masks regia di Andreas Marschall Germania 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

masks (2011Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film MASKS

Titolo Originale: MASKS

RegiaAndreas Marschall

InterpretiMichael Balaun, Lucyna Bialy, Lisa Blaschke, Franziska Breite

Durata: h 1.52
NazionalitàGermania 2011
Generehorror
Al cinema prossimamente

•  Altri film di Andreas Marschall

Trama del film Masks

Dopo essere stata respinta da numerose accademie d"arte drammatica Stella, aspirante giovane attrice di Berlino, viene accettata alla scuola Matteusz Gdula fondata negli anni 70 da una insegnante dai metodi poco ortodossi. L"ambiente Ŕ piuttosto ostile e l"unica amica di Stella sembra essere Cecile un"allieva che non abbandona mai l"edificio in cui si trova la scuola. Stella assiste inoltre a strani avvenimenti come sparizioni, rumori inquietanti e un"ala della scuola che rimane chiusa sempre a chiave.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,83 / 10 (6 voti)7,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Masks, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

76eric  @  22/12/2015 13:13:36
   9 / 10
Credo che questo fosse il film che più mi incuriosiva da un bel pò di tempo a questa parte. Mi sono ripromesso di guardarmi "Le lacrime di Kali", sempre dello stesso regista, nel giro di breve...

Non ho mai nascosto, qui su filmscoop la mia predilezione per Dario Argento, in particolar modo per quello di "Profondo rosso", "Suspiria" ed "Inferno", che sono i suoi film migliori in assoluto.... Diciamo che grosso modo sono questi i titoli al quale questo meraviglioso film fa principalmente riferimento. Credo inoltre che se Argento avesse diretto lui un film di questo calibro nel 2011 i cultori del suo Cinema sarebbero tornati ad osannarlo.

Visto e rivisto due volte purtroppo in audio tedesco ( lo capisco ab..bastanza bene ma che difficoltà...) e senza sottotitoli, più di qualche cosa mi sono perso, ma si sà che qui in Italia i film d' importazione che meritano, vengono sciaguratamente trascurati...
Concordando con tutti i pareri sottostanti e leggendo qualche recensione di questo Masks, devo ammettere che l' atmosfera della prima parte, che porta allo svolgimento degli eventi è un qualcosa di sublime. I primi 40-45 minuti di film sono assolutamente di un livello stratosferico... Non che dopo la seconda parte non lo sia..., da quando Stella

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, dico che, l' attesa per come la propone il regista, regala altissime aspettative, sia chiaro molto ben promesse come dicevo, nella seconda tranche del film, dove si scava nella psicologia, nell' interiore, nella sofferenza e nel passato della/e vittima/e protagonista/e. La tortura fisica e psicologica ha un suo perchè..., soprattutto nella deviata convinzione dei carnefici...
Diciamo che questa volta a differenza di Suspiria, il tema della setta satanica strizza maggiormente l' occhio al thriller che non all' horror. Le scene sono piuttosto cruente. Poi abbondano mini-sequenze che omaggiano esplicitamente svariate pellicole del passato Cinema nostrano. Oltre ai tre citati titoli se ne possono menzionare altrettanti. I bisbiglii che si sentono attraverso le grate ( Inferno), il vento al di fuori dell' Accademia ( Phenomena) e tante gustosissime altre chicche...
Per cui si omaggia il Cinema del passato anni '70-80, diciamo riaggiornandolo coi canoni dell' horror moderno. E questo per opera di un semisconosciuto regista proveniente dalla Germania, che per i cultori del Cinema di genere è sinonimo di Buttgereit, Ittenbach ecc.. del gore casereccio più estremo..
Come ho detto precedentemente fosse uscito Argento con una pellicola del genere si parlerebbe di un ritorno ai fasti dei vecchi tempi.
La pellicola non manca di difetti di piccola caratura, facilmente sopportabili, gli attori fanno il loro. Molto brava la protagonista.
Fantastico lo score musicale, soprattutto quello principale.., vero e proprio tormentone.. Anche nella scelta delle musiche e del sonoro c' è una certa meticolosità.
A chi lo guarderà, dico che non deve essere valutato unicamente come omaggio al passato, il film ha una sua linfa, un suo stile ammaliante, una sua struttura a livello di trama molto ben curata...
Un horror così bello non lo vedevo da svariato tempo, forse da due o tre lustri....
Qualche giorno fà ho visto prima questo film e poi, subito dopo "Inferno".. Nella (ri)visione del film del 1980, e comparandolo, mi sono reso conto del valore di questo "Masks".

