindi ci troviamo di fronte ad un buon thriller non originale ma molto ben realizzato, manca un po' di mordente quando dovrebbe averlo e, come ho già detto, il finale è cambiato in peggio.
Però per il resto ci siamo, non vedo giustificate secondo me le molte critiche che gli vengono rivolte.
Howard dopo un non brillante Codice Da Vinci ed un ottimo Angeli e Demoni è tornato un po' indietro ma siamo sempre su buoni livelli.
In ordine di come mi sono piaciuti i film della trilogia di Langdon è:
-Angeli e Demoni
-Inferno
-Il Codice Da Vinci.

pernice89  @  16/10/2016 13:37:10
   6½ / 10
Premetto che non ho letto il libro (non ancora almeno), anche se mi han detto che il finale è completamente diverso. Già questo è un peccato di per sé, ma non sapendo non giudico. In ogni caso, senza quindi far paragoni col libro ,il film in sé comunque scorre e intrattiene, che è quello che deve fare un film di questo tipo. Ormai è un'utopia aspettarsi che un film rispecchi fedelmente il libro, gli aspetti da valutare in un film sono diversi da quelli di un libro. In ogni caso, non lo consiglio come capolavoro assoluto, ma lo consiglio come 2 ore di gradevole intrattenimento, che è già più di quanto altri film "commerciali" sappiano fare.

dagon  @  15/10/2016 10:43:25
   5½ / 10
Come nei 2 precedenti capitoli della saga "Langdon", Howard riesce ad eliminare le parti più interessanti dei libri di Brown, per focalizzarsi quasi esclusivamente su quelle più definibili come "americanate". Gli enigmi sono ridotti all'osso con implausibilità a go-go. Capisco che si voglia anche evitare il rischio "spiegone", però l'unico elemento di vero fascino dei romanzi di Brown è proprio quello degli enigmi e dei simboli nascosti nelle opere d'arte, se lo levi hai un film action come un altro, con l'aggravante che il protagonista è un normale professore e nemmeno un super addestrato agente speciale alla Bourne. La regia di Howard è senza idee, con qualche caduta nel kitsch (vedi le visioni apocalittiche iniziali), e gli unici momenti suggestivi vengono dalle ambientazioni.

10 risposte al commento
Ultima risposta 15/10/2016 20.19.56
Visualizza / Rispondi al commento
Aztek  @  14/10/2016 22:54:18
   6 / 10
Premesso che non ho letto il libro di Dan Brown mi sono recato al cinema senza conoscere la sceneggiatura, e devo dire che il professor Langdon questa sua terza avventura non si presenta ai suoi livelli.
La storia non mi ha colpito particolarmente come è stato per Il Codice Da Vinci, ma l'ho trovata abbastanza fluida e le sue due ore son passate velocemente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR lastmik  @  14/10/2016 12:12:56
   6 / 10
Terza avventura sul grande schermo per il professor Langdon, ormai celebre personaggio nato dalla penna di Dan Brown. Peccato che di quest'ultimo nella riproposizione cinematograifca ci sia davvero poco o nulla, se non la storia di base. L'autore inglese, per quanto discutibilmente o meno, è stato in grado di rendere negli ultimi anni una parte della storia dell'arte e della letteratura sicuramente più "pop", se cosi si può definire, con sicuramente pregi e difetti (e molti strafalcioni), ma di certo se Brown ha un merito, o per qualcuno una colpa, è sicuramente questo. Il far discutere è una delle migliori armi, almeno nel mondo commerciale. Perchè è li che le opere di Brown si collocano, scrive romanzi, non libri di storia. Ecco, il difetto di questo film è proprio questo: non fa discutere. Viene totalmente messa in secondo piano la parte artistica, enigmatica e complottista, per dare spazio ad una trama frenetica, decisamente troppo frettolosa, con buchi di sceneggiatura enormi e punti che toccano l'inverosimile. L'azione la fa totalmente da padrone, tant'è che sembra più di assistere ad un episodio di 007 più che ad un film sul noto professore di Cambridge alle prese con la risoluzione di enigmi improbabili. Le città visitate fanno solamente da sfondo alla trama centrale senza esserne mai parte attiva, tant'è che se non fosse per qualche inquadratura scenograficamente un po' piaciona i luoghi passerebbero totalmente sotto traccia. Dell'inferno di Dante non vi è praticamente nessun riferimento se non nel titolo e in poco altro, di arte si parla poco o nulla, le teorie del villain di turno vengono presentate ma senza nessun minimo approfondimento. Insomma, tutto troppo superficiale.
D'altro canto qualcuno sarà decisamente contento di questo cambiamento, ma sinceramente se devo andare a vedere al cinema un film con inseguimenti, spari e azioni inverosimili direi che ne vado a vedere uno con Tom Cruise, non una riproposizione di un libro di Dan Brown. Detto questo, come film d'azione non è ovviamente da buttare, così come non lo è la solita favolosa musica di Zimmer. Ma francamente mi è difficile giudicare il film senza pensare al libro di Brown, peraltro romanzo che non è nemmeno fra i più riusciti. Diciamo che Ron Howard dopo aver fatto un bel passo in avanti con Angeli e demoni rispetto al Codice Da Vinci, qui torna decisamente indietro.

