convoy - trincea d'asfalto regia di Sam Peckinpah USA 1978
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

convoy - trincea d'asfalto (1978)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film CONVOY - TRINCEA D'ASFALTO

Titolo Originale: CONVOY

RegiaSam Peckinpah

InterpretiKris Kristofferson, Ali MacGraw, Ernest Borgnine, Burt Young, Madge Sinclair, Franklyn Ajaye, Brian Davies, Seymour Cassel, Cassie Yates, Walter Kelley, Jackson D. Kane, Billy E. Hughes, Whitey Hughes, Bill Coontz, Tommy J. Huff, Larry Spaulding, Randy Brady, Allen Keller, Jim Burk, Bob Orrison, Tommy Bush, William C. Jones Jr., Jorge Russek, Tom Runyon, Vera Zenovich, Patrice Martinez, Donnie Fritts, Bobbie Barnes, Stephen Bruton, Sammy Lee Creason, Cleveland Dupin, Jerry McGee, Terry Paul

Durata: h 1.50
NazionalitàUSA 1978
Genereavventura
Al cinema nel Marzo 1978

•  Altri film di Sam Peckinpah

Trama del film Convoy - trincea d'asfalto

Tre camionisti texani vengono a diverbio con uno sceriffo loro vecchio amico e lo stendono assieme ai suoi aiutanti. Devono poi fuggire dallo Stato per evitare rappresaglie. Durante la corsa verso il Nuovo Messico, al terzetto si uniscono molti amici e colleghi, in una carovana che getta lo scompiglio nell'intera contrada.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,02 / 10 (27 voti)7,02Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Convoy - trincea d'asfalto, 27 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

DogDayAfternoon  @  10/12/2023 17:28:18
   6½ / 10
Particolare questo film di Peckinpah, molto "maschio" tra s*****ttate e inseguimenti dal ritmo sempre avvincente. Un road movie con poche pretese, con il classico stereotipo del camionista (probabilmente se uscisse adesso verrebbe immediatamente censurato e boicottato dall'unione sindacale dei camionisti): a me le parolacce nei film non danno alcun fastidio, anzi, però qui specialmente nella prima parte si è esagerato, è una continua volgarità gratuita in qualsiasi dialogo, anche quando non è necessario.

Buona però la caratterizzazione dei personaggi, nonostante siano tutti camionisti stereotipati come detto prima, ognuno ha la sua caratteristica peculiare e si distingue dagli altri. Sempre piacevole poi vedere il mitico e compianto Burt Young.

Nonostante l'azione sia sempre altamente godibile, c'è un eccessivo abuso della tecnica del rallenty che non mi ha entusiasmato.

Doppiaggio italiano perfetto.

saraba  @  23/04/2020 13:10:42
   7½ / 10
Tra polvere sudore e calure varie il film scorre piacevolmente. Corrado Gaipa il doppiatore di Borgnine e' strepitoso

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  05/03/2018 16:56:54
   7 / 10
On the road anarchico e scanzonato, ricco di disavventure divertenti ed un pugno di personaggi per il quale sarà impossibile non simpatizzare.
Non è girato benissimo, vero, ma che lo stile grossolano sia voluto o meno, risulta men che mai adatto al contesto ed allo spirito della storia, e maggiore cura tecnica non credo gli avrebbe donato la stessa energia.
Si presenta come un film sui camionisti (per generalizzare) ed in quanto tale deve essere come minimo lercio.
Birra, scazzòttate, cameratismo, risate, lotta all'ingiustizia dell'autorità e tanta voglia di libertà in un film semplicissimo e per niente impegnativo che, per quel che è, funziona alla grande; il colmo, è che lo reputo il miglior film di Peckinpah, o almeno quello più accessibile a chiunque ci si imbatta. Personalmente, l'unico film del regista che non mi abbia fatto addormentare dentro i primi trenta minuti.  

Per una serata con 6 pack e amici, ci sta tutto.

VincVega  @  01/03/2018 18:59:30
   6 / 10
Un Peckinpah minore, ma senza dubbio godibile, per un film spettacolare e divertente, che punta ai valori dell'amicizia e della lealtà. Ma non sempre il film centra il bersaglio, essendo alla lunga troppo fracassone e confusionario. Fa specie poi sapere che è il film del regista ad aver incassato di più ai botteghini, pensando che le sue migliori pellicole, hanno avuto meno successo ("Il mucchio selvaggio", "Cane di Paglia", "Voglio la testa di Garcia"). Però sono rimaste più nel tempo nella memoria dello spettatore rispetto a "Convoy", che risente degli anni e mi sembra uno di quei film realizzati soprattutto per il pubblico statunitense. Appena ho visto la s*****ttata nel bar, ho pensato a Bud Spencer e Terence Hill. Buono il cast.

