the children regia di Tom Shankland Gran Bretagna 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the children (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE CHILDREN

Titolo Originale: THE CHILDREN

RegiaTom Shankland

InterpretiEva Birthistle, Stephen Campbell Moore, Jeremy Sheffield

Durata: h 1.24
NazionalitàGran Bretagna 2008
Generehorror
Al cinema nel Luglio 2008

•  Altri film di Tom Shankland

Trama del film The children

Due famiglie si ritrovano per trascorrere le vacanze di Natale in un cottage isolato dal mondo. Misteriosamente i bambini si rivoltano contro gli adulti, i quali si troveranno nell'assurda condizione di lottare per sopravvivere.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,15 / 10 (41 voti)7,15Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The children, 41 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Giovans91  @  03/12/2014 19:55:56
   8 / 10
Film molto complesso. La pellicola trasmette tensione, che diventa man mano sempre più perturbante e inquietante. Vediamo sguardi maligni, comunicazione telepatica, azioni ripetute fino a far crollare i nervi, falsi abbracci, il tutto per portare all'assedio snervante nella seconda metà. Nell'intera seconda parte, il film giocherà in modo efficace, con la violenza e sangue: rastrelli conficcati in testa, ossa che fuoriescono dalle gambe, teste e corpi impalati in vetri e legni, matite negli occhi e altro ancora. Non risparmia proprio nessuno questo film. La crudeltà psicologica della vicenda riesce a incutere nello spettatore un concreto di disagio.
La malattia che progressivamente contagerà i vari bimbini è poco definita e poco approfondita, così come molti dei suoi sintomi ed effetti, ma questa è una scelta azzeccata, così come azzeccata è la costruzione dell'atmosfera della pellicola.
Bravi tutti gli attori, gradi e piccoli, ma l'attrice Hannah Tointon, che interpreta Casey, è la migliore, veramente bella e attraente, si è calata perfettamente nel personaggio.
Questo "The Children", è un'altra dimostrazione che dopo i vari "Eden Lake", "Mum & Dad" e "Donkey Punch", l'horror inglese, così come in Francia, Spagna e Australia, ci crede veramente, che cerca di mettere insieme una nuova e interessante 'scuola'.

jason13  @  06/05/2014 23:18:39
   8 / 10
Visto con sottotitoli italiani...horror strepitoso, "il villaggio dei dannati" a confronto fa ridere...qui ci si spinge molto ma molto piu' in la'...crudelta' allo stato puro...veramente una piacevole sorpresa..

ferzbox  @  31/08/2013 15:06:12
   7 / 10
Dopo "Eden Lake" e questo "The children" sto cominciando ad afferrare che gli Inglesi hanno un modo decisamente insolito di fare cinema per tutti;sopratutto per quel che riguarda il genere Thriller/horror.
Anche in questa occasione ho avuto modo di visionare una pellicola che non ci andava tanto per il leggero.

Il film,di fatto,non mostra nulla di originalissimo..in passato sono state prodotte altre pellicole con tematiche simili(Il villaggio dei dannati-Ma come si può uccidere un bambino? ecc.ecc...),tuttavia sono rimasto di stucco per la tranquillità utilizzata dagli sceneggiatori nel concepire determinate scene di violenza nei confronti di bimbi dai 6 agli 11 anni....così come rimasi sorpreso della violenza adolescenziale esposta su "Eden Lake"...
Gli inglesi producono film di richiamo che sfiorano la tolleranza etica con assoluta tranquillità...incredibile....
Non mi stupisce che in Italia "The children" non sia stato portato...con le abitudini cinematografiche che abbiamo acquisito ultimamente,una pellicola del genere sconvolgerebbe notevolmente(nonostante,per altri fattori, sia un semplicissimo horror che rientra nella media).

Comunque,al di là di questo,"The children" è un horror accettabile che si perde solo nel modo confusionario(a volte anche un pò banale)di far reagire i personaggi a determinate situazioni che si vengono a creare,ma per il resto crea una discreta tensione.
Fotografia buona..ritmo non sempre ottimo ma passabile....
Finale abbastanza ambiguo e non troppo sorprendente,ma sempre più gradito dei soliti "Happy end" preconfezionati.

Non sarà eccezzionale,ma in Italia si sente un pò la mancanza di qualche horror che si azzardi ad osare di più....e ce ne sono,a voglia se ce ne sono...però puntualmente,quando si affacciano qui da noi,gli mostrano gentilmente la porta per uscire e andarsene(che macello...).

CyberWYX  @  31/08/2013 02:19:38
   7 / 10
Inizialmente sembra un film per famiglie, pieno di belle imagini serene e colorate, l'unica cosa che ancora ci fa sperare è la musica di sottofondo..e dopo un po' la carneficina inizia.
Nonostante non si vedano mai chiaramente scene troppo esplicite o per una durata utile a realizzare quanto succede, tutto è suggerito nella giusta minima dose per inorridire e rabbrividire.
L'originalità si avverte

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Come credo sia giusto in film del genere, alcune domande non trovano risposta, distribuendo il senso di inquietudine fino alla fine del film, forse anche oltre.