7 risposte al commento
Ultima risposta 22/12/2015 22.10.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  03/07/2015 22:04:10
   7½ / 10
Masks è spogliarsi di sé stessi, di gettare quelle maschere per arrivare all'essenza della recitazione, giungendo dopo sofferenza e dolore, liberando i propri demoni, come in un rito iniziatico, dove un'aspirante (alquanto scarsa) attrice giunge in una scuola di recitazione dal metodo di insegnamento usuale per alcuni, molto più atipico per alcuni allievi che si abbandonano ai segreti del metodo.
L'abilità del regista è prendere principalmente Suspiria come modello narrante, ma non facendone un'operazione di remake quanto spogliare il film di Argento dell'atmosfera horror da fiaba nera che possedeva. Masks quindi è un Suspiria in versione thriller dove Marschall dimostra un vero e proprio amore per il cinema nostrano di genere, ricostruendo meticolosamente più di una sequenza, ma con una storia di follia estrema che riesce a catturare l'attenzione e creare suspence.
La dedica finale sui titoli di cosa a Mario Bava, Dario Argento e Sergio Martino è un'ulteriore dimostrazione del profondo rispetto verso il cinema nostrano che lo ha ispirato. Uno dei tanti autori che guardano al nostro glorioso passato mentre noi che ne siamo stati gli artefici, ci stiamo ancora a girare i pollici.

ferzbox  @  08/05/2015 22:00:46
   8 / 10
Per la seconda volta devo ringraziare BlueBlaster che mi ha aiutato a scaricare il film.....fra un pò lo devo pagare..(non ci contare Blue ...)....

Ora passiamo a questo film di Andrea Marschall che per la seconda volta è riuscito a stupirmi(la prima avvenne con "Le lacrime di Kali),presentandomi un prodotto che a mio avviso,esattamente come la prima opera,conserva un incredibile potenziale drammaturgico e artistico,oltre a regalare un tipo di atmosfera orrorifica oggi quasi del tutto dimenticata.
"Masks" sono del parere che sia un autentico gioiellino del terrore,sicuramente MOLTO debitore del famoso "Suspiria" di Dario Argento,ma presentando di fatto un'opera alquanto indipendente e priva di qualsiasi plagio palese; diciamo che ne segue lo scheletro e ne cita alcuni momenti assai simili,però senza privarsi di un'identità propria e singolare.
Una delle cose che mi ha colpito maggiormente è stata l'introspezione che ho trovato nei personaggi e nell'analisi di questa ambigua scuola di teatro.
A differenza di "Suspiria"(concepito maggiormente per incutere paura e mostrare scene sanguinose...ma non per questo inferiore,anzi tutt'altro) il film di Marschall si addentra nei meandri della recitazione,mostrando l'incredibile viaggio interiore degli attori,la relazione che hanno con i loro compagni,il contatto fisico,le emozioni che scoprono di possedere e le assurde ed inaspettate situazioni che possono nascere dalle loro interazioni; avendo fatto teatro classico e contemporaneo per 12 anni della mia vita so bene cosa si prova,motivo in più per il quale ho apprezzato l'analisi che questa pellicola effettua di tale mondo....
...tramite questo il regista inserisce l'elemento orrorifico amplificando la liberazione di determinate emozioni in modo esponenziale,senza escludere la totale follia che ne può nascere se si perde l'equilibrio etico e morale,giustificandone quasi il terribile risultato distruttivo e mortale.
Scene cruenti sono presenti,ma la bellezza di questo film sta anche nell'attento approfondimento psicologico determinato dall'ego e la sensibilità dei personaggi; le maschere tatrali superano il limite consentito; l'immedesimazione segue un percorso di sofferenza legato ai ricordi delle persone.....lodevole come idea,estremamente analitica ed interessante....
Ad abbellire il tutto un bellissimo tema principale(mi è piaciuto parecchio e si fa sentire spesso durante lo scorrere del film),una discreta regia ed una fotografia davvero eccezzionale.....
A conti fatti "Suspiria" rimane ancora sul podio più alto,almeno per quel che concerne l'elemento terrore,ma "Masks" è una produzione che per quanto speculare regala ingredienti diversi e altrettanto validi,oltre ad una ventata di aria fresca nel panorama orrorifico...
Finale inaspettato e per nulla banale......non male davvero.....

