paura 3d regia di Manetti Bros. Italia 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

paura 3d (2012)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film PAURA 3D

Titolo Originale: PAURA

RegiaManetti Bros.

InterpretiPeppe Servillo, Lorenzo Pedrotti, Francesca Cuttica, Domenico Diele, Claudio Di Biagio

Durata: h 1.48
NazionalitàItalia 2012
Generehorror
Al cinema nel Giugno 2012

•  Altri film di Manetti Bros.

Trama del film Paura 3d

Ci sono occasioni nella vita che sarebbe meglio non cogliere. Marco, Simone e Ale sono amici da un sacco di tempo, vivono tutti in un quartiere nella periferia di Roma dove non succede mai niente. I ragazzi si ritrovano in mano le chiavi di una bellissima villa fuori cittÓ. E' la villa del Marchese Lanzi, che sarÓ via per tutto il fine settimana. Il Marchese Ŕ un tipo strano, un ricchissimo collezionista d'auto d'epoca, cliente dell'officina dove lavora Ale. I tre ragazzi non resistono e si tuffano senza limiti nel lusso della villa. Ma c'Ŕ un'unica cosa che non dovrebbero fare: andare in cantina...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,26 / 10 (35 voti)5,26Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Paura 3d, 35 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  21/10/2016 13:20:47
   7½ / 10
Secondo il mio parere un'ottima prova da parte di una troupe italiana.
Come dice Paul nella recensione il talento c'è e si vede, ottima fotografia e alcune angolature indovinate. Suspense a non finire e, ovviamente, il trucco artigianale del nostro orgoglio italiano: Sergio Stivaletti.
La trama è lineare e forse un po' banalotta, ma per un horror ci sta.
Gli attori tutto sommato abbastanza bene, nel senso che si vede l'impegno.
Buone anche le musiche (ho riconosciuto BA BA dei Sigur Rós).
Menzione speciale per i titoli di testa, molto artistici.
Da recuperare.

dagon  @  06/08/2015 23:52:53
   4 / 10
I Manetti hanno il merito di cimentarsi, senza tema, nel cinema di genere. Talvolta i risultati sono anche soddisfacenti (vedi Piano 17 e song'e napule), ma non è questo il caso. Il fatto di citare frequentemente Bava , dopo un po', sembra più un modo di cercare di arruffianarsi e bendisporre lo spettatore che non una vera scelta stilistica. In ogni caso il film è banale e scontatissimo, oltre che brutto assai.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  29/05/2015 09:42:03
   6 / 10
Tre ragazzi si ritrovano con la possibilità di passare un weekend nella lussuosa villa di un aristocratico romano. Non si lasciano scappare l'occasione visto che l'uomo è in Svizzera per un raduno d'auto d'epoca. Il tamarrissimo trio si piazza nella dimora scoprendo ben presto nel seminterrato il terribile segreto del padrone di casa.
I Manetti Bros debuttano nell'horror duro e puro dopo la simpatica divagazione sul tema proposta con "Zora la vampira"; la loro cifra stilistica è ancora una volta caratterizzata da una forte devozione nei confronti del cinema di genere anni '70/'80, con la presenza di Sergio Stivaletti agli effetti speciali e una fotografia tipicamente associabile a quel periodo.
L'intento dei registi è quello di riuscire a produrre una convincente commistione generazionale. Partendo dal datato background di maestri come Bava e Argento (quello dei bei tempi) si punta al torture porn per poi svoltare in una sorta di rape & revenge. I pochi mezzi a disposizione limitano relativamente l'operato dei fratelli, che tra schitarrate metal e rap urbano costruiscono una storia semplice, discretamente efferata, tutt'altro che spaventosa a dispetto del titolo.
"Paura" si lascia guardare, offre un buon ribaltamento dei ruoli ma non convince riguardo i personaggi. Anche per colpa di una recitazione mediocre ma soprattutto per una definizione banale dei caratteri dei protagonisti. La trama ha delle buone intuizione alternate con cadute di stile pacchiane.
La presenza di Francesca Cuttica conferma l'attrice come piacevole leit motiv nei film dei Manetti, mentre Peppe Servillo (fratello di Toni e membro degli Avion Travel) nei panni dell'orco proprio non convince. Semplicemente spettacolari i titoli di testa.

