boris - stagione 2 regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVboris - stagione 2 (2008)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BORIS - STAGIONE 2

Titolo Originale: BORIS - STAGIONE 2

RegiaGiacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo

InterpretiFrancesco Pannofino, Alessandro Tiberi, Caterina Guzzanti, Corrado Guzzanti, Carolina Crescentini, Karin Proia, Angelica Leo, Roberta Fiorentini, Eugenia Costantini, Pietro Sermonti, Antonio Catania, Ninni Bruschetta, Paolo Calabresi

Durata: h 0.25
NazionalitàItalia 2008
Generecommedia
Stagioni: 3
Prima TV nel Maggio 2008

•  Altri film di Giacomo Ciarrapico
•  Altri film di Mattia Torre
•  Altri film di Luca Vendruscolo

Trama del film Boris - stagione 2

Alessandro Ŕ un giovane ragazzo, appassionato di spettacolo, che sembra finalmente riuscire a coronare il suo sogno quando riesce ad entrare, seppur come semplice stagista, nella produzione della fiction televisiva Gli occhi del cuore 2. Ben presto si rende per˛ conto che il mondo della televisione non Ŕ esattamente come lo immaginava, e fin dall'inizio si trova a che fare con persone che lo portano al limite della sopportazione.

Film collegati a BORIS - STAGIONE 2

 •  BORIS - STAGIONE 1, 2007
 •  BORIS - STAGIONE 3, 2010

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,41 / 10 (11 voti)8,41Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Boris - stagione 2, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  29/07/2020 16:05:23
   8½ / 10
Vale il voto della prima stagione perchè il divertimento è allo stesso livello. Una serie grandiosa che mette di buon umore già dalla sigla!

marcogiannelli  @  06/07/2020 08:45:26
   8½ / 10
Se nella prima stagione c'era una forte introduzione ai personaggi e alle dinamiche del set nella seconda stagione, pur perdendo la cagna maledetta, ci troviamo un parterre di nuovi personaggi come Cristina, Karin e Mariano pazzeschi.
E Stanis implode del tutto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  28/06/2020 00:46:52
   8 / 10
Seconda stagione all'altezza se non migliore della precedente. Entrano in scena due nuove attrici, che mi hanno divertito poco devo ammettere, ma per fortuna anche Guzzanti nei panni di uno psicopatico Conte con problemi di Fede.
Imperdibili le puntate sul terribile "machiavelli" o quella su come eliminare il personaggio scomodo del comico beccato con i trans.
Ogni puntata offre almeno una genialata.
Un po' debole l'ultima puntata.

mrmassori  @  31/05/2020 14:46:31
   9½ / 10
Semplicemente geniale. La sintesi perfetta dell'italiano medio, dell'italianità e dei modi superficiali, pressapochisti, raccomandati, di soprusi, ingiustizie, paradossi estremi ecc. che rispecchiano l'italia ai nostri giorni.

simonpietro92  @  23/08/2019 17:11:22
   9½ / 10
La stagione, e serie TV, comica italiana più bella e geniale. Ogni personaggio è uno stereotipo italiano, ogni personaggio siamo tutti noi in fondo. Non ha mai avuto il successo che merita possiamo dirlo. Se non la vedi sei troppo italiano