Durante la visione fa pensare ma spenta la tv spegniamo anche noi il cervello: quanto abbiamo visto non è assolutamente compatibile con la vita e l'amore necessario per la famiglia, non trovando una collocazione finirà presto nel dimenticatoio.
Comunque finchè dura è abbastanza godibile.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/08/2013 00:28:17
   7½ / 10
Non originalissimo ma certamente ben fatto questo horror inglese, sia dal punto di vista tecnico con una regia ed un montaggio che riescono a trasmette inquietudine e tensione nei modi e nei tempi giusti, sia nella caratterizzazione dei personaggi che dopo l'iniziale apparente clima gioioso fa emergere il rancore ed il loro lato meschino a cui i bambini in un certo senso percepiscono e si ribellano in maniera imprevedibile e sanguinosa, creando un empasse causata dall'abbattimento del tabù di uccidere un bambino già visto nel vecchio horror spagnolo Ma come si può uccidere un bambino?
Bello anche il finale sottilmente ambiguo e la citazione del villaggio dei dannati, il capostipite del genere bambini malvagi.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  16/06/2013 19:09:41
   8½ / 10
Tom Shankland dirige un horror molto impressionante e malato, proponendo una storia originale ed interessante : due famiglie si ritrovano in una casa per festeggiare il natale, ma presto dovranno fare i conti con i loro figli, diventati inspiegabilmente dei feroci e violenti assassini.
The children non ci mette molto per ingranare e quando lo fa, non risparma proprio niente, nemmeno la scena più cruda. E' questo il suo punto di forza, la crudezza e la cattiveria, in netto contrasto con il volto dei bambini che promana innocenza e bontà. Due sentimenti che unendosi e scontrandosi creano un forte disagio nello spettatore. La recitazione è ad alti livelli ed il contrasto cromatico fra bianco-neve e rosso-sangue rende benissimo l'atmosfera che Tom voleva descrivere, piena di suspence ma anche di confusione e disorientamento. Lo splatter delicato e crudo al tempo stesso fa da contorno ad una vicenda davvero spettrale, altalenante, dove i rapporti madre-figlio si disgregano gradualmente fino ad esplodere con scene di fortissimo impatto. Chiudiamo un occhio sulla sceneggiatura, che è molto lineare e non spiega un granché (della follia dei bambini ad esempio) e vediamo the children per quello che è : un horror brittanico pregiato e curato, a cui manca poco per essere considerato un capolavoro.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  10/06/2013 02:16:41
   8½ / 10
Malato e agghiacciante oltre ogni limite, ad oggi se escludiamo pietre miliari dell'oltraggio come serbian film, non penso di aver mai visto qualcosa di piu' annichilente di questo 'the children'.
Per tutta la durata si respira un clima di tensione e di inquietudine realmente disturbante e il tutto ovviamente è accentuato dal fatto che i cattivi in questione sono probabilmente le ultime persone che uno si immaginerebbe, i bambini per l'appunto ! Non so, sara' che non ho mai potuto sopportare i mocciosetti ma sto film l'ho sentito veramente sulla pelle,mi ha fatto venire un odio che in piu' punti sarei voluto entrare nello schermo con un machete e farli tutti a brandelli!!
Inutile specificare che la mia idola indiscussa della pellicola è stata la gnocchissima casey, (anti?)eroina superarrapante che ci regalera' una delle scene + strabilianti mai viste negli horror europei degli ultimi 10 anni

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.

L'unica nota dolente è la scarsa credibilita' di certe situazioni

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Ad ogni modo un film ECCELLENTE, recitazione veramente superba da parte di tutto il cast, specialmente da parte dei bambini , mai vista un espressivita' tanto maligna neanche in attori adulti !

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  25/03/2013 16:05:53
   6½ / 10
Non è un brutto film, seppur allo spettatore si chieda un sacrificio non da poco per accettare ciò che la stringata quanto incalzante sceneggiatura propone.
In un delizioso cottage di campagna di punto in bianco dei bambini alti poco più di un metro e pesanti nemmeno una ventina di chili si mettono a fare a pezzi i genitori. Difficile accogliere ciò che accade sullo schermo senza un sorrisetto ironico, inoltre troppe cose non tornano e appaiono campate in aria, eppure aldilà di ciò "The Children" si lascia seguire per via del ritmo vertiginoso e dell'abbondante ferocia di cui sono intrisi numerosi passaggi.
Le differenze che contraddistinguono le due famiglie riunitesi per le feste natalizie sono uno spunto interessante lasciato banalmente a penzoloni, il problema è felicemente intavolato ma poi messo in disparte per essere portato a galla sporadicamente in maniera banale.
Non vi è alcuno straccio di spiegazione riguardo ciò che scatena la furia omicida dei pargoli, vi sono indizi inerenti un virus dai sintomi influenzali ma poco altro, non manca però la tensione, sempre piuttosto alta e acuita dalla scabrosità della situazione che vede i figli accanirsi contro i genitori con questi ultimi costretti a macchiarsi di uno dei delitti più tremendi ed innaturali per poter sopravvivere.
Nel finale si sottintendono spiegazioni riguardanti i soccorsi mai giunti optando per una chiusura ad effetto. Tuttavia tante domande restano in sospeso ed è un peccato perché ci si sarebbe potuto ricamare sopra dando maggior consistenza a questa sorta di villaggio dei dannati del nuovo millennio. Shankland però sembra timoroso e consapevole di muoversi rischiando più volte il ridicolo, fortunatamente evita il tracollo puntando forte su un soggetto di forte impatto che non può lasciare indifferenti.