TheSorrow  @  01/09/2014 13:01:15
   5 / 10
non mi ha convinto...leggero veloce e coinvolgente a tratti, è vero.ma non sorprende e la regia dei manetti è fin troppo approssimativa.senza parlare del fatto che un film che si chiama paura e non spaventa minimamente può deludere ulteriormente.bocciato.

alex94  @  22/06/2014 21:34:37
   6 / 10
Discreto film horror diretto dai Manetti Bros nel 2012.
La trama non è nulla di originale e purtroppo presenta una prima parte piuttosto noiosa a causa di situazioni alquanto improbabili e a dei dialoghi osceni,la seconda parte fortunatamente è molto più movimentata e inquietante ed è proprio grazie a questa che il film si risolleva abbastanza bene.
Discreta la regia,terribile invece la recitazione,ben fatti gli effetti splatter.
Insomma un filmetto horror senza tante pretese che merita di essere visto.

Azrael  @  30/04/2014 17:42:17
   5½ / 10
Non condivido il voto del recensore, troppo salomonico direi, ma questo Paura di sicuro non può dirsi pienamente riuscito. In buona sostanza si può giudicare positivamente la prima parte, fino alla scena della tortura - tutto fila piuttosto liscio, senza svarionate di sorta. Poi la seconda parte, scene di colluttazione dirette con un' approssimazione della serie "buona la prima e basta", tensione gestita non degnamente e finale risparmiabilissimo che scade nel ridicolo involontario.
Ci sono delle colpe. I Manetti vogliono omaggiare tizio e caio, fondendo in un misto nocivo suggestioni nostrane e spunti provenienti dal recente horror francese/americano. Il risultato purtroppo, soprattutto nella seconda parte, diventa un pasticcio - che bisogno c'era di trasformare la prigioniera in una cavernicola psicopatica ? Boh ? Perché invece non puntare di più sulla semplicità, una volta tanto ? Vabe', un'occhiata la può ricevere, ma i Manetti non sono tagliati, troppo grezzi per i. Ieri gusti. Nelle mani di un regista più "quadrato" ne sarebbe uscito se comunque un piccolo thriller dignitoso. Occasione persa.

winning  @  02/12/2013 03:01:57
   1 / 10
Ma imanetti l'hanno girato insieme a paperino questo film? Assurdo non c'è niente in questa pellicola, recitazione da recita di quinta elementare, sceneggiatura che dire ridicola è un complimento, in pratica il nulla......

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  07/11/2013 18:26:42
   6 / 10
qualche spoiler