Goldust  @  01/07/2015 18:04:19
   7½ / 10
Tenendo a mente lo Spielberg di Duel e soprattutto di Sugarland Express ( quantomeno per l'aspra contrapposizione cittadino/polizia ), senza dimenticare l'ironia e i contenuti western di cui è maestro, Peckinpah gira un road movie sporco e violento affidando le redini del gioco al rude antieroe Kristofferson ed al truce sceriffo Borgnine. La carovana di truckers che dall'Arizona muove in New Mexico non lascia indifferenti e ha ormai colpito il cuore di diverse generazioni, con buona pace dei non meglio precisati motivi che l'hanno scatenata: Rivolta per le continue angherie subite dai camionisti da parte dei poliziotti? Gesto di ribellione fine a se stesso? Solidarietà con colleghi inguiati con la legge? Clamorosa rivendicazione sindacale ? Non è dato sapersi, ma forse anche dentro questo piccolo mistero risiede il fascino del film.

eruyomè  @  29/06/2015 20:51:27
   7 / 10
Non mi aspettavo assolutamente nulla da un film di questo genere. Nulla di nulla. Eppure mi sono divertita proprio, nel senso più vero del termine.
Intrattiene bene, e lo fa con leggerezza e senza prendersi molto sul serio, alternando momenti assurdi, ad altri stupidamente folli, fino a certe chicche non dico epiche, ma quasi.
Posso capire il perchè sia diventato un piccolo cult del genere.

E poi bravi gli interpreti, che riescono con pochi tratti e battute a delineare dei personaggi reali a modo loro, anche se non c'è poi tutto questo tempo per grandi approfondimenti di sorta: risultano comunque riusciti e credibili. E anche carismatici.
Davvero bella la colonna sonora.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  13/04/2015 17:43:32
   6 / 10
Un Peckinpah minore comunque godibile nel suo genere avventuroso e anche un po' western sebbene i protagonisti siano camion e cingolati.
Un film dal forte impatto visivo che punta molto sui valori dell'amicizia e della libertà.
Risente però troppo del passare degli anni.

Overfilm  @  12/04/2015 23:49:27
   7 / 10
Lo davano stasera in Tv... ma c'era la MotoGp ad Austin (Texas) e non ho avuto dubbi sul cosa scegliere... :-)
Il film pero' lo avevo gia' visto (perlomeno un buon pezzo) anni fa e lo ricordo positivamente.
Lo spunto con cui inizia questa folle corsa "on the road", ovvero il diverbio con uno sceriffo.. all'italiana (ovvero ben dispoto ad essere corrotto), e' forse un po' debole... ma e' anche vero che a volte le grandi battaglie iniziano per futili motivi...
Cio' detto comunque assistiamo ad una piacevole corsa di questi bestioni a 18 ruote lungo strade impolverate che attraversa(va)no "quell'America"...
Si tocca il tema razziale, la lotta di una categoria (i camionisti appunto), ma il film non pretende certo dare risposte a queste grandi problematiche... e cio' nonostante si lascia guardare con piacere...

BlueBlaster  @  05/11/2014 02:46:31
   6 / 10
Sarà un cult ma non mi ha fatto impazzire, oltretutto ormai sa piuttosto di vecchio e non si capisce bene in quale genere si collochi....western, avventura, drammatico, commedia?!
Ad esempio la s*****ttata nel bar l'ho trovata finta ed ostentata quasi come in un film di Bud e Terence (che tra l'altro adoro).
Conosco davvero poco di Sam Peckinpah ma credo non abbia centrato il bersaglio e nessuno me ne voglia ma il suo stile registico pieno di rallenty non è tanto di mio gradimento.
Comunque i paesaggi selvaggi e le interpretazioni sono da incorniciare; Kris Kristofferson è un antieroe che mi ha fatto tornare alla mente alcuni personaggi carpenteriani ed in specie di Kurt Russel!
Comunque se amate i camion credo sia una tappa imprescindibile.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  24/05/2014 13:59:52
   6½ / 10
Una rapsodica composizione di pezzi country che sono l'anima (e l'origine) di questo divertissement sull'asfalto, un western anarchico moderno, in piena fase crepuscolare, nella quale rievoca l'epicità polverosa delle battaglie di strada, gli esordi di Miller(che verrà) e Spielberg, in un on the road dal tono comedy-satirico, dai dialoghi sboccati, ad un antagonista, Borgnine, che fa al caso di 2 iconoclasti come Peckinpah e Aldrich.