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  28/06/2019 19:33:29
   8 / 10
Il timore che questa seconda stagione potesse rivelarsi un po' ripetitiva rispetto alla prima poteva esserci, timore comunque bene o male spazzato via, anche grazie all'intervento di Corrado Guzzanti, che qui interpreta un personaggio (Mariano Giusti) che compare spesso, e che a mio modo di vedere è uno dei migliori di tutta la serie, anche e soprattutto grazie all'interpretazione dello stesso Guzzanti, senza il quale indubbiamente questa seconda stagione avrebbe perso moltissimo. Proprio per questo motivo (e nonostante il voto uguale a tutte e tre le stagioni), questa rimane la mia preferita.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  16/11/2014 14:36:18
   8 / 10
In questa seconda stagione ciò che salta subito all'occhio è che Boris rispetta più i canoni dei serial televisivi. La maggiorparte delle sottotrame che si sviluppano o che vengono riprese dalla prima stagione vengono portate avanti fino alla fine. Inoltre si sposta l'equilibrio tra il fuori e il dentro le scene di Gli occhi del cuore 2 a favore del secondo raggiugendo una sostanziale parità tra il backstage, fulcro del primo Boris, e il serial rappresentato completamente ignorato nella passata stagione.
Più compattezza del prodotto, quasi assenza di singoli episodi autoconclusivi, ma nella sostanza la seconda stagione, pur essendo di buon livello non ha la stessa brillantezza della prima, anche se va dato atto di alcune sottotrame come il "Machiavelli" veramente efficace e gli episodi finali dove il serial stesso si decide a seconda degli exit poll elettorali sono di livello ottimo.
Si conferma la buona qualità del cast di base, mentre per quanto riguarda i nuovi innesti mi hanno destato qualche perplessità. La defezione della "cagna maledetta" Crescentini si fa sentire e i personaggi di Karin e Cristina la fanno rimpiangere. La verve brillante della prima, sorta di Ferilli da periferia, si vede a tratti mentre per Cristina aggiunge imprevedibilità, ma dal punto di vista comico è prssochè assente. Ottima la guest star di lusso Corrado Guzzanti con il suo folle Mariano Giusti, ma ho come la sensazione che a volte appare fuori contesto dal corpo della serie. Credo che dalle ultime sequenze di questa stagione sia nata l'idea per lo spin off del film.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  12/08/2014 18:10:10
   7½ / 10
Stagione che si apre con lo zoom sull'occhio di Alessandro, citazione non troppo velata ad una nota serie statunitense.... verso l'epilogo della stagione ci sarà spazio anche per il timer con frazionamento in 4 parti dello schermo, questo invece marchio di fabbrica di '24'.
I primi 2 episodi 'La mia Africa' sono oltre che il passaggio di consegne tra la Crescentini e la figlia d'arte Costantini (in Boris e anche nella realtà poi nella 3° ci sarà spazio anche per una comparsata epica della madre), anche l'occasione per sfruttare un paio di battute scorrettissime, sulla soglia del razzismo data la presenza delle comparse senegalesi, luoghi comuni sul calcio e una ignorantissima di Alfredo rivolta ad un senegalese 'l'avete combinata grossa l'11/9" con tanto di ammonimento facciale XD Celebre anche la megalomania di Stanis, che dall'alto del suo ego liquida Kubrick affermando che le pause tra un film e l'altro non erano nient'altro che il meditare sui suoi errori e il tentativo di riaffermarsi cambiando costantemente genere.

È una stagione nella quale tutti i personaggi si smuovono dalla bidimensionalità della prima, una Guzzanti promossa rosicchia giustamente spazio alla collega femminile, ingarbugliata in un triangolo d'amore, Stanis imperterrito baluardo della serie, la crisi di Biascica sul mancato pagamento degli straordinari di aprile, Alessandro forse è l'unico dalla quale ci si aspetta sin dall'origine una sorta di immedesimazione con lo spettatore, mi ricollego a Scrubs, gli manca solo la voce fuori campo e avrebbe le stimmate del JD, e invece si rivela lungo andare un personaggio come un altro, è e resta Ferretti il mattatore e nella 3° se ci fossero ancora dubbi, verranno dissipati completamente.

Comparsate all'ordine del giorno, alcune indovinate, il grande Martellone testimonial della comicità media in Italia, volgarissima, o il gagliardissimo Giorgio Tirabassi nei panni del direttore della fotografia. Merito va anche a Karin nel saper muovere un po le acque in ambito femminile, cliché della romana verace, nella prima stagione va ricordata anche la presenza di Herlitzka, attore sottolineato con l'appellativo di 'maestro', illuminante anche l'altro Guzzanti, Corrado, bramoso di ricoprire il ruolo di Frate Frediani.