C'è poco da fare, io voglio bene ai Manetti e non credo riuscirò mai a massacrarli.
Il loro cinema piccolo, artigianale, appassionato, ideativo, stilosamente trash, comunque personale, mi è sempre sembrato un presidio del nostro cinema da difendere, una piccola isola di autori dove ogni tanto far attraccare la propria barca ed esplorare.
Detto questo se nel gioiellino Piano 17 e nel coraggiosissimo e, a mio pare molto riuscito, L'Arrivo di Wang potevo esser trascinato dalle ali dell'entusiasmo mi pare evidente come questo Paura (pensato per il 3D, credo prima volta in Italia) sia un deciso passo indietro.
Ma come in tutti i loro film c'è tanto di buono e tanto di meno buono, è questo che mi piace, danno materiale, invitano ad analizzare, non stanno nella mediocrità.
A differenza dei due film sopracitati qua non c'è un'idea nuova o un soggetto tanto geniale anche perchè, si sa, nessun genere è più saturo dell'horror.
Per la terza volta di fila i Manetti si destreggiano alla grande in un piccolo luogo chiuso come fu per l'ascensore (e il palazzo) di Piano 17, la singola stanza de L'Arrivo di Wang mentre qua abbiamo una villetta con seminterrato del terrore.
C'è da capire se sia un loro marchio, se gli piaccia così o se è solo per problemi di budget.
Il plot è banalotto con la stravista storia del carceriere e carcerato e qualche arrivo "esterno" (in questo caso tre amici, di cui uno lavora, uno studia e uno sona la chitara, che vogliono passare il week end nella villa deserta) a scombussolare le carte.
A proposito del carceriere, interpretato tra l'altro dal fratello di Servillo, Peppe, il cantante degli Avion Travel.
Avete presente Giuseppe Simone?
Alla domanda del mitico Diprè su cosa fosse la prima cosa che vede in una donna rispose "La vagina depilata"
Beh, il villain di Paura credo sia uno dei maggiori fan di Simone.
Mi fermo qua.
L'inizio mi è sembrato un pò deboluccio come ritmo anche se si lascia vedere grazie soprattutto alla sempre spettacolare calata romana che a me fa scompisciare. Gli attori fanno quello che possono, mi ha fatto piacere ritrovare Diele che per me fu l'm.v.p di quell'ottimo film che fu A.C.A.B.
Poi una volta iniziato il confronto ragazzi-"orco" il film prende ritmo, regala qualche scena ben riuscita (ottima l'impiccagione che fa da sfondo per una decina di minuti), i soliti sempre buoni effetti di Stivaletti (anche se almeno in un caso talmente esagerati sa superare il confine della verosimiglianza), qualche scemenza di sceneggiatura (non trovano l'amico, ma mandargli almeno un sms no?/ 3 ragazzi contro un vecchietto, fatelo fuori subito no?/ il ragazzo che ammazza quello di giorno, risale il bosco ed è notte fonda) e il solito "divertimento", almeno mio, di trovarmi dentro un film dei Manetti e "riconoscerlo".
Insomma, c'è di tutto per star sopra la sufficienza ma poi il finale, con quella Sindrome di Stoccolma quasi insensata mi è sembrato davvero fuori luogo, assolutamente incoerente con ciò che viene prima.
Diciamo che l'Idea, marchio di fabbrica dei Manetti, che era mancata per tutto il film alla fine arriva.
Ma è sbagliata.
W Giuseppe Simone.

calso  @  31/08/2013 15:05:56
   6 / 10
Dei ragazzi si ritrovano nella tipica villa fuori città caratteristica di questo genere di film e si trovano di fronte ad una situazione inimmaginabile...piuttosto carino e ben fatto...guardabilie

antoeboli  @  01/08/2013 00:29:43
   2 / 10
Signori penso che qui ci troviamo di fronte a un opera simbolo dell'attuale cinematografia italiana nel campo Horror , cioè il buio pesto .
Il piccolo duo manetti bros tira fuori paura 3d , un horror a detta loro low budget . il budget è veramente misero e si vede , ma la paura 3d o 2d in questo film non esiste .
Cosi come non dovrebbe neanche esistere questo scempio .Parliamo di un film di neanche due ore con una sceneggiatura che vuole strizzare l'occhio al classico filone , ragazzi imbecilli che si rinchiudono in una casa per spaccarsi di brutto con quello che trovano , per poi casualmente imbattersi in grossi guai.
La regia ha piu bassi che alti con qualche inquadratura originale e scene a mio parere lunghe e noiose , per non parlare del film vero è proprio che parte solamente dopo più di quaranta maledetti minuti senza che succeda qualcosa di interessante.
La regia così come la parte recitativa ha un sapore tutto amatoriale, sembrando più un video per un famoso sito di condivisione di filmati (che voi tutti saprete qual è :) ) , però dobbiamo ricordarci che parliamo di un lavoro distribuito dalla Medusa con collaborazione di Mediaset .
Cioè rendiamoci conto che la recitazione è mediocre e nelle scene quelle drammatiche sfoggia tutto il suo look infimo.
Per non parlare del finale : sembra quasi che il regista abbia visto il tempo di registrazione troppo basso e abbia voluto aggiungere tutto un pezzo conclusivo assolutamente nessuno si aspetta e che non dovrebbe neanche esistere in una trama del genere .
Non metto il voto più basso perchè salvo gli ottimi effetti splatter dello Stivaletti nazionale e le musiche metal presenti , molto poco considerando che velo sconsiglio a priori.