benzo24  @  21/02/2013 12:59:51
   8 / 10
Bellissimo, veramente entusiasmante.

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  19/02/2013 11:53:11
   9 / 10
Per me uno degli horror più belli degli ultimi anni. Una pellicola realmente agghiacciante, la cui tensione è palpabile quasi in ogni inquadratura. La malattia che pervade i bambini del film riesce a bucare lo schermo e ad arrivare fino allo spettatore sotto forma di un senso di disagio e di inquietudine, che esplode a tratti con alcune sequenze davvero molto forti e coraggiose.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

chem84  @  12/02/2013 17:36:53
   6 / 10
Giudizio difficile.
Buona e originale l'idea, così come alcune scene, compreso il finale.
Troppe forzature e situazioni difficilmente credibili lo penalizzano però oltremodo.
Rimandato a settembre.

CyberDave  @  15/01/2013 13:10:33
   7 / 10
Un thriller dai risvolti horror questo "The children" che ha nella parte dei cattivi dei bambini "innocenti" e quindi l'effetto visivo è molto coinvolgente.
Quoto il commento che mi precede ovvero che la sceneggiatura lascia aperto qualche dubbio puntando di più sulla ferocia e la cattiveria che anche dei bambini possono avere, in ogni caso un buon film con un finale abbastanza drammatico che pone fine alla storia.
Nel mezzo alcune scene davvero carine e sanguinose, questi film sui bambini dalla parte del cattivo riescono quasi sempre ad essere incisivi.
Consigliato.

BlueBlaster  @  10/01/2013 02:27:46
   7 / 10
Sinceramente pensavo meglio, sia dai commenti sia perché ricordo che quando uscì e vidi la locandina pensai che sarebbe stato un film di grande terrore (credendo trattasse di bambini più piccoli e posseduti), invece è più un thriller con alto tasso di gore...
La sceneggiatura è scritta con i piedi: per metà film non si capisce il grado di parentela dei protagonisti, la ragazza gira per tutto il film nei boschi a meno dieci praticamente in mutande, cosa e perché sia questo virus non viene mai accennato, i bambini che spostano in un attimo un corpo adulto, comportamenti assurdi dei genitori e si potrebbe andare avanti parecchio...
Alla fine, a parte il grande coraggio che ci vuole per dirigere un film con bambini ammazzati, resta una grande prova stilistica da parte del regista Tom Shankland...forse sin troppo ottima al punto da eclissare il "vero essere" della pellicola oltre che sembrare stucchevole.
Il film si apre in grande stile con dettagli ben girati e location ben fotografate (pure lo score musicale promette bene) poi per metà film non succede quasi nulla e regna la noia...una noia ben orchestrata ma comunque noia!
il film riparte in quarta con scene raccapriccianti e di li in poi cresce pure la tensione che rimarrà presente sino all'ottimo finale apertissimo!
L'idea di base del film non è nuovissima ma neanche abusata nel Cinema, forse perché troppo cattiva, e quindi questo prodotto è una buona alternativa ai soliti slasher ed horror moderni fatti con lo stampo.
Bravissimi tutti gli attori ma la prova maggiore la danno i bambini, davvero maestose le loro interpretazioni...si passa da odiarli alla compassione/tenerezza (sarà che quello ricciolino era uguale al mio fratellino).
L'Inghilterra sforna ancora film coraggiosi...tra l'altro ci sono stato qualche settimana fa ed in effetti tutti i bambini che ho visto sembravano in preda ad un virus e tossivano come matti, prima o poi ci scappa una pandemia a Londra!
Comunque è un buon film che non lascerà indifferenti neanche volendo...efferato, pessimista e dai grandi dilemmi morali..purtroppo è lontano dalla perfezione e perciò il voto non va oltre.

testadilatta  @  09/01/2013 13:46:53
   8½ / 10
Un piccolo gioiello.
Capolavoro del filone "bambini cattivi".
Praticamente perfetto nella narrazione, nella regia e nella realizzazione.
Ci sono situazioni trattate in modo non superficiale, morbosamente ma non con compiacenza.
Da vedere assolutamente, consigliato ai fruitori dell'horror non mainstream.

