la notte di san lorenzo regia di Paolo Taviani, Vittorio Taviani Italia 1982
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la notte di san lorenzo (1982)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film LA NOTTE DI SAN LORENZO

Titolo Originale: LA NOTTE DI SAN LORENZO

RegiaPaolo Taviani, Vittorio Taviani

InterpretiOmero Antonutti, Margarita Lozano, Massimo Bonetti, Claudio Bigagli, Norma Martelli

Durata: h 1.01
NazionalitàItalia 1982
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 1982

•  Altri film di Paolo Taviani
•  Altri film di Vittorio Taviani

Trama del film La notte di san lorenzo

Da un paese della Toscana nell'agosto 1944 un gruppo di uomini, donne e bambini fugge dai tedeschi nel rischioso tentativo di raggiungere la zona giÓ occupata dall'esercito americano.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,55 / 10 (10 voti)7,55Grafico
Miglior filmMigliore regiaMiglior fotografiaMiglior montaggioMiglior produttore
VINCITORE DI 5 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film, Migliore regia, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior produttore
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La notte di san lorenzo, 10 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  26/04/2020 12:24:53
   8½ / 10
Giornate "ordinarie" in tempo di guerra, raccontate come si legge una favola al proprio figlio prima di andare a dormire ma non per questo edulcorate o stornate dagli orrori e dalla vigliaccheria dei fascisti. Che sia ben girato e narrato lo dimostra l'empatia che nasce nello spettatore, reso a sua volta partecipe dell'odissea del gruppetto di fuggitivi.
Lo scontro a fuoco nei campi di grano è una sequenza magnifica non solo da vedere ma anche per quello che rappresenta. In particolare l'immagine del fascista trafitto dalle lance è dotata di straordinaria potenza visiva.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  21/03/2012 13:15:53
   8 / 10
Splendido film dei Taviani dove la memoria storica dei ricordi di guerra si mescola ad una narrazione fiabesca, che non distorce la realtà dei fatti ma acquisisce uno sguardo diverso, lo sguardo di un adulto sugli accadimenti vissuti da bambino. E' una contaminazione felice perchè regala bellissime sequenze come l'uccisione della servetta o il fascista travolto dalle lance greche. Ma tutto il feroce scontro armato in mezzo ai campi di grano tra persone che si conoscono da anni ma divisi dall'ideologia non solo è straordinario visivamente, ma reca sempre quell'impronta violenta tipica del cinema dei Taviani quando ci si trova di fronte a due pensieri contrapposti. Due pensieri diversi, due utopie diverse producono sempre violenza.

4 risposte al commento
Ultima risposta 22/03/2012 14.23.02
Visualizza / Rispondi al commento
dewolf  @  31/08/2009 03:20:40
   5 / 10
Non mi ha convinto! E' lento e noioso e la trama in alcuni aspetti poco chiara.. Delle scene le ho trovate al limite del paradossale e la rappresentazione onirica non è una dote che han tutti..