leonida94  @  23/06/2013 11:27:38
   6½ / 10
Guardando la serie di voti contrastanti che mi precedono, noto con piacere che il mio disorientamento nel vedere questa pellicola è perlomeno fondato.
L'alternarsi di scene idiote, con dialoghi e situazioni a dir poco imbarazzanti, con scene di pura tensione e risvolti angoscianti (come quello che si intuisce dopo i titoli di coda), rendono la valutazione di questo film impossibile !
Se la recitazione fosse stata curata maggiormente e anche qualche passaggio troppo inverosimile fosse stato reso più credibile, il film sarebbe stato una vera fig.ata !
O forse è proprio lo stare in bilico tra il serio e il trash a rendere la pellicola così curiosa e particolare ?
Con questo dubbio e questo sentimento che mi turba, non posso che valutare positivamente "Paura 3D" (non l'ho visto in 3D, e non vedo come possa servire in questo caso), e sperare che l'horror italiano rialzi un pochino il proprio standard.

steven23  @  03/06/2013 18:42:27
   6½ / 10
Non mi aspettavo un capolavoro anzi, dopo gli ultimi horror italiani visti speravo semplicemente di trovarmi dinanzi un film sufficiente. E in effetti lo è stato!!
Partendo dai punti a favore, direi una buona regia, attenta e che regala inquadrature spesso interessanti; una discreta tensione, specialmente durante la scoperta di quanto cela la villa del Marchese e la giusta dose di sangue. Purtroppo, però, ho anche qualche appunto da fare decisamente meno positivo: anzitutto gli attori che, come la maggior parte di quelli che interpretano un horror nostrano, mostrano una scarsa dote recitativa. In secondo luogo le musiche, belle ma spesso troppo invadenti e, per ultimo, quello che vorrebbe essere il colpo di scena finale, ma che invece risulta comprensibile sin dall'inizio.
Insomma, i mezzi per fare qualcosa di davvero valido c'erano, diciamo sono stati sfruttati a metà ottenendo come risultato una pellicola poco più che sufficiente!

Sbrillo  @  03/06/2013 01:16:49
   3 / 10
Recitazione da cani, un po' di tensione...ma film incerto e da evitare!!!
Il finale??? Ridicolo...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

serlory  @  06/05/2013 18:10:40
   2½ / 10
ma signori Manetti.. ma io dico.. d'accordo con il low budget ma che film è questo? Ma fa davvero paura nel senso per quanto è brutto. I tre giovani attori classici sbruffoncelli romani vabbè, Peppe è meglio che ci canta una canzone perché il ruolo dello psicopatico proprio non gli si addice e la Cuttica deve mangiare ancora tante pagnotte prima di improvvisarsi nel ruolo del film. Trama noiosa e inesistente, quasi tutto girato un una splendida villa, oddio si poteva cucire su una storiella con un po' di sugo, con un po' più di esterni, ed invece questo orco di sabbia di Hoffmann... Mah che dire proprio da ignorare e buttare nel bidone.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  01/05/2013 11:12:15
   5 / 10
Horror con pochi spunti originali ma piuttosto inquietante dove pero' manca la "paura" tanto acclamata dal titolo.
Le scene di lotta fanno perdere altri punti alla pellicola...un vecchietto, per quanto cattivo sia, ha sempre la meglio contro ragazzi giovani e muscolosi.
Classici difetti del genere slasher.