sossio92  @  08/05/2012 02:01:27
   7½ / 10
BEL FILM , MI è PIACIUTO MOLTO , IL CINEMA HORROR INGLESE ASSIEME A QUELLO FRANCESE MIGLIORA SEMPRE DI PIù ... FILM CON SUSPANCE , GIUSTA CATTIVERIA , BRAVI I BIMBI A RECITARE , FINALE APERTO :)))

speXia  @  24/08/2011 10:56:41
   9 / 10
Film horror molto bello,del resto amo il filone "bimbi cattivi"!! Trama piuttosto misteriosa,che sfocia in un finale molto aperto! Bravissimi gli attori bambini (vorrei essere al loro posto!!). Alcune scene sono veramente molto crude e, nonostante un mare di sangue,il film riesce a mantenere molta suspence!! Il lato tecnico è perfetto!
E voi che fareste? Uccidere vostro figlio o morire?

John Carpenter  @  15/07/2011 20:50:51
   5 / 10
Non c'è ombra di dubbio che sia un horror delicato perchè tratta di bambini killer, anche se non è il primo che lo fa (Il villaggio dei dannati - Ma come si può uccidere un bambino?), però è un film fatto MALE. Non tecnicamente, ma proprio narrativamente!
Innanzitutto all'inizio non si capisce bene il grado di parentela che accomuna un componente della famiglia con un altro, e spesso si va a intuizione (figli coi capelli neri- genitori coi i capelli neri, le due madri sono sorelle perchè a metà film lo dicono ecc.), e poi il pretesto del "virus" per giustificare il massacro è semplicemente ridicolo. E poi è fatto male perchè ci sono un sacco di situazioni che sono troppo irreali (invito a leggere il commento di Living Dead che va sui dettagli).
Insomma, mi è piaciuto in alcuni momenti, ma non mi sento di dargli la sufficienza.

jb333  @  18/05/2011 15:02:53
   6 / 10
niente di che.. sara che mi aspetavo molto vista la media voto e alcuni commenti ma sono rimasto un pochino deluso.. alcune scene sono buone, ma la suspence non c'e stata.. poi hano esagerato con le scene "lente" che risultavano un po noiose alla fine.. cmq il film si merita la sufficienza ma nulla di piu..

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  12/04/2011 11:45:21
   6 / 10
I bambini mi hanno sempre fatto paura....avevo ragione!!!

Aztek  @  08/02/2011 20:46:50
   7 / 10
Quoto in pieno Cannibal Bunny, i 3 film da lui elencati sono la sintesi perfetta dell'horror from England degli ultimi anni.
Questo "The Children" parte un pò in sordina, ma dopo la prima mezz'ora l'atmosfera comincia a diventare pesante, fino ad arrivare ad un finale ricco di sangue e tensione.
Bravi i bimbi killer nell'interpretare la netta trasformazione da adorabili cuccioli all'inizio del film a spietati assassini nella parte finale.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/03/2011 20.41.24
Visualizza / Rispondi al commento
dibinho  @  25/01/2011 02:19:15
   7½ / 10
Appena finito di vederlo stavolta ho deciso subito di commentarlo
inquietante mi ha spiazzato questo The Children
tensione, suspance a mio parere a livelli veramente alti sopratutto nella parte centrale e finale del film.
Bambini veramente agghiacianti.
Anch'io ho trovato qualche pecca di troppo e un inizio un po' annoiante..
Da vedere!

Cannibal Bunny  @  01/01/2011 22:53:27
   7 / 10
EDEN LAKE, THE CHILDREN, CHERRY TREE LANE... Il buonismo non vive in Inghilterra.
Niente a che fare con la cattiveria splatter fine a sé stessa che popola il mercato americano (anche se adesso sta lentamente passando di "moda"). Qui la cattiveria sta nella storia, nei personaggi, non negli effetti. Questi film raccontano storie scomode senza ricorrere a facili sotterfugi. Basta poco, basta saperlo fare. I cattivi qui sono i bambini, non maniaci psicopatici. C'è qualcun altro che saprebbe farlo a parte gli inglesi? (okay, c'è anche HOSTEL 2, ma quello è "solo" uno). No, perché loro raccontano le storie come sono, se ne fregano dello spettatore. Se una storia deve finire così finisce così, punto. Non ci girano attorno. Accettatelo. Non piace a nessuno, ma così è andata. E' questo che da una marcia in più ai film inglesi; c'è sentimento, c'è cattiveria, ma sono entrambi dosati nella giusta quantità, mai fuori luogo.
Se proprio vogliamo trovargli un "difetto", avrebbero potuto spendere qualche minuto in più per la caratterizzazione degli adulti (che comunque non sono carne da macello buttata là - la padrona di casa è davvero odiosa). Avrebbe aiutato a coinvolgere emotivamente ancora di più lo spettatore. Non c'è falso buonismo. Sono fatti di cronaca, non favole della buonanotte.

