pare parecchio parigi regia di Leonardo Pieraccioni Italia 2024
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

pare parecchio parigi (2024)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film PARE PARECCHIO PARIGI

Titolo Originale: PARE PARECCHIO PARIGI

RegiaLeonardo Pieraccioni

InterpretiLeonardo Pieraccioni, Chiara Francini, Giulia Bevilacqua, Nino Frassica, Massimo Ceccherini, Giovanni D'Addario, Giancarlo Ratti, Max Galligani, Giuseppe Gandini, Alessandro Riccio, Marta Richeldi, Giorgio Borghetti, Alessio Binetti, Gabriele Careddu, Gianna Giachetti, Gianmaria Vassallo, Gaia Nanni, Gioele Rotini, Eleonora Di Miele, Giorgia Tomasi, Dalia Kalala, Giorgia Trasselli, Sergio Forconi, Andrea Muzzi, Nina Pons, Gianni Franco, Alessandro Paci, Angelica Massera, Ludovica Baiardi

Durata: h 1.36
NazionalitàItalia 2024
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 2024

•  Altri film di Leonardo Pieraccioni

Trama del film Pare parecchio parigi

Per esaudire il desiderio, ormai rimpianto, che ha un vecchio e malatissimo padre (Nino Frassica) di non aver fatto un viaggio a Parigi con i figli (Leonardo Pieraccioni, Chiara Francini, Giulia Bevilacqua) ecco che i tre fratelli che non si parlano da cinque anni, fingeranno di partire con lui da Firenze a bordo di un camper, che non uscirà mai dai confini di un maneggio di cavalli. Quel viaggio, messo in scena perché ai figli è stato proibito di allontanare il padre dalla struttura ospedaliera che glielo ha affidato, diventerà una paradossale, avventurosa e irresistibile occasione per tentare di far riavvicinare i fratelli e cercare di riconciliarsi con il loro papà. Con il motore dell’immaginazione si possono fare migliaia di chilometri: se non si può andare a Parigi, Parigi può venire da noi! Dopotutto anche se fai il giro del mondo ritorni sempre nel solito punto, no?

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,50 / 10 (4 voti)4,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Pare parecchio parigi, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

ilgiusto  @  31/01/2024 17:08:01
   7 / 10
7++

E' la solita ricetta di Pieraccioni: parte da uno spunto, lo rende più interessante poi aggiunge qualche personaggio e ci ricama sopra delle gag.
E' una ricetta semplice ma Pieraccioni l'ha sempre cucinata bene (talvolta benino, altre volte benissimo).
Personalmente l'ho trovato in linea con le mie aspettative e mi ha parecchio divertito.

(Non capisco chi lo stronca con voti come 1 o 3 - potrei capire 5 o 5,5 - cosa diamine si aspettava?!? Prima di andare al cinema magari guardate i trailer e magari controllate quale sia il canone dell'autore).

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2024 16.58.03
Visualizza / Rispondi al commento
Wilding  @  21/01/2024 09:06:13
   5½ / 10
C'è un'amarezza di fondo in questo film, che forse lo salva da una mediocrità a tratti imbarazzante sotto tutti i punti di vista, dalla regia, agli interpreti, alla sceneggiatura peraltro ispirata ad una storia vera...

neverhood  @  20/01/2024 01:08:27
   1 / 10
Veramente imbarazzante. Purtroppo, non ho individuato un solo elemento che possa giustificare un voto superiore a 1. Dall'inizio alla fine, si susseguono ininterrottamente stupidaggini irrealistiche e siparietti privi di coerenza e senso alcuno. La cadenza fiorentina, simpatica nei primi 5 minuti, diventa subito irritante e fastidiosa.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
stratoZ  @  19/01/2024 12:53:52
   4½ / 10
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

Robina praticamente, che dal momento in cui ho finito la visione ho iniziato a dimenticare, "Pare parecchio Parigi" è un film piatto, senza mordente, retorico e banalotto, accompagnato da una comicità irrilevante.