C.Spaulding  @  13/06/2012 21:18:08
   7 / 10
S*****ttate alla far west corse con i tir e sparatorie e country music sono gli ingredienti di questo ottimo road movie...molto movimentato e divertente. Bellissimo il paesaggio. Da vedere.

deadkennedys  @  09/06/2012 12:34:18
   7½ / 10
Un Peckinpah anomalo ma sempre di gran pregio. La tensione sale durante tutto il film ma in più punti è ottimamente spezzata da episodi che fanno ridere di gusto oltre a s*****ttate e inseguimenti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Se avete apprezzato Vanishing Point Punto Zero, Duel o la serie di Hazzard vi consiglio questo film. Ottima colonna sonora country con pezzi di Merle Haggard.

Leonardo76  @  09/12/2011 13:06:05
   9 / 10
Da cineteca!!! spazi infiniti, voglia di libertà e i cattivi che così cattivi non sono mai. Tipica pellicola folle anni '70 sullo stile di punto zero e strada a doppia corsia, unica nota dolente (a mio parere) il finale fin troppo buonista.

TonyMontana  @  10/07/2011 15:12:21
   7½ / 10
Epico road movie sui camionisti. Rozzi, indisciplinati ma dai grandi valori, i camionisti guidati dal carismatico "anatra di gomma" decidono di ribellarsi contro gli "orsi" (i poliziotti) e le loro tariffe ingiuste.
La descrizione del mondo degli autotrasportatori è impeccabile, ci si diverte e non ci si annoia mai.

dagon  @  25/04/2011 12:23:06
   7½ / 10
Forse il film più sottovalutato di Peckinpah, probabilmente perchè il regista usa un registro lontanissimo da quello suo usuale. Abbandonata la "poetica della violenza", si muove su un tono satirico e di commedia. Qualche scena potrebbe quasi appartenere ad un film di Hill & Spencer. Eppure, al di là della chiave di lettura più superficiale e smaccatamente umoristica, quella del road movie avventuroso (in qualcosa potrebbe persino anticipare "the blues borthers"), ve ne è una metaforica che rende "Convoy" forse addirittura il film più permeato di anarchia del regista. Basta vedere come sono dipinti il sistema, lo stato, i politici, i tutori della legge e dell'ordine, nullità ottuse che si fanno forti di una divisa per contrastare tutto ciò che possa uscire dal loro controllo, basta vedere come la massa possa accodarsi (letteralmente) ad un leader carismatico diventando un organismo fuori controllo. La forza del film è, poi, nel come Peckinpah tratteggia i personaggi: dai protagonisti a quelli più secondari, sono tutti caratterizzati a meraviglia. A mio avviso primeggiano Burt Young, alias "casino ambulante", e lo sceriffo Borgnine, un personaggio ambiguo e sfaccettato, che sembra volere distruggere Anatra di Gomma perchè rappresenta ciò che vorrebbe essere.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  15/10/2010 13:50:34
   6½ / 10
Nonostante la regia, non è che questo film sia poi così eccezionale. Di film di questo genere ne sono stati fatti tantissimi negli anni '70 e questo secondo me è abbastanza medio in tutto. Kris Kristofferson (meglio come cantante, probabilmente) rende un personaggio credibile, ma forse solo perchè fa una parte a lui molto congeniale.

Libss  @  07/03/2010 15:13:48
   7½ / 10
Un road movie tutto sommato stereotipato viene trasformato in un film eccezionale dal talento di Peckinpah, che dirige scene d'azione da antologia. E' un film di fine anni settanta, am ancora oggi ha veramente tantissimo da insegnare. Peckinpah è un regista immenso ma troppo sottovalutato dalla critica ufficiale.