Se proprio vogliamo trovargli un "difetto", avrebbero potuto spendere qualche minuto in più per la caratterizzazione degli adulti (che comunque non sono carne da macello buttata là - la padrona di casa è davvero odiosa). Avrebbe aiutato a coinvolgere emotivamente ancora di più lo spettatore.

popoviasproni  @  01/11/2010 21:07:44
   7 / 10
Spiazzante, sanguinolento e con delle punte di forte suspance.
Poca logica, trama all'osso ma buon intrattenimento.
Ottimo il lavoro coi bambini.

ide84  @  25/10/2010 23:27:34
   4 / 10
Va bene: buon ritmo, ottima fotografia, buone le musiche, credibili prove attoriali dei grandi e sorprendenti quelle dei bimbi. Ma il punto scusate? E' di un ridicolo pazzesco, una p.uttanata superba di primo livello. Bimbi infetti che ammazzano adulti. Almeno ci avessero messo, la super forza/rabbia/velocità. Di certo chi guarda il film non è rinco come quelli. Ma poi scusate è lecito girare un film del genere coi minori? E' legale fargli interpretare certe sequenze? Non saprei, ma spero proprio che questo film non sdogani un filone dove i bambini non sono solo più vittime, ma anche carnefici. Spero che il buon gusto abbia la meglio, ma a leggere gli altri voti proprio non saprei..

tnx_hitman  @  22/08/2010 00:29:14
   8½ / 10
Molto bene,molto bene,molto ma molto bene.

Prodotto da tenere d'occhio questo The Children e regista promettente codesto Shankland.

Bambini infetti gente..perché?Per come?Lasciamo stare..qui é in gioco una"battaglia"delicata e pesante da digerire..perché questa volta i bambini in questione sono figli di genitori,che si scatenano sui genitori stessi.
Se fossimo noi padri o madri di questi figliuoli malati che cosa faremmo?Uccidere o essere uccisi cmq é la faccenda.Morire per mano dei propri figli o uccidere la tua creazione?2 gesti inumani messi a galla da un geniale regista.Sorprendente pellicola con spicchi di tensione e uccisioni ben equilibrati e inquadrature deliziose per essere cmq un horror.

Recuperatelo e gustatevelo..entra nella mia copiosa lista dei migliori prodotti orrifici del decennio.

Invia una mail all'autore del commento baskettaro00  @  21/08/2010 21:42:35
   7 / 10
Bambini killer in questo horror che ricalca appieno lo stile slasher, solo che stavolta il pericolo e la morte sono molto più vicini di quanto sembra.
Si può uccidere un figlio?Ovviamente la risposta è negativa, ma messi in una determinata condizione la situazione si capovolge;Ed è proprio quello che succede in questo validissimo film, nel quale due famiglie si riuniscono per celebrare assieme le feste natalizie, ma qualche strano virus nell'aria trasforma i bambini in dei perfidi assassini, e i"grandi"saranno messi in condizioni estreme.
Coraggioso il regista nel mostrare così spavaldamente la morte di infanti.
Aperto il finale, che lascia indubbiamente spazio al sequel, che potrebbe benissimo essere il continuo di questa pellicola.
Alcune cose rimangono in sospeso, come giustamente dice qualcuno qua sotto,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Rimane comunque un dignitoso film consigliato a chi ama il genere e sconsigliato a chi ama i bambini.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/06/2013 02.19.25
Visualizza / Rispondi al commento
pinhead88  @  30/06/2010 19:07:08
   6½ / 10
Un filmetto carino,ma non del tutto riuscito.i pregi sono senza dubbio l'interpretazione dei bambini e la tensione,che in qualche modo riesce ad accumularsi ben benino fino ad esplodere con le varie uccisioni.i difetti invece sono di uguale misura,ma di spessore più rilevante,ovvero alcuni evidenti buchi di sceneggiatura,il perchè di tutto ciò,se si doveva trattare di un contagio il perchè non ci viene neanche accennato.stessa cosa per quel poveretto che muore per primo,non si capisce se è morto o è ancora vivo.
poi diciamolo,la cosiddetta "innocenza del diavolo" non è neanche tanto originale e spaventosa,ma la regia fa si che in qualche modo il tutto appaia più intrigante e accattivante,un punto quindi non glielo leva nessuno.
in definitiva rimane un filmetto di buona fattura,un'occhiata la può valere,ma si astenga chi i bambini li ama tanto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/06/2010 19.08.51
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  26/04/2010 22:06:21
   7 / 10
non posso non premiarlo con una più che abbondante sufficienza, perchè sono del tutto insensibile agli horror coi pischelli (anzi, di solito mi faccio delle grasse risate per la loro scarsa credibilità) eppure questo film mi ha fatto affondare le unghie nei palmi delle mani a più riprese.
grandissima suspense, soprattutto nella seconda parte, ed un buon coraggio da parte del regista a non mostrare remore, pur rischiando la censura, pur di raccontare la sua storia.
il regista è lo stesso di waz, che agli aficionados di thriller/horror indipendenti consiglio caldamente di recuperare.

DarkRareMirko  @  06/04/2010 22:06:52
   10 / 10
Bellissimo e realizzato sublimamente; ad un certo punto lo spettatore è lettaralmente incapace di togliere gli occhi dallo schermo da tanto la storia è serrata e senza respiro.