2 risposte al commento
Ultima risposta 12/05/2015 16.35.29
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  26/04/2015 02:31:39
   7 / 10
Appartiene alla corrente HORROR ARTISTICI DEL NUOVO MILLENNIO.
E' una rilettura di "Suspiria" con le dovute differenze...al posto della danza la recitazione ma per il resto le due pellicole sono davvero molto similari.
A parte la somiglianza questo film tedesco percorre comunque la sua strada puntando davvero molto in alto...non solo si ricerca una lettura quasi metafilmica (o metateatrale) nella sceneggiatura ma proprio si ricerca una messinscena allo stato dell'arte.
Infatti, per quanto sia ostentata, è la realizzazione precisa e professionale che mi ha più colpito...la trama invece, seppur interessante, è abbastanza contorta e non originalissima.
Come dicevo la regia è caparbia con buoni momenti di tensione e giuste angolature, una fotografia (molto spesso al naturale con solo candele e poco altro) allo stato dell'arte e quasi onirica, montaggio perfetto che regala inserti di immagini quasi subliminali, una colonna sonora spesso presente ed accattivante (il leitmotiv anche in questo caso ricorda le nenie fiabesche di "Suspiria") e delle scenografie ricercatissime con location azzeccate e d'atmosfera.
Ottimo il cast con una protagonista brava e bellissima.
Buoni gli omicidi con momenti ad alto tasso splatter da far accapponare la pelle...finale horror purissimo in pieno stile Argento e davvero ricco di immagini forti.
Vera paura non ne ho provata ma alcune sequenze sono inquietanti...innumerevoli le immagini metaforiche e simboliche.
Forse un pò sopra le righe la recitazione ed i personaggi, pesanti e troppo ricercati certi dialoghi.
Non ci ho visto il capolavoro ma di certo è un prodotto che ben si differenzia dalla media in positivo, se riuscite a reperirlo merita ma astenersi i minori di 21 anni ma non per le scene forti :)

6 risposte al commento
Ultima risposta 27/04/2015 01.18.37
Visualizza / Rispondi al commento
jason13  @  31/03/2015 00:32:16
   8 / 10
Imbarazzante non importare nel nostro paese questo notevole horror chiaramente ispirato a Suspiria....tutto funziona per il meglio...erano da anni che non vedevo un horror di questo spessore.
Promosso a pieni voti!!

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/12/2015 23.27.15
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  31/12/2014 11:14:03
   7½ / 10
Bell'horror omaggiante "Suspiria" ed altri thriller italiani anni 70,diretto dal tedesco Andreas Marschall (regista nel 2004 del buon "Le lacrime di kali").
La trama è interessante e coinvolgente,la regia è ottima e riesce a creare un' atmosfera piuttosto inquietante presente per tutto il film.
Buona la recitazione e la colonna sonora.
Un horror così curato non lo vedevo da tanto tempo,veramente una bella sorpresa,consigliato agli amanti del genere.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/04/2015 09.40.56
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


959731 commenti su 37677 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net