LoSpaccone  @  10/02/2010 22:14:43
   6½ / 10
Tamarrissimo ed eroico allo stesso tempo. Lo scontro Kristofferson-Borgnine assume le cadenze di uno scontro epico in cui i duellanti sembrano non conscere le ragioni reali delle loro gesta, come mossi da una forza più grande di loro, pedine di un gioco universale. Per questo mi ha ricordato "L'imperatore del nord" di Aldrich.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/02/2010 08.41.47
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE amterme63  @  09/02/2010 21:47:46
   7 / 10
Fondamentalmente è un buon film di genere, con molto movimento e azione, tipico degli anni ’70. Sono molte le scene spettacolari in cui dei camionisti (amanti della libertà, della velocità, della birra, degli scherzi e delle battute salaci) cercano di fregare i poliziotti e in genere l’ottusa burocrazia. Inseguimenti, corse su strade impolverate, sandwich fra i camion, scherzi, sfottò, battute, sfide, ecc … Insomma non si rischia di annoiarsi e il divertimento è assicurato, anche se ci si mantiene sempre sul genere leggero e su binari di prevedibilità.
Se si scava più a fondo ci si accorge che questo è il film in cui meglio si capisce l’etica individualista, anarchica e libertaria alla base del mondo ideale di Peckinpah. Infatti il valore che viene messo in evidenza nel film è la libertà: la libertà da regole (gli odiosi e insensati limiti di velocità), la libertà dai maneggi della politica, la libertà di movimento (le cavalcate con i camion). Viene fuori anche qui lo stile di vita che era dei cowboy, cioè senza fissa dimora, senza agi, duro e anche violento, ma che dà così tanta pienezza di vita! Certo che queste figure sono abbastanza idealizzate e generiche. Intanto si scava poco nella vita materiale spicciola dei camionista. Tra l’altro meraviglia la poca cura che hanno del lavoro che devono svolgere (il carico arriverà mai a destinazione?).
Anche in “Convoy” quello che conta sono le regole non scritte della solidarietà di gruppo. I camionisti formano fra di sé un legame tipo che quello che univa il Mucchio Selvaggio e non esitano ad abbandonare tutto pur di correre in soccorso di un loro membro umiliato.
In questo film si delinea netto il sentimento di avversione per le regole legali e di sfiducia nella politica. La legge non è altro che l’arbitrio di chi la applica (vedi anche Getaway) ed è nelle mani di gente sadica e frustrata, oppure di mezze calzette. La satira della polizia qui è decisamente forte. Anche i politici ci fanno pessima figura e appaiono come puri e semplici opportunisti da evitare come la peste. Il messaggio di tipo anarchico è molto chiaro.
C’è da dire che Peckinpah ci tiene a ritrarre il protagonista come un tipo di buone maniere, anche moderato e che sa perdonare; è piuttosto il poliziotto quello che insiste e non si dà pace per vendicarsi. Tutto sommato però l’uno non può fare a meno dell’altro, per questo sotto sotto si apprezzano a vicenda.
Anche stavolta si dà allo spettatore la soddisfazione di vedere il protagonista poter continuare imperterrito a perseguire il proprio ideale di vita piena, avventurosa e libera, l’utopia di quasi tutti i film di Peckinpah.

6 risposte al commento
Ultima risposta 10/02/2010 14.14.22
Visualizza / Rispondi al commento
bongha  @  16/11/2009 18:38:27
   7 / 10
un mito, da vedere almeno ogni 5 anni.

Robgasoline  @  31/12/2008 02:32:39
   7 / 10
Che spasso! Un road movie divertente.

harold  @  10/06/2008 17:50:35
   9½ / 10
Degli ultimi film del grande regista americano, uno dei più belli in assoluto.E certamente uno dei più divertenti. Condito con una splendida colonna sonora country, una pellicola on the road condito un pizzico di umorismo. Divertente, esente dai tempi morti e con un gruppo di attori in splendida forma. Menzioni d'onore per i due protagonisti, un eccellente Kristofferson e un inarrivabile Borgnine nel ruolo di Wallace. Due o tre momenti, compreso il finale,sono da antologia. Classico.

Sestri Potente  @  27/03/2008 14:29:17
   7 / 10
I camionisti non sono certo una categoria che stimo, tuttavia in questo film si fanno amare per la loro solidarietà e la voglia di combattere insieme contro un nemico comune (lo sceriffo), che non perde mai tempo per abusare del proprio potere. Bravi gli attori, Kristofferson e Young su tutti, i quali pongono il sigillo su film emozionante dai dialoghi "coloriti" (non poteva essere altrimenti essendo un film sui camionisti!) e mai banali. Consigliato!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  21/11/2007 15:04:44
   6½ / 10
Avete presente "GTA San Andreas"? ecco.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  04/10/2007 00:07:12
   6½ / 10
Un Sam Peckinpah minore rispetto ad altri suoi lavori. Un road movie tipico degli anni 70 che presenta forti venature western, con i suoi eroi solitari, l'avversario di turno carogna ma leale, forte senso dell'amicizia e una critica a quella politica intenta al solo mantenimento della sua bella poltrona. Compito svolto con diligenza ma Peckinpah è ben altro, anche se il film è godibile.

--Pio--  @  11/05/2007 22:07:14
   7 / 10
L'avrò visto una decina di volte quando avevo all'incirca 10-11 anni... non tanto per la trama del film(non un granchè...)ma per i camion 18 ruote presenti,davvero bellissimi!!!
7 alla memoria!

Gruppo COLLABORATORI Marco Iafrate  @  11/03/2007 15:41:15
   6 / 10
Gli appassionati di film On The Road americani possono anche apprezzare questo film dal montaggio abbastanza modesto e dalla trama piuttosto banale.
Soltanto la mano sapiente di un regista dello spessore di Peckinpah riesce comunque a rendere il film piacevole anche con un cast di attori un pò povero.
Pellicola prettamente americana si fa apprezzare per i bei paesaggi ed anche, a chi piace, per della buona musica country.

3 risposte al commento
Ultima risposta 27/08/2008 12.00.52
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051502 commenti su 50768 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net