the repairman regia di Paolo Mitton Gran Bretagna, Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the repairman (2013)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE REPAIRMAN

Titolo Originale: THE REPAIRMAN

RegiaPaolo Mitton

InterpretiDaniele Savoca, Hannah Croft

Durata: -
NazionalitàGran Bretagna, Italia 2013
Generecommedia
Al cinema nel Febbraio 2015

•  Altri film di Paolo Mitton

Trama del film The repairman

"The Repairman" è la storia curiosa e ironica delle disavventure di Scanio Libertetti. Interpretato da Daniele Savoca, Scanio è un ingegnere mancato che si guadagna da vivere riparando macchine da caffè. In seguito ad un'infrazione si trova a seguire un corso di recupero punti in un'autoscuola di provincia. Chiamato a spiegare come abbia perso la patente, travolge insegnante e compagni di corso con il racconto del suo ultimo anno di vita. Tra amici ormai realizzati che non perdono occasione per criticarlo, lo squillo insistente di un vecchio telefono e lo zio panettiere che lo incoraggia sempre a valorizzare le sue doti, Scanio si muove in equilibrio precario fra le contraddizioni del mondo moderno. Un mondo che preferisce continuare a correre e non incoraggia chi, come lui, si prende il tempo per capire ciò che non funziona e ripararlo. Solo Helena, giovane inglese, trasferitasi in Italia per lavorare come esperta di risorse umane e interpretata dall'attrice inglese Hannah Croft, pare essere in grado di capirlo e di rassicurarlo. Almeno per un po'...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,94 / 10 (9 voti)6,94Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The repairman, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

topsecret  @  31/03/2017 17:27:48
   6 / 10
Dopo i primi 30 secondi, vedendo l'indolenza del personaggio protagonista, pensavo che il film sarebbe stato di una lentezza esasperante, tale da rompersi i maroni facilmente. Invece non è stato così: la lentezza narrativa c'è e si sente ma la storia, tutto sommato, pur non avendo nulla di originale o di così incisivo da dire, riesce a non scadere nella noia più opprimente e si lascia seguire fino in fondo, anche se poi delude un po' le aspettative di un lieto fine esaustivo.
Non male il cast, tutto il resto però è nella norma e THE REPAIRMAN raggiunge la sufficienza abbastanza agevolmente, anche senza lasciare una traccia profonda della sua esistenza.

eruyomè  @  30/10/2016 21:33:57
   6½ / 10
Film anomalo, lieve e stralunato, come il suo protagonista, portatore di una certa qual visione del mondo non poi così banale e, decisamente, non priva di poesia. Anche amara. Interessante e, nel suo piccolo, spicca nel conforme panorama di commediole nazionale.

TheLory  @  20/07/2016 20:19:23
   7 / 10
Simpatica questa commedia, ogni tanto capita di non dover rimpiangere il tempo speso a fissare la scatola televisiva. Simpatico Scanio e le sue piccole frizioni col mondo che lo circonda e stritola.
Certo non è comicità alla cortellesi, bova o panariello e via dicendo, quindi lo consiglio a chi ha ancora qualche neurone lampeggiante come la sottoscritta (non per vantarmi, per carità, ma me lo diceva anche la maestra che avrei fatto na certa strada nella vita..e infatti ecomi nientemeno che su facescoop a commentare il dorato e magico mondo del cinema! Mica a dar da mangiare ai pesci rossi ai giardinetti. Che poi non ci sarebbe niente di male a dar da mangiare ai pescetti rossi, per carità, era per dire).
Scusate la divagazione, ma quando parlo di me non la smetterei mai, tanti sono i pregi che dovrei elencare.
Bene, buona serata a tutti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 02/07/2019 19.37.13
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/07/2016 20:30:33
   7½ / 10
Un film particolare, abbastanza atipico nel panorama italiano con un personaggio stralunato, apparentemente indolente, ma che possiede dei ritmi ed una concezione di vita fuori dai canoni a cominciare dal suo stesso mestiere: ripara cose. In un mondo dove ormai è più facile andare a cento all'ora, lui si prende le cose con calma e con i suoi tempi al pari della sua dedizione a riparare a gettare uno sguardo diverso da quello usuale, tanto da essere un disadattato. Un disadattamento però visto con una certa leggerezza nello sguardo, con una comicità più lunare che si adagia su toni vagamente grotteschi. Un esordio dietro la macchina da presa molto interessante, con alla base una sceneggiatura ben scritta con un occhio particolare ai personaggi, mai banalizzati.