7 risposte al commento
Ultima risposta 20/10/2016 15.42.17
Visualizza / Rispondi al commento
cinematografo  @  14/10/2016 11:43:51
   6 / 10
Operazione puramente commerciale. Una mezza delusione. La coppia Tom Hanks/Ron Howard questa volta non ha fatto centro. Delusione.

Kristkal  @  13/10/2016 21:46:35
   5 / 10
Sono veramente deluso, ho letto il libro anni fa e attendevo il film con impazienza. Tutto scorre rapidamente, del Langdon professore di storia dell'arte e delle meraviglie di Firenze, Venezia e Istanbul non c'è praticamente nulla. Si riduce il tutto ad una continua corsa contro il tempo, in cui credo gli spettatori che non hanno letto il libro capiranno ben poco. Nessun approfondimento dei personaggi ed un cambio folle del finale rispetto al libro. Peccato, era lecito attendersi di meglio.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

120 battiti al minuto2 biglietti della lotteria
 NEW
40 sono i nuovi 20a ciambraalibi.comall eyez on meamityville: il risveglioammore e malavitaangels wear whiteappuntamento al parcoatomica biondababy driver - il genio della fugababylon sistersbarry seal - una storia americana
 HOT
blade runner 2049cars 3cattivissimo me 3charley thompsonchi m'ha vistocome ti ammazzo il bodyguardcustodydavid gilmour - live at pompeiideath note (2017)dementia 13dove cadono le ombre
 NEW
dove non ho mai abitatodownsizing
 HOT
dunkirkeasy - un viaggio facile facileemoji - accendi le emozioniex libris - the new york public libraryferrante feverfirst reformedfottute!foxtrotfranca: chaos and creationfuori c'e' un mondogatta cenerentolagifted - il dono del talentoglory - non c'e' tempo per gli onestihannahhouse on elm lakehuman flowil colore nascosto delle coseil contagio
 NEW
il palazzo del vicere'in dubious battle - il coraggio degli ultimiin questo angolo di mondoivory. a crime storyjackalsjukai - la foresta dei suicidikingsman: il cerchio d'orokoudelka fotografa la terra santal’ordine delle cosela fratellanza (2017)la principessa e l'aquilala storia dell'amorela villala vita in comune
 NEW
l'altra meta' della storialeatherface
 NEW
lego ninjago - il filml'equilibriolezione di pittural'incredibile vita di normanl'inganno (2017)l'insultel'intrusa (2017)
 NEW
loving vincent
 NEW
l'uomo di nevelycan
 NEW
made in china napoletanomadre!mektoub, my love: canto unomiss sloane - giochi di potere
 NEW
nico, 1988noi siamo tutto
 NEW
nove lune e mezzaopen water 3 - cage diveoverdriveparty bus to hellrenegades - commando d'assaltorock paper deadsafarisuburbiconsweet countrythe devil's candythe midnight man
 NEW
the ritualthe shape of waterthe teacherthe third murdertiro liberoun profilo per dueuna di noiuna famigliavalerian e la citta' dei mille pianetivelenowalk with me

962916 commenti su 38099 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net