john doe83  @  27/04/2013 18:40:34
   2 / 10
Vergognoso!!! Regia amatoriale e patetica, recitazione da cani selvatici. Se questo è l'horror made in italy, allora abbandoniamo questo genere. E' chiaro che i Manetti bros. siano dei paraculati, ma a tutto c'è un limite. Non hanno una minima vocazione per il cinema, cambiate mestiere!!!!

domiello1963  @  13/04/2013 14:42:50
   2 / 10
Allora se questo è l'horror italiano del nuovo millennio ,per favore, rideteci i Bianchi di LE NOTTI DEL TERRORE e i Mattei di VIRUS,almeno questi film oltre ad avere una buona dose di splatter facevano spesso ridere a crepapelle , qui invece c'è soltanto tanta ma tanta NOIA.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

topsecret  @  02/04/2013 18:51:01
   6 / 10
Dall'inizio si capisce di non essere di fronte a un capolavoro del genere, troppo poco fluido e privo di interesse. Nella parte centrale si anima un po' ma sempre senza grandi acuti, invece nel finale sembra proporre qualcosa di più interessante e corposo, mostrando più sangue e tensione.
Cast non di grandissime capacità, eccezion fatta per la micro partecipazione di Sassanelli, ritmo abbastanza lineare e regia sufficiente.
Vedibile ma senza pretese.

vale1984  @  15/01/2013 10:03:05
   6 / 10
filmetto che non spaventa e non fa davvero paura...la storia non è male ma è prevedibile e non c'è nulla che coinvolga davvero.

MarcoCam  @  07/12/2012 01:29:20
   8½ / 10
Ci mette un po a ingranare ma più va avanti più diventa bello. dopo schifezze colossali come In The Market e Smile finalmente un bel horror italiano. ci sono scene di alta tensione e anche il villain non è male, anzi. certo, non è esente da difetti, avrebbero dovuto rivedere alcune cose, peccato, poteva essere ancora meglio.

gianni1969  @  24/11/2012 16:48:01
   8½ / 10
innanzitutto un plauso ai manetti che rischiano ik cu.lo con un genere che in italia e' ormai sepolto da decenni,spolverando un prodotto di tutto rispetto con una certa tensione che si accumula man mano,un horror ottimo con tutti i suoi crismi. un voto in piu' per il coraggio di provarci e soprattutto di riuscirci

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/11/2012 17:34:30
   6½ / 10
Tutto sommato mmi è piaciuto. I Manetti Bros nel bene e nel male sono fra i pochi in Italia che cercano di proporre dei film di genere e ben vengano queste pellicole anche con i loro difetti che sono pur presenti. La prima parte in effetti è un po' lenta perchè la coppia di registi vuole creare un solido backround ai suoi personaggi, stereotiparli il meno possibile, ma allo stesso tempo il film fatica a partire. Più sciolta la seconda parte, magari non originale ma che dimostra la dimistichezza con i codici del genere, anche nel dover allungare maldestramente il minestrone. Ottima direi l'atmosfera claustrofibica della casa, non ai livelli (fisici) di Piano 17 e con una intepretazione corale degli attori su eccellenti livelli.

sandrone65  @  19/11/2012 00:18:23
   8 / 10
Mi aspettavo sinceramente una mezza ciofeca di film, invece sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo film. Parte e si sviluppa con una trama semplice ed essenziale con personaggi comunissimi, attorno alla quale viene costruita una situazione coinvolgente ed una buonissima tensione, come raramente gli horror sanno trasmettere.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

L'aspetto splatter, molto pesante in più inquadrature è funzionale alla vicenda, a differenza di ciò che invece accade nei film di D. Argento dove è sempre gratuito ed artificiale, quasi una gratificazione estetica del e per il regista.