TheLegend  @  17/06/2016 23:53:06
   6 / 10
Parte discretamente ma va via via spegnendosi e non regala momenti particolarmente significativi.

mmagliahia1954  @  30/05/2016 11:48:00
   8½ / 10
Un bel film davvero, dall'inizio alla fine. Vi ho trovato tanta novita' ed una speranza in un cinema italiano differente, che rinasca fra i giovani e per loro, che faccia pensare.
Come l'altro commentatore ha scritto il viaggio parte dall'inizio con le cose molto significative. E' un atmosfera positivamente soft, profonda, alternativa certamente come pochi prodotti cinematografici propongono.
La storia e' una storia che parla delle interazioni fra umani. Tutto quello che accade e' reale ma anche significativo, quando questo reale scivola volutamente nell'improbabile, sempre con arte e maestria recitativa, per le inquadrature, la fotografia, le scritte, la musica, le pause, i simboli.
Cosi' accade che entriamo nella mente di Scanio, che molti chiamano Ascanio e quest e' specchio di come la nostra societa' e', visualizza un'immagine alternativa e sognante vedendo la cerimonia di consegna dei Nobel. La positiva fidanzata comunque e' umana e cosi' la sua limitatezza coscienziale viene in rilievo quando dall'altra parte cade ascolto e comunicazione, frana quel precario equilibrio come accade in molte situazioni umane quando interviene lo smarrimento, dovuto alla totale mancanza di ascolto, di " stare a sentire" e costruire, riparare, , venirsi incntro; sopravviene la frana, la frattura che e' umana, su cui Scanio riflette alla fine del viaggio. Sottilmente ironico a tratti, davvero introspettivo, lo notiamo dalle inquadrature, a spazio ampio solo quando i protagonisti si sentivano in un grande spazio. Le inquadrature riflettono infatti la vita del protagonista in quel momento, quello che lui vede e sente. Davvero un ottimo film insomma, diverso dalle solite stupidaggini e menomale che ogni tanto si vede qualcosa di nuovo. Che i giovani non stiano migliorando, dopo anni di cinema stupido, allusivo, basso e ingiustamente esaltato? E la cosa bella e' che non sono volti noti o figli d'arte. Il meglio, evidentemente, lo possono dare i talenti nella regia e nella interpretazione. Questo e' un esempio. Un film per pensare. Bello pensare.

maxbld  @  05/04/2015 11:18:01
   8 / 10
Ecco un film che definirò i n t e r e s s a n t i s s i m o! Merita senz'altro una visione, o anche due... Permettetemi una nota polemica: questo è un lavoro prezioso, cesellato direi, si vede che è fatto con passione. Ogni sequenza nasconde un particolare, qualcosa da approfondire e svelare, a partire dalla scena d'apertura, dove un'anatra cade perchè sbatte in un cavo d'alta tensione, ma pochi istanti prima del cambio di scena, si rialza. Tuttavia occorre un cervello funzionante per apprezzarlo, se no lo si definisce "lento" Muahuahuah, ridicolo! Vabbè, basta polemica :-). L'ho apprezzato questo film perchè è cattivo: non ho trovato un solo personaggio positivo in esso. Banalmente tutti gli amici del protagonista sono caratterizzati come dei veri e propri deficienti, burattini che agiscono mossi dai disvalori di una stupida società moderna che pretende che le persone siano "brillanti" o "solari". Ebbene, queste marionette, sotto una sottilissima patina di lucido, sono egocentriche, illuse, inverosimilmente id iote. Non sono che stereotipi, gente da "Non ti curar di loro, ma guarda e passa", gente 'e niente. Eppure non si commetta l'erore di pensare che il protagonista, in contrasto con gli altri, sia un personaggio positivo. Egli in realtà non risolve le sue problematiche, l'analisi della sua psicologia, che si dipana lungo la pellicola, non porta ad un happy ending, nemmeno la relazione con Helena sarà salvifica, anzi! Siamo di fronte ad una narrazione circolare: il protagonista si trova alla fine nella stessa situazione dell'inizio, solo con un'esperienza in più. Ma gli servirà poi a qualcosa? Mah, chissà, egli, con la sua invenzione, il misurometro, vuole produrre un'interferenza distruttiva per annullare le onde che non lo lasciano dormire. Efficace metafora di una vita trascorsa a combattere le interazioni umane che sconvolgono la sua quiete, ma il risultato non sarebbe che l'isolamento ulteriore. Tant'è che Helena lo lascia per un tipo "vincente" e lo congeda dandogli una foto, quando lei predicava che non si deve licenziare qualcuno in modo impersonale. Ecco il personaggio più negativo di tutti? O non sarà un po' misogino il nostro Scanio? Mah... sicuramente un disadattato (sia detto con affetto). Confesso che le sue espressioni di stupore di fronte alle assurdità dette e fatte dagli altri, mi ricordano gli sguardi persi nel vuoto di Russel Crowe in "A beautiful mind", o magari di Dustin Hoffman in "Rain man". Insomma Scanio è perso nel suo mondo, non sembra capace di uscire da un guscio che lo protegge. Forse dovrebbe?