Il tema dei bambini diabolici non è mai stato realizzato meglio; nulla da ridire: facce giuste, giusti tempi, regia superlativa, giusto uso di sangue e violenza.

Inquietante finale tronco, aperto.

Shankland, già autore del buon Waz - the killing gene, è decisamente un regista da supportare e tenere d'occhio.

Quando non servono Jason, Freddy, Mostri marini, simulazioni snuff e zombies per affascinare lo spettatore ed al contempo inquietarlo, impaurirlo.

Ciaby  @  17/02/2010 19:08:08
   10 / 10
Dopo il sorprendente "Baby Blues", un'altra sorpresa horror: "The Children" (Gran Bretagna, 2008). Ancora lo scioccante tema dell'infanticidio e dell'innocenza del diavolo, ma presentati in una nuova e terrificante veste.
Il sangue scorre a fiumi, ma al regista interessa molto di più la suspense, l'intreccio avvincente e la catena di avvenimenti mozzafiato sul finale (con annessa fuga disperata delle due superstite). 80 minuti che arrivano come un pugno allo stomaco e un finale tronco di raro impatto fanno di questo film uno dei più eccellenti horror occidentali degli ultimi dieci anni. Ovviamente inedito in Italia, ma si sa che noi siamo sempre più occupati a preoccuparci di distribuire me.rda.

sverige87  @  24/01/2010 21:42:05
   7 / 10
Buona l'idea..ma manca qualcosa per farlo diventare un film importante.

GodzillaZ  @  22/01/2010 02:02:21
   5 / 10
Deludente.
Poco inquietante. E pur non spiegando nulla, non si crea mistero e neanche la giusta atmosfera...
Non mi ha convinto.

VinLet  @  08/01/2010 14:17:51
   4 / 10
Troppo troppo lento
Nessuna spiegazione relativa al contagio
Casey in minigonna sulla neve
Bambini persi nel bosco..cercati con tutta calma
Elaine con una gamba spezzata che cammina e guida
Pianti e urla dei bambini davvero irritanti
Reazioni poco verosimili..poco plausibili
Finale aperto per comodità..lasciare nel dubbio è la soluzione più semplice..non essendoci nessun tipo di chiarimento sulla misteriosa vicenda
Per nulla convincente..tensione assente..nessun coinvolgimento emotivo
Premiarlo solo perché affronta “coraggiosamente” il tema dell’uccisione dei propri figli non basta
Ovviamente questo è il mio parere personale..rispettando chi lo considera un capolavoro

trickortreat  @  26/12/2009 19:18:42
   8½ / 10
Ma come si può uccidere un bambino? Ebbene, se foste al posto dei protagonisti di The Children, fareste di tutto pur di salvarvi la pelle. Questa volta l'assassino di turno non è un grosso omone, bensì un gruppetto di innocenti bambini, che probabilmente a causa di un virus, si trasformeranno in macchine per uccidere. Sconsigliato a chi adora i bambini.

xanter  @  18/12/2009 15:58:38
   7 / 10
Indubbiamente un film sopra la media anche se, come hanno fatto notare altri utenti, non è esente da pecche, anche grossolane.
Da premiare soprattutto il coraggio che i registi nglesi dimostrano nel creare film horror non troppo sofisticati ma che colpiscono comunque lo spettatore.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  12/11/2009 16:21:20
   7 / 10
Non si può dire che sia un brutto film. Purtroppo ha delle carenze abbastanza forti nella sceneggiatura, per esempio:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Inoltre i personaggi principali a volte peccano di realismo e non hanno reazioni molto plausibili. Insomma, è molto difficile farsi ammazzare da un ragazzino alto un metro e venti, bisogna essere piuttosto scemi.
Tuttavia, la regia mi è piaciuta molto e alcuni momenti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
sono davvero intensi. Ci vuole anche un certo coraggio per mostrare così spudoratamente

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Insomma, tutto sommato mi sento di premiare la fatica del buon Shakland, soprattutto per quanto riguarda i fattori puramente estetici e la capacità di costruire tensione.

marfsime  @  06/11/2009 14:20:39
   7 / 10
Sicuramente è un film che ha qualche difetto..ma anche tanti pregi. La pazzia che divora lentamente e cambia radicalmente i ragazzini esprime ottimamente il senso d'inquietudine e di follia che pervade la pellicola. I primi 30 minuti scorrono via senza sussulti..si cerca soprattutto di delineare il quadro famigliare che presenta parecchie fratture interne..soprattutto il rapporto difficile tra la ragazzina più grande e il patrigno..ma anche il contrasto tra Paulie e il padre stesso. Su questo punto di vista mi sento di dare ragione a Granf e torto a Living Dead che asseriva che il rapporto genitori-figli era privo d'amore..in realtà l'amore c'è ma è ostacolato da tutti questi problemi intestini..si percepisce che la famiglia non è unita..non solo dai litigi e dalle discussioni tra i vari membri della famiglia ma anche da alcuni piccoli ma importanti dettagli