Pieraccioni porta su schermo un'opera ispirata liberamente ad una storia vera, di questa famiglia che per realizzare l'ultimo desiderio del padre simula un viaggio a Parigi, in realtà non uscendo mai dal maneggio, bene io penso sia un soggetto interessante comunque con un buon potenziale e che poteva tranquillamente giocare con la percezione, con i significati metartistici, insomma un po' come faceva Weir in Truman show se vogliamo - è anche citato esplicitamente nel film - e porre anche qualche interrogativo sulla morte e sul vissuto, e invece no, Pieraccioni deve accontentare il pubblico, non è neanche colpa sua, è soltanto ingabbiato nel fare questi prodotti didascalici e retorici ed ecco che l'unico dilemma del film diventa quello che nel momento della soglia gli fa scegliere una sorta di pillola blu o pillola rossa: rischi la galera e realizzi l'ultimo desiderio di tuo padre o rimani in sicurezza a casa aspettando l'inevitabile? I figli sceglieranno la pillola viola, adottando una soluzione intermedia.

Purtroppo lo sviluppo si dipana tra gag che quando va bene non fanno ridere, quando va male sono imbarazzanti, guardare la scenetta degli stambecchi, che poi arrivano anche ad inchiappettarsi, volevo smettere di esistere durante quella scena, poi vabbè il resto è la solita comicità toscanaccia che non fa ridere, battute sulla maialah di qua e la maialah di là e via dicendo, forse forse si salva la scena della finta dogana che magari ha un fondo di ironia un po' più tagliente, ma poco poco.

La componente drammatica riesce ad essere anche peggio però, con quella retorica banale del vissuto e del dover vivere, la classica situazione in cui i figli sono sempre troppo impegnati per occuparsi del padre, anch'esso sempre assente e via dicendo, alcune frasi di Frassica che prova la redenzione prima di morire fanno cascare le braccia, risultano impostate e forzate, messe lì per coronare la scena e ribadire i banali concetti di "non mollare mai", "dimostrare il proprio valore", "fiorire, perdonare, cercare la propria strada" e altre cose così via dicendo, per approfondire basta guardare l'elenco delle frasi dei baci perugina.

Poi c'è Ceccherini che non serve praticamente a nulla, messo lì presuppongo come una sorta di spalla comica, è un pianeta a sé stante che ogni tanto s******* per la polvere spostata dal furgone e che ad una certa gli spara, senza conseguenze quindi proprio boh, doveva metterlo in un modo o nell'altro.

Vabbè

  Pagina di 1  

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionancora un'estateanother endappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiaautobiography - il ragazzo e il generalebang bankbob marley: one lovecane rabbiosocaracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dust
 NEW
coincidenze d'amorecover story - vent'anni di vanity fairdamseldeserto particulardicono di tedieci minutidobbiamo stare vicinidrive-away dollsdune - parte due
 NEW
e la festa continua!emma e il giaguaro neroeneaeravamo bambiniestraneifinalmente l'albafino alla fine della musica
 NEW
flaminiaforce of nature - oltre l'ingannogenoa. comunque e ovunque
 NEW
ghostbusters - minaccia glacialegioco di ruologli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperohazbin hotel - stagione 1how to have sex
 NEW
i delinquenti
 NEW
i misteri del bar etoilei soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil diavolo e' dragan cyganil fantasma di canterville (2024)il mio amico robotil punto di rugiadail ragazzo e l’aironeil teorema di margheritail vento soffia dove vuoleimaginaryin the land of saints and sinnersinshallah a boykina e yuk alla scoperta del mondokriptonkung fu panda 4la natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitantila sala professorila seconda vitala terra promessala zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionil'estate di cleolos colonosmadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemay decembermean girls (2024)memory (2023)monkey manmr. & mrs. smith - stagione 1my sweet monsterneve (2024)night swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)omen - l'origine del presagiopare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 HOT R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpriscillapuffin rock - il filmrace for glory - audi vs lanciared (2022)red roomsrenaissance: a film by beyoncericky stanicky - l'amico immaginarioroad house (2024)romeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operase solo fossi un orsosenza proveshirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spacemansuccede anche nelle migliori famigliesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuncoastsupersextatami - una donna in lotta per la liberta'te l'avevo dettothe animal kingdomthe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe piper (2023)the warrior - the iron claw
 NEW
tito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletrue detective - stagione 4tutti tranne teun altro ferragostoun mondo a parte (2024)una bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevite vendute (2024)volarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatorezafira, l'ultima reginazamora

1049529 commenti su 50616 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net