Alcune pecche nel realismo a mio avviso impediscono al film una valutazione ancora maggiore.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Il finale è valido pur con qualche riserva:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Insomma, chi ama gli horror-thriller dalla trama semplice e i crescendo di tensione non può perdersi questo film.

Neurotico  @  17/11/2012 20:29:19
   5½ / 10
Deludente perchè mi aspettavo un po' di originalità, quando invece la trama si sviluppa in modo abbastanza convenzionale e purtroppo a volte si ha l'impressione che per mancanza di idee si stiracchi molto la vicenda con l'inevitabile comparsa tempi morti e noia. Buona la parte degli effetti gore del solito bravo Sergio Stivaletti. Per non parlare dei personaggi con poco spessore, se non proprio antipatici (Cuttica compresa).

DarioArgento  @  10/11/2012 21:50:59
   2 / 10
non perdo neanche tempo a commentarlo

deliver  @  04/11/2012 22:45:57
   5 / 10
Un film che parte su gambe malsicure, non migliora e finisce poi a terra.

Prima cosa, è inutile parlare di omaggio a Bava, Argento, tizio e caio. Per confezionare un vero horror, ci vuole sensibilità artistica. I Manetti non ne hanno nemmeno un briciolo.
La salsa di noci romanesca trabocca sul caviale dei grandi maestri italiani del genere (come se bastasse citare un Bava in maniera bovina solo per autolegittimarsi).

Parliamo dei difetti:

- ci sono frangenti dove la messa in scena fa davvero piangere. In alcune sequenze si sfiora l'amatorialità - per esempio le colluttazioni a cui prende parte il Marchese Lanzi. Peppe Servillo è si inquietante, ma ha la scioltezza di un guerriero di ceramica - mamma mia.

- la trama prevede un canovaccio ormai risaputo. Non c'è da aspettarsi nulla.

- La confusione di stili, stilemi e stereotipi, soprattutto nella seconda parte e nel finale, regna sovrana ! ahimè.. non si capisce più cosa i Manetti vogliano fare, che direzione prendere e che impronta dare al loro film.

- La fotografia negli esterni con luce solare rivela tutta la sua pochezza.

Parliamo dei pregi:

- Pur non mancano alcune scene ben recitate, come la "tortura"- in quel frangente, Servillo, Pedrotti e la Cuttica segnano un buon livello di recitazione e affiatamento. Non tornerà nel resto del film.

- I ragazzi non si muovono male sulla scena. Non dei geni, ma neppure delle schiappe.

Conclusione:

Insomma, non voglio smontare gli entusiasmi. Che in Italia si producano film di genere è pur sempre un fatto positivo. Che la Medusa abbia voluto metterci la distribuzione, colpisce. Però se si vuole gareggiare alla grande, bisogna evitare ingenuità e pasticci. Spiace dirlo ma i Manetti imitano, frullano, storpiano e cuciono; ma mancano di stile, misura, gusto (almeno rimanendo a questo film).
Credo che con Zora la Vampira il duo romano aveva raggiunto un buon risultato. Forse dovrebbero continuare sulla strada della commedia nera...

GodzillaZ  @  28/10/2012 21:04:49
   7 / 10
Premetto che non ho visto il 3D.
Comunque sia il film mi è piaciuto. Film volutamente (credo) "classico", cioè con tutti gli ingredienti di un classico film horror (c'è chi li chiama clichè). La realizzazione è buona e gli attori hanno fatto il loro lavoro.
La tensione non manca e nemmeno la violenza. Insomma non credo che i Manetti aspirassero all'oscar, volevano fare un film horror e secondo me ci sono riusciti.