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Questi sono tutti particolari che giustificano a pieno secondo me la freddezza del rapporto tra genitori e figli..rapporto che poi nel momento della disperazione verrà fuori..perchè la madre di Casey farà di tutto per evitare di uccidere i bambini..ma messa poi alle strette sarà costretta a farlo.
Nella seconda parte del film si passa "all'azione" per così dire..alcune scene forse sono forzate (quella della slitta su tutte) altre invece sono decisamente più azzeccate e ben fatte. Regia e fotografia lasciano soddisfatti..così come l'ambientazione in mezzo alle montagne..i protagonisti se la cavano..i bambini sono inquietanti quanto basta (non cattivissimi come ci si potrebbe aspettare però). Il finale abbastanza classico e prevedibile..ma giusto complessivamente per la storia e per il suo sviluppo.

A mio giudizio non un capolavoro come lo ha dipinto Granf..ma nemmeno un film da 4 come lo ha giudiciato Living..il mio voto è un 7 un po' arrotondato per eccesso perchè complessivamente m'è piaciuto e perchè m'ha trasmesso la giusta dose di tensione.

Xavier666  @  22/07/2009 02:22:48
   7½ / 10
Invece per me non è niente male questo film. MI sono divertito a leggere gli scambi di opinioni su questo film e beh che dire, danno una panoramica a 360° completa sul film, che si presenta come mille altri, ritrovo familiare in campagna su uno sfondo innevato bellissimo quando all'improvviso un virus (già presente in uno dei bambini) si estende sugli altri due più piccoli, incontra un pò di resistenza temporale su una ragazzina poco più grande e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E qui comincia la lotta, sì certo un paio di scene già citate nei commenti precedenti fanno un pò ridere, ma per me non scalfiscono il film in sè che è più una lotta doppia per gli adulti contro i bambini (inquietantissimi) e contro l'istinto di protezione della prole, la follia magari potrebbe giustificare certe scelte in un momento critico, per cui alla fine non me la sento di soffermarmi su alcuni episodi che NON fanno di questo film un capolavoro ma di certo non lo rendono insufficiente.

Insomma per tagliarla corta questo sicuramente è un film da vedere, perchè mi piace molto Eva Birthistle (la mamma di cillian-kitten-murphy in breakfast on pluto) e perchè il cinema horror inglese contemporaneo si scopre incredibilemente cattivo e di eccellente qualità, ho ancora in mente quei mostriciattoli dell'eden lake, gli infetti dei 28 giorni dopo, l'ironia irresistibile de the cottage , per non parlare di shaun of the dead e mi fermo qui ma potrei andare avanti ancora!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento click  @  16/06/2009 20:07:50
   5 / 10
per me è riuscito a metà. Sono molto inlteressanti la regia e la fotografia, purtroppo il punto debole sta nella caratterizzazione dei personaggi adulti. Non so se ci sia stata una precisa volontà di rappresentare lo sgomento di un genitore che si ritrova a dover combattere con il proprio figlio, ma le madri e i padri qui sembrano fin troppo passivi nel riscontrare un'anomalia della loro progenie. Man mano che la storia evolve, loro si lasciano andare ad una debolezza eccessiva e ad una stupidità forzata ( l'uomo che chiude la ragazza nella stanza). I bambini non sono particolarmene inquietanti.

Tratta lo stesso tema, ma è molto meno interessante di quel vecchio gioiellino che è "Ma come si può uccidere un bambino?"

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/06/2009 03.15.08
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Living Dead  @  10/06/2009 15:02:52
   4 / 10
Mi rendo conto che contrastare un 9.5 e affermazioni tipo "il migliore horror degli ultimi 20 anni" non è facile e, visto che il mio parere è così contrastante da quello di Granf ,consiglio, a chi fosse interessato, di vedere questo film perchè o uno dei due ha preso un gran abbaglio oppure siamo di fronte ad un film in grado di spaccare letteralmente il pubblico.
Se c'è una cosa che non sopporto sono quei film furbi che fanno di tutto per impressonare lo spettatore a costo di rendersi ridicoli. Questo è il caso di The Children.
Il film racconta di due famiglie che si ritrovano in mezzo ai boschi per passare un pò di tempo assieme. Tutto sembra andare bene fino a quando i bambini iniziano a mostrare qualche segno di squilibrio.
Quando si tratta di mettere in scena un rapporto genitori-figli credo che una delle cose più importanti sia quella di creare una sorta di affiatamento che sia quanto più possibilmente credibile, soprattutto in un film come questo dove il presunto amore per i figli si tramuta in terrore. Ecco, in The Children il rapporto genitore-figlio è inesistente ed è per questo che il film non coinvolge, non impressiona, non disturba. I genitori infatti non si faranno troppi problemi nel mettere sotto i figli con la macchina, nel tentare di sgozzarli e quant'altro. Se nel film i bambini diventano sadici calcolatori, i genitori sembrano subire un processo contrario diventando degli emeriti idioti con quoziente intellettivo pari allo zero, protagonisti di scene illogiche ed irreali riuscendo addirittura ad uccidersi da soli . Le scene da citare sono parecchie e le riservo nello spoiler.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Archiviato il caso dei genitori, passiamo ai figli.
E' bene sapere che i terribili bambini hanno un'età che va dai 4 agli 8 anni circa e sono tutto alti un metro e uno sputo, alcuni anche meno. Sono pericolosi come qualsiasi altro bambino vivace ma nel film vengono dipinti come i figli di satana sulla terra, apparentemente troppo intelligenti per i genitori. Non hanno niente di minaccioso, niente che dia una sensazione di pericolo reale. Giusto per fare un esempio, non hanno gli stessi sguardi, le stesse movenze dei cattivissimi ragazzini di Eden Lake.
E così il film si trascina avanti per tutta la durata con i genitori che tentano invani di riacchiappare i figlioletti che gironzolano nel bosco, riuscendo sempre a dividersi e a far di tutto per farsi ammazzare.
Niente, per me non funziona niente in questo film, nemmeno i meccanismi di tensione (vedi Them, pure quello campato un pò per aria ma con picchi di tensione impressionanti)o la violenza inutilmente forzata