Le serie comedy tendono a subire meno i cali nel lungo periodo a meno che non facciano del riciclaggio reiterato di vecchie gag e battutine il punto di forza ma la stagione funziona come sarà anche per la terza, forse un leggero calo, un finale al di sotto delle aspettative ma nulla di compromettente.

hghgg  @  27/04/2014 10:28:01
   8½ / 10
Perfettamente d'accordo con elio. Altro che "Alla càzzo di cane", con questa seconda stagione la serie di Ciarrapico, Torre e Vendruscolo si riconferma a livelli altissimi, almeno sullo stesso piano della prima, almeno. Ispiratissima a livello comico ma ben più amara della prima, la seconda stagione di "Boris" è probabilmente l'esatto punto di equilibrio tra la comicità più fresca della prima e tra l'amarezza un po' stanca della terza; in pratica, è forse da considerarsi la stagione più rappresentativa tra le tre, da questo punto di vista.

Intendiamoci, fa ridere eh, anche questa seconda stagione, soprattutto grazie all'entrata in scena dell'altro Guzzanti, Corrado, vera scheggia impazzita di queste 14 puntate; eppure ciò che m'è rimasto più impresso è la grande amarezza che pervade tutti gli episodi. In questa stagione "Boris" si supera per la sua satira a volte sottilissima a volte feroce, si supera in cattiveria, ed è amara a volte quasi a livelli insostenibili per il sottoscritto, roba da spegnere ogni risata e da rimanere con lo sguardo da pesce lesso davanti allo schermo.

Tutto è gestito alla perfezione, anche i momenti apparentemente più inutili, come la sottotrama sentimentale tra Arianna (Caterina Guzzanti) e Alessandro che in questa stagione è molto godibile e fila via liscia come l'olio (nella terza e nel film, meno) e anzi è anche utile a spezzare un po' l'amarezza e la tensione che pervadono tutta la stagione per quanto mitigati da black-humor e ottima comicità.

Crudo e davvero amaro "Boris" ed è bello per questo, perché tira pugni nello stomaco tremendi mentre stai ridendo, che maledetti.

Pannofino si conferma ottimo mattatore, Sermonti ha veramente beccato il ruolo, il personaggio e la serie della vita (con Stanis ha dato vita ad un personaggio tremendo e riuscitissimo) e Guzzanti (Corrado) ad ogni sua apparizione, apparizioni gestite molto bene e con grande criterio dalle sceneggiature, porta quella vena di imprevedibile follia che da alla stagione una spinta in più, nella sua doppia interpretazione di Mariano Giusti/Padre Gabrielli, tra l'altro protagonisti di un finale quasi degno di un gangster-movie (:D) Mariano è uno dei migliori personaggi in assoluto della serie e Corrado Guzzanti vince probabilmente la palma del migliore in questa seconda stagione.

Sempre divertenti i tre maledetti sceneggiatori ed è da ricordare una nuova apparizione di Glauco/Tirabassi.

Non c'è più la Crescentini e nemmeno le sue occhiaie partecipano più alla serie. La "cagna maledetta" appare solo nella prima puntata e poi esce di scena, sostituita dal personaggio della "figlia di Mazinga" un buonissimo personaggio che tuttavia non regge il confronto e non risulta altrettanto carismatico. Sempre gradevoli le apparizioni di macchiette come Biascica o Duccio. Totalmente insopportabile Itala. Uccidetela.

Tutti e 14 gli episodi sono di alto livello, alcuni sono capolavori. C'è da andare fieri di "Boris". Mezzo capolavoro.

Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  22/04/2014 12:50:27
   8 / 10
Alcune perle (su tutte la conversione a seguito dell'incontro con Gesù sulla Roma-L'Aquila), ma purtroppo la sostituzione della cagna maledetta con la figlia di Mazinga non ha giovato, soprattutto a causa dell'insipienza della pur graziosa figlia di Laura Morante.

Restiamo però su livelli inarrivabili per la comicità nostrana.

4 risposte al commento
Ultima risposta 22/04/2014 16.49.31
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  28/03/2014 19:05:04
   8½ / 10
Addirittura più bella della prima e con una trama orizzontale trascinante, con l'entrata in scena di "Macchiavelli" e soprattutto dell'esplosivo Corrado Guzzanti che fa di tutto, tranne padre Frediani.
"Il basso lazio è tutto un pastorello a perdita d'occhio..."
"Una bella sambuca si rimedia sempre!"

La so quasi a memoria. Per fortuna.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011039 commenti su 44504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net