Kitiara31  @  24/03/2015 16:19:52
   4 / 10
Non c'è stata una scena che mi abbia strappato una risata. Il film è lento, piatto e il protagonista ha solo due espressioni: occhio spalancato e occhio spento.
Belli solo i panorami del Piemonte.

neverhood  @  10/03/2015 12:37:00
   9 / 10
Molto bello, con caratterizzazioni azzeccate, delineate bene e un protagonista assolutamente fuori dagli schemi, splendido!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1968 gli uccelli45 seconds of laughter5 e' il numero perfettoa herdadea son
 NEW
a spasso col pandaabout endlessnessad astraadults in the roomall this victoryamerican skinandrey tarkovskji. a cinema prayerangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagiearab bluesatlantis (2019)attacco al potere 3 - angel has fallenbabyteethballoonbarnbeyond the beach: the hell and the hopeblanco en blancoblinded by the light - travolto dalla musicaboia, maschere, segreti: l'horror italiano degli anni sessantabombay rose
 NEW
brave ragazzeburning - l'amore bruciaburning cane
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcercando valentinacharlie says - charlie dicechiara ferragni - unpostedcitizen kcitizen rosicity hunter - private eyescolectivcorpus christicrawl - intrappolatidelphinediego maradonadora e la citta' perdutadrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampirieffetto dominoel principeelectric swanemaemilio vedova. dalla parte del naufragiofellini fine maifiebre australfulci for fake
 NEW
gemini mangenitori quasi perfettigiants being lonelygive up the ghost
 NEW
gli angeli nascosti di luchino viscontigloria mundigretaguest of honourhava, maryam, ayesha
 NEW
hole - l'abissohouse of cardini diari di angela - noi due cineasti. capitolo secondoi migliori anni della nostra vita (2019)il colpo del caneil criminaleil mostro di st. pauliil pianeta in mareil piccolo yetiil prigionieroil re leone (2019)il regnoil signor diavoloil sindaco del rione sanita' (2019)
 NEW
il varcoio, leonardoit: capitolo 2
 R
jokerjust 6.5kingdom comela fattoria dei nostri sognila legge degli spazi bianchila lloronala mafia non e' piu' quella di una voltala rivincita delle sfigate
 NEW
la scomparsa di mia madre
 NEW
la verita' (2019)la vita invisibile di euridice gusmao
 NEW
la voce del marel'amour flou - come separarsi e restare amicile coup des larmesles chevaux voyageurslife as a b-movie: piero vivarellilingua francal'ospite - un viaggio sui divani degli altrilou von salome'
 NEW
l'uomo che volle vivere 120 annimademoisellemadre (2019)
 NEW
manta raymarriage storymartin edenmes jours de gloiremio fratello rincorre i dinosaurimoffiemondo sexymosulnato a xibetnever just a dream: stanley kubrick and eyes wide shutneviano.7 cherry lanenon si puo' morire ballando
 NEW
non succede, ma se succede...of fathers and sons
 NEW
oltre la buferaparthenonpelican bloodphotographpop black postapsychosiarambo: last bloodrare beastsrevenirrialtoroger waters us + themroqaiarosa (2019)sabbiasanctorumsaturday fictionscalesscherza con i fantise c'e' un aldila' sono fottuto: vita e cinema di claudio caligari
 NEW
searching evasebergselfie di famigliaseules les betessh_t happensshadow of watershaun, vita da pecora - farmageddonsolestate funeralstrange but truestuber - autista d'assaltosubmergencesupereroi senza superpoteriteen spirit - a un passo dal sognothanks!the burnt orange heresythe diverthe great green wallthe king (2019)the kingmakerthe laundromatthe lodgethe long walkthe nest (il nido)the painted birdthe perfect candidatethe rider - il sogno di un cowboythe scarecrowsthey say nothing stays the sametolkientony drivertorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostoun monde plus grandverdictvivere (2019)vox luxwaiting for the barbarianswake up - il risvegliowasp networkwomanyesterday (2019)you will die at 20zerozerozero - stagione 1zumiriki

992892 commenti su 42181 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net