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERo il finale prevedibile e gli attori o sono fuori parte oppure davvero incapaci (la ragazzina protagonista ad esempio) e non ho visto nulla che sia degno di nota nemmeno nella regia di Shankland, un compitino svolto senza infamia e senza lode.
Bocciato senza appello.

3 risposte al commento
Ultima risposta 10/06/2009 16.54.54
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Granf  @  10/06/2009 13:15:43
   9½ / 10
“The Children” è un film che inquieta e distrugge psicologicamente durante la visione e che lascia letteralmente sconvolti al termine della stessa. Almeno per me è stato così e certamente non è una cosa che capita tanto spesso. La corrente horror che sta nascendo in Europa sta diventando sempre più importante, dalla Francia, dalla Spagna e in particolare dall’Inghilterra si producono in continuazione film molto validi, per coraggio (anche delle produzioni), per bravura tecnica e per una notevole dose di originalità.
Tom Shankland esordì nel 2007 con il thriller “Waz” che aveva avuto un buon numero di recensioni positive, questo film è un horror a tutti gli effetti e racconta la storia di due famiglie che si incontrano, per le vacanze natalizie, in un’isolata casa di montagna. Ma non saranno le piccole difficoltà nei rapporti familiari a creare problemi, bensì saranno i bambini, piccole creature innocenti, che si rivoltano contro i loro genitori.
Già le bellissime ambientazioni tra le montagne innevate fanno venire alla mente il capolavoro di Kubrick “Shining”, ho trovato molte somiglianze con questo film anche per quanto riguarda la disperata e incomprensibile lotta che i personaggi si trovano a vivere contro un componente della famiglia, e uno “Shining” all’inverso, non è un genitore a impazzire (o a essere contagiato da qualcosa), non è la persona che dovrebbe proteggerci, sono i bambini, i figli che abbiamo dato alla luce, e con che coraggio combatti contro tuo figlio mentre piange, ti chiama con quella dolce vocina e nello stesso tempo ti minaccia con un coltello affilato?
Già queste premesse basterebbero a fare di un film un capolavoro di ansia e di tensione, ma “The Children” va oltre. Innanzitutto si aggiunge all’ottima sceneggiatura, un cast perfettamente in parte e in particolare vanno sottolineate le interpretazioni dei bambini che sono veramente inquietanti e, merito di un ottimo make-up e delle spettacolari inquadrature, superano in fatto di cattiveria tutte le figure di bambini “dannati” viste al cinema fino ad oggi (“Il villaggio dei dannati” e tanti altri). Poi c’è la fotografia bellissima, una cura ottimale delle atmosfere in generale, un buon ritornello musicale e le già citate ambientazioni a completare l’opera.
E ora parliamo della regia veramente perfetta di Shankland, il regista britannico dirige con un’eleganza fuori dal comune, con la sicurezza delle sue conoscenze e dei suoi mezzi. Sotto l’aspetto visivo, il film è infatti imponente e certe scelte saranno indimenticabili. Parlo della sublime panoramica dall’alto, quando una delle due madri esce, tra il bianco della neve e il rosso del sangue, in cerca dei figli e non trova più un cadavere. Oppure i continui cambi di prospettiva durante l’azione, l’utilizzo dello splatter in modo mai esagerato o fine a se stesso (nonostante certe scene molto forti), e una ricerca molto importante delle inquadrature, tanto che molte saranno memorabili, e ovviamente (vista anche la storia) una cattiveria notevole

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Fino ad un finale glaciale e apocalittico.
In conclusione considero questo film l’horror più bello degli ultimi vent’anni. E si riparte…

8 risposte al commento
Ultima risposta 10/06/2009 15.56.12
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008805 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net