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  11/03/2008 23:13:02
   8½ / 10
Si tratta di un bel film corale, con una fotografia molto bella e dove si cerca di far immedesimare lo spettatore nel pathos rattenuto e partecipato di un gruppo di persone semplici alle prese con la propria sopravvivenza. Forma “classica” e epicità della gente comune sono anche qui l’ossatura del film, come un po’ in tanti film dei fratelli Taviani.
E’ un film che vuole affermare l’etica del ricordo e dell’esempio. Già le scene di apertura e di chiusura, con i loro richiami poetici, forniscono il quadro in cui il ricordo assume il ruolo chiave (i passaggi generazionali e i cambiamenti storici a fronte della persistenza della natura, anche umana). E’ un omaggio anche ad un paese (San Miniato, il luogo in cui i registi sono nati) e soprattutto all’umanità semplice e solidale che ci abitava. Ed è proprio questa unione sociale e etica che rappresenta il punto fermo del film, la speranza in un’umanità migliore. Anche perché le forze distruttrici fanno il loro corso e risvegliano in tutti, anche nei “buoni”, la parte brutale e violenta dell’animo umana. Queste forze hanno un nome: fascisti. L’accusa è netta: sono loro che hanno avvelenato la società, loro che hanno ucciso per affermare il proprio potere. A questo punto gli altri non trovano altro mezzo per sopravvivere che pagare i fascisti con la loro stessa moneta. Il veleno versato scorre dappertutto, distruggendo i legami di conoscenza, vicinato, amicizia.
Anche la chiesa non ci fa bella figura. Nell’estate del ’44 tutti i cittadini di San Miniato furono chiamati dentro il Duomo, dove scoppiò una bomba provocando una strage. La verità non è mai stata appurata. Fatto sta che il vescovo si allontò poco prima dello scoppio, generando non pochi sospetti di complicità. Il vero “eroe” è invece un semplice cittadino, dotato però di determinazione e animo saldo per condurre i suoi verso la salvezza. E’ questa specie di ricerca della pace, della normalità che assume quasi i contorni epici dell’Odissea o i risvolti drammatici dell’Iliade: non a caso i riferimenti a Omero sono molteplici. Questo però non turba il senso di semplicità, spontaneità e naturalezza del gruppo di sfollati. Anzi lo rende ancora più “umano”. Le splendide riprese (eccezionale quella del campo di grano) fanno poi da ciliegina sulla torta.
Quello che forse non è integrato alla perfezione sono le storie sentimentali parallele. Alcune sono molto semplici, quasi schematiche o rappresentative, altre sono più complesse e “morbose”. Il tutto serve per far capire che nonostante l’emergenza “storica”, i sentimenti affettivi non sono certo annichiliti e continuano ad avere grande importanza. Altra cosa non perfetta è secondo me la recitazione dei personaggi. Non è sempre completamente naturale e spontanea, a volte si vede la “volontà” di essere agitati, ansiosi, frenetici. Questo però è naturale visto che è impossibile riprodurre fedelmente una situazione storica così drammatica, senza averla vissuta.

dgarofalo  @  23/01/2008 22:51:43
   8 / 10
racconto della storia di una bambina e della sua famiglia in cerca della salvezza
diretto molto semplicemente da vedere

Mister  @  04/01/2008 22:22:09
   8 / 10
Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  19/04/2007 19:13:23
   8 / 10
Il cinema dei fratelli Taviani mi ha sempre lasciato parecchio freddo, ma questo è sicuramente uno dei loro film migliori.
Non si lascia influenzare e dipinge bene la realtà storica.
Alcune banalità "poetizzanti" come la liberatoria pioggia finale o alcune trovate visive erano evitabili, ma alcune scene sono addirittura memorabili come quella del fascita che cerca di nascondersi la testa sotto terra dopo che i partigiani gli hanno ucciso i figlio davanti gli occhi.
Da vedere.

geižt  @  23/03/2007 21:00:26
   6 / 10
bellissima la scena della battaglia nel campo...
per il resto il film mim è sembrato molto ingenuo, fino quasi a diventare fastidioso in alcuni momenti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR agentediviaggi  @  22/01/2007 14:28:45
   8½ / 10
Luminosa poesia che descrive prima la fuga da un paese occupato e poi la lotta tra partigiani e fascisti nella campagna toscana con richiami al mito e seguendo più punti di vista (bambini). La battaglia nei campi di grano è difficilmente dimenticabile e la performance dei protagonisti è molto azzeccata. Per me il più bel film dei fratelli Taviani.

norah  @  08/12/2004 23:38:18
   7 / 10
Poetico...da vedere...

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

 NEW
abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!ennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannogarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo impero
 NEW
i dannatii delinquentii misteri del bar etoile
 NEW
if - gli amici immaginariil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boykina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'estate di cleolos colonosmay decembermemory (2023)
 NEW
metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)
 NEW
niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillarace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginario
 NEW
ritratto di un amoreroad house (2024)
 NEW
samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibile
 NEW
superlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe rapture - le ravissementtito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una spiegazione per tutto
 NEW
una storia neravita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1050617 commenti su 50771 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net