Lollettone  @  17/08/2012 11:56:59
   6 / 10
Simpatico tentativo dei Manetti Bros. di omaggiare l'horror italiano di una volta aggiungendoci però un pizzico di torture porn e il 3d nella speranza di raggiungere un pubblico più ampio. Il risultato non è proprio il massimo nonostante un cattivo di gran classe (ben interpretato da Beppe Servillo) e l'ottima location anche perchè per tutto il film si ha la sensazione che i due fratelli si siano divertiti a sfruttare tutti i clichè del genere risultando per cui prevedibili.

maurillo  @  01/07/2012 14:34:13
   6½ / 10
Il film l'ho trovato, non male. Forse poco credibile, nel vedere tre giovani, venire sopraffatti da una persona di mezza eta', e nemmeno robusta.
Buon livello di tensione, pero' la fine, veramente deludente.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

simonetsrm  @  24/06/2012 13:10:06
   4 / 10
originalità zero anche nei dialoghi che sono tutto tranne che spontanei. i suoni poi sono del tutto sbagliati, ovviamente è stato fatto volontariamente nel tentativo di tirar su una qualche "suspance": lo spazzolino da denti elettrico che fa il rumore di un trapano da dentista o la torsione di un capezzolo con la pinza che scrocchia come un osso che si rompe....chiunque può provare con due dita e rendersi conto che non fa nessun rumore.......
il 3d è veramente pessimo ai limiti del mal di testa, ho preferito vedere molte scene senza occhialini. ma non so se dipenda dal film o dalla sala.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  19/06/2012 18:18:31
   7 / 10
Tanto di cappello ai Manetti Bros., tra i pochissimi fautori del revival del cinema artigianale di cui l'Italia ha sinceramente ancora un gran bisogno. L'unico dubbio rimane semmai l'uso del 3-d, come si concilia la libertà espressiva dei b-movies con l'uso (superfluo) del mezzo per autonomasia da grandi produzioni e blockbusters? In ogni caso, un ottimo thriller a basso costo, che il sottoscritto ha potuto godere in perfetta autonomia unico spettatore (unico!!!) e allora sì che ci meritiamo Muccino e Veronesi. L'idea di partenza, il nobile insospettabile che coltiva fantasie perverse e impulsi omicidi, non è niente male, e diciamo che per tutta la prima parte la tentazione di applaudire a scena aperta è forte. Verso l'epilogo non mancano invero ingenuità e un paio di momenti trash, ma l'operazione è sincera, appassionata, in definitiva gratificante. Tra citazioni che scomodano più Lamberto ("Macabro") che Mario Bava, un pò di cinema nipponico di genere, qualcosa di Pupi Avati e una dose massiccia di heavy metal nordico (credo...) un horror davvero interessante. Rende giustizia al feticcio dei vecchi ricordi, da cui si abbeverano spettatori maturi e cineasti moderni, d'oltreoceano

2 risposte al commento
Ultima risposta 29/06/2012 18.00.01
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  19/06/2012 17:40:33
   4 / 10
Si dai, parliamoci chiaro, Paura3d è un film in cui si ha ben chiara fin da subito la fonte di maggiore ispirazione: Dario Argento. E purtroppo questo non è un bene. Discorso a parte lo meritano i Manetti Bros, due registi a cui in fondo voglio pure bene, ma che difettano del talento necessario per imbastire qualcosa di minimamente commestibile. La casa degli orrori poi, ha rotto abbastanza le palle...e se giri un film pieno di clichè e non sei neanche in grado di agevolare la visione garantendo un minimo di controllo sulla gestione della suspense, io dico che è meglio che cambi mestiere. E non tiriamo in ballo la storiella dei budget ridotti, perchè di recente, con gli stessi denari, Mr Tiromancino ha fatto molto di meglio. Stendo un velo pietoso sul 3d più irritante di tutti i tempi. Produce addirittura medusa e sta porcata esce in 200 sale: follia allo stato puro.

2 risposte al commento
Ultima risposta 05/07/2012 19.25.42
Visualizza / Rispondi al commento
Seth  @  18/06/2012 13:21:58
   7 / 10
Spaghetti-horror perfetto su carta, forse un po' derivativo, rovinato in parte dalla messa in scena (a livello tecnico) quasi pietosa... però diverte, di suspense ce n'è tanta e gli ultimi 10 minuti sono assolutamente brillanti: da vedere, possibilmente non in 3 dimensioni.

cinefilomania  @  16/06/2012 15:46:50
   3 / 10
Paura?!?
Si di restare traumatizzato dallo schifo del film..Deludente al massimo come storia e finale,gli attori sotto la media,il voto di 3 è riferito all'uso del 3D.
Mi auguro che non escano altre produzioni 3d italiane.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  15/06/2012 13:51:00
   7 / 10
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

45 seconds of laughter47 meters down: uncaged5 e' il numero perfettoa herdadea mano disarmataa sonabout endlessnessadults in the roomall this victoryalla corte di ruth - rgbamerican animalsamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreannabelle 3
 NEW
antropocene - l'epoca umanaapollo 11aquaslasharab bluesarrivederci professoreatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbaby gang (2019)babyteethballoonbarnbeautiful boy (2018)beyond the beach: the hell and the hopebirba - micio combinaguaiblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicablue my mind - il segreto dei miei anniboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rosebring the soul: the movie
 NEW
burning - l'amore bruciaburning canecarmen y lola
 NEW
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dice
 NEW
chiara ferragni - unpostedchristo - walking on watercitizen kcitizen rosicity hunter - private eyesclimax (2018)colectivcorpus christicrawl - intrappolatidaitonadelphinedi tutti i coloridiamantino - il calciatore piu' forte del mondodicktatorship - fallo e basta!dolcissimedomino (2019)due amici (2019)e poi c'e' katherine
 NEW
eat local - a cena con i vampiriedison - l'uomo che illumino' il mondoeffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragioescape plan 3 - l'ultima sfidafast & furious - hobbs & shawfellini fine maifiebre australfiore gemellofulci for fakegenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghostgloria mundigodzilla ii - king of the monstersgoldstonegretaguest of honourhava, maryam, ayeshahotel artemishouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondo
 NEW
i migliori anni della nostra vita (2019)i morti non muoiono
 NEW
il colpo del caneil criminaleil flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil mostro di st. pauliil pianeta in mareil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanitÓil varcoin fabricit: capitolo 2juliet, nakedjust 6.5kinkingdom comela bambola assassina (2019)la fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala mia vita con john f. donovanla piccola bossla prima vacanza non si scorda maila rivincita delle sfigatela verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmaol'amour flou - come separarsi e restare amicil'angelo del criminele coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilucania - terra sangue e magial'ultima orama (2019)mademoisellemadre (2019)marriage storymartin edenmaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmen in black: internationalmes jours de gloiremidsommar - il villaggio dei dannatimio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutnevermindneviano.7 cherry lanepallottole in liberta'parthenonpasspartu': operazione doppiozeropelican bloodpets 2: vita da animaliphotographpolaroidpop black postapowidoki - il ritratto negatoprimula rossapsychosiaquel giorno d'estateraccolto amarorapina a stoccolmarare beastsrealmsred sea divingrestiamo amicirevenirrialtorocketmanroqaia
 NEW
rosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligarisebergselfie
 NEW
selfie di famigliaserenity (2019)seules les betessh_t happensshadow of watershelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaiskate kitchensolesoledadspider-man: far from homestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognotesnotathe boy 2the burnt orange heresythe deepthe diverthe elevatorthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe mirror and the rascalthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe quake - il terremoto del secolothe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sameti presento patricktolkientony driver
 NEW
torino nera (2019)toy story 4tutta un'altra vitaun monde plus granduna famiglia al tappetoverdictvita segreta di maria capassovox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewomanx-men: dark phoenixyou will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

991846 commenti